Obliterazione a radiofrequenza - Trattamento delle vene con le onde

Questo metodo è venuto alla flebologia dalla chirurgia cardiaca, dove gli effetti di radiofrequenza sono usati con successo per migliorare il ritmo cardiaco nelle aree interessate del sistema di conduzione cardiaca.

Nel trattamento delle vene varicose, l'ablazione con radiofrequenza (RFA) è un metodo minimamente invasivo di interrompere la funzione conduttiva di una vena malata. Può essere utilizzato in combinazione con altri metodi di trattamento, incluso quello invasivo.

Il metodo è stato sviluppato e applicato per la prima volta nel 1998 in Europa. Più tardi, la RFA si diffuse in America, Asia e altri paesi del mondo.

Su quale base si basa l'effetto terapeutico della procedura?

Il termine "ablazione" indica il processo di evaporazione di una sostanza.

La metodologia si basa sull'uso della corrente di energia a radiofrequenza con una frequenza di 300-750 kHz. Come fonte di questa energia, viene utilizzato un normale generatore elettrico che produce una corrente della frequenza richiesta.

La corrente a radiofrequenza viene inviata alla cavità della vena utilizzando un catetere speciale che viene inserito nella vena con un ago. Il catetere si muove attraverso la vena ad un'altezza pari alla lunghezza stimata della vena che deve essere rimossa.

Quindi il generatore si accende e una corrente inizia ad agire sulla vena, che riscalda le pareti dei vasi a 120 gradi. In precedenza, l'obliterazione veniva eseguita a 80 gradi, poiché si riteneva che le alte temperature potessero bruciare il tessuto nelle vicinanze. Quando si utilizza questa temperatura, la procedura è stata eseguita diverse volte più a lungo.

Durante il riscaldamento della vena, si verificano processi distruttivi in ​​cui viene sclerosato. Il principio della rimozione delle vene è simile alla scleroterapia, ma a differenza di questo, l'ablazione delle vene a radiofrequenza non richiede l'introduzione di uno speciale agente sclerosante.

Indicazioni per la procedura

L'indicazione principale per la procedura è le vene varicose nella fase centrale della negligenza.

È inoltre consigliabile eseguire l'operazione in caso di malattia post-trombotica e insufficienza venosa di classe C2 o superiore.

Prima di RFA, viene eseguita un'ecografia delle vene degli arti inferiori per determinare la fattibilità della procedura e determinare la dimensione della vena malata.

L'operazione dovrebbe essere eseguita da un flebologo, che ha esperienza con dispositivi ad ultrasuoni destinati allo studio del corpo.

Quando abbandonare la procedura

L'obliterazione è controindicata in presenza di tromboflebite acuta nell'area della procedura.

Un ostacolo significativo all'ablazione è la tortuosità della vena rilevata dagli ultrasuoni, questo non consentirà il normale passaggio del catetere attraverso di esso. Una vena stretta (non più di 4 mm) porta anche disagi: una tale vena costringe il medico a eseguire la procedura di riscaldamento della vena dal primo momento.

Il metodo di trattamento delle vene varicose senza chirurgia flebosclerosi è anche un modo efficace e sicuro per risolvere il problema. Offriamo di studiare i dettagli.

Preparazione per la procedura

L'uso dell'ablazione a radiofrequenza delle vene obbliga il paziente a effettuare una serie di esami preliminari. Il principale è la scansione vascolare duplex. È necessario per l'analisi del sistema venoso e la valutazione della pervietà della nave designata per la rimozione.

Inoltre è necessario un esame emocromocitometrico completo, un test per l'HIV, l'epatite, la sifilide. Tali analisi determineranno l'immunità del corpo e la sua capacità di trasferire la procedura. Si consiglia di fare un coalogramma e un ECG.

Come è la procedura

Usando gli ultrasuoni, viene inserito un lume di una vena in cui viene inserito un catetere di radiofrequenza appositamente progettato per la lunghezza desiderata della vena patologica.

Dopo di che, l'anestetico viene iniettato intorno alla nave. Ciò consente non solo di intorpidire il luogo, ma anche di separare la nave dai tessuti circostanti.

Quindi si accende il generatore, che fornisce corrente alternata al catetere endovasale.

Durante l'accensione del generatore vengono elaborati circa 7 centimetri di una vena. Dopodiché, viene temporaneamente scollegato e il catetere viene mosso delicatamente tirandolo verso il sito di inserimento. Quindi, passo dopo passo, durante diverse inclusioni del generatore, viene rimossa la parte necessaria della vena.

Dopo che il catetere è stato estratto, una benda sterile viene applicata al sito di iniezione e l'arto viene compresso con una calza o una benda speciale.

I vantaggi e gli svantaggi di questo metodo di esposizione

I vantaggi dell'ablazione a radiofrequenza delle vene rispetto ad altri metodi di rimozione o trattamento delle vene varicose:

  • dolore minimo;
  • velocità della procedura;
  • periodo relativamente breve di riabilitazione;
  • mancanza di cicatrici e cicatrici;
  • bassa probabilità di recidiva (10%).

Come ogni, anche minimamente invasivo, il trattamento delle vene RFA ha anche i suoi svantaggi:

  • bruciature della pelle;
  • trombosi;
  • il verificarsi di reflusso inguinale;
  • vesciche.

Riabilitazione e recupero

L'uso della biancheria intima a compressione è obbligatorio per almeno quaranta minuti. Inoltre, questa volta deve essere speso nel camminare (camminare). È necessario prevenire la trombosi.

Nelle prime due settimane è necessario utilizzare calze a compressione.

Ogni giorno il paziente deve fare passeggiate (almeno un'ora).

Dopo alcuni giorni è necessario eseguire un'angioscansione ecografica per determinare il successo della procedura.

Opinione di medici e pazienti che hanno subito la procedura

Studiamo le recensioni di medici e pazienti che sono stati assegnati alla obliterazione a radiofrequenza delle vene.

L'obliterazione a radiofrequenza delle vene è un metodo unico per il trattamento del reflusso venoso verticale.

E viene utilizzato per la distruzione termica delle vene con un diametro di 4 mm a 20 cm. L'esperienza del medico e la stretta aderenza alle regole della procedura ti permetteranno di ottenere i risultati più positivi e l'assenza quasi assoluta di complicanze.

Dottore Flebologo Konstantin Vasilyevich, 45 anni

Quando le mie vene varicose hanno raggiunto il secondo grado di difficoltà, ho deciso di condurre la scleroterapia delle vene malate, che ho imparato su Internet.

Ma dopo essersi consultato con il medico e aver effettuato alcuni test, il medico ha detto che ho controindicazioni all'introduzione dell'agente sclerosante nel corpo. Poi mi è stato consigliato un metodo simile di rimozione delle vene, vale a dire l'ablazione con radiofrequenza. Era molto più costosa, ma non mi dava fastidio.

La procedura è andata senza complicazioni e dolore. Sono soddisfatto del risultato.

Elena, 35 anni

Avevo le vene varicose. Ho raggiunto il punto che ho dovuto non solo rimuoverli, ma anche applicare ablazione in radiofrequenza parallela.

A causa dell'elevato numero di vene malate, la rimozione di ciascuno contribuirebbe alla formazione di numerose cicatrici. Pertanto, i medici raccomandavano fortemente di eseguire RFA, piuttosto che un trattamento chirurgico standard.

Michele, 45 anni

Circa sei mesi fa, una vena uscì sulla mia gamba. Ho deciso di non aspettare la comparsa di nuove e aumentare quella esistente. Pertanto, la prima cosa che ho fatto è stata quella di andare al centro della flebologia, dove mi è stato consigliato di fare l'obliterazione a radiofrequenza delle vene.

Accettai e seguii la procedura, lei andò rapidamente e quasi senza dolore. I miei piedi stanno bene adesso.

Lyudmila, 29 anni

Spese di procedura

I prezzi dipendono dalla sede e sono:

  1. Nel centro innovativo di flebologia del Dr. Letunovsky, il costo della procedura è di circa 1.800 euro (circa 115.000 rubli).
  2. Presso l'Algida Medical Center, il costo di RFA dipende dal grado di complessità e varia da 45-70 mila rubli.
  3. Il costo medio della procedura nelle cliniche di Mosca è di 55 mila rubli.

risultati

L'ablazione con radiofrequenza (obliterazione) delle vene è un metodo minimamente invasivo efficace per trattare le vene varicose.

A differenza di un'operazione convenzionale, una vena non viene semplicemente rimossa, ma distrutta, a causa dell'esposizione a temperature elevate e non svolge più la sua funzione. E a differenza della scleroterapia, RFA non richiede l'introduzione nel corpo di acidi speciali che portano alla distruzione della nave.

Obliterazione a radiofrequenza delle vene con vene varicose: indicazioni, procedura, risultato, confronto con il "laser"

Piedi e piaghe. Unguenti, creme, pillole non aiutano. Stelle brulle vascolari e rivoli sulle gambe. Il verdetto dei medici è vene varicose. Uno dei trattamenti -. RCHO (radiofrequenza obliterazione vene, RFA (ablazione) La tecnica consiste in azione sulla parete interna di un vaso venoso di corrente ad alta frequenza, a causa della quale la nave è incollato a causa di riscaldamento, e in seguito radiazione sclerosante trasmessa vena utilizzando uno speciale. strumento attraverso il catetere.Il metodo si riferisce a un metodo minimamente invasivo, che consente la procedura in anestesia locale e con un piccolo periodo di riabilitazione.

Grazie, puoi dire ai cardiochirurghi: si presume che il metodo di RFO sia stato preso in prestito da loro. Una tecnica simile è usata per ripristinare la funzione contrattile del miocardio.

Le vene RFO degli arti inferiori per la malattia varicosa sono state applicate per la prima volta in Europa nel 1998 e un anno dopo negli Stati Uniti. Le prime procedure RFO sono state eseguite ad una temperatura di lavoro di 70 С, perché erano piuttosto lunghe. I medici temevano di aumentare la temperatura a causa della possibilità di danneggiare i tessuti circostanti. Più tardi, gli scienziati sono giunti alla conclusione che è sicuro agire sulla vena con una temperatura più alta - 120 C. Allo stesso tempo, il tempo di manipolazione è significativamente ridotto - solo pochi minuti.

Come viene eseguita la RFO: dettagli

Nella vena interessata dopo una puntura della pelle viene introdotto il conduttore RF. Supervisiona la procedura ad ultrasuoni. Una "piuma d'acqua" viene creata intorno alla vena con un anestetico. Limita anche la vena dai tessuti che la circondano. Il generatore RF trasmette quindi le onde al catetere. Come risultato della radiazione attiva, si verifica un cambiamento nelle molecole proteiche della vena. Una inclusione del generatore permette di trattare circa 7 centimetri di una nave venosa. Mentre il conduttore avanza, viene catturato il resto della vena.

Il processo di elaborazione è automatico: il dispositivo, concentrandosi sulla temperatura all'interno della nave, regola il flusso di energia alla vena. Il dispositivo stesso determina la durata dell'azione. La chiusura completa delle pareti della nave con una lunghezza di circa 45 cm viene effettuata in 5 minuti. Dopo la fine della manipolazione, il sito di iniezione viene trattato con una soluzione disinfettante, sigillato e quindi una calza ospedaliera viene posta sulla gamba. Questo è tutto!

Video: il principio di ORP e segnalazione dall'operazione

Chi viene mostrato RFO?

L'indicazione principale per l'obliterazione dei vasi degli arti inferiori sono le vene varicose. Certo, questa tecnica non è l'unica arma contro la malattia. Esistono metodi conservativi, scleroterapia e chirurgia della flebectomia. Ma la tecnica competitiva più vicina è l'obliterazione laser endovasale.

Cos'è EVLO?

Il metodo di coagulazione laser è molto simile a RFO: una puntura viene effettuata anche nel vaso venoso danneggiato, quindi viene inserita e fissata una sottile fibra laser. La potenza del raggio laser è rigorosamente dosata. La manipolazione è controllata da ultrasuoni.

Si pensava che il vaso venoso fosse danneggiato a causa dell'ebollizione del sangue. Ma ora si scoprono nuovi dettagli: oltre all'ebollizione e al danneggiamento della vena sotto l'influenza del collagene collageno ad alta temperatura della struttura muraria della nave. C'è una "sinterizzazione" della vena dall'interno. La procedura è abbastanza sicura e veloce. Sì, e il paziente non fa assolutamente male: viene eseguita un'anestesia efficace.

Cosa c'è di buono in EVLO?

  • La pelle è leggermente ferita: rimane una piccola puntura dell'ago.
  • Non è necessario il ricovero in ospedale.
  • Tutte le manipolazioni avvengono in anestesia locale. L'uomo è cosciente.
  • L'assenza di anestesia non provoca salti di pressione sanguigna, che influiscono favorevolmente sull'attività cardiaca del paziente.
  • Il laser ad acqua rende la manipolazione assolutamente indolore.
  • Una percentuale molto piccola di effetti collaterali.

Indubbiamente, l'obliterazione laser endovasale in sicurezza è superiore alle tecniche chirurgiche. Alla fine di EVLO, il paziente indossa una speciale calza di compressione, a causa della quale gli ematomi vengono assorbiti più rapidamente e la vena trattata viene pressata. I pazienti con calze compressive si consumano fino a più di tre settimane.

È tutto così buono?

Quando si esegue la coagulazione laser, come con altri metodi, si verificano effetti collaterali. Ma sono scarsi e suscettibili di un effetto conservatore.

  1. ecchimosi;
  2. Ustioni paravasali;
  3. Tromboflebite dell'area della vena trattata;
  4. Tributari di flebite.

Questi problemi sono risolti dopo l'uso della terapia anticoagulante, aumento della compressione e la nomina di unguento eparinico.

Posizionare RFO nel trattamento delle vene varicose

Questa domanda, sebbene opportuna, è molto ambigua. Ogni anno, i metodi intravascolari vengono sviluppati e resi più perfetti, appaiono nuovi dati. Pertanto, non ci sono standard generalmente accettati per sbarazzarsi delle vene varicose, non vi è anche un "leader" tra i metodi.

Il metodo classico - flebectomia - è stato il trattamento principale per le vene varicose per 100 anni. Tuttavia, gli effetti collaterali dell'intervento (cosmetici, a lungo riabilitazione) costringono i medici a optare per interventi mini-invasivi sempre di più. Tuttavia, c'è ancora una componente economica - il costo. La flebectomia viene eseguita secondo il sistema CHI e gli interventi intravascolari sono un piacere molto costoso. Ad esempio, nella coagulazione laser e nella obliterazione a radiofrequenza delle vene, il prezzo può essere inaccessibile per molte categorie di pazienti, in particolare per i pensionati.

Nonostante l'elevata sicurezza e il periodo di riabilitazione molto piccolo, il metodo di coagulazione laser non è sempre mostrato ai pazienti. L'obliterazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori supera EVLO in alcuni indicatori. L'RFO è utilizzato per le lesioni delle vene safene (grandi e piccole).

Quando viene bandito l'RFO?

  • Arti inferiori colpiti da aterosclerosi;
  • Una donna è incinta o allatta;
  • Trombosi trasferita;
  • Trombosi acuta;
  • Nell'area di puntura si osservano malattie sulla pelle (infiammatorie o infettive);
  • Difficoltà nell'applicare la biancheria intima da compressione (ad esempio, nel caso dell'obesità);
  • Grave tortuosità delle vene.

Preparazione per RFO

Poiché la RFO è considerata un metodo relativamente sicuro per trattare le vene varicose, la preparazione speciale non è necessaria per la sua attuazione. Ma ancora, è ancora necessario effettuare una scansione duplex ad ultrasuoni dei vasi venosi per confermare le prove. Inoltre, il paziente deve essere esaminato: fare un coalogramma ed ECG, esami del sangue (biochimica, epatite, generale, HIV, sifilide).

È inoltre necessario ottenere il permesso dal terapeuta per l'operazione se non ci sono controindicazioni corrispondenti. Prima della procedura, i pazienti stessi effettuano la depilazione e fanno scorta di biancheria intima a compressione.

Spesso usato una tecnica combinata: RFO è integrato con scleroterapia. La miniflectomia delle piccole vene affluenti affette da vene varicose è quasi sempre effettuata.

Riabilitazione e probabili effetti dell'ORP

Alla fine dell'intervento intravascolare, il paziente indossa immediatamente l'indumento compressivo e deve camminare per 40 minuti. Questa passeggiata è necessaria per prevenire la trombosi.

La maglieria ospedaliera viene indossata per un breve periodo: 1-2 settimane. Si noti che questo è il più breve periodo di utilizzo tra tutti i metodi. Ogni giorno, il paziente deve camminare per almeno un'ora. Lezione è semplice e molto divertente.

  1. Carico statico sulle gambe;
  2. Ginnastica, aerobica, carichi di potenza;
  3. Trattamenti termici (sauna, bagno turco);
  4. Esercizio bici.

È importante! Dopo la procedura RFO, è necessario osservare il medico curante. Dopo alcuni giorni, è necessario eseguire un'angioscansione ecografica.

Nell'1-2% dei pazienti possono verificarsi complicanze sotto forma di trombosi venosa profonda degli arti inferiori. I casi di embolia polmonare sono descritti in letteratura.

Come con altri metodi di trattamento delle vene varicose, può verificarsi una recidiva dopo l'ORP.

  • Ricanalizzazione delle vene;
  • La comparsa di reflusso inguinale;
  • Violazione della procedura;
  • La struttura speciale delle navi del paziente;

La probabilità di ricorrenza della malattia è, come con l'uso di altri metodi, circa il 10%.

Vantaggi del metodo RFO

Obliterazione a radiofrequenza delle vene supera altri metodi noti di trattamento delle vene varicose in una serie di indicatori:

  1. Velocità di esecuzione;
  2. Selezione automatica dell'esposizione di potenza del generatore;
  3. Basso dolore;
  4. L'assenza di brutte cicatrici e incisioni alle gambe;
  5. Pochissimi effetti collaterali sotto forma di sanguinamento o infezioni infettive;
  6. Possibile combinazione con farmacoterapia e scleroterapia;
  7. Può essere usato per trattare pazienti in sovrappeso;
  8. Un breve periodo di riabilitazione;
  9. Breve uso di biancheria intima a compressione;
  10. Possibilità di utilizzo su aree problematiche per la prevenzione.

Quindi cosa: RFO o laser?

La tecnica dell'obliterazione a radiofrequenza è una moderna procedura endovasale per il trattamento delle vene varicose. Tuttavia, negli Stati Uniti viene utilizzato solo nel 30% dei casi. Il trattamento laser è più del doppio del normale. Il fatto è che la scienza non si ferma, compaiono nuovi dispositivi laser moderni. Con il loro aiuto, la procedura si svolge con l'effetto maggiore, e dopo di essa non c'è quasi nessun ematoma. Inoltre, ora il diametro della nave interessata non è un ostacolo per l'obliterazione endovenosa delle vene. Pertanto, qualsiasi fase delle vene varicose può essere trattata con questo metodo.

Tuttavia, con la tecnica del laser, il medico stesso varia la velocità di movimento e l'intensità dell'impatto del raggio. Il "fattore umano" influenza i risultati. Sì, e biancheria intima a compressione indossata più a lungo.

RFO ed EVLO sono i metodi più moderni per influenzare le vene malate. Numerose applicazioni offrono risultati eccellenti. Entrambi i metodi sono indolori. Tuttavia, le recidive sono più spesso osservate dopo la RFO.

Il paziente può essere confuso: cosa scegliere? A parità di condizioni, il costo del trattamento diventa il fattore decisivo. Il metodo di obliterazione a radiofrequenza delle vene è superiore a quello della coagulazione laser. Ad esempio, in Russia, a seconda della quantità di intervento, varia da 40.000 a 70.000 rubli (su una gamba).

Quale metodo di trattamento delle vene varicose scegliere: decide il flebologo insieme al paziente. Il fattore obiettivo che influenza questa scelta è l'indicazione per l'esecuzione di un metodo o di un altro, ottenuto dall'esame del paziente. Tale indagine consente di scoprire l'entità della malattia, le condizioni delle valvole, nonché le vene perforanti e profonde.

Ma oggi, in molti modi, questa scelta è soggettiva. Dipende dall'equipaggiamento della clinica, dalle qualifiche, dalle preferenze e dall'esperienza clinica del flebologo. E la scelta della clinica, il dottore è sempre per il paziente.

Ablazione con radiofrequenza delle vene varicose

L'ablazione con radiofrequenza (RFA) viene utilizzata sempre più ogni anno in vari settori della medicina. Mostra buoni risultati nelle operazioni sul cuore, fegato in caso di neoplasie maligne, colonna vertebrale (in caso di mal di schiena), ecc. qualsiasi dolore

Coagulazione della vena a radiofrequenza

Una delle applicazioni più estese e di successo di RFA è il trattamento delle malattie vascolari, comprese le vene varicose degli arti inferiori.

Altri nomi di vene RFA, che verranno utilizzati nell'articolo:
• obliterazione a radiofrequenza (RFO);
• ablazione del catetere;
• coagulazione a radiofrequenza (RFC).

Moderni metodi di trattamento delle vene varicose

Tra i metodi moderni (intravascolari) di trattare le vene varicose, che hanno sostituito la flebectomia tradizionale, si può notare:

Trattamento laser di varicoza

  • trattamento laser, popolare a causa della bassa incidenza di effetti collaterali, dolore debole dopo la procedura e l'assenza di incisioni;
  • scleroterapia, che comporta l'agglutinazione delle vene dilatate introducendo in esse una composizione speciale (sclerosante);
  • ablazione con radiofrequenza, cioè, l'effetto sulla vena interessata delle onde radio di una certa frequenza, seguito dal suo sviluppo eccessivo e dal suo riassorbimento.

Si noti che la flebectomia classica, che è stata utilizzata nel trattamento delle vene varicose per più di 100 anni, nonostante le buone prestazioni e l'accuratezza della tecnica, oggi è inferiore ai metodi più giovani.

Il lungo periodo di riabilitazione e i difetti estetici dopo la flebectomia standard determinano la tendenza mondiale al trattamento intravascolare delle vene varicose.

Ora l'operazione di flebectomia è prescritta solo in caso di grave negligenza della malattia, così come la ricomparsa delle vene varicose. Anche un fattore importante è il prezzo, perché i metodi intravascolari sono offerti solo nell'ambito della medicina retribuita.

Efficacia dei metodi intravascolari

Secondo la maggior parte delle fonti:

  • la scleroterapia con una larghezza del lume venoso di 10 mm inizia a perdere significativamente la sua efficacia;
  • l'ablazione con radiofrequenza, se le vene sottocutanee sono dilatate molto significativamente (più di 15 mm nel lume), è inefficace;
  • Il metodo di trattamento laser, che fino a poco tempo fa era in ritardo e che avrebbe dovuto curare le vene solo fino a 10 mm nel lume, sta ora vivendo un nuovo periodo. Ciò è dovuto all'avvento di laser della nuova generazione, che generano onde lunghe 1470 nm e fibre radiali (circolari). A causa di ciò, la tecnica laser è in grado di trattare vene fino a 18 mm, e secondo alcune fonti - e altro ancora.

L'uso di un particolare metodo è deciso in base allo stadio della malattia, alla disponibilità finanziaria del trattamento per il paziente, alle indicazioni e alle controindicazioni.

L'essenza dell'obliterazione a radiofrequenza

Il trattamento a radiofrequenza delle vene varicose è un metodo endovenoso minimamente invasivo (endavideo) del trattamento chirurgico delle vene dilatate. La minima invasività coinvolge un'area minima di intervento e il grado di danno tissutale. Come già menzionato sopra, nel complesso, la RFA è caratterizzata da una completa assenza di dolore durante l'operazione.

I metodi intravascolari di trattamento delle vene varicose, che comprendono RFA, funzionano secondo un principio generale: danneggiano l'endotelio, in conseguenza del quale la parte di questa nave si svuota, le sue pareti si uniscono. Dopo un po ', l'area danneggiata viene sostituita dal tessuto connettivo.

L'endotelio è un singolo strato di cellule piatte che riveste la superficie interna delle vene.

La base dell'ablazione a radiofrequenza è la proprietà dei tessuti biologici di riscaldarsi a temperature significative sotto l'azione di onde radio di una certa frequenza.

Preparazione per la coagulazione a radiofrequenza

Non è richiesto alcun addestramento speciale con questa tecnica. Il paziente, naturalmente, è sottoposto ad un esame flebologico standard, inclusa una scansione della vena duplex ad ultrasuoni. Sulla base di questo sondaggio, viene presa una decisione circa la possibilità o l'impossibilità di applicare il metodo di trattamento.

Vengono anche prescritte varie analisi del sangue: generali, per la coagulazione (coagulogramma), per l'epatite, l'HIV e la sifilide. Solo con buone analisi può essere assegnato il RFA.

Immediatamente prima dell'obliterazione a radiofrequenza, il paziente deve radere la gamba (s) in cui verrà effettuata l'esposizione.

Non dimenticare di scegliere la maglieria a compressione, che sarà necessaria immediatamente dopo la procedura. In alcune cliniche, puoi ritirarlo sul posto, tuttavia, a volte dovrai andare con una ricetta medica per acquistare tali vestiti in un salone specializzato.

Com'è il trattamento delle vene con le onde radio

Attraverso una piccola puntura (puntura), una guida d'onda (catetere ad onde radio) viene inserita nella vena interessata e portata nel punto in cui questa vena si dirama in una superficiale e profonda. L'intera procedura viene eseguita con un chiaro controllo a ultrasuoni. Dopo che il medico è stato convinto della correttezza dell'introduzione della guida d'onda, viene creato un cosiddetto. Viene iniettata la "piuma d'acqua" - per l'anestesia e la protezione dei tessuti circostanti dall'effetto termico delle onde radio intorno all'anestetico venoso.

L'elaborazione si basa sul principio di retroazione: il dispositivo (generatore di radiofrequenze) a cui è collegata la guida d'onda seleziona la potenza dell'impatto sulla parete venosa tenendo conto della temperatura all'interno della vena e trasmette le onde al catetere. I moderni dispositivi consentono di elaborare fino a 7 cm di vena in un unico interruttore. Quindi la guida d'onda si sposta ulteriormente lungo la vena. Quindi l'intera vena viene gradualmente elaborata. I dati sullo stato di avanzamento della procedura vengono visualizzati continuamente sullo schermo del dispositivo, pertanto il medico monitora e corregge il processo in dettaglio.

Alla fine dell'ablazione, il sito della puntura viene chiuso con una benda e gli indumenti compressivi vengono applicati sull'arto trattato.

Periodo di riabilitazione

Non è necessario ricovero ospedaliero, quindi il paziente può tornare a casa dopo l'ablazione con radiofrequenza.

Immediatamente dopo la RFA, il paziente deve fare una passeggiata per almeno 30-40 minuti.

Il principale vantaggio dell'obliterazione a radiofrequenza rispetto al trattamento laser e alla scleroterapia è il periodo più breve di compressione obbligatoria. L'intimo speciale deve essere indossato solo 1-2 settimane (e non 2 mesi), rimuovendolo solo per la notte.

Un paio di giorni dopo la manipolazione non è possibile fare esercizi fisici (ginnastica, aerobica), usare cyclette.

Anche in 2-3 giorni dovrai visitare un dottore per il primo esame. La frequenza dei seguenti esami è determinata dal medico.

Ogni giorno devi fare una passeggiata per almeno un'ora.

Per diverse settimane ci sarà un divieto di vasche idromassaggio e saune.

Ablazione con radiofrequenza: costo

Lo svantaggio principale del metodo è il suo costo. Un catetere a onde radio costa circa da 5 a 7 volte più costoso rispetto, ad esempio, a una guida di luce per il trattamento laser. Nonostante il fatto che il catetere stesso possa essere utilizzato su due gambe (più volte in un paziente), il costo della coagulazione a radiofrequenza è ancora significativo per molte persone.

Ablazione con radiofrequenza delle vene degli arti inferiori

Le vene varicose - oggi è considerata una delle malattie più comuni. Lo sviluppo della malattia causa non solo disagio estetico, ma anche complicazioni pericolose. Conduce allo sviluppo di embolia polmonare, nel 50% dei casi provoca la morte. Prima inizi il trattamento, prima puoi ottenere una remissione prolungata e fermare la progressione della malattia. Nella fase iniziale dello sviluppo delle vene varicose, il trattamento viene effettuato con farmaci. Nelle fasi avanzate è richiesto un trattamento chirurgico. Negli ultimi anni, gli sviluppi scientifici hanno permesso di ottimizzare gli interventi chirurgici nella direzione di tecnologie minimamente invasive (a basso impatto) che hanno contribuito a ridurre la durata dell'operazione, eseguirla in anestesia locale, minimizzare i danni alla pelle, ridurre il tempo trascorso in ospedale, il periodo di riabilitazione. Uno dei metodi moderni di trattamento del processo patologico nell'area della gamba è l'obliterazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori.

L'arsenale medico è ricco di vari metodi per la correzione delle patologie circolatorie.

Informazioni sul metodo

Obliterazione a radiofrequenza dei vasi sanguigni varicosi è il nuovo metodo di trattamento nelle persone con malattia varicosa negli arti inferiori. Per la prima volta il metodo è stato utilizzato dai medici nel 1998 in Europa e negli Stati Uniti d'America nel 1999. Da allora, è stato ampiamente utilizzato il metodo operativo di trattamento della malattia delle gambe varicose. Nel nostro paese, sfortunatamente, l'obliterazione a radiofrequenza (ablazione) (RFO) è considerata un nuovo metodo e viene utilizzata abbastanza raramente. Come mostrano le recensioni di pazienti e medici, il metodo ha grandi vantaggi rispetto alla flebectomia.

L'ablazione delle vene a radiofrequenza si basa sull'uso delle microonde. Uno speciale dispositivo che conduce le microonde (guida d'onda) viene introdotto nel vaso sanguigno interessato dal processo patologico. Quando un catetere viene inserito nel sistema venoso, il dispositivo riscalda le pareti delle vene varicose, che portano alla loro saldatura (occlusione). Il dispositivo esegue automaticamente la selezione della potenza richiesta, la durata dell'esposizione, in base agli indicatori di temperatura nel vaso sanguigno. Sensori speciali sono incorporati nel dispositivo che determina l'efficacia delle manipolazioni. Il trattamento chirurgico viene eseguito da un flebologo mediante ultrasuoni, che consente al medico di monitorare visivamente il passaggio sullo schermo.

La facilità del trattamento chirurgico, l'invasività minima dei tessuti circostanti hanno permesso all'RFO di diventare uno dei metodi di trattamento delle vene varicose più comunemente usati negli arti inferiori.

È particolarmente efficace nelle fasi successive della malattia vascolare.

Indicazioni per l'uso

L'indicazione principale per l'ablazione con radiofrequenza è:

  • Il secondo al quarto stadio dell'espansione patologica delle vene. Come consigliano i flebologi, è particolarmente consigliabile eseguire l'operazione nelle fasi successive di esacerbazione della malattia. In violazione della fornitura di organi, tessuti circostanti con ossigeno, sostanze nutritive (tromboflebiti, ulcere trofiche). Nella fase iniziale dello sviluppo delle vene varicose, i preparativi farmacologici terapeutici, il massaggio e l'adattamento del modo di vita abituale danno risultati terapeutici positivi. Con l'aggravamento della malattia, viene eseguito un trattamento chirurgico.
  • Malattie post-trombotiche (PTFB). In caso di tentativi infruttuosi di salvare la vena è necessario effettuarne la rimozione. L'ablazione con radiofrequenza delle vene assomiglia all'ablazione laser dei vasi sanguigni. Una sonda viene introdotta nella vena assottigliata, che conduce energia ad alta frequenza alla parete del vaso e la "brucia". Come risultato della terapia chirurgica, la parete interessata dal processo patologico si trasforma in una cicatrice del tessuto connettivo. Il metodo di distruzione a radiofrequenza - minimamente doloroso, sicuro, dà i risultati desiderati.
  • Insufficienza venosa cronica. Il metodo dell'intervento chirurgico è usato in combinazione con farmaci. Garantisce un effetto positivo in un breve periodo di tempo, il ritorno del funzionamento dell'arto.

Il metodo di trattamento chirurgico si basa sulle leggi della fisica e non provoca il verificarsi di effetti collaterali per il paziente.

Apparso nel 1998, l'obliterazione a radiofrequenza delle vene divenne rapidamente la più diffusa al mondo.

Vantaggi e svantaggi del metodo

L'ablazione delle vene a radiofrequenza presenta i seguenti vantaggi:

  • Il tempo dell'operazione. A seconda del grado di danno al vaso sanguigno, dura in media 15-35 minuti.
  • Trauma basso Non è richiesto per la penetrazione di fare incisioni profonde e lunghe sulla pelle. Non ci sono necrosi, ferite aperte. Consente di ridurre il processo di recupero e il ritorno del paziente a uno stile di vita normale.
  • Non causa forti dolori
  • L'anestesia generale non è richiesta.
  • Il metodo dà risultati positivi, come evidenziato dalle numerose recensioni di medici e pazienti.
  • Nessun soggiorno in ospedale, riposo a letto.
  • Dopo l'intervento chirurgico, non ci sono cicatrici, cicatrici, ematomi.
  • È possibile usare il metodo in combinazione con scleroterapia, terapia farmacologica.
  • Minimo rischio di risultati negativi.

RFO ha un design del catetere progettato in modo univoco. È racchiuso in una piccola termocapsula, che rende possibile la transizione dell'energia del campo di radiofrequenza in energia termica non a livello del tessuto nel corpo, ma direttamente all'interno della guida d'onda (catetere) stessa. Questa è la principale differenza dall'obliterazione laser endovasale. Un tale leggero miglioramento consente al muro della vena di produrre un'esposizione controllata e misurata al calore.

Ablazione con radiofrequenza (obliterazione) con vene varicose

Gli svantaggi includono:

  • Alto costo Non sempre il paziente ha la capacità finanziaria di condurre.
  • Non è permesso prendere il sole, visitare i complessi termali.
  • È obbligatorio indossare biancheria intima a compressione.

Controindicazioni

Tutti i metodi di trattamento delle vene varicose sono controindicati, l'ablazione con radiofrequenza dei vasi sanguigni non fa eccezione. Gli esperti medici si riferiscono alle controindicazioni:

  • Gravidanza, allattamento.
  • Cambiamenti aterosclerotici nelle pareti dei vasi sanguigni. Hanno un impatto sul processo di recupero, è possibile il verificarsi di complicazioni.
  • Trombosi nel sistema venoso superficiale, trombosi del sistema venoso profondo. Prima che l'operazione stabilisca la situazione, elimina la malattia.
  • Processi infettivi sulla pelle di natura virale-infiammatoria e virale. Durante il trattamento chirurgico, l'infezione può entrare nel lume del vaso sanguigno.
  • Malattie che non consentono l'uso di prodotti di compressione.
  • Sovrappeso.

L'ablazione ha molti vantaggi rispetto ad altri modi per ripristinare la circolazione sanguigna.

Preparazione per la chirurgia

Prima dell'intervento, il paziente non è tenuto a rispettare regole, adattamenti alla routine quotidiana. Avrai bisogno di sottoporsi ad ultrasuoni, ECG, Doppler. I metodi mostrano quanto il lume di un vaso sanguigno è bloccato, il grado di danno alle pareti, la velocità del flusso sanguigno. Inoltre, si dovrebbe fare un esame del sangue per AIDS, sifilide, HIV, epatite, biochimica. Condotto dal medico un esame visivo della pelle. Tutti gli studi sono effettuati per identificare controindicazioni. Immediatamente prima dell'intervento vengono eseguite le procedure igieniche.

Come è l'operazione?

Inizialmente, l'anestesia locale è fatta. La procedura è considerata indolore, non provoca disagio al paziente. Ma durante la puntura di un vaso sanguigno, il paziente può vacillare e interrompere la precisione di inserimento del catetere, ferendo la parete venosa. Quindi viene effettuata una foratura e il dispositivo viene inserito, e attraverso di esso una termocapsula monouso. La capsula emette onde a radiofrequenza che interessano le aree interessate del sistema venoso e il tessuto connettivo delle pareti del vaso sanguigno. Un trattamento chirurgico minimamente invasivo viene eseguito da un medico sotto il controllo di una macchina ad ultrasuoni. Ciò consente al catetere di essere posizionato correttamente. I parametri di potenza e temperatura dell'energia radiowave sono regolati automaticamente dal dispositivo, senza la partecipazione del medico. Ogni sezione della vena è sottoposta ad esposizione hardware per 20 secondi. Il dispositivo tiene traccia automaticamente del tempo. Molti sistemi circolatori sono sottoposti regolarmente all'occlusione a radiofrequenza. Quando un catetere viene rimosso da un medico, si verifica lo stadio finale di occlusione di un vaso sanguigno. Al termine dell'operazione, viene applicato un cerotto adesivo sul sito di puntura e viene inserita la maglieria a compressione.

In caso di un tale disturbo patologico, l'operazione viene utilizzata insieme ai farmaci.

complicazioni

Dopo la terapia chirurgica, possono verificarsi le seguenti complicanze:

  • arrossamento, indurimento sulla pelle;
  • tirando dolore (dura fino a 14 giorni);
  • aumento della temperatura corporea fino a 38 gradi;
  • desquamazione della pelle;
  • con lo sforzo fisico attivo, il dolore pulsante;
  • gonfiore;
  • lividi al sito di iniezione;
  • oscuramento dell'epidermide per un breve periodo.

Eventuali complicazioni scompaiono entro 16 giorni, non causano rischi per la salute.

Periodo di recupero

L'obliterazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori è un intervento minimamente invasivo. Permette al paziente di tornare al lavoro il giorno successivo. Sarà necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni: escludere sforzi fisici intensi, visite a palestre, complessi di bagni per 1,5-2 mesi. Si raccomanda di fare escursioni all'aria aperta. Bere più acqua, limitare l'assunzione di sale, che impedirà la comparsa di edema, ispessimento del sangue. Dovrebbe essere indossato a compressione per escludere la trombosi, è consentito rimuovere solo prima del sonno notturno.

Sintomi clinici delle vene varicose negli arti inferiori: sensazione cronica di affaticamento, gravità, dolore, gonfiore scompaiono entro 4-5 anni, soggetti a terapia chirurgica di successo, rispetto delle condizioni del regime di riabilitazione.

Per prevenire lo sviluppo di recidiva delle vene varicose negli arti inferiori richiede misure preventive.

Studi pubblicati su oltre 30 centri flebologici dislocati in tutto il mondo hanno dimostrato che l'ablazione a radiofrequenza delle vene presenta notevoli vantaggi rispetto alla flebectomia tradizionale (rimozione completa del vaso sanguigno interessato) in termini di tempo di riabilitazione riabilitativa, inizio del dolore e cambiamenti nello stile di vita del paziente.

Ablazione delle vene a radiofrequenza: rapida e indolore eliminare le vene varicose

La tecnica di eseguire ablazione con radiofrequenza è un metodo delicato per trattare le vene varicose. L'essenza della tecnica è l'uso delle onde a radiofrequenza come sostanza sclerosante. L'ablazione con radiofrequenza delle vene degli arti inferiori è una procedura eseguita da medici qualificati sotto il controllo costante della macchina ad ultrasuoni. Questa tecnica è simile alla procedura di scleroterapia, tuttavia, l'uso di agenti sclerosanti non è richiesto durante l'esecuzione di RFA.

L'RFA è una delle procedure più efficaci utilizzate nel trattamento delle vene varicose. Il dispositivo seleziona in modo indipendente la quantità di energia che sarà richiesta per il trattamento di una vena malata. La fonte di energia è un generatore convenzionale, che genera corrente della frequenza desiderata.

Questo metodo di trattamento si riferisce a tecniche invasive che non richiedono l'uso di anestesia e ospedalizzazione. Il paziente può tornare al loro normale stile di vita il più rapidamente possibile. La durata della procedura richiede fino a 60 minuti, è necessaria circa mezz'ora in più per il paziente da recuperare.

Questo metodo di trattamento non richiede l'uso di anestesia e ospedalizzazione, la durata della procedura è di 20-60 minuti

La tecnica RFA è utilizzata nel trattamento delle vene colpite situate nelle cosce e nella parte inferiore delle gambe. Se la procedura viene eseguita in stretta conformità con le tecnologie necessarie, il rischio di ri-sviluppo della malattia dopo il corso del trattamento è minimo.

A chi viene mostrata la procedura

Il metodo di ablazione con radiofrequenza può essere prescritto a pazienti con una storia delle seguenti malattie:

  • Lo sviluppo delle vene varicose.
  • Stati post trombotici.
  • Insufficienza venosa.

La procedura può essere programmata dopo un esame a tempo pieno del paziente, nonché un'ecografia. Durante l'esame, il medico dovrebbe studiare attentamente la traiettoria della vena interessata, prestare attenzione alle caratteristiche della sua struttura e del suo diametro. Possono anche essere richieste le seguenti procedure:

  • Analisi generale del sangue e delle urine.
  • Consultazione con un medico generico per identificare possibili controindicazioni alla procedura.

Il giorno della procedura, il paziente deve liberarsi della vegetazione in eccesso negli arti inferiori.

È molto importante che il paziente sia informato che il giorno della procedura è fortemente consigliato di astenersi dalla guida. Dovresti anche pre-acquistare la maglieria a compressione raccomandata dal tuo medico.

Tecnica della procedura

I pazienti sono spesso interessati a ciò che RFA è e qual è l'essenza del metodo. La procedura per eseguire la procedura è la seguente:

  • Nella versione classica della procedura eseguita immediatamente da due medici qualificati.
  • L'RFA viene eseguita utilizzando anestetici locali.
  • Il medico introduce il conduttore RF nella vena interessata. Successivamente, assicurarsi che il conduttore sia nella posizione corretta.
  • Il medico introduce un antidolorifico, che crea una sorta di "piuma d'acqua" e separa la vena interessata da altri siti di tessuti.
  • In futuro, il movimento lento del conduttore e il trattamento delle aree interessate della vena.
  • Quindi inizia la procedura: il generatore trasmette l'onda al catetere ed elabora circa 5 cm di vena. Sotto l'influenza del generatore, la parete della nave può scaldare più di 100 gradi.
  • Sotto l'influenza degli attuali, vengono avviati processi distruttivi, che contribuiscono allo sviluppo dell'effetto dell'indurimento. Dopo diversi cicli della procedura, vi è un graduale attaccamento della vena interessata.
  • Tutto ciò porta al fatto che la vena affetta dalla malattia non prende più parte al sistema circolatorio e non assume alcun carico. In futuro, tutto il lavoro necessario sarà svolto da vene e vasi situati nelle vicinanze.

Una volta completata la procedura, il medico applica una patch sulla pelle in cui è stata effettuata la puntura. Il paziente deve indossare una maglia di compressione pre-preparata e lasciare la clinica. Il giorno dopo puoi fare le solite cose e andare al lavoro. Al fine di prevenire il ripetersi della malattia, la ripresa delle attività sportive è possibile 7-10 giorni dopo che la procedura è stata completata e previo accordo con il medico.

Il pieno recupero del paziente viene osservato dopo 20-30 giorni dalla data della RFA.

reinserimento

Subito dopo aver effettuato l'ablazione con radiofrequenza, si raccomanda che il paziente usi la maglieria a compressione. In futuro, il medico consiglia al paziente di camminare lentamente per almeno mezz'ora. Uno dei principali vantaggi del metodo di RFA rispetto ad altri tipi di trattamento minimamente invasivo è il più breve periodo di utilizzo delle calze a compressione.

Il paziente deve seguire queste raccomandazioni del medico per evitare il ripetersi della malattia e consolidare l'effetto terapeutico risultante:

  • Escursioni giornaliere raccomandate all'aria aperta (almeno 60 minuti al giorno)
  • Dovresti evitare di stare in piedi o seduti per molto tempo.
  • Nei prossimi giorni, non è consigliabile eseguire esercizi che richiedono una maggiore attività fisica.
  • Si raccomanda di non visitare i bagni, le saune e di fare bagni caldi.

Non ci sono altre limitazioni serie dopo l'ablazione con radiofrequenza.

Utilizzare la maglieria a compressione dopo RFA per tornare a una vita piena più velocemente.

In futuro, il paziente dovrebbe essere sotto la supervisione del medico curante. Un riesame è prescritto alcuni giorni dopo l'RFA. Durante la visita, il medico esamina obbligatoriamente le vene utilizzando una macchina ad ultrasuoni. Se il periodo di recupero è normale e il paziente non ha lamentele, la visita successiva sarà richiesta non prima di diversi mesi dopo.

Vantaggi e svantaggi di questo metodo

L'obliterazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori presenta numerosi vantaggi rispetto ad altri metodi di trattamento:

  • La durata della procedura dura circa mezz'ora.
  • Indolore, massima efficacia e sicurezza tra tutti i metodi di terapia non chirurgici.
  • Dopo le necessarie manipolazioni, il paziente deve indossare calze a compressione solo per le prossime settimane.
  • La procedura viene eseguita su base ambulatoriale.
  • Rispetto alla chirurgia, dopo aver eseguito l'obliterazione a radiofrequenza, il rischio di complicanze postoperatorie è minimo.
  • L'esecuzione della obliterazione può essere combinata con altri metodi di terapia: l'uso di farmaci, la scleroterapia.
  • Dopo la procedura, il paziente non ha imperfezioni cosmetiche sotto forma di cicatrici e cicatrici.

Dopo aver eseguito l'RBA, non è necessario utilizzare i fogli ambulatoriali. Il paziente può tornare rapidamente alla vita normale.

Tra gli svantaggi ci sono i seguenti punti:

  • I risultati dell'ablazione a radiofrequenza possono essere inferiori ai risultati della moderna procedura di coagulazione laser endovasale.
  • Il medico non ha la capacità di gestire le vene perforanti, se necessario.
  • Il costo dell'ablazione a radiofrequenza è molto più costoso rispetto ad altri moderni metodi di trattamento. Ciò è dovuto al prezzo elevato di un catetere monouso, che viene utilizzato durante l'RFA.

Controindicazioni

Le controindicazioni alla procedura sono:

  • Lo sviluppo della trombosi acuta delle vene superficiali o profonde.
  • Il periodo di gravidanza e allattamento al seno.
  • Il paziente ha una storia di aterosclerosi pronunciata progressiva delle vene delle gambe.
  • La presenza di malattie infiammatorie della pelle di origine infettiva nel sito della presunta puntura: bolle, piodermite.

Le controindicazioni relative includono la presenza di una storia di trombosi precedentemente trasferita.

Costo della procedura

Il prezzo della procedura a Mosca è di 50.000 rubli. Il costo si forma in base alla clinica che esegue la procedura.

L'ablazione con radiofrequenza per le vene varicose delle gambe può essere eseguita dopo un esame in loco di un paziente da un flebologo o un angiosurgeon.

Ablazione con radiofrequenza delle vene degli arti inferiori - indicazioni, tecnica

L'ablazione con radiofrequenza delle vene è un metodo moderno di trattamento di molte patologie dei vasi sanguigni. Su Internet, è facile trovare recensioni entusiastiche su come questa tecnica ha aiutato a superare gravi problemi di salute e tornare alla vita normale.

I medici, in virtù della loro professione, sono costantemente alla ricerca, cercando di trovare i modi per affrontare i problemi comuni delle persone con lesioni minime. L'ORP è solo un esempio di tali progressi in medicina. Minimo impatto sul corpo e praticamente nessun rischio di sviluppare complicazioni.

testimonianza

L'ablazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori è una tecnologia moderna che consente di far fronte a molti tipi diversi di disturbi, come ad esempio:

  • trombosi. Fase di recupero supplementare di RFO dopo la rimozione di un coagulo di sangue dalla cavità della nave. In questo caso, non sempre le stesse pareti vascolari possono essere salvate;
  • vene varicose. Spesso, le vene RFA vengono eseguite nelle fasi successive della patologia, quando non esiste una soluzione alternativa al problema. In teoria, questo metodo può essere scelto dai pazienti e dai loro medici in qualsiasi fase delle vene varicose, ma nelle fasi iniziali i massaggi, i farmaci e la terapia laser saranno molto efficaci. Pertanto, la chirurgia in questo momento non è necessaria. Ma in una fase successiva, quando la varicosità ha già un impatto eccessivo sui vasi, le vene RFO degli arti inferiori sarebbero la soluzione ideale al problema;
  • insufficienza venosa. Questa patologia può avere allo stesso tempo diverse manifestazioni di diversa natura. Trattare lo stesso problema richiede anche complesse. È molto importante combinare la chirurgia con le cure mediche. Solo con un effetto complesso sul problema sarà possibile affrontarlo e riportare le gambe alla normale prestazione.

Allo stesso tempo, l'ablazione dovrebbe essere effettuata solo se ci sono motivi veramente sostanziali. Il medico può decidere l'adeguatezza dopo che il paziente ha subito un esame completo.

Il medico può identificare una serie di controindicazioni per tale operazione. I divieti non ambigui includono il periodo di gravidanza, l'alimentazione del bambino e la presenza di aterosclerosi (in questo caso, le pareti del vaso sono troppo colpite, che possono causare gravi complicazioni dopo l'intervento), infiammazione purulenta (un'infezione può entrare nel lume del vaso), problemi cardiaci, trombosi.

Le caratteristiche individuali del corpo che interferiranno con la procedura possono essere identificate. Alcuni pazienti possono essere identificati alcuni problemi che non permettono di indossare indumenti compressivi, che in questo caso è necessario.

Pro e contro

L'obliterazione vascolare presenta i seguenti principali vantaggi:

  • la procedura viene eseguita per un massimo di mezz'ora;
  • l'efficienza è molto alta;
  • l'assenza di cicatrici e segni sulla pelle dopo il completamento della procedura (a differenza di EVLK);
  • è l'assenza di ferite o necrosi sulla zona trattata che assicura un rapido recupero della pelle dopo la procedura;
  • il paziente non ha bisogno di trascorrere del tempo in ospedale dopo la procedura. Subito dopo il suo completamento, puoi andare a casa e tornare al solito modo di vivere.

Nonostante la maggior parte degli aspetti positivi della tecnica, dovrebbe ancora essere notato e svantaggi:

  • prezzo elevato Molto spesso è il prezzo che ferma le persone. Allo stesso tempo, è importante valutare il rapporto tra costi e benefici imminenti. Dovresti anche calcolare i costi di altre procedure (che richiederanno molto di più), corsi di trattamento farmacologico;
  • effetto relativamente più piccolo. Ad esempio, la tecnica laser è ancora più efficace. In questo caso, il laser è ancora lontano da tutto il mondo disponibile al momento. Se la RFO viene eseguita anche in insediamenti molto piccoli, la terapia laser viene eseguita solo in cliniche di grandi dimensioni.

Tecnologia di trasporto

Obliterazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori, sebbene si tratti di un'operazione, ma gli effetti sul corpo saranno minimi. La linea di fondo è che un catetere viene inserito nella cavità della nave interessata. Successivamente, la porzione di catetere viene riscaldata, sotto l'influenza di cui la vena cade. Quando il catetere viene rimosso dalla nave, viene semplicemente incollato insieme.

La procedura è la seguente:

  1. Preparazione del paziente per la chirurgia. Condurre un ultrasuono per identificare le aree colpite e l'entità del loro danno; raccolta di sangue e urina (particolarmente importante per controllare il livello di zucchero);
  2. Sollievo dal dolore con creme speciali, spray;
  3. L'introduzione del catetere nella cavità della nave;
  4. Trasmissione di farmaci lungo il catetere, nonché radiazioni di onde radio;
  5. Applicazione di una patch al sito di puntura.

Periodo di recupero

Il paziente deve essere preparato per il fatto che può guarire completamente solo 40 giorni dopo l'intervento. Ma dopo dovrà seguire una dieta, fare ginnastica speciale. Altrimenti, c'è un alto rischio di recidiva - lesioni di altre pareti vascolari.

È anche importante prestare attenzione alle raccomandazioni generali per il periodo di recupero del corpo dopo l'intervento chirurgico:

  • consumare molta acqua e un minimo di sale;
  • indossare biancheria intima a compressione ogni giorno, che viene indossata immediatamente dopo la procedura. Le riprese sono consentite solo di notte;
  • non visitare il bagno o il solarium durante il periodo di guarigione;
  • in una settimana per iniziare le attività fisiche.

Articoli Su Varici