Quali test sono necessari per le vene varicose

La diagnosi delle vene varicose di solito non è difficile, soprattutto nelle fasi successive della malattia. Tuttavia, per chiarire la diagnosi, è necessario contattare un istituto medico, perché solo un medico può scegliere il trattamento necessario - conservativo o operativo.

La diagnosi delle vene varicose viene effettuata sulla base dei reclami del paziente, dell'ispezione visiva delle gambe, dei metodi di ricerca strumentali e di laboratorio.

Reclami dei pazienti

Sfortunatamente, è quasi impossibile riconoscere le varici nelle prime fasi, poiché questa malattia potrebbe non manifestarsi da molto tempo. Pertanto, una persona potrebbe non essere nemmeno a conoscenza di questo.

I primi sintomi delle vene varicose nelle gambe possono essere una sensazione di pesantezza e affaticamento. Nel tempo, c'è dolore e una sensazione di calore nei muscoli del polpaccio. A volte possono esserci delle convulsioni, specialmente di notte.

Questi disturbi sono segnalati dai pazienti dopo una giornata intensa, uno sforzo fisico o una posizione prolungata sulle gambe. Dopo il riposo, questi sintomi sono significativamente ridotti o scompaiono del tutto. Tuttavia, con la progressione della malattia, appaiono sempre di più, e ci vuole più tempo per riposare in modo che scompaiano.

Come risultato dell'espansione dei capillari sottocutanei, appaiono una griglia vascolare o un asterisco. La pelle può diventare bluastra o più scura. Con la progressione della malattia, appare l'edema, specialmente la sera. Di solito sono localizzati nella zona dei piedi o delle caviglie, occasionalmente nella parte inferiore della parte inferiore della gamba. Le vene si gonfiano e cominciano a salire leggermente sopra la pelle. Le vene varicose possono formare.

Solo con la comparsa di vene varicose e vene varicose visibili i pazienti si rivolgono al medico.

Esame clinico

Un medico può avere vene varicose all'esame di un paziente che deve essere in piedi. Questo momento gioca un ruolo importante nel determinare i disturbi emodinamici.

Sulle gambe del paziente di solito ci sono teleangiectasie - vene di ragno. La pelle può essere pigmentata o avere un aspetto "laccato" negli stadi successivi della malattia.

I principali criteri diagnostici per le vene varicose sono le vene safate dilatate, gonfie, contorte sulla parte inferiore della gamba o della coscia. A seconda di questi sintomi, viene determinato lo stadio della malattia. Nelle fasi successive della malattia, i nodi varicosi possono formarsi lungo le vene.

Le vene varicose possono svilupparsi su una gamba e su entrambe allo stesso tempo. A seconda dello stadio della malattia, le vene safene espanse possono essere isolate e localizzate in un'area, ad esempio nella fossa poplitea. O piuttosto comune, con il quale si possono formare anche grandi accumuli di vene contorte e sporgenti - conglomerati.

Durante la palpazione, il medico determina necessariamente il grado di dolore, la densità, la tensione e l'elasticità dei vasi sanguigni dilatati, nonché la loro lunghezza. Valuta la temperatura della pelle sulle vene, che può essere aumentata. Se necessario, il medico può condurre test clinici e funzionali.

Il test più semplice è cambiare la posizione di una persona. Con una posizione orizzontale, le vene gonfie scompaiono e appaiono quando assume una posizione verticale.

Se una persona non è stata curata da molto tempo in un istituto medico e non è stata curata, la progressione della malattia può portare alla comparsa di ulcere trofiche.

Metodi di ricerca strumentale

La diagnosi comprende necessariamente un'ecografia duplex o una scansione Doppler dei vasi interessati. Questi metodi non richiedono una preparazione speciale per la condotta. Sono assolutamente indolori per il paziente e allo stesso tempo insolitamente informativi.

Con l'aiuto degli ultrasuoni è possibile valutare lo stato dei vasi profondi, superficiali e comunicativi. Fornisce informazioni sul funzionamento dell'apparato della valvola. Inoltre, con il suo aiuto, vengono stabilite la permeabilità vascolare, la presenza o l'assenza di coaguli di sangue lungo le vene. Quando si esegue un'ecografia dei vasi sanguigni, è possibile impostare la velocità del flusso sanguigno e la pienezza delle vene con il sangue.

Quando si esegue la diagnostica ecografica, è possibile visualizzare la nave interessata sullo schermo, determinare i limiti e l'estensione del danno. È molto importante essere in grado di identificare le vene varicose non solo sulla parte inferiore della gamba o della coscia, ma anche nell'inguine.

L'ecografia è l'unico metodo con cui è possibile stabilire la malattia nelle sue fasi iniziali.

Tuttavia, ci sono casi in cui l'ecografia potrebbe non essere sufficiente per ottenere dati completi sulla condizione delle vene degli arti inferiori. Questa necessità può insorgere quando la malattia si ripresenta, in particolare, dopo un trattamento chirurgico o altri casi difficili.

La tomografia computerizzata a spirale è un metodo di ricerca innovativo. Con esso, è possibile ricreare completamente in formato 3D il sistema circolatorio degli arti inferiori. Pertanto, il medico sarà in grado di diagnosticare la malattia nei casi più difficili. Inoltre, se il paziente esegue una tomografia computerizzata a spirale delle vene, è possibile pianificare attentamente qualsiasi operazione, anche la più complessa.

Metodi di ricerca di laboratorio

Nonostante il fatto che i metodi di ricerca di laboratorio non consentano la diagnosi delle vene varicose, possono essere utilizzati per determinare i parametri del sangue che influenzano direttamente la possibilità di complicanze.

Il primo passo è passare un esame emocromocitometrico completo. Per il numero di eritrociti e di emoglobina, è possibile determinare il grado di coagulazione del sangue. Una conta piastrinica può dirti se ci sono problemi con la coagulazione del sangue. A proposito del processo infiammatorio può indicare un aumento del livello dei leucociti nel sangue del paziente.

Non meno importante è l'esame del sangue per la coagulazione. Le vene varicose possono essere accompagnate dalla formazione di coaguli di sangue nei vasi sanguigni, quindi questa analisi è necessaria per condurre, per eliminare la possibilità di trombosi.

La tempestiva diagnosi delle vene varicose ti consentirà di prevenire la progressione della malattia e lo sviluppo di complicazioni che possono essere molto pericolose per la salute e la vita umana.

Diagnosi delle vene varicose: test, ecografia, test Valsavy

Molte persone tendono ad avere vene varicose. La malattia può comparire molto prima dei sintomi visibili. Si sviluppa gradualmente, è promosso da fattori quali l'aumento dello stress sui muscoli, i piedi piatti, i vestiti scomodi eccessivamente aderenti, una lunga permanenza sulle gambe. Un tale atteggiamento nei confronti del corpo aiuta a ridurre l'elasticità venosa (le pareti perdono la capacità di allungare), questo porta alla stagnazione del sangue e allo sviluppo della malattia. Come determinare le vene varicose?

Quando compaiono i primi segni della malattia, dovresti consultare immediatamente un medico e sottoporti a una diagnosi completa delle vene varicose. La prima fase del vene varicose indagine attraversa palpazione ektazirovannnyh vene (determinata dal dolore, densità, tensione, lentezza delle zone interessate di vene, presenza di edema e infiammazione). Il dottore flebologo conduce l'ispezione.

La procedura deve essere eseguita con la posizione verticale del corpo umano, per il massimo riempimento delle vene con il sangue. Si consiglia di diagnosticare le vene varicose la sera, in questo momento, le aree interessate sono meglio contouring. Durante la palpazione, esame superficiale, il medico riceve informazioni primarie sullo stato dei vasi sanguigni del paziente. Dopo un esame preliminare, la diagnosi di malattia varicosa procede al secondo stadio - ecografia.

Prove di vene varicose

Le analisi per le vene varicose sono una delle fonti più importanti di informazioni sulla malattia e consentono di determinare correttamente la diagnosi. Quali test richiedono le vene varicose?

La prima procedura necessaria - analisi del sangue a varici (in comune, biochimici, ormonali, emoglobina glicata, gruppo sanguigno e Rh, nonché per la presenza di gruppi infettive).

Vene varicose - una terribile "piaga del XXI secolo". Il 57% dei pazienti muore entro 10 anni da.

Il secondo tipo di materiale per l'analisi è l'urina del paziente. Lo scopo dello studio è quello di determinare la presenza di zucchero, emoglobina, urobelin e corpi chetonici, acetone, bilirubina, ammoniaca, nonché indicatori generali con un'analisi dettagliata.

Esistono diversi tipi di analisi della superficie:

  • Campione di gomma da tre Questo metodo viene utilizzato nel modo seguente: il paziente giace sulla schiena con un piede, e il medico stringe tre fasci vena all'inguine, sotto il ginocchio e al centro della coscia.
  • L'esempio di Pratt Questo tipo di analisi comporta la determinazione delle valvole danneggiate delle vene comunicative. Per l'implementazione di questo metodo viene utilizzata un'imbracatura, che pizzica la vena inguinale e la fascia elastica, che avvolgono la gamba del paziente dall'anca verso il basso nella posizione supina. Quindi il paziente si alza e la benda viene gradualmente rimossa.

Il test di Pratt è molto più efficace nel mostrare la presenza o l'assenza del numero necessario di vene per la circolazione del sangue. Grazie a questo tipo di analisi, il medico determina l'entità della malattia.

Ultrasuoni delle vene varicose

Il secondo stadio nella diagnosi delle vene varicose è un ultrasuono (ecografia), che consente di guardare all'interno del sistema venoso. La procedura richiede 35-45 minuti e include i seguenti tipi di esami:

  • Doppler. Durante l'esame vengono determinate le condizioni delle valvole venose e la valutazione della posizione interna delle vene. Un tema particolarmente importante dell'ecografia Doppler sono i siti superficiali e profondi delle vene (area inguinale, terzo inferiore della caviglia, fossa poplitea).
  • Angioscanning (ASA). Questo tipo di ultrasuono viene anche chiamato duplex. Condotto con la comparsa di varie complicazioni della malattia o nelle espressioni acute dei sintomi. Questo tipo di scansione contribuisce alla definizione delle complicanze e alla decisione di una diagnosi più accurata.

Durante la diagnosi, il medico elabora le informazioni ricevute, integrandole in un'opinione di esperti. L'efficacia della terapia dipende dalla correttezza della diagnosi.

Esempio Valsalva

Inizialmente, la manovra di Valsalva fu progettata per rimuovere il pus dall'orecchio medio nell'otite. Ad oggi, questo metodo ha ampliato il suo ambito. Ora viene utilizzato dai passeggeri dell'aeromobile durante la discesa e la scalata, così come i subacquei (durante l'immersione), al fine di equalizzare la pressione nei seni mascellari e nell'orecchio medio.

Secondo la ricerca, la manovra di Valsalva con le vene varicose consentirà di valutare le condizioni dell'apparato valvolare mediante compressione distale con una cuffia pneumatica. A causa del pronunciato reflusso (il movimento del fluido degli organi cavi nella direzione opposta), è possibile valutare funzionalmente le prestazioni dell'apparato valvolare del sistema venoso.

Questo metodo viene eseguito in una posizione orizzontale del corpo umano, su una superficie piana. Per 15 secondi, il paziente inala aria nel tubo che è collegato al manometro, creando una pressione fino a 40 mm. colonna di mercurio.

Se si continua il test Valsalva per le vene varicose per lungo tempo, il volume di sangue che viene restituito è notevolmente ridotto. Questo aiuta a ridurre la pressione nel cuore. È vietato praticare questo test per le vene varicose all'esterno dell'ospedale.

Ksenia Strizhenko: "Come mi sono liberato delle vene varicose sulle mie gambe in 1 settimana? Questo strumento economico fa miracoli, è normale."

Prove di vene varicose

Metodi diagnostici e analisi per le vene varicose

Come con qualsiasi malattia progressiva, i test delle vene varicose sono cruciali. Dal momento che le denunce di molte persone si riducono a dolore e vene varicose degli arti inferiori, v'è una diffusa convinzione che le vene varicose sulle gambe, associati al ristagno di sangue nei vasi sanguigni, è l'unica manifestazione della malattia. Ma spesso, i test richiesti per le vene varicose devono essere trasmessi a coloro che sono venuti per una visita a un gastroenterologo, ginecologo o urologo.

Se sospetti di questa malattia, devi passare attraverso una diagnosi dettagliata, che comprende diversi passaggi, che vanno dalla palpazione e terminano con una seria ricerca sull'hardware.

Analisi di base per le vene varicose

La principale informatività nella diagnosi delle vene varicose, fornisce analisi di laboratorio e di test. I materiali per gli esami di laboratorio sono sangue e urina.

Sangue per chiarire o smentire la diagnosi, prendere per via endovenosa, preferibilmente a stomaco vuoto. I risultati ottenuti hanno il seguente range di indicazioni:

  • Determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh;
  • Scansione biochimica e generale;
  • Determinazione dei livelli ormonali;
  • La presenza di flusso infettivo latente.

Il seguente test - urina - rivela tali indicatori come:

  • Livello di glucosio;
  • Quantità di emoglobina;
  • La presenza di corpi chetonici, ammoniaca, acetone, bilirubina.

Metodi di contatto, metodi non invasivi per ottenere conclusioni sulla condizione delle vene del paziente:

  1. Campione di gomma da tre La tecnica prevede di stringere la gamba del paziente con fili stretti. Per fare ciò, seleziona tre zone di compressione: nel mezzo della coscia, nella piega inguinale e sotto il ginocchio.
  2. L'esempio di Pratt Effettuando questo controllo, il grado di lesione delle vene degli arti inferiori viene determinato dal medico. Il test dura 15 minuti e consiste nel riavvolgere saldamente una gamba del paziente con una benda elastica, con una spremitura simultanea della gamba con un'imbracatura nella piega inguinale. La procedura viene eseguita in posizione prona. Quindi al paziente viene chiesto di alzarsi e la gamba viene rilasciata lentamente dalla medicazione.

Esame ecografico

L'esame ecografico consente la visualizzazione dello stato dei vasi dall'interno. Questa tecnica è necessaria contemporaneamente in diverse risoluzioni, e solo allora, sulla base della reciproca conferma dei risultati ottenuti, la diagnosi viene presa in considerazione. Lo studio è condotto una volta e, con l'inclusione di tutti i tipi di proiezioni, richiede circa mezz'ora.

Tipi di ultrasuoni per le vene varicose:

  • Ecografia Doppler. L'esame è più approfondito se esaminato: fossa poplitea, regione inguinale, parte inferiore della caviglia. Valuta la funzionalità delle valvole venose ed esamina la posizione delle vene;
  • USAS, cioè, angioscanning, altrimenti denominato duplex. Tale scansione rivela lo stadio di complicazioni dolorose e consente di analizzare i rischi delle possibili conseguenze.

Sulla base dei risultati ottenuti mediante la scansione con una macchina ad ultrasuoni, il flebologo fa una diagnosi inconfondibile e il trattamento inizia immediatamente.

Gruppi di rischio

Fino ad oggi, nessun esperto poteva dare un nome inequivocabile all'origine delle vene varicose. Pertanto, l'eziologia della malattia è considerata come fattori che provocano un malfunzionamento delle valvole dei vasi venosi.

Le ragioni di tale danno includono:

  • Predisposizione genetica;
  • Genere - le donne soffrono di vene varicose 5 volte più spesso degli uomini;
  • La gravidanza e il periodo della menopausa nelle donne;
  • sovrappeso;
  • Malattia diabetica;
  • Dipendenza da alcol e fumo;
  • Eccessivo sforzo fisico, statura prolungata sulle gambe;
  • Violazione della cultura nutriente - abbondanza di sostanze nocive consumabili;
  • Violazione del tratto gastrointestinale.

Qualsiasi persona il cui lavoro è associato a un intenso lavoro fisico, che non è in grado di riconciliare la natura e il modo di assumere cibo, è costretto a stare in piedi con movimenti minimi e ha anche una lista di alcune malattie nella storia.

Tipi di vene varicose

Non vengono studiati tutti i tipi di vene varicose, a causa della scarsa quantità di informazioni in un numero di casi contrassegnati individualmente. Tuttavia, è noto che il problema si estende non solo alla regione degli arti inferiori nota da molto tempo, ma anche agli organi interni, agli arti superiori e alle altre vene del corpo umano.

Vene varicose del bacino

Le vene varicose nella pelvi sono rilevate principalmente nelle fasi tardive, in quanto i primi sintomi di questo tipo di malattia vengono prima presi per altre patologie.

In genere, i segni delle vene varicose in questa area sono simili ai problemi di ginecologia e urologia:

  • Tirando i dolori acuti nel basso addome;
  • Disagio durante la minzione o l'impulso a frequenza non normale;
  • Incapacità di interrompere il rapporto sessuale a causa di un intenso dolore.

Il motivo è chiamato ostruzione dei vasi sanguigni e la mancanza di spazi vuoti sufficienti in loro. Le conseguenze in assenza di trattamento possono portare alla sterilità e all'interruzione dell'intero sistema urogenitale. Spesso è necessaria un'operazione per rimuovere le vene fortemente alterate e creare un percorso circolatorio.

Vene varicose dell'utero

Questo tipo di vene varicose è peggiore di altri. Tutti i sintomi delle vene varicose uterine sono simili al caso precedente, con l'aggiunta di un grave dolore nella regione lombare. Se la malattia non viene diagnosticata in una fase precoce, gli organi dell'utero e delle appendici ne soffrono.

L'origine delle vene varicose uterine è attribuita al progesterone troppo concentrato, rilassando la muscolatura liscia, che contribuisce al dolore grave. Altri motivi sono:

  • Varie infiammazioni sullo sfondo di interventi chirurgici o sanguinamento;
  • Uso di contraccettivi ormonali;
  • Fattore genetico ereditario

La malattia come conseguenza di quest'ultimo fenomeno può essere facilmente prevenuta se, conoscendo l'ereditarietà gravata, sottoporsi a esami regolari e superare i test necessari.

Vene varicose dell'esofago

Di tutti i tipi di vene varicose, che colpiscono gli organi interni, il cibo è più comune. Contribuisce alla formazione di problemi di patologia del miocardio, della milza, dello stomaco. La sintomatologia di questa malattia è sfocata e non si manifesta nelle prime fasi, tuttavia, nel processo di progressione della malattia, si verificano tali manifestazioni:

  • Designazione di nodi venosi intorno alla zona ombelicale;
  • Casi frequenti di eruttazione dolorosa;
  • Perdita di appetito;
  • Perdita di peso senza spiegazione;
  • A volte - sintomi di epatite C.

In assenza di misure urgenti, possibile sanguinamento, una sensazione di spremere lo sterno. Nella fase avanzata della malattia, a causa di una significativa perdita di sangue, si verifica anemia.

Vene varicose degli arti inferiori

Il fenomeno più studiato e popolare delle vene varicose è un riflesso dei sintomi sugli arti inferiori di una persona malata.

Il motivo principale è considerato un fattore genetico: rappresenta il 60% di tutti i casi registrati. Allo stesso tempo, la prossima generazione non passa la malattia, ma un disegno speciale delle vene, che già comporta i problemi corrispondenti.

Altri motivi includono:

  • Squilibrio ormonale;
  • Cistica e altri processi infiammatori progressivi che si verificano negli organi pelvici nelle donne;
  • Disturbi del sistema nervoso;
  • Sforzo fisico non dosato;
  • Scarsa mobilità, come fattore costante;
  • immunodeficienza;
  • Appartenente alla femmina.

Le vene varicose nelle gambe, come le più sintomatiche, più veloci di altri tipi di vene varicose sono riconoscibili e rispondono più velocemente al trattamento.

Diagnosi delle vene varicose del bacino

La palpazione, cioè un esame superficiale, è la base della diagnosi, che viene riconosciuta durante l'esame di contatto. La diagnosi della vena varicosa pelvica richiede il coinvolgimento di due specialisti: un flebologo e un ginecologo.

Quando ci si sente nell'area del perineo e delle cosce, è possibile un dolore severo, ma questo dà solo una parte del quadro generale e dà luogo alla nomina dei seguenti esami obbligatori:

  1. Esame penetrante con dispositivi ginecologici, rivela un cambiamento nel colore delle pareti della vagina, determina il grado di dolore quando viene premuto sulle appendici, le volte della vagina e della cervice.
  2. L'ecografia è assegnata al tipo combinato - quello intravaginale e quello superficiale, che consente di valutare il reflusso patologico, i conglomerati dei vasi interessati e misurare il flusso sanguigno nelle vene.
  3. La conduzione di tomografia computerizzata e studi di risonanza magnetica escludono completamente o confermano le lesioni organiche dell'organo uterino.
  4. Raggi X con contrasto iniettato (angiografia), ovariografia selettiva - questi esami danno un quadro completo dell'area catturata da cambiamenti patologici.

Diagnosi per le vene varicose dell'utero

Poiché le vene varicose uterine sono diagnosticate già a stadi sufficientemente avanzati, la misura principale è raccogliere numerosi reclami da una donna malata. L'esame esterno, seguendo la preparazione di anamnesi, il dottore conduce nella sedia ginecologica con il dottore appropriato. Un segnale allarmante sulla palpazione è una sensazione o dolore spiacevole, con palpazione profonda degli organi uterini e del fornice vaginale.

I seguenti esami prescritti si basano sui segni rivelati durante l'esame:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • Esame Doppler nel processo di ultrasuoni;
  • Raggi X con l'introduzione del fluido di contrasto.

Quest'ultimo tipo di raccolta dei dati per lo studio della malattia è assolutamente controindicato in gravidanza.

Diagnosi delle vene varicose dell'esofago

Con una vasta area di copertura, le varici esofagee possono addirittura causare la morte del paziente.

Questo accade nell'ultima fase della malattia con una forte perdita di sangue, spesso accompagnata da cirrosi epatica.

La malattia viene diagnosticata con un complesso dei seguenti metodi relativi a invasivo e non invasivo:

  1. Emocromo completo, che rivela la presenza di piastrine, mostrando test epatici funzionali. Ciò include anche la definizione del fattore Rh e del gruppo sanguigno, nonché il test di compatibilità incrociata per 6 dosi di massa di eritrociti.
  2. Uno studio di fibroesofagoscopia, che indica l'origine del sanguinamento;
  3. Determinare in modo affidabile il tipo di vene varicose aiuterà la radiografia dell'esofago con l'introduzione di agenti di contrasto.
  4. L'ecografia Doppler mostra la composizione strutturale delle vene;
  5. La tomografia computerizzata spirale viene utilizzata, come caso estremo, se è impossibile fare una diagnosi corretta e decidere il corso del trattamento.

Diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori

Quando il pattern vascolare sulle gambe sporge, edema frequente e dolori dolorosi, l'auto-diagnosi entra in vigore per la prima volta, poiché qui il problema è ovvio.

Il flebologo analizza la forza della lesione, il grado di abbandono, ma nessuno, nemmeno un medico esperto, farà una conclusione finale basata solo sui reclami e sulla palpazione del paziente.

Per gli esami di diagnosi raccomandati:

  1. Scansione duplex Durante la procedura, al paziente viene chiesto di spogliarsi e sdraiarsi sul divano. Quindi un gel viene applicato ai piedi del paziente e inizia una scansione profonda delle vene. Questo metodo è progettato per la determinazione accurata dello stato dei vasi sanguigni nell'analisi e misurazione della larghezza delle vene, la loro flessibilità. Struttura della valvola studiata. Rilevato la presenza di vuoti nelle vene. Questa procedura non richiede un addestramento speciale;
  2. La scansione triplex implica lo stesso risultato con una tecnica simile, ma l'immagine viene inviata al monitor in un'immagine 3D.

Spesso, la malattia delle vene varicose va di pari passo con la tromboflebite, che porta inevitabilmente all'indurimento dei vasi e alla germinazione dei coaguli di sangue e intorno a loro con il fissaggio del tessuto connettivo. Quindi la ricanalizzazione della vena si forma e forse si indurisce. L'unica via d'uscita da questa situazione è l'operazione.

Esame delle vene varicose degli arti inferiori

Metodi diagnostici e analisi per le vene varicose

Come con qualsiasi malattia progressiva, i test delle vene varicose sono cruciali. Dal momento che le denunce di molte persone si riducono a dolore e vene varicose degli arti inferiori, v'è una diffusa convinzione che le vene varicose sulle gambe, associati al ristagno di sangue nei vasi sanguigni, è l'unica manifestazione della malattia. Ma spesso, i test richiesti per le vene varicose devono essere trasmessi a coloro che sono venuti per una visita a un gastroenterologo, ginecologo o urologo.

Se sospetti di questa malattia, devi passare attraverso una diagnosi dettagliata, che comprende diversi passaggi, che vanno dalla palpazione e terminano con una seria ricerca sull'hardware.

Analisi di base per le vene varicose

La principale informatività nella diagnosi delle vene varicose, fornisce analisi di laboratorio e di test. I materiali per gli esami di laboratorio sono sangue e urina.

Sangue per chiarire o smentire la diagnosi, prendere per via endovenosa, preferibilmente a stomaco vuoto. I risultati ottenuti hanno il seguente range di indicazioni:

  • Determinazione del gruppo sanguigno e del fattore Rh;
  • Scansione biochimica e generale;
  • Determinazione dei livelli ormonali;
  • La presenza di flusso infettivo latente.

Il seguente test - urina - rivela tali indicatori come:

  • Livello di glucosio;
  • Quantità di emoglobina;
  • La presenza di corpi chetonici, ammoniaca, acetone, bilirubina.

Metodi di contatto, metodi non invasivi per ottenere conclusioni sulla condizione delle vene del paziente:

  1. Campione di gomma da tre La tecnica prevede di stringere la gamba del paziente con fili stretti. Per fare ciò, seleziona tre zone di compressione: nel mezzo della coscia, nella piega inguinale e sotto il ginocchio.
  2. L'esempio di Pratt Effettuando questo controllo, il grado di lesione delle vene degli arti inferiori viene determinato dal medico. Il test dura 15 minuti e consiste nel riavvolgere saldamente una gamba del paziente con una benda elastica, con una spremitura simultanea della gamba con un'imbracatura nella piega inguinale. La procedura viene eseguita in posizione prona. Quindi al paziente viene chiesto di alzarsi e la gamba viene rilasciata lentamente dalla medicazione.

Esame ecografico

L'esame ecografico consente la visualizzazione dello stato dei vasi dall'interno. Questa tecnica è necessaria contemporaneamente in diverse risoluzioni, e solo allora, sulla base della reciproca conferma dei risultati ottenuti, la diagnosi viene presa in considerazione. Lo studio è condotto una volta e, con l'inclusione di tutti i tipi di proiezioni, richiede circa mezz'ora.

Tipi di ultrasuoni per le vene varicose:

  • Ecografia Doppler. L'esame è più approfondito se esaminato: fossa poplitea, regione inguinale, parte inferiore della caviglia. Valuta la funzionalità delle valvole venose ed esamina la posizione delle vene;
  • USAS, cioè, angioscanning, altrimenti denominato duplex. Tale scansione rivela lo stadio di complicazioni dolorose e consente di analizzare i rischi delle possibili conseguenze.

Sulla base dei risultati ottenuti mediante la scansione con una macchina ad ultrasuoni, il flebologo fa una diagnosi inconfondibile e il trattamento inizia immediatamente.

Gruppi di rischio

Fino ad oggi, nessun esperto poteva dare un nome inequivocabile all'origine delle vene varicose. Pertanto, l'eziologia della malattia è considerata come fattori che provocano un malfunzionamento delle valvole dei vasi venosi.

Le ragioni di tale danno includono:

  • Predisposizione genetica;
  • Genere - le donne soffrono di vene varicose 5 volte più spesso degli uomini;
  • La gravidanza e il periodo della menopausa nelle donne;
  • sovrappeso;
  • Malattia diabetica;
  • Dipendenza da alcol e fumo;
  • Eccessivo sforzo fisico, statura prolungata sulle gambe;
  • Violazione della cultura nutriente - abbondanza di sostanze nocive consumabili;
  • Violazione del tratto gastrointestinale.

Qualsiasi persona il cui lavoro è associato a un intenso lavoro fisico, che non è in grado di riconciliare la natura e il modo di assumere cibo, è costretto a stare in piedi con movimenti minimi e ha anche una lista di alcune malattie nella storia.

Tipi di vene varicose

Non vengono studiati tutti i tipi di vene varicose, a causa della scarsa quantità di informazioni in un numero di casi contrassegnati individualmente. Tuttavia, è noto che il problema si estende non solo alla regione degli arti inferiori nota da molto tempo, ma anche agli organi interni, agli arti superiori e alle altre vene del corpo umano.

Vene varicose del bacino

Le vene varicose nella pelvi sono rilevate principalmente nelle fasi tardive, in quanto i primi sintomi di questo tipo di malattia vengono prima presi per altre patologie.

In genere, i segni delle vene varicose in questa area sono simili ai problemi di ginecologia e urologia:

  • Tirando i dolori acuti nel basso addome;
  • Disagio durante la minzione o l'impulso a frequenza non normale;
  • Incapacità di interrompere il rapporto sessuale a causa di un intenso dolore.

Il motivo è chiamato ostruzione dei vasi sanguigni e la mancanza di spazi vuoti sufficienti in loro. Le conseguenze in assenza di trattamento possono portare alla sterilità e all'interruzione dell'intero sistema urogenitale. Spesso è necessaria un'operazione per rimuovere le vene fortemente alterate e creare un percorso circolatorio.

Vene varicose dell'utero

Questo tipo di vene varicose è peggiore di altri. Tutti i sintomi delle vene varicose uterine sono simili al caso precedente, con l'aggiunta di un grave dolore nella regione lombare. Se la malattia non viene diagnosticata in una fase precoce, gli organi dell'utero e delle appendici ne soffrono.

L'origine delle vene varicose uterine è attribuita al progesterone troppo concentrato, rilassando la muscolatura liscia, che contribuisce al dolore grave. Altri motivi sono:

  • Varie infiammazioni sullo sfondo di interventi chirurgici o sanguinamento;
  • Uso di contraccettivi ormonali;
  • Fattore genetico ereditario

La malattia come conseguenza di quest'ultimo fenomeno può essere facilmente prevenuta se, conoscendo l'ereditarietà gravata, sottoporsi a esami regolari e superare i test necessari.

Vene varicose dell'esofago

Di tutti i tipi di vene varicose, che colpiscono gli organi interni, il cibo è più comune. Contribuisce alla formazione di problemi di patologia del miocardio, della milza, dello stomaco. La sintomatologia di questa malattia è sfocata e non si manifesta nelle prime fasi, tuttavia, nel processo di progressione della malattia, si verificano tali manifestazioni:

  • Designazione di nodi venosi intorno alla zona ombelicale;
  • Casi frequenti di eruttazione dolorosa;
  • Perdita di appetito;
  • Perdita di peso senza spiegazione;
  • A volte - sintomi di epatite C.

In assenza di misure urgenti, possibile sanguinamento, una sensazione di spremere lo sterno. Nella fase avanzata della malattia, a causa di una significativa perdita di sangue, si verifica anemia.

Vene varicose degli arti inferiori

Il fenomeno più studiato e popolare delle vene varicose è un riflesso dei sintomi sugli arti inferiori di una persona malata.

Il motivo principale è considerato un fattore genetico: rappresenta il 60% di tutti i casi registrati. Allo stesso tempo, la prossima generazione non passa la malattia, ma un disegno speciale delle vene, che già comporta i problemi corrispondenti.

Altri motivi includono:

  • Squilibrio ormonale;
  • Cistica e altri processi infiammatori progressivi che si verificano negli organi pelvici nelle donne;
  • Disturbi del sistema nervoso;
  • Sforzo fisico non dosato;
  • Scarsa mobilità, come fattore costante;
  • immunodeficienza;
  • Appartenente alla femmina.

Le vene varicose nelle gambe, come le più sintomatiche, più veloci di altri tipi di vene varicose sono riconoscibili e rispondono più velocemente al trattamento.

Diagnosi delle vene varicose del bacino

La palpazione, cioè un esame superficiale, è la base della diagnosi, che viene riconosciuta durante l'esame di contatto. La diagnosi della vena varicosa pelvica richiede il coinvolgimento di due specialisti: un flebologo e un ginecologo.

Quando ci si sente nell'area del perineo e delle cosce, è possibile un dolore severo, ma questo dà solo una parte del quadro generale e dà luogo alla nomina dei seguenti esami obbligatori:

  1. Esame penetrante con dispositivi ginecologici, rivela un cambiamento nel colore delle pareti della vagina, determina il grado di dolore quando viene premuto sulle appendici, le volte della vagina e della cervice.
  2. L'ecografia è assegnata al tipo combinato - quello intravaginale e quello superficiale, che consente di valutare il reflusso patologico, i conglomerati dei vasi interessati e misurare il flusso sanguigno nelle vene.
  3. La conduzione di tomografia computerizzata e studi di risonanza magnetica escludono completamente o confermano le lesioni organiche dell'organo uterino.
  4. Raggi X con contrasto iniettato (angiografia), ovariografia selettiva - questi esami danno un quadro completo dell'area catturata da cambiamenti patologici.

Diagnosi per le vene varicose dell'utero

Poiché le vene varicose uterine sono diagnosticate già a stadi sufficientemente avanzati, la misura principale è raccogliere numerosi reclami da una donna malata. L'esame esterno, seguendo la preparazione di anamnesi, il dottore conduce nella sedia ginecologica con il dottore appropriato. Un segnale allarmante sulla palpazione è una sensazione o dolore spiacevole, con palpazione profonda degli organi uterini e del fornice vaginale.

I seguenti esami prescritti si basano sui segni rivelati durante l'esame:

  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • Esame Doppler nel processo di ultrasuoni;
  • Raggi X con l'introduzione del fluido di contrasto.

Quest'ultimo tipo di raccolta dei dati per lo studio della malattia è assolutamente controindicato in gravidanza.

Diagnosi delle vene varicose dell'esofago

Con una vasta area di copertura, le varici esofagee possono addirittura causare la morte del paziente.

Questo accade nell'ultima fase della malattia con una forte perdita di sangue, spesso accompagnata da cirrosi epatica.

La malattia viene diagnosticata con un complesso dei seguenti metodi relativi a invasivo e non invasivo:

  1. Emocromo completo, che rivela la presenza di piastrine, mostrando test epatici funzionali. Ciò include anche la definizione del fattore Rh e del gruppo sanguigno, nonché il test di compatibilità incrociata per 6 dosi di massa di eritrociti.
  2. Uno studio di fibroesofagoscopia, che indica l'origine del sanguinamento;
  3. Determinare in modo affidabile il tipo di vene varicose aiuterà la radiografia dell'esofago con l'introduzione di agenti di contrasto.
  4. L'ecografia Doppler mostra la composizione strutturale delle vene;
  5. La tomografia computerizzata spirale viene utilizzata, come caso estremo, se è impossibile fare una diagnosi corretta e decidere il corso del trattamento.

Diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori

Quando il pattern vascolare sulle gambe sporge, edema frequente e dolori dolorosi, l'auto-diagnosi entra in vigore per la prima volta, poiché qui il problema è ovvio.

Il flebologo analizza la forza della lesione, il grado di abbandono, ma nessuno, nemmeno un medico esperto, farà una conclusione finale basata solo sui reclami e sulla palpazione del paziente.

Per gli esami di diagnosi raccomandati:

  1. Scansione duplex Durante la procedura, al paziente viene chiesto di spogliarsi e sdraiarsi sul divano. Quindi un gel viene applicato ai piedi del paziente e inizia una scansione profonda delle vene. Questo metodo è progettato per la determinazione accurata dello stato dei vasi sanguigni nell'analisi e misurazione della larghezza delle vene, la loro flessibilità. Struttura della valvola studiata. Rilevato la presenza di vuoti nelle vene. Questa procedura non richiede un addestramento speciale;
  2. La scansione triplex implica lo stesso risultato con una tecnica simile, ma l'immagine viene inviata al monitor in un'immagine 3D.

Spesso, la malattia delle vene varicose va di pari passo con la tromboflebite, che porta inevitabilmente all'indurimento dei vasi e alla germinazione dei coaguli di sangue e intorno a loro con il fissaggio del tessuto connettivo. Quindi la ricanalizzazione della vena si forma e forse si indurisce. L'unica via d'uscita da questa situazione è l'operazione.

Perché la diagnosi tempestiva delle vene varicose è importante?

La diagnosi precoce delle vene varicose è molto importante, perché Con l'aiuto di una prevenzione tempestiva è possibile prevenire con successo lo sviluppo della malattia, tra cui un cambiamento nei tessuti che accompagna la malattia ed è irreversibile.

Nei pazienti che non mostrano segni di malattia, può essere diagnosticato dall'età di 18 anni.

La diagnostica è estremamente preziosa per le donne prima della gravidanza. La rimozione delle vene superficiali porta ad un miglioramento del flusso sanguigno verso il feto, evitando così inutili complicazioni durante la gravidanza, ad esempio, spesso sviluppando flebiti superficiali.

Un altro vantaggio della diagnosi precoce è il trattamento corretto e la prevenzione delle calze compressive. I pazienti che hanno ricevuto un trattamento tempestivo e una profilassi adeguata non hanno il rischio di sviluppare ulcere venose seguite dal cancro.

Obiettivi dell'ispezione iniziale

Le vene varicose sulle gambe di una persona, di regola, si notano. Viene dal medico con un problema specifico. La ragione principale di ciò, specialmente tra le donne, è l'effetto cosmetico insoddisfacente.

Inoltre, alcuni pazienti vanno dal medico con una malattia già progressiva del sistema venoso e le sue complicanze.

Le difficoltà non sempre corrispondono alle dimensioni delle vene varicose. Un flebologo può decidere sulla scelta delle misure di supporto o sul trattamento appropriato solo sulla base di un esame dettagliato.

Un esame da uno specialista di solito ha diverse parti interconnesse o intrecciate:

  • storia medica e valutazione delle condizioni generali del paziente;
  • lo studio dell'impulso, la sua frequenza, la misurazione della pressione sanguigna;
  • studio della circolazione del sangue degli arti inferiori, pulsazioni nelle arterie periferiche;
  • valutazione dei potenziali cambiamenti trofici (condizione delle dita e delle unghie, muscoli, capelli, pelle);
  • studio delle vene varicose degli arti inferiori visivamente e mediante palpazione.

Anamnesi - mezza diagnosi

Prima e durante l'esame, il medico ti farà molte domande. Inoltre, ciò che ti ha portato a lui, sarà interessato al fatto che quando i problemi sono sorti e come si sono sviluppati, ti chiederà anche della presenza di malattie venose e del sistema vascolare in tutta la tua famiglia. Altrettanto importante è il tuo lavoro, la vita personale e sociale, eventuali allergie, farmaci e tutte le malattie passate.

Una storia approfondita non è una domanda inutilmente fatta. Secondo le vecchie alleanze mediche, una storia propriamente creata è a metà strada dalla diagnosi. Questo è vero nel caso delle vene varicose.

Allo stesso tempo, alcuni sintomi apparentemente ovvi non sono così importanti. A volte, quando studia una malattia, svolge un ruolo, a prima vista, informazioni non correlate alla malattia (ad esempio, la fase del ciclo mestruale). Pertanto, rispondi alle domande apertamente e onestamente.

Cosa include la storia:

  • storia di famiglia e influenza dell'eredità;
  • una storia di lesioni alle gambe e alla pelvi;
  • malattie ortopediche e neurologiche;
  • prima comparsa di vene varicose;
  • la gravidanza;
  • assunzione di contraccettivi ormonali;
  • procedure chirurgiche;
  • la natura della professione;
  • natura degli eventi sportivi;
  • storia di flebite o trombosi.

Esami fisici

Durante l'esame, il medico rileva le condizioni generali del paziente. Le funzioni del sistema vascolare, cioè il cuore, le arterie e le vene, vengono notificate dalle procedure principali: esame della vista, dell'udito, della palpazione e delle percussioni.

Le vene varicose reali sono considerate in piedi quando sono piene di sangue. Il medico controlla il loro numero e dimensione con l'aiuto della vista. Insieme a questo, può essere eseguita la palpazione delle gambe. Di solito, in questo momento, il paziente è in piedi su una collina in modo che le sue membra siano facilmente accessibili agli occhi del medico.

Com'è il sondaggio?

In posizione eretta con arti nudi - anteriore e posteriore. Con illuminazione sufficiente.

Cosa viene ricercato?

  • tipo, gamma, forma e posizione delle vene varicose;
  • gonfiore;
  • deformità ortopediche;
  • la forma dell'arco del piede, i piedi piatti;
  • pigmentazione, indurimento, eczema / dermatite;
  • cambiamenti trofici, comprese le ulcere alle gambe;
  • possibili collaterali nell'inguine e nell'addome inferiore.

Mira alla palpazione

  • entrambi gli arti in posizione eretta;
  • studio delle vene varicose di temperatura e dell'area circostante;
  • palpazione di difetti nella fascia;
  • pulsazione delle arterie principali degli arti inferiori.
  • definizione delle vene varicose primarie / secondarie;
  • verifica della funzionalità del sistema venoso;
  • rilevamento fallito di singole sezioni

Test funzionali

Per diagnosticare l'entità del danno al sistema venoso, se necessario, possono essere utilizzati test speciali, basati sulla compressione graduale degli arti e il controllo della velocità di riempimento delle vene dopo aver allentato la compressione. Un'idea dello stato e della funzionalità delle vene sarà data da brevi esercizi che consistono in elevazioni per calze o diversi squat.

I test funzionali sono stati introdotti in pratica all'inizio del secolo scorso. Sono stati condotti per valutare la fattibilità del trattamento chirurgico. Attualmente hanno perso la loro importanza e sono utilizzati solo come sondaggio ausiliario.

Tra i test funzionali, va osservato quanto segue:

  1. Test Schwartz Il medico esegue un test toccando il nodo varicoso o il tronco della vena varicosa; con le dita dell'altra mano, "tocca" le onde d'urto del sangue. Se sono percepiti distali dalle percussioni, ciò significa insufficienza valvolare del segmento studiato.
  2. Test di Perthes. Il paziente in piedi è compresso da un elastico con vene superficiali. Se, mentre si cammina, il riempimento delle vene varicose aumenta, appaiono blueing e dolore, questo dimostra l'ostruzione del sistema venoso profondo.
  3. Test plantare Quando si preme sul tallone del piede durante la trombosi delle vene profonde della suola, il paziente avverte dolore.

Tecniche di ultrasuono

I principali metodi di ricerca includono il cosiddetto. ultrasonografia duplex. Il metodo viene utilizzato per visualizzare il sistema venoso e il flusso sanguigno in esso. Fornisce informazioni accurate sulla funzionalità delle vene, la loro possibile espansione e la presenza di reflusso.

Oltre al sistema venoso superficiale, viene visualizzato anche un danno profondo (malformazioni congenite, alterazioni post-tromboflebitiche).

Nelle malattie del sistema venoso, nella pratica, approcci di ricerca come quelli sono anche usati, anche se meno frequentemente:

Esame ecografico

L'esame non invasivo consente di visualizzare strutture vascolari e, allo stesso tempo, di valutare la direzione e la velocità del flusso sanguigno.

Report sull'ecografia a colori duplex e triplex sullo stato del sistema venoso con un alto grado di affidabilità; visualizza un segnale acustico e una registrazione grafica del flusso sanguigno.

La combinazione reciproca di parti di informazioni da ciascuna modalità consente di creare immagini morfologiche e funzionali più complesse. Quando l'ecografia valuta il grado di sviluppo delle vene varicose. Nella posizione eretta viene valutata la funzione delle valvole venose e dei perforatori.

Scansione vene duplex

Questa è una tecnica diagnostica moderna che combina ultrasuoni e doppler. Il vantaggio di questo metodo è la capacità di diagnosticare le malattie vascolari in una fase molto precoce dello sviluppo.

La scansione duplex è un metodo ecografico tridimensionale, che ha un alto grado di contenuto informativo, che è importante per scoprire la causa della malattia e fare una diagnosi.

Tra tutti i metodi di esame, questo processo è caratterizzato da completa sicurezza e indolenzimento, oltre all'assenza di controindicazioni ed effetti collaterali. Per ottenere una procedura diagnostica, il paziente non ha bisogno di un addestramento speciale. Questo studio ti consente di:

  • determinare in modo affidabile qualsiasi patologia vascolare;
  • determinazione della velocità del flusso sanguigno;
  • determinare le cause dei cambiamenti e dei disturbi del flusso sanguigno.

rheovasography

La reovasografia delle estremità è un esame non invasivo dell'afflusso di sangue di organi e tessuti, in base ai risultati della determinazione della circolazione alterata e dei cambiamenti delle pareti venose.

venografia

La flebografia è uno studio che mostra la condizione e il rendimento del sistema venoso superficiale e profondo.

Ha alta affidabilità, è facile da implementare e non appesantisce il paziente, quindi, è uno dei principali metodi di diagnosi delle vene varicose e del sistema venoso nel suo complesso.

La flebografia non richiede il ricovero in ospedale, è fornita su base ambulatoriale.

Dove nella Federazione Russa condurre un sondaggio e qual è il prezzo?

Alcune cliniche offrono servizi a pagamento per la diagnosi delle vene varicose, tra cui:

  1. Centro flebologico regionale (rappresentato nella Regione di Mosca e nella città di Tula). L'esame ecografico completo delle navi (vene o arterie) ti costerà da 1600 rubli.
  2. Centro di Mosca per flebologia. In questo MC, l'esame ecografico duplex delle vene degli arti inferiori costa da 1.500 rubli.
  3. Clinic CreedExperto, Mosca. La clinica offre una diagnosi di vene varicose, che costano da 2500 rubli.
  4. MC Diagnostics, Mosca. USDG delle vene degli arti inferiori - 2100 rubli.

La diagnosi libera delle vene varicose può essere effettuata in alcune cliniche:

  • Policlinici di Mosca №129, №134, №180;
  • City Hospital No. 20 e City Polyclinic No. 48, San Pietroburgo;
  • Policlinico Città di Krasnodar №17;
  • ospedale cittadino №1, Engels (regione di Saratov), ​​ecc.

Perché le vene delle gambe sono caricate

La struttura anatomica della parete delle vene è caratterizzata da una carcassa muscolare rinforzata e un apparato valvolare. La convenienza è la necessità non solo di ritardare il flusso di sangue nella posizione eretta di una persona, ma anche di organizzare la sua ascesa contro la gravità nella direzione del cuore.

Le valvole bloccano la corrente di ritorno per impedire il trabocco nei punti più distanti del corpo. Un posto così "scomodo" sono le gambe e i piedi.

Il meccanismo di formazione delle vene varicose

All'età di 40 anni, il corpo umano inizia a sintetizzare materie plastiche limitate, la principale delle quali è la proteina di collagene. È necessario per un buon tono delle valvole venose. L'assenza porta a perdita di tono, cedimento e incapacità di ritardare il flusso inverso di sangue e la massa sovrastante.

La rete venosa delle gambe consiste di vasi superficiali che si trovano direttamente sotto la pelle e vene profonde situate nello spessore dello strato muscolare.

Per le vene varicose degli arti inferiori è caratterizzata da una lesione iniziale delle valvole delle vene superficiali. La stagnazione si verifica in aree con vene sottili dilatate, visibili all'occhio sotto forma di una rete sottile.

L'ulteriore sviluppo della patologia porta a un ritardo del sangue sulla periferia e causa gonfiore dei tessuti (fuoriuscita di liquidi attraverso le pareti delle vene), malnutrizione (il deflusso delle scorie è ridotto, l'ossigeno e i nutrienti sono ritardati dalle arterie compresse).

Come partecipare alle complicazioni

Il ristagno del sangue venoso nelle gambe causa un lento flusso di sangue nei vasi e ciò crea condizioni favorevoli per l'aggregazione piastrinica (incollaggio). La formazione di coaguli di sangue complica l'afflusso di sangue già compromesso.

Il rischio di distacco di embolia e il suo movimento attraverso i vasi di grandi dimensioni al cuore aumenta. Se una persona presenta difetti associati alla comunicazione delle camere destra e sinistra, l'embolo può entrare nel sangue arterioso e sviluppare cambiamenti necrotici negli organi.

La più frequente complicanza concomitante è l'aggiunta di un'infezione locale nell'area colpita della parete venosa con conseguente sviluppo di flebiti o tromboflebiti.

Cause della malattia

Per le vene varicose degli arti inferiori, c'è una sola ragione indipendente da una persona - insufficienza genetica nella struttura del collagene. Si manifesta non solo nelle vene varicose, ma anche nei segni relativamente precoci dell'invecchiamento della pelle (secchezza, rughe profonde).

Altre cause sono legate alle attività e al comportamento delle persone.

  • L'attività motoria ridotta o, al contrario, il duro lavoro fisico portano a una violazione del tono delle vene delle gambe.
  • La posizione eretta prolungata, seduto durante l'orario di lavoro, causa il ristagno di sangue nelle gambe e la violazione del deflusso.
  • La gravidanza contribuisce ad aumentare la pressione sugli organi pelvici e sulle grandi vene, prevenendo il deflusso dalle vene inferiori.
  • Medici provenienti da paesi asiatici associano la crescita delle vene varicose in pazienti con la dipendenza dall'abitudine europea di sedere su una sedia o su una sedia invece di stare in ginocchio piegato.
  • Comodi e alti servizi igienici richiedono una maggiore tensione dei muscoli della parete addominale durante i movimenti intestinali, la tensione contribuisce a ristagnare le gambe. Mentre accovacciare l'atto degli escrementi è più fisiologico.
  • L'abitudine al fast food, ridurre la proporzione di frutta e verdura crude nella dieta porta a stitichezza e stress prolungato.
  • I fumatori espongono tutto il corpo agli effetti della nicotina, agisce sulle vene come un veleno paralizzante.
  • Scarpe alla moda con tacchi alti portano a carico improprio dei muscoli delle gambe e disturbano il tono delle vene.
  • Compresse comuni, contraccettivi ormonali, terapia ormonale, menopausa, osteoporosi portano ad alterazioni della sintesi del collagene.
  • L'intimo dimagrante pubblicizzato e l'uso di jeans attillati causano il ristagno di sangue nelle parti sottostanti del corpo.

Chi dovrebbe essere a rischio

Considerando i motivi elencati per lo sviluppo della patologia venosa, il gruppo di persone con una maggiore probabilità di sviluppare la malattia varicosa delle gambe dovrebbe includere

  • persone professionalmente associate a una lunga permanenza in piedi o seduti (venditori, insegnanti, parrucchieri, autisti, impiegati);
  • donne che preferiscono jeans attillati, biancheria intima snellente e scarpe a tacco alto;
  • sollevatori di pesi e culturisti;
  • persone abituate a sedere "gamba sulla gamba";
  • donne con frequenti gravidanze e parto, oltre a contraccettivi ormonali;
  • i fumatori, amanti del caffè forte e dell'alcool;
  • soffre di stitichezza.

La prevenzione è necessaria per queste popolazioni.

sintomi

I primi sintomi delle vene varicose sulle gambe sono evidenti in giovane età. Nella fase iniziale, appaiono con un carico maggiore sulle gambe:

  • entro la fine del turno, dolore ai piedi e alle gambe, stanchezza nei muscoli;
  • quando il pereobuvani trovò gonfiore dei piedi sulla cotta delle scarpe;
  • entro la sera, i piedi stanno "bruciando", voglio metterli in acqua fredda;
  • I "ragni" si formano sulla pelle dei fianchi e delle gambe.

Nella fase successiva, si sviluppa l'immagine dell'insufficienza venosa cronica, compaiono i sintomi delle vene varicose interne:

  • crampi notturni disturbati nel polpaccio, possibili convulsioni quando si cammina;
  • macchie scure, secchezza, desquamazione compaiono sulla pelle dei piedi e delle gambe;
  • l'apparizione di ulcere trofiche, molto dolorose, con bordi smussati, difficili da trattare.

Se, sullo sfondo di dolori locali, gonfiore, arrossamento della pelle, aumento della temperatura corporea si trovano, è necessario pensare alla tromboflebite.

diagnostica

Nella diagnosi, è consuetudine distinguere tra vere vene varicose (primarie), a seconda della lesione dell'apparato valvolare, e secondaria, risultante da lesioni e tumori.

Le indagini vengono eseguite da chirurghi di policlinici, chirurghi vascolari, flebologi. Il medico vede i nodi venosi sottocutanei, le vene del ragno, la pigmentazione della pelle, le ulcere incipienti, la dermatite.

Durante la palpazione, l'intensità delle vene superficiali, la densità della parete, le dimensioni dei cambiamenti locali, la presenza di un coagulo di sangue, la temperatura della pelle sopra i nodi (segni di tromboflebiti) sono stimate.

L'emocromo completo mostrerà l'inizio dell'infiammazione (leucocitosi, accelerazione della VES), la tendenza alla trombosi per coagulogramma.

L'ecografia dei vasi sanguigni consente di tracciare il flusso sanguigno, la funzione delle valvole venose, rilevare i coaguli di sangue.

Lo studio Doppler consente di verificare la struttura delle vene, per fare una diagnosi nella fase iniziale della malattia.

Il metodo della tomografia computerizzata spirale viene effettuato con difficoltà nella diagnosi. Ti dà l'opportunità di ottenere un'immagine tridimensionale della regione anatomica, aiuta nella scelta del trattamento chirurgico.

Trattamento delle vene varicose

Il trattamento delle vene varicose delle gambe è meglio iniziare nella fase iniziale. Per fare questo, dovrai pensare ai cambiamenti necessari in abitudini, alimentazione e automobilismo.

regime

Al fine di non portare le gambe a gonfiore entro la fine della giornata lavorativa, si consiglia alle persone di "sedentarietà" e "professioni in piedi" di condurre pause di allenamento fisico o riscaldamento con un massaggio ai piedi in posizione elevata. I conducenti, gli impiegati dovrebbero fare una pausa.

Gli esercizi più semplici possono essere eseguiti sul lavoro:

  • i piedi scalzi sul pavimento si alternano alternativamente sulle dita dei piedi e sui talloni;
  • seduto su una sedia, sollevare le gambe e fare cerchi piedi in una direzione, poi l'altra.

Gli esercizi mattutini dovrebbero includere esercizi in posizione prona: sollevamento alternato delle gambe, "biciclette", agitazione con le gambe sollevate. Non fare esercizi con gli squat, le ginocchia piegate.

Gli amanti dell'addestramento della forza dovrebbero abbandonarli. Il nuoto più indicato, il ciclismo, l'escursionismo.

Selezione di nutrizione razionale

È necessario limitare tutti i prodotti che aumentano il peso, favorire la ritenzione di liquidi, aumentare la viscosità del sangue.

Carne e latticini grassi non raccomandati, cibi piccanti e salati, cibo in scatola, dolci, pasticceria, bevande gassate.

Modi per supportare le vene

Si consiglia l'uso di speciali calze a compressione o golf per supportare il flusso sanguigno. Sono dimensionati, indossati in posizione supina.

I gradini riempiti di silicio sono pubblicizzati come agenti terapeutici che creano una carica elettrica sulla superficie del piede.

Gli esperti prestano attenzione al possibile impatto di questi strumenti di supporto solo nella fase iniziale della malattia. In presenza di nodi superficiali ed edema sulle gambe, il loro uso è completamente inutile.

Uso di farmaci

Il trattamento farmacologico è l'ingestione di farmaci dal gruppo di "venotonics" (Antistax, Venarus) in una dose terapeutica scelta dal medico. Contribuiscono alla rimozione della fatica, al disagio ai piedi, ma la malattia non elimina.

Unguenti e gel che aumentano il tono delle vene includono Troxevasin, Troxerutin, Venoruton.

Lioton, unguento eparina, Venolife, Curantil (pomata e compresse) sono raccomandati per il diradamento del sangue.

I chirurghi si riferiscono ai farmaci per le vene varicose come trattamento conservativo di base, ma determinano principalmente uno dei metodi meno traumatici di influenzare le vene colpite. L'efficacia è confermata nel 95% dei pazienti. Gli interventi più seri sono usati solo nel 5% di pazienti.

Cosa si applica alle operazioni a basso impatto

I metodi di trattamento a basso impatto delle vene varicose consentono di evitare la chirurgia, occupano giustamente il primo posto in termini di efficacia. Non richiedono un'incisione cutanea, possono essere eseguiti in clinica, quasi indolore. Il paziente non è limitato nelle condizioni di lavoro, nei movimenti. Dopo l'intervento chirurgico, non è richiesto un lungo periodo di recupero.

Metodo di ablazione laser

Viene eseguito in anestesia locale. Una leggera guida è inserita nel nodo varicoso, sul movimento inverso si accende un raggio laser circolare.

Metodo di azione: il raggio provoca una bruciatura pronunciata del rivestimento interno della vena, ulteriore indurimento. La durata dell'intervento è di circa due ore. Il metodo è applicabile nel trattamento di vene di qualsiasi dimensione.

Tecnica di scleroterapia

Una sostanza viene iniettata nella vena interessata che può causare il collasso delle pareti, seguito da cicatrici. Particolarmente raccomandati sono i preparati di schiuma che riempiono rapidamente e in sicurezza il lume della vena malata. Il metodo è applicabile con un diametro del vaso fino a 1 cm. Dopo l'introduzione, è necessario camminare per un'ora. I flebologi raccomandano di indossare calze a compressione per un altro mese.

Metodo di microflebectomia

Sotto anestesia locale, viene praticata un'incisione della pelle di pochi mm, una vena dolorosa viene afferrata attraverso di esso con un uncino, rimossa sulla superficie della pelle ed escissa. Il metodo è adatto per i nodi venosi di qualsiasi dimensione e diametro. Nel sito dell'incisione rimarrà una piccola cicatrice. 10 giorni devono indossare calze a compressione o calze.

Metodo di ablazione a radiofrequenza

Viene eseguito in modo simile al laser, ma differisce dall'esposizione alle frequenze radio a microonde. Questo metodo non causa ustioni ai tessuti e quindi meno traumatico del laser. Dopo l'azione di 30 minuti delle microonde, il lume del vaso viene sigillato. Dopo 7 giorni, la riabilitazione è considerata completa. Puoi fare sport.

Quando viene mostrata l'operazione

In caso di trattamento infruttuoso con metodi conservativi e l'incapacità di applicare tecniche minimamente invasive, l'operazione è prescritta flebectomia. Ti permette di rimuovere ampie aree di vene dilatate, ciuffi.

Il paziente è ricoverato in ospedale. Il trattamento chirurgico viene eseguito in anestesia generale. Di solito fai due tagli: nella zona inguinale e sotto il ginocchio. Vienna è legata da due parti, tirata fuori e rimossa. Le incisioni sono cucite. Il paziente viene trattato settimana in ospedale. Farmaci usati che riducono la coagulazione del sangue. I punti vengono rimossi almeno 7 giorni dopo.

La flebectomia non viene eseguita:

  • nel paziente anziano;
  • con una massiccia lesione delle vene profonde e superficiali;
  • durante la gravidanza;
  • con aterosclerosi dei vasi delle gambe, diabete;
  • se ci sono malattie della pelle nel luogo dell'operazione prevista.

Metodi di prevenzione

La prevenzione delle vene varicose delle gambe è principalmente necessaria per le persone con fattori di rischio nelle professioni.

Si consiglia di camminare di più. C'è un massaggio e un rafforzamento delle pareti delle vene.

Durante le pause, ai venditori e ai parrucchieri viene mostrato un massaggio per i piedi e le gambe. È fatto da movimenti lisci lenti nella direzione dalle dita al ginocchio e lungo la coscia. Knuckle knuckle massaggiato con un movimento circolare nella fossa centrale del piede.

Gli automobilisti devono scendere dalla macchina, camminare, sgranchirsi le gambe. Mostrando esercizi per le gambe.

Le fashioniste, prima di indossare i tacchi alti e indossare vestiti attillati, dovrebbero pensare alle conseguenze.

A casa, puoi fare un bagno o una doccia a contrasto per i piedi. Metti un impacco su gambe stanche con decotti di camomilla, castagna, assenzio, bardana.

Un appello tempestivo al chirurgo consente di liberarsi da problemi dolorosi, ripristinare l'attività e il movimento.

Vene varicose di cosa si tratta

Questa è una condizione in cui le vene sotto l'influenza di un numero di fattori a lunga durata si espandono significativamente, si allungano, le loro pareti perdono il loro tono ed elasticità.

Questa situazione porta ad una mancanza di deflusso venoso di sangue (ristagno e alterata emodinamica), alla formazione di coaguli di sangue e alla loro infiammazione (tromboflebite), alla possibilità di separazione di un coagulo di sangue e alla presenza di tromboembolia. La varicità nella maggior parte dei casi si verifica sulle gambe, soprattutto sotto il ginocchio. Sono interessate le vene superficiali, che vengono rilevate visivamente e dalla palpazione sotto forma di cordoni bluastri contorti sotto la pelle.

Vene varicose degli arti inferiori

Cause delle vene varicose

Il fattore ereditario svolge un ruolo fondamentale nel diradamento e dilatazione delle vene safene delle gambe. Si nota che le vene varicose si verificano molto più spesso in coloro che hanno parenti stretti con lo stesso problema.

Tuttavia, l'ereditarietà non è un fattore assoluto. Non meno importanti stanno provocando una situazione di malattia. Tra loro ci sono:

  • carichi verticali lunghi (i rappresentanti di alcune professioni devono resistere per molto tempo);
  • assunzione di ormoni femminili (contraccettivi) che favoriscono il diradamento della parete venosa e aumentano la viscosità del sangue;
  • gravidanza (cambiamenti ormonali e l'utero mette sotto pressione le vene principali);
La gravidanza può causare vene varicose
  • stile di vita sedentario;
  • obesità significativa.

Ognuno di questi fattori può provocare vene varicose, ma la loro combinazione è più frequente. Se c'è una predisposizione e la presenza di almeno una delle cause che portano alla comparsa della malattia venosa, è probabile che all'età di circa 30 anni e più anziani compaiono i primi sintomi di insufficienza venosa. Tali segni dovrebbero costringere tutti a rivolgersi a un medico specializzato, che, sulla base delle analisi, confermerà o negherà l'insorgenza della patologia venosa.

L'obesità può portare a vene varicose.

I primi segni di vene varicose

Le vene non si espandono in un giorno e all'inizio non possono esercitarsi esternamente. La loro fase iniziale di deformazione può essere riconosciuta solo attraverso analisi specializzate e ricerche.

I seguenti sintomi aiuteranno a sospettare l'insorgenza delle vene varicose:

  • gonfiore nella zona della caviglia, che si verifica alla fine della giornata e passa completamente al mattino;
  • sensazione di pesantezza, una leggera sensazione di bruciore nella parte inferiore delle gambe, che appare dopo una prolungata posizione eretta o camminando;
  • contrazioni intermittenti convulsive dei muscoli del piede e della gamba.

Una tendenza caratteristica: la sera lo stato è aggravato e dopo una notte passa il sonno. A causa di ciò, molti perdono l'insorgenza della malattia, perché ritengono che queste manifestazioni siano una conseguenza della fatica. I segni esterni delle vene varicose nella fase iniziale della malattia potrebbero non essere affatto. Tutto ciò causa una visita in ritardo al medico, quando i difetti estetici vengono alla ribalta (soprattutto per le donne).

La sensazione di pesantezza, una leggera sensazione di bruciore nella parte inferiore delle gambe è il primo segno di vene varicose.

Come si sviluppano ulteriormente le vene varicose e quali possono essere le complicazioni

Se all'inizio dello sviluppo non c'è patologia, progredirà. A poco a poco, appaiono i segni esterni. Inizialmente, possono apparire griglie sottocutanee quando sono presenti vasi varici di dimensioni ridotte. Ulteriori grandi vene sono visualizzate sotto forma di corde gonfie.

I segni di insufficienza venosa sono esacerbati, il che si manifesta come segue:

  • il gonfiore diventa più massiccio;
  • le convulsioni si verificano più spesso, anche a riposo;
  • tali sensazioni come pesantezza aggravata e bruciore sono uniti dal dolore nella parte inferiore delle gambe.

Questi sintomi sono manifestazioni di alterata emodinamica, che è una conseguenza della stasi venosa del sangue. Già in questa fase, la trombosi si verifica nelle vene, in particolare con una maggiore coagulazione (rilevata durante gli esami del sangue). Il trauma di una vena trombizzata porta all'infiammazione di un coagulo di sangue (tromboflebite). A causa di disturbi emodinamici, il cuore soffre. Questo si manifesta con mancanza di respiro, dolore intermittente dietro lo sterno, prestazioni ridotte.

Gonfiore delle gambe sono manifestazioni di stasi venosa del sangue

Un ulteriore sviluppo incontrollato (senza trattamento) delle varici provoca le seguenti complicanze:

  • grave insufficienza venosa (costante gonfiore massiccio, dolore, comparsa di ulcere trofiche);
  • tromboflebite frequente e malamente trattabile;
  • rischio di embolia polmonare.

Queste condizioni, che portano a disabilità e conseguenze più tristi, si sviluppano a causa della varicosi, trascurate e lasciate incustodite. È importante consultare immediatamente un medico se ci sono vene dilatate o i primi segni di insufficienza venosa sopra descritti. Un adeguato trattamento non chirurgico nelle fasi iniziali consente di compensare le navi e prevenire ulteriori sviluppi della patologia. Ciò richiede una diagnosi precoce completa, impossibile senza l'uso di metodi di ricerca specifici. Quali test aiuteranno il medico a scegliere le giuste tattiche del corso?

Prove di vene varicose

Oltre alla raccolta di dati anamnestici e all'esame esterno, che sono abbastanza istruttivi per lo sviluppo delle vene varicose, vengono ancora assegnati metodi di ricerca aggiuntivi. Perché ne hai bisogno?

La presenza di vene varicose caratteristiche indica la presenza della malattia. Tuttavia, senza test e studi strumentali specifici, è impossibile determinare tali criteri diagnostici:

  • il grado di disturbo del movimento del sangue;
  • condizione delle valvole venose;
  • la natura, la dimensione e la posizione dei coaguli di sangue;
  • pervietà delle vene comunicative e profonde;
  • composizione e coagulazione del sangue;
  • sfondo ormonale.

Le caratteristiche del sangue sono determinate dalle sue varie analisi (generali, sviluppate, biochimiche, per il contenuto di ormoni, ecc.). Tali studi forniscono molte informazioni diagnostiche utili, ma l'ultima parola per gli studi strumentali.

Esame del sangue - generale, sviluppato, biochimico, ecc.

Cause e fattori di rischio

Il sangue scorre verso l'alto attraverso le vene degli arti inferiori, cioè deve superare il potere di tutto il mondo. Questa corrente è fornita dalla pressione localizzata vicino alle vene dei tendini e alla pressione arteriosa residua. La "pompa muscolare" contribuisce anche al movimento del sangue attraverso le vene degli arti inferiori: durante il movimento, i muscoli delle gambe si contraggono e comprimono le vene, forzando così il sangue verso l'alto, poiché le valvole venose prevengono il flusso di sangue.

La debolezza dello strato muscolare delle pareti venose e l'insufficienza dell'apparato valvolare fanno sì che il sangue fluisca nella direzione opposta, cioè verso il basso, sotto l'influenza dell'azione della "pompa muscolare". Ciò porta ad un aumento della pressione sulle pareti dei vasi sanguigni, all'ulteriore progressione dell'insufficienza valvolare, all'espansione del lume delle vene e alla formazione dei nodi. Le fibre muscolari delle pareti venose si atrofizzano, il lavoro dei recettori nervosi che regolano il tono venoso viene disturbato, il che, a sua volta, migliora ulteriormente le manifestazioni di insufficienza venosa.

Fattori di rischio per lo sviluppo delle vene varicose degli arti inferiori:

  • predisposizione genetica;
  • la gravidanza;
  • l'obesità;
  • lunga permanenza giornaliera in posizione seduta o in piedi;
  • attività legate al sollevamento pesi;
  • indossare sistematicamente abiti stretti, corsetti;
  • dieta malsana con contenuto insufficiente nella dieta di fibre alimentari e vitamine;
  • disturbi dello stato ormonale.

Forme della malattia

Sulla base delle caratteristiche delle manifestazioni cliniche, si distinguono le seguenti forme di vene varicose degli arti inferiori:

  • lesione segmentale delle vene intracutanee e safene con l'assenza di flusso di sangue inverso in esse;
  • lesione segmentale delle vene degli arti inferiori, accompagnata da flusso sanguigno anormale;
  • lesione vascolare diffusa con flusso di sangue inverso attraverso le vene superficiali;
  • lesione vascolare diffusa, accompagnata da uno scarico patologico del sangue attraverso il sistema venoso profondo.

Stadio della malattia

Nel 2000, i flebologi russi hanno adottato una classificazione della malattia varicosa degli arti inferiori, prendendo in considerazione la forma della malattia, il grado di insufficienza venosa, la presenza o l'assenza di complicanze. In conformità con esso, ci sono tre fasi della malattia varicosa degli arti inferiori:

  1. Fase di compensazione. I pazienti non mostrano alcun reclamo. Quando effettuano l'ispezione su uno o entrambi i piedini le vene espanse superficialmente situate sono trovate.
  2. Fase di sub-integrazione. I pazienti si lamentano di crampi notturni, sensazioni di sensibilità della pelle (parestesie) alle gambe, sensazione di distensione. Di sera, si osservava spesso gonfiore delle gambe, delle caviglie e dei piedi, scomparendo dopo una notte di sonno. Se visti dalle gambe, le vene varicose sono chiaramente visibili.
  3. Stadio di decompensazione. Eczema e dermatite si uniscono ai segni sopra descritti. La pelle è iperpigmentata, asciutta, lucida, strettamente legata al tessuto sottocutaneo.

sintomi

Il quadro clinico della malattia varicosa degli arti inferiori è determinato dallo stadio della malattia. Quindi, nella fase compensata, l'unico sintomo dell'insufficienza venosa è la comparsa di vene varicose (telangiectasie) sulle gambe.

La transizione della malattia allo stadio subcompensato è accompagnata dalla comparsa di dolore alle gambe, gonfiore dei piedi e delle caviglie e crampi nei muscoli del polpaccio. Dopo aver riposato in posizione orizzontale, questi sintomi si fermano.

Il quadro clinico delle vene varicose degli arti inferiori è più pronunciato allo stadio scompensato della malattia. Il dolore alle gambe diventa permanente. I pazienti lamentano prurito della pelle, che aumenta di sera e di notte. Nel corso del tempo si verificano dermatiti, eczemi e ulcere trofiche difficili da guarire. In questa fase, i sintomi comuni sono comuni: vertigini, bassa pressione sanguigna. Sono associati alla deposizione nella rete venosa espansa delle gambe di significativi volumi di sangue.

diagnostica

La diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori non è difficile. Viene effettuato sulla base dei segni clinici caratteristici della malattia e dei dati degli esami oggettivi.

Per valutare la gravità dei disturbi emodinamici, vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali:

  • Vene USDG degli arti inferiori;
  • angiografia duplex;
  • reovasografia delle vene degli arti inferiori.

trattamento

Nel trattamento della malattia varicosa degli arti inferiori secondo le indicazioni, vengono utilizzati i seguenti metodi o la loro combinazione:

  • terapia conservativa;
  • scleroterapia;
  • intervento chirurgico

Il trattamento conservativo della malattia varicosa degli arti inferiori può essere raccomandato per i pazienti nelle prime fasi della malattia, il suo obiettivo è quello di prevenire la progressione dell'insufficienza venosa cronica. Viene anche usato negli stadi subcompensati e scompensati della malattia durante la preparazione del paziente per la chirurgia o nei casi in cui l'uso di altri metodi è controindicato. Il trattamento conservativo delle vene varicose si basa sull'uso della flebotonica, indossando maglieria a compressione. Inoltre, si raccomanda ai pazienti di impegnarsi regolarmente in terapia fisica, per evitare carichi statici prolungati.

Per le vene varicose degli arti inferiori, non complicate da disturbi emodinamici significativi, è possibile utilizzare la scleroterapia a compressione. L'essenza del metodo consiste nel somministrare un preparato alla vena colpita causando il suo spasmo. Dopo di ciò, una calza di compressione viene applicata alla gamba o alla gamba. Il bendaggio viene eseguito con una benda elastica, che consente di mantenere le pareti delle vene in uno stato collassato. Pochi giorni dopo inizia il processo di incollaggio delle pareti delle vene. L'intimo a compressione deve essere indossato dopo la scleroterapia per almeno un mese e mezzo, finché tra le pareti della vena si formino aderenze sufficientemente dense.

Negli stadi avanzati della malattia varicosa degli arti inferiori, il metodo più efficace è chirurgico. I metodi delle tecniche operative sono selezionati in base allo stadio della malattia, alla sua forma, alle caratteristiche dei disturbi emodinamici:

  • coagulazione laser;
  • coagulazione a radiofrequenza;
  • miniflebektomiya;
  • flebectomia.

Possibili complicazioni e conseguenze

Le complicanze delle vene varicose si sviluppano principalmente nella fase di decompensazione. Questi includono:

  • flebite (infiammazione della vena dilatata);
  • tromboflebite (infiammazione di una vena con formazione di coaguli di sangue nel suo lume);
  • sanguinamento dai nodi varicosi;
  • ulcere trofiche;
  • tromboembolismo dell'arteria polmonare (PE).

prospettiva

La prognosi delle vene varicose degli arti inferiori con trattamento tempestivo è favorevole.

prevenzione

Al fine di prevenire la malattia varicosa degli arti inferiori, è necessario evitare carichi statici prolungati. Se il lavoro richiede una lunga permanenza in posizione eretta o seduta, è consigliabile fare periodicamente delle pause in una piccola ginnastica o almeno camminare. Dopo una giornata lavorativa, si raccomanda di sdraiarsi, dando alle gambe una posizione orizzontale o elevata.

Nella prevenzione della malattia varicosa, un ruolo importante è svolto dalle attività attive: sport (nuoto, ciclismo, fitness), danza, escursioni, ecc.

Articoli Su Varici