Le emorroidi saltarono fuori - cosa fare e come trattare?

Le emorroidi sono una malattia che colpisce i segmenti maschili e femminili della popolazione. L'essenza della malattia si trova in gravi danni alle navi venose situate nel retto. Con un lungo decorso della malattia, il paziente ha una diminuzione dell'elasticità dei vasi nella lesione. Tutti questi problemi possono portare a gonfiore e perdita di emorroidi. Ma ci sono ragioni per cui c'è una brusca esacerbazione di emorroidi e perdita di nodi fuori. Cosa fare se le emorroidi sono spuntate? Quali misure dovrebbero essere prese prima? A proposito.

Cause di emorroidi

Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo delle emorroidi avviene gradualmente e senza un adeguato trattamento porta ad una esacerbazione della malattia. Ma in alcuni casi vi è una forte perdita di nodi nel corso della grave esacerbazione della malattia o di fattori esterni. Spesso le cause di una brusca esacerbazione della malattia possono essere: forti tentativi di defecazione, frequente stitichezza, rapporti sessuali con penetrazione nell'ano, gravidanza.

La perdita di emorroidi è accompagnata da dolore all'ano, difficoltà del processo e comparsa di sangue durante la defecazione. Tutti questi segni sono sintomi dello sviluppo di emorroidi acute.

Durante la gravidanza, c'è anche il rischio di una condizione acuta di emorroidi. Le principali cause di emorroidi acute durante la gravidanza:

  • Cambiando lo sfondo ormonale della futura madre.
  • Guadagno di peso significativo
  • Aumentare le dimensioni dell'utero.
  • Alta pressione costante negli organi pelvici.
  • Cambiamento nella dieta e nella dieta.
  • L'indebolimento della peristalsi intestinale.
  • Scarsa mobilità
  • Processo di nascita

Emorroidi saltarono fuori: pronto soccorso

Ai primi segni di perdita di emorroidi, dovrebbero essere escluse le malattie con sintomi simili. In questa situazione, devi vedere un dottore. Uno specialista aiuterà ad eliminare il prolasso o il cancro del retto. Inoltre, solo un medico è in grado di prescrivere un trattamento completo conservativo.

Cosa dovrebbe essere fatto prima di andare dal medico se le emorroidi saltano fuori?

  1. Calma. È necessario prendere la posizione più benigna e spostarsi di meno. Ciò contribuirà a ridurre lo sforzo sui muscoli della regione anorettale. La migliore posizione in questo caso è sdraiarsi sulla schiena. Dovrebbe essere il più spesso possibile in pace.
  2. Il freddo giusto. Raffreddarsi con acqua fresca o un bagno fresco aiuta a ridurre il dolore. Per questi scopi, acqua adatta a temperatura ambiente. In alcuni casi, l'acqua aiuta un po 'più fresco. Non si devono applicare impacchi troppo freddi al posto del problema o salire in acqua fredda.
  3. Aiuta l'intestino. Inoltre, nessun danno prenderà lassativi o clisteri. I farmaci lassativi dovrebbero essere di natura ausiliaria e non avere un forte effetto sulla peristalsi. Il lassativo dovrebbe contribuire all'autopulizia del colon.
  4. Corretta alimentazione Se le emorroidi saltano fuori, nei primi giorni di esacerbazione e per l'intero periodo di trattamento è necessario seguire una dieta. Una corretta alimentazione aiuterà ad evitare la stitichezza. La dieta dovrebbe consistere in una grande quantità di cibo vegetale. Con una dieta, è necessario abbandonare completamente l'uso di cibi fritti e grassi, così come una grande quantità di farina.
  5. Rimedi popolari per le emorroidi. Per alleviare i sintomi, puoi ricorrere all'aiuto della medicina tradizionale. Tra i metodi della medicina tradizionale molti strumenti mirano ad alleviare il dolore.

La medicina tradizionale, utilizzata esternamente, include un'ampia varietà di ricette sia per uso interno che esterno. Le ricette più popolari ed efficaci si basano su piante come aspen, camomilla, patate crude, cavoli.

Le ricette per l'ingestione sono decotti e infusi. Tali ricette aiutano a ridurre l'infiammazione, a rimuovere prurito, calmare il corpo, pulire l'intestino. Le ricette a base di succo di sorbo, brodo di patate e cavoli e succhi (spesso usati nella prevenzione della malattia) sono anche popolari con i coni emorroidali. Anche il dente di tarassaco, l'osso e il dente di leone hanno un effetto positivo sul corpo con la malattia.

È importante ricordare che il trattamento dei rimedi popolari dovrebbe essere effettuato con estrema cautela e solo con il consenso del medico curante. I rimedi popolari non sostituiscono il complesso trattamento delle emorroidi e non possono essere presi come mezzi indipendenti.

  • Emorroidi durante la gravidanza. Se dopo la nascita le emorroidi sono saltate fuori, dovresti consultare un medico. L'autotrattamento può influire sulla salute di una madre e di un bambino che allatta. Ridurre la sindrome del dolore aiuterà la lozione con acqua fredda e dieta e sdraiata sul lato destro per 20 minuti (più volte al giorno).
  • Invia il nodo te stesso. All'inizio dello sviluppo della forma acuta di emorroidi, puoi provare a correggere il nodo caduto. In alcuni casi, il prolasso non è innescato dal rigonfiamento delle vene, ma dallo spostamento delle mucose. In questo caso, il trattamento sarà meno lungo.

Cosa fare se le emorroidi sono saltate fuori - trattamento necessario

Con la progressiva o improvvisa esacerbazione della malattia associata alla perdita di emorroidi, è necessario consultare immediatamente un medico. Il proctologo aiuterà a risolvere il problema. L'automedicazione per le emorroidi che sono cadute può portare a gravi conseguenze. Quindi, se emorroidi saltato fuori - come trattarlo?

La terapia di combinazione può aiutare a curare le emorroidi cadute. La terapia combinata ha lo scopo di alleviare i sintomi, il disagio e può aiutare ad eliminare le principali cause di esacerbazione della malattia. Con il trattamento conservativo delle emorroidi cadute, il medico prescrive i seguenti farmaci:

  • Farmaci antibatterici Assegna per prevenire ed escludere l'infezione del nodo caduto.
  • I farmaci antinfiammatori sono necessari per alleviare l'infiammazione dalla zona interessata e ridurre le sensazioni spiacevoli.
  • Farmaci finalizzati alla rimozione del gonfiore. I decongestionanti aiutano a migliorare la microcircolazione e ad aumentare la pervietà e il tono delle vene.
  • Antidolorifici. Necessario per ridurre il dolore acuto.
  • Nel caso in cui le emorroidi cadute siano complicate da sanguinamento, vengono prescritti agenti emostatici.
  • Anticoagulanti. Farmaci prescritti per una migliore pervietà delle vene e prevenzione della trombosi.
  • Unguenti e creme per ridurre il dolore e ridurre le dimensioni delle emorroidi.
  • Lassativi: aiuta l'intestino a liberarsi delle feci.
  • Farmaci riparatori

Il trattamento conservativo può essere combinato con successo con le ricette della medicina tradizionale. Per escludere complicazioni, è necessario coordinarsi con il medico. È importante ricordare che con le emorroidi che cadevano, l'autotrattamento è severamente proibito.

Se non vi è alcun risultato dal trattamento conservativo, vengono prescritte operazioni minimamente invasive. A seconda del ciclo di esacerbazione, al paziente possono essere assegnati diversi tipi di procedure:

  • Trattamento laser delle emorroidi. È usato quando c'è una grande dimensione del nodo abbandonato o il pericolo di trombosi.
  • Metodo di trattamento delle onde radio per le emorroidi. Asportazione di emorroidi senza un forte impatto sugli organi interni.
  • Dezarterizatsiya. Il metodo non chirurgico aiuta a calcolare le arterie coinvolte nella formazione delle emorroidi.
  • Scleroterapia. Iniezione, incollando le pareti esterne del nodo.
  • Trombectomia. Rimozione di coaguli di sangue da emorroidi esistenti.
  • Gemorroideoktomiya. Asportazione della pelle appena sopra il nodo formato.
  • Metodo Longo. Chiusura della mucosa intestinale e riposizionamento dei nodi all'interno.
  • Crioterapia. Congelamento ed escissione di emorroidi esterne.

Il trattamento chirurgico è prescritto per il prolasso ricorrente di nodi con gravi processi infiammatori, sanguinamento, formazione di coaguli di sangue o se è impossibile correggere i nodi all'interno. Tutti gli interventi chirurgici rettali sono integrati da un trattamento conservativo. La chirurgia viene prescritta tenendo conto delle condizioni del paziente e delle complicanze che ne derivano.

prevenzione

Nel caso della fase iniziale delle emorroidi che sono saltate fuori, i pazienti non hanno fretta di contattare specialisti e preferiscono l'auto-trattamento. In questi casi, c'è solo un leggero miglioramento delle condizioni e la rimozione dei sintomi principali. Di norma, queste azioni portano a successive ricadute e alla progressione della malattia. Al fine di eliminare completamente la patologia, sono necessari un'attenta visita medica e una terapia complessa con conseguente prevenzione a lungo termine della malattia. Con un trattamento inadeguato, un nodo cadente può iniziare a sanguinare, e si formano coaguli di sangue e gravi sensazioni dolorose. Tutti questi problemi portano ad un inevitabile intervento chirurgico.

Nelle fasi iniziali della malattia, è importante raggiungere uno stato normale di flusso sanguigno nel retto utilizzando un metodo di trattamento complesso. L'uso di droghe senza ulteriore prevenzione e l'adesione a determinate regole di comportamento non sarà in grado di dare il risultato desiderato, che in seguito porterà all'evitabile ricaduta. Anche trattamenti inefficaci e di breve durata, saranno e minimamente invasivi.

Regole di base per la prevenzione della perdita di emorroidi:

  1. Normale funzione intestinale Con frequente stitichezza in un paziente con emorroidi c'è la necessità di spingere fortemente. Queste azioni portano ad un maggiore flusso di sangue nelle vene localizzate nel retto. Inoltre, feci dense contribuiscono al trauma della mucosa intestinale, a seguito della quale può svilupparsi un'ulteriore infiammazione. In questo caso, un aumento della quantità di fluido consumato, una dieta normale (con una grande quantità di alimenti a base di fibre) può aiutare.
  2. Attività fisica Per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni aiuterà le frequenti passeggiate e uno stile di vita attivo. Esercizio fisico, nuoto e camminata contribuiranno a migliorare la circolazione.
  3. Bath. Nel trattamento e nella prevenzione delle emorroidi è bene aiutare una varietà di bagni. Un bagno caldo con un set di erbe aiuterà a liberarsi dal prurito, alleviare l'infiammazione e migliorare il tono delle vene.
  4. Farmaci. Per prevenire la recidiva, è necessario assumere farmaci mirati a prevenire la trombosi e migliorare le condizioni dei vasi venosi.
  5. Rimedi popolari. Il metodo è perfetto per la prevenzione e il trattamento delle emorroidi. Una grande varietà di rimedi efficaci su base naturale, particolarmente adatti per la gravidanza.
  6. Sale: una grande quantità di sale consumata è in grado di trattenere l'acqua nel corpo, questo porta a gonfiore delle vene dell'intero sistema circolatorio.
Recensioni di trattamento

Rivedere №1

Per molto tempo ha sofferto di emorroidi cadute dopo il parto. Da quando stavo allattando, ho dovuto cercare un'alternativa a pillole e candele. Mia madre allora suggerì una ricetta molto efficace: il sottaceto con crauti doveva essere preso diverse volte prima dei pasti.

Per un'applicazione è necessario solo due cucchiai. E per uso esterno, è possibile utilizzare la stessa salamoia, solo sotto forma di lozioni calde. Dopo diverse applicazioni, i primi miglioramenti sono diventati evidenti. Ora uso sempre questo metodo.

Marianna, 35 anni - Samara

Rivedi il numero 2

Le mie emorroidi sono saltate fuori dopo un lungo lavoro in un cantiere. Solo ad un certo punto ci fu un urto e un forte dolore. Non c'era l'opportunità di andare dai dottori, ero in viaggio d'affari. Lo staff ha suggerito un metodo abbastanza efficace che ha aiutato molto.

La foglia di cavolo fresca deve essere schiacciata in uno stato di macerazione. Aggiungere una piccola quantità di miele alla poltiglia e applicare la miscela risultante direttamente al cono. Puoi anche mettere dentro un po 'di miscela. L'unguento si impone per tutta la notte. Il dolore scompare immediatamente e la condizione migliora significativamente.

Oleg, 55 anni - Mosca

Rivedi il numero 3

Per il trattamento delle emorroidi, ho usato il seguente metodo usando la foglia di cavolo. La foglia di cavolo deve sbattere un po '(fino a quando non si lascia il succo) e attaccare al cono. È necessario che il foglio sia completamente a contatto con l'urto. Quindi coprire il foglio con pellicola trasparente e avvolgere in una coperta o una coperta calda. Stare seduti con un impacco non richiede più di 40 minuti. Dopo la procedura, risciacquare il tutto con acqua tiepida e lubrificare con la crema.

Cosa fare se escono le emorroidi: metodi di trattamento, aiuto a casa

Vene anali varicose - una malattia piuttosto insidiosa, che inizialmente procede di nascosto, il che porta alla cronicità del processo patologico. Non è sorprendente che i pazienti si rivolgono al proctologo quando è emersa la emorroidi.

In questo caso, potrebbe già essere necessario un trattamento radicale, ad esempio un intervento chirurgico. Ecco perché è meglio farsi diagnosticare tempestivamente per escludere il progresso della malattia e il suo passaggio a una condizione complicata.

Qual è la causa della malattia?

Secondo molti scienziati, la causa principale delle vene emorroidali varicose è una funzione vascolare compromessa, o insufficienza venosa (congenita o acquisita).

A causa della debolezza delle pareti vascolari e della riduzione del deflusso di sangue nelle formazioni cavernose situate nel canale rettale e intorno all'anello anale, si forma una congestione che determina la formazione di emorroidi.

Oltre alla causa immediata delle emorroidi, ci sono fattori che provocano la sua comparsa. Questi includono:

  • difficoltà di movimento intestinale;
  • lavoro sedentario o permanente;
  • passione per il sollevamento pesi;
  • parto e nascita;
  • scarsa mobilità;
  • attività fisica pesante;
  • uso eccessivo di bevande alcoliche;
  • la predominanza di piatti piccanti, salati, in salamoia nel menu;
  • malattie infettive del tubo digerente.

Quindi, le emorroidi negli uomini, così come nelle donne, possono non apparire sempre, anche se c'è una predisposizione nella forma di insufficienza venosa.

Per le vene emorroidali varicose sorgere, è necessaria una combinazione di diversi fattori provocatori. Di conseguenza, al fine di prevenire un aumento e la perdita di formazioni cavernose, questi "provocatori" dovrebbero essere esclusi dalle loro vite.

Fasi del processo patologico

In modo che il paziente non sia infastidito dalla domanda su cosa fare se le emorroidi escono improvvisamente, il trattamento deve essere iniziato già nelle fasi iniziali del processo patologico.

Se la terapia non viene avviata in tempo, la probabilità di complicanze è elevata: infiammazione, fuoriuscita di formazioni cavernose all'esterno, loro infrazione e trombosi.

A seconda delle dimensioni dei noduli emorroidali e della gravità di altri sintomi, ci sono 4 gradi principali di dilatazione delle varici nelle vene:

  1. Il primo stadio di emorroidi. Il nodulo non è ancora completamente formato, il paziente è preoccupato per il disagio nel retto o nella regione perianale. Sono già state pronunciate sensazioni dolorose. Un piccolo nodulo interno viene rilevato solo mediante esame strumentale del canale rettale.
  2. Il secondo Il passaggio allo stadio successivo è caratterizzato dalla perdita di formazioni cavernose dal canale anale durante le feci. Tuttavia, in questa fase, il nodulo caduto è in grado di tornare indietro indipendentemente, poiché i muscoli rettali hanno ancora un tono sufficiente.
  3. Terzo. Un nodo emorroidario può uscire da un canale rettale non solo durante un movimento intestinale, ma anche nel caso di un pesante lavoro fisico. Il nodulo rilasciato fa male, può sanguinare, e può essere arretrato solo applicando gli sforzi, poiché da solo non ritorna al suo posto.
  4. Quarto. Un grumo cavernoso può uscire durante qualsiasi attività accompagnata da tensione muscolare: movimento intestinale, tosse, riso, movimento. Se le emorroidi escono, allora non sarà possibile regolarle da sole, sarà necessaria assistenza medica. A questo stadio il piccolo nodo che cade spesso fa male, sanguina, l'apparizione di una trombosi e la violazione è possibile.

Tuttavia, poiché è estremamente difficile prevedere il decorso di una malattia, il paziente deve sapere quali azioni dovrebbero essere intraprese in ogni fase del processo patologico.

Trattamento delle emorroidi al primo stadio

Come trattare con le emorroidi, se si mostra debolmente? Prima di tutto, dovresti contattare il proctologo non appena inizia a ferire nell'ano. Il medico curante determinerà il tipo di malattia (interna, esterna o combinata) e prescriverà una terapia farmacologica.

In questa fase, i farmaci più comunemente usati sono effetti locali - supposte e unguenti. Droghe popolari come:

  • pomata con eparina;
  • Hepatrombin G;
  • supposte all'olivello spinoso;
  • Fleming Unguento;
  • sollievo;
  • Anuzol;
  • Proctosedyl;
  • Troxevasin e altri.

Se viene rilevata un'insufficienza venosa, il medico può prescrivere e assumere farmaci venotonici sistemici. Questi medicinali migliorano il tono venoso, rafforzano le pareti vascolari e alleviano i pazienti dal ristagno nella regione pelvica.

Alla venotonica sono inclusi mezzi come Venaro, Detraleks, Troxevasin, Phlebodia 600, ecc. Ognuno di loro ha controindicazioni, quindi non dovresti prenderli da solo.

Il trattamento farmacologico è spesso integrato con medicine alternative. Possono essere fatti a casa da alcuni prodotti "improvvisati". Ad esempio, tali ricette popolari sono considerate efficaci come:

  • candele dalla polpa di patate;
  • supposte al miele o propoli;
  • vassoi sessili con decotti di piante medicinali;
  • microclittografi con infusi alle erbe;
  • impacchi di olio di olivello spinoso, ecc.

Le emorroidi possono essere curate negli studi iniziali? Se non ha avuto il tempo di entrare in una forma cronica, allora c'è un'alta probabilità di rallentare il processo e di dimenticare i sintomi spiacevoli per molto tempo (e, forse, per sempre).

Cosa fare se le emorroidi sono fuori nel secondo stadio?

Il secondo stadio è caratterizzato da un aumento significativo delle formazioni cavernose, quindi molti pazienti si trovano di fronte a una situazione del genere, quando la protuberanza infiammata è scesa e comincia a ricordare se stessa dal dolore e dal sanguinamento.

In una situazione del genere, la terapia complessa è obbligatoria, pertanto un elenco di venotonici e lassativi è prescritto ai farmaci locali elencati sopra (se il disturbo è accompagnato da stitichezza).

Inoltre, se le emorroidi escono, la questione di cosa fare a casa, familiare al paziente, è anche rilevante. Il medico può raccomandare:

  • bagni freddi (se c'è sanguinamento);
  • candele di ghiaccio (avvertiranno un'ulteriore perdita di noduli);
  • lozioni con infusioni di piante medicinali;
  • unguento alla cera d'api per la cura delle aree danneggiate.

Se la emorroidi è grande e la terapia conservativa non porta risultati positivi, può essere presa una decisione sul trattamento minimamente invasivo.

Cosa fare se le emorroidi saltano fuori al terzo stadio?

La malattia progredisce nel tempo, spesso si verificano processi infiammatori nelle aree colpite, il sanguinamento diventa più frequente e massiccio.

Poiché questo grado di dilatazione varicosa delle vene anali differisce dal fatto che i noduli cadono costantemente, anche con normale sforzo fisico, e loro stessi non ritornano all'ano, il paziente spesso deve inserirli con le proprie mani.

Se le emorroidi escono, può subire una lesione o trombosi. Pertanto, i coni caduti dovrebbero essere rimessi a posto, ed è meglio affidare questa procedura a uno specialista, dal momento che azioni scorrette possono solo complicare le condizioni del paziente.

L'algoritmo generale di comportamento in una situazione del genere è il seguente:

  1. Lavarsi accuratamente le mani e indossare guanti medicali (questo eviterà la possibile infezione dei noduli).
  2. Lubrificare la massa con unguento eparinico o gel Troxevasin per ridurre il dolore.
  3. Prendi la posizione necessaria: il corpo si piega un po 'in avanti, i muscoli glutei si allontanano, il nodulo brancola e viene premuto nell'ano con l'indice.
  4. Spremere i glutei, filtrare la valvola anale in modo che i noduli non strisciano di nuovo.
  5. Sdraiati sul letto, prendi una posizione comoda (è meglio stendersi dalla tua parte) e resta dentro per circa 30 minuti.

Quando si esegue questa procedura, non si dovrebbero fare sforzi eccessivi. Se è impossibile entrare nelle formazioni cavernose, si dovrebbe smettere di cercare e cercare un aiuto medico.

Di solito, al terzo stadio, anche la terapia complessa, compreso l'uso di compresse venotoniche e l'uso di rimedi locali, non aiuta più, poiché i muscoli della membrana mucosa sono molto allungati e i noduli cadranno.

Le tecniche mini-invasive più popolari sono:

  • legatura con anelli di lattice;
  • criochirurgia;
  • dezarterizatsiya;
  • indurimento dei nodi;
  • foto e coagulazione laser.

Tali interventi a basso impatto si svolgono senza anestesia generale (a volte non è richiesta anche l'anestesia locale), richiedono tempi molto lunghi e riportano rapidamente il paziente al solito modo di vivere.

Terapia del quarto stadio delle emorroidi

Questa è una forma complicata ed estremamente grave della malattia, che richiede esclusivamente metodi chirurgici di trattamento. I nodi possono uscire costantemente, non possono essere impostati correttamente, inoltre, spesso si presentano complicazioni - le formazioni cavernose sono trattenute o si formano trombi in esse.

Cosa fare se emorroidi infiammate saltato fuori nell'ultimo stadio della malattia? Sfortunatamente, rimane da preparare per la chirurgia. E prima avviene, meglio è per il paziente stesso.

In questa fase viene solitamente utilizzata l'emorridectomia: asportazione e rimozione dei noduli emorroidali. I proctologi distinguono 2 forme di intervento chirurgico radicale:

  • aperto - questa operazione è stata data questo nome, perché dopo l'escissione di formazioni cavernose, i bordi della superficie della ferita non sono serrati, ma rimangono aperti. Dopo un po ', la mucosa si riprende;
  • chiuso - la procedura stessa ripete l'intervento precedente, l'unica differenza è cucire i bordi della ferita. Ciò consente a volte di limitarsi all'anestesia locale. Inoltre, l'operazione è caratterizzata da un minor trauma e un periodo di riabilitazione più breve.

Un'altra procedura chirurgica è emorroidectomia sottomucosa. Si differenzia dai precedenti metodi di rimozione delle formazioni cavernose ingrandite in un modo più complesso.

Durante questa procedura, il chirurgo non eccita il nodulo stesso, ma la mucosa che si trova accanto ad esso. Cioè, il guscio viene tagliato, il nodulo stesso viene rimosso, dopo di che la mucosa viene ricucita. A causa della complessità della conduzione di questa tecnica è usato abbastanza raramente.

Trattamento della malattia emorroidaria nelle donne incinte

Le formazioni cavernose aumentate nella regione anorettale possono comparire durante il periodo di gestazione o nascita di un bambino. L'infiammazione e la perdita di emorroidi sono dovute a diversi motivi:

  • cambiamenti ormonali;
  • pressione dell'utero sulle vene della regione pelvica;
  • costipazione regolare;
  • chili guadagnati.

La questione di come e come trattare i coni emorroidali che sono usciti durante la gravidanza dovrebbe essere decisa solo da un medico. La scelta indipendente dei farmaci può danneggiare la salute della madre e lo sviluppo del feto.

Di solito, i medici prescrivono una terapia conservativa per le emorroidi, dal momento che le operazioni che coinvolgono l'anestesia sono estremamente indesiderabili in questo momento cruciale.

Le medicine prescritte a una donna incinta si distinguono per un minimo di controindicazioni e possibili effetti indesiderati, efficacia e composizione naturale.

Più spesso, i medici prescrivono le seguenti medicine comuni per il trattamento della malattia emorroidaria nelle donne incinte:

  • Unguento eparina - riduce i noduli, riduce la gravità dei processi infiammatori, gonfiore, previene la formazione di coaguli di sangue o risolve i coaguli di sangue già formati;
  • L'unguento di Fleming - un rimedio omeopatico naturale che combatte i principali sintomi delle vene emorroidali varicose;
  • le supposte di olivello spinoso e propoli sono medicine naturali che promuovono la rigenerazione accelerata della mucosa rettale;
  • Natalcid - candele a base di estratti di alghe brune, sono utilizzate per il sanguinamento e processi infiammatori nel canale rettale;
  • L'unguento Vishnevsky non è esattamente un farmaco anti-emorroidario, tuttavia è spesso usato nel trattamento della patologia proctologica, specialmente durante la gravidanza;
  • candele e unguenti Rilievo - i prodotti a base di grasso di fegato di squalo si distinguono per gli effetti anti-edematosi, rigenerativi, anestetici e antinfiammatori;
  • Detralex, Troxevasin, Phlebodia 600 - farmaci venotonici che migliorano il flusso sanguigno venoso, eliminando i segni di congestione negli organi pelvici, riducendo la fragilità e la permeabilità dei vasi sanguigni.

Se le emorroidi compaiono dopo il parto, la "gamma" dei metodi di trattamento è in qualche modo espansa. A una donna può essere prescritto un intervento chirurgico, tecniche minimamente invasive o assunzione di farmaci più gravi (se sono consentiti durante l'allattamento).

Come impedire che le emorroidi escano?

Quindi, fare con la perdita di noduli emorroidali può essere molto. Tuttavia, è molto più facile e saggio non trattare con le manifestazioni negative, ma prevenire il loro verificarsi.

I medici consigliano di seguire alcune regole che riducono significativamente la probabilità di una tale condizione:

  1. I pazienti con vene emorroidali varicose croniche non devono sollevare pesi. Tali azioni provocano un aumento della pressione all'interno del peritoneo, a seguito della quale i noduli si riversano nel sangue e cadono.
  2. È anche necessario trattare le malattie respiratorie e anche il comune raffreddore nel tempo, poiché la pressione intra-addominale può aumentare con la tosse. Casi simili sono caratteristici per le ultime fasi della malattia.
  3. Per le feci più facili attraverso il canale rettale, è possibile utilizzare lassativi o microcleati. Attenuano lo sgabello, abbassano il tono dei muscoli intestinali. Per lo stesso scopo vengono utilizzate supposte di glicerina o tamponi di olio di ricino.
  4. Per prevenire la stitichezza, i prodotti contenenti fibre alimentari (frutta, cereali) e bevande dovrebbero essere inclusi nella dieta. Una tale dieta aiuta ad ammorbidire le feci, la aumenta di volume, stimolando la peristalsi e la promozione delle masse fecali attraverso il canale rettale.
  5. È importante regolare lo stile di vita, rendendolo più attivo. I pazienti con emorroidi sono raccomandati per lunghe passeggiate, risparmiando gli sport (camminare, nuotare). Puoi anche eseguire esercizi di kegel che rafforzano i muscoli pelvici.
  6. È necessario abbandonare la carta igienica rigida, che danneggia e danneggia l'area anorettale. I medici raccomandano l'acquisto di prodotti per l'igiene morbida o salviettine umidificate speciali.
  7. Per evitare di cadere, è possibile utilizzare i bagni seduti, caldi e freddi (di solito sono alternati). Tali procedure ripristinano il tono intestinale. Tuttavia, i bagni caldi devono essere abbandonati.

Tutte queste raccomandazioni contribuiranno a ridurre il rischio di perdita di noduli e impedire la transizione delle emorroidi a fasi più gravi. Tuttavia, se le emorroidi sono ancora scovate, contattare immediatamente il proctologo. Quindi avvisa di possibili complicazioni.

Quali sono le complicazioni?

La questione di cosa fare se un nodo emorroidario è venuto fuori da me diventa rilevante non solo per la categoria di età della popolazione, ma anche per i più giovani. La risposta è ovvia: consultare un medico, perché c'è il rischio di complicazioni.

Una formazione cavernosa che emerge dal canale rettale porta all'emergere di forti sensazioni dolorose, che sono certamente spiacevoli, ma non sono fatali.

Le seguenti condizioni sono più pericolose:

  1. L'infezione. Attraverso la mucosa danneggiata delle emorroidi, i batteri patogeni possono penetrare, causando un forte processo infiammatorio.
  2. Necrosi. A causa della violazione dei muscoli delle valvole anali nel nodo emorroidario, il processo di necrosi dei tessuti inizia con il tempo, che minaccia di provocare sepsi.
  3. Perdita di sangue Un nodulo che raggiunge la "superficie" può essere ferito, che può causare gravi emorragie, a seguito della quale si verifica anemia.

Se il nodulo ha cambiato colore o struttura, è apparso un odore sgradevole, il paziente deve sempre cercare aiuto medico.

Se, tuttavia, le emorroidi cadessero, la domanda su cosa fare in una situazione del genere dovrebbe essere decisa da un medico esperto. Le azioni indipendenti non sono auspicabili, perché i metodi di trattamento sbagliati possono solo aggravare il benessere e portare a conseguenze indesiderabili.

In alcune situazioni, è possibile far fronte all'aiuto di medicinali, con gravi manifestazioni della malattia che combattono metodi esclusivamente radicali. La cosa più importante è un appello tempestivo al medico e l'attuazione di tutte le sue prescrizioni.

Cosa fare se compaiono le emorroidi

Considerando che in media 4 persone su 5 soffrono di emorroidi, si può dire che questa è una delle più comuni malattie non infettive. Le emorroidi infiammatorie e varicose infastidiscono uomini e donne, possono svilupparsi a qualsiasi età. Nelle donne, questa patologia si verifica spesso durante la gravidanza o durante il parto, le emorroidi negli uomini compaiono dopo un intenso sforzo fisico.

Ma tutti i pazienti sanno cosa fare quando escono le emorroidi? E, soprattutto, cosa fare in ogni caso è impossibile, per non aggravare la situazione. Vale la pena di più conoscere le caratteristiche della malattia e le sfumature esistenti.

Quali sono le fasi della malattia?

Come vengono trattate le emorroidi dipende direttamente dallo stadio di sviluppo della malattia. Naturalmente, nella fase iniziale è molto più facile liberarsene.

Ma è impossibile curare una forma trascurata senza un intervento chirurgico. In questo caso, possibile manifestazione di gravi complicanze.

Ci sono 4 fasi di emorroidi, ognuna delle quali è caratterizzata da sintomi e condizioni dei nodi.

Fase I

La formazione completa del nodulo non è ancora avvenuta, ma il paziente già avverte disagio nell'area dell'ano e del retto. È vero, non c'è ancora dolore. Il cono di piccole dimensioni può essere rilevato solo da un esperto in esame strumentale del canale rettale. In questa fase, non appare all'esterno.

Fase II

Durante questo periodo, la malattia è complicata e le formazioni cavernose cominciano a cadere fuori dall'ano durante un movimento intestinale. Tuttavia, il piccolo nodulo ritorna al suo posto indipendentemente, poiché i muscoli hanno ancora un tono sufficiente.

Fase III

Il nodulo inizia a uscire dal retto, non solo durante un atto di defecazione, ma anche durante l'esercizio. Fa male, appare il sanguinamento e puoi rimetterla in posizione solo se applichi gli sforzi, perché i muscoli non sono in grado di affrontare questo compito.

Stadio IV

Un urto cavernoso viene fuori a qualsiasi tensione muscolare: movimento intestinale, tosse, risate e movimenti. Oltre a sanguinamento e dolore severo, compaiono trombosi e incarcerazione.

Nonostante il fatto che la malattia sia ben studiata, è difficile prevederne il decorso, pertanto è auspicabile che il paziente sappia cosa fare se le emorroidi escono in una fase o nell'altra.

Trattamento della malattia in stadio I

Sì, a questo punto i noduli non appaiono ancora verso l'esterno, ma questo non significa che non ci sia bisogno di preoccuparsi. Al contrario, il trattamento tempestivo prescritto dal proctologo consentirà di evitare la loro ulteriore deposizione.

Tabella numero 1. Mezzi efficaci popolari per il trattamento delle emorroidi

Con significativa insufficienza venosa, uno specialista può raccomandare la terapia usando agenti venotonici sistemici.

Come vengono trattate le emorroidi nella fase 2?

Quando le emorroidi nel secondo stadio, c'è un significativo aumento delle emorroidi, inoltre, le formazioni infiammate sono sempre più al di fuori. E se le emorroidi escono, allora non è asintomatico - il dolore e il sanguinamento sicuramente ti daranno fastidio.

In questa fase dello sviluppo della malattia, i muscoli sono ancora in grado di riportare il nodulo spostato al loro posto, ma la condizione richiede cure mediche obbligatorie. È molto più difficile da curare quando la malattia inizia a progredire.

In questo caso, assicurarsi di vedere uno specialista che prescriverà un trattamento efficace. Include gli stessi mezzi raccomandati per il trattamento della malattia di stadio 1, ma la terapia è integrata con altri farmaci, ad esempio con un effetto lassativo (se il paziente è preoccupato per la stitichezza frequente).

Se il dolore è significativo, lo specialista prescrive un farmaco analgesico o analgesico non narcotico.

Se il nodulo emorroidario non è esterno, ma all'interno, cioè si sviluppa una emorroide interna, allora è meglio usare preparazioni topiche per il sollievo dal dolore nella forma di un unguento o di una supposta:

  • Ulraprokt;
  • Gepazolon;
  • Aurobin;
  • Proktoglivenol;
  • Nefluan e altri

L'esacerbazione della malattia nell'80% dei casi provoca lo sviluppo di trombosi emorroidaria.

Cono pieno di essudato sanguinante o purulento, può rimanere all'interno o cadere. La trombosi è accompagnata da sanguinamento, gonfiore e dolore severo. Come trattare questa complicazione?

Prima di tutto, si consiglia di utilizzare anticoagulanti locali, i migliori di essi sono Troxevasin e unguento eparina. Possono anche essere usati in combinazione con agenti idrosolubili: Levomekol, Levosin, Manifidus.

Per capire che la terapia aiuta, è possibile che il dolore diminuisca e il sanguinamento diventi più scarso e si fermi. Se ciò non accade e il sangue non si ferma, i farmaci locali sono inclusi nel trattamento che, dopo il riassorbimento, forma un film di fibrina:

  • Beriplast;
  • Androkson;
  • Tahikomb;
  • Spongostan.

Oltre ai mezzi della medicina ufficiale, in queste fasi si possono usare tecniche popolari. Inoltre, molti di loro aiutano se il nodo emorroidario è uscito durante la gravidanza o alla nascita. Dopo tutto, i farmaci naturali hanno meno effetti collaterali, ma prima di usarli è necessaria la consultazione con un proctologo.

Trattamento popolare per le emorroidi

Le emorroidi possono anche essere curate a casa se la malattia è nelle fasi 1-2. I seguenti effetti hanno un effetto positivo.

Bagni freddi

Il bagno deve essere preso in posizione seduta, la durata non è superiore a 5 minuti.

A tale scopo, è possibile ottenere una soluzione debole di permanganato di potassio (il colore del liquido deve essere rosa pallido). Lo strumento può essere utilizzato anche per lozioni che vengono applicate ai noduli caduti.

Tale trattamento non può essere usato se le emorroidi si sono formate nelle donne durante la gravidanza.

Candele di ghiaccio

Così come i bagni freddi, le candele di ghiaccio non sono raccomandate per le donne che si trovano in una posizione "interessante". Inoltre, non usarli in oncologia, epilessia e disturbi cardiaci.

Tinture e decotti alle erbe per uso interno

Se un nodulo usciva dall'ano e tornava al sito, allora è molto probabile che si tratti di un'infiammazione delle emorroidi dello stadio 2. La medicina tradizionale offre i seguenti mezzi efficaci:

  • Tintura di assenzio - 1 cucchiaio da tavola riempito con 100 ml di alcool e infuso per 24 ore in un luogo fresco e buio; dovrebbe essere preso 15 gocce al giorno. Lo strumento ha un forte effetto anti-infiammatorio e anestetico.
  • Infuso di achillea - un cucchiaio di materie prime viene versato 250 ml e insistere per diverse ore in un thermos. Si raccomanda di prendere se si verifica sanguinamento.
  • Tintura lobaznika - mezzo litro d'acqua è preso 1 cucchiaio. cucchiaio di materiale grezzo significa infuso per 10-12 ore. Dosaggio giornaliero: 1 tazza, il liquido viene bevuto in piccole porzioni durante il giorno. Lo strumento allevia, elimina l'infiammazione e gli agenti patogeni.
  • Decotto di camomilla: versare 40 g di fiori con mezzo litro di acqua bollente, tenere a fuoco basso per 5-7 minuti, quindi infondere e filtrare per 20 minuti. Prendi 1/3 di tazza al giorno. Lo strumento aiuterà ad alleviare gonfiori, infiammazioni e purificare il corpo dalle sostanze tossiche.

Comprime e lozioni

Le emorroidi sono prurito, bruciore, dolore, motivo per cui è consigliabile fare lozioni che possono ridurre tali sintomi.

Si consiglia di utilizzare decotti di decotti di erbe:

  • camomilla e iperico;
  • cime di carote;
  • Mullein ordinario.

Inoltre, le proprietà curative attive delle patate fresche.

Utilizzato anche succo di aloe fresco, olio di olivello spinoso, una soluzione di permanganato di potassio.

Inoltre, se il sito emorroidario è uscito, è possibile applicare un impacco con cera d'api o tintura di propoli.

Molto spesso, nella seconda fase della malattia, il paziente non deve resettare il nodo caduto, e un trattamento tempestivo consente di liberarsi rapidamente delle emorroidi. La cosa principale è non ignorare i sintomi e prendere le misure necessarie.

La terza fase di emorroidi: auto-rifornimento del sito

Gli esperti avvertono che i noduli che sono usciti possono essere trombizzati o pizzicati, quindi devono essere ripristinati. Ma come rimuovere l'educazione decaduta?

Puoi utilizzare le istruzioni passo passo:

  1. Prima della procedura è necessario osservare l'igiene - lavarsi le mani con sapone e usare guanti medicali.
  2. Il sito dovrebbe essere lubrificato con un mezzo per ridurre il dolore, montare unguento eparinico o Troxevasin.
  3. Il terzo passo è adottare una postura confortevole. Il corpo deve essere inclinato in avanti e le natiche divaricate.
  4. Usa il dito indice per tastare un nodo, quindi devi spingerlo delicatamente nell'ano.
  5. Le natiche si contraggono, sforzando la valvola dell'ano in modo che le emorroidi non cadano.
  6. Dopodiché, per consolidare il risultato, devi sdraiarti su un lato e rimanere in questa posizione per 30-40 minuti.

A volte tali eventi non sono richiesti e i proctologi suggeriscono un trattamento minimamente invasivo:

  • legatura usando anelli di lattice;
  • criodistruzione (esposizione al freddo);
  • disarterizzazione (legatura del sito vascolare arterioso);
  • indurimento dei noduli (introduzione di sostanze sclerosanti);
  • coagulazione con un laser.

Tali procedure sono eseguite senza anestesia generale, in alcuni eventi è necessaria l'anestesia locale.

Se la procedura di auto-riduzione non funziona e le protuberanze appaiono immediatamente all'esterno, allora stiamo parlando della fase 4 della malattia, e qui non possiamo assolutamente fare a meno dell'assistenza medica. In questo caso, è necessario un intervento chirurgico.

Non importa cosa abbia causato le emorroidi, va ricordato che questa è una malattia molto insidiosa. Nelle prime fasi, non disturba molto il paziente, ma può causare ulteriori gravi complicazioni. Sì, è possibile ripristinare il nodulo caduto da soli, ma è meglio non iniziare il disturbo e fare a meno di questo delicato problema.

Cosa si può fare a casa, se escono le emorroidi?

Le emorroidi escono spontaneamente, ma poche persone prestano attenzione ai suoi primi segni e non sempre riescono a riconoscerlo. Ancora più insidiosa sono le emorroidi croniche, che possono farsi sentire nel momento più inopportuno.

Trattamento domiciliare

Per le emorroidi, è prima necessario consultare un proctologo, che farà una diagnosi accurata e selezionerà una medicina efficace a seconda della fase e della presenza di complicanze.

Ma, se non c'è l'opportunità di visitare un medico, e le emorroidi sono infiammate, è necessario iniziare il trattamento il più presto possibile.

Se le emorroidi escono, a casa usano questi mezzi:

Combattere con le emorroidi è necessario, combinando diversi metodi di trattamento.

Tuttavia, anche se la riacutizzazione si ritrae rapidamente, è necessario sottoporsi a un intero ciclo di trattamento, in modo che le emorroidi successive non compaiano.

Bagni curativi

Per alleviare l'infiammazione aiuterà i bagni speciali a base di erbe medicinali. È desiderabile portarli fuori dopo ogni movimento di viscere. Questo strumento aiuta ad evitare l'infezione e ad alleviare sintomi spiacevoli. Le erbe più popolari sono:

  • Camomilla.
  • Calendula.
  • Sage.
  • Yarrow.
  • Radice di bardana
  • Uccello degli altipiani scozzesi.

Per preparare il bagno, è necessario versare un cucchiaio di piante essiccate con un bicchiere di acqua bollente e lasciare fermentare per 20 minuti a un'ora. La temperatura del brodo non dovrebbe essere superiore a 35 gradi. I bagni vengono utilizzati per 10-15 minuti.

Il trattamento con catrame di betulla si è dimostrato efficace, il che suggerisce di aggiungere un cucchiaio di catrame a 2 litri di acqua. Scioglierlo può essere solo in acqua bollente, ma la temperatura dei bagni sedentari dovrebbe essere confortevole e fresca possibile.

Comprime e lozioni

Nel trattamento di rimedi popolari emorroidi utilizzando rimedi erboristici. Per fare ciò, l'impacco viene inumidito con un decotto e applicato all'area del problema. Le emorroidi acute aiutano a trattare lozioni a base di succo di barbabietola o patate grattugiate. Devi farlo abbastanza spesso - fino a 5 volte al giorno.

Le foglie di Aspen hanno un buon effetto, che viene applicato all'area problematica per 2 ore. Aiutano a ridurre il numero di nodi ea riprendersi da soli. Tuttavia, in rari casi, le foglie di aspen causano una reazione allergica, che è una controindicazione assoluta all'uso di questo rimedio.

Per fare una crema, è necessario aggiungere un cucchiaio di piante essiccate a una tazza di acqua bollente e fare un impacco. Succo di aloe sotto forma di lozioni contribuisce alla rimozione di edema, infiammazione e irritazione che si verifica durante questa malattia.

Aiuta efficacemente e il trattamento con il ghiaccio, che viene avvolto in un asciugamano e applicato ai nodi. Influenzando il freddo sui nodi, è possibile ottenere la riduzione e l'auto-riduzione, ma tali procedure vengono utilizzate solo nelle fasi iniziali delle emorroidi.

clistere

Spesso, le emorroidi sono accompagnate da stitichezza, che complica il decorso della malattia. Inoltre, è preferibile introdurre supposte rettali dopo il completo svuotamento dell'intestino.

In questo caso vengono utilizzati i clisteri, che possono essere fatti sulla base di:

  • Decotto di erbe
  • Oli vegetali
  • Acqua bollita
  • Soluzione salina

La migliore opzione per le emorroidi sono i microclimi basati sull'olio di olivello spinoso. Ammorbidiscono le masse fecali, influenzano favorevolmente le aree danneggiate e alleviano l'irritazione.

candele

Il trattamento completo implica necessariamente l'uso di supposte rettali. In media, il corso di applicazione dura da 7 giorni a 2 settimane.

Farmaci più popolari:

  • Candele di olivello spinoso.
  • Soccorso.
  • Candele di eparina.
  • Proktoglivenol.
  • Proctosedyl.

Se le emorroidi compaiono dopo il parto o durante la gravidanza, si raccomandano le candele:

Nei casi più gravi, le candele sono utilizzate per alleviare il dolore:

  • Anestezol.
  • Ginkor Procto.
  • Procto-Glivenol.
  • Candele con adrenalina.

Le forniture mediche per gli adulti devono essere selezionate dal medico curante in base alla gravità dei sintomi e allo stadio di infiammazione. Ogni farmaco ha controindicazioni e può causare una reazione allergica.

compresse

Un trattamento efficace delle emorroidi a casa dovrebbe includere non solo i preparati locali, ma anche le compresse orali, che aiuteranno a rafforzare le pareti venose.

Tra le pillole può essere somministrato:

Il corso minimo del consumo di droga - una settimana. Questi farmaci aiuteranno a lenire le emorroidi e renderanno il trattamento più efficace. Per consolidare il risultato, ci vuole una ricezione piuttosto lunga - circa un mese.

Scelta di dispositivi medici

Allo stadio 1, le emorroidi rispondono bene al trattamento con metodi conservativi. L'uso di una supposta, bagni medici e lozioni permetterà di curare le emorroidi dello stadio 1-2 a casa.

Il terzo stadio richiede un trattamento più lungo e spesso richiede un intervento chirurgico. Durante il trattamento, si raccomanda l'uso di compresse per migliorare la resistenza dei vasi sanguigni e della parete venosa.

È inutile spalmare le emorroidi al 4 ° stadio con i farmaci più costosi. I metodi domestici nella migliore delle ipotesi aiuteranno ad alleviare la condizione.

dieta

Durante l'infiammazione delle emorroidi, deve essere prestata particolare attenzione agli alimenti ricchi di fibre. Aiuteranno a facilitare il processo di defecazione e fungeranno da prevenzione della stitichezza. La dieta quotidiana dovrebbe includere frutta e verdura. Crusca e cereali aiuteranno a migliorare il processo digestivo.

Cereali ammessi:

Verdure e frutta possono essere utilizzate quasi tutto, ma il modo migliore per stimolare la digestione può essere carote, barbabietole, cavoli e zucchine.

Utili sono varietà a basso contenuto di grassi di carne e pollame, nonché prodotti lattiero-caseari. Puoi bere tè alle erbe, tè leggero, bevande alla frutta e bevande alla frutta.

Mangiare spesso, ma in piccole porzioni. Il giorno hai bisogno di bere almeno 1,5 litri di acqua.

ginnastica

Per evitare il ristagno di sangue nella pelvi e per alleviare la condizione, si consiglia di eseguire esercizi speciali.

L'esercizio terapeutico è efficace se si sono verificate emorroidi post-partum e al fine di alleviare i sintomi infiammatori negli uomini:

  1. Esercizi di Kegel. Suggerire stringendo i muscoli dell'ano e del perineo, seguito da rilassamento. Puoi fare questo esercizio in qualsiasi momento opportuno, dal momento che non richiede la presenza di determinate condizioni e attributi.
  2. "forbici". Trovandosi sul pavimento, le gambe sono sollevate e incrociate, e poi oscillano di lato. L'esercizio fisico aiuta a rafforzare i muscoli pelvici e addominali.
  3. "Bicicletta". Esercizio, che è familiare a molti fin dall'infanzia. Eseguilo sul retro, simulando il ciclismo.

Aiuterà con il trattamento delle emorroidi nel massaggio prostatico maschile, prima del quale è necessario svuotare la vescica e l'intestino. Proprietà non meno favorevoli ha una doccia in aumento.

Indicazioni e controindicazioni

Il dolore acuto, il sanguinamento grave, il periodo di gravidanza e allattamento, così come l'età del bambino sono controindicazioni assolute per il trattamento delle emorroidi a casa.

Il metodo Kondakov, le ricette di medicina tradizionale e le pillole costose non avranno l'effetto desiderato se vengono scelte in modo errato.

È possibile curare le emorroidi a casa solo se la malattia è nella fase iniziale e non è evidenziata da una forte manifestazione di sintomi. In questo caso, un trattamento tempestivo aiuterà a prevenire la transizione della patologia alla forma cronica e ad eliminare completamente le emorroidi.

Come si fa?

Le procedure di igiene vengono eseguite prima che le unità vengano riposizionate e il gonfiore viene ridotto mediante preparazioni o un impacco con ghiaccio.

Dopo che il dolore diminuisce, indossano guanti medici di gomma, si mettono a quattro zampe, muovono i glutei con una mano e con l'altra mano, intingendo un dito nella vaselina, sistemano il nodo nel retto, spingendolo attraverso il canale anale.

Se è lasciato nel canale anale, è possibile una nuova perdita. Una volta impostato il nodo, è necessario comprimere lo sfintere e sdraiarsi per circa 30 minuti.

Recensioni

Konstantin: "E 'uscito dalle emorroidi a causa del duro lavoro, che non ha trattato - celidonia, patate, barbabietole e una varietà di erbe, così che alla fine ha iniziato la malattia fino al 3 ° stadio. Il medico consigliò di eseguire l'operazione, poiché le emorroidi erano con forti emorragie. Ho acconsentito, e non me ne pento, perché i dolori che una persona sperimenta allo stesso tempo sono incomparabili con il disagio dopo l'intervento chirurgico. "

Evgenia: "Il miglior rimedio per le emorroidi postpartum è supposte Natalcid. Ha usato il farmaco per 2 settimane in combinazione con i vassoi a base di camomilla e ha completamente curato l'infiammazione. I suoi amici sono riusciti a liberarsi di un problema simile con l'aiuto delle candele Relief. "

Articoli Su Varici