Vene varicose del bacino - sintomi e trattamento nelle donne

Le vene varicose del bacino nelle donne sono provocate da un fenomeno come la reiniezione di sangue attraverso la vena ovarica, che si verifica sullo sfondo della spremitura dei vasi sanguigni.

L'innesco per lo sviluppo della malattia è la gravidanza, vale a dire i cambiamenti ormonali osservati durante questo periodo e la crescente pressione dell'utero sui vasi pelvici.

Questo tipo di vene varicose si manifesta con un dolore addominale lungo e intenso, che di solito si manifesta dopo un intenso sforzo fisico costante o prima delle mestruazioni.

motivi

Perché appaiono le vene varicose del bacino e cos'è? Nella maggior parte dei casi, la malattia viene diagnosticata nelle donne e il più delle volte questa malattia si riscontra in pazienti di età compresa tra 25 e 45 anni.

Molto spesso, tali pazienti cercano innanzitutto di curare autonomamente le vene varicose - i rimedi popolari che vengono utilizzati senza un appuntamento e la consulenza specialistica può portare a effetti collaterali indesiderati, quindi è comunque necessario contattare un flebologo.

I fattori che provocano lo sviluppo di questa malattia includono:

  1. Stile di vita sedentario
  2. Sforzo fisico insopportabile.
  3. Problemi di natura ormonale.
  4. Malattie infiammatorie degli organi pelvici.
  5. Anomalie congenite delle pareti vascolari - sottosviluppo, aplasticità, debolezza.
  6. Problemi sessuali - anorgasmia, dolore e disagio durante i rapporti sessuali, avendo una natura psicologica di evento, spesso praticati rapporti sessuali interrotti.

Le vene varicose del bacino sono molto simili allo stato delle vene varicose nelle gambe. In entrambi i casi, le valvole nelle vene, che aiutano il flusso di sangue al cuore, soffrono. La funzione della valvola è compromessa per impedire il riflusso del sangue. Quando le valvole vengono distrutte, il sangue ristagna nelle vene del sangue. Le vene che si riempiono di sangue, si allungano e aumentano ancora di più la stagnazione. La sindrome da sovraccarico venoso pelvico si sviluppa principalmente vicino all'utero, alle tube di Falloppio, alla vulva e persino alla vagina.

I sintomi delle vene varicose del bacino

La presenza di varicose pelviche nelle donne può indicare un numero di sintomi. Il più importante di questi sono i dolori irragionevoli nel basso addome, nella zona pelvica, spesso vanno nella regione lombare o nel perineo. Inoltre, le donne possono essere disturbate dalle perdite di muco in forma abbondante dai genitali, specialmente nella seconda metà della fase mestruale.

Oltre al principale, ci sono anche altri sintomi ugualmente importanti degli organi pelvici varicosi nelle donne:

  1. Dismenorrea. L'aspetto del dolore durante le mestruazioni.
  2. In alcuni casi, la funzione della procreazione è compromessa.
  3. Irraggiamento doloroso alle zone del sacro e della zona lombare, nonché all'area inguinale.
  4. Il corso percettibile delle cosiddette sindromi premestruali.
  5. La comparsa di una crisi dolorosa (a causa di stress psicoemotivo, esaurimento fisico, ipotermia).
  6. Il fenomeno della dispareunia (la comparsa di sentimenti spiacevoli nell'area della vulva o della vagina, sia durante l'intimità che alla fine di esso).
  7. La comparsa di dolore nell'addome dopo uno sforzo prolungato (sia statico che dinamico).

Di fronte a questi sintomi, è necessario consultare immediatamente uno specialista. Dal momento che questa malattia può avere molte conseguenze spiacevoli:

  • interrotto gli organi del sistema riproduttivo;
  • le vene varicose possono essere una controindicazione al parto naturale;
  • c'è una sensazione di ansia e irritabilità;
  • c'è una paura delle relazioni sessuali.

Vale anche la pena notare che i suddetti sintomi possono essere espressi in modo diverso (più debole o più forte), alcune donne hanno tutti i segni della malattia e alcune ne hanno 1-2.

diagnostica

Per fare una diagnosi corretta, una donna subisce un esame completo completo.

Quando un paziente lamenta dolore derivante da una ragione poco chiara, il medico determina innanzitutto tutti i fattori che hanno causato il dolore. Ispezionare attentamente i piedi del paziente. In questo modo è possibile rilevare l'aspetto delle vene varicose. In casi speciali, una consultazione con un medico vascolare.

  1. Laparoscopia. Identifica le vene varicose nelle ovaie.
  2. Ultrasuoni del sistema venoso. Lo studio ti permette di vedere l'espansione delle vene, la loro tortuosità.
  3. Ecografia Doppler. Rileva una diminuzione della velocità sistolica nelle vene dell'utero e delle ovaie.
  4. Ovariancografia selettiva. Lo studio più accurato. Viene eseguita introducendo il contrasto attraverso le vene femorali e succlavia.
  5. Tomografia computerizzata Consente di escludere la patologia, identificare le vene varicose nell'utero e nelle ovaie, per mostrare la loro tortuosità ed espansione sullo schermo.

L'uso di tali metodi consente di determinare con maggiore precisione i sintomi della malattia.

gradi

Per standardizzare la diagnosi e tentare un approccio differenziale al trattamento, A.E. Volkov ha classificato le vene varicose del bacino, a seconda del diametro dei vasi dilatati e della localizzazione dell'ectasia venosa.

Ci sono 3 gradi di questa malattia:

  • Grado 1 - diametro della vena fino a 5 mm (qualsiasi plesso venoso del bacino), "shtoporobny" il corso della nave;
  • Grado 2 - diametro della vena 6-10 mm con un tipo totale di vene varicose, ectasia libera del plesso ovarico (pl.pampiniformis ovarii), pressione sanguigna delle vene parametriche (pl.uterovaginale), pressione arteriosa del plesso uterino arcuato;
  • Grado 3 - diametro della vena> 10 mm con un tipo di BP totale o un tipo di tronco di localizzazione parametrica.

A seconda della gravità del processo patologico nella pelvi, è possibile utilizzare metodi di trattamento conservativo e interventi chirurgici.

Trattamento delle vene varicose del bacino

Se a una donna sono state diagnosticate vene varicose pelviche, il trattamento mira a raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. Cessazione del flusso di sangue inverso attraverso le vene delle ovaie.
  2. Normalizzazione del tono delle vene, migliorando l'apporto di sangue ai tessuti.
  3. Rimozione dei sintomi: dolore, sanguinamento e così via.

La terapia VRVMT include due componenti principali a:

  1. Corso di farmaci durante l'esacerbazione.
  2. Uso costante della terapia fisica per la prevenzione delle recidive.

Quando le vene varicose del bacino di 1 o 2 gradi, di solito, vengono utilizzati metodi conservativi di trattamento (venotonics, farmaci antinfiammatori non specifici, terapia fisica). Il trattamento conservativo della sindrome della pletora venosa pelvica di piccole dimensioni è sintomatico, inclusa la normalizzazione delle condizioni di lavoro e di riposo, ad eccezione di uno sforzo fisico significativo e di una lunga permanenza in posizione eretta.

Dovrebbe essere chiaro che anche il trattamento di massima qualità non consente di curare completamente le vene varicose del bacino. Tuttavia, una terapia adeguata consente di eliminare la maggior parte delle manifestazioni cliniche e migliorare significativamente le condizioni del paziente.

Trattamento conservativo

A causa della posizione interna delle vene malate, i farmaci vengono prescritti per via orale, non è possibile utilizzare gel venosi e unguenti. Sono usati i seguenti mezzi:

  1. Diosmina (detralex, phlebodia) - per eliminare la maggiore elasticità dei vasi sanguigni, ridurre la loro permeabilità, prevenire la fragilità;
  2. Estratto di Ippocastano (escuzan) - per alleviare il gonfiore e l'infiammazione;
  3. Troxerutin (troksevazin) - per migliorare il deflusso del sangue dai vasi sanguigni danneggiati, migliorare il tono delle vene, ridurre l'edema e l'infiammazione;
  4. Vitamina C (askorutin) - per rafforzare le pareti dei vasi sanguigni.

Gli esperti raccomandano di combinare la terapia farmacologica con la terapia fisica e indossare biancheria intima speciale a compressione. Una necessità speciale per la biancheria intima di compressione si verifica durante la gravidanza.

Intervento chirurgico

La chirurgia è una misura estrema che viene applicata quando la malattia è molto trascurata e c'è una predisposizione alla pressione sanguigna delle vene. L'intervento chirurgico viene selezionato in base alla posizione delle principali violazioni e prevede tali procedure:

  • legatura della vena ovarica;
  • legatura della vena genitale (spesso in combinazione con miniflebectomia perineale);
  • Operazione di Troyanova-Trendelenburg (chirurgia incrociata) - in caso di lesione delle vene degli arti inferiori anche

Nel caso della necessità dell'intervento chirurgico, la selezione delle azioni appropriate è molto individuale, poiché tutto dipende dalla localizzazione delle vene varicose.

esercizi

L'esercizio terapeutico per le vene varicose del bacino consiste nei seguenti esercizi:

  1. Da una posizione eretta, con i piedi paralleli, alzati alle dita dei piedi e abbassati. Ripeti fino a 30 volte.
  2. Da una posizione eretta, i talloni sono combinati, calze a parte. Alzarsi su calze e cadere a 30 volte.
  3. Stai dritto, tira i talloni, allineando le calze. Aumenta con le calze fino a 30 volte.
  4. Fai una "bici" e "betulla", osservando il raddrizzamento completo delle gambe.

Gli esercizi possono essere eseguiti ovunque. Se lo desideri, puoi sostituire, aggiungere o ritrarre qualsiasi esercizio, la cosa principale è assicurarsi che il corpo non sia sovrallenato. La terapia fisica dovrebbe essere combinata con l'uso di calze a compressione.

Rimedi popolari

I rimedi popolari più popolari e famosi:

  1. Infuso di fungo del tè (chaga).
  2. Tintura di frutto di ippocastano per somministrazione orale.
  3. Trattamento con le sanguisughe, che si trovano sulla regione del sacro e del coccige.
  4. Infuso di radice di tarassaco o raccolta di erba a base di radice di tarassaco. Ha un effetto venoso.

Un ruolo significativo nel trattamento delle vene varicose e giochi dietetici - la nutrizione deve essere bilanciata e contenere una quantità sufficiente di proteine ​​animali e fibre vegetali.

prevenzione

Inoltre, segui alcune semplici raccomandazioni che serviranno non solo come profilassi per VRVMT, ma anche per migliorare le condizioni generali del corpo:

  1. Indossare speciali collant medicali.
  2. Esercizi di respirazione quotidiana.
  3. Fai una doccia di contrasto, concentrandoti sui fianchi, il perineo e il basso ventre.
  4. Durante i lavori seduti o in piedi, fai delle pause, cammina 5-10 minuti ogni 1-2 ore.
  5. Aggiungi alla dieta più verdure contenenti fibre e olio vegetale. Evitare cibi piccanti, salati e che possono causare stitichezza.

effetti

Le complicazioni più frequenti di questa malattia sono:

  • malattie dell'utero e appendici infiammatorie;
  • malattia della vescica;
  • sanguinamento uterino.

In condizioni di fuoriuscita venosa alterata, vi è il rischio di sviluppare trombosi venosa pelvica. Ma la frequenza di questo tipo di complicanze non supera il 3-5%.

Le vene varicose del bacino nelle donne

Le vene varicose sono scomparse in 1 settimana e non appaiono più.

Sfortunatamente, la malattia varicosa a volte copre non solo le aree visivamente visibili del corpo, dove può essere rapidamente rilevata e immediatamente iniziata a guarire. Nelle donne, c'è anche una patologia "nascosta", che copre la regione della vena pelvica, che si verifica abbastanza spesso e inizia in un'età piuttosto giovane. Questa malattia può causare una serie di sintomi spiacevoli e può avere gravi conseguenze se non trattata. Le vene varicose del bacino richiedono l'intervento di medici di specialità diverse, e solo un approccio completo e l'attenzione paziente per la propria salute possono garantire il successo nel recupero.

Caratteristiche della malattia

Drenaggio del bacino attraverso le vene uterine, che sfociano nella valvola con la vena ipogastrica. Anche nella funzione pelvica le vene delle ovaie con un sistema valvolare parziale, e questi vasi cadono nella vena cava inferiore a destra e la vena renale a sinistra. Attraverso le vene pelviche, i vasi dell'utero si uniscono con le piccole vene delle labbra, del retto, dell'ano e del perineo. Il deflusso di sangue dalle vene pelviche è regolato cambiando la pressione nel peritoneo, il tono vasocostrittivo delle vene stesse e altri meccanismi. La velocità del flusso sanguigno viene eseguita da valvole che bilanciano la pressione in tutti i reparti vascolari.

Il sistema venoso degli organi interni del bacino e delle vene del perineo, come altre navi, è soggetto a vari cambiamenti patologici. La condizione del muro venoso è influenzata da disturbi ormonali, dall'assunzione di alcuni farmaci, da malattie infiammatorie e da molti altri fattori. Tutti loro in combinazione con i legamenti uterini "inversi" possono portare al fatto che vi è un'espansione patologica dei vasi sanguigni, alla fine si sviluppa la malattia - vene varicose del bacino, o vene varicose del bacino (VRVMT).

Le vene varicose interne sono sempre problemi nella diagnosi. Di solito una donna con questa patologia cerca aiuto da un medico per il dolore addominale inferiore. Poiché le cause di questa condizione sono molteplici, è spesso molto difficile stabilire una diagnosi rapidamente. La malattia può essere mascherata da problemi ginecologici, urologici, chirurgici e persino ortopedici. La prevalenza di ARVMT è piuttosto ampia: nelle ragazze giovani prima della nascita e della gravidanza, la malattia è già presente nel 19% dei casi e nelle donne in menopausa il tasso può raggiungere l'80%. Molto spesso, la malattia debutta con manifestazioni cliniche durante la gravidanza (fino al 30% dei casi). In questo caso, si tratta principalmente di varicocele nelle donne - vene varicose delle ovaie (oltre l'80%). I vasi dell'ampio legamento dell'utero interrompono il loro lavoro in appena l'1% delle situazioni. A volte ci sono vene varicose dell'anca, vene varicose della zona dei glutei, cioè, la patologia va oltre i limiti della piccola pelvi.

VRVMT può esistere in due forme:

  1. sindrome di pletora venosa;
  2. vene varicose del perineo e della vulva.

Questa classificazione è piuttosto condizionale, poiché nella metà dei casi viene prima osservata una variante del decorso della malattia, che viene successivamente integrata dal secondo.

VRMT è pericoloso per i suoi effetti dannosi. Il ristagno di sangue nei vasi porta alla sterilità, aborto abituale, deterioramento dell'utero e delle ovaie. Inoltre, questa malattia causa quasi sempre lo sviluppo di vene varicose di altri siti, così come le emorroidi. Una donna soffre di dolore durante il rapporto sessuale, disturbi del sonno e prestazioni. Ci sono anche patologie infiammatorie dell'utero, sanguinamento disfunzionale dall'utero, malattie delle appendici, vescica. La complicanza più grave della malattia è la trombosi e la flebite delle vene pelviche con il rischio di separazione dei trombi.

Cause della manifestazione

Nelle donne, le vene pelviche possono essere dilatate per vari motivi. Ci sono due ragioni principali:

  1. Violazione di fuoriuscite di sangue o occorrenza di ostruzione della vena ovarica e comparsa di stasi venosa.
  2. Blocco del tronco venoso e sviluppo di un percorso collaterale (alternativo) di circolazione sanguigna.

I prerequisiti immediati per il fatto che una donna inizi a sviluppare fenomeni patologici di questo tipo possono essere:

  • curva dell'utero;
  • ipoplasia congenita delle vene pelviche;
  • flebite pelvica;
  • trasferita trombosi venosa pelvica;
  • angiodisplasia artero-venosa;
  • ridotta elasticità vascolare dovuta a cambiamenti ormonali;
  • gravidanza multipla;
  • tumori dell'utero, ovaie;
  • endometriosi;
  • malattia del tessuto connettivo;
  • compressione delle vene dello spazio retroperitoneale.

In generale, il varicocele più comune nelle donne viene rilevato durante la gravidanza e, dopo il parto, alcune vene dilatate possono essere sottoposte a inversione inversa. Tuttavia, la suscettibilità allo sviluppo della malattia causa una progressione lenta dei suoi sintomi con l'età.

Si ritiene che l'aumento dell'ormone progesterone nel sangue, che causa la disfunzione delle cellule muscolari lisce, influenzi l'elasticità delle vene. Non può influenzare le vene pelviche e la compressione del loro utero allargato, quindi molte donne incinte affrontano il problema del VRVMT.

I fattori di rischio per lo sviluppo delle vene varicose pelviche sono l'ereditarietà aggravata, le gravidanze multiple, gli aborti, la contraccezione ormonale e la terapia ormonale sostitutiva. In un certo modo, l'ecologia sfavorevole nel luogo di residenza, gli effetti teratogeni durante la gestazione, l'ipodynamia, il lavoro in piedi, la posizione seduta, il lavoro fisico, varie disfunzioni sessuali influenzano lo stato delle vene pelviche. Nel gruppo a rischio sono anche le donne con livelli di estrogeni fortemente elevati nel corpo e affetti da altre malattie ormonali.

I sintomi delle vene varicose del bacino

Di solito, quando la malattia inizia nell'adolescenza, non causa alcun sintomo patologico. La ragazza si sente normale e i cambiamenti nelle vene pelviche possono essere rilevati per caso, usando metodi di esame dettagliati. In alcuni adolescenti con varicocele, l'unico segno della malattia può essere un'abbondante scarica mucosa dalla vagina, a causa della quale a volte vengono eseguiti diversi cicli di trattamento della colpite inesistente.

Il segno clinico più caratteristico del VRVMT, che appare già al raggiungimento dell'età riproduttiva, è la sindrome del dolore (più del 95% dei pazienti presenti). Si preoccupa di una donna costantemente o periodicamente, ma durante tutta la sua vita, acquisisce una manifestazione speciale in menopausa. Di solito, il dolore diventa più forte nella seconda fase del ciclo, dopo l'ovulazione. Appare nell'addome inferiore, irradiato all'osso sacro, nella parte bassa della schiena, può essere acuto o dolorante.

Altri possibili sintomi delle vene varicose del bacino:

  • sindrome premestruale piuttosto spiacevole;
  • aumentando la sensibilità della pelle del perineo, la mucosa della vagina;
  • secrezioni vaginali permanenti - trasparenti, biancastre;
  • interruzione del ciclo mestruale;
  • sensazione di pesantezza, pressione nel bacino, specialmente se la donna è seduta o in piedi da molto tempo;
  • a volte - patologia della minzione sullo sfondo della pletora della vescica delle vene;
  • dolore durante il rapporto sessuale alla fine della giornata;
  • dolore nelle ultime fasi della gravidanza;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • la comparsa di vene gonfie sulla zona dei glutei, il lato esterno della coscia, sugli organi genitali esterni; Maggiori informazioni sull'espansione varicosa sulle labbra
  • gonfiore della vulva, vagina;
  • aumento periodico del peso corporeo di 2-4 kg. a causa dell'effusione di liquido nella cavità pelvica;
  • debolezza, apatia, sensazione di stanchezza;
  • stati depressivi.

Poiché sintomi simili sono stati osservati in molte patologie ginecologiche, tra cui il mioma uterino, l'endometriosi, il prolasso uterino, la diagnosi deve essere approfondita e includere la differenziazione di VRVMT con i problemi indicati.

La manutenzione è

In caso di una sindrome da dolore prolungato nell'addome inferiore, il ginecologo, a cui la donna fa riferimento, deve necessariamente indirizzarla a un angiosurgeon o flebologo per escludere le vene varicose pelviche. In generale, il sistema di esame dei pazienti con sintomi simili comprende inizialmente un esame ginecologico completo e una valutazione degli indicatori generali di salute clinica.

Dopo che i problemi "superficiali" sono stati trovati o esclusi, vengono effettuati studi di screening del sistema venoso:

  • ecografia;
  • ecografia doppler pelvica;
  • TC o MRI;
  • esame vaginale.

Già in questa fase, è possibile identificare la patologia del sistema venoso. Quando l'esame vaginale ha rivelato i segni sospetti della malattia - disagio con la palpazione delle pareti pelviche, noduli palpabili delle vene, pallore, cianosi della vagina. Durante l'ecografia Doppler, è possibile rilevare disturbi organici già in fase preclinica, anche negli adolescenti. Questo metodo è ora il "gold standard" per la diagnosi delle vene varicose pelviche, in quanto consente di vedere un aumento del diametro delle vene di questa zona anatomica e una diminuzione della velocità di picco del flusso sanguigno nelle vene.

In alcuni casi difficili, la diagnosi può essere fatta solo dopo uno studio invasivo. Questo potrebbe richiedere:

  • flebografia trans-dosaggio;
  • ovarikografiya;
  • laparoscopia.

Questi metodi permettono di scoprire le esatte condizioni del sistema venoso pelvico, valutare l'efficacia delle valvole, rilevare la presenza di coaguli di sangue, studiare le caratteristiche dei plessi venosi e artero-venosi, ecc. Ma questi metodi sono abbastanza difficili da eseguire, quindi vengono eseguiti solo in assenza dei dati necessari da un ultrasuono o MRI, CT. Dopo aver confermato la diagnosi, il medico determina il grado di dilatazione della vena pelvica:

  1. primo grado - vene con un diametro fino a 5 mm., il corso della nave è "a forma di spin";
  2. secondo grado - vene con un diametro di 6-10 mm., tipo totale di vene varicose, danno al plesso ovarico;
  3. terzo grado - vene con diametro superiore a 10 mm. qualsiasi localizzazione.

Metodi di trattamento

Gli obiettivi del trattamento di questa patologia sono i seguenti:

  1. riportare alla normalità il tono delle pareti delle vene;
  2. eliminazione della stasi del sangue nelle vene pelviche;
  3. prevenire la progressione della malattia;
  4. ottimizzazione del trofismo tissutale.

Per raggiungere questi obiettivi, è necessario trattare l'ARVMT nelle donne in modi diversi a seconda dello stadio della malattia. Nel primo o nel secondo stadio, la guarigione è possibile prendendo la venotonica per le vene varicose, la nutrizione speciale, l'esercizio fisico, altri metodi e metodi conservativi. Il terzo stadio del varicocele viene trattato con tecniche chirurgiche. Quando le vene varicose del bacino non sono molto importanti le misure di trattamento farmacologico, che sono selezionate da un flebologo o da un chirurgo vascolare e possono includere tali misure:

  1. Dieta. Esclusi cibi grassi, fritti, alcolici, l'enfasi nella dieta è su verdure, cereali, frutta, oli vegetali.
  2. Indossare biancheria intima a compressione (collant di design speciale, bende, mutandine).
  3. Controllo del tempo trascorso in posizione verticale.
  4. Smettere di fumare
  5. Normalizzazione delle condizioni di lavoro.
  6. Esercizi di respirazione: respiri lenti e profondi ed esalazioni, compreso il lavoro dei muscoli della parete addominale anteriore.
  7. Contraccezione ragionevole, forse, il rifiuto di farmaci ormonali.

A un paziente obbligatorio viene assegnata la ginnastica. In generale, dovrebbe quasi sempre essere fatto sdraiato. Esercizi che la ginnastica dovrebbe includere sono le ben note "biciclette", "betulle", "forbici", che caricano a malapena la parte bassa della schiena, ma costringono le gambe a lavorare, il che migliora il deflusso di sangue dalla piccola pelvi. Inoltre, il paziente sarà utile camminare in circolo con un alto innalzamento delle ginocchia, fianchi, nuoto, ma solo in misura moderata e in consultazione con il medico.

Droga e altri farmaci per il trattamento delle vene varicose possono essere i seguenti:

  1. fleboprotectors (Venoruton, Detralex, Endotelon, Ginkor Fort);
  2. farmaci anti-infiammatori (Ketonal, Ibuprofen);
  3. farmaci per terapia enzimatica (Wobenzym, Flogenzym);
  4. farmaci per migliorare la microcircolazione del sangue (pentossifillina, Trental, Actovegin);
  5. lubrificazione delle vene sporgenti sulle cosce, perineo, organi genitali esterni con creme e gel con venotonica;
  6. l'irudoterapia sulla zona del coccige (più applicabile ai metodi di trattamento non tradizionali, ha le sue controindicazioni).

La terapia farmacologica deve essere applicata nei corsi, e la sua parte, che mira a anestetizzare il basso addome - solo nel periodo acuto, se necessario.

Ma il trattamento dei rimedi popolari può essere effettuato più spesso e, se approvati dal medico, tali "farmaci" non arrecheranno alcun danno. Un effetto positivo in caso di vene varicose del bacino è fornito da:

  1. Versare 100 g di frutto di castagno tritato 0,5 litri di vodka, lasciare per 14 giorni. Prendi dentro 20 gocce di tintura tre volte al giorno.
  2. Preparare un cucchiaio di radici di tarassaco con un bicchiere di acqua bollente, lasciare per 2 ore. Bere 50 ml quattro volte al giorno.
  3. Spremere il succo dalle carote, aggiungere 1 cucchiaino di olio vegetale a 100 ml di succo. Prendi una volta al giorno al mattino un "cocktail".

Il risparmio del dolore e la progressione della malattia sono un'indicazione per i metodi di trattamento chirurgico. Eseguire in modo ottimale l'embolizzazione delle vene delle ovaie sotto il controllo dell'angiografia con l'aiuto dell'introduzione di sostanze sclerosanti o spirale embolica. Ci sono altri tipi di operazioni che possono essere eseguite con le vene varicose del bacino nelle donne:

  • resezione delle vene attraverso l'accesso laparotomico;
  • ritaglio delle vene pelviche;
  • riparazione del legamento uterino;
  • flebectomia, microflebectomia perineale;
  • crosssectomia se le vene delle estremità sono ulteriormente colpite.

Sfortunatamente, anche dopo un intervento chirurgico, la malattia può svilupparsi nuovamente e può anche causare complicazioni, pertanto le indicazioni per l'intervento dovrebbero essere chiare e non ambigue.

Caratteristiche del trattamento in donne in gravidanza

Se la patologia viene rilevata nella futura madre durante un'ecografia, il trattamento durante la gestazione viene eseguito con parsimonia. Indubbiamente, una donna inizia a indossare calze a compressione, oa fare bendaggi elastici sui piedi. Venotonica nominata e autorizzata, in particolare, il farmaco Flebodia 600, che è sicuro in 2 e 3 trimestri. Topicamente applicati ai fianchi sono Troxevasin, Lioton, unguento eparina, ecc.

Misure urgenti, comprese quelle che prevedono metodi di trattamento minimamente invasivi, sono prese dal medico in caso di varici varicose, poiché durante la nascita è possibile un forte sanguinamento sullo sfondo di una rottura delle navi venose. Anche il trattamento conservativo di qualsiasi tipo e stadio delle vene varicose pelviche in donne in gravidanza è obbligatorio, poiché la patologia può provocare ipossia fetale, insufficienza placentare e altre complicanze.

Come sono il parto nell'espansione delle vene

Di solito, nella fase 1-2 della patologia, una donna può partorire in modo indipendente, ma in tutte le situazioni ci sono delle eccezioni quando il parto naturale diventa pericoloso. In presenza del processo infiammatorio nelle vene, vene varicose dell'inguine, vulva, vagina, viene eseguito un taglio cesareo pianificato. Il giorno del parto o dell'intervento chirurgico, una donna viene messa su uno speciale indumento a compressione, o bende. I farmaci che impediscono la formazione di coaguli di sangue sono necessariamente iniettati nel sangue. Durante il parto naturale, il medico stringe il tessuto varicoso con un palmo in un tentativo in modo che il loro apporto di sangue non aumenti.

Cosa non fare

Per non danneggiare se stessi, è necessario, subito dopo la scoperta della malattia, abbandonare il duro lavoro, distribuire ragionevolmente il carico: il travaglio fisico, il sovraccarico, molti tipi di attività sportive possono provocare la progressione delle vene pelviche. Non si può continuare a fumare, abusare di alcol: questo provoca un rapido aumento della debolezza della parete venosa. Se il medico indica la necessità di rifiutare la contraccezione ormonale, si dovrebbe seguire rigorosamente le sue raccomandazioni.

Prevenzione delle malattie

Affinché la malattia non abbia mai disturbato la donna, sono state sviluppate le seguenti misure preventive:

  • esclusione di un lungo soggiorno in una posizione;
  • ginnastica di produzione;
  • evitare pesanti sforzi fisici;
  • sbarazzarsi di stitichezza;
  • una dieta con un'abbondanza di fibra vegetale;
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • cavallo doccia quotidiana;
  • dormire con le gambe leggermente sollevate;
  • indossando solo scarpe comode.

In gravidanza, a partire dalla 30a settimana, dovresti dormire dalla tua parte: questo aiuterà a prevenire un grande carico sulle vene pelviche. Una visita anticipata a un medico aiuterà a liberarsi completamente dai segni delle vene varicose, anche se così gravi come descritto nell'articolo.

Sei uno di quei milioni di donne alle prese con le vene varicose?

E tutti i tuoi tentativi di curare le vene varicose sono falliti?

E hai già pensato a misure radicali? È comprensibile, perché le gambe sane sono un indicatore di salute e un motivo di orgoglio. Inoltre, è almeno la longevità dell'uomo. E il fatto che una persona protetta dalle malattie venose sembri più giovane è un assioma che non richiede prove.

Pertanto, ti consigliamo di leggere la storia del nostro lettore Ksenia Strizhenko su come ha guarito il suo pianto Leggi l'articolo >>

Tratta in tempo le vene varicose del bacino - per vivere una vita piena

Le vene varicose del bacino sono una condizione patologica comune, caratterizzata da dolore prolungato ed estenuante nell'addome inferiore. Spesso questo tipo di vene varicose appare nelle donne di età compresa tra 25 e 45 anni.

Se la diagnosi corretta non viene fatta, i pazienti assumono vari farmaci per anni, vengono curati per malattie infiammatorie, ma il dolore non scompare. Molto spesso si verificano alla fine del ciclo mestruale o dopo un prolungato sforzo fisico prolungato.

Cause di malattia

Questa malattia può verificarsi a causa dei seguenti fattori:

  • disturbi circolatori durante la gravidanza negli organi pelvici;
  • costante uso della gravità e forzato da lungo tempo o seduto;
  • alcune caratteristiche della vita sessuale e protezione impropria dalla gravidanza (ad esempio, rapporti sessuali interrotti;
  • predisposizione genetica (pareti deboli di vasi sanguigni);
  • cambiamenti nella forma dell'utero;
  • La gravidanza è spesso il fattore scatenante per lo sviluppo di questa malattia.

I pazienti lamentano dolore persistente ed estenuante nell'addome inferiore.

Sintomi e gravità

La presenza di pelvi varicose può indicare un numero di segni. I principali sono dolori irragionevoli nell'addome inferiore, nella zona pelvica, spesso vengono dati alla regione lombare o al perineo.

I sintomi più comuni delle vene pelviche includono:

  • Dolore persistente nell'addome inferiore, dovuto a carichi statici e dinamici prolungati.
  • Alla fine del ciclo mestruale, aumentando il dolore.
  • A causa dello stress psico-emotivo, del superlavoro fisico e del raffreddamento, spesso ci sono crisi dolorose.
  • Durante l'intero rapporto, c'è disagio, forte dolore alla vagina e alla vulva, a volte il dolore rimane dopo.
  • I noduli venosi compaiono nella regione posteriore della coscia, nelle natiche e nella zona perineale.

Di fronte a questi sintomi, è necessario consultare immediatamente uno specialista. Dal momento che questa malattia può avere molte conseguenze spiacevoli:

  • interrotto gli organi del sistema riproduttivo;
  • le vene varicose possono essere una controindicazione al parto naturale;
  • c'è una sensazione di ansia e irritabilità;
  • c'è una paura delle relazioni sessuali.

diagnostica

Diagnosticare la varicosi pelvica non è facile. In precedenza, in questa malattia, è stata effettuata una diagnosi errata e pertanto è stato prescritto un trattamento errato, con conseguenti complicanze. Alcuni medici eseguirono un'operazione ingiustificata per rimuovere l'utero, che comportò una perdita della funzione riproduttiva e mestruale.

Nel nostro tempo, la diagnosi è diventata più perfetta. Per identificare la malattia, viene eseguito un esame globale completo della donna. Il medico, avendo incontrato un paziente che lamenta dolore di natura non chiara, verifica i fattori che provocano l'insorgere di dolore, esamina le gambe del paziente per determinare se ci sono manifestazioni di vene varicose sugli arti inferiori. Se necessario, il paziente viene inviato al chirurgo vascolare per la consultazione.

  • esame ecografico degli organi pelvici e degli arti inferiori, che consente di esaminare l'utero, le ovaie e la vescica e vedere se ci sono vene varicose degli organi pelvici.
  • Studio Doppler per identificare le caratteristiche della circolazione sanguigna nelle formazioni vascolari che si trovano in quest'area
  • attraverso la flebografia materna, permettendo di vedere il luogo di formazione di coaguli di sangue.
  • loparoscopia diagnostica (eseguita in casi controversi, per escludere la presenza di malattie contigue e per fare una diagnosi accurata).

Grazie a questi metodi, i sintomi della malattia vengono rilevati con grande precisione.

Stadio della malattia

Le vene varicose del bacino sono divise in tre fasi:

  1. Il primo stadio è caratterizzato da vene allargate di diametro a 5 mm e le vene si espandono sul margine superiore dell'ovaio sinistro. Le vene varicose primarie nella pelvi sono solitamente associate all'insufficienza valvolare acquisita o congenita delle vene ovariche.
  2. Il secondo stadio è caratterizzato da venature che sono ingrandite di diametro a 10 mm. Coprono l'ovaia sinistra. Nello stesso tempo ci sono vene varicose dell'utero e l'ovaia destra.
  3. Il terzo stadio è caratterizzato da venature che hanno aumentato il diametro di oltre 10 mm. In questa fase, c'è una dilatazione varicosa dell'ovaio destro, che ha un diametro vicino a sinistra. La causa delle vene varicose terziarie sono patologie ginecologiche sotto forma di vari tumori.

Il trattamento è prescritto in base allo stadio della malattia.

Nella diagnosi del primo o del secondo stadio, terapia farmacologica e fisioterapia di solito utilizzate. Con le vene varicose del terzo stadio, viene utilizzato l'intervento chirurgico.

Com'è il trattamento delle vene varicose del bacino

Questa malattia viene diagnosticata e curata da un chirurgo vascolare o da un flebologo.

Con un trattamento conservativo, le vene varicose del bacino vengono trattate singolarmente, a seconda dello stadio della malattia.

Nella prima fase vengono utilizzate solo tecnologie conservative: prodotti di compressione, venotonics, terapia fisica, che aiutano:

  • normalizzare il tono venoso;
  • prevenire il ristagno nei vasi pelvici;
  • migliorare il trofismo tissutale.

Quando si esegue una terapia medica, il medico prescrive un unguento, prendendo mezzi venotonici e altri per aiutare a migliorare il sangue.

La terapia farmacologica viene utilizzata solo nei periodi di esacerbazione.

Il trattamento conservativo dovrebbe includere:

  • Portare a un normale stato di lavoro e condizioni di riposo, in cui sono esclusi l'attività fisica e la permanenza prolungata del paziente in posizione eretta.
  • Correzione della dieta In questa malattia, la dieta è molto utile - sotto forma di una dieta sana con una quantità sufficiente di fibre vegetali, necessaria per prevenire la stitichezza. Inoltre, non fare a meno di proteine ​​animali, che aiuta a ripristinare le pareti venose.
  • Rifiuto completo di alcol e nicotina.
  • Obbligatorio indossare collant terapeutici. Aiutano a migliorare il flusso sanguigno dal plesso venoso del perineo e dei glutei, nonché dalle vene degli arti inferiori.
  • Doccia quotidiana nell'area del cavallo.
  • Esercizi di manipolazione fisica, eseguiti principalmente sdraiati.
  • Esercizi di respirazione

La terapia farmacologica viene utilizzata solo nei periodi di esacerbazione. Di solito il medico prescrive farmaci venoattivi. Aiutano a ridurre l'intensità del dolore e ad eliminare altri sintomi della malattia.

Grazie al trattamento conservativo, si ottiene la remissione a lungo termine della malattia, migliorando nel contempo la qualità della vita dei pazienti.

Se l'effetto della terapia conservativa non si verifica, viene applicato un trattamento chirurgico. Come è noto, i metodi operativi sono sempre associati a un rischio, quindi l'accesso tempestivo a un medico aiuterà ad evitare un intervento chirurgico.

Guarda il video in cui la dottoressa Tatyana Baranova parla di vene varicose in un linguaggio popolare e fornisce una serie di consigli utili.

Qualche dolore nel basso addome? Forse questo pelvi varicosi

Ridurre l'elasticità delle pareti delle vene porta allo sviluppo delle vene varicose. Questo problema riguarda prevalentemente le donne. La malattia appare a causa della compromissione della pervietà o del blocco del letto venoso nella zona degli organi pelvici. Allo stesso tempo ci sono nuovi modi di deflusso venoso.

A causa della scarsa pervietà vascolare, il sangue viene restituito alla vena ovarica. Questa è una malattia sgradevole che devi essere in grado di riconoscere, quindi considereremo anche i sintomi delle vene varicose del bacino.

Varici pelviche: cause

Lo sviluppo delle vene varicose della pelvi si verifica sullo sfondo della displasia del tessuto connettivo.

Le presunte cause delle vene varicose pelviche nelle donne e negli uomini includono:

  • gravidanza e disturbi correlati del flusso di sangue dovuto alla compressione del letto vascolare da parte dell'utero in crescita, cambiamenti ormonali;
  • predisposizione genetica associata a pareti venose deboli;
  • produzione eccessiva di ormoni sessuali femminili;
  • stile di vita sedentario, sedentario;
  • l'uso di rapporti sessuali interrotti come principale metodo di contraccezione;
  • pillole ormonali; lavoro difficile;
  • esercizio eccessivo;
  • mancanza di orgasmo;
  • malattie infiammatorie del sistema riproduttivo femminile.

sintomi

Sintomi pelvici varicosi nelle donne (così come negli uomini). Pensare alla visita dal medico e all'esame è con dolore pronunciato e prolungato nell'addome inferiore, che si estende alla regione lombare, perineo.

Il dolore può aumentare:

  • con una lunga permanenza in posizione statica (seduti, in piedi);
  • sullo sfondo dello stress, superlavoro;
  • durante le mestruazioni;
  • prima e dopo il rapporto.

I sintomi della pelvi varicose comprendono anche:

  • dismenorrea;
  • la presenza di abbondanti perdite vaginali;
  • disturbi della minzione; dolore (sensibilità) della vagina e del perineo;
  • PMS pronunciato;
  • la comparsa di nodi venosi nel perineo, sulle natiche, sulle cosce.

È possibile sospettare lo sviluppo della malattia anche se compare un sintomo.

I sintomi di questo problema negli uomini includono:

  • vene varicose nel pene;
  • cambiare la forma dello scroto, la sua dimensione;
  • dolore nell'addome inferiore.

diagnostica

Avendo notato uno o più sintomi, dovresti consultare un flebologo. Dopo tutto, la malattia nella sua forma avanzata può portare alla trombosi e alla comparsa di processi infiammatori. Per la diagnosi utilizzando i seguenti metodi:

  1. Ecografia Doppler. Il metodo consente di visualizzare il flusso sanguigno, vedere le aree estese nelle ovaie, di notare le violazioni nelle valvole. Allo stesso tempo, il medico esamina il flusso sanguigno nel sistema vascolare.
  2. Venografia estrema Per la procedura, le vene vengono riempite con una miscela contenente iodio a contrasto e viene eseguito un esame radiografico. Non fare durante la gravidanza.
  3. Diagnosi laparoscopica Il metodo consente di esaminare la cavità addominale dall'interno e vedere le pareti vascolari dilatate.
  4. Ovariancografia selettiva. Attraverso la succlavia e le vene femorali si fa contrasto selettivo.
  5. Tomografia computerizzata Condotto per escludere altre patologie della piccola pelvi.

Tattiche di trattamento delle vene varicose pelviche

La terapia tempestiva prescritta può migliorare la qualità della vita dei pazienti ed eliminare le manifestazioni cliniche della malattia. Sebbene sia impossibile eliminare completamente la malattia.

Il trattamento è finalizzato a:

  • eliminazione del reflusso (reflusso del sangue di ritorno);
  • restauro del tono vascolare dilatato;
  • miglioramento dei parametri emodinamici e dei processi trofici negli organi pelvici;
  • minimizzazione delle manifestazioni cliniche.

Terapia farmacologica

La terapia farmacologica è prescritta durante l'esacerbazione del dolore. Consiste nel prendere agenti venotropici e agenti antipiastrinici. I farmaci venotropici cambiano il tono delle pareti vascolari.

Gli agenti antipiastrinici sono progettati per prevenire la formazione di coaguli di sangue, cambiamenti nelle proprietà del sangue.

Per il trattamento delle vene varicose del bacino piccolo prescrivere:

Tutta la venotonica può aumentare il tono venoso, prevenire possibili danni, ridurre la permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni e prevenire i disturbi del microcircolo che portano a danni ai tessuti.

Alcuni flebologi prescrivono l'angioprotettore "Flebodia 600". Aiuta a ridurre la distensione e il tono delle vene, stimola il drenaggio linfatico e riduce la stasi venosa. Allo stesso tempo, la microcircolazione migliora e il dolore diminuisce. Inoltre, l'agente è anti-infiammatorio. È prescritto anche durante la gravidanza (dal 2 ° trimestre).

Trattamento di rimedi popolari

Come trattare? I fan della medicina alternativa conoscono il trattamento specifico delle vene varicose. Raccomandano l'assunzione di farmaci che aumentano il tono delle pareti e riducono il dolore.

Questi includono infusioni fatte da:

  • sui rizomi del dente di leone;
  • da Kombucha, noto come chaga;
  • da frutto di ippocastano.

Terapia popolare delle sanguisughe. Si trovano nell'area pelvica: il coccige e il sacro.

esercizi

Per prevenire le recidive e alleviare la condizione, si consiglia di fare alcuni esercizi. In caso di malattia, sono utili la ginnastica e tutti i tipi di attività fisica in cui sono coinvolti i fianchi e i muscoli del gluteo.

  • aerobica;
  • ciclismo;
  • esercizi per le gambe (bici, forbici);
  • nuoto;
  • la ginnastica;
  • jogging.

Dovresti anche seguire le raccomandazioni fornite dai medici. È utile fare pause regolari nel processo di lavoro sedentario. Almeno una volta ogni 1-2 ore dovresti alzarti e camminare per 5-10 minuti, stimolando il flusso sanguigno.

Gli esercizi mattutini prevengono le violazioni anche con una predisposizione genetica alle vene varicose. È necessario fare i seguenti esercizi: squat, "bicicletta", "betulla". Tale ginnastica stimola il flusso sanguigno ed elimina i processi stagnanti nei vasi.

Gradi di vene varicose

I medici distinguono 3 stadi delle vene varicose:

  1. Nel primo stadio, il diametro dei vasi aumenta fino a 5 mm, si espandono nella regione del margine superiore dell'ovaio sinistro. Lo sviluppo dello stadio 1 è determinato dalla predisposizione prevalentemente genetica e dall'insufficienza valvolare del letto venoso, una diminuzione del tono.
  2. Il secondo stadio è caratterizzato da un aumento del diametro fino a 10 mm. Una griglia di vene allargate avvolge l'ovaio sinistro, i problemi sono visibili vicino all'ovaio destro.
  3. Nella terza fase, gli allargamenti vascolari diventano ancora più evidenti, le vene varicose sono osservate nella regione dell'ovaio destro. Spesso questo stadio è accompagnato da sanguinamento disfunzionale e processi infiammatori negli organi pelvici.

La prognosi della malattia dipende dallo stadio delle vene varicose. Se la malattia è stata rilevata prima dell'inizio del sanguinamento, allora i metodi di trattamento conservativi saranno sufficienti per mantenere lo stato normale delle pareti del letto vascolare.

Dieta prescritta

Dopo aver determinato le vene varicose, i medici non solo prescrivono farmaci speciali, ma raccomandano anche di seguire una certa dieta.

La dieta è finalizzata alla normalizzazione della digestione. Dopo tutto, la malnutrizione causa stitichezza.

Ciò influisce negativamente sul sistema vascolare dell'intestino e stimola lo sviluppo dell'espansione varicosa.

Il menu è realizzato in modo tale che la quantità massima di fibra vegetale sia inclusa nella dieta. La quantità di grasso animale dovrebbe essere ridotta al minimo. Possono essere sostituiti con oli vegetali.

Quando si consiglia una dieta, i flebologi consigliano di concentrarsi su:

  • verdure crude;
  • insalate con olio vegetale;
  • succhi di frutta.

Altri metodi di terapia

Se i metodi conservativi in ​​combinazione con la ginnastica medica e la dieta non aiutano a sbarazzarsi dei sintomi della malattia varicosa, il medico può consigliarti di pensare alla terapia chirurgica.

La necessità di un intervento chirurgico arriva, se la malattia è passata in forma trascurata.

I metodi di terapia chirurgica includono:

  • embolizzazione delle vene varicose ovariche;
  • flebectomia perineale;
  • resezione delle vene gonadiche.

Il metodo scelto dal chirurgo sarà basato sulle condizioni del paziente.

Quale dottore contattare?

Molti hanno una domanda: che tipo di medico tratta queste malattie? Con dolori agli organi pelvici, le donne vanno dal ginecologo.

Dato che i sintomi di questa condizione patologica sono simili al decorso dei processi infiammatori, un medico può prescrivere una terapia antinfiammatoria.

Se è stato possibile diagnosticare che i vasi venosi negli organi pelvici sono dilatati, il paziente viene chiamato da un flebologo. Questo specialista si occupa del trattamento delle patologie vascolari varicose.

Nei casi in cui è necessario un intervento chirurgico, è necessario un chirurgo vascolare.

Caratteristiche della malattia negli uomini e nelle donne

Molto spesso la malattia colpisce le donne. Viene diagnosticata un'espansione delle pareti vascolari nell'area delle ovaie. Se ci sono problemi con il cordone spermatico, agli uomini viene diagnosticato un varicocele. Il funzionamento delle valvole è rotto.

La patologia si sviluppa sullo sfondo dell'ernia inguinale, problemi con il tessuto connettivo, l'emergere di tumori. Ma può portare alla comparsa di intenso esercizio fisico, mancanza di sonno, mancanza di vita sessuale.

Le tattiche di trattamento per uomini e donne sono simili. Dovresti prendere mezzi venotropici, aumentare l'attività fisica, fare ginnastica, rilassarti completamente. I flebologi uomini prescrivono non solo le droghe. Importante e dieta, e il rifiuto di alcol.

Possibili complicazioni

Avendo notato i sintomi delle vene varicose di qualsiasi stadio, dovresti consultare un flebologo. Cos'è pericoloso varicose pelvico?

La patologia provoca tali problemi:

  • malfunzionamento dell'utero;
  • sviluppo di comorbidità (dilatazione delle gambe, emorroidi);
  • l'emergere di disturbi mentali;
  • infertilità (nelle donne e negli uomini);
  • aborto spontaneo.

Il parto naturale in questa patologia non è raccomandato.

Varici pelviche, ovulazione e dolore. A causa dell'espansione del flusso sanguigno delle ovaie, la nutrizione degli organi riproduttivi femminili si sta deteriorando. Ma l'influenza del letto esteso varicoso sul processo di ovulazione non è stata studiata. Il dolore non è associato a compromissione della funzione ovarica, ma con aumento del flusso sanguigno attraverso il flusso sanguigno dilatato, un cambiamento nella forma delle pareti delle vene in transito.

Negli uomini, il varicocele porta ad una diminuzione della fertilità.

Gravidanza con la comparsa di patologia

Varicose pelviche nelle donne. Questo problema si incontra spesso durante la gravidanza. L'utero in crescita schiaccia tutti gli organi, il flusso sanguigno peggiora. Iniziano a formarsi altri percorsi di deflusso del sangue che coinvolgono il flusso gonadico. Allo stesso tempo, gli ormoni cambiano, la concentrazione di ormoni sessuali femminili aumenta.

Il flebologo insieme al ginecologo consiglia farmaci che:

  • normalizzare il tono della muscolatura liscia;
  • stimolare il trofismo tissutale;
  • prevenire il ristagno, stimolare il miglioramento della circolazione sanguigna e del flusso linfatico.

Farmaci prescritti nel periodo di esacerbazioni della malattia.

Di fronte alle vene varicose pelviche di qualsiasi stadio, dovresti ricevere consigli da un flebologo e ginecologo (per le donne). Quando si diagnosticano tali problemi, è necessario un monitoraggio costante. Farmaci prescritti per esacerbazioni, dolore. Durante i periodi di calma, si consiglia di utilizzare la biancheria intima a compressione, per concentrarsi sulla ginnastica e la dieta.

Dolore alle vene varicose del bacino

Le vene varicose del bacino colpiscono principalmente le donne in età fertile. Questa patologia viene spesso confusa con la varicosità uterina, sebbene sia diversa nell'origine e nelle sue manifestazioni della malattia.

Tale malattia di solito si sviluppa durante la gravidanza, ma ci sono casi della sua insorgenza e comparsa asintomatica anche nell'adolescenza.

Le vene varicose del bacino, che si estendono al perineo e alla vulva, durante la gravidanza sono osservate nel 30% delle donne. La ragione principale di questo fenomeno è la diminuzione delle proprietà elastiche delle pareti venose, che si verificano sullo sfondo di aumentare i livelli ormonali. Nelle condizioni di compressione delle grandi vene dello spazio retroperitoneale, si verifica la formazione di tratti di deflusso collaterali, anche attraverso il sistema delle vene gonadiche. Le vene ingrandite della vulva e del perineo dopo il parto sono di solito soggette all'involuzione inversa.

Al di fuori della gravidanza, le vene varicose di tale localizzazione si osservano solo nel 2-10% dei casi. Il passo più importante nella formazione del dolore in questo caso è la riduzione della velocità del flusso sanguigno nel sistema di microcircolazione.

motivi

Come accennato in precedenza, la causa più comune della malattia è la gravidanza, o meglio, il flusso di ritorno del sangue (reflusso) attraverso la vena ovarica, che a sua volta è causata dalla compressione dei vasi pelvici o dai cambiamenti dei livelli ormonali durante la gravidanza.

Inoltre, le cause della patologia possono essere:

  • lavoro sedentario sedentario;
  • numerosi generi;
  • patologie congenite del tessuto connettivo;
  • esercizio eccessivo;
  • malattie ginecologiche infiammatorie;
  • aumento della produzione di estrogeni;
  • disfunzione sessuale.

Tra i fattori avversi si annoverano caratteristiche quali la sessualità come frequente interruzione del rapporto sessuale, l'assenza di orgasmo. Negli ultimi anni, gli esperti dicono sugli effetti nocivi della terapia ormonale sostitutiva e della contraccezione. Ciò è supportato dal fatto che nel periodo postmenopausale le manifestazioni della sindrome sono significativamente ridotte.

classificazione

Nello sviluppo di questo processo patologico, ci sono 3 fasi:

  • il primo stadio, per il quale il diametro caratteristico delle vene è compreso tra 5 e 7 mm con la localizzazione del processo lungo il margine superiore dell'ovaio sinistro;
  • il secondo stadio, con un diametro delle vene di 8-9 mm, il processo patologico si estende a tutta l'ovaia sinistra, le vene dell'ovaio destro e dell'utero sono anche ingrandite;
  • il terzo stadio, in cui si osserva un diametro delle vene da 10 a 13 mm, e sulle ovaie sinistra e destra sono quasi identiche, le vene dell'ovaio sinistro in questo caso si trovano sotto il bordo inferiore.

I sintomi delle vene varicose del bacino

Ci sono due opzioni per il corso di questa malattia - pletora venosa degli organi pelvici e vene varicose del perineo. I sintomi di queste condizioni sono approssimativamente uguali alle loro cause. La maggior parte dei pazienti ha i seguenti reclami:

  • dolore nell'addome inferiore;
  • forte scarico dalla vagina;
  • sindrome premestruale pronunciata;
  • disturbi mestruali;
  • disturbi della minzione.

Questi sintomi in diversi pazienti possono manifestarsi in varie combinazioni. Alcuni pazienti annotano quasi tutti, e alcuni di loro ne hanno solo uno o due. Il segno più caratteristico della malattia è la presenza di dolore estenuante nell'addome inferiore, non spiegato da eventuali cambiamenti visibili. Un altro sintomo predominante nella maggior parte dei pazienti è una mucosa abbondante.

I sintomi di questa patologia delle vene sono più pronunciati dopo l'esercizio, così come alla fine del ciclo mestruale. Le vene varicose esistenti delle gambe possono suggerire la presenza di questa particolare malattia. Dopotutto, gli stessi fattori diventano le cause dello sviluppo di entrambe le malattie.

All'esame, viene generalmente rilevato un cambiamento nelle vene superficiali nell'area dei glutei, nell'area perineale e sulla superficie esterna posteriore della coscia.

diagnostica

I sintomi della malattia somigliano in molti modi alle manifestazioni di altre malattie ginecologiche: fibromi e prolasso uterino, endometriosi. Pertanto, quando si effettua una diagnosi, è necessario escluderli, qual è la difficoltà di diagnosticare questa malattia. Inoltre, per confermare le vene varicose, è necessario rilevare la localizzazione del reflusso, cioè il luogo da cui il sangue viene restituito alle vene perineali.

Per questo motivo, l'esame richiesto per la diagnosi include:

  • esame vaginale;
  • ultrasuoni;
  • doppler vascolare;
  • flebografia transaddominale;
  • laparoscopia;
  • tomografia computerizzata.

L'esame ecografico deve essere eseguito utilizzando non solo sensori addominali, ma anche transvaginali. Le vene varicose si trovano sotto forma di molteplici conglomerati e lacune, il cui flusso sanguigno è debole e multidirezionale.

Lo studio Doppler dei vasi sanguigni aiuta a identificare le sfumature esistenti della circolazione sanguigna nelle formazioni vascolari di quest'area. Con l'aiuto della flebografia, viene valutata l'abilità funzionale delle vene e vengono rivelate le caratteristiche esistenti del flusso sanguigno locale.

La tomografia computerizzata è prescritta solo in quei casi che richiedono una diagnosi perfezionata. Prima di tutto, è necessario escludere altre malattie localizzate in quest'area.

Un numero così elevato di procedure diagnostiche rende la diagnosi affidabile ed elimina la possibilità di un trattamento errato. Ad esempio, nell'adolescenza, le vene varicose pelviche vengono spesso scambiate per una colpite banale e invece di curare una malattia venosa viene trattata la mucosa vaginale. Pertanto, se il paziente sta affrontando dolori di eziologia poco chiara, allora si dovrebbe, prima di tutto, scoprire quale dei fattori contribuisce al loro rafforzamento e condurre un esame completo con tutta la cura.

Trattamento delle vene varicose del bacino

Anche il trattamento di massima qualità non consente di curare completamente le vene varicose del bacino. Tuttavia, una terapia adeguata consente di eliminare la maggior parte delle manifestazioni cliniche e migliorare significativamente le condizioni del paziente. Aiuta a risolvere i seguenti compiti:

  • normalizzazione del tono venoso;
  • prevenzione dei processi stagnanti nei vasi pelvici;
  • miglioramento della nutrizione tissutale.

Gli esperti consigliano la terapia farmacologica combinata con la terapia fisica e l'uso della biancheria intima da compressione. Il complesso di esercizi fisici raccomandati include "Betulla", "Bicicletta", "Forbici". È anche possibile migliorare il deflusso di sangue dai plessi venosi con l'aiuto di esercizi di respirazione, consistenti in un'alternanza di respiri lenti, profondi ed esalazioni. Una doccia in crescita è consigliata per l'area del cavallo. Indossare collant a compressione di classe II per tali pazienti è obbligatorio.

A causa della posizione interna delle vene malate, i farmaci vengono somministrati per via orale, non è possibile utilizzare gel venosi e unguenti. Sono usati i seguenti mezzi:

  • venoso;
  • migliorare la reologia del sangue;
  • antinfiammatorio non steroideo;
  • ormonale;
  • vitamine.

La rimozione della pletora venosa riduce il grado di vene varicose degli organi pelvici. A tal fine, il trattamento del corso è prescritto per phleboprotectors come Detralex, Venoruton, Ginkor-for. Quando vengono espressi, vengono usati farmaci antinfiammatori non steroidei. Questo tipo di terapia viene solitamente prescritto per le esacerbazioni della malattia. Di conseguenza, la dilatazione delle vene e del plesso pelvico diminuisce, il flusso venoso aumenta e il drenaggio migliora.

Con le vene varicose delle ovaie, il trattamento chirurgico è giustificato, è anche raccomandato al 3o stadio della malattia. Lo scopo dell'intervento è quello di superare il reflusso patologico. Il metodo ottimale è, prodotto sotto il controllo dell'angiografia, l'embolizzazione delle vene ovariche. Per aumentare l'efficacia dell'intervento, viene effettuata un'ulteriore iniezione di farmaco flebosclerante in uno stato di schiuma fine. Questo metodo è chiamato embolizzazione con il metodo "sandwich".

Recentemente, sono stati introdotti nella pratica metodi minimamente invasivi per il trattamento chirurgico di questa patologia.

Metodi tradizionali di trattamento

Oltre alla medicina tradizionale per malattie di questo tipo si possono usare rimedi popolari. I più efficaci sono i seguenti:

  • tintura di ippocastano;
  • infuso di tè;
  • tintura di radici di tarassaco;
  • hirudotherapy.

Quando si trattano con le sanguisughe, vengono posizionati sulla regione dell'osso sacro o del coccige.

Un ruolo importante è svolto da una dieta equilibrata, che dovrebbe contenere una quantità sufficiente di fibre vegetali e proteine ​​animali. Aiuta a mantenere il tono vascolare e il metabolismo nei tessuti di carota. Pertanto, si raccomanda di introdurlo nella dieta sotto forma di insalate e succhi.

complicazioni

Le complicazioni più frequenti di questa malattia sono:

  • malattie dell'utero e appendici infiammatorie;
  • malattia della vescica;
  • sanguinamento uterino.

In condizioni di fuoriuscita venosa alterata, vi è il rischio di sviluppare trombosi venosa pelvica. Ma la frequenza di questo tipo di complicanze non supera il 3-5%.

Caratteristiche della malattia negli uomini

Sebbene le donne siano il contingente principale dei pazienti, gli uomini sono anche sensibili a questa malattia. L'essenza della malattia nella versione maschile è una violazione delle valvole, che si trovano nelle vene del cordone spermatico. Normalmente, questo apparato valvolare impedisce il flusso inverso del sangue attraverso le vene. Quando si verifica un allargamento delle vene, le valvole diventano insostenibili e il sangue esegue i movimenti del pendolo. Il risultato è un rallentamento del flusso sanguigno, l'equalizzazione della temperatura del corpo e del testicolo e, di conseguenza, l'inibizione della funzione testicolare. La conseguenza più difficile è l'infertilità maschile completa.

I motivi che causano l'aspetto di questa patologia includono:

  • la presenza di ernie inguinali;
  • la presenza di tumori nella zona genitale;
  • frequente stitichezza;
  • nefroptosi del rene sinistro;
  • disfunzione del tessuto connettivo.

Come risultato di queste patologie, la pressione idrostatica aumenta e il flusso inverso di sangue entra nella rete venosa del testicolo.

I fattori domestici che contribuiscono al verificarsi di questo problema sono:

  • duro lavoro fisico;
  • mancanza di piena vita sessuale;
  • frequente mancanza di sonno in combinazione con alta attività motoria.

Una causa separata di questa malattia è la struttura non standard dei vasi dei testicoli, in cui si nota la loro espansione congenita.

Ci sono 4 fasi nel corso della malattia. Segni notevoli cominciano ad apparire già sul secondo di essi. Consistono in una leggera espansione delle vene sul pene. I sintomi che si presentano ulteriormente sono i seguenti:

  • dolore nel pene al momento dell'eccitazione;
  • cambiare le dimensioni e la forma dello scroto;
  • tirando dolori nel basso addome.

All'ultimo stadio, il dolore diventa permanente e incessante, lo scroto aumenta più volte, la minzione diventa difficile. La conseguenza più pericolosa di tutto questo è l'infertilità.

Per il trattamento con un processo debolmente espresso, vengono offerti farmaci venotonici e antinfiammatori. Con un varicocele pronunciato, si raccomanda un trattamento chirurgico, il cui scopo è quello di intersecare e bendare tutte le vene dilatate attraverso le quali viene effettuato il flusso di sangue inverso.

Esistono diversi tipi di interventi chirurgici da diversi punti di accesso. Sono possibili operazioni laparoscopiche in cui la vena testicolare viene ligata attraverso un'incisione nelle regioni iliache e inguinali.

Dopo un'operazione riuscita, il numero di spermatozoi nel seme aumenta e la loro qualità viene migliorata.

Il modo migliore per prevenire questa malattia negli uomini è evitare carichi eccessivamente pesanti e problemi con la sedia, che portano ad un aumento della pressione intra-addominale.

Articoli Su Varici