Raccomandazioni nel periodo postoperatorio di flebectomia

Poiché oggi circa il 30% della popolazione soffre di vene varicose, una delle operazioni più comuni è la flebectomia: la rimozione chirurgica della zona interessata delle vene.

Sebbene questo tipo di intervento non sia considerato pericoloso, il successo della guarigione dipende in gran parte non solo dall'esperienza e dalle qualifiche del chirurgo, ma anche dal fatto che il paziente aderisca ai consigli per un ulteriore recupero.

Qual è l'operazione?

La probabilità di complicanze postoperatorie è piuttosto piccola, ma non possono essere completamente escluse. Quali raccomandazioni nel periodo postoperatorio di flebectomia (venectomia) devono essere seguite e per quanto tempo è il recupero?

Oggi, la flebectomia è anche chiamata venectomia, durante la procedura il chirurgo usa strumenti speciali per estrarre le aree delle vene colpite da vene varicose e cucire nuovamente i vasi. Operazioni di questo tipo non sono considerate pericolose, perché il corpo può far fronte senza vene safene, stabilendo nuove vie di deflusso del sangue.

Gli obiettivi principali della flebectomia:

  • estrazione meccanica dei capillari interessati;
  • normalizzazione della circolazione sanguigna nelle vene profonde;
  • accelerazione del flusso sanguigno.

La flebectomia viene più spesso prescritta per insufficienza venosa cronica o quando la terapia medica non porta risultati.

Come viene eseguita l'operazione?

Attualmente, diversi tipi di flebectomia vengono eseguiti presso i centri medici, la tecnica viene scelta individualmente per ciascun paziente. Secondo le statistiche, la flebectomia combinata è considerata la più comune.

Prima dell'intervento chirurgico, vengono sempre eseguiti ecografia e flebografia - individuazione delle aree colpite con l'introduzione di un mezzo di contrasto. Dopo che le parti delle vene da rimuovere sono contrassegnate, il paziente viene anestetizzato e l'operazione stessa consiste dei seguenti passaggi:

  1. Crossectomia. Il chirurgo esegue una piccola incisione nella zona inguinale, all'interno della quale si trova la bocca della grande vena safena. Il dottore lega delicatamente gli afflussi alla bocca e attraversa la nave stessa. A causa di questo effetto, è possibile ottenere la legatura di tutti i dotti.
  2. Spogliarello. Rimozione della zona interessata della vena utilizzando uno strumento speciale. Nei casi avanzati, il paziente viene immediatamente rimosso l'intera vena dalla gamba all'inguine.
  3. Miniflebektomiya. L'implementazione di piccole incisioni per la rimozione delle aree della vena che hanno subito modifiche. Dopo che i tessuti interessati sono stati rimossi, il chirurgo vestirà le vene perforanti.

Ogni stadio di venectomia dura da 40 a 60 minuti, la durata media di tale intervento è di circa 3 ore.

Periodo postoperatorio

La riabilitazione dopo l'intervento chirurgico di flebectomia richiede più di 2 settimane e passa senza complicazioni. Per raggiungere un risultato così favorevole, l'intervento chirurgico deve essere eseguito solo da uno specialista qualificato con esperienza e il paziente deve seguire scrupolosamente tutte le raccomandazioni mediche.

Principali complicanze dopo la rimozione delle vene

Una delle conseguenze più comuni è la formazione di ematomi e sanguinamento dalle incisioni. I flebologi affermano che una tale reazione è la norma e non dovresti averne paura.

Nel periodo postoperatorio dopo flebectologia, possono verificarsi anche le seguenti complicanze:

  • sviluppo di tromboflebiti;
  • fistola e suppurazione dei tessuti molli;
  • linfoterapia prolungata;
  • formazione di coaguli di sangue patogeni nelle vene profonde;
  • violazione della sensibilità dovuta al danno del nervo cutaneo;
  • tromboembolismo aortico polmonare.

Il compito di ciascun medico è prevenire lo sviluppo di tali complicazioni, poiché aggravano la condizione e il paziente si sentirà ancora peggio di prima dell'intervento.

È importante! Se le raccomandazioni non vengono seguite, le complicanze possono essere estremamente gravi e persino provocare la morte del paziente.

Cosa succede subito dopo l'intervento chirurgico, quanto stare in ospedale

Durante il primo giorno di riabilitazione, molti pazienti si lamentano che la loro gamba fa male dopo un flebectomia. L'insorgenza di disagio e dolore è una reazione naturale.

Al fine di ridurre al minimo la loro probabilità, si raccomanda di aderire al riposo a letto per i primi 2 giorni. I tentativi di muovere le gambe possono essere non prima di 4 ore dopo l'operazione. Quando il paziente può alzarsi in piedi, il medico curante decide in base alle condizioni generali e alla velocità di recupero.

Se il recupero avviene senza complicazioni, il paziente viene dimesso dalla clinica già il terzo giorno. Nei prossimi 2 mesi, è necessario indossare indumenti speciali a compressione quotidiana e prendere la venotonica, che rafforzerà le pareti delle vene. Inoltre, ad alcuni pazienti vengono prescritti farmaci che promuovono il diradamento del sangue e riducono la probabilità di coaguli di sangue.

Dopo 7-10 giorni dopo flebectomia, è prevista una visita alla terapia fisica (esercizi terapeutici). Gli esercizi di recupero aiuteranno anche ad accelerare il processo di guarigione dei tessuti e rafforzare i capillari. Per ottenere un risultato ottimale, si consiglia di associare la terapia fisica a lunghe passeggiate.

È importante! Il periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose degli arti inferiori richiede in genere non più di 2 mesi. Durante questo periodo, viene completata la riparazione dei tessuti.

Cosa non fare dopo la dimissione

Per prevenire lo sviluppo di complicanze dopo l'intervento chirurgico, i pazienti devono attenersi rigorosamente a determinate regole:

  1. È severamente vietato bagnare l'arto (specialmente durante le prime due settimane), che ha subito un intervento chirurgico.
  2. Se sulla superficie dei tagli appaiono piccole croste, non dovresti toccarle e provare a romperle. Tali azioni possono interrompere il processo di guarigione dei tessuti e provocare infezioni. Inoltre, non è possibile escludere la possibilità di divergenza della cucitura.
  3. Nei primi 10 giorni è vietato esporre l'arto allo stress fisico. Il paziente deve prendere un congedo per malattia per almeno 7 giorni e cercare di non andare fuori durante questo periodo inutilmente.
  4. Durante il periodo di recupero dopo flebectomia, tutte le suture devono essere trattate con cura. Se non si avvolge un arto con speciali bende igieniche, la probabilità di infezione aumenterà più volte.

Trattamento domiciliare di supporto

Se il dolore alla gamba fa male dopo l'intervento chirurgico venoso, l'uso della biancheria intima a compressione può aiutare in questa situazione. Le calze a compressione sono realizzate con speciali materiali elastici che non solo fissano la gamba, ma danno anche un effetto massaggio. Di conseguenza, il sangue negli arti inizia a circolare più velocemente, il che aiuta anche ad accelerare il recupero.

I flebologi avvertono sempre i pazienti che dovranno indossare la compressione tutto il giorno, questo è l'unico modo per superare completamente l'insufficienza venosa. Quando la predisposizione genetica a indossare la biancheria intima da compressione può essere anche dopo la riabilitazione, dal momento che tali misure rappresentano un'eccellente prevenzione delle vene varicose.

Per evitare complicazioni, il paziente deve prestare particolare attenzione alle cuciture. È importante ricordare che la formazione di cicatrici può richiedere diversi mesi e durante questo periodo è necessario aderire a tali raccomandazioni:

  • È vietato fare un bagno caldo. Il massimo consentito - solo una doccia calda (non superiore a 40 gradi). È necessario lavare con acqua naturale, senza l'aggiunta di gel;
  • le cuciture non devono essere strofinate con salviette e spugne, poiché la superficie può contribuire alla violazione dell'integrità della crosta protettiva;
  • È vietato trattare punti con diversi unguenti e gel curativi senza previa consultazione con il medico;
  • durante il periodo di recupero è richiesto di aderire ad una dieta speciale. Le basi della dieta dovrebbero essere prodotti che contribuiscono alla diluizione del sangue e rafforzano le pareti dei vasi sanguigni. È severamente vietato mangiare piatti fritti e affumicati, nonché cibi ricchi di grassi.

Il paziente deve tenere d'occhio lo sforzo fisico, è possibile tornare alla normale attività fisica non prima di 1,5 mesi.

conclusione

La flebectomia è il metodo più efficace per trattare le vene varicose. Se trovi una buona clinica e un medico esperto, e dopo l'intervento chirurgico per aderire a tutte le raccomandazioni, non si avranno complicazioni dopo la procedura.

Dolore alle gambe dopo flebectomia

Gravidanza dopo flebectomia (rimozione delle vene varicose).

Indossi calze che hanno più di 2 anni, anche se la loro vita di servizio è di mezzo anno al massimo un anno! Perdono una compressione. Ho una storia simile, solo che non ho rimosso la vena, ma l'ho sigillata con un laser! Sono rimasta incinta la seconda volta, le vene erano pronte a colpire di nuovo, ma ho guardato duramente per l'aumento di peso! Ho comprato nuovi collant a compressione e fatto ginnastica negli ultimi mesi! Tmc è tutto a posto.

Rimozione delle vene (flebectomia)

Così ho sofferto di flebectomia.

Ragazze, supportatemi (Veronica) nella competizione... il premio è la scleroterapia gratuita (rimozione delle vene e delle gambe sulle gambe - vene varicose). http://www.littleone.ru/contests/97/. Il 2 dicembre è l'ultimo giorno di votazione. Se hai paura di cliccare sul link, il concorso può essere trovato sul sito web nella sezione delle competizioni. Grazie!


Dimmi di più chi è il dottore in quale ospedale

il dottore non è Kamenev?

Flebectomia (rimozione delle vene varicose). Evviva! Sono ancora passato)))

Classe)) Congratulazioni! Da me, anche da 2 mesi: le vene mi hanno colpito le vene sulle gambe ed i nodi sono apparsi immediatamente ((il chirurgo vascolare ha detto che è necessario fare la scleroterapia con la schiuma, l'ho fatto un anno fa da qualche parte... Ora ho comprato una ghirlanda di nuove calze - lo indosso, bevo venotonics Senza calze, le tue gambe si contorcono orribilmente (non ti aiuterebbe lo sclero?

Complimenti. E non sapevo che l'OK va male per le vene, ho anche una predisposizione.

Complimenti! Bene, è tutto finito

Flebectomia (rimozione delle vene varicose).. h. 2)) Sono a casa)) FOTO NON PER I deboli)))))))

Oh, bello come! Complimenti.

Il marito su una gamba in generale, passione, enormi tumuli e colore blu-rosso. Tutto tira dal dottore... Devo dirgli cosa è cosa e come succede, può essere deciso)

Guarisci presto! le mie vene varicose cominciarono a progredire orribilmente ((ogni giorno nuove vene, non sugli stinchi, ma sulla parte superiore della coscia.) Apparve una convessa (((quale medico consiglieresti di andare? Sarco era un flebologo non fu colpito

Olga, hai fatto bene. il risultato è già molto evidente. ora resta da recuperare. Vorrei che tutto andasse bene.

Con chi era il figlio? Non sei stato un teppista senza di te? docha è già adulto

Vene varicose Per coloro che si imbattono in questo problema...

Ottimi consigli per l'acquisto di maglieria in anticipo e indossarli durante la gravidanza per la prevenzione. Se facessi questo, dopo la gravidanza non soffrirei con queste dannate vene. Ma ero ancora in grado di farcela: tutta la stessa maglieria a compressione e un sacco di altri mezzi. Ho comprato i collant Intex e ho fatto esercizi fisici speciali per mantenere il tono delle vene delle gambe. Grazie a Dio ora va tutto bene e spero che non ci saranno più problemi.

È quasi impossibile liberarsene del tutto, dal momento che la malattia ha iniziato a svilupparsi. Il dottore ha consigliato molto la crema Normaven - Ho già completato due corsi, mi sento davvero bene. È economico, provalo. E ora, per quanto ne so, il tonico di Normaven è andato in vendita - questo è solo per provarlo. Se interessati, allora scrivi le tue impressioni.

Cosa è importante sapere sulla flebectomia - operazioni di rimozione delle vene

La medicina moderna offre sempre più opzioni per il trattamento delle vene varicose senza chirurgia, ma questo non significa che il trattamento chirurgico sia ormai un ricordo del passato. In molti casi, la flebectomia è l'opzione migliore per il paziente. A proposito di quando è il momento di fare un'operazione e perché non dovremmo aver paura di questo, parliamo con Evgeny Viktorovich Podkolzin, Candidato di Scienze Mediche, chirurgo-flebologo.

Evgeny Viktorovich, si prega di spiegare quali procedure si riferiscono a minimamente invasive e quali - al trattamento chirurgico.

Ci sono manipolazioni endovasali, quando un medico trapassa una vena con un ago, inserisce una luce laser o radiofrequenza, e la vena viene "prodotta" dall'interno. E c'è un'operazione, flebectomia, quando il lume delle vene non è semplicemente chiuso, ma la nave viene fisicamente rimossa.

Secondo lei, quanto è importante oggi il trattamento chirurgico delle vene varicose?

La flebectomia, ovviamente, è rilevante se non altro perché spesso incontriamo forme avanzate di vene varicose: le persone non vanno sempre da un medico in tempo. Questo è il primo momento. Il secondo è che l'operazione è necessaria se il paziente ha determinate caratteristiche delle vene, ad esempio sono molto ampie o molto tortuose. Quindi nessun altro metodo per curare le vene varicose non funzionerà: né la scleroterapia né il laser garantiranno che il lume della vena sia completamente chiuso.

Il terzo punto importante quando possiamo raccomandare un'operazione è un gran numero di affluenti laterali della vena principale. Possono essere rimossi usando metodi minimamente invasivi, ma ci vuole molto tempo, il che è difficile per il paziente. Nel suo interesse di accettare l'operazione.

Cosa dovrebbe essere fatto prima dell'operazione?

Abbiamo bisogno di un incontro con il medico, la consulenza di un anestesista, e abbiamo anche bisogno di superare i test, la lista di cui diamo alla consultazione. Se ci sono malattie concomitanti, il paziente viene inviato per incontrare uno specialista stretto: per esempio, con un cardiologo, uno specialista in malattie infettive, ecc. Idealmente, se tutto va bene con i test e non ci sono problemi di salute, il paziente può entrare per la prima ispezione lunedì, e poi procedere alla rimozione delle vene mercoledì.

Come funziona la flebectomia?

Ogni operazione ha diverse fasi. Una crosssectomia è lo stadio in cui la vena bersaglio che rimuoviamo è legata e quindi tagliata fuori dal sistema venoso profondo. Questo è seguito dalla rimozione del tronco-spogliatura. Questo può essere un Babcock che si spoglia quando la vena viene tagliata con una sonda speciale. Un'operazione cryostripping, in cui una criosonda viene introdotta in una vena, può essere eseguita con protossido di azoto, il vaso viene "congelato" su di esso e il medico lo estrae. Una caratteristica distintiva del criostampaggio è che il paziente fa una sola incisione nella zona inguinale. Lo stripping del PIN può anche essere eseguito quando la vena è "dentro", per così dire. Gli ultimi due metodi danneggiano meno il tessuto.

Al terzo stadio, viene eseguita una minifleobectomia - gli afflussi della vena principale vengono rimossi attraverso le punture.

La flebectomia viene eseguita in anestesia generale?

No, di solito è l'anestesia spinale con sedazione. Cioè, un'iniezione viene fatta alla colonna lombare (le gambe non sentono nulla) e un'iniezione lenitiva, il paziente sta dormendo. Ma questa non è un'anestesia generale che richiede ventilazione.

Molti pazienti hanno paura della chirurgia perché hanno paura dei tagli e, di conseguenza, delle cicatrici. Quanto è lungo il taglio?

Più complessa è l'operazione, maggiore è il volume, maggiore è l'incisione, ma in ogni caso è piccola. Una crosssectomia all'inguine richiede un'incisione di circa tre centimetri (in casi speciali fino a cinque), se ci sono grandi affluenti, quindi si fanno ulteriori incisioni di circa un centimetro, hanno bisogno di 1-2. E, ad esempio, con la rimozione del PIN, vengono generalmente eseguiti un taglio e una foratura.

Quando si sentirà sollevato il paziente? Ad esempio, quanto a lungo può ferire una gamba dopo una flebectomia?

Se la vena fa male, allora il dolore scompare dopo l'operazione. Se il paziente ha un cosiddetto sintomo di gambe senza riposo, segni di insufficienza venosa, allora possono persistere dopo l'intervento chirurgico.

Dopo l'intervento, il paziente deve essere in ospedale?

Durante il giorno è necessario, perché qui si svolgono varie misure antibatteriche e anti-ossidanti e medicazioni.

Molti pazienti si aspettano un effetto cosmetico dalla chirurgia. Posso dimenticare la varicosità subito dopo la flebectomia?

Di solito, tutti i pazienti richiedono la scleroterapia, con la quale vengono rimosse piccole vene affluenti residue. E, naturalmente, dopo l'operazione, le stelle vascolari e i capillari non scompaiono: possono essere rimossi solo dalla scleroterapia.

Quanto dura il periodo di recupero?

Di solito una settimana. Raccomandiamo la modalità a casa dei pazienti, ma non a riposo a letto, ma semi-attiva. I primi tre giorni in piedi possono essere spesi circa il 40% del tempo, quindi devi iniziare a "camminare". Il settimo giorno, i punti vengono rimossi e la lista malata è chiusa. Ad esempio, abbiamo avuto un paziente che ha eseguito l'operazione su entrambe le gambe a turno. E una volta completato completamente il periodo di recupero, e la seconda volta doveva andare a una riunione di lavoro dopo l'operazione. Questa gamba si stava riprendendo peggio, c'erano ematomi, anche se ha cercato di risparmiargli una gamba e non caricarla.

Quanto sono seri i requisiti per indossare una maglia a compressione?

Questo è un must. Prima di rimuovere le cuciture occorre una compressione 24 ore su 24, dopo aver rimosso la maglieria dovrebbe essere indossata durante il giorno per circa un mese. E poi, quando sarà molto tempo, si consiglia di indossare maglieria con un carico statico lungo, ma qui puoi limitarti al golf.

Cosa non si può fare dopo l'operazione? Ad esempio, praticare sport dopo flebectomia, riscaldare la gamba, ecc.?

Non raccomandiamo di fare sport per circa un mese e mezzo, ma si tratta di sollevare pesi. L'esercizio aerobico, come camminare, può essere fatto in circa una settimana, dopo due settimane si può nuotare. Mentre le cicatrici guariscono, è meglio non esporle al sole, in modo che la pelle in questo luogo non bruci.

E l'ultima domanda: cosa succederà se l'operazione viene mostrata e la persona non lo fa?

Di solito dico questo: "Se non sei coinvolto nella malattia, allora la malattia si prenderà cura di te." Se non si fa flebectomia, le vene varicose possono portare a tromboflebiti e quindi devono già rimuovere urgentemente le vene. Pertanto, raccomando che se ci sono indicazioni per un intervento chirurgico, raccogliere con calma tutti i test, prepararsi e farlo.

Costo della flebectomia:

Il compito principale della clinica "Centro di Flebologia" è quello di garantire la massima sicurezza per il paziente durante il trattamento chirurgico. Tutte le operazioni sono eseguite in anestesia locale, chirurghi con esperienza lavorativa di almeno 5 anni e solo in presenza di un anestesista esperto.

Il costo del trattamento chirurgico comprende: degenza ospedaliera, anestesia, medicazioni postoperatorie, rimozione delle suture. Dopo la fine del ciclo di trattamento - osservazione semestrale gratuita con controllo a ultrasuoni.

Trattamento chirurgico delle vene (crosssectomy, short striping). 1a categoria di difficoltà. Trattamento chirurgico di un arto inferiore all'interno della stessa vasca (vena grande o piccola safena); tra cui anestesia e degenza stazionaria.

Trattamento chirurgico (crio-flebectomia, microflebectomia, crosssectomy, stripping lungo). 3a categoria di difficoltà. Trattamento chirurgico di un estremità inferiore all'interno di due vasche (grandi e piccole vene safeniche) o all'interno di una piscina (vena grande o piccola safena) in combinazione con una miiniroflebectomy di un gran numero di affluenti, la presenza di molteplici vene perforanti e forme complicate di vene varicose (disturbi trofici, dopo tromboflebite precedentemente trasferita); tra cui anestesia e degenza stazionaria.

Domande dopo flebectomia

La flebectomia classica, che è stata utilizzata dal 1906, con lo sviluppo della tecnologia moderna, perde il suo significato a causa di traumi e un gran numero di ricadute. Tuttavia, nella stragrande maggioranza delle cliniche e degli ospedali in Russia, questo è esattamente ciò che svolgono. Di seguito sono riportate alcune domande e risposte inviate alla consultazione online dopo tale operazione.

domanda:
Benvenuto! Sono il 15.05.2012. la flebectomia è stata eseguita (una grande vena safena è stata rimossa sulla gamba sinistra), è stata dimessa il giorno 10, prima che tutti i punti fossero rimossi tranne uno nella curva davanti al piede, un colore chiaro che fuoriusciva da esso, ma non c'era edema. Il giorno dopo, a casa, il piede cominciò a gonfiarsi. L'ultimo punto è stato rimosso nella clinica, ma a volte ne esce ancora. Bendaggio elastico fasciatura gamba, calze a compressione (rame) non può indossare più di 2 ore e quindi sentire il dolore e camminare senza zoppicare non può. Il medico ha prescritto un trattamento con Traksevazinovu, io sparo due settimane, il risultato non è evidente. Il chirurgo dice che va tutto bene, se non c'è rossore e temperatura. La risposta, per favore, è normale o devo vedere un altro dottore.

rispondere:
Questa è una complicanza comune di flebectomia - linfora. La perdita linfatica durerà diverse settimane, meno spesso mesi e terminerà gradualmente. Tutto passerà gradualmente. Non dimenticare di acquistare una classe di compressione calza compressione 2 e indossarla sempre.

domanda:
Ciao Poco più di 2 settimane fa, ho avuto una venectomia destra combinata (legatura delle vene di prestazione, rimozione del segmento distale del GSV). Ho 5 tagli sul lato interno dello stinco, 1-2 cm ciascuno, uno nella piega dello stinco e la coscia, e diverse forature sulla parte esterna dello stinco (incisioni lunghe circa 3 mm). Naturalmente, le forature non si sovrappongono alle cuciture. Punti rimossi ieri. Oggi, durante la lavorazione, ho notato che da ogni "puntura" spunta un filo, sembrano più sottili delle cuciture che sono state rimosse. Devono essere cancellati? (Ho appena tagliato le punte, in modo da non aggrapparmi). E la seconda domanda - accanto a una delle forature sul polpaccio, si forma un nodulo, la parte visibile con un diametro di 3-4 cm, densa, quando si preme la sensazione come da un livido. I sigilli si svolgono lungo la progenie, ma sono più simili a piatti piatti e densi. E questo urto è apparso letteralmente un giorno o due fa. Ne vale la pena di temere? O è normale dopo l'intervento chirurgico? (per il resto, le ferite si asciugano, guariscono prima degli occhi, senza scarico, i dolori passano in uno stato calmo - solo un prurito e una sensazione di bruciore sono stati lasciati occasionalmente). Grazie

rispondere:
I fili devono essere rimossi, gli ematomi sono normali e si dissolveranno gradualmente.

domanda:
Ciao Ho 29 anni. Un anno fa è stata eseguita una flebectomia. Ancora non passare lividi sul retro delle gambe. È possibile iniziare un'ecografia?

rispondere:
No, è necessario eseguire un'ecografia delle vene e controllare le condizioni del sistema venoso dopo l'operazione.

domanda:
Il 23 maggio, hanno eseguito un'operazione su Vienna. Rimozione della vena superficiale. PIÙ DI 20 PUNTI. ALCUNE CUCITURE NON SERRANO. RANCHI APERTI. Elaboro per perossido e verdi, è normale?

rispondere:
Penso di no. Sembra al chirurgo.

domanda:
All'età di 25 anni, ho subito un intervento chirurgico per rimuovere la grande vena safena (erano le vene varicose). Su una gamba è stato ricaduto. Ho 60 anni ora. Due anni fa, ha subito un intervento chirurgico - doping endoscopico di vene perforanti e ha ricevuto una complicazione - apparentemente sindrome del tunnel. La gamba operata è più spessa e più scura della seconda gamba, pesantezza alla gamba, parestesia ai piedi, convulsioni e altri tormenti. Vivo a Tomsk. Voachi dice che non possono aiutare. C'è qualche possibilità di recupero e cosa si può fare? Grazie in anticipo.

rispondere:
È necessario respingere l'immagine degli ultrasuoni di oggi - ci sono dei disturbi venosi, nella misura in cui vengono eliminati con metodi moderni (laser, micro-scleroterapia).

domanda:
Benvenuto! Il 14 marzo è stata sottoposta a flebectomia (6 cicatrici sull'intero arco sinistro) e scleroterapia (1 piccola vena sotto il ginocchio). Fino alla fine di marzo sono andato in bende, poi in mutande speciali (mutandine), oggi, perché caldo in strada, di nuovo la gamba della benda. Dopo l'operazione, ho eseguito tutte le procedure fisioterapiche (magnete, ecc.). Una delle cuciture cominciò a essere disturbata immediatamente dopo l'operazione (la sutura alla caviglia), era molto malato, il punto attorno alla sutura era "morto", cioè. non c'era quasi nessuna sensibilità, solo dolore e grave gonfiore. Il dottore ha detto che il tempo guarisce ed è necessario aspettare un po 'e passeranno tutte le sensazioni dolorose. Ma ora sono passati 2,5 mesi, ma non è cambiato nulla, e se la gamba si è gonfiata la sera prima, e dopo il sonno sono tornato alla normalità, ora vado costantemente con la gamba gonfia. Dimmi, per favore, è normale? E quanto tempo può durare? Mi è stato prescritto detralex, ma non sono sicuro se sia efficace, quali medicinali consiglieresti, puoi gel o creme? Grazie in anticipo per la risposta!

rispondere:
Queste sono le tipiche conseguenze della flebectomia: edema linfatico e danno ai nervi. L'edema passerà se il golf è consumato (sigarette, rame, venosan, bayerfind - solo questi marchi), la sensibilità può essere ripristinata, ma in 6-12 mesi. Compresse e gel non influenzano la situazione.

domanda:
Desyat dnei nazad mame sdelali operaciyu lintona io venoznaya na pravoi noge vnizu uplotneniya i pokrasneniya.

rispondere:
Sembra che il dottore sia un metodo piuttosto complicato e traumatico, ci possono essere ematomi, infiammazioni, ecc.

domanda:
Sono stato operato il 29 aprile per le vene varicose sul mio arto sinistro, c'è ancora gonfiore all'articolazione della caviglia e perché zoppico quando ci si siede, poi raddrizzi male la gamba, tira, dolore nel muscolo gastrocnemio a volte e nell'articolazione della caviglia, un leggero arrossamento sulle gambe lungo le vene! Lo perdo nel caldo, nel sudore getta, poi i brividi, è collegato con l'operazione, la temperatura è normale, la pressione è 105/70, tolgo la benda di notte e ci vado tutto il giorno !! Cosa fare per sentirmi normale, per molto tempo soffrirò con la mia gamba? Bevo cardiomagnete e detralex 1 compressa 2 volte al giorno e spalmare un arto con troxevasin 2 volte al giorno !! Vado da un magnete su un fisico, ho paura di camminare molto a causa del gonfiore e che sto zoppicando, il mio piede è sulla spiaggia !! E vtyz tcnm "my world", puoi scrivermi un messaggio, non abbiamo un medico flebologo!

rispondere:
Fai un'ecografia delle vene, per favore!

domanda:
Buona sera! 16/10/2012 Ho avuto un'operazione per rimuovere le vene varicose (flebectomia) sulla mia gamba destra. Una settimana dopo, la cucitura nella zona inguinale era gonfia, un drenaggio fu messo in clinica e da lì si liberò un fluido sieroso. Si è distinto per 3 giorni, e ora il tumore non passa, il fluido non spicca, c'è un drenaggio. Il tumore è doloroso e difficile. Dimmi cosa devo fare

rispondere:
Questa è la linforrena, a causa di una lesione del linfonodo. Hai bisogno di un'ispezione urgente del chirurgo e del drenaggio. Gradualmente la linforrea finirà (in un mese).

domanda:
Buona giornata! Per favore dimmelo! 12 giorni fa ho avuto una vena rimossa sulla mia gamba sinistra, dall'inguine e dal piede, c'erano anche dei grumi sul mio polpaccio! Andrebbe tutto bene, ma mi fa male il polpaccio, mi sembra di avere una gamba stretta nel polpaccio, mi fa male attaccare, o meglio, raddrizzare il muscolo del polpaccio. Inoltre, generalmente non mi sento mezzo tacco e stinco! Quando i medici hanno scritto, hanno detto che tutto sarebbe stato ripristinato! Dimmi, per favore, cosa significa questo e verrà ripristinato? È possibile provare a camminare con una stampella attraverso il dolore, cosa fare? Grazie in anticipo per la risposta.

rispondere:
Questo è un danno nervoso intraoperatorio. Tutti recuperano in 6-12 mesi. Puoi provare a camminare. Raccomando di contattare un neurologo.

domanda:
Ciao, è passato un mese e mezzo da quando una vena sulla gamba è stata rimossa, c'è anche una cucitura all'inguine e diversi punti sulla mia gamba. Fa male alla gamba, e il formicolio è. Quindi dovrebbe essere? O ho qualcosa di sbagliato. Ho ancora una brutta abitudine: fumare. Presto la vacanza finisce al lavoro, non so come lavorare. Sono un po 'come e il dolore inizia. Grazie

rispondere:
Sfortunatamente, la rimozione chirurgica delle vene porta spesso a un periodo postoperatorio difficile. Tutti, naturalmente, recupereranno e passeranno, ma ci vogliono mesi (sei mesi).

Complicazioni dopo flebectomia

Quali possono essere le complicazioni dopo l'intervento chirurgico: perché avere paura e cosa non dovrebbe avere paura?

Le complicazioni dopo l'intervento chirurgico nelle vene sono: ematomi grandi, persistenti, fistole, trombosi venosa profonda, sanguinamento, suppurazione della ferita. La gamba, fasciata con una benda elastica ancora in sala operatoria, dovrebbe trovarsi in una posizione elevata nei primi giorni dopo la flebectomia, che viene eseguita con l'aiuto della gomma di Beler, che fornisce l'angolo richiesto di 45 gradi all'articolazione del ginocchio. La gomma di Beler è posizionata per la prevenzione degli ematomi postoperatori, così allo stesso tempo viene migliorato il deflusso del sangue dalla gamba e viene ridotto il carico complessivo dell'arto.

Quando l'anestesia scompare, la sensazione di dolore può essere piuttosto piccola e non richiederà la nomina di forti analgesici. Camminare attraverso il reparto è possibile nelle prime ore dopo l'operazione. Molto spesso, il giorno dopo la nomina di analgesici non è richiesta. Nei giorni successivi, il dolore può comparire localmente, il più delle volte nella zona delle ferite della pelle nella regione dell'articolazione del ginocchio e sotto di esso. L'incisione per separare la vena safena dal femore nella zona inguinale non manifesta dolore, ma fortunatamente raramente si verificano danni ai vasi linfatici in questa zona, che si manifestano quindi con una prolungata linfoterapia.

Dopo incisioni nella tibia, di solito 3-4 giorni dopo l'intervento, aumenta la temperatura corporea, che può essere spiegata dall'infiammazione asettica in punti di accumulo di sangue sotto la pelle. Se tali accumuli sono grandi, può verificarsi indurimento doloroso lungo le vene rimosse. Il rossore della pelle su di loro non dovrebbe essere, altrimenti si sviluppa l'infiammazione della pelle, che potrebbe indicare l'accessione dell'infezione.
Le bende necessarie di alta estensibilità poche ore dopo l'operazione, avendo svolto il loro lavoro e riducendo il sanguinamento dalle vene rimanenti, possono causare problemi. L'alta pressione, che le bende forniscono agli arti a riposo, interferisce con la normale circolazione venosa, specialmente di notte, quando le gambe sono immobilizzate.Le sensazioni di dolore fanno alzare i pazienti e fanno pochi passi, solo allora il dolore si allontana.

Il 7 ° giorno dopo l'operazione, le suture vengono rimosse. Gli ematomi sono ancora presenti, scompaiono infine un mese dopo l'operazione. Spesso, le cuciture divergono leggermente nelle gambe, spicca un po 'di liquido rossastro. In questo caso, il medico consiglia la lubrificazione della ferita con soluzioni antisettiche, che asciugano e accelerano la guarigione. Dopo che le suture sono state rimosse, rimangono le croste del sangue e l'epidermide che si è accumulata durante questo periodo non viene lavata. Dopo averli lavati con acqua saponata, è necessario lubrificare le ferite con una soluzione di permanganato di potassio o verde brillante una volta al giorno per un po 'di tempo. Dopo la scomparsa di tutte le croste e l'assenza di ferite aperte, questa procedura può essere interrotta. La pulizia di queste zone può avvenire non prima di due settimane dopo la rimozione delle suture. Bene, e il trattamento igienico delle gambe al di fuori dell'area della ferita è possibile in qualsiasi momento dopo l'operazione.

La compromissione della sensibilità si verifica quando i nervi cutanei sono danneggiati, che accompagnano la vena principale. I soliti luoghi per intorpidimento sono alla caviglia e meno spesso sulla superficie interna dello stinco. Ripristinare la funzione del nervo è un processo lungo, è necessario essere pazienti.

Bende elastiche o maglieria a compressione dovrebbero essere indossate per un mese dopo l'intervento chirurgico. Se non ci sono ematomi grandi sulla coscia, la benda può essere utilizzata fino al ginocchio dopo aver rimosso le suture, ma sempre con la zona del tallone chiusa. La sindrome dell'edema dopo l'intervento chirurgico è possibile come reazione del sistema venoso alle condizioni alterate di deflusso del sangue dagli arti inferiori. Al momento di questa regolazione e aiutare a mantenere le vene superficiali rimanenti in un tono di compressione e flebotonica.

L'emergere di nuove vene varicose è possibile dopo qualsiasi flebectomia. Se le vene compaiono nell'area della cicatrice, questo indica una ricaduta della malattia. Se le nuove vene si alzano lontano dalle incisioni, questa è la progressione delle vene varicose. Né il paziente né il medico da tali problemi sono assicurati.

Dopo la distruzione laser o la scleroterapia del gambo, ci sono meno complicazioni.

Raccomandazioni di periodo postoperatorio di flebectomia

Anche gli antichi egizi migliaia di anni fa consideravano la malattia dei vasi sanguigni dei piedi terribile e incurabile. Hanno visto che le "convoluzioni serpentine" sulle gambe portano a ferite aperte e, alla fine, alla morte inevitabile. Ebrei e Greci consideravano l'unica, seppure temporanea, salvezza da questa malattia: la creazione della compressione con l'aiuto di spugne e strisce di lino. Anche allora, la diagnosi e il trattamento dei vasi sanguigni si sono distinti in una direzione indipendente dalla chirurgia, ma per molto tempo nessuno ha osato eseguire la flebectomia nella formazione dei nodi delle vene safene delle gambe.

Tromboflebiti, vene varicose, trombosi erano tra le dieci malattie più comuni da cui l'umanità stava morendo. Dopo tutto, le cause di queste malattie non sono sempre determinate dalle condizioni di lavoro o dalla vita del paziente. Esiste l'opinione degli esperti che la perdita dell'elasticità delle vene e la loro capacità di riduzione possano essere ereditate, ma non solo da parenti diretti. Questa malattia può essere scatenata da una dieta amatoriale, da carenza di fibre, da vestiti scelti in modo improprio, che possono pizzicare il flusso sanguigno verso il bacino e persino l'abitudine di sedersi legalmente per gamba.

Dato che la malattia venosa cronica colpisce fino al 50% delle persone che vivono sulla Terra. E questa è solo statistica ufficiale, tenendo conto delle visite ai medici. E quanti di quelli che considerano la stanchezza alle gambe, le convulsioni e gli "asterischi" un fenomeno temporaneo! Nei paesi sviluppati, dove il 25% della popolazione attiva ha bisogno di un monitoraggio costante da parte di un flebologo, la chirurgia vascolare è diventata l'ultimo metodo radicale per combattere per la salute dei piedi del paziente.

L'operazione, che ha 100 anni

La flebectomia come termine medico apparve ai confini tra il XIX e il XX secolo e significava intervento chirurgico per la rimozione delle vene affette da gravi vene varicose, quando né i farmaci né la terapia compressiva fermavano lo sviluppo della malattia. Le prime operazioni impostarono il compito prioritario di escissione radicale della nave malata con tutti i nodi varicosi, furono eseguite nell'ospedale sotto anestesia spinale. Un'ampia incisione cutanea dalla coscia alla tibia era molto traumatica e pericolosa con il suo periodo postoperatorio, quando aumentava il rischio di complicanze.

Flebectomia in Babcock

Un vero passo avanti nell'esecuzione di operazioni per le vene varicose è stato il metodo del chirurgo americano Bebcock, testato in pratica nel 1908. La flebectomia secondo Babcock consiste nell'estrazione sottocutanea delle vene con l'aiuto di una sonda di metallo duro, Exerase, poiché in quel momento veniva chiamata questa procedura. Per fare questo, sono state fatte due piccole incisioni, attraverso le quali è stata ligata la vena - crosssectomy, e infine - estraendo l'area interessata con un uncino sonda. In una forma migliorata con più attrezzature tecniche, questo metodo di operazione per la rimozione delle vene varicose è ora utilizzato.

Operazione Narath

Anche la flebectomia Narath viene eseguita utilizzando una sonda medica, ma attraverso incisioni brevi (da 1 a 6 cm) sulla coscia e sulla parte inferiore della gamba, il vaso interessato viene rimosso in parti separate mediante tunneling, a volte utilizzando il lampeggio percutaneo delle aree interessate con il catgut. Il desiderio dei chirurghi vascolari di ottenere un effetto cosmetico dall'operazione ha portato costantemente al miglioramento degli strumenti operativi.

Apertura Muller

In alcuni casi, il miglioramento degli strumenti chirurgici è avvenuto per capriccio, come, per esempio, al dermatologo svizzero Robert Muller, quando le pinzette chirurgiche si rompevano nelle sue mani. Muller cominciò a usare un bisturi stretto e appuntito e un grosso ago per la micropenetrazione nell'area operata. Quindi apparve il metodo della miniflebectomia.

La flebectomia di Muller viene eseguita su base ambulatoriale utilizzando l'anestesia locale, sia in piccole aree della vena safena che nei grandi vasi. Quando la minifleobectomia non ha bisogno di sutura, è sufficiente stringere i bordi delle forature con un cerotto. Questo è un lavoro molto accurato, quasi un gioiello. Il metodo può essere presentato indipendentemente o in parte con un grande volume di operazioni. Permette di ridurre significativamente il tempo di recupero del paziente e offre un eccellente risultato estetico. Pertanto, il metodo Muller è così richiesto nel settore della bellezza medica.

Metodi moderni di flebectomia

Attualmente, con un perfetto sistema diagnostico, è possibile scegliere per ogni paziente una tecnica individuale di intervento chirurgico o la loro combinazione nell'interesse del risultato previsto. Il compito della flebectomia combinata è di normalizzare il flusso sanguigno per prevenire il rischio di patologie irreversibili.

In primo luogo, una scansione duplex a ultrasuoni delle vene con marcatura simultanea delle aree interessate e (se del caso) flebografia - vengono eseguite diagnosi utilizzando un mezzo di contrasto. Le analisi biochimiche di urina e sangue forniscono informazioni significative sulla condizione delle vene del paziente, che ha un effetto positivo sulle conseguenze della flebectomia.

Oltre alla miniflebectomia, che è stata già discussa sopra, nell'arsenale degli specialisti di medicina vascolare ci sono molti altri metodi chirurgici per rimuovere le vene colpite. In una flebectomia combinata, il chirurgo identifica diverse fasi successive, sulla base dei risultati dell'esame. Pertanto, la conoscenza delle singole caratteristiche della persona operata viene utilizzata in modo più efficace.

strippaggio

L'uso di un breve stripping - la chirurgia risparmiante per le vene varicose consente di rimuovere solo l'area interessata della vena. Poiché viene eseguito anche attraverso una puntura nella pelle, può essere attribuito a miniphlebectomy con tutti i vantaggi di questo metodo.

Fleleectomia laser

La flebectomia laser è una nuova parola in questo campo della medicina vascolare, quando l'operazione viene eseguita senza strumenti chirurgici a causa della coagulazione laser all'interno della nave. Durante l'operazione, una luce laser guida viene inserita nella vena sotto anestesia locale in una vena sotto il controllo dell'ecografia Doppler. La bruciatura delle pareti venose, prodotta da un impulso laser, porta alla sua crescita eccessiva. Luogo di entrata - forare la dimensione minima, sigillata con uno speciale intonaco. Infatti, la flebectomia laser come terapia laser per le vene varicose diventa un'alternativa all'intervento chirurgico nella nostra presentazione.

Obliterazione a radiofrequenza

Un effetto ancora più preciso sulle pareti dei vasi sanguigni è l'equipaggiamento di obliterazione a radiofrequenza (RW). Vengono utilizzati cateteri usa e getta e la temperatura del riscaldamento e dell'estrazione viene monitorata mediante feedback. Questa procedura riduce al minimo il dolore, consente di eseguire in un colpo solo l'intero volume della ricostruzione della vena su entrambe le gambe, rende il recupero dopo la flebectomia rapida e si raccomanda perfettamente dal punto di vista del risultato estetico.

Video: preparazione e avanzamento dell'operazione

Cosa vale la pena sapere di sentirsi armato?

Quali casi hanno bisogno di flebectomia?

Le ovvie indicazioni per la flebectomia sono:

  • Determinazione visiva del pattern delle vene safene, che appare gonfio.
  • Copertura delle vene varicose al ginocchio e sopra.
  • Ristagno di sangue nelle gambe stando in piedi
  • Sensazione di stanchezza alle gambe e loro costante gonfiore.
  • L'apparizione ai piedi di ulcere non cicatrizzanti (trofiche) che non sono suscettibili di trattamento.
  • Dolore costante alle gambe.
  • Sensazioni di bruciore attraverso le arterie delle vene.
  • Varicotromboflebite di tipo II, III e IV.

Quale operazione è vietata?

Le controindicazioni alla chirurgia sono:

  1. Aumento persistente della pressione sanguigna, ipertensione.
  2. Ischemia del cuore.
  3. Non fermato i processi infettivi.
  4. Età avanzata, ridotta immunità.
  5. Termini di gravidanza tardivi (II-III trimestre).
  6. Processi infiammatori alle gambe, come erisipela, eczema, ecc.

Diabete mellito, ictus, infarto, ipertensione nel corso della flebectomia e nel periodo postoperatorio, che non vengono diagnosticati in tempo, possono provocare tromboembolismo, insufficienza renale e persino cancrena in un paziente!

La flebectomia è la fase successiva del trattamento delle vene varicose. Per molti, diventa un problema che cresce improvvisamente, perché un periodo di trattamento conservativo medico è stato perso a causa della mancanza di attenzione ai loro disturbi costanti e levità nel valutare la gravità della malattia. Se sei guidato dalla saggezza popolare sulla cura di una persona che affoga, allora è importante, avendo una conoscenza speciale sulle vene varicose, prevenire lo sviluppo di questa malattia insidiosa.

Video: l'operazione è sempre necessaria?

A cosa non piacciono le vene varicose? Raccomandazioni prima e dopo flebectomia

  • Una corretta alimentazione, ricca di pectine e fibre, senza eccessi alimentari.
  • Preferenze ascensore per scale.
  • Ciclismo.
  • Nuotando in qualsiasi bacino.
  • Le preferenze di scarpe comode.
  • Rifiuto categorico del fumo.
  • Controllo del peso
  • Cocktail a base di erbe come l'acacia, l'erba di San Giovanni e l'ortica.

Ma, se hai ancora sofferto di flebectomia, e poi non rinunciare a queste regole. Seguire le raccomandazioni dopo la flebectomia è necessario per prevenire il ritorno della malattia. Camminare in aria, esercizi di fisioterapia, una doccia di contrasto, una dieta ben studiata, biancheria intima da compressione, una posizione elevata delle gambe durante il riposo e l'assunzione di preparazioni flebotropiche dovrebbero diventare la norma di vita del paziente operato. Altrimenti, lo aspettano complicazioni spiacevoli e difficili da eliminare.

Possibili complicazioni dell'operazione

Complicazioni di flebectomia possono verificarsi immediatamente dopo l'intervento chirurgico o, dopo qualche tempo. Le complicazioni del periodo postoperatorio includono:

  1. Diminuzione della sensibilità quando i nervi cutanei sono danneggiati.
  2. Intorpidimento della caviglia o della superficie interna della parte inferiore della gamba.
  3. Suppurazione al posto di ematoma.
  4. Bleeding.
  5. L'emergere di nuove vene varicose sopra la cicatrice o lontano dalle incisioni.
  6. Lividi e decolorazione della zona della pelle (con phlebectomy laser).
  7. Leggera tenerezza dei siti chirurgici.

Pertanto, i pazienti vengono prescritti come riabilitazione dopo flebectomia di una procedura di idroproduzione per un massimo di 9 giorni, massaggio e terapia fisica (ginnastica dopo flebectomia), che alla fine normalizzano il deflusso venoso e prevengono la formazione di nuovi coaguli di sangue. Si consiglia di assumere preparazioni veno-tonico per altri 2 mesi, indossare la biancheria intima di compressione ed essere osservati dal flebologo presente.

Flebectomia è un servizio a pagamento?

La flebectomia è oggi un tipo molto comune di aiuto per le persone con vene varicose. Viene eseguito sia da cliniche statali con reparti di chirurgia vascolare e da centri di chirurgia plastica, la cui priorità è la risoluzione di problemi estetici.

Questo ramo della medicina è molto ben equipaggiato con attrezzature diagnostiche e operative, è praticato da specialisti altamente qualificati, è considerato ad alta intensità di risorse, il che, ovviamente, influisce sul costo dei servizi medici di questo tipo.

La somma dei costi per il paziente è costituita dal metodo di flebectomia, dalla predizione delle sue tracce postoperatorie, dal mantenimento nel periodo preoperatorio, compresa la diagnostica e il post-operatorio, compresa la riabilitazione.

Esistono differenze nel costo di questo tipo di operazione e in base alla regione in cui vengono eseguite. Quindi, nelle cliniche di Mosca, il prezzo stimato della flebectomia varia da 15.000 in un normale centro vascolare a 270.000 rubli per i servizi di una clinica VIP. A San Pietroburgo, la fascia di prezzo medio è ancora più bassa e questi servizi sono già offerti per 3.900 - 38.000 rubli. Essendo high-tech nella loro essenza, le operazioni sulla rimozione delle vene varicose sugli arti inferiori non sono ancora soggette alle quote federali previste per i cittadini della Federazione Russa.

È sempre utile ascoltare l'opinione di un altro.

Il cattivo, purtroppo, viene ricordato per lungo tempo e lo stato di leggerezza e salute acquisite sembra così naturale da riflettere molto meno.

Pertanto, tra le poche recensioni di pazienti su Internet, guarite a seguito di flebectomia sono unanimi in quanto:

  • "Non osavo da tanto tempo";
  • "Ho imparato la flebectomia laser come meno traumatica";
  • "L'operazione è stata rapida e indolore, in un'atmosfera benevola, i medici hanno parlato di quello che stava accadendo e ha scherzato";
  • "Mi è stata regalata una guida luminosa come souvenir!"
  • "Dopo un'ora e mezza sono andato a casa. In piedi! "
  • "I primi giorni erano dolore, indossata maglieria a compressione";
  • "Ho fatto tutto questo in estate, cosa che non ho mai avuto prima. Mi è stato detto che tali operazioni in estate non lo fanno ".

Quindi, se lavori come parrucchiere, barista, insegnante, cameriere o chirurgo, vuoi o non portare carichi eccessivi, saltare un bicchiere di vino o fumare nelle feste frequenti, assumere preparazioni ormonali o contraccettivi senza la prescrizione del medico, attaccare 24 ore su 24 ad una scrivania o computer desk pensa al problema delle vene varicose e alle sue conseguenze! Esamina le tue gambe in disordine alla luce del sole, prendi cura dei lividi, delle stelle e delle vene viola che vedi su di loro - forse è ora di agire prima che sia troppo tardi?

Cos'è?

La flebectomia è un tipo di chirurgia specializzata nella rimozione delle vene affette da gravi vene varicose. In questa fase, né il trattamento farmacologico né gli indumenti compressivi contribuiscono a fermare lo sviluppo della malattia.

Attualmente, questo problema è sentito da quasi metà della popolazione mondiale. La causa della tromboflebite può essere qualsiasi cosa: vestiti stretti, dieta mal concepita, ereditarietà.

Metodi moderni

Non è necessario prendere in considerazione tutti i passaggi nello sviluppo della flebectomia. Interessante tecnologia moderna nella pratica medica. La scelta del metodo ottimale di intervento dipende da una diagnosi altamente qualificata. In alcuni casi è più ragionevole condurre una flebectomia combinata.

La prima è un'ecografia duplex, che viene utilizzata per contrassegnare le aree con le vene interessate. In casi difficili, la nomina di flebografia.

La scelta del metodo di funzionamento si basa sui dati sulle condizioni del paziente, nonché sul grado di danno alle sue vene:

  • Spogliarello. Durante l'operazione, il chirurgo fa una buccia nella pelle, attraverso la quale viene rimossa una parte della vena interessata per la successiva rimozione. Questo metodo è abbastanza delicato, in quanto consente di salvare la vena stessa.
  • Fleleectomia laser. Questo metodo passa senza l'uso di strumenti chirurgici. La pelle viene perforata in anestesia locale. Una guida di luce laser è inserita nella vena. La coagulazione laser viene eseguita dall'interno della vena. Il posto di un'ustione in una vena si sviluppa nel tempo. La dimensione della puntura non è richiesta per cucire, quindi è minima. È sigillato con un cerotto speciale. Questo metodo riduce il tempo di recupero del paziente.
  • Obliterazione a radiofrequenza Questo tipo di flebectomia consente di influenzare accuratamente l'area danneggiata della vena con cateteri monouso. In questo caso, il ripristino del sito venoso viene eseguito in una volta, il che può ridurre significativamente il dolore e ridurre il tempo di riabilitazione.
Trattamento di espansione della vena laser

testimonianza

Non sempre per la flebectomia varicosa prescritta. Prima di tutto, l'attenzione è rivolta al trattamento conservativo.

Va ricordato che la causa del tromboembolismo può essere diverse malattie (ipertensione, infarto, ictus, diabete). Se non presti attenzione ai segni di questa malattia, il risultato potrebbe avere una tragica fine.

Ci sono alcune indicazioni per l'appuntamento di flebectomia:

  • Con un forte rigonfiamento delle vene safene sporgenti;
  • Con ristagno di sangue nelle gambe;
  • Con ampia lesione della gamba con vene varicose (fino al ginocchio);
  • Con gonfiore cronico delle gambe;
  • Con dolore persistente alle gambe;
  • Con lo sviluppo delle ulcere trofiche;
  • Con varicotromboflebite (eccetto tipo I);
  • Con una distinta sensazione di bruciore, manifestata lungo le linee venose.
Vene varicose

Controindicazioni

Ci sono momenti in cui la chirurgia non è auspicabile o controindicata. Se, tuttavia, contrariamente alle controindicazioni, viene eseguita un'operazione, allora sono possibili complicazioni, inclusa la morte.

Flebectomia vietata con:

  • malattia ipertensiva;
  • l'ultimo stadio delle vene varicose;
  • cardiopatia ischemica;
  • vecchiaia del paziente;
  • gravi malattie infettive;
  • erysipelas;
  • lesione cutanea purulenta (piodermite);
  • eczema;
  • nella seconda metà della gravidanza.

Prima di eseguire l'operazione flebectomia, è necessaria la terapia. In caso di una richiesta tardiva di assistenza medica, può mancare la possibilità di un trattamento con farmaci. Quindi prescrivere un intervento chirurgico.

formazione

La chirurgia non è così spaventosa come è rappresentata. Devi solo sintonizzarti sull'onda positiva e prepararti per l'operazione. Questo non solo può uscire da una situazione stressante, ma anche facilitare il compito del chirurgo.

In preparazione per l'operazione, è necessario seguire alcune raccomandazioni:

  • Fai una doccia
  • Controllare l'arto operato di eruzione (acne o pustole);
  • Rimuovere i capelli dalla gamba;
  • Parlate con il vostro medico della condotta dell'operazione, del tipo di anestesia pianificato, del trattamento farmacologico;
  • Se necessario, utilizzare l'anestesia generale, pulire l'intestino;
  • Prepara scarpe morbide e comode e vestiti larghi;
  • Parla con il chirurgo delle possibili allergie ai farmaci usati durante l'intervento.

Non c'è bisogno di rifiutare l'ecografia preoperatoria. In base ai risultati degli ultrasuoni, è possibile valutare la condizione delle vene al momento. Questo può essere una scansione triplex o duplex.

Prima di un intervento chirurgico, è necessario interrompere l'assunzione di determinati farmaci. Se durante questo periodo si sono verificate anomalie nello stato di salute, è necessario informare il medico.

Esecuzione di un'operazione

La flebectomia comporta la rimozione completa delle aree danneggiate della vena. Considera il corso approssimativo dell'operazione. L'uso dell'anestesia generale non è attualmente rilevante. Il chirurgo esegue tutte le manipolazioni in anestesia locale. Tutto ciò che sta accadendo operato è consapevole, ma non c'è dolore. Sarà necessario fissare il corpo sul tavolo operatorio. Questa precauzione aiuta a evitare movimenti involontari del paziente sul tavolo, che può portare a una violazione dell'operazione.

Non è necessaria una descrizione dettagliata dell'intero corso dell'operazione. Il chirurgo esegue un'incisione della pelle nelle zone distali e prossimali dell'arto - dove vengono proiettate le vene varicose. Attraverso incisioni, il tronco venoso danneggiato viene rimosso. La fase finale dell'operazione è la sutura dei siti di incisione. In casi particolarmente avanzati, è richiesta una flebectomia combinata.

Scopo della flebectomia combinata

Quando un paziente cerca aiuto medico nelle fasi successive delle vene varicose, il medico può ordinare una flebectomia combinata per salvare la situazione.

L'intero processo consiste in diverse fasi, la cui sequenza deve essere rigorosamente seguita:

  • Al primo stadio (cross -ectomia) interrompere il flusso sanguigno nella vena danneggiata. Questo viene fatto vestendo le vene superficiali. L'area di questa procedura è la piega inguinale femorale o l'area poplitea.
  • Il prossimo passo è lo stripping. Viene eseguita la rimozione delle aree interessate delle vene rilevate dalla scansione duplex. Principalmente le grandi vene longitudinali sono influenzate dalle vene varicose. E gli stinchi rimangono inalterati. Il più spesso usato corto stripping (la vena viene visualizzata attraverso una puntura nella parte inferiore della gamba e l'incisione inguinale). Esistono diverse tecniche operative, tra le quali la sonda Babcock, il cryoscripting, l'inversione e la rimozione del PIN.
  • Il passo successivo, la soppressione delle vene comunicative, rende possibile evitare la formazione di brutte cicatrici e riduce il periodo di recupero postoperatorio. Questa manipolazione può essere eseguita in due modi, a seconda della profondità delle vene. Se le vene comunicative sono superficiali, l'intera procedura può essere eseguita attraverso le punture della pelle ed è meno traumatica. Se ci sono cambiamenti significativi nella vena, se le vene sono profonde, è necessario eseguire incisioni profonde, che in precedenza lasciavano brutte cicatrici sulla gamba. L'attrezzatura endoscopica evita questo.
  • La miniflectomia, come un tipo di intervento chirurgico, è altamente efficace ed efficace dal punto di vista estetico. Le perforazioni nella pelle sono fatte in anestesia locale. Di questi, vengono estratte le aree della vena colpita. Per questi scopi, utilizzare un gancio speciale. Con la minifleectomia, non è necessario cucire e le cicatrici sono quasi invisibili.
Il principio della flebectomia combinata

Periodo postoperatorio

La flebectomia combinata per le vene varicose coinvolge di essere sotto la supervisione di un medico per una settimana dopo l'intervento chirurgico. È alla fine di questo periodo che vengono rimosse le suture nella zona inguinale. Nella zona popliteo, le suture vengono rimosse dopo 10 giorni. È necessario indossare calze a compressione per un mese tutto il giorno. Grandi benefici nella riabilitazione porteranno una piccola attività fisica. Alla fine del mese di notte è permesso rimuovere la maglia.

In ogni caso, le raccomandazioni per il periodo postin vigore sono preparate dal dottore separatamente. La durata della riabilitazione e della compressione dipende direttamente dalla condizione umana.

Ci sono alcuni consigli per il rapido recupero del corpo:

  • Immediatamente dopo l'operazione, è possibile e necessario girarsi ed eseguire le gambe in flessione. Si raccomanda di sollevare un lato del letto d'ospedale per migliorare la circolazione sanguigna.
  • La maglieria a compressione e le bende elastiche possono essere utilizzate su raccomandazione del medico un giorno dopo l'intervento. Solo allora è permesso di alzarsi dal letto.
  • Per facilitare il periodo di riabilitazione e prevenire la formazione di coaguli di sangue nel periodo postoperatorio, si raccomandano massaggi preventivi e esercizi di fisioterapia.
  • Per lo sforzo fisico ci sono limitazioni di intensità. L'aerobica e la ginnastica non sono raccomandate. È vietato riscaldare le gambe (fare bagni caldi e visitare il bagno).
  • Dopo aver rimosso i punti, è necessario proteggersi.

Le complicazioni sono possibili?

La possibilità oggettiva di complicanze postoperatorie, secondo i medici, è minima, ma non si può garantire il 100% di assenza di complicanze. La flebectomia per le vene varicose è, dopo tutto, un intervento chirurgico e non una semplice procedura cosmetica. Una percentuale significativa di complicanze può verificarsi immediatamente dopo l'intervento chirurgico.

Tipi di complicazioni dopo flebectomia:

  • sanguinamento grave;
  • indebolimento della sensibilità (se i nervi sottocutanei sono stati danneggiati durante l'operazione);
  • suppurazione (si verificano al posto di ematoma);
  • intorpidimento (nella regione della gamba e della caviglia);
  • lividi (il risultato della chirurgia laser);
  • dolore (nella zona operata);
  • trombosi venosa profonda (è abbastanza rara).

La flebectomia è attualmente abbastanza comune e viene eseguita come in un istituto medico pubblico o privato, nel dipartimento di chirurgia vascolare. Il prezzo della flebectomia nelle cliniche di Mosca dipende da diversi fattori, in particolare il livello della clinica, la complessità dell'intervento chirurgico e le qualifiche del chirurgo. Nelle cliniche di San Pietroburgo, la flebectomia è più economica.

Vene varicose e modi per combattere la malattia

La bellezza delle gambe per una donna è una componente importante della sua salute emotiva e psicologica. Lo sviluppo delle forme dolorose degli arti inferiori, che sono difficili da nascondere sotto i vestiti, sta diventando una vera tragedia. Uno di questi disturbi è le vene varicose. La medicina moderna offre molte soluzioni per superare i sintomi negativi. Ad esempio, cambia il tuo stile di vita, ti fai muovere di più, abbandona le cattive abitudini.

Oggi gli esperti conducono la terapia farmacologica, la chirurgia. La flebectomia non si riferisce al tipo di misure plastiche, è un intervento responsabile nel lavoro di un organismo soggetto a gravi cambiamenti patologici. Lo scopo dell'operazione è quello di normalizzare il flusso del sangue attraverso le vene profonde, quindi quanto più piccolo è il periodo del suo ritardo, tanto migliore sarà per un'ulteriore riabilitazione.

L'operazione non viene eseguita quando:

  • vene varicose croniche;
  • ipertensione;
  • ischemia cardiaca;
  • infezioni complesse, eczema.

Intervento indesiderato negli anziani e nella seconda metà della gravidanza. La manipolazione per rimuovere le vene safeniche non è difficile - il periodo della sua permanenza non dura più di 2 ore. La chirurgia non interferisce con la normale circolazione sanguigna nelle gambe, poiché fino al 10% del sangue scorre attraverso i capillari sottocutanei.

Le cicatrici postoperatorie sono invisibili e non hanno dimensioni superiori a 0,5 cm.

Complicazioni dopo flebectomia

Le conseguenze negative sono minori e improbabili, ma accadono. Il loro grado dipende dallo stato iniziale del sistema venoso prima dell'intervento chirurgico, alcuni disturbi associati e fattori. Nella fase iniziale postoperatoria, non sono esclusi i lividi e le emorragie da piccoli capillari, che non sono stati serrati durante la procedura. I lividi scompaiono entro una settimana, dopo un massimo di 10 giorni, e il sanguinamento non è pericoloso e gradualmente si ferma man mano che guarisce.

Molto raramente vi è un blocco dei vasi arteriosi dovuto alla separazione di un coagulo di sangue - tromboembolismo. Può essere causato da una debole pressione sanguigna nell'arteria, infezione della ferita, prolungata permanenza nel riposo a letto. Le raccomandazioni per evitare il blocco dei vasi profondi sono le seguenti:

  • alzarsi il primo giorno dopo la procedura;
  • l'uso di farmaci appropriati che migliorano le caratteristiche del sangue;
  • terapia compressiva.

Una complicazione indesiderabile può essere una manifestazione di recidiva, perché vengono rimosse solo le aree interessate dei capillari. Se le misure preventive non vengono seguite, i vasi precedentemente sani iniziano a dolere. Per prevenire la ripresa della malattia, seguire necessariamente il parere del personale presente. È possibile lo sviluppo di intorpidimento del tessuto nell'area di incisione, la comparsa di pus e dolore. La condizione estetica postoperatoria delle vene dipende in gran parte dalla suscettibilità individuale alla pigmentazione, alla cicatrizzazione, alla guarigione e allo sfondo immunitario generale del corpo.

Il ripristino del normale funzionamento è assicurato da un cambiamento completo nell'approccio al proprio stile di vita precedente, in presenza di inattività, scarsa nutrizione, abuso di alcool, fumo o lavoro fisico molto duro. Spesso quest'ultimo riguarda uomini e donne che vivono nelle zone rurali. La gravidanza è possibile dopo flebectomia, ma non prima di sei mesi. Portare un bambino è accompagnato non solo da cambiamenti interni all'intero corpo femminile, ma anche aumentando il carico sull'intero sistema degli arti inferiori. Pertanto, al fine di evitare il ritorno della dilatazione varicosa, è necessario ritardare la nascita di un bambino. Se la gravidanza è avvenuta, allora l'operazione non può essere un motivo per la sua interruzione.

Adattamento postoperatorio

La riabilitazione dopo flebectomia in ogni persona ha caratteristiche individuali e non può essere la stessa, sebbene esistano elementi comuni. La condizione principale è la rigorosa attuazione delle raccomandazioni dei medici. Qualsiasi passaggio mal considerato può aggravare la situazione e causare il deterioramento. Dopo flebectomia, il periodo postoperatorio è quasi lo stesso in tutti i pazienti con vene varicose. La maggior parte dei pazienti è convinta che l'intervento implichi l'aderenza alla completa immobilità. Per quanto riguarda le vene varicose, questo è un errore profondo. Dopo alcune ore, dovresti eseguire semplici esercizi fisici, cioè iniziare a sollevare le gambe sopra il livello del corpo. Questo migliora la circolazione venosa.

Il prossimo passo nella riabilitazione sarà la rotazione corretta, la flessione e l'estensione delle gambe e altri semplici esercizi. Un prerequisito per accelerare il recupero sarà l'uso di indumenti speciali a compressione, bende elastiche e massaggi terapeutici. La medicazione viene eseguita il giorno successivo all'intervento. Questa fasciatura dita dei piedi, coprendo gradualmente la caviglia, gamba inferiore, all'articolazione del ginocchio.

L'ipodinia è una delle ragioni principali per lo sviluppo di numerose malattie moderne, incluse le lesioni dei vasi venosi degli arti inferiori. Dopo l'intervento chirurgico sulle vene non può continuare uno stile di vita sedentario per prevenire la ripresa della malattia. L'attività fisica somministrata aiuterà ad adattarsi dopo l'operazione. Ma lo sport e la sua attività corrispondente sono completamente esclusi. È vietato fare il bagno nei bagni, visitare saune, palestre, piscine per i primi 10 giorni. Camminare è permesso, un po 'più tardi - gite in bicicletta. Tutte le classi devono essere supervisionate da un medico. Per i pazienti anziani, il modo più efficace per accelerare il recupero dopo la flebectomia è una piccola quantità di esercizio.

Gli esercizi consentiranno di evitare lo sviluppo di effetti collaterali dovuti ad un aumento dell'influenza medica e all'indebolimento della barriera immunitaria.

Indicazioni per la chirurgia

La flebectomia non è assegnata a tutti i pazienti che soffrono di vene varicose. Se riesci a liberarti del problema con l'aiuto del tradizionale trattamento non chirurgico, la chirurgia non è prescritta al paziente.

Le indicazioni per flebectomia sono:

  • vaste vene varicose;
  • la presenza di ulcere trofiche causate da vene varicose;
  • chiari segni di alterazione del flusso sanguigno, accompagnati da una sensazione di pesantezza, gonfiore, aumento dell'affaticamento delle gambe, anche senza l'espansione delle vene superficiali;
  • tromboflebite acuta;
  • stasi del sangue negli arti inferiori;
  • sensazione di bruciore lungo le arterie delle vene varicose.

Come viene eseguita l'operazione?

La flebectomia comporta la completa rimozione delle vene colpite. La durata di questa operazione è di una o due ore. Nella maggior parte dei casi, viene utilizzata l'anestesia locale - il paziente non sente dolore ed è consapevole di tutto ciò che sta accadendo in sala operatoria. Il corpo del paziente è fissato sul tavolo operatorio per prevenire movimenti involontari durante l'intervento.

Attraverso le incisioni, il chirurgo rimuove il tronco venoso danneggiato. Dopo l'operazione, rimangono cicatrici minori, solo circa 3-5 mm, che alla fine diventano bianche e diventano completamente invisibili.

Se necessario, viene prescritto un intervento chirurgico di emergenza combinato con flebectomia.

Questa operazione consiste di quattro parti:

  • crosssectomy - medicazione e soppressione delle vene superficiali, arresto del flusso sanguigno. Questo viene fatto sia nella piega inguinale del femore o nell'area poplitea;
  • Stripping - identificazione delle aree colpite dei vasi sanguigni mediante scansione duplex. Vienna viene escreta attraverso una puntura nella regione inguinale o inferiore della gamba. Esistono diverse tecniche operative di stripping: crioscrittura, inversione, sonda di Bebokk, crespatura con PIN;
  • soppressione delle vene comunicative. Se i vasi comunicativi sono localizzati vicino alla pelle, i chirurghi usano manipolazioni a basso impatto. Con un accordo di vena profonda, il medico usa attrezzature endoscopiche. Questo metodo consente di sbarazzarsi di cicatrici antiestetiche sulla pelle dopo l'intervento chirurgico e riduce il periodo postoperatorio.
  • microflebectomia: questo tipo di chirurgia combina buone prestazioni ed efficacia cosmetica. Sotto anestesia locale, il medico fa delle forature nei punti giusti della pelle, da cui le vene colpite vengono estratte con un gancio speciale. Il vantaggio di questo tipo di chirurgia è che non ci sono praticamente cicatrici sulla pelle.

Controindicazioni all'operazione

La flebectomia è controindicata in questi casi:

  • la presenza di gravi processi infettivi;
  • processi infiammatori nella pelle delle gambe, come eczema, erisipela, piodermite;
  • periodo di gestazione, in particolare il secondo e il terzo trimestre;
  • vene varicose in fase avanzata;
  • vecchiaia del paziente (oltre 74-75 anni);
  • cardiopatia ischemica;
  • ipertensione;
  • l'impossibilità della compressione elastica (ad esempio, l'obesità in un paziente);
  • l'incapacità di una persona di muoversi attivamente dopo l'intervento;
  • trombosi acuta superficiale o venosa profonda;
  • aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori.

Una controindicazione relativa viene precedentemente trasferita alla trombosi. In questo caso, la possibilità dell'intervento chirurgico è determinata dal medico individualmente.

Possibili complicazioni dopo l'intervento

Dopo un intervento chirurgico analfabetico e un'assistenza di scarsa qualità, il paziente può presentare le seguenti complicazioni:

  • sanguinamento;
  • suppurazione delle ferite;
  • indolenzimento nell'area chirurgica;
  • intorpidimento delle gambe e delle cosce;
  • linfocele - la formazione di cavità riempite di linfa;
  • ridotta sensibilità della pelle.

Una piccola complicazione della flebectomia, che si verifica quasi sempre, è la formazione di ematomi - piccole contusioni. Queste formazioni scompaiono entro una o due settimane dopo l'intervento.

Complicanze più gravi, come il tromboembolismo, la trombosi venosa profonda della parte inferiore della gamba sono abbastanza rare oggi, perché i medici usano metodi moderni di trattamento.

La riabilitazione impropria può anche causare vene sane adiacenti ai pazienti che sono stati rimossi per diventare varicosi. Il periodo postoperatorio è un momento in cui occorre prestare particolare attenzione alla salute del sistema cardiovascolare.

Flebectomia, periodo postoperatorio: raccomandazioni

Il recupero dopo l'intervento chirurgico non richiede grandi spese e molto tempo.

  1. Nelle prime ore dopo l'operazione, non è necessario giacere immobile. È possibile e necessario piegare e piegare la gamba malata, per sollevarla sopra il livello del corpo.
  2. Per migliorare il flusso sanguigno, sollevare leggermente sopra il bordo del materasso del letto d'ospedale. Puoi anche fare ancora più facilmente e mettere un materasso arrotolato o un cuscino stretto sotto le gambe.
  3. Già un giorno dopo l'intervento chirurgico è possibile indossare biancheria intima a compressione, maglieria a compressione e bende elastiche. Dopo aver fatto una medicazione, puoi prendere una posizione verticale.
  4. Nelle prime tre settimane, e specialmente nei primi cinque giorni dopo l'operazione, non dovresti essere zelante con lo sforzo fisico. In nessun caso non è possibile fare il bagno, soprattutto caldo. È anche inaccettabile visitare questi giorni bagni, saune, solarium, spiaggia.
  5. I punti vengono rimossi dopo nove giorni. Durante questo periodo, il sito delle suture deve essere trattato due volte al giorno con perossido di idrogeno e iodio.
  6. La compressione elastica deve essere applicata per altri due mesi dopo la rimozione dai punti.

Una settimana dopo l'intervento, puoi fare fisioterapia e massaggi. La riabilitazione sotto forma di esercizi fisici dopo flebectomia è particolarmente necessaria per le persone di età avanzata che hanno oltrepassato il limite di sessant'anni. L'intensità dell'allenamento è determinata dal medico su base individuale, a seconda delle condizioni del paziente e della sua età.

La raccomandazione obbligatoria nella flebectomia postoperatoria è limitare l'attività fisica, ovvero il sollevamento dei pesi. Inoltre, la persona operata è assolutamente sconsigliata di bere alcolici e fumare.

Seguendo queste raccomandazioni, puoi condurre uno stile di vita del tutto normale e dimenticare il problema delle vene varicose.

Trattamento chirurgico delle vene varicose. Suggerimenti per la riabilitazione

Dopo l'operazione di flebectomia (intervento chirurgico per l'escissione delle vene safene alterate da varici), il paziente deve attenersi a determinate raccomandazioni volte a prevenire possibili complicanze e ad accelerare il processo di recupero. La riabilitazione e la sua durata dipendono dalla tecnica della flebectomia e dal grado di trauma dell'operazione per il paziente.

Trattamento chirurgico delle vene varicose

Misure postoperatorie

Il primo periodo postoperatorio dovrebbe essere tenuto in ospedale sotto la costante supervisione dei medici. La flebectomia combinata viene eseguita in anestesia generale o spinale.

Nelle prime ore dopo la procedura, il paziente si allontana dall'azione dell'anestesia. Durante questo periodo, il dolore può verificarsi a causa di danni ai tessuti molli durante l'intervento chirurgico. Per alleviare sensazioni dolorose, si consiglia di usare antidolorifici e farmaci venotonici.

Dopo il ripristino della capacità motoria delle estremità inferiori, si sconsiglia di essere nella posizione immobile. Entro poche ore dall'intervento, si dovrebbero muovere le gambe, sollevarle e piegarle. Per migliorare il flusso sanguigno, i piedi dovrebbero essere in una posizione leggermente rialzata. Il giorno successivo all'intervento, puoi iniziare a camminare.

Raccomandazioni più accurate riguardanti la terapia farmacologica, il massaggio terapeutico e gli esercizi per la normalizzazione della circolazione sanguigna nelle gambe sono dati al paziente individualmente in ciascun caso e dipendono da:

  • il grado di sviluppo delle vene varicose;
  • la condizione generale del paziente;
  • la presenza di malattie croniche;
  • volume di intervento chirurgico;
  • natura e tecnica della flebectomia.
Recupero dopo flebectomia

I punti dell'incisione all'inguine vengono solitamente rimossi una settimana dopo l'intervento. Nella zona popliteo - dopo 10 giorni. La durata del ricovero dopo la rimozione chirurgica delle vene dilatate varia da 3 a 5 giorni (a seconda delle condizioni del paziente). La compressione permanente degli arti inferiori, necessaria nel tempo postoperatorio, viene effettuata con bende elastiche.

Il processo di recupero a casa

Alla fine del periodo di ricovero, al fine di evitare il ripetersi della malattia, al paziente viene prescritto l'uso continuo di calze a compressione. In un mese, la compressione continua è sostituita da quella giornaliera, che è necessaria fino alla completa scomparsa dell'insufficienza venosa (circa 2-3 mesi).

Per la prevenzione delle vene varicose, si consiglia di indossare maglieria a compressione (calze elastiche) in futuro. Soprattutto durante carichi pesanti sulle gambe. Queste calze impediscono la comparsa di gonfiore e dolore agli arti inferiori.

Indossare calze a compressione nel periodo postoperatorio

Per evitare complicazioni nel periodo postoperatorio, occorre prestare particolare attenzione alle cuciture. La formazione della cicatrice richiede diversi mesi, quindi dopo la flebectomia, è necessario seguire alcune regole per la cura dei punti:

  • In un primo momento, non è possibile strofinare la zona di giunzione e utilizzare strofinacci ruvidi e detersivi aggressivi;
  • È vietato fare un bagno caldo, andare in sauna o bagno, che porta all'espansione dei vasi sanguigni. Consigliato per lavare con acqua tiepida;
  • è impossibile strappare la crosta formata sulle suture per non disturbare il processo di guarigione della ferita;
  • Si raccomanda di lubrificare la zona della sutura con agenti antimicrobici per prevenire l'infezione.

Il recupero nel primo mese comporta la limitazione dei carichi e uno stile di vita limitato. Si raccomanda di camminare e normalizzare gli esercizi di flusso sanguigno. Dopo questo periodo, è possibile tornare alla solita attività fisica.

Dieta per la prevenzione delle vene varicose

Una dieta che è prescritta per il recupero rapido e la prevenzione delle vene varicose dovrebbe includere prodotti che aiutano a fluidificare il sangue e rafforzare la parete vascolare. È necessario limitare il consumo di grassi e aumentare la quantità di prodotti contenenti vitamine (frutta e verdura) nella dieta.

Misure preventive

Anche quando il periodo di riabilitazione è finito, al fine di prevenire il ripetersi della malattia, si dovrebbe condurre uno stile di vita sano e aderire a determinate raccomandazioni, suggerendo:

  • corretta alimentazione e controllo del peso;
  • rifiuto delle dipendenze;
  • camminare all'aria aperta;
  • andare in bicicletta, correre, nuotare;
  • Esercizi per la prevenzione dell'insufficienza venosa.

Gli esercizi più efficaci per rafforzare le vene degli arti inferiori che possono essere eseguiti durante il periodo post-operatorio sono elencati di seguito:

  • un esercizio che viene eseguito stando sul pavimento. Le gambe devono essere regolate alla larghezza delle spalle e piegate verso il basso. Le dita dovrebbero toccare il pavimento e le gambe dovrebbero essere diritte;
  • seduto sul pavimento. Le gambe dovrebbero essere distanziate e le braccia piegate sul petto. In questo caso, piegandosi in avanti;
  • in ginocchio. È necessario separarsi di lato e camminare sulle ginocchia in avanti e indietro.

Sono anche utili esercizi con movimenti circolari delle gambe, in piedi sulle dita dei piedi, flettendo ed estendendo le dita sugli arti inferiori. Non dimenticare che l'esercizio non dovrebbe essere eccessivo. In caso di stanchezza, è necessario fermarsi a riposo e fare esercizi di respirazione.

Si raccomanda inoltre di esaminare periodicamente i cambiamenti nello stato delle vene e l'individuazione di nuovi coaguli di sangue.

Esercizi per rafforzare le vene degli arti inferiori

Articoli Su Varici