flebite

Flebite - infiammazione acuta o cronica della parete venosa. Può svilupparsi a causa di vari fattori, ma il più delle volte è una complicazione delle vene varicose degli arti inferiori. La malattia si verifica raramente in isolamento. I cambiamenti nella parete venosa come conseguenza dell'infiammazione, di regola, portano alla formazione di coaguli di sangue e alla transizione della flebite alla tromboflebite. Questi moderni metodi di ricerca come l'USDG e la scansione duplex aiutano il medico a diagnosticare la flebite. Il trattamento è conservativo, compresa la terapia antinfiammatoria e la fisioterapia.

flebite

Flebite - infiammazione acuta o cronica della parete venosa. Può svilupparsi a causa di vari fattori, ma il più delle volte è una complicazione delle vene varicose degli arti inferiori. La malattia si verifica raramente in isolamento. I cambiamenti nella parete venosa come conseguenza dell'infiammazione, di regola, portano alla formazione di coaguli di sangue e alla transizione della flebite alla tromboflebite.

Classificazione delle flebite

Sulla localizzazione dell'infiammazione nella parete venosa:

  • Periflebitis - flebite con una lesione primaria del guscio esterno della vena. Di regola, si sviluppa quando il processo infiammatorio si diffonde dai tessuti circostanti alle pareti della vena.
  • Endoflebitis - flebite con una lesione primaria del rivestimento interno della vena. Si verifica a causa di danni alla membrana venosa interna o lesioni alla vena. La causa dell'endoflebitite può essere la cateterizzazione di una vena o la permanenza prolungata di un ago in una vena con la flebo di vari farmaci. L'endoflebitite è uno degli effetti collaterali della somministrazione endovenosa di una soluzione ipertonica.
  • Panflebit - flebite con la sconfitta di tutti i gusci della vena.
  • Flebite allergica. Si verifica a seguito di una reazione allergica. Incline al corso benigno cronico
  • Flebite dolorosa. Colpisce gli arti inferiori. Di solito si sviluppa dopo il parto. È acuto Accompagnato da un forte dolore.
  • Migrazione delle flebiti (tromboflebiti migratori). Più comune nei giovani uomini. Il processo coinvolge le vene superficiali degli arti superiori e inferiori. Accompagnato da una lesione delle arterie. Prona a un corso recidivante prolungato.
  • Flebite cerebrale. Colpisce i vasi cerebrali. Di solito si sviluppa a causa dell'infezione.
  • Pylephlebitis - infiammazione della vena del colletto. È una complicazione dei processi infiammatori nella cavità addominale.
  • La flebite della genesi infettiva può svilupparsi in qualsiasi area del corpo umano.

Cause di flebiti

Il più spesso le flebiti degli arti inferiori si presentano con le vene varicose. Il secondo posto in termini di prevalenza è la flebite, che è una complicazione di un ascesso, una ferita infetta o una malattia infettiva. L'infiammazione della parete venosa può essere causata da vari patogeni, tuttavia, il più delle volte come agente infettivo è lo streptococco. La flebite può svilupparsi dopo un'ustione chimica di una vena.

In certe situazioni, la flebite viene chiamata artificialmente. Così, nel trattamento delle vene varicose, la flebologia moderna fa ampio uso del metodo scleroterapico, il cui principio si basa sull'introduzione nella vena di una sostanza speciale che causa la flebite asettica e il successivo incollaggio delle pareti venose.

I sintomi della flebite

Con la flebite superficiale acuta, la vena diventa dolorosa e tesa. La pelle sulla zona interessata è arrossata, ispessita. Esiste l'ipertermia locale. Forse l'aspetto delle strisce rosse lungo le vene infiammate. In alcuni casi, c'è un aumento della temperatura corporea, debolezza generale. Per la flebite cronica delle vene superficiali è caratterizzata da un quadro clinico attenuato, percorso recidivante con esacerbazioni periodiche.

Nella flebite acuta delle vene profonde, ci sono ipertermia generale, dolore e gonfiore nell'area dell'infiammazione. La pelle dell'arto colpito diventa bianco latte. La sigillatura e il rossore della pelle non sono osservati. Nella stragrande maggioranza dei casi, la flebite acuta delle vene profonde è complicata dalla formazione di coaguli di sangue e diventa tromboflebite acuta.

La flebite cerebrale si manifesta con mal di testa, aumento della pressione sanguigna, sintomi neurologici. Quando la flebite del pene appare acuta, il pene diventa bluastro, gonfio. Per pylephlebitis (flebiti della vena del collo) è caratterizzata da un modello di grave intossicazione purulenta. Le condizioni del paziente si stanno deteriorando, c'è debolezza, vomito, mal di testa, dolori da taglio crampi nell'ipocondrio destro, aumento dell'ittero. La febbre si sviluppa con forti sudorazioni e brividi. C'è il rischio di morte. In un certo numero di pazienti la flebite della vena del colletto acquisisce un decorso cronico e diventa la causa dello sviluppo dell'insufficienza epatica e renale.

La diagnosi di flebite viene effettuata utilizzando la scansione duplex o l'ecografia delle vene degli arti inferiori o di un'altra area, a seconda del processo di localizzazione.

Complicanze da flebite

Come conseguenza della flebite, la tromboflebite si sviluppa di solito. Esiste il rischio di trombosi della vena colpita. La tromboflebite venosa profonda nel periodo acuto può causare embolia polmonare e, a lungo termine, causa di insufficienza venosa cronica. Quando c'è flebite c'è il rischio di sviluppare complicazioni infettive (ascesso, flemmone).

Trattamento e prevenzione delle flebiti

Per la flebite viene eseguita una terapia conservativa complessa. La flebite delle vene superficiali in alcuni casi viene trattata come un flebologo ambulatoriale. Quando phlebitis altre posizioni, di regola, hanno mostrato il ricovero in ospedale.

L'arto interessato richiede un riposo completo, una posizione elevata. Al paziente vengono prescritti farmaci che migliorano la nutrizione del muro e riducono la viscosità del sangue. Trattamento antinfiammatorio generale e locale condotto, fisioterapia. Dopo aver interrotto il processo acuto e l'esacerbazione della flebite cronica degli arti inferiori, si consiglia di utilizzare maglieria a compressione o bendaggi elastici.

Le misure preventive dipendono dalla localizzazione delle flebite. È necessario seguire scrupolosamente le regole dell'infusione endovenosa e dell'iniezione, trattare tempestivamente le patologie pustolose, i processi infiammatori e le lesioni minori. I pazienti con vene varicose degli arti inferiori devono seguire le raccomandazioni del medico.

Flebite: sintomi e trattamento

La flebite è chiamata infiammazione della parete venosa. La flebite si trasforma rapidamente in una malattia più formidabile: la tromboflebite, quando i coaguli di sangue appaiono nel lume di una nave infiammata. Pertanto, è importante identificare la flebite in tempo utile per prevenire un'ulteriore progressione della malattia.

cause di

L'infiammazione della vena si sviluppa quando esposta a vari fattori avversi. La flebite si verifica principalmente sullo sfondo delle vene varicose esistenti. Ciò contribuisce alla violazione dell'emodinamica che si verifica con le vene varicose.

Inoltre, la flebite può essere causata direttamente da vari microrganismi, principalmente streptococco e stafilococco. I microbi entrano in vena in presenza di una ferita purulenta o di una malattia infettiva.

La flebite si sviluppa durante le ustioni chimiche delle vene, quando vengono iniettati nella nave sostanze e farmaci aggressivi. Le soluzioni ipertoniche (cloruro di calcio, soluzione di glucosio al 40%) sono in grado di provocare la flebite. L'introduzione di "droghe artigianali" nella vena porta anche all'infiammazione della vena, quando vengono utilizzati vari solventi e prodotti chimici domestici per prepararli.

Contribuire allo sviluppo della flebite e lesioni dirette alla parete venosa durante la cateterizzazione e la somministrazione endovenosa prolungata di farmaci.

A seconda del posizionamento del processo infiammatorio nella parete venosa si distinguono:

  1. periflebit - guaina esterna danneggiata della vena. Si verifica quando l'infiammazione si diffonde dai tessuti circostanti alla parete del vaso.
  2. Endoflebit - è interessato il rivestimento interno della vena. Spesso si verifica quando si danneggia il rivestimento interno della vena, ad esempio durante il cateterismo della nave.
  3. Panflebit - interessa tutte le membrane della parete venosa.

I sintomi della flebite

L'infiammazione delle vene può verificarsi in qualsiasi area del corpo, ma il più delle volte si verifica nelle gambe. Le vene degli arti inferiori sono superficiali e profonde. La sconfitta di alcune navi è accompagnata da alcuni sintomi.

Flebite degli arti inferiori

Con la flebite acuta superficiale, la vena colpita diventa percettibilmente tesa, dolorosa. Il paziente stesso può notare che la pelle su quest'area è arrossata, calda e lungo la vena interessata ci sono strisce rosse. In rari casi, una persona può essere disturbata da febbre, debolezza.

In assenza di trattamento di flebite superficiale acuta, il disturbo si trasforma in una forma cronica. Nella flebite superficiale cronica, i sintomi della malattia sono meno pronunciati. Periodi di remissione della malattia si alternano a esacerbazioni.

Con phlebitis acuto profondo nell'area della vena infiammata c'è dolore, così come gonfiore dell'area di gamba corrispondente. In questo caso, la pelle diventa pallida, persino bianca. Nella maggior parte dei casi, questa malattia è accompagnata da febbre, malessere, debolezza.

Flebite degli arti superiori

La flebite sul braccio è spesso chiamata postiniezione. Già dal nome è chiaro che è provocato da iniezioni endovenose nel braccio. L'aumento del dolore nell'area della puntura di una vena dovrebbe avvisare la persona, questo potrebbe indicare l'inizio della flebite post-iniezione.

Il primo sintomo della flebite è il rossore della pelle nella zona dell'iniezione o l'inserimento del catetere. Presto il rossore si diffonde dal sito di iniezione lungo l'intera vena infiammata. La mano è gonfia. Ci può essere un aumento della temperatura, la comparsa di debolezza, un aumento dei linfonodi ascellari e ulnari.

Flebite migratoria

La flebite migratoria è anche conosciuta come flebite allergica errante e appartiene al gruppo di vasculite sistemica. La malattia spesso accompagna malattie autoimmuni, alcune malattie oncologiche, infettive e reazioni allergiche. Principalmente i giovani sono malati.

La migrazione delle flebiti è caratterizzata da lesioni delle vene degli arti inferiori e superiori. Tutto inizia con il fatto che lungo le vene superficiali delle gambe sorgono fili compatti di varie lunghezze. La pelle sulla nave colpita è rossa, gonfia e dolorante. È interessante notare che tali cambiamenti si verificano alternativamente in diverse vene, come se l'infiammazione "salta" da una vena all'altra. A volte l'infiammazione di diverse vene può avvenire contemporaneamente, ad esempio sul braccio e sulla gamba.

Spesso, la condizione generale del paziente non soffre, può solo aumentare la temperatura. Ma con più lesioni delle vene una persona può sentirsi debolezza, malessere.

Flebite cerebrale e pylephitis

Con la flebite cerebrale (infiammazione delle vene dei vasi cerebrali) c'è un mal di testa con nausea e vomito, sintomi neurologici sotto forma di disturbi del linguaggio, cambiamenti nella coscienza, andatura instabile, paresi degli arti, convulsioni.

Pylephlebitis si verifica quando l'infiammazione si diffonde dai vicini organi infiammatori della cavità addominale (appendice) alla vena porta. La condizione patologica è caratterizzata da febbre, grave debolezza, ittero, dolore nella parte destra. Questa è una malattia molto pericolosa che può persino portare alla morte.

Trattamento di flebite

Affrontare efficacemente le flebiti con l'aiuto di metodi conservativi di trattamento. Tuttavia, gli interventi terapeutici dovrebbero essere implementati il ​​prima possibile al fine di prevenire la trasformazione delle flebiti in tromboflebiti. I metodi conservativi comprendono la terapia farmacologica, la fisioterapia e l'uso di calze a compressione.

Trattamento farmacologico

In presenza di flebiti, è importante identificare la causa della condizione patologica. Se la flebite è causata da un'infezione, gli antibiotici sono prescritti al paziente. In altri casi, il trattamento farmacologico include la nomina di tali farmaci:

  1. FANS (Ibuprofen, Chetoni) - eliminare l'infiammazione e il dolore;
  2. Farmaci che migliorano la microcircolazione (Actovegin, Pentoxifylline, Trental);
  3. Farmaci che riducono la viscosità del sangue (acido acetilsalicilico, cardiomagnyl) - prevengono la formazione di coaguli di sangue;
  4. Mezzi per il trattamento locale (unguento Troxevasin, Venobene, pomata con eparina, gel Lioton).

In fleboclisi postiniezione, di regola, si limitano ad applicare compresse con unguenti (eparina, Troxevasin, Venobene, Lioton Gel) al braccio interessato. Questi farmaci riducono il gonfiore, hanno un effetto antinfiammatorio, prevengono la formazione di coaguli di sangue.

fisioterapia

Quando il paziente con flebite, il medico può raccomandare la fisioterapia. Questo può essere laser terapia, terapia magnetica, applicazioni di fango, radiazione infrarossa. La fisioterapia è un trattamento ausiliario che, se correttamente somministrato, può portare a una pronta guarigione.

L'azione della fisioterapia è mirata a migliorare i processi metabolici nelle cellule, riducendo l'infiammazione. Inoltre, la fisioterapia riduce il gonfiore dei tessuti molli ed elimina il dolore.

Cambiamento di stile di vita

La formazione di uno stile di vita sano svolge un ruolo significativo nella lotta contro la flebite. Per garantire una normale microcircolazione nelle gambe, è necessario essere attivi e praticare sport. I pazienti con flebite si raccomandano anche di alzare le gambe sulla schiena e tenerli per diversi minuti. Questa posizione contribuisce al deflusso del sangue e impedisce il suo ristagno negli arti inferiori.

Il fattore aggravante per lo sviluppo della flebite è il fumo. Pertanto, coloro che vogliono sbarazzarsi delle flebiti (o prevenirne il verificarsi) devono rinunciare alla cattiva abitudine.

Un vero alleato dei pazienti con flebite può essere considerato maglieria a compressione o bendaggio elastico. Indossare calze a compressione aiuta ad evitare il ristagno del sangue venoso nelle gambe e la formazione di coaguli di sangue in futuro.

Grigorov Valeria, commentatore medico

4,381 visualizzazioni totali, 3 visualizzazioni oggi

Flebite - che cos'è?

La flebite è un'infiammazione delle pareti venose. Le flebiti degli organi interni e delle estremità si distinguono e ogni vena del corpo è anche possibile. Secondo i tipi di vasi che possono essere sensibili a questa malattia, ci sono distinti: flebiti delle vene superficiali e flebiti delle vene profonde.

Contenuto dell'articolo

La flebite e le sue cause

La varietà di flebiti è grande e, a seconda della profondità della lesione della vena, sono classificati tre tipi di flebiti:

  1. Periflebit. Questo tipo di flebiti è caratterizzato da infiammazione della parete venosa esterna. Si sviluppa quando la vena è circondata da tessuto danneggiato da un intervento chirurgico o infetto da flora patogena. L'agente patogeno più comune di tutti i patogeni è lo streptococco.
  2. Endoflebit. L'infiammazione inghiotte la parete interna della vena. Questo tipo deriva dalla violazione meccanica dell'integrità del vaso venoso: iniezioni, catetere, ustioni, ecc.
  3. Panflebit. Una condizione patologica di una vena in cui è completamente colpita, sia all'esterno che all'interno. Si sviluppa in assenza di un trattamento adeguato dei primi due tipi di flebiti.

Nelle statistiche mediche, raramente in caso di reflusso o endoflebitite, la panflebit è di solito diagnosticata.

Su tutta la varietà di localizzazione delle flebiti prevale la flebite, che colpisce le vene nelle gambe. Nella maggior parte dei casi, la malattia è una complicazione delle vene varicose degli arti inferiori. Tuttavia, può verificarsi indipendentemente dalle vene varicose. La flebite è classificata in base alle cause della malattia e al luogo di comparsa dell'infiammazione:

  • Flebite allergica. È provocato dall'esposizione ad allergeni che sono entrati nel corpo umano.
  • Flebite dolorosa. Può essere considerato una complicazione postpartum, che è associata a congestione venosa prolungata nel bacino e nelle gambe.
  • Flebite batterica (infettiva). Sembra come conseguenza di una lesione a una vena, in cui è caduta una sostanza irritante, un'infezione o una flora microbica che ha un effetto distruttivo sulla parete vascolare. L'infezione è una conseguenza delle complicazioni di bolle, bolle, infezioni, ferite purulente della pelle e dei tessuti adiacenti alle vene.
  • Flebite postiniezione. È provocato da danni meccanici, come iniezioni endovenose, cateterizzazione a lungo termine e puntura venosa durante il prelievo di sangue. Si verifica uno spasmo del vaso venoso e si sviluppa un'infiammazione.
  • Phlebitis cubico. È correlata alla post-iniezione, essendo una specie della sua varietà, ma è causata esclusivamente da danni chimici: ustioni del letto venoso a seguito dell'introduzione di liquidi corrosivi, iniezione sclerosante o soluzioni di farmaci (ferro, glucosio, cloruro di potassio).
  • Migrare la flebite. Questo tipo di malattia è cronica, manifestata dall'infiammazione episodica delle pareti venose. Difficile da diagnosticare e trattare.
  • Flebite della vena del colletto (pylephitis). Si manifesta dopo le malattie dell'apparato digerente e del torace, in cui la vena del colletto è interessata.
  • Flebite cerebrale. Il fuoco infiammatorio è nei vasi del cervello.
  • Flebite emorroidaria. Una forma acuta della malattia, a seguito della quale sono colpite le vene emorroidarie.

Inoltre, ci sono vari fattori che aumentano il rischio di flebiti. Questi includono:

  • assunzione di farmaci che aumentano la coagulazione del sangue (ad esempio, contraccettivi ormonali);
  • malattie genetiche ed ereditarie che causano problemi di coagulazione del sangue (ad esempio emofilia);
  • patologia linfonodale e disturbo linfatico;
  • stile di vita sedentario e riposo a letto lungo;
  • l'obesità;
  • frequente tensione muscolare, duro lavoro e sport;
  • esposizione prolungata al sole (contribuisce alla stasi venosa dovuta all'espansione dei vasi delle vene localizzate sulla superficie);
  • dipendenza (fumo, alcolismo, tossicodipendenza).

Flebite degli arti inferiori

Secondo le statistiche, i centri medici diagnosticano la flebite delle vene nelle gambe 9 volte più spesso delle flebiti degli arti superiori.

Ci sono due forme di flusso di flebiti degli arti inferiori: acuta e cronica, diversa nei sintomi.

La flebite acuta è accompagnata da febbre, dolore alle gambe e debolezza fisica generale. I sintomi sono molto simili ai raffreddori. La flebite cronica di solito procede senza segni, richiamandosi al momento delle esacerbazioni.

Il sintomo principale della flebite degli arti inferiori è il gonfiore con una forte sindrome del dolore, con rossore e ispessimento concomitante della pelle lungo la vena infiammata. Con l'apparenza dell'arrossamento, la temperatura corporea sale anche a 38 ° C, il che deprime le condizioni generali della persona.

La flebite degli arti inferiori è strettamente correlata alle vene varicose e alle complicazioni che dà. Sono interessate sia le vene superficiali che quelle localizzate relativamente in profondità. La forma più grave della malattia è la tromboflebite e la trombosi venosa vascolare. Di conseguenza, si formano coaguli di sangue (coaguli) che intasano i vasi danneggiati. La flebite sottocutanea acuta degli arti inferiori con la sconfitta delle vene profonde spesso passa in questa forma.

Video: flebite degli arti inferiori

VERTEX non è responsabile dell'accuratezza delle informazioni presentate in questo video. Fonte: Israel9tv

Flebite: i suoi sintomi e trattamento

Il quadro clinico della flebite dipende direttamente dalla forma e dalla posizione dell'infiammazione.

Le complicanze post-iniezione possono essere scatenate da flebiti acuti e cronici, che colpiscono le pareti venose superficiali. I segni di flebite in questo caso si riducono alle seguenti manifestazioni: una sensazione di tensione vascolare, dolore nella vena della vena infiammata, arrossamento (sotto forma di strisce) e compattazione della pelle sopra la vena infiammata, aumento della temperatura della pelle.

Flebite acuta e cronica di vasi sanguigni profondi condividono sintomi comuni:

  • dolore e gonfiore nel sito di infiammazione;
  • pelle bianca lattiginosa;
  • ipertermia (locale o generale);
  • grave debolezza.

La forma acuta della malattia è completata dalla comparsa di malessere generale e vertigini. Nella forma cronica di flebiti delle vene localizzate in superficie, questi sintomi si verificano durante l'esacerbazione della malattia.

La flebite cerebrale ha i seguenti sintomi:

  • disturbi neurologici: annebbiamento della coscienza, insonnia, svenimento, incoerenza della parola, ecc.
  • mal di testa e ipertensione pronunciate;
  • debolezza.

Quando compaiono infiammazione dei segni della vena collare (pylephlebitis) di intossicazione purulenta:

  • deterioramento improvviso delle condizioni generali;
  • debolezza crescente;
  • dolore spasmodico nel fegato;
  • aumento della sudorazione;
  • febbre e brividi frenetici;
  • nausea;
  • mal di testa;
  • ittero.

In forma cronica, la pylephlebitis influenza lo sviluppo del fegato e dell'insufficienza renale in un paziente. Ma il principale pericolo della pylephlebitis è che può essere fatale.

La complicazione della flebite infettiva si manifesta con l'ascesso della fibra venosa.

In caso di trattamento ritardato, una malattia come la flebite porta allo sviluppo di altre gravi complicanze: insufficienza venosa cronica, trombosi, PE (embolia polmonare), ascessi.

Flebite delle vene delle gambe: sintomi e trattamento

Il trattamento della flebite delle vene deve essere iniziato il più presto possibile. L'effetto terapeutico del tentativo di raggiungere prima un metodo conservativo, che include farmaci, terapia e aderenza a determinate regole. Il trattamento della flebite degli arti inferiori prevede l'uso obbligatorio di bende elastiche e maglieria a compressione. Le flebiti delle vene superficiali possono essere trattate in regime ambulatoriale, ma se ci sono altri tipi di localizzazione, è impossibile fare a meno dell'ospedalizzazione.

Nel trattamento dell'infiammazione non suppurativa nelle vene, che è stata causata da prolungata cateterizzazione o perforazione della vena, sono prescritti principalmente farmaci antibatterici e anestetici.

In generale, nel trattamento della flebite, un complesso terapeutico può includere i seguenti farmaci:

  • antibiotici (se l'infiammazione è causata da infezione);
  • farmaci anti-infiammatori non steroidei;
  • unguenti, gel e creme per uso topico;
  • vari venotonics per aumentare l'elasticità e la forza dei vasi sanguigni;
  • significa migliorare la microcircolazione;
  • farmaci per abbassare la viscosità del sangue;
  • farmaci antiallergici.

La selezione del trattamento, il dosaggio e la durata dell'uso di determinati fondi sono determinati individualmente, in base alla forma e alla gravità della malattia.

Nel trattamento della flebite si può prescrivere la seguente fisioterapia:

  • Irradiazione a infrarossi. Grazie a lui, la circolazione sanguigna e il metabolismo sono migliorati, i microvasi e le pareti delle vene vengono rigenerate, la sindrome del dolore è ridotta;
  • Fototerapia (fototerapia) Sollux-lamp. Contribuisce alla normalizzazione del flusso sanguigno, alla dilatazione dei vasi sanguigni e alla disidratazione dei focolai infiammatori;
  • Agopuntura. Ha l'effetto più favorevole sulle fasi iniziali e croniche della malattia;
  • Coagulazione laser intravascolare. Questo tipo di trattamento è indolore e confortevole per il paziente e può essere sia come parte di una terapia complessa, sia come unico metodo di trattamento;
  • La terapia magnetica. Viene utilizzato indipendentemente dallo stadio e dalla forma della malattia. Durante la procedura, gli induttori dei nastri magnetici si piegano intorno alle aree interessate del corpo, gradualmente (entro la fine della terza sessione), il flusso sanguigno capillare accelera, la condizione della parete vascolare migliora e la viscosità del sangue diminuisce. È possibile un iniziale aumento del dolore;
  • Riflessologia. Questo è un complesso di metodi terapeutici che influenzano i recettori nervosi, dà un effetto rapidamente evidente;
  • Pharmacopuncture. Questo è uno dei metodi di riflessologia. Combina omeopatia, agopuntura e mesoterapia;
  • Fangoterapia Include: bagni di fango, avvolgimento, esposizione simultanea a urti e sporcizia. Effettivamente ai primi segni della malattia;
  • Trattamenti SPA con acqua termale.

I rimedi popolari per il trattamento delle flebiti si concentrano anche sul rafforzamento delle pareti dei vasi sanguigni e sulla normalizzazione del flusso sanguigno. L'applicazione della rete di iodio viene utilizzata per la flebite superficiale e allevia il dolore, riduce il gonfiore. In caso di edema, anche gli impacchi curativi di artemisia e farina di grano saraceno, bevande con decotti di castagne e foglie di mirtillo rosso aiuteranno.

Ma vale la pena notare che in assenza di un trattamento adeguato, si verifica una forma trascurata di flebiti, tromboflebiti. Nel suo trattamento, è già utilizzato un metodo operativo, poiché esiste una minaccia diretta alla vita del paziente.

Flebite durante la gravidanza

Durante la gravidanza è possibile un rapido aumento di peso. La pressione intra-addominale aumenta, il sistema circolatorio subisce alcuni cambiamenti e nel terzo trimestre spesso lo stile di vita di una donna diventa inattivo. Pertanto, le donne in gravidanza più spesso soffrono di flebiti degli arti inferiori.

Flebite durante la gravidanza: cause

Durante questo periodo della vita di una donna, la flebite può essere un fattore serio che ha provocato complicazioni durante il travaglio e nel periodo postpartum. Nei casi in cui la donna in travaglio soffre di una tale malattia, è fondamentale prestare particolare attenzione alle proprietà del sangue del paziente. Durante la gravidanza, cambiano nella direzione di aumentare le piastrine. È importante determinare periodicamente lo stato del sistema di coagulazione e, se necessario, selezionare tempestivamente il trattamento con l'aiuto di specialisti.

Nella stragrande maggioranza dei casi, la flebite è il risultato di vene varicose. Pertanto, prima di pianificare una gravidanza, si raccomanda di prestare la massima attenzione alla prevenzione e al trattamento di questa malattia.

Le cause della flebite durante la gravidanza possono essere malattie infettive nelle donne, chirurgia, traumi, processi infiammatori locali e reazioni allergiche.

Al fine di ripristinare il flusso di sangue venoso nelle gambe, le donne raccomandano di solito ginnastica terapeutica, calze a compressione, l'uso di creme venotoniche a base vegetale e una posizione elevata delle gambe durante il sonno. La chirurgia durante la gravidanza è estremamente indesiderabile.

Prevenzione delle vene di flebite

Con una terapia tempestiva, la flebite delle vene profonde e superficiali è completamente curabile, quindi è particolarmente importante iniziare la prevenzione nel tempo e prevenire le complicanze.

La flebite è incline alla ricaduta. Pertanto, al fine di prevenire il ripetersi della malattia, è importante seguire tutte le raccomandazioni del medico curante e attuare misure preventive.

Lo spettro delle misure preventive che prevengono la flebite ripetuta viene selezionato individualmente e il modo in cui il trattamento dipende dalle cause e dalla localizzazione della malattia. C'è una raccomandazione generale per tutti - l'aderenza a uno stile di vita sano. Questo, soprattutto, abbandonare le cattive abitudini (soprattutto il fumo), esercizi mattutini, praticare sport (ad esempio, visitare la piscina). Sostituisci gli attrezzi per guardare, seduto al computer e qualsiasi altro passivo passatempo per attività all'aria aperta e passeggiate all'aria aperta. Se hai una lunga strada da percorrere in auto, quindi non trascurare le fermate per riscaldare le gambe. In questo modo contribuirai alla normale circolazione del sangue e prevenirai il suo ristagno. Rafforzare il sistema immunitario indurendosi, fare una doccia di contrasto - questo è utile per le pareti dei vasi sanguigni.

Flebite degli arti inferiori: prevenzione

È particolarmente importante riposare le gambe. È utile sollevare i piedi di 10-20 cm sopra il livello del cuore, avendo precedentemente applicato un agente tonificante ai piedi. Con questa posizione delle gambe, migliora il flusso di sangue venoso, che impedisce il ristagno. Se per qualche motivo devi passare molto tempo in piedi, allora ha senso indossare indumenti a compressione o bende elastiche.

Un'ottima prevenzione è il trattamento tempestivo delle vene varicose. Dopo tutto, le persone a cui è stata diagnosticata questa malattia sono a rischio di sviluppare la flebite.

Inoltre, non dimenticare di monitorare i valori ematici, passando regolarmente test. Questo vale anche per le donne che assumono farmaci ormonali, poiché influenzano direttamente la viscosità del sangue e aumentano il fattore di sviluppo delle flebiti. Ha senso visitare il flebologo almeno una volta all'anno.

Prestare particolare attenzione a possibili danni meccanici alla vena dopo iniezioni, iniezioni e inserimento di cateteri. Se sospetti un processo infiammatorio dopo queste procedure, devi consultare immediatamente un medico.

È necessario regolare la dieta in modo che non vi siano eccessi di prodotti che influenzano la coagulazione del sangue. È necessario limitare l'uso o l'esclusione dalla razione di legumi, fegato, prodotti contenenti grassi animali, banane, noci, grano e pane di segale. La dieta è desiderabile per saturare i prodotti:

  • con antiossidanti - pomodori, frutti rossi, ecc.;
  • con flavonoidi - bacche (mirtilli, mirtilli, lamponi), agrumi (limone, lime, pompelmo), frutta (mele, pere, prugne);
  • con vitamina C - bacche (ribes nero, fragole), verdure (peperoni rossi e verdi, cavoletti di Bruxelles), frutta (papaia, albicocche, pesche), agrumi.

Durante il giorno è necessario bere molti liquidi. Oltre all'acqua, dovresti prestare attenzione al tè verde, al cacao, al succo di pomodoro - queste bevande hanno le proprietà di ridurre la coagulazione del sangue.

flebite

La flebite è la sconfitta di importanti linee del sangue come le vene sotto forma di infiammazione e la loro graduale distruzione. Di norma, la flebite colpisce i vasi venosi degli arti inferiori a causa dell'azione di vari fattori di rischio, ma fondamentalmente è considerata una complicazione delle vene varicose degli arti inferiori.

La flebite può essere acuta e cronica e perdita isolata. Le violazioni che si verificano nella parete dei vasi venosi, causano la formazione di coaguli di sangue e la transizione della malattia nella tromboflebite. Molto spesso, il processo infiammatorio nelle vene si verifica a causa di varie infezioni che entrano nel corpo umano.

Esistono diverse forme di flebite, che dipendono dalla localizzazione del processo infiammatorio, come endoflebitite, peripliografia e panflebite.

Quando l'endoflebitia sviluppa infiammazione, che è accompagnata da una violazione della parete interna della vena. Molto spesso, questo tipo di flebiti si verifica a seguito di un infortunio, cioè a causa di un danno meccanico ai vasi venosi. Talvolta l'endoflebite si verifica dopo l'uso nella vena del catetere, così come una lunga permanenza nell'ago durante la flebo. Questo effetto collaterale dopo l'infusione di una soluzione ipertonica è molto comune.

Periphlebitis è caratterizzata da infiammazione con una lesione del rivestimento esterno della nave venosa. Questa forma di flebite si sviluppa come risultato di un processo infiammatorio che si verifica nei tessuti situati attorno alla nave.

Con panphlebitis, la vena è intaccata sia dentro che fuori nella forma d'infiammazione del suo guscio.

Durante il corso acuto di flebite, il dolore appare nella zona dell'arto interessato, la temperatura aumenta e la debolezza si sviluppa. Nel corso cronico della flebite per un tempo sufficientemente lungo, la malattia non si manifesta in alcun modo, lasciandosi sentire solo durante i periodi di esacerbazione.

Inoltre, la flebite dipende dall'oggetto della lesione delle vene (superficiali e profonde). Quando la flebite interrompe il lavoro delle vene sottocutanee, ciò si manifesta con le foche che ricordano la protrusione del grasso sottocutaneo lungo il vaso venoso. E con la sconfitta di vene profonde appaiono il dolore, la febbre, perfino la stanchezza cronica.

Fondamentalmente, la flebite colpisce allo stesso modo tutti i segmenti della popolazione. Ciò è dovuto al fatto che le principali cause delle lesioni vascolari sono le infezioni e le malattie varicose, che possono colpire quasi tutti. Naturalmente, con l'aumentare dell'età a causa del deterioramento delle navi venose, il rischio di flebite diventa un po 'più alto.

Il tipo più comune di flebite è la tromboflebite, quando si formano coaguli di sangue nella sede del processo infiammatorio, che possono staccarsi e causare embolia polmonare, oltre a provocare la morte. Thrombophlebitis è promosso da un tono vascolare debole e una viscosità aumentata del sangue. Molto spesso, questa forma della malattia inizia con la solita flebite acuta delle vene profonde.

C'è anche una flebite centrale, che è caratterizzata da un danno ai vasi del cervello; la flebite postiniezione è la reazione dei vasi alla somministrazione di farmaci; la flebite cubitale è il risultato di sostanze chimiche introdotte in una vena. Così come la flebite migratoria - la sconfitta delle vene superficiali su braccia e gambe con periodiche manifestazioni ricorrenti e pylephlebitis, che colpisce la più grande vena della cavità addominale.

Flebite degli arti inferiori

La flebite è caratterizzata da un'infiammazione della parete della nave venosa. Con la sconfitta del guscio della vena esterna, gli arti inferiori diventano periferici, il guscio interno - l'endoflebitis, e il processo infiammatorio, che cattura tutte le membrane vascolari, causa le panflebitis.

Di regola, periflebitis è notato nei pazienti nei casi in cui il processo infiammatorio passa alla parete venosa dai tessuti circostanti. Il verificarsi di endoflebitis è caratterizzato da lesioni della vena stessa e danni alla sua parete interna, principalmente dopo una lunga permanenza del catetere o dell'ago nel vaso durante l'infusione, nonché dopo l'introduzione di soluzioni ipertoniche.

L'insorgenza di flebiti degli arti inferiori è significativamente influenzata dalla malattia varicosa con le sue complicanze. Fondamentalmente, questa malattia è accompagnata da tromboflebite. E senza prescrivere il trattamento necessario, si sviluppano complicazioni sotto forma di ulcere trofiche o ascesso. I processi di infiammazione delle vene possono essere causati da vari tipi di agenti patogeni, ma il più delle volte l'agente infettivo è lo streptococco. Inoltre, le flebiti degli arti inferiori talvolta si sviluppano a seguito di un'ustione chimica di una nave venosa.

In alcuni casi, la flebite si forma artificialmente. Ciò si applica, ad esempio, alla scleroterapia, che viene utilizzata per trattare le vene varicose e si basa sul fatto che una sostanza speciale viene iniettata nella vena, causando una flebite asettica, che si traduce in un blocco delle pareti venose.

I principali sintomi della flebite degli arti inferiori consistono in dolore e arrossamento della pelle in tutta la vena colpita. Questo di solito si nota nella fase iniziale della malattia e con la sconfitta delle vene superficiali. Durante la palpazione delle vene colpite e infiammate, è possibile rilevare un ceppo o infiltrazione stretto, doloroso al tatto, che indica che una grande parte del tessuto sottocutaneo è coinvolto nel processo di infiammazione.

Molto spesso la flebite contribuisce a tromboflebiti e complicazioni come embolia settica, ascessi, ecc.

Le flebiti degli arti inferiori possono interessare le vene localizzate sulla superficie e quelle che si trovano abbastanza profonde. Nel corso acuto della flebite superficiale, la vena colpita provoca dolore ed è alquanto tesa. La pelle sopra la vena infiammata si infittisce e diventa rossa, quindi si può osservare ipertemia locale. A volte ci sono strisce rosse lungo le vene colpite, la temperatura aumenta e il paziente si sente sopraffatto. Nella flebite cronica delle vene safene, l'immagine sintomatica è un po 'attenuata e l'insorgenza di recidive è caratterizzata da una periodica esacerbazione della malattia.

La flebite acuta delle vene profonde si manifesta con ipertermia generale, dolore e gonfiore nella zona del processo infiammatorio. La pelle assume un colore bianco latte con fughe caratteristiche e arrossamento alle lesioni. Di norma, la forma acuta di flebiti degli arti inferiori delle vene profonde è caratterizzata da complicanze sotto forma di coaguli di sangue con un'ulteriore transizione verso la tromboflebite acuta.

La flebite cerebrale è caratterizzata da mal di testa, aumento della pressione sanguigna e sintomi neurologici. Ma la pylephlebitis è un quadro pronunciato di intossicazione purulenta. In questo caso, il paziente si sente molto male con la comparsa di debolezza, vomito, dolore alla testa, crampi dolori al taglio nella parte destra sotto le costole e aumento dell'ittero. Poi c'è una natura frenetica di febbre, che è accompagnata da abbondante sudorazione e brividi. Inoltre, c'è il rischio di morte. In alcuni pazienti, questa flebite diventa cronica con lo sviluppo di ulteriori insufficienza epatica e renale.

Il rischio di flebiti degli arti inferiori è lo sviluppo di tromboflebiti, trombosi del vaso venoso interessato, PE e CVI, nonché ascesso e flemmone.

Il trattamento principale della flebite è considerato un metodo conservativo di terapia. Allo stesso tempo, le compresse con Troxevasin, l'eparina e le procedure fisioterapeutiche sono applicate localmente. Inoltre, vengono utilizzati farmaci antinfiammatori, come Reopirina, Butadion, Aspirina e quelli che normalizzano il trofismo della nave venosa (Curantil, Glevenol, Trental, Eskuzan).

foto di phlebitis degli arti inferiori

Ragioni di phlebitis

Quando l'infiammazione della parete venosa sviluppa la flebite, che può colpire le pareti esterne (peripofleb) e interne (endoflebiti), così come entrambe (pan-flebite) contemporaneamente.

La ragione alla base dello sviluppo della flebite è il processo di penetrazione di una flora microbica virulenta nella parete della vena.

Quando il processo infiammatorio periphlebitis si sposta dai tessuti circostanti alla vena a causa di ascessi, ustioni, cellulite, tubercolosi, panaritium, ecc. Quando l'infiammazione della natura aspecifica della parete venosa esterna è caratterizzata da gonfiore e infiltrazione. Inoltre, queste manifestazioni penetrano nella membrana mediana della parete venosa, distruggono lo strato muscolare e si diffondono nell'endotelio. Di regola, si forma un trombo vicino alla parete, che causa tromboflebite. Con una prognosi favorevole, si forma la flebosclerosi, e come conseguenza del danno tubercolare alla vena perivascolare, l'infiammazione colpisce solo la sua guaina esterna.

Lo sviluppo di endoflebitite è direttamente influenzato dal trauma del vaso venoso dopo una lunga permanenza del catetere o dell'ago nella vena, così come soluzioni ipertoniche e sclerosanti e vene varicose iniettate nel vaso. Nel processo di danno all'endotelio, la vena del muro forma sempre un trombo parietale. Sullo sfondo dell'endoflebite tubercolare, le collinette miliari si formano nella vena e la loro fusione porta alla formazione di un polipo con necrosi della proprietà di formaggio nel centro della vena.

Per panflebitis è caratterizzato dallo sviluppo a causa della malattia di Mondor dopo lesioni addominali e al torace, malattie infettive e per nessun motivo particolare. Di regola, il processo infiammatorio porta alla sclerosi di questi vasi venosi e alla loro obliterazione.

Sintomi di flebite

Con la malattia venosa, che è caratterizzata dall'infiammazione delle loro pareti vascolari, si sviluppa la flebite. Fondamentalmente, questo processo patologico colpisce le vene negli arti inferiori e i sintomi consistono in manifestazioni di vene varicose che sono reali per i pazienti.

Di regola, la flebite si verifica contemporaneamente a comorbidità, tra cui vi è la trombosi, che successivamente passa alla tromboflebite. Questa malattia è caratterizzata da infiammazione della nave venosa accompagnata da un trombo emergente. È la tromboflebite che si riferisce alla malattia più pericolosa a causa delle caratteristiche delle sue complicanze. In questo caso, la possibile separazione di un coagulo di sangue, così come il suo movimento attraverso i vasi venosi. Tutto ciò può portare allo sviluppo di embolia polmonare, che nella maggior parte dei casi provoca un esito fatale.

I principali sintomi della flebite consistono in iperemia della pelle lungo l'intera lunghezza della vena interessata e dolore caratteristico. Tutte queste manifestazioni sono annotate, di regola, nella fase iniziale di phlebitis.

Ma a seconda della sconfitta delle vene, le flebiti sono superficiali e si distinguono le flebiti delle vene profonde. Inoltre, la malattia può manifestarsi sia in forma acuta che cronica. Nella prima variante della flebite, la vena interessata diventa tesa, il paziente avverte un certo dolore in quest'area, c'è un arrossamento della pelle sull'arto colpito, così come una compattazione. Inoltre, durante la palpazione, è possibile determinare la natura locale di ipertemia e arrossamento lungo l'intera lunghezza dei vasi venosi infiammati. I pazienti con questi sintomi si sentono sopraffatti, sviluppano debolezza in tutto il corpo e anche a volte la temperatura aumenta.

La forma cronica di flebite è caratterizzata da un livellamento del quadro sintomatico con esacerbazioni periodiche della malattia. Per la manifestazione della recidiva caratteristica di tutti i sintomi di cui sopra.

In flebite acuta di vene profonde, c'è un hyperthermia generalizzato; al posto di localizzazione del processo incendiario, il dolore e alcuni gonfiore appaiono, e più tardi la pelle dell'estremità intaccata acquista un colore bianco. In questo caso, la pelle non è contrassegnata da rossore e sigilli. Tuttavia, la mancanza di un trattamento appropriato provoca la formazione di coaguli di sangue e, quindi, si sviluppa una forma acuta di tromboflebite.

I sintomi della flebite cerebrale sono l'insorgenza di un mal di testa in un paziente, un aumento della pressione sanguigna, la comparsa di vari disturbi di origine neurologica. Ma se la flebite colpisce i vasi venosi localizzati sul pene, allora c'è un dolore piuttosto acuto, l'organo sessuale diventa edematoso e cambia colore, diventando bluastro.

Durante la flebite della zona del collo, quando il vaso venoso del collare è interessato, cioè con le pioflefite, i pazienti hanno un'intossicazione purulenta piuttosto forte, si sentono deboli, hanno costantemente mal di testa, vomito, aumento dell'ittero e dolore nel carattere contrattile del lato destro. In futuro, la condizione dei pazienti potrebbe peggiorare bruscamente, cioè, forse, la comparsa di febbre frenetica accompagnata da brividi e sudorazione. Questa forma della malattia è molto pericolosa per il verificarsi di un esito fatale. E in una certa categoria di pazienti, la pylephlebitis (infiammazione dei vasi della zona del collo) si sviluppa in un decorso cronico, provocando in tal modo un funzionamento imperfetto del fegato e dei reni. Pertanto, è molto importante rilevare la flebite nelle sue fasi iniziali.

È anche importante ricordare, in presenza di flebiti, le rigide regole per la somministrazione di liquidi e iniezioni endovenosi, per prevenire la diffusione di patologie pustolose e in tempo per il loro trattamento, oltre che per il trattamento. Ma i pazienti con vene varicose sono obbligati a seguire rigorosamente le istruzioni del medico.

sulla foto di phlebitis della mano

Phlebitis a portata di mano

Di regola, la flebite è caratterizzata da un'infiammazione delle pareti del vaso venoso e colpisce principalmente le vene degli arti inferiori. Ma dal momento che nel mondo moderno la tossicodipendenza è cresciuta a sufficienza e gli interventi endovenosi al di fuori delle istituzioni mediche (trattamento degli attacchi a casa, misure di disintossicazione, ecc.) Sono ampiamente diffusi, il numero di flebiti sugli arti superiori è aumentato significativamente.

Inoltre, l'introduzione nella vena di solventi chimici altamente aggressivi, che sono utilizzati nella preparazione di farmaci surrogati di azione narcotica, causano principalmente infiammazione del rivestimento interno della nave venosa o endoflebiti. Molto spesso, questa forma di flebite sulle mani si sviluppa a seguito di iniezione endovenosa di farmaci, nonché con l'uso di tali concentrazioni ipertoniche come il cloruro di calcio, il cloruro di potassio, la doxicilina o il glucosio al 40% rr, ecc.

Ma il decorso asettico del processo patologico porta allo sviluppo della flebosclerosi, caratterizzata da forme come la presenza di un lume ristretto nel vaso venoso e la completa obliterazione del lume venoso.

Dopo un esame istologico, viene rilevata la formazione di tessuto fibroso al posto di fibre elastiche e cellule muscolari lisce. Le fibre collagene di carattere grossolano si estendono in tutti gli strati della parete vascolare della vena e del tessuto connettivo, formando così un lume occluso.

Con la comparsa di flebiti delle vene superficiali degli arti superiori, una forte proprietà del dolore appare nel sito della vena colpita. Fin dall'inizio del processo infiammatorio, un intenso arrossamento della pelle si sviluppa abbastanza rapidamente e aumenta. Questa iperemia si estende dal sito di iniezione stesso nella direzione prossimale lungo la vena infiammata e interessata. Notevole gonfiore dei tessuti molli e del tessuto sottocutaneo con formazione di infiltrati. I linfonodi regionali sono ingrossati e un po 'dolorosi alla palpazione. La temperatura sale a quasi 38 ° C.

A livello macroscopico, la parete venosa è caratterizzata da un ispessimento irregolare, rigidità, sfumature biancastre ea volte giallastre con una sorta di imbragatura del tessuto connettivo. Di regola, la flebite sulle mani dura per tre settimane e l'esito del processo infiammatorio è l'indurimento del vaso venoso. Se osservata visivamente, la vena assomiglia ad un denso laccio emostatico sottocutaneo e i tossicodipendenti hanno tracce di iniezioni abbastanza lunghe sotto forma di punti oscuri.

Le alterazioni della parete del vaso venoso, così come la composizione fisica e chimica del sangue, il rallentamento dei processi di flusso sanguigno, la coagulazione, la coagulazione e la circolazione alterate sono cause di flebite post-iniezione. Inoltre, nella patogenesi del processo patologico, le reazioni di un carattere neuroriflesso sono di grande importanza in risposta all'aggressione delle proprietà meccaniche e chimiche.

Dopo l'iniezione, si verifica un'irritazione, che influenza in modo significativo le terminazioni nervose nelle pareti vascolari e provoca un lungo spasmo nelle vene. Ciò contribuisce allo sviluppo del lento flusso sanguigno e alla formazione di coaguli di sangue, che partecipano anche alla stimolazione delle terminazioni nervose delle vene e causano spasmo dei collaterali e del tronco principale. Uno spasmo nelle vene può causare uno spasmo arterioso, che si sviluppa a seguito della transizione dell'infiammazione dalla vena interessata all'arteria vicina. Inoltre, spasmo di lunga durata e trombosi venosa, provocano un aumento della pressione non solo nelle vene, ma anche nei capillari. Tutto ciò contribuisce allo sviluppo di una maggiore permeabilità dei capillari stessi e alla formazione di edema.

Di regola, la flebite sul braccio è caratterizzata dall'improvvisa comparsa di dolore lungo la vena infiammata. Anche segnato da un aumento significativo della temperatura in violazione del benessere generale. All'inizio della malattia si forma un intenso edema pronunciato della parte interessata dell'arto superiore, che si sposta lentamente nella direzione prossimale. Dopo due o tre giorni, c'è un morbido pastos della mano e un terzo dell'avambraccio dal basso.

Se in questa fase la storia del paziente non è sufficientemente raccolta e l'immagine sintomatica della flebite è sottostimata, questo spesso diventa la causa di errori diagnostici. Ad esempio, la flebite post-iniezione delle vene safene sulle mani può essere considerata come flemmone e quindi il paziente può essere utilizzato. Di norma, il chirurgo, nella lesione proposta, non rileva il contenuto purulento e questo porta alla necessità di aumentare l'accesso chirurgico. E questo, a sua volta, causa un peggioramento del decorso clinico della malattia e un aumento della durata del trattamento per il paziente.

Molto più difficile è caratterizzato da periphlebitis simultaneamente con tromboflebite. Vari errori tecnici, l'endoflebitis esistente e il lume ridotto della nave contribuiscono al fatto che una quantità significativa di un narcotico altamente aggressivo penetra nel tessuto adiposo para-venoso e provoca un'ustione chimica. Così, si forma la panphlebitis, in cui sono interessati tutti gli strati del vaso venoso e della fibra paravasale, ed è anche caratterizzata da grave intossicazione clinica.

Molto spesso, la flebite della mano può essere rilevata durante la sindrome da astinenza, che complica il contatto con il paziente e la valutazione della gravità della condizione patologica. Allo stesso tempo, i pazienti sperimentano ansia, ansia e un aumento della temperatura superiore a 39 ° C con disturbi di dolore intollerabile su tutta la superficie dell'arto superiore. Il segmento interessato aumenta di quasi il 60%. La pelle diventa lucida e iperemica e i tessuti molli sono un po 'tesi. E solo nel quarto giorno di flebite appare la fluttuazione, e nell'area del fuoco infiammato si nota l'addolcimento dei tessuti.

È importante ricordare che quando un coagulo di sangue è bloccato nella vena principale, si sviluppa uno spasmo riflesso dell'arteria adiacente che può sintomaticamente assomigliare all'ostruzione arteriosa in forma acuta.

La base del trattamento delle flebiti degli arti superiori è l'uso di terapie conservative. Di norma, si tratta di un trattamento che utilizza farmaci anti-infiammatori, antibiotici, agenti venodinamici, nonché l'applicazione topica di unguenti e soluzioni.

Trattamento di flebite

Di norma, il trattamento con flebite viene effettuato sia nel reparto chirurgico che nel reparto di chirurgia vascolare e inizia principalmente con l'implementazione di metodi conservativi di trattamento terapeutico.

Prima di tutto, al paziente viene dato il riposo a letto con un'elevazione obbligatoria dell'arto colpito. Quindi vengono prescritti farmaci anticoagulanti e antinfiammatori. E su un arto che ha subito una lesione, le compresse vengono applicate con vari unguenti per alleviare l'infiammazione, così come con l'eparina. Pertanto, il trattamento conservativo tempestivo avviato per la flebite e la sua osservanza adeguata generalmente dà un risultato positivo.

Dopo la dimissione del paziente dall'ospedale, dovrebbe essere sotto la supervisione di un flebologo o di un chirurgo. Nel caso in cui il paziente abbia la presenza di vene varicose, decidere sulla condotta dell'intervento.

Il metodo chirurgico del trattamento della flebite viene utilizzato per complicazioni quali la trombosi delle vene profonde e la minaccia per la vita del paziente, nonché per la forma pronunciata di disturbi circolatori nelle vene dell'arto interessato.

Per il trattamento di una flebite migratoria in espansione, viene eseguita un'operazione di emergenza - una crosssectomia associata alla rimozione della vena infiammata e interessata. Come risultato della formazione di trombosi nelle vene profonde della coscia e nelle vene iliache, il trombo viene rimosso utilizzando un catetere intravascolare. E grazie all'elevata tecnica angiosurgica, i chirurghi installano uno speciale filtro anti-cava che protegge la vena cava inferiore dai coaguli di sangue che entrano in esso, che sono considerati una seria complicazione nello sviluppo di un esito letale.

La terapia trombolitica regionale è un metodo innovativo per il trattamento di pazienti con flebite. Allo stesso tempo, gli enzimi che sciolgono un coagulo di sangue vengono iniettati nel vaso venoso con l'aiuto di un catetere, quindi, in molti casi con flebite acutamente fluenti che hanno complicanze come la trombosi, questa tecnica è caratterizzata dalla sua efficienza, che consente di evitare il tromboembolismo e l'intervento chirurgico. E solo dopo che il processo infiammatorio è stato rimosso nel dipartimento, viene dimesso per cure ambulatoriali sotto il controllo di un flebologo.

Quando si rimuovono le vene dilatate sullo sfondo della malattia varicosa, che ha causato la formazione di flebiti, viene utilizzata la coagulazione intravascolare laser delle vene.

Ma dopo il trattamento della flebite, che è complicata dalla trombosi delle vene femorali, pelviche e iliache, può essere risolta la questione dell'utilizzo del bypass di questi vasi venosi per risolvere il deflusso nelle vene degli arti.

Poiché il trattamento di phlebitis di vene profonde è usato, di regola, le tattiche conservatrici di terapia. E come risultato dell'elevato livello della tecnologia intravascolare e dell'uso di vari moderni agenti trombolitici, ad esempio, in Israele, è possibile condurre metodi operativi ed endovascolari. Ciò consente di ridurre in modo significativo lo sviluppo di tali complicanze delle flebiti come il tromboembolismo, nonché di ripristinare una ridotta circolazione sanguigna nell'arto interessato, prevenire la disabilità e aiutare i pazienti in futuro a essere membri a pieno titolo della società.

Articoli Su Varici