Sangue dall'ano durante la defecazione: cause, trattamento

Di norma, le persone sulle malattie che colpiscono i genitali e l'ano sono silenziose. Per qualche ragione, la maggior parte si vergogna di tali disturbi. Si rivolgono a medici già in situazioni molto difficili e trascurate, o non ricorrono ai loro servizi. C'era un'eccezione e un tale problema come il sangue dall'ano durante un movimento intestinale.

Allo stesso tempo, vale la pena sapere che il sanguinamento anale può manifestare gravi malattie del tratto gastrointestinale che rappresentano una minaccia per la salute e talvolta la vita del paziente. Pertanto, ignorare un sintomo così formidabile non può essere né il paziente né il medico, per prevenire un ulteriore sviluppo della malattia e delle sue complicanze.

Se passiamo alle statistiche, il più spesso sanguinamento dall'ano si osserva in donne e uomini con emorroidi. In questa malattia, il sangue viene secreto dall'ano, di solito senza dolore, durante o alla fine dell'atto di defecazione, spesso gocciolare, a volte - in un getto, e nei casi avanzati - sotto forma di "schizzi". Il colore è scarlatto

Cause di sanguinamento dall'ano

Perché c'è sangue dall'ano e cosa fare in questo caso? Negli adulti, questo sintomo è principalmente associato a danni alla mucosa del retto e del colon.

Il sanguinamento rettale non può essere correlato con la banale banalità, alla quale si può rinunciare. In caso di occorrenza con o dopo un movimento intestinale, accompagnato da dolore o senza esso, è imperativo contattare il proctologo per condurre un trattamento adeguato con una diagnosi tempestiva.

Cause comuni di sangue dall'ano nelle donne e negli uomini:

  1. Il leader di questo sintomo è emorroidi. Di solito, il sangue appare dopo la defecazione. Il colore del sangue è scarlatto, il sangue non è mescolato con le feci.
  2. Colite. In questa malattia, infiammazione e ulcerazione si verificano in qualsiasi parte del tratto gastrointestinale, più spesso nell'intestino crasso.
  3. Ragade anale. Il sangue del retto è in piccole porzioni, osservato dopo le feci, accompagnato da sensazioni dolorose di bruciore subito dopo un movimento intestinale.
  4. Il sangue può comparire con costipazione. Il corpo umano è costruito in modo tale che la griglia dei vasi sanguigni sia sufficientemente densamente sviluppata all'interno dell'ano.
  5. Polipi. La quantità di sanguinamento dipende dalla posizione e dalle dimensioni del polipo e può essere sia debole che abbondante.
  6. Proctite. Ulcerazione della mucosa del retto, seguita da infiammazione. Il sangue è accompagnato da muco, mescolato con le feci.
  7. Gastrite di qualsiasi natura. C'è un forte sanguinamento. La sedia è decorata.
  8. Ulcera gastrica e duodenale. Accompagnato da abbondante sanguinamento simultaneamente con il rilascio di sgabelli catramosi (il cosiddetto mereny). Il primo segno di una tale malattia è il vomito di sangue.
  9. Diverticolosi - la formazione di un diverticolo (tasche e sporgenze sulla mucosa intestinale). Quando vengono feriti durante un movimento intestinale, le feci mescolate con il sangue vengono secrete.
  10. Cancro del retto Il sanguinamento in questo caso è simile al sanguinamento dal retto durante la formazione di polipi.
  11. Sanguinamento nelle persone con infezione da HIV. La causa non è la malattia in sé, ma un'immunità ridotta, che contribuisce alla rapida progressione di una qualsiasi delle malattie, comprese quelle con sintomi di sanguinamento dall'ano.
  12. Vene varicose dell'esofago.
  13. Altre malattie sistemiche

In alcuni casi, il fenomeno del sangue scarlatto dall'ano può essere il risultato (effetto collaterale) dell'assunzione di alcuni farmaci (antibiotici, farmaci che contengono potassio).

Colore del sangue

Dalla natura del sangue secreto, è possibile giudicare possibili malattie in donne e uomini:

  1. Il colore del sangue della ciliegia è caratteristico delle patologie del colon.
  2. Il sanguinamento rettale rosso indica lo sviluppo del cancro e la presenza di polipi. L'aspetto di un polipo nel retto non è una malattia incurabile, dal momento che i polipi sono indicati come tumori benigni.
  3. Il sangue scarlatto dell'ano, che hai trovato sulla biancheria intima o quando usi la carta igienica, può indicare ragadi anali o emorroidi.
  4. Coaguli di sangue scuro dall'ano indicano la presenza di malattie come diverticolosi e gonfiore del colon.
  5. Lo scarico nero e le feci catramose sono la prova di malattie dello stomaco, dell'intestino tenue e del duodeno.

Sangue scarlatto dall'ano durante i movimenti intestinali

Sanguinamenti anali di varia intensità possono indicare gravi problemi nel sistema digestivo. Il colore del liquido può essere usato per determinare la sezione dell'intestino che è stata danneggiata.

Quindi, il sangue scarlatto secreto dall'ano senza dolore indica una violazione dell'integrità dei tessuti del retto, del colon o delle malattie dell'ano. Il più delle volte si tratta di emorroidi o ragade anale.

emorroidi

Le emorroidi possono essere accompagnate dal rilascio di sangue dopo i movimenti intestinali, così come durante le feci. Il sanguinamento si manifesta quando il sangue cade sulla carta o sul bucato. In questo caso, il sangue sarà scarlatto.

Le escrezioni di solito compaiono dopo aver superato il volume o le feci dure, a volte si verificano dopo un intenso esercizio fisico. Con le emorroidi, così come con le ragadi anali, i coaguli di sangue possono rimanere sulle feci. Un sintomo caratteristico delle emorroidi sono i noduli rossi che cadono dal retto, possibilmente con una sfumatura bluastra.

I principali farmaci per il trattamento delle emorroidi sono agenti anti-varicosi che normalizzano la circolazione sanguigna e il deflusso venoso dagli organi pelvici. I rappresentanti di questo gruppo di farmaci sono troxevasin, escuzane, reparil, tribenozide, anavenolo, aspirina, detralex. Tuttavia, la gamma del loro uso è limitata alle controindicazioni e agli effetti collaterali.

Se i metodi conservativi non aiutano, viene prescritto il trattamento chirurgico delle emorroidi:

  1. Ligazione del lattice: un anello viene posto sulla gamba del nodo emorroidario esteso, a seguito del quale la circolazione sanguigna viene disturbata e il tessuto emorroidario muore;
  2. Scleroterapia: il medico inietta un agente nelle emorroidi estese, che porta al collasso delle sue pareti, che consente di eliminare le emorroidi del grado I-III;
  3. Emorroidectomia: durante l'operazione il medico rimuove i vasi emorroidari dilatati, dopodiché la ferita viene solitamente suturata;
  4. Elettrocoagulazione: durante l'anoscopia, l'elettrodo coagula il nodo emorroidario, dopo di che i suoi tessuti muoiono e alla fine scompaiono.

Ragade anale

Il delicato problema della ragade anale si trova principalmente nelle persone stitiche. La ritenzione delle feci, le feci dure combinate con l'irritazione della zona anorettale con sapone e prodotti per l'igiene sono pieni di micro-rotture nella pelle e nelle mucose.

Di conseguenza, ogni viaggio in bagno diventa tortura. Temendo la defecazione provoca costipazione psicologica, il circolo vizioso si chiude. I principali sintomi della ragade anale: sangue nelle feci e dolore pronunciato durante lo svuotamento dell'intestino. Il medico fa una diagnosi dopo aver rilevato una fessura nel punto in cui si è verificata la transizione dalla mucosa rettale alla pelle.

Polipi intestinali

Queste sono neoplasie benigne che crescono sulla gamba o si trovano su una base ampia. Per lungo tempo, i polipi non si manifestano in alcun modo, meno spesso i pazienti hanno stitichezza o diarrea associata a ridotta attività motoria intestinale.

Il pericolo della malattia sta nel fatto che i polipi spesso degenerano in un tumore canceroso. La superficie dei polipi può sanguinare e più grande è la formazione, più è facile danneggiarne la superficie.

Tumori intestinali maligni

Un contrappeso ai polipi sono tumori maligni. Possono anche sanguinare in qualsiasi fase del loro sviluppo. Molto spesso, inizialmente si fanno sentire, sia dall'aspetto del sangue dall'ano o dall'ostruzione intestinale. È molto più facile diagnosticarli se si trovano nel retto. Quindi, qualsiasi medico, dopo aver condotto il suo esame digitale, sarà in grado di rilevare il problema in modo tempestivo e indirizzare il paziente al trattamento.

Da soli, il sanguinamento da tumori intestinali maligni può manifestarsi in modi diversi. A volte c'è sangue di colore brillante o mescolato con feci dopo le feci. Per quanto riguarda l'intensità del sanguinamento, può anche essere diverso. Se sanguina un tumore che si disintegra, allora c'è un sanguinamento molto pesante, poiché le grandi navi sono coinvolte nel processo.

Morbo di Crohn e colite ulcerosa

Caratterizzato da lesioni della parete intestinale della natura ulcerosa a causa di processi patologici autoimmuni nel corpo.

I conseguenti difetti ulcerativi della parete intestinale portano a frequenti emorragie, oltre a pazienti con dolore intenso nell'addome, anoressia, aumento della temperatura corporea. La natura delle feci in queste malattie varia da melena (feci nere) a forti emorragie.

Diverticolosi intestinale

Questa è una protrusione della mucosa intestinale attraverso il suo strato esterno. La malattia può essere complicata da sanguinamento, germinazione intestinale e peritonite.

Segni di una diverticolite che inizia:

  • dolori all'addome, specialmente in basso a sinistra;
  • sanguinamento dall'ano;
  • a volte un aumento di temperatura.

La cosa principale in questo caso - stabilire lo svuotamento intestinale per prevenire la comparsa di nuovi diverticoli. E il trattamento dipende dalla gravità e dall'abbandono della malattia. Può essere effettuato con l'uso di soli farmaci o metodo chirurgico con la rimozione di tessuto affetto da diverticoli.

Infezione intestinale acuta

La malattia è accompagnata da un forte sanguinamento dall'ano, febbre alta, diarrea, nausea, vomito, forte dolore addominale. Un esempio di infezione intestinale acuta è dissenteria, salmonellosi, amebiasi.

Cosa succede se c'è sangue dall'ano?

Se ti ritrovi a sanguinare dall'ano, il trattamento di tale problema dovrebbe essere avviato dopo aver stabilito la causa, in quanto questo è solo un sintomo e non una malattia indipendente.

Di conseguenza, al fine di determinare con precisione la causa del sanguinamento dall'ano e verificare in modo affidabile che non siano associati a cancro o altre malattie intestinali pericolose, è necessario contattare il proctologo per un esame. Ti dirà cosa fare e quali esami dovrebbero essere presi per chiarire la diagnosi.

Diagnosi e trattamento

In proctologia vengono utilizzati vari metodi per determinare cosa ha causato il sanguinamento dall'ano:

  1. L'analisi delle masse fecali, che permette di rilevare il sangue, anche se visivamente è invisibile, è prescritta nei casi in cui il medico sospetti una malattia del paziente, il cui sintomo è il sanguinamento rettale.
  2. Irrigoscopia: per la sua attuazione, una sostanza speciale viene introdotta nell'intestino, che è necessario per ottenere un'immagine chiara sui raggi X.
  3. Gastroduodenoscopia: esame del paziente con l'uso di un endoscopio, che consente di valutare la condizione della mucosa degli organi digestivi. Qualche volta usando questo metodo è effettuato e il trattamento - la cauterizzazione - le ulcere.
  4. Rettoscopia - con il suo aiuto viene esaminato il sistema digestivo umano e, più specificamente, le sue parti inferiori. Con questo metodo, i medici possono rilevare emorroidi, ragadi anali, varie strutture nel sigma e / o nel retto.
  5. La colonscopia non è altro che una più ampia rettoscopia. Viene eseguito con il metodo endoscopico e consente di rilevare tutti i cambiamenti nella struttura del colon.

Le ragioni per il rilascio di sangue dall'ano negli uomini e nelle donne possono essere molto. Solo uno specialista può installarli e rimuoverli. E se dopo un po 'di tempo si interrompe lo scarico del sangue durante un movimento intestinale, ciò non significa che la causa del suo verificarsi sia scomparsa.

Devi prendere questo problema molto seriamente, anche se stai indovinando che cosa ha causato il disturbo. Ci sono un certo numero di malattie che possono causare il sangue dopo un movimento intestinale.

Defecazione del sangue: molte cause di un semplice sintomo

Le malattie del tratto gastrointestinale sono estremamente comuni nella società moderna. La mancanza di una corretta alimentazione, un livello sufficiente di attività fisica, uno stile di vita sedentario, un'esposizione costante a fattori di stress su una persona portano a malattie dell'apparato digerente. Il processo patologico può interessare tutti gli organi del tratto gastrointestinale: esofago, stomaco, intestino, fegato e cistifellea. Abbastanza frequente compagno di queste malattie è il rilascio di sangue durante i movimenti intestinali.

Definizione del concetto

Il tratto digestivo umano ha la massima lunghezza tra tutti i sistemi di organi e svolge molte funzioni. I componenti del tratto gastrointestinale sono: l'esofago, lo stomaco, l'intestino, il fegato e la cistifellea.

L'intero tubo intestinale di una persona è costruito secondo un unico piano. All'interno del lume del corpo rivolto verso la mucosa, producendo proteine ​​specializzate per la digestione del cibo - enzimi. Qui, i nutrienti vengono assorbiti direttamente nei vasi della sottomucosa - il secondo strato della parete intestinale. Il terzo strato è costituito da fibre muscolari specializzate longitudinali e circolari, che contribuiscono alla promozione del nodulo alimentare. Al di fuori del tubo intestinale è coperta una guaina di tessuto connettivo denso specifico - il peritoneo.

Il tratto gastrointestinale umano è costituito da molti reparti.

Nel corpo umano, il sistema vascolare che fornisce l'intestino è eccezionalmente ben sviluppato. L'apporto di sangue agli organi proviene dai rami dell'arteria splenica. Il sangue venoso di tutti gli organi spaiati del tratto gastrointestinale passa attraverso il sistema di pulizia da scorie, tossine e altre sostanze nocive nel fegato prima di entrare nella circolazione generale.

L'intestino umano ha una vasta rete di vasi sanguigni.

Il sangue durante la defecazione è un sintomo abbastanza comune di malattie del tratto gastrointestinale. Questa caratteristica implica sia il rilascio di sangue immutato che il passaggio attraverso l'intera lunghezza del canale alimentare sotto l'influenza di vari componenti.

Sinonimi: sanguinamento gastrico, sanguinamento intestinale, sanguinamento anale.

classificazione

L'escrezione di sangue durante la defecazione può essere diversa a seconda del livello di localizzazione del processo patologico ed è accompagnata da sensazioni dolorose.

La natura dell'escrezione di sangue durante la defecazione, a seconda del livello di localizzazione del focus patologico - tabella

  • feci scure;
  • defecazione indolore.
  • difetto ulcerativo della mucosa;
  • difetto della mucosa erosiva;
  • danno alla mucosa della nave o sottomucosa da un tumore maligno.
  • feci scure;
  • defecazione indolore.
  • tracce di sangue su carta igienica, feci;
  • defecazione indolore.
  • coaguli di sangue;
  • brillante sangue scarlatto;
  • rilascio di sangue durante lo sforzo;
  • scarico di sangue con un rivolo o gocce;
  • tracce di sangue sulla carta igienica e nelle feci;
  • defecazione indolore.
  • l'escrezione di sangue non è con ogni atto di defecazione;
  • feci con muco e sangue;
  • defecazione dolorosa;
  • tracce di sangue sulla carta igienica e nelle feci.
  • defecazione dolorosa;
  • dolore quando si sforzano;
  • sgabelli mucosi con sangue.
  • coaguli di sangue;
  • un rivolo di sangue;
  • brillante sangue scarlatto;
  • scarico profuso di sangue;
  • defecazione dolorosa.
  • defecazione dolorosa;
  • brillante sangue scarlatto;
  • gocce di sangue dall'ano;
  • tracce di sangue sulla carta igienica, nelle feci.

Cause e fattori di sviluppo

Le ragioni dell'aspetto del sangue durante la defecazione sono molte. Tuttavia, la presenza di questo sintomo indica sempre gravi problemi nel sistema digestivo.

Le feci scure di solito indicano sanguinamento interno. La causa, di regola, è la formazione di difetti ulcerativi a livello dell'esofago, dello stomaco o del duodeno. Inoltre, provocare un sintomo negativo può infiammazione cronica nel fegato, portando alla sua cicatrizzazione e alterata circolazione del sangue con lo sviluppo di espansione patologica dei vasi venosi del terzo inferiore dell'esofago. Questa condizione è solitamente accompagnata da segni di perdita di sangue:

  • la debolezza;
  • pelle pallida;
  • sudore freddo e appiccicoso;
  • impulso rapido;
  • bassa pressione sanguigna.

Qualsiasi sensazione dolorosa in questa situazione potrebbe non essere affatto. In tal caso, è necessaria l'assistenza medica immediata, in quanto il sanguinamento interno continuo è estremamente pericoloso per la vita.

L'ulcera peptica è la causa del sanguinamento e la comparsa di feci scure

Un altro motivo per la comparsa di sangue durante la defecazione è il processo del tumore. La formazione di una neoplasia maligna può verificarsi in qualsiasi parte del tubo intestinale. Nel tempo, la struttura patologica del tumore distrugge la normale parete dell'organo e porta alla formazione di un difetto nei vasi. La gravità del sanguinamento in questo caso dipende dal diametro della nave interessata. La perdita di sangue può essere da insignificante a rapida, pericolosa per la vita. La malattia può essere benigna. In questo caso, la crescita della membrana mucosa dell'intestino si verifica con la formazione di una protrusione - un polipo che viene abbondantemente fornito con una rete vascolare. In caso di un difetto in questi vasi si sviluppa un'emorragia di gravità variabile.

Neoplasma maligno - frequente fonte di sanguinamento

Anche la dilatazione patologica dei vasi sanguigni del tubo intestinale è abbastanza comune. Le vene del retto - emorroidali - si trasformano sotto l'influenza di stitichezza frequente, stile di vita sedentario in tubi tesi. In molti casi, questa situazione è complicata da forti emorragie di coaguli o da intenso dolore nella formazione di coaguli di sangue nel lume dei vasi. Un cambiamento cicatriziale nel fegato (cirrosi) dovuto a disordini circolatori sistemici contribuisce anche alla trasformazione patologica delle vene emorroidali.

Un altro motivo per la secrezione di sangue durante la defecazione è un processo infiammatorio cronico in varie parti del sistema digestivo. Tale patologia è il risultato, di regola, dell'aggressività della propria immunità. La malattia porta alla formazione di difetti nella membrana mucosa del tubo intestinale e al sanguinamento. Tali patologie includono la colite ulcerosa cronica e il morbo di Crohn. Una reazione inadeguata del sistema immunitario può essere nella natura di un'allergia all'alcool o ai farmaci, in particolare antibatterici.

Colite ulcerosa non specifica e morbo di Crohn - una conseguenza dell'aggressività contro le cellule intestinali del sistema immunitario

L'infezione infettiva o parassitaria dell'intestino può anche causare la formazione di ulcere della mucosa e il successivo sanguinamento. Una situazione simile è caratteristica di malattie come la febbre tifoide, la shigellosi, l'escherichiosi, l'amebiasi e la balantidiasi.

Le infezioni intestinali acute possono causare danni alla mucosa e sanguinamento.

Spesso la causa del sanguinamento diventa una ragadi anale - uno specifico difetto lineare della mucosa rettale. In questo caso, vi è un danno alle navi di piccolo e medio calibro. Questo processo è accompagnato da un dolore estremo durante la defecazione.

La ragade anale appare spesso sullo sfondo di una stipsi prolungata.

Radiazioni danno intestinale dovuto azione simultanea di una grande dose di radiazione porta anche alla necrosi totale della mucosa intestinale e l'esposizione di una massiccia vasi sanguinanti sottomucosa.

Le radiazioni ionizzanti colpiscono principalmente le cellule del sangue che si dividono rapidamente e la mucosa intestinale.

Negli uomini e nelle donne, il quadro clinico della malattia, che porta alla comparsa di sangue durante i movimenti intestinali, è simile.

Metodi diagnostici e diagnosi differenziale

Per stabilire la diagnosi corretta, è necessario condurre una serie di attività:

  • attento interrogatorio del paziente con chiarimento di tutti i dettagli sull'inizio e sullo sviluppo della malattia;
  • viene effettuato un esame obiettivo per identificare il dolore intestinale locale, la distensione addominale, l'ingrossamento del fegato, la dilatazione delle vene della parete addominale anteriore; Palpazione addominale - un metodo diagnostico obbligatorio
  • esame dito del retto attraverso l'ano permette alle pareti per rivelare tenerezza, e la presenza di crepe, formazione di tumori nel lume o varicose vene emorroidali; l'esame dito del retto ci permette di studiare la struttura di autorità in presenza di un tumore e di altri processi
  • viene eseguito un emocromo completo per identificare i sintomi della perdita di sangue - riducendo il numero di globuli rossi (eritrociti) e la proteina di trasporto dell'ossigeno dell'emoglobina;
  • l'analisi del sangue biochimica consente di rilevare i segni di danno epatico sotto forma di un aumento del livello di specifiche proteine ​​enzimatiche; Esame del sangue biochimico per valutare il funzionamento degli organi interni
  • l'analisi del sangue occulto nelle feci viene utilizzata per rilevare piccole quantità di perdite ematiche che non sono visibili a occhio nudo;
  • anoscopy e sigmoidoscopia permettono utilizzando uno strumento speciale esaminare attentamente la mucosa del retto e di sigma per i difetti, formazione di tumori e vene emorroidali espansi;
  • colonscopia permette con una telecamera alla fine della inserito nell'ano strumento flessibile per controllare tutto il colon mucosa per la presenza di ulcere, cancro o polipi; La colonscopia - un metodo di indagine della membrana mucosa del colon visiva
  • fibrogastroscopy permette una macchina fotografica per ispezionare la mucosa dell'esofago, dello stomaco e del duodeno identificare erosioni, ulcere o tumori; Fibrogastroscopy - dalla valutazione visiva della membrana mucosa dello stomaco e del duodeno
  • la biopsia comporta l'assunzione di una sezione della parete intestinale con uno strumento speciale, seguita dalla colorazione e dallo studio al microscopio per determinare l'esatta natura dell'ulcera o del tumore;
  • l'esame ecografico degli organi addominali consente di rilevare segni di cirrosi epatica e disturbi circolatori nell'apparato digerente; L'ecografia degli organi addominali permette di valutare la struttura di molti organi
  • l'imaging computerizzato (risonanza magnetica) consente di studiare con precisione la struttura anatomica del fegato e il grado di espansione patologica delle sue navi. La tomografia computerizzata degli organi addominali consente di studiare in dettaglio l'anatomia di molti organi

La diagnosi differenziale è effettuata con le seguenti malattie:

  • urolitiasi;
  • fistola dell'utero e della vescica;
  • lesioni del perineo e dei genitali;
  • cancro dell'utero e menometorragia nelle donne.

Emorroidi - malattia dello stile di vita sedentario - video

Metodi di trattamento

La terapia delle malattie caratterizzate dallo scarico di sangue durante la defecazione è complessa. Per stabilire una ragione affidabile per la comparsa di questo sintomo negativo, è necessario l'aiuto di un gastroenterologo, un chirurgo, un proctologo.

Trattamento farmacologico

Per il trattamento di malattie che causano emorragie da diverse parti del tratto gastrointestinale, vengono utilizzate combinazioni di farmaci farmacologici.

Defecazione del sangue: cause e trattamento

Una persona assolutamente sana non contiene sangue nelle feci. Pertanto, anche il suo numero minimo indica sempre lo sviluppo di una malattia. Molto spesso, gocce di sangue si trovano sulle feci con emorroidi e / o ragadi anali. La colorazione delle feci e una sfumatura di sangue possono "provocare" la causa del sanguinamento. Di solito queste malattie sono causate da varie patologie del tratto digestivo.

Perché il sangue appare nelle feci

Come accennato in precedenza, il motivo principale per il rilevamento del sangue nelle feci è emorroidi. In questo caso, gocce di sangue appaiono sulla superficie delle feci dopo lo svuotamento. Il sangue ha una brillante tonalità scarlatta e le gocce sono caratterizzate da un contorno chiaro. Cioè, il sangue non si mescola con le feci. La perdita di sangue può essere cronica, con conseguente anemia da carenza di ferro.

Quando ragadi anali sangue dall'ano arriva in piccole porzioni. Ciò si verifica principalmente dopo lo svuotamento ed è spesso accompagnato da un forte dolore all'ano. Il sangue non si mescola con le feci. Dopo la defecazione, il paziente rileva una goccia di sangue sulle feci o sulla carta igienica.

Un sintomo caratteristico della proctite (infiammazione della mucosa del retto con comparsa di ferite e ulcere sulla sua superficie) è il rilevamento di sangue e muco nelle feci.

Con la comparsa di polipi, è anche possibile il sanguinamento anale. In questo caso, il volume della perdita di sangue è determinato dalla posizione e dalla dimensione della neoplasia. Il sangue è sempre mescolato con le feci.

L'oncopatologia del retto causa sanguinamento, che per sua natura è molto simile a quello della poliporofobia.

La colite porta a ulcere sulla superficie della mucosa intestinale (di solito l'intestino crasso). La ragione per "sospettare" la malattia è una normale feci liquide con sangue e muco.

In caso di ulcera gastrica, si osserva una grave emorragia anale e le feci hanno una consistenza liscia.

La gastrite è anche una causa comune di sanguinamento anale.

In caso di diverticolosi, la lesione del diverticolo può portare alla miscelazione del contenuto intestinale con sangue, pertanto il paziente nota striature di sangue nelle feci.

Nelle donne, il sanguinamento anale può verificarsi durante le mestruazioni, che indica l'endometriosi dell'utero.

Tuttavia, le strisce insanguinate possono essere false. Ciò è dovuto al consumo di ribes, succo di melograno, barbabietole, pomodori e altri frutti e verdure di colore rosso.

Immagine sintomatica

La colorazione del sangue e la natura della scarica possono essere una caratteristica distintiva di molti disturbi.
Il colore del sangue è determinato dal sito di sanguinamento nel tratto digestivo. Di solito, più la fonte è vicina all'ano, più luminosa è l'ombra del sangue. Pertanto, il sangue in caso di danno alla mucosa del retto e / o del colon sigmoideo è rosso vivo, l'intestino trasversale è rosso scuro.

A volte il sanguinamento diventa nero e ha un odore sgradevole caratteristico. Le feci nere e offensive sono anche chiamate melena. Tali feci si formano quando il sangue ristagna nell'intestino crasso per un lungo periodo, durante il quale, a causa della proliferazione dei batteri, il sangue "si decompone" in componenti (ematina), e hanno una colorazione nera. In questo caso, c'è sanguinamento dal tratto GI superiore.

Striature di sangue nelle feci liquide o nelle feci già formate possono essere un sintomo di tumori nel tratto digestivo, colite ulcerosa.

Un segno di sanguinamento anale è anche anemia da carenza di ferro. Per questo motivo, il paziente nota una diminuzione di attenzione, affaticamento costante, apatia, prestazioni ridotte e pallore della pelle.

Sangue durante le feci nei bambini

Negli adolescenti, il sangue nelle feci appare per le stesse ragioni degli adulti. Tuttavia, nei bambini fino a 3 anni, tutto è un po 'diverso. La ragione principale dell'aspetto del sangue durante la defecazione sono le ragadi anali. Nei bambini, questo processo richiede solo pochi giorni. Cioè, il bambino può soffrire di stitichezza per 1 giorno, e la sera del 2 ° giorno avrà delle crepe. I sintomi della malattia sono facilmente distinguibili: grugnendo quando si è seduti sulla pentola, una smorfia dolorosa sul viso, spesso il bambino può rifiutarsi persino di sedersi sulla pentola, gocce di sangue scarlatto brillante sulla superficie delle feci e della carta igienica. Tuttavia, la cosa principale è non farsi prendere dal panico. Prima di tutto, è necessario stabilire la dieta corretta e dopo 3-4 giorni nessuno ricorderà tali problemi.

Nei bambini di età inferiore a 1 anno, il sangue nelle feci può indicare lo sviluppo di un'allergia al latte vaccino o ad altri prodotti. Come risultato di una reazione allergica, la mucosa intestinale si infiamma e i vasi sanguigni iniziano a sanguinare. In questo caso, non puoi auto-medicare, dovresti mostrare urgentemente il bambino al pediatra.

In alcuni bambini, il sangue nelle feci è un sintomo di carenza di lattosio. Tuttavia, allora il bambino avrà altri segni, come anemia da carenza di ferro, eruzione cutanea, lento aumento di peso e costipazione regolare.

Nei bambini "artificiali", l'emorragia che assomiglia alla gelatina di lamponi è un sintomo del movimento intestinale. Il bambino inizia a preoccuparsi improvvisamente, piangendo costantemente, rifiuta di mangiare. In questo caso, dovresti visitare il pediatra il prima possibile.

Misure diagnostiche

Il sangue dopo un movimento intestinale può indicare lo sviluppo di molti disturbi. A questo proposito, la comparsa di un tale sintomo richiede un'attenta diagnosi.

Prima di tutto, il proctologo raccoglie una storia del paziente, identificando le possibili cause di sanguinamento anale. Dopo questo, viene eseguito un esame digitale rettale che aiuta a identificare le emorroidi (interne ed esterne), le ragadi anali, l'oncopatologia del retto.

Il proctologo può prescrivere sigmoidoscopia e / o colonscopia. Questo rivelerà anche danni minimi alla mucosa intestinale e prenderà il materiale per l'esame istologico (se necessario).

Inoltre, una serie di studi di laboratorio. Al paziente viene assegnato un esame ematico clinico generale, viene determinato anche il livello di emoglobina (un indicatore dell'anemia sideropenica), l'urina e le feci. Nelle feci viene anche determinata la presenza di sangue nascosto, che può essere un segno di emorragia interna.

trattamento

Certamente, la maggior parte delle malattie per le quali è possibile la comparsa di sangue durante un movimento intestinale non sono fatali. Tuttavia, non è necessario posticipare la visita al proctologo o al gastroenterologo. Infatti, solo con una diagnosi correttamente stabilita è prescritto un trattamento efficace, che aiuterà a eliminare non solo questo sintomo sgradevole, ma anche la malattia sottostante.

Pertanto, le emorroidi sono prescritti supposte o unguenti rettali. È desiderabile che la composizione contenga zinco, bismuto o ossido di titanio, che hanno anche un effetto emostatico (proktozan, Relief Advance, Neo Proktozan).

Se il sanguinamento è causato da ragadi anali, i lassativi (guttalax, glicerina o candele di olivello spinoso) sono prescritti nella terapia complessa. In altri casi, se vengono rilevate malattie del tratto gastrointestinale, è necessario prima curare il disturbo sottostante, dopo di che i sintomi di solito scompaiono.

Aggiungi un commento Annulla risposta

Devi essere registrato per pubblicare un commento.

Sangue durante i movimenti intestinali

Ci sono molte malattie proctologiche durante le quali il sangue scarlatto appare dall'ano durante la defecazione. Questo fenomeno richiede un attento esame e il successivo trattamento. Sfortunatamente, la maggior parte degli uomini e delle donne lo ignorano, a causa di ciò che la malattia progredisce, creando una minaccia per la salute.

Cosa può causare sanguinamento anale?

Il sangue dopo la defecazione può indicare sia una malattia del retto che gravi processi patologici che si verificano nel corpo. Le cause più comuni sono:

  • fessura nel retto;
  • cirrosi epatica;
  • polipi sulle pareti intestinali;
  • emorroidi (interne ed esterne);
  • cancro del retto (raramente - stomaco);
  • peggioramento della gastrite o ulcera peptica;
  • colite;
  • proctite della mucosa intestinale;
  • diverticolosi.

La defecazione del sangue può verificarsi in persone infette da HIV. A volte il colore delle feci diventa rossastro o marrone dopo aver mangiato determinati alimenti, come barbabietole, pomodori o sanguinacci. Se trovi una tonalità atipica, devi analizzare il menu dei giorni precedenti. Se non ci sono alimenti rossi nella dieta e simili sgabelli appaiono sistematicamente, dovresti consultare un medico.

Diagnosi del problema

Per iniziare il trattamento, è necessario scoprire la causa della comparsa di sangue durante un movimento intestinale o dopo di esso. La diagnosi e il trattamento delle malattie intestinali sono effettuati da 2 specialisti: un gastroenterologo e un proctologo. Una visita a un gastroenterologo è necessaria se è presente un'ulcera o una gastrite. In altri casi, l'aspetto del sangue dopo lo svuotamento è un motivo per andare dal proctologo.

La diagnosi si svolge in più fasi:

  • conversazione con il paziente (aiuta a determinare la frequenza e la natura del sanguinamento);
  • palpazione dell'ano.

Se dopo tale esame, la causa del sanguinamento durante un atto di defecazione rimane inspiegabile o si sospetta un cancro, sono prescritte procedure aggiuntive:

  • esame di laboratorio delle feci;
  • L'ano viene esaminato utilizzando un dispositivo speciale (endoscopio);
  • esame ecografico;
  • radiografia del bacino.

Quando si effettua una diagnosi, il medico deve conoscere la natura e la frequenza del sanguinamento. Il paziente che si è rivolto al proctologo deve fornirgli le seguenti informazioni:

  • di che colore è il sangue e quanto è;
  • ci sono inclusioni estranee nelle feci (muco, sangue);
  • se il sangue appare solo dopo un movimento intestinale o può essere rilasciato in qualsiasi momento.

Questa informazione aiuta a fare una diagnosi.

Caratteristica di sanguinamento

Secondo la profusione di sanguinamento e il grado di miscelazione del sangue con le feci, può essere fatta una diagnosi preliminare:

  1. Il sangue che inizia a gocciolare o schizzare dopo un atto di movimento intestinale senza mescolarsi con le feci è un sicuro segno di emorroidi. L'emorragia più abbondante, più la malattia è trascurata. Nelle fasi 3 e 4 delle feci potrebbe essere il pus o il muco.
  2. Striature di sangue luminoso nelle feci possono comparire durante la formazione di tumori maligni nell'intestino, così come colite e diverticoli.
  3. Fecale mescolato con sangue e pus (o muco) - un segno di oncologia e colite.
  4. Piccole chiazze di sangue fresco in una feci liquide possono essere un sintomo di elmintiasi. Se questo è accompagnato da debolezza e febbre alta, potrebbe essere iniziata la dissenteria.

Colore del sangue

Anche il colore del sanguinamento è importante. Più è luminoso, più l'ano è vicino alla patologia:

  • un segno scarlatto sulla carta che appare alla fine di un movimento intestinale indica una ragadi anale o un danno al sito interno delle emorroidi;
  • rosso vivo intenso sanguinamento dall'ano - un segno di un tumore canceroso o un polipo formato sulla mucosa rettale;
  • il sangue rosso scuro appare quando il colon è colpito;
  • coaguli di sangue di colore scuro dopo i movimenti intestinali - un sintomo di un tumore o diverticolosi;
  • lo scarico dal retro del colore nero indica la patologia dell'intestino.

Solo il proctologo dopo aver analizzato tutti i dati può fare una diagnosi accurata.

Ragade anale ed emorroidi

Il motivo più comune per cui il sangue scorre dall'ano sono le emorroidi. La malattia è una varicosa vascolare situata sotto la mucosa intestinale e vicino all'ano.

Le emorroidi si sviluppano a causa della distrofia del sistema vascolare pelvico e dell'elevata pressione interna. La malattia può manifestarsi a causa di parto, sollevamento pesi o lavoro sedentario.

Le emorroidi si sviluppano lentamente, nella fase iniziale, si manifestano solo con il disagio nell'ano quando vanno in bagno. Il sanguinamento appare nel secondo stadio (a volte senza dolore), quando i nodi nell'intestino aumentano e quando si svuotano vengono intrappolati nelle feci. Al terzo e quarto stadio dell'escrezione di sangue diventano più abbondanti. Quando l'infiammazione dei noduli emorroidali nella scarica può essere visto pus.

La malattia ha 2 forme: cronica e acuta. Il primo è lento, a volte quasi asintomatico, ma occasionalmente si verificano esacerbazioni. La forma acuta di emorroidi inizia con l'infiammazione dei nodi (esterni o interni). L'emorragia in questo caso diventa molto pesante e la sindrome del dolore aumenta.

Ragade anale di solito si verifica nelle persone con costipazione frequente. È causato da un danno meccanico alle pareti intestinali con masse fecali. caratteristica:

  • Localizzato vicino allo sfintere, alla giunzione della mucosa con la pelle.
  • Non ci sono cambiamenti patologici nel sistema vascolare dell'intestino.
  • Il sangue sulla carta igienica appare durante la stitichezza, il movimento intestinale è accompagnato da un forte dolore.

Polipi e diverticoli

I polipi sono lesioni benigne sulla mucosa intestinale. Rappresenta i processi epiteliali. Per molto tempo non appaiono. Danni a polipi con successivo sanguinamento possono verificarsi a causa di costipazione prolungata, diarrea o violazione della motilità intestinale. Pericoloso che a volte rinasce in maligno.

Diverticolosi - una malattia in cui le pareti intestinali si gonfiano, formando una sorta di tasche. Possono verificarsi in qualsiasi parte dell'intestino.

  • dolore addominale;
  • l'esecuzione del sangue durante i movimenti intestinali;
  • un leggero aumento della temperatura;

In caso di malattia diverticolare, le masse fecali si accumulano in queste tasche, causando infiammazione nel tempo. La ragione per cui i patologi possono essere un indebolimento dei muscoli dell'intestino, vene varicose, frequente costipazione.

Ulcera peptica

Le impurità insanguinate nelle feci possono causare l'ulcera peptica. Questo è accompagnato da altri sintomi:

Un'ulcera è una lesione della mucosa gastrica, che guarisce a lungo e periodicamente sanguina. L'esacerbazione della malattia può essere causata da una violazione della dieta, dello shock nervoso, del trattamento con farmaci ormonali e antibiotici.

Malattie oncologiche

Un tumore canceroso può colpire qualsiasi parte dell'intestino, ma più spesso appare nel retto. Con la sconfitta delle parti superiori ci sono tali sintomi:

  • costipazione;
  • il dolore;
  • flatulenza;
  • coaguli di sangue scuro nelle feci.

In caso di cancro del retto, il suo tono diminuisce, l'incontinenza fecale è possibile. Il sanguinamento con il cancro degli organi digestivi non è abbondante.

Cirrosi epatica

La causa del sanguinamento anale a volte diventa cirrosi del fegato, o meglio, violazioni nei vasi del corpo. Sintomi della malattia:

  • decolorazione delle feci sui neri a causa di sanguinamento negli organi digestivi superiori;
  • debolezza generale;
  • sensazione di pesantezza nell'intestino.

Qualunque sia la causa del sanguinamento, puoi liberartene solo dopo aver trattato la malattia sottostante.

Sanguinamento in adulti e bambini

Uomini adulti, donne e persino bambini affrontano periodicamente il fenomeno del sangue durante un atto di defecazione. L'eziologia di questo problema è la stessa per tutti, ma ci sono ancora alcune caratteristiche.

Il sangue durante la defecazione in uomini e donne può essere con emorroidi, cirrosi, malattie dell'apparato digerente e infezioni. I rappresentanti del gentil sesso appaiono periodicamente sangue durante la gravidanza, specialmente nell'ultimo trimestre. Di norma, dopo la nascita, questo processo è terminato.

Nei bambini, il sanguinamento può essere causato da:

  • ragade anale;
  • intolleranza alle proteine ​​nel latte (di solito si verifica fino a un anno);
  • infiammazione della mucosa intestinale (colite);
  • diarrea infettiva (es. dissenteria);
  • malattia intestinale congenita (l'ostruzione intestinale previene lo svuotamento).

Al primo sgabello con sangue inframmezzato in un bambino, i genitori dovrebbero contattare un pediatra. Il medico esaminerà il bambino e sceglierà il metodo di trattamento appropriato.

Il trattamento della causa alla base del sanguinamento anale deve essere accompagnato da misure preventive. Il primo passo è quello di rivedere la dieta, eliminando gli alimenti che causano stitichezza. Il lavoro dell'intestino migliorerà semplici esercizi e camminare.

Defecazione del sangue: cause e trattamento

Quando la defecazione dell'intestino è normale, le masse fecali non devono contenere impurità nel sangue. Anche la sua presenza insignificante può parlare di una grave patologia. Il sangue durante la defecazione è solo uno dei sintomi che possono essere seguiti da una malattia.

Con movimenti intestinali: cause

I motivi principali per l'aspetto delle secrezioni scarlatte nei movimenti intestinali includono:

  • fessure nella zona del canale anale;
  • infiammazione delle emorroidi (emorroidi);
  • formazione di diverticoli nell'intestino crasso;
  • polipi;
  • gonfiore nel colon.

Ragadi anali

Una delle più comuni malattie proctologiche sono le ragadi rettali. Le persone sono soggette al loro verificarsi a qualsiasi età. Ma secondo le statistiche, la formazione di ragadi anali è più spesso osservata nella femmina a causa di caratteristiche anatomiche.

Le principali cause della comparsa del processo patologico comprendono l'infiammazione del tratto gastrointestinale o danno meccanico.

Malattie come ulcera peptica, gastrite, colecistite causano spesso danni alla mucosa gastrica e all'intestino. Le pareti degli organi digestivi diventano vulnerabili, il che porta a sanguinamento.

Danno meccanico associato al rilascio di masse fecali troppo dense. Il più delle volte, la stitichezza è la causa.

Nei bambini, l'aspetto della perdita di sangue durante i movimenti intestinali può essere associato con l'elmintiasi. Quando sono infetti da vermi, vi è infiammazione e gonfiore dell'intestino inferiore. Nell'area dell'ano, c'è un prurito intollerabile dovuto all'attività dei vermi parassiti. Il bambino inizia a pettinare l'ano a causa del quale la membrana mucosa può essere danneggiata. Il danno aggrava il passaggio delle masse fecali, con il risultato che il sangue appare dopo la defecazione.

Le ragadi anali sono divise in forme acute e croniche. In assenza di terapia, la forma acuta può evolvere in una cronica.

Il sintomo principale della comparsa di crepe è il forte dolore nel passaggio anale durante il movimento intestinale. In forma acuta, il dolore non dura più di 10 minuti dopo un movimento intestinale. In un processo cronico, il dolore è meno pronunciato, ma dura per un periodo più lungo.

Per le ragadi anali, c'è un leggero sanguinamento durante le feci. Il sangue non è mescolato con le feci e ha un colore scarlatto senza mescolanza di muco.

Il trattamento delle ragadi rettali comprende:

  • la nomina di una dieta lattiero-casearia che fornisce feci morbide;
  • l'uso di clisteri con una soluzione antisettica debole, per esempio, decotto di erbe;
  • uso di farmaci anti-infiammatori sotto forma di supposte rettali.

Se la causa delle ragadi anali è la patologia del tratto gastrointestinale, il paziente viene inoltre prescritto un trattamento per la malattia di base.

emorroidi

L'infiammazione dei nodi emorroidali (venosi) è una conseguenza del verificarsi di emorroidi. Il sintomo principale della patologia è il sangue durante un movimento intestinale. Secondo alcuni dati, soffre ogni quarto abitante del paese.

Il gruppo di rischio comprende persone la cui attività professionale è associata a uno stile di vita sedentario o a un intenso lavoro fisico. Le emorroidi sono anche suscettibili alle persone che sono in sovrappeso e soffrono di frequente stitichezza.

Nella fase iniziale di sviluppo, le emorroidi si manifestano come sanguinamento dopo le feci e il disagio nell'area rettale.
Se non curato, il dolore diventa più pronunciato, durante il movimento intestinale non c'è solo il sanguinamento, ma anche la perdita di emorroidi.

Lo scarico del sangue nelle fasi successive può apparire in uno stato di calma. Le vene emorroidarie iniziano a cadere costantemente.
Il trattamento delle emorroidi dipende dallo stadio in cui si trova la patologia. Per eliminare il dolore, vengono prescritti analgesici e farmaci antinfiammatori. In forma cronica, è indicato solo l'intervento chirurgico.

diverticolosi

La malattia diverticolare è una delle cause dell'apparizione del sangue dopo un movimento intestinale. Con lo sviluppo della diverticolosi, c'è una graduale formazione di protrusioni sulle pareti dell'intestino.

I diverticoli si formano sullo sfondo di patologie distrofiche del tessuto muscolare del colon e disfunzione vascolare nella regione del tratto gastrointestinale. Un fattore nella comparsa della diverticolosi è un'alimentazione scorretta.

Anche i seguenti processi patologici sono tra le cause della malattia:

  • ernia;
  • costipazione;
  • emorroidi;
  • vene varicose.

La malattia diverticolare si manifesta in forte dolore addominale a causa di grandi accumuli di feci, feci anormali e comparsa di sangue durante la defecazione. Il diverticolo può formarsi nell'esofago, nel duodeno e nell'intestino tenue e crasso.

La diverticolosi richiede un approccio globale al trattamento, che dovrebbe includere terapia dietetica, lassativi, preparazioni enzimatiche e antibiotici ad ampio spettro.

Polipi nell'intestino

Le neoplasie benigne localizzate nell'intestino sono chiamate polipi.

I fattori predisponenti alla comparsa di polipi sono:

  • processi infiammatori a livello intestinale;
  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • predisposizione genetica;
  • allergie alimentari;
  • celiachia.

I principali sintomi della presenza di polipi sono la comparsa di sangue e muco nelle feci, frequente stitichezza e dolori colici nell'addome inferiore. Inoltre, il paziente può manifestare maggiore flatulenza, sensazione di pienezza nello stomaco, brontolio nello stomaco.

Quando vengono rilevati polipi, è indicato un intervento chirurgico, poiché spesso le lesioni benigne si trasformano in lesioni maligne.

Cancro al colon

La formazione di un tumore maligno nel colon è una conseguenza di polipi, predisposizione genetica, malattia di Crohn e processi infiammatori nel tratto gastrointestinale.

I principali sintomi del cancro del colon sono:

  • sensazione di disagio o dolore nell'addome;
  • aumento della formazione di gas;
  • la presenza di sangue e muco durante i movimenti intestinali;
  • sensazione di movimento intestinale incompleto.

Sullo sfondo del cancro intestinale, il paziente può manifestare anemia da carenza di ferro, perdita di peso e debolezza generale.

Nel 90% dei casi con oncologia di questo tipo, è indicato l'intervento chirurgico.

Sangue durante la defecazione in donne in gravidanza

Il sangue dopo la defecazione durante la gravidanza e dopo il parto è associato alla comparsa di emorroidi o ragadi anali durante questo periodo. Nella maggior parte dei casi, ciò è dovuto alla comparsa di feci irregolari nelle donne in gravidanza e nelle donne che hanno partorito.

Tipicamente, qualche tempo dopo la nascita, il corpo è completamente restaurato e i sintomi scompaiono. Per evitare il rischio di complicazioni successive, si consiglia ai pazienti in gravidanza e al parto di attenersi a una dieta che includa prodotti lattiero-caseari, frutta secca e verdure con effetto lassativo.

Sono indicate supposte antiemorragiche o unguenti antinfiammatori locali.

Dopo il sangue delle feci: altre cause

In casi più rari, l'aspetto delle impurità del sangue nelle feci può indicare un'ulcera peptica o una cirrosi epatica.

Quando l'ulcera gastrica e l'ulcera duodenale interessano la mucosa degli organi digestivi. La malattia è caratterizzata da sintomi come dolore acuto improvviso nella parte superiore dell'addome, bruciore di stomaco, stitichezza e sangue durante un movimento intestinale. In molti modi, i sintomi sono simili al cancro intestinale, quindi è necessario un esame completo per la diagnosi.

I primi sintomi della cirrosi sono nausea, pesantezza nella parte destra, sapore amaro in bocca, debolezza generale e rifiuto di cibi grassi e fritti. L'aspetto del sangue durante il movimento intestinale è associato a emorragie interne che compaiono negli ultimi stadi della patologia.
Il trattamento dovrebbe essere principalmente finalizzato all'eliminazione della cirrosi e quindi alla soppressione dei sintomi.

diagnostica

Se trovi del sangue dopo un movimento intestinale, dovresti contattare immediatamente il proctologo per determinare la causa.

Il medico esamina il retto e prescrive i test e le ricerche necessari. Per la diagnosi, potrebbe essere necessario un radiografia, un coprogramma e un'endoscopia. A seconda della diagnosi assegnata terapia appropriata.

Cause di escrezione del sangue durante e dopo le feci

Uno dei sintomi più inquietanti delle malattie intestinali è il sangue durante un movimento intestinale. Anche sanguinamento insignificante può segnalare seri problemi di salute, quindi non trascurare una visita a uno specialista.

Caratteristiche del sanguinamento dal retto

Il colore della scarica e il suo carattere possono essere un fattore decisivo nel determinare molte malattie. Dalla natura di sanguinamento durante la defecazione può essere diviso in:

  • sangue nelle feci;
  • sgabelli sanguinolenti.

Il sangue nelle feci può essere visibile o nascosto, rosso vivo, bordeaux o nero. Le cause del sanguinamento anale sono diverse, vanno da innocue irritazioni del tratto gastrointestinale, fino a gravi patologie come le emorroidi o il cancro del colon-retto.

A volte il sangue nelle feci può essere invisibile ad occhio nudo - sanguinamento latente. È possibile rilevarlo solo quando si esegue un esame del sangue occulto nelle feci.

Feci sanguinolente - sangue rosso vivo dall'ano, mescolato con feci o coaguli di sangue. Sanguinamento rettale è indicativo di problemi con il colon o il retto, l'ano.

Il colore del sangue dipende dalla fonte del sanguinamento: più vicino è all'ano, più luminosa è l'ombra del sangue. Pertanto, quando la membrana mucosa del sigma o del retto è danneggiata, si osserva un rosso vivo, quello trasversale è rosso scuro.

A volte c'è sangue con un movimento intestinale nero che ha un odore sgradevole. Nero, maleodorante, catrame chiamato melena. Si verifica nei casi in cui il sangue è nel colon per lungo tempo e i batteri in esso contenuti si sono decomposti in sostanze chimiche (ematina), che sono di colore nero.

Melena - sanguinamento dal tratto gastrointestinale superiore, può segnalare la presenza di un'ulcera allo stomaco o 12 ulcera duodenale, o la presenza di un'ulcera dell'intestino tenue.

  • tumori maligni o benigni del tratto gastrointestinale;
  • colite ulcerosa;
  • enterite granulomatosa (morbo di Crohn);
  • diverticoli intestinali.
  • ulcere ed erosioni dello stomaco o del duodeno;
  • flebectasia (varici esofagee);
  • prendendo alcuni farmaci e sostanze tossiche;
  • neoplasie maligne del tubo digerente.

Malattie che causano sanguinamento

Molti uomini e donne si lamentano dei ricevimenti al proctologo: "Vado in bagno a causa del sangue, quale può essere la ragione?". In effetti, è molto importante determinare la natura dell'emorragia, perché è l'unico modo per liberarsene per sempre.

Il sangue dall'ano può indicare la presenza di malattie del tratto gastrointestinale, organi interni o essere un segno della presenza di un processo infettivo.

Ragade anale

Malattia molto dolorosa, il principale sintomo dei quali sono dolori acuti durante la defecazione, secrezione di sangue, spasmo dello sfintere anale.

Forte dolore acuto si verifica all'inizio dell'atto di defecazione, spesso accompagnato da sanguinamento, continua per un lungo periodo dopo un movimento intestinale. In assenza di una terapia adeguata, la ragade anale diventa cronica - il tessuto cicatriziale si forma ai margini della fessura.

Nel decorso cronico della malattia, il dolore si verifica meno frequentemente, tuttavia persistono sanguinamento e spasmo. Il prurito nell'ano può unirsi ai sintomi elencati.

emorroidi

Se noti che dopo il bagno c'è molto sangue sulla carta igienica, si consiglia di diagnosticare le emorroidi. Due segni inerenti a questa malattia:

  • perdita di nodi dal canale anale;
  • scarico di sangue.

Emorroidi si verificano a causa di ristagno nelle vene localizzate nella regione pelvica, deterioramento della fornitura di ossigeno alle pareti venose. Le vene, piene di sangue per lungo tempo, si allungano, aumentano le emorroidi, che successivamente diventano più sottili, piccole ferite, erosione, rotture si formano. Sono loro a causare un sintomo come il sangue durante un movimento intestinale.

Una caratteristica distintiva del sanguinamento emorroidario è che il sangue viene rilasciato solo durante o immediatamente dopo un movimento intestinale. Questi possono essere scarse gocce su carta igienica dopo un movimento intestinale, o piuttosto intenso, sanguinamento pesante, che porta allo sviluppo di anemia da carenza di ferro.

Altri segni di emorroidi sono:

  • disagio nell'ano;
  • dolore nel periodo di esacerbazione;
  • bruciore e prurito nella zona anorettale.

polipi

I polipi sono chiamati la formazione della membrana mucosa del colon, che sovrasta il suo livello. Esternamente, sembrano tubercoli rossastri o giallastri, la cui superficie è ricoperta di muco.

In realtà, i polipi sono una malattia precancerosa, dal momento che la loro esistenza a lungo termine nell'intestino è piena di sviluppo di tumori maligni.

Il problema è che i polipi in molti casi sono asintomatici e vengono rilevati abbastanza per caso. La sintomatologia viene principalmente osservata quando è attaccata l'infiammazione o l'integrità del polipo è danneggiata. In questo caso, la diarrea è caratteristica, con scarico di sangue e muco. L'esaurimento e l'anemia si sviluppano gradualmente.

Se i polipi si trovano nel segmento iniziale dell'intestino, durante un movimento intestinale possono cadere, strangolare e sanguinare.

diverticolite

Diverticoli - formazione sacciforme della parete intestinale, localizzata nel colon o nell'intestino tenue. Sono asintomatici, tuttavia sono pieni di serie complicazioni, tra cui:

  1. Sanguinamento intestinale - il sangue appare dopo feci, scarlatto o sotto forma di coaguli. Nello stesso momento c'è una debolezza generale, il pallore, l'ipotensione è annotata. Insieme a sanguinamento, dolore addominale, stitichezza o diarrea sono noti.
  2. Ostruzione dell'intestino - è il risultato di una violazione della pervietà delle masse fecali attraverso l'intestino nella posizione del diverticolo.
  3. Peritonite (infiammazione purulenta del peritoneo) - si sviluppa a causa della penetrazione del contenuto intestinale nella cavità addominale attraverso un'apertura nella parete del diverticolo.

Ulcera peptica

Accompagnato dai seguenti sintomi:

  • dolore nella parte superiore dell'addome. C'è dolore con la sensazione di fame e dopo aver mangiato scompare, è penetrante, dolorante nella natura;
  • aumento della fame;
  • nausea;
  • gonfiore, flatulenza;
  • bruciore di stomaco, eruttazione.

In assenza di terapia, si verifica vomito cronico di sangue, così come il sangue durante la defecazione - segni di sanguinamento interno che sono pericolosi per la vita umana.

Colite ulcerosa non specifica, enterite granulomatosa

Queste malattie infiammatorie intestinali hanno sintomi simili, tra cui;

  • dolore all'addome destro o sinistro;
  • toilette con sangue, sanguinamento anorettale;
  • l'artrite;
  • anchilosante;
  • eruzioni cutanee;
  • perdita di peso;
  • condizione febbrile

In assenza di trattamento di queste malattie, sono caratteristiche le complicanze dell'occhio, del fegato, del cuore e trombolitiche.

Flebektaziya

Questo disturbo si verifica principalmente sullo sfondo di malattie del fegato, trombosi o compressione della vena porta, causando ipertensione portale, vale a dire. aumento della pressione nella vena porta. A causa della difficoltà del flusso sanguigno, le vene dell'esofago si allungano, si allargano, si torcono, formano nodi varicosi e micro-fratture, accompagnate da sanguinamento.

Secondo le statistiche, la malattia negli uomini è doppia rispetto alle donne. Altri sintomi sono:

  • eruttazione;
  • bruciori di stomaco;
  • disagio e pesantezza al petto;
  • difficoltà a deglutire il cibo;
  • palpitazioni cardiache.

Malattie oncologiche

Il sangue durante la defecazione può indicare la presenza di una neoplasia maligna nell'intestino crasso. Particolarmente vigile dovrebbe essere se il sanguinamento è accompagnato da sintomi quali:

  • disturbi delle feci: diarrea e stitichezza;
  • doloroso dolore addominale;
  • l'aspetto di feci simili a nastri;
  • flatulenza;
  • altri segni caratteristici dell'oncopatologia: affaticamento, perdita di peso, mancanza di respiro.

Altri motivi

Il sanguinamento durante i movimenti intestinali può avere altre cause:

  1. Nelle donne, può essere causato da endometriosi del colon.
  2. Il sangue nelle feci in un adulto può essere il risultato di angiodisplasia - compromissione della crescita e aumento della fragilità dei vasi sanguigni a causa dell'invecchiamento del corpo.
  3. Infestazioni da verme - spesso il sanguinamento è accompagnato da prurito nella parte posteriore del buco.
  4. Disturbi del sangue - leucemia, trombosi del mesentere.
  5. La colite ischemica è una patologia che si sviluppa a causa di un afflusso di sangue disturbato nella parete intestinale.
  6. Spesso la causa del sanguinamento rettale sono le infezioni: shigellosi (dissenteria), dissenteria amebica, balantidiasi.

Il sangue nelle feci nei bambini e negli adolescenti ha le stesse ragioni degli adulti. Nei neonati dei primi anni di vita, la presenza di sangue nelle feci può indicare:

  • deficit di lattasi;
  • reazione allergica alle proteine ​​del latte;
  • anomalie intestinali (malattia di Hirschsprung);
  • costipazione prolungata.

Cosa fare

L'isolamento del sangue durante e dopo le feci è sempre un sintomo allarmante, che richiede la partecipazione di uno specialista competente. Senza un esame diagnostico, è impossibile identificare la causa alla radice di questo fenomeno e, di conseguenza, condurre un trattamento adeguato.

Contattare immediatamente uno specialista se:

  • non è la prima volta che noti il ​​sangue dopo un movimento intestinale e non hai ancora consultato un medico, indipendentemente dalla natura e dalla profusione di sanguinamento;
  • hai un'emorragia intensa, che non passa per 15-30 minuti;
  • hai una scarsa ereditarietà (ci sono casi nella storia della poliposi ereditaria, del cancro del colon-retto, ecc.);
  • oltre al sanguinamento, sintomi come dolore addominale, vertigini, febbre, vomito, debolezza;

Quale medico può aiutare con il sanguinamento dall'ano? Il proctologo affronta tali problemi, tuttavia, in molti casi i pazienti hanno bisogno di consigli e altri specialisti: terapeuta, chirurgo, endocrinologo.

Per la diagnosi può richiedere i seguenti tipi di diagnosi:

  • esame visivo da parte di un medico;
  • tipi di diagnostica strumentali: rettoscopia, ano-, colono, irrigoscopia, gastroduodenoscopia;
  • test di laboratorio: analisi del sangue, feci, tra cui un test per sangue nascosto per rilevare l'emorragia interna.

Il metodo di trattamento dipende dalla diagnosi finale e dalle condizioni generali del paziente. Questa può essere una terapia conservativa o radicale.

Molte persone pensano erroneamente che il sangue durante la defecazione, specialmente senza dolore, sia un sintomo frivolo che non richiede un immediato parere di un esperto. Tuttavia, dovrebbe essere chiaro che potrebbe indicare la presenza di malattie precancerose e oncologiche. È meglio essere esaminati in tempo e assicurarsi di non avere una patologia seria.

Articoli Su Varici