Posso fare yoga per le vene varicose nelle mie gambe? Asana e loro tecnica

Avendo chiaramente diagnosticato le vene varicose in sé, non è necessario correre da un flebologo.

Abbastanza passo misurato per andare a un istruttore di yoga.

In primo luogo, la corsa è controindicata per le vene varicose. E, in secondo luogo, un flebologo esperto ti consiglierà ancora di yoga.

Pertanto, l'argomento di questo articolo: yoga e vene varicose.

Posso fare yoga per le vene varicose?

Comprendendo il meccanismo di formazione delle vene varicose, è più facile per te cogliere l'essenza degli esercizi di yoga dalle vene varicose.

Il movimento del sangue attraverso le vene delle gambe si verifica contro la gravità - dal basso verso l'alto. Ci vuole molta forza per far sì che il sangue superi la gravità. A differenza delle arterie, le vene non possono contrarsi da sole, dirigendo il sangue nella giusta direzione.

Il sistema circolatorio è progettato in modo che il sangue dalle vene sottocutanee (superficie) attraverso le valvole delle vene connettenti penetri nelle vene profonde. Ma le vene profonde non hanno la funzione di "innalzare il sangue al cuore".

Per questo processo, le vene richiedono forza muscolare, spremendole e spingendo il sangue fino al cuore. Con bassa attività muscolare nelle vene profonde il sangue ristagna. Il flusso di sangue è rotto. La vena safena si gonfia, si torce, formando nodi varicosi.

In entrambi i casi, i muscoli mancano di adeguata elasticità. Ad esempio, i muscoli deboli sono difficili da contrarre, resistono allo stress. Ma non ci sono problemi con lo stretching. L'allenamento di forza per le donne con muscoli deboli è una continua tortura.

I proprietari di muscoli deboli sono abbastanza flessibili, ma assolutamente resistenti fisicamente in termini di stress. Per tali donne, gli esercizi su saldi e posizioni in piedi saranno più efficaci.

Il compito principale dello yoga per le vene varicose - per far lavorare i muscoli per spingere il sangue fuori dalle vene, per promuoverne la circolazione. Le caratteristiche degli esercizi per questa categoria di sesso debole saranno discusse nella sezione seguente.

I proprietari di muscoli rigidi spesso non sono flessibili, ma sono fisicamente forti. Negli esercizi di yoga per loro, l'accento è posto sullo stretching dei muscoli. Sia l'allungamento che la contrazione muscolare sono componenti dell'attività muscolare di una persona.

Probabilmente hai notato che le donne sono più suscettibili a questa malattia rispetto agli uomini. Una piccola massa di muscoli provoca la deformazione delle vene.

Esiste una serie di esercizi che aiuteranno nella prevenzione delle vene varicose e nella fase iniziale della malattia - la comparsa di stelle vascolari minori.

Negli stadi profondi della malattia, è richiesto solo il lavoro individuale con un istruttore di yoga competente (terapista yoga).

Quali sono le caratteristiche degli esercizi di yoga per i muscoli deboli?

Come precedentemente indicato, questo complesso asana si concentra sulla postura eretta e sulla postura dell'equilibrio.

Tadasana o posa in montagna - una serie di esercizi inizia con questa asana in posizione eretta. In questo esercizio, è importante non alzare la testa.

E devi assicurarti che i piedi non divergano in direzioni diverse. Quando si estende la colonna vertebrale, assicurarsi che non ci sia deflessione nella parte bassa della schiena.

Vrikshasana o la posa dell'albero è una continuazione del precedente asana. È importante osservare le seguenti regole:

  1. I piedi non sono solo sul pavimento - sono radicati.
  2. Osserva un ritmo silenzioso di respirazione.

Utthita Trikonasana richiede un'attenta familiarizzazione con la tecnica di esecuzione. Prima di procedere all'attuazione di questo asana, è necessario padroneggiare la tecnica di Tadasan.

Esercizi per muscoli rigidi

Questo complesso ha un effetto benefico sull'allungamento muscolare, necessario per la formazione dei muscoli elastici.

Virasana (postura dell'eroe) + Supt Virasana (posizione dell'eroe sdraiata)

Segui la tecnica di cui sopra:

  1. Ci sediamo, unendoci alle ginocchia in modo che tocchino il bacino. In questo caso, i piedi sono sollevati. Rimaniamo in questa posizione per un po '. Respira esattamente.
  2. Procediamo all'attuazione di Supt Virasana: deviare indietro, appoggiando i palmi delle mani sul pavimento. Il tuo compito è quello di sdraiarti sulla schiena il più possibile.
  3. Mantieni questa posizione per 2-3 minuti.

Urdhva Prasarita Padasana (allungando le gambe)

La tecnica consiste nei seguenti passaggi:

  1. Sdraiati sulla schiena. Le gambe devono essere sollevate, osservando l'angolo giusto.
  2. Tiriamo le calze su noi stessi. Risolvi la posa per 2-3 secondi. Poi tira via le calze da te allo stesso tempo. Ripeti più volte.
  3. Afferra i tuoi piedi, tirando su te stesso per 30-60 secondi.

Paschimottanasana (seduto inclinato verso le gambe)

tecnica di prestazioni:

  1. Sedendosi sui glutei, raddrizza le gambe. I calzini sono puntati su di te.
  2. Afferra le tue mani sulle tue ginocchia. Assicurati di non piegare la schiena.
  3. Aiutandosi con le mani, allunga gradualmente la schiena.
  4. Rilassiamo la schiena, lasciandola abbassare alle gambe. Esegui l'esercizio 30-60 secondi.
  5. Ritiriamo, alziamo la testa. Ci pieghiamo sul petto e sulla schiena, riportando la schiena alla vertebra in posizione verticale dietro la vertebra.

Lo yoga per le vene varicose è un metodo efficace per aumentare il tono muscolare. Ma vale la pena prestare attenzione al fatto che lo yoga svolge solo la funzione di prevenire le vene varicose o aiuta a rallentare la progressione della malattia.

Nei casi di forme avanzate di vene varicose dovrebbe consultare un istruttore di yoga. Ricorda che anche il metodo migliore ha le sue controindicazioni e richiede un'attenzione particolare all'applicazione.

Video utile

Il video mostra chiaramente come fare asana per le vene varicose:

Yoga per le vene varicose

Le vene varicose - la sconfitta del sistema venoso, provoca un aumento delle dimensioni del lume, assottigliamento delle pareti e la formazione di "noduli". La malattia è chiamata vene varicose, che provoca un ritardo nel sangue venoso e difficoltà con una mancanza di ossigeno nei tessuti degli arti inferiori.

Le vene varicose si formano nei maschi e nelle femmine indipendentemente dall'età. La maggior parte dei casi si verifica negli anziani e nelle donne in età fertile.

Per prevenire lo sviluppo delle vene varicose e combattere la malattia, i medici ti consigliano di praticare lo yoga. Si raccomanda di selezionare attentamente gli esercizi.

Yoga per le vene varicose, una caratteristica dell'allenamento

Con le vene varicose la lezione di yoga porta solo risultati positivi per il corpo: nel trattamento e nella prevenzione dello sviluppo della malattia. Ogni persona con una diagnosi dovrebbe capire - per il massimo effetto, è dimostrato che conduce un trattamento completo.

Lo yoga è combinato con la dieta e il massaggio. Si crede di scegliere scarpe comode. Se esegui correttamente un esercizio yoga, otterrai il massimo risultato.

Vene varicose - una malattia terribile. Per trovare le asana giuste, è meglio consultare un medico e un istruttore. Gli esercizi di yoga sono progettati per non danneggiare, al contrario, per ripristinare la circolazione del sangue nelle vene.

Asana terapeutiche e preventive

Più spesso, le vene varicose si sviluppano con i muscoli rigidi e tesi delle gambe o, al contrario, le vene lente e deboli diventano le cause della malattia. In qualsiasi condizione dei muscoli, non sono in grado di allungarsi normalmente, quindi contrarsi. Nella maggior parte delle donne, i muscoli sono deboli, malamente contratti e facilmente allungati o incurvati. I muscoli formano tranquillamente vari nodi complessi.

Per le donne di eseguire pose di forza difficili. Quando pratichi yoga, è meglio scegliere esercizi di equilibrio. La pratica dello yoga ti consente di aumentare il tono muscolare e riprendere il lavoro muscolare. Dopo le lezioni, viene stimolata la circolazione sanguigna nelle vene. Durante la lezione, quando si esegue un asana in piedi, è meglio scegliere un muro per fermarsi. In una tale posizione, le gambe sono più tese.

Per le persone che hanno i muscoli deboli e deboli degli arti inferiori, è meglio scegliere esercizi specifici:

  • Uthitta Trikonasana;
  • Tadasana;
  • Ardha Chandrasana;
  • Vrikshasana.

Per i muscoli grezzi è meglio scegliere altri tipi di esercizi. I proprietari di questi muscoli non hanno un'elevata flessibilità, ma forti. Queste persone dovrebbero scegliere esercizi per lo stretching e lo stretching. Ad esempio, Upavishtha Konasan, Viparita Karani e altri.

Per i pazienti con diagnosi di vene varicose, si raccomanda di scegliere esercizi da yoga mirati allo stretching dei legamenti sotto il ginocchio e la zona pelvica. Per il resto delle vene, è possibile eseguire asana invertite. Tali posture rendono più facile spostare il sangue dalle vene al cuore.

Per le persone le cui vene varicose sono già formate, è necessario selezionare attentamente gli esercizi dallo yoga, mentre si prende cura della propria condizione. Le asana di guarigione hanno una grande differenza dagli esercizi di prevenzione - hanno un carico minore.

Un esempio di esercizio è Jana Shirshasana. Esercizio tradotto significa la posizione della testa sul ginocchio. Per eseguire richiesto di sedersi su una stuoia di yoga. Piegare la gamba in modo che il tallone si trovi vicino al cavallo. Ruota il corpo sul lato dell'arto inferiore non piegato, afferra il piede con le mani. Prova a piegarti sulla gamba per raggiungere il tuo mento. Posizione di blocco. Ripeti per il secondo arto inferiore.

Un diverso tipo di esercizio si traduce letteralmente in una posizione con il sequestro di un dito del piede. Sdraiarsi sul tappeto Piegare la gamba durante l'espirazione, premerla sul torace. Per afferrare una punta di una gamba piegata, prova ad allungarla verso la sommità della testa. Prendi un arto dritto. Per sistemare la posizione Assicurati che la gamba non piegata rimanga diritta. Ripeti lo stesso con la seconda tappa.

Per allungare le gambe, gli istruttori di yoga ti consigliano di fare gli esercizi:

  1. "Posa della rana". Quando si eseguono asana, è necessario sdraiarsi sullo stomaco, le braccia devono essere rimesse. Piega le gambe durante l'espirazione, afferra il piede con le mani. Quindi le gambe vengono premute sul bacino, rimangono in questa posizione per 2 cicli di respirazione. I piedi sono paralleli al pavimento. Il polso sta guardando indietro, le dita sono sulla testa. Premendo le gambe con le mani, prova a premerle sul tappeto. Up dovrebbe alzare la testa. Per respirare uniformemente, resta nella posizione adottata per 30 secondi.

Sono noti altri asana, eseguiti con una perdita di elasticità delle vene. Un sacco di informazioni interessanti possono essere apprese dall'istruttore. Ricorda, lo yoga per le vene varicose aiuta a sbarazzarsi della malattia e non fa male.

Posizioni vietate per le vene varicose

Se decidi di andare a una lezione di yoga, ricorda quali esercizi non dovrebbero essere eseguiti per le vene varicose. Gli asana sono esclusi, richiedendo gambe lunghe e contorte, squat profondi.

La posa del loto, nota a tutti, è esclusa dalla classe. In questa posizione, una persona non preparata non è in grado di stare a lungo, con la malattia delle vene, la postura porta dolore.

Prima di iniziare le lezioni, il paziente deve consultare il medico. La malattia deve essere segnalata a un istruttore di yoga che selezionerà le pose consentite e innocue per la persona.

Prevenzione delle vene varicose

Quando si mostrano le vene varicose per rivedere la dieta. Entra lì il cibo, comprese le sostanze che rafforzano le pareti delle vene. Con una carenza di magnesio nel corpo umano si sviluppa sottosviluppo del tessuto connettivo, è utile introdurre nella dieta vari alimenti che contengono un massimo di magnesio. Durante il giorno è necessario bere un volume di liquido, che dipende dal peso - 3,5 ml per kg. I medici prescrivono i preparati venotonici, comprese le sostanze bioflavonoidi di origine vegetale.

Per combattere lo sviluppo delle vene varicose, è permesso essere come un massaggio. Per la prevenzione, è meglio scegliere un massaggio che elimina l'eccesso di liquidi nel corpo. La procedura consente di migliorare la circolazione del sangue nelle vene e rimuovere l'affaticamento delle gambe.

I medici raccomandano l'uso di olii essenziali per prevenire lo sviluppo delle vene varicose. L'olio efficace è il cipresso. Questo olio aiuta ad alleviare il dolore e l'infiammazione, migliora l'emodinamica, migliora l'elasticità. La composizione dell'olio include il geranio, che aumenta il flusso sanguigno e aumenta il tono dei muscoli e dei vasi sanguigni. Per eliminare le cicatrici nella psoriasi, l'eczema, le vene varicose usano l'olio, che consiste in un immortelle.

Quando un aumento delle vene si unisce al processo infiammatorio, è meglio usare un olio essenziale con l'aggiunta di succo di carota. Per eliminare il dolore e l'infiammazione, aiutano gli oli di camomilla, mirra e cipresso.

Il risultato è raggiunto con un trattamento complesso. È necessario migliorare la qualità della vita, eliminare i sintomi delle vene varicose, ottenere una remissione a lungo termine della malattia e migliorare il drenaggio delle vene.

L'efficacia dello yoga per le vene varicose

Oggi, sempre più medici riconoscono l'efficacia dell'inclusione nel processo terapeutico dei metodi di trattamento alternativi. Lo yoga nella lotta contro le vene varicose degli arti inferiori è uno dei principali posti nelle sue prestazioni. Ciò è dovuto al meccanismo di sviluppo della malattia varicosa, in cui la mancanza di movimento dei muscoli delle gambe svolge un ruolo di primo piano. I vasi venosi, attraverso i quali il flusso di sangue deve salire fino al cuore, hanno una struttura molto vulnerabile. Non possiedono elasticità delle arterie, dal momento che praticamente non contengono cellule di elastina e ci sono pochissime fibre muscolari lisce in esse. Allo stesso tempo, è facile da allungare, dal momento che il collagene è la base delle pareti venose.

Come sbarazzarsi della malattia?

Per correggere un tale errore, la natura fornisce meccanismi ausiliari che consentono il movimento regolare del flusso sanguigno. Solo la loro stimolazione competente sullo sfondo di un adeguato trattamento medico può ottenere risultati positivi nel trattamento delle vene varicose.

Nella medicina tradizionale, si crede che eliminare radicalmente le vene varicose possa essere solo chirurgicamente o con il metodo di indurimento. Entrambi sono abbastanza traumatici e richiedono un lungo periodo di recupero. La pratica dello yoga sotto la supervisione di un istruttore professionista ti consente di affrontare le vene varicose in modo conservativo. E ulteriori lezioni saranno un'eccellente prevenzione della ricorrenza delle vene varicose sulle gambe.

L'importanza della formazione

Il primo dei principali assistenti dei vasi venosi può essere chiamato i movimenti di spinta dei muscoli delle gambe con la loro contrazione. La mancanza di attività fisica, lo stile di vita sedentario esclude l'aiuto di una pompa muscolare e, quindi, sono i principali provocatori dello sviluppo delle vene varicose sulle gambe. Allo stesso tempo, le vene varicose si verificano spesso con un sovraccarico muscolare sistematico, che reagisce anche negativamente allo stato delle navi.

Per escludere questi due fattori che contribuiscono allo sviluppo delle vene varicose, è possibile solo con un ragionevole sforzo fisico, che è correttamente progettato per rafforzare la muscolatura delle gambe e aumentare il tono delle pareti venose. Oltre alla pompa muscolare, l'effetto di aspirazione del diaframma è di fondamentale importanza. L'incapacità di respirare correttamente, l'inalazione superficiale e l'espirazione incompleta privano le vene nelle gambe del secondo assistente importante.

L'allenamento dei tessuti muscolari, combinato con la cultura della respirazione, è alla base della ginnastica yoga. Pertanto, oltre al trattamento farmacologico, è possibile praticare lo yoga per i pazienti con vene varicose, così come le persone inclini a questa malattia. Ma se fai gli esercizi tu stesso, leggi nel libro, è impossibile ottenere risultati positivi a casa, ed è molto più probabile che aggravi la condizione patologica e provochi il progresso delle vene varicose.

Un trattamento adeguato delle vene varicose è possibile esclusivamente da flebologi in collaborazione con istruttori di yoga. Questa pericolosa patologia non tollera un approccio non professionale, che può portare alla disabilità o alla perdita di una gamba.

L'arte dello yoga ha origine nell'antica India ed è stata praticata lì per molti millenni. Il compito principale di questa filosofia è la guarigione indipendente del corpo creando armonia tra corpo e anima. In pratica, lo yoga della ginnastica è una combinazione di esercizi fisici, cultura della respirazione ed esercizi spirituali.

Durante l'esistenza della scuola di yoga, migliaia di metodi sono stati sviluppati e testati nel tempo, permettendo di sostenere il corpo e migliorare le condizioni generali di qualsiasi malattia. Esistono raccomandazioni separate per il trattamento e la prevenzione delle persone che soffrono di vene varicose. Le lezioni regolari sotto la guida di un insegnante esperto sono in grado di migliorare l'immunità e la resistenza, nonché di istituire forze protettive interne per l'auto-guarigione.

È impossibile padroneggiare l'arte dello yoga attraverso libri o video. Ogni asana comporta l'inclusione nel lavoro di alcuni muscoli in combinazione con le regole del respiro e in accordo con i bioritmi temporanei del corpo.

Le vene varicose degli arti inferiori richiedono un approccio molto attento alla scelta degli esercizi di yoga. Molte asana possono essere non solo inutili, ma anche pericolose per le vene malate sulle gambe. Puoi anche ottenere un risultato negativo da inseguimenti irregolari o zelo eccessivo. Solo un carico strettamente misurato combinato con la corretta implementazione delle asana contribuisce al trattamento efficace delle vene varicose sulle gambe e alla guarigione dell'intero organismo.

Per il massimo effetto in caso di varicosità, è necessaria la conoscenza congiunta di un flebologo professionista, maestro yoga e desiderio sincero del paziente. Il medico esamina attentamente le gambe del paziente, determina la natura della lesione, la profondità della localizzazione e la negligenza delle vene varicose. Un istruttore esperto selezionerà gli esercizi necessari per rafforzare o rilassare i gruppi muscolari gentili, insegnarti la corretta tecnica di respirazione, dirti a che ora del giorno e come eseguirli.

Controindicazioni

È importante ricordare che è utile per le vene varicose in una fase precoce della malattia può essere dannoso per il danno più grave della vena. Le regole dello yoga per le vene varicose includono controindicazioni, queste sono:

1. Limitare il tempo di attesa asana. L'immobilità prolungata è inaccettabile non solo per scopi medicinali, ma anche per la prevenzione delle vene varicose nelle gambe.

2. Stress eccessivo durante lo yoga. Solo uno specialista può determinare il grado di tensione muscolare, quindi le lezioni a casa sono possibili solo dopo che il guru è soddisfatto che siano correttamente eseguite.

3. La presenza di segni di tromboflebite è una controindicazione categoriale allo yoga per le vene varicose.

Scegliendo lo yoga, è importante non dimenticare che questa non è la tattica principale per il trattamento delle vene varicose, ma un eccellente metodo ausiliario che può attivare le forze interne del corpo. La combinazione di trattamenti farmacologici, dieta speciale e lezioni di yoga - questi sono i tre pilastri del successo per rendere le tue gambe sane e belle.

1. Asanas per muscoli delle gambe indeboliti.

Durante questo esercizio, il corpo impara a ridistribuire correttamente il carico, ad attivare la muscolatura della schiena e dei fianchi.

Posizione di partenza: in piedi su una superficie piana e solida, i piedi toccano con i talloni e gli alluci. Le braccia sono abbassate alle giunture o sollevate verticalmente verso il basso. Alla prima inspirazione, i glutei e le anche si restringono e le ginocchia si ritraggono contemporaneamente. Espirazione lenta Alla seconda inspirazione, lo stomaco viene aspirato, il torace si raddrizza e il collo si allunga. Espirazione lenta

L'asana aiuta a mantenere il tono del polpaccio e dei muscoli femorali, insegna l'equilibrio.

La posizione di partenza è la stessa di quella di Tadasan. Il piede di una gamba è posto sulla superficie interna del ginocchio e si alza fino alla coscia al massimo. Le mani attraverso i lati si alzano, i palmi si uniscono. È importante mantenere l'equilibrio.

  • Utchitta trikonasana (triangolo).

L'asana allevia il dolore, ha un effetto tonico generale sulle gambe, rafforza il tessuto delle caviglie.

Posizione di partenza - la montagna. Le gambe dovrebbero essere più larghe delle spalle, a circa un metro di distanza. Mani tenute parallele al pavimento. Inclinando il busto di lato, allungare la mano verso la caviglia, sollevando l'altro braccio verticalmente verso l'alto. Mano bassa che cerca di prendere il pavimento, mentre guarda la mano alzata.

Yoga per la prevenzione e il trattamento delle vene varicose: video complessi asana

Le vene varicose sono una malattia cronica diffusa nel mondo moderno.

Questo disturbo è in grado di colpire vari organi di una persona, ma molto spesso le gambe ne soffrono.

La metà più debole dell'umanità è più sensibile alle vene varicose (il 20-25% delle donne soffre di questa malattia).

Sintomi e cause della malattia

Le vene varicose degli arti inferiori si manifestano con la comparsa dei seguenti sintomi:

  • pesantezza, bruciore e dolore alle gambe;
  • gonfiore regolare dei tessuti molli delle gambe;
  • l'aspetto delle vene dei ragni;
  • visibile attraverso la pelle, l'espansione dei vasi con protuberanze a forma di borsa di varie forme;
  • decolorazione della pelle, comparsa di macchie senili.

Per comprendere le cause della malattia, è necessario comprendere il principio del sistema venoso. Normalmente, il sangue, saturo di spreco del corpo, sale attraverso le vene delle gambe dal basso verso l'alto.

Il suo movimento nella direzione opposta è limitato dalle valvole all'interno dei vasi. Il movimento del sangue nella direzione opposta alla forza di gravità è fornito dalla pressione del sistema arterioso, così come il lavoro dei muscoli lungo la nave venosa.

La forza della pressione arteriosa ha scarso effetto sul flusso sanguigno venoso. Il più grande ruolo nel movimento del sangue verso il cuore è fornito dai muscoli che svolgono la funzione di pompe.

I muscoli, tesi quando si cammina e altre attività motorie, spremono e rilasciano le vene, aiutando questo movimento del sangue nella giusta direzione. Con insufficiente sforzo fisico sui muscoli delle gambe, la loro normale funzionalità è disturbata.

Allo stesso tempo, diventano deboli e letargici, o sono costantemente tesi e sperimentano spasmi regolari. In entrambi i casi, c'è un effetto negativo sull'elasticità delle vene e sul funzionamento delle valvole vascolari, che porta al ristagno del sangue venoso e allo stiramento delle pareti dei vasi.

L'attività motoria è un fattore importante.

Le vene varicose sono considerate una malattia professionale di persone la cui attività è connessa con la presenza permanente in una posizione. Questi includono la maggior parte del personale dell'ufficio, che conduce uno stile di vita sedentario.

Quando le ginocchia sono costantemente piegate, le vene vengono compresse, il che porta a una violazione del deflusso dagli arti inferiori.

Un'influenza costante nella posizione eretta ha anche un effetto negativo sulla condizione delle vene. Questo vale per venditori, parrucchieri e chirurghi. Le valvole delle vene sperimentano una pressione aumentata costante del flusso sanguigno verticale.

Entrambi i gruppi di occupazioni sono la causa dell'inattività fisica, in cui vi è un indebolimento dei muscoli e la loro atrofia parziale. E, come detto sopra, lo stato dei muscoli ha un impatto significativo sul lavoro del sistema venoso del corpo.

Pertanto, per prevenire lo sviluppo delle vene varicose, è necessario fare pause regolari durante le quali è necessario camminare o passare dal tallone alla punta e ruotare i piedi.

Gli sport di potenza in questo caso non sono adatti, possono solo aggravare la condizione delle vene. I tipi ideali di stress per la prevenzione e il trattamento delle vene varicose sono il ballo, il ciclismo, il nuoto e, naturalmente, lo yoga.

Pratica dello yoga

Lo yoga è un modo efficace per prevenire le vene varicose, in quanto quando si eseguono gli esercizi serali aiuta ad alleviare la fatica e lo sforzo delle gambe.

Inoltre, le prestazioni delle asana, a condizione che siano selezionate correttamente, contribuiranno ad alleviare significativamente le condizioni di una malattia esistente.

Una serie di esercizi viene selezionata individualmente in base allo stato dei muscoli. Con muscoli flaccidi e indeboliti, le asana vengono eseguite, contribuendo al loro rafforzamento e tonificazione.

Generalmente non è necessario allungare in questo caso, le posizioni di forza sono utili, così come le varie asana eseguite da una posizione eretta.

Per i muscoli rigidi eccessivamente allenati, l'accento dovrebbe essere posto sullo stretching. Quando si seleziona una serie di esercizi, si dovrebbe tenere presente che per i muscoli rigidi, le asana con fissazione a lungo termine in una posizione non sono raccomandate.

Utili in questo caso saranno esercizi dinamici e asana invertite. Le posizioni sedute sono consentite, a condizione che i supporti siano utilizzati per alleviare il bloccaggio della vena.

Baddha konasana o "posa di farfalle"

Questo asana si estende bene i muscoli delle gambe e migliora la circolazione sanguigna.

  1. Sedendosi sul pavimento, piega le ginocchia e tira i piedi chiusi verso il perineo.
  2. Abbassare i fianchi il più in basso possibile, cercando di toccare le ginocchia sul pavimento. Piedi mentre devi cercare di alzarti.
  3. Mantieni questa posizione per circa 1 minuto. A poco a poco, il tempo di asana aumenta.
  4. Per facilitare l'esecuzione di questa postura, puoi mettere una coperta sotto il bacino. Se è difficile mantenere una schiena dritta, si raccomanda di eseguire un'asana stando seduti contro un muro.

Bhekasana o "posa della rana"

Questo asana aiuta a migliorare lo stretching delle gambe.

  1. Steso sullo stomaco, allunga le braccia all'indietro.
  2. Mentre espiri, piega le ginocchia e, afferrando la pianta delle tue mani, premile contro il bacino.
  3. Mantenere questa posizione per 2 cicli respiratori.
  4. Assicurarsi che i piedi siano paralleli al pavimento, che il polso sia rivolto verso il retro e che le dita siano rivolte verso la testa.
  5. Spingendo le gambe con le mani, cerca di comprimerle sul pavimento. Tirare la parte superiore della testa verso l'alto.
  6. Tieni l'asana per 30 secondi, mantenendo il respiro uniforme.

Viparita Karani o "Betulla"

Questa posizione allunga bene la parte posteriore delle gambe e allevia la fatica.

  1. Sdraiato sulla schiena, solleva le gambe in posizione verticale.
  2. Metti le gambe dietro la testa per sollevare il bacino dal pavimento.
  3. Metti i palmi delle mani sulla parte bassa della schiena con i gomiti sul pavimento.
  4. Alza le gambe verticalmente. La parte posteriore ha un angolo di 45 gradi rispetto al pavimento e il peso della parte inferiore del corpo cade sui gomiti e sui palmi.
  5. Rimani in un'asana, mantenendo il respiro calmo, fino ai primi segni di stanchezza.
  6. Per uscire dalla posa, senza cambiare la posizione delle gambe, abbassare le mani sul pavimento con i palmi delle mani e poi abbassare lentamente le gambe senza piegarle.
    Dopo aver fatto l'esercizio, dovresti sdraiarti, rilassarti, per almeno 30 secondi.

Vrikshasana o "posa di alberi"

Questo asana rafforza e tonifica i muscoli delle gambe.

  1. Stare dritto, unendo i piedi.
  2. Alza le braccia e allunga tutto il corpo.
  3. Piegare la gamba sinistra sul ginocchio e premere la suola contro l'interno della coscia destra. Il tallone è vicino al cavallo e le dita sono rivolte verso il basso.
  4. Prendi il ginocchio di lato e rimani in questa posizione per alcuni secondi. A poco a poco, il tempo può essere aumentato, ma non più di 20 secondi.
  5. Tornare alla posizione di partenza e ripetere l'esercizio, sostituendo la gamba di supporto.

Janu Shirshasana o "testa poggiata sul ginocchio"

Questo asana tira bene i muscoli delle gambe.

  1. Siediti sul pavimento, allungando le gambe di fronte a te.
  2. Piegare la gamba sinistra, posizionando il tallone vicino al cavallo e tirare indietro il ginocchio il più possibile.
  3. Girare nella direzione della gamba destra e stringere il piede con entrambi i palmi.
  4. Sporgendosi in avanti, abbassa la fronte sul ginocchio e poi sul mento.
  5. Tenere l'asana per 30-60 secondi, mantenendo una respirazione costante.
  6. Ritorna alla posizione di partenza e ripeti l'esercizio con l'altra gamba.

Supta Padangushthasana o "alluce grip"

Questa posizione è mirata a allungare la parte posteriore della coscia e della gamba.

  1. Sdraiati sulla schiena, allungando le gambe.
  2. Mentre espiri, piega la gamba sinistra, premendo il ginocchio sul petto e afferra l'alluce con le dita della mano sinistra.
  3. Tirare la gamba sinistra verso l'alto, lentamente tirarla in testa.
  4. Senza indebolire la tensione dei muscoli, prendi la gamba estesa di lato finché il piede tocca il pavimento. La gamba destra è tenuta con la mano destra in una posizione diritta.
  5. Mantenere questa posizione per 2 cicli respiratori, quindi sollevare la gamba sinistra verso l'alto, rilasciando il pollice.
  6. Ritornando alla posizione di partenza, ripeti l'asana con il piede destro.

Se non riesci a raggiungere le dita dei piedi con la mano, puoi usare una cinghia.

Nel video asana yoga complesso, che viene utilizzato per le vene varicose:

Caratteristiche dello yoga per le vene varicose

Lo yoga ha un enorme effetto positivo sulla condizione del corpo per la prevenzione e il trattamento delle vene varicose. Ma dobbiamo tenere presente che l'effetto massimo può essere raggiunto solo con un approccio integrato.

Le lezioni di yoga devono essere abbinate a dieta, massaggi e scarpe comode. L'effetto terapeutico dello yoga sarà maggiore, a condizione un approccio attento alla corretta attuazione degli esercizi.

Va ricordato che le vene varicose sono una malattia grave, pertanto il complesso delle asana, la durata della loro attuazione e la durata dell'allenamento devono essere coordinate con un istruttore esperto.

Vuoi dimenticare cos'è una malattia delle vene e gonfiore delle gambe? Yoga per le vene varicose

Vene varicose - una malattia cronica pericolosa che provoca un disagio evidente di una persona. Per condurre il trattamento delle vene varicose dovrebbero essere medici qualificati, ma lo yoga sistematico contribuirà ad alleviare la situazione.

Yoga per le vene varicose

Lo yoga è una combinazione di pratiche fisiche e spirituali volte a migliorare il corpo e lo spirito, la ricerca di un equilibrio tra mentale e materiale.

Le lezioni di yoga aiutano a migliorare la salute fisica, migliorare l'immunità e avere un effetto benefico sull'atteggiamento e la memoria. Molti sono interessati a se si può praticare lo yoga con le vene varicose.

Lo yoga contro le vene varicose aiuta a rafforzare i muscoli delle gambe, migliorare la circolazione sanguigna nei vasi interessati e aumentare l'elasticità delle vene. Il processo è caratterizzato da movimenti lisci lenti e un carico graduale, che è ottimo per le persone con vene varicose.

Qual è l'obiettivo che raggiungiamo?

L'obiettivo dello yoga per le vene varicose è quello di impegnare i muscoli deboli e rilassare quelli troppo allenati. Non dimenticare che eventuali tensioni muscolari eccessive possono aggravare la situazione.

Quando il tono muscolare lento porta il miglior risultato dell'allenamento della forza. Con un tono eccessivo, le asana da stretching sono più utili per rilassare e ammorbidire i muscoli rigidi.

Caratteristiche speciali

Lo yoga è il più antico sistema di auto-miglioramento umano. Nella prima fase, la salute umana è armonizzata.

Questa misteriosa scienza ha molte caratteristiche:

  • Gli allenamenti consistono in una serie di posture comode chiamate asana. Gli asana vengono eseguiti in una sequenza chiara e con un certo ritmo;
  • Ogni asana o una sequenza di asana connesse ha i suoi punti di esecuzione, che sono importanti da considerare quando si esegue. Queste caratteristiche conferiscono allo yoga il potere dell'impatto sul corpo umano;
  • Yoga non significa allenamento al limite delle sue capacità. Padroneggiare le posizioni richiede tempo e pazienza. Innanzitutto, dovresti prestare attenzione alle semplici asana e farle eseguire correttamente, quindi puoi passare a quelle difficili;
  • In ogni esercizio, è necessario "affinare" la tecnica di entrare e uscire dall'asana. Per questo, quando si impara l'asana, si dovrebbe adottare la posizione più comoda;
  • fissare una posa a uno stato di esaurimento non sarà vantaggioso. La completa perdita di forza porterà ad una uscita acuta e impetuosa dalla posa, che è inaccettabile per lo yoga;
  • Prima di eseguire qualsiasi asana, è necessario un accurato riscaldamento per prevenire possibili lesioni.

Suggerimenti per i principianti: caratteristiche ed errori

Lo yoga per i principianti dovrebbe iniziare con lo sviluppo delle posizioni in piedi, evitando cedimenti e torsioni. Il primo compito nello yoga è imparare come posizionarsi correttamente e posizionare il centro di gravità, raddrizzare la colonna vertebrale e allungare l'intero corpo in direzioni diverse.

Per un principiante è importante iniziare l'allenamento con l'esercizio più semplice, alternare alternativamente stretching e tensione, alternativamente allungare braccia e gambe, non eseguire asana traumatiche (deflessione forte, rack sulle scapole e sulla testa, ecc.).

Le lezioni di yoga in primo luogo richiedono il lavoro non del corpo, ma della coscienza. Lo yoga principiante sarà difficile da cogliere immediatamente questa complessa tecnologia e potrebbe commettere i seguenti errori:

  • torsione spinale, posture innaturali;
  • incapacità di dare la priorità nella pratica;
  • l'assunzione dell'occorrenza del dolore;
  • mancanza di riscaldamento e riscaldamento;
  • sforzo eccessivo durante l'esecuzione delle asana;
  • movimento durante la fissazione in asana;
  • esecuzione automatica degli asana senza immersione nella coscienza.

I benefici

I benefici fisici dello yoga (con le vene varicose e l'edema) è quello di migliorare la forza del corpo e la sua flessibilità. La respirazione acquisisce profondità e utilità, aumenta la vitalità. Il corpo migliora il metabolismo e le tossine vengono eliminate più rapidamente.

La normalizzazione della circolazione sanguigna e il ringiovanimento del corpo.

Il beneficio spirituale dello yoga consiste nell'ottenere la pace della mente, sviluppare il desiderio di alta realtà, approfondire la coscienza e liberarsi delle paure e delle ansie.

Yoga per le vene varicose

Una serie di esercizi, lo yoga per le vene varicose delle gambe viene selezionato individualmente, in base allo stato dei muscoli del corpo. Gli esercizi più semplici che possono aiutare con le vene varicose e l'edema.

Posa di farfalla (baddha konasana)

Ci sediamo sul pavimento, pieghiamo le ginocchia e selezioniamo i piedi uniti al perineo. Ometti i fianchi il più in basso possibile e prova a toccare il pavimento con le ginocchia. Lasciati in questa posizione per 1 minuto. Questo asana allunga perfettamente i muscoli delle gambe, migliorando il flusso sanguigno.

Betulla (Viparita Karani)

Sdraiati sulla schiena e solleva le gambe. Li prendiamo per una testa e solleviamo un bacino. Appoggiando i gomiti sul pavimento e tenendo la schiena con i palmi delle tue mani, solleva le gambe verticalmente. Tra la schiena e il pavimento dovrebbe formarsi un angolo di 90 gradi, e la gravità della parte inferiore del corpo giace sui gomiti e sui palmi delle mani. L'esercizio allunga perfettamente i muscoli della parte posteriore delle gambe e allevia la tensione.

Posa di rana (bhekasana)

Ci sdraiamo sullo stomaco, le braccia si allungano all'indietro. Espirando, piegate le gambe alle ginocchia e, afferrando i piedi con le nostre mani, premeteli sul bacino. La testa allo stesso tempo si allunga. Siamo in questa posizione per 30 secondi. L'esercizio contribuisce anche ad allungare i muscoli delle gambe.

Fire Pose (Agni Stambhasana)

Ci sediamo sul pavimento e piantiamo i piedi sotto le ginocchia. La loro parte superiore alza lo sguardo. Appoggiati in avanti, appoggiando le dita. In questa posizione, respirare 5 cicli e cambiare le gambe.

Hero Pose (Virasana)

Siediti in piedi, raddrizzando la schiena. Distendiamo i nostri piedi a una distanza leggermente più ampia del bacino. Le dita dei piedi dovrebbero continuare la linea dei glutei. Alza le braccia e respira 5 cicli di respirazione. Ci rilassiamo.

Posa della testa di una mucca (gomukhasana)

Ci sediamo e incrociamo le gambe in modo che un ginocchio sia sotto l'altro, con i piedi che si muovono verso l'alto. Le mani si trovano sui piedi. Abbassare lentamente il corpo in avanti e avvicinare un ginocchio al secondo. Scendiamo al verificarsi di tensione nell'articolazione dell'anca. Ci rilassiamo.

Esercizi per praticare yogi

Le persone con vene varicose e lunga pratica dello yoga possono eseguire movimenti più complessi.

Yoga per l'esercizio delle vene varicose:

  1. Halasana. Sollevare le gambe dritte con un angolo di 90 gradi, con le mani sui lati della testa, premendo sul pavimento. Guida dolcemente le gambe alle mani, arrotondando la spina dorsale, e metti la punta delle dita al centro dei palmi. Partiamo da halasana estremamente lentamente e con attenzione.
  2. Pincha mayurasana L'asana dovrebbe essere eseguita contro il muro. Metti gli avambracci sul pavimento paralleli l'un l'altro ad un livello leggermente più largo delle spalle. Spingi con un piede da terra e tocca i talloni del muro. Cerchiamo di raddrizzare le braccia il più possibile e allungare con tutto il corpo. Ritornando alla posizione di partenza, abbassiamo delicatamente una gamba, poi l'altra.

Video utile

In questo video puoi familiarizzare visivamente con una serie aggiuntiva di esercizi:

conclusione

Lo yoga ha un effetto positivo sul corpo in presenza di vene varicose. Ma dovrebbe essere compreso che l'effetto maggiore può essere raggiunto solo con un trattamento cumulativo, compreso il trattamento farmacologico, la dieta, il massaggio, indossando scarpe comode e eseguendo esercizi speciali.

L'efficacia dello yoga per le vene varicose

Le vene varicose sono una malattia in cui la loro elasticità si perde nelle vene. Di conseguenza, si verifica una deformazione. Quando le vene sono in salute, la circolazione sanguigna va al cuore. Ma con la patologia in via di sviluppo, le valvole si chiudono ei vasi sanguigni nei vasi ristagnano. Ciò mette pressione sui muri delle vene e sviluppa deformità.

Il modo migliore per proteggersi dalle malattie è impegnarsi nella prevenzione. Pertanto, se c'è una predisposizione alla malattia, lo yoga per le vene varicose aiuterà a migliorare la salute e ripristinare i vasi sanguigni.

Varici e muscoli

Per la circolazione del sangue, la contrazione del tessuto muscolare è particolarmente importante. Con l'aiuto di loro, il sangue sale al muscolo cardiaco. Perché le persone con uno stile di vita sedentario spesso soffrono di questa malattia.

Ma se si guarda dall'altra parte, allora la varicità si sviluppa spesso con una forte tensione eccessiva dei muscoli, che dovrebbe verificarsi sistematicamente. In due casi, il risultato è sempre lo stesso: le navi perdono la loro elasticità.

Lo yoga per le vene varicose consente di rafforzare la struttura muscolare e prevenire lo sviluppo della malattia aumentando il tono dei vasi sanguigni.

Il vantaggio dello yoga è anche lo sviluppo di un adeguato processo di respirazione, che allena anche il diaframma, che contribuisce anche al movimento del sangue verso il cuore. L'effetto di aspirazione nella zona del torace è più pronunciato durante l'inalazione.

Respirare nel normale per la classe ti consente di regolare il processo di ritorno del sangue nelle vene. Sincronizzando il cambiamento di posizione nelle asana con la respirazione, si scopre la contrazione dei muscoli durante l'inspirazione e il rilassamento durante l'espirazione. Di conseguenza, il progresso della malattia si arresta.

Le specifiche della classe

Lo yoga per le vene varicose è un insieme di pratiche spirituali e fisiche che dovrebbero migliorare sia lo spirito che il corpo di una persona. Questa è una specie di ricerca di equilibrio. Tali attività non solo aiutano a rafforzare la salute spirituale di una persona, ma anche a migliorare il benessere fisico e persino a rafforzare l'immunità.

Lo yoga influenza i muscoli di tutto il corpo, ma soprattutto consente di rafforzare in modo significativo i muscoli degli arti. Come bonus aggiuntivo - rafforzare le navi e aumentare la loro elasticità. Tutti i movimenti sono eseguiti senza intoppi, ritmicamente. I carichi aumentano gradualmente.

Per le persone con questa malattia, tali esercizi sono più efficaci. Ma va ricordato che i muscoli eccessivi possono solo aggravare il processo di guarigione.

Ci sono varie serie di esercizi in cui la respirazione è normalizzata, il tessuto muscolare è rafforzato e le gambe si tonificano. Tutti questi fattori sono necessari nel processo di trattamento e serviranno come terapia aggiuntiva per le vene varicose. Lo yoga è progettato per tutte le età, ma dovresti capire che non dovresti iniziare con posture difficili (asana).

Serie di esercizi

Ci sono una varietà di asana che aiuteranno a curare la malattia. Lo yoga e le vene varicose sono concetti generalmente compatibili, in quanto gli esercizi consentono non solo di formare persone con una corporatura e una resistenza diverse, ma anche di rilassare i muscoli dopo la fine del complesso.

Ecco un esempio di esercizi di yoga disponibili contro le vene varicose:

  1. In posizione eretta (con la schiena dritta) mentre si inspira, una persona esegue il rotolamento dal tallone alla punta. All'espirazione, viene eseguito il movimento inverso.
  2. A quattro zampe, hai bisogno, spingendo i palmi delle mani dalla superficie del pavimento, per riportare il bacino al punto più alto. Le gambe rimangono sempre piegate alle ginocchia. Mentre si espira, gli arti inferiori si raddrizzano e la persona tende i talloni indietro e in basso simultaneamente, cioè sulla superficie del pavimento. Poi di nuovo, mentre inspiri, si piegano nella zona delle ginocchia.
  3. Mentire a sollevare le gambe leggermente piegate sulle ginocchia. Il prossimo è il movimento dello stop in senso orario. La ripetizione dell'asana viene eseguita con un movimento contro la freccia.
  4. Nella stessa posizione, le braccia con le gambe sono tirate in parallelo e in alto, e quindi scuotere gli arti, come se l'acqua venisse schiacciata da loro. La schiena dovrebbe rimanere dritta.
  5. Sul retro, disteso sul pavimento, piegare gli arti inferiori nella zona delle articolazioni del ginocchio e separarli. Quindi, sollevare il bacino e sollevarlo sopra il pavimento: le suole contemporaneamente si chiudono e le mani nell'area sopra il torace insieme.
  6. Nella stessa posizione piegare con la successiva diluizione della gamba, eseguendo tirandoli verso il bacino. In tal modo, posizionare i palmi delle mani sullo stomaco. Mentre inspiri, prova a unirti alle ginocchia. Allo stesso tempo, cerca di non separare i piedi, ma di espirare per abbassare le ginocchia con ulteriore rilassamento dell'intera muscolatura. Ripeti: da 10 volte.

Pose complesse

Lo yoga contro le vene varicose comporta un aumento graduale dei carichi. Ma la durata degli esercizi è di circa 15 minuti, durante i quali vengono eseguite 6 asana.

Ciascuna delle pose ha circa cinque cicli di respirazione. Ecco il complesso più accessibile per tutti:

  • La posa della farfalla viene eseguita in questo modo: seduto, piegando la gamba al ginocchio. Allo stesso tempo, il piede si sta avvicinando all'area pubica. Anche la seconda tappa è piegata. Lei va dalla prima alla singola linea. Mani protese in avanti. Appoggia i palmi delle mani sul pavimento. Tieni le spalle dritte. Cinque respiri profondi. quindi cambiare le gambe in alcuni punti.
  • Il baddha konasana viene eseguito dalla posizione della farfalla, iniziando appena a torcere i piedi in modo da premere il più possibile le gambe contro la superficie del pavimento. Le cosce ruotano verso l'esterno. Su di loro e metti le mani.
  • Posa "Rafforzare il fuoco": seduto, pieghi le gambe in modo che ci siano i piedi sotto le articolazioni del ginocchio. Allo stesso tempo le superfici delle suole guardano esclusivamente verso l'alto. Appoggiati in avanti, appoggiando le dita sul pavimento con le dita.
  • La respirazione tradizionale è di cinque cicli. Inoltre, gli arti inferiori cambieranno in ordine e la ripetizione verrà eseguita.
  • Anche la posizione della testa della mucca viene fatta stando seduti. Gambe incrociate: un ginocchio si copre l'altro. I piedi salgono tanto quanto la tua flessibilità lo consente. Disporre le mani sulle piante. Il caso cade dolcemente in avanti. A causa del suo peso, un ginocchio si avvicina gradualmente all'altro. È necessario abbassare il corpo fino al momento in cui senti la tensione delle articolazioni dell'anca, ma non sentirai dolore. Rilassa i tuoi muscoli.
  • La posa dell'eroe viene eseguita stando seduti sui suoi piedi con una schiena assolutamente dritta. Le dita dei piedi sono obbligate come se continuare la linea del gluteo. Le mani salgono. I cicli respiratori rilasciati sono fatti. Quindi rilassa i muscoli.
  • Posa dell'eroe sdraiato: dal precedente asana dovresti arretrare il più dolcemente possibile, per quanto l'esposizione e la flessibilità ti permettono. Respirare il numero richiesto di cicli e tornare alla posizione iniziale e rilassarsi.

Esercizi aggiuntivi

Ci sono altri esercizi che hanno una certa connotazione di questa pratica. La postura più famosa di questo yoga per le vene varicose è la "betulla", quando si alzano le gambe assolutamente dritte in linea retta fino a un punto tale che l'intero carico non giace sulle scapole, sul collo e sulle braccia, che trattengono il lombare.

Esegui una qualsiasi delle asana a turno con la "betulla". Ci vogliono 20 secondi per un asana e 60 secondi per un albero di betulla.

Puoi anche alternare "betulla" con altri tipi di asana dal complesso yoga proposto sopra per le vene varicose e gli edemi. Un esempio potrebbe essere la seguente sequenza: due asana e una betulla, i prossimi due asana e ancora betulla. Questo approccio aiuta a sbarazzarsi di edema molto rapidamente.

Il terzo approccio consiste nell'eseguire un albero di betulla simultaneamente con due asana. Nella posa di un albero di betulla, tiri nello stomaco sotto le costole (uddiyana bandha), e poi tiri i muscoli del pavimento pelvico (mula bandha). Devi rimanere in questa posizione finché allunghi. Tale yoga con le vene varicose degli arti inferiori fornirà un'opportunità per migliorare rapidamente la loro salute e stringere i muscoli dell'addome e del bacino.

Ma bisogna ricordare che:

  • Le asana con fissazioni posturali lunghe non sono adatte a questa condizione;
  • Le asana in posizione seduta, eseguite per lungo tempo, peggioreranno il flusso sanguigno e le condizioni delle vene;
  • Le asana sui muscoli addominali aumentano la pressione.

Il trattamento delle vene varicose, con l'aiuto di yoga darà ottimi risultati solo se è combinato con il trattamento tradizionale. È particolarmente importante eseguire le asana, e non sovraccaricare i muscoli. L'alta pressione sanguigna, dolore nei muscoli, il loro danno è inaccettabile nel processo di esecuzione di esercizi di yoga per le gambe con le vene varicose.

Le lezioni di yoga sono adatte per le vene varicose?

Quando viene fatta una diagnosi, molte persone si chiedono se sia possibile praticare lo yoga con le vene varicose. Questa è la migliore terapia e prevenzione, se eseguita correttamente e in accordo con le capacità del corpo. È inoltre necessario contattare un istruttore esperto con questo problema.

Sarà la decisione giusta anche perché seguirà non solo gli esercizi, ma anche le asana esatte che dovresti fare:

  1. Con un tono muscolare eccessivamente alto, le asana sono necessarie per lo stretching. Si rilasseranno e addolciranno i muscoli.
  2. Il tono debole implica l'uso di più esercizi di forza.

Resta inteso che ogni sforzo indipendenti possono provocare l'effetto contrario di yoga e vene varicose accelererà solo la progressione e per accelerare il corso della malattia. Pertanto, questi tipi di attività non possono essere svolte senza la conoscenza del medico curante e istruttore.

Nel processo di costruzione del complesso, vengono anche assegnati lo stato generale della salute umana, le sue capacità, il tono muscolare oltre alle asana e un insieme di procedure che insieme daranno il risultato desiderato.

Successivamente, dopo il trattamento, puoi praticare lo yoga con le vene varicose su base regolare, che fungerà da eccellente prevenzione della malattia.

Come gli esercizi di yoga alleviare le vene varicose

Benvenuto, cari lettori del mio blog! Oggi parleremo di uno dei problemi, il disturbo che preoccupa così tante persone e come affrontarlo. Lo yoga per le vene varicose è uno dei metodi che ti aiuteranno a sbarazzarti delle vene varicose e ripristinare l'antica facilità della camminata. Questa malattia cronica porta disagio al paziente, sia quando si cammina che a riposo.

Naturalmente, la diagnosi dovrebbe essere fatta da uno specialista qualificato, e lui prescriverà il trattamento necessario. Soprattutto è necessario vedere un medico nel caso in cui le vene varicose ti infastidiscono non solo in termini di aspetto delle gambe.

Possono essere complicazioni più serie, come ad esempio la tromboflebite (la formazione di coaguli di sangue). Un tale decorso della malattia richiede un trattamento medico serio da parte di specialisti. Lo yoga nei soliti casi di vene varicose può alleviare significativamente le condizioni del paziente e persino portare a un recupero quasi completo. Con questa malattia, le vene sono dilatate in alcune parti del corpo.

Queste sono le gambe, l'esofago e il retto. Le pareti delle vene diventano sottili e si formano aneurismi (tubercoli). Ma il più delle volte sotto la malattia varicosa capisce il problema esclusivamente negli arti inferiori.

Segni di vene varicose:

  • Oscuramento della pelle in punti in cui le vene sono colpite, dolore e crampi, vene blu nelle gambe e così via.
  • Di solito, con questa malattia, i muscoli degli arti sono troppo tesi o troppo rilassati.

Asanas appositamente selezionati rilassa i muscoli o li porta al tono desiderato. Esercizi di yoga aiuteranno a normalizzare l'afflusso di sangue in vasi malsani. L'obiettivo della tua pratica sarà di portare i muscoli troppo allenati in uno stato rilassato e far lavorare i deboli.

Se hai un debole tono muscolare, le pratiche di stretching non causeranno problemi, ma l'effetto sarà diverso dalle asana energetiche. Viceversa, con i muscoli troppo allenati, non è consigliabile sovraccaricarli ancora di più con le asana energetiche.

Dovrebbe essere compreso che la soluzione al problema si trova in un approccio integrato, che include un cambiamento nella dieta, esercizio fisico regolare e l'uso di preparati speciali per le vene varicose.

Raccomando la cera cremosa dalle vene varicose, grazie alla sua composizione unica, questa crema agisce in modo efficace e sicuro. È in grado di rimuovere le manifestazioni di infiammazione locale, ridurre il gonfiore, il dolore.

Con l'uso regolare, questa crema migliora le condizioni dei vasi sanguigni, migliora il loro tono, agisce come un rassodante e tonico.

D'accordo sul fatto che se ti aspetti un risultato raramente facendo yoga o affidandoti solo a un miracolo, allora è improbabile che il problema si risolva.

Qui darò asana che aiutano con le vene varicose, ma separatamente e non regolarmente non porteranno l'effetto. Vieni in classe, usa la crema anti varicosa, gestisci la tua dieta e la malattia si ritirerà.

Asana per problemi varicosi con gli arti inferiori.

Baddha Konasana (posizione della farfalla).

Forse questa è una delle asana più efficaci per le vene varicose nelle gambe. Questa posizione allunga molto bene i muscoli delle gambe.

Siediti sul pavimento. Il più vicino possibile al bacino, avvicina i piedi.

Ginocchia a parte. Cerca di tenerli il più vicino possibile al pavimento. Tieni le spalle dritte. Esegui un esercizio e cerca di alzare i piedi con le piante dei piedi.

Virasana (postura dell'eroe).

Mettiti in ginocchio. Connetti l'anca Piedi sulla larghezza del bacino. Proviamo a mettere le mani nelle fossette sotto le ginocchia. Abbassare tra il bacino inferiore delle gambe. Cerchiamo di raddrizzare la schiena (non inclinare la testa verso il basso). Rimani in questa posizione per 2-3 minuti.

Bhekasana (posa della rana).

Ci sdraiamo sullo stomaco, amici miei. Piedi sulla larghezza del bacino. Con una mano afferrare la caviglia e spostarla in avanti e verso il pavimento. La seconda gamba si allunga all'indietro

All'espirazione, strappiamo il torace dal pavimento. Con la forza cerchiamo di portare lo stupa sul pavimento dalla parte dei glutei. Non c'è bisogno di allargare le ginocchia! Prova a toccare l'interno delle tue cosce. Il più in alto possibile sollevare il torace dal pavimento. Fai lo stesso sull'altro piede.

Sarvangasana (postura di betulla, candela).

Questa posizione invertita ha un effetto molto positivo sulle gambe quando si trattano le vene varicose. I vantaggi delle pose invertite in questo articolo

  1. Sdraiato sulla schiena, le mani premute sul pavimento con i palmi rivolti verso il basso.
  2. Sposta le gambe dietro la testa, muovi le mani dietro.
  3. Alza le gambe con un'onda in modo che le ginocchia siano all'altezza delle spalle. Rimani in questa posizione per alcuni secondi.
  4. Tieni il retro della schiena con le mani e raddrizza lentamente le gambe. Quindi sollevare lentamente le gambe e fissarle in questa posizione. Prova a prendere posizione sulle tue spalle.
  5. Rimani per 30 secondi in questa posizione.
  6. Molto lentamente e con attenzione ritornare alla posizione di partenza.

Nello yoga Iyengar, quando si esegue questo asana, si raccomanda di usare un sostegno sotto le spalle.

Sfortunatamente, le nostre care donne sono particolarmente inclini alle vene varicose. Spesso, le vene varicose sulle gambe compaiono durante la gravidanza e dopo il parto, quando aumenta il carico sugli arti inferiori. Durante la gravidanza si può usare cera crema sana dalle vene varicose.

Tacchi alti, lunga durata, stile di vita sedentario e eccesso di peso aumentano le probabilità di questa malattia.

Un ruolo ancora maggiore è giocato dalla predisposizione genetica di una persona ad ereditare questa malattia. Di solito le donne ricevono questo dono da mamma e nonna. Naturalmente, molto spesso le donne hanno fretta di sottoporsi a un intervento chirurgico sulle gambe e di portarle rapidamente in un bell'aspetto. Ma la bellezza esteriore non sta parlando di guarigione.

A proposito di quando andare dal dottore in questo video Da Elena Malysheva:

È sufficiente ascoltare diverse recensioni di donne dopo l'operazione e assicurarsi che molti non abbiano avuto dolore alle gambe e disagio. Nelle prime fasi della malattia, la terapia yoga aiuterà a ristabilire la grazia della camminata e ad alleviare sgradevoli dolori e crampi.

Oggi, miei cari lettori, abbiamo risposto alla domanda importante che si può fare yoga con le vene varicose. Ma assicurati di guardare lo stadio della malattia. La regolarità dello yoga preverrà la stasi del sangue e sarà un mezzo per la prevenzione e il trattamento delle vene varicose.

Naturalmente, ci sono asana complesse, che non sono raccomandate quando si esegue un problema con le vene. Non puoi fare una varietà di torsioni. Con questa malattia, è meglio iniziare le lezioni solo dopo aver consultato uno specialista.

Un istruttore di yoga selezionerà quindi una serie di esercizi specifici per te e ti insegnerà a respirare correttamente durante la pratica. E tutto questo nel complesso porterà l'effetto desiderato.

Penso che oggi abbiamo discusso un tema molto attuale e importante per molte persone. Condividi le informazioni con i tuoi amici sui social network. E insieme a loro, non perdetevi le nostre prossime conversazioni interessanti sul tema della salute e della longevità. A presto!

Articoli Su Varici