Foto di vene varicose nella fase iniziale: diagnosi

Le vene varicose degli arti inferiori, purtroppo, sono accompagnate non solo da tracce poco attraenti di vene varicose situate sotto la pelle, ma anche da una forte stanchezza e pesantezza alle gambe. Nelle fasi più avanzate, le vene varicose sono accompagnate dalla comparsa di ulcere sulla pelle. Queste ulcere, a loro volta, hanno una complicanza molto grave - la flebotrombosi, che porta in alcuni casi alla morte.

Questa malattia non dovrebbe essere sottovalutata, per non parlare del fatto che è permesso svilupparsi. Per il trattamento delle vene varicose nelle fasi iniziali, di solito si raccomanda di sottoporsi a terapia farmacologica o addirittura a un intervento chirurgico.
La varicità è sempre associata alla camminata verticale, vale a dire il sistema venoso è il ritorno del sangue dalle gambe contro il gradiente di pressione, perché gli arti inferiori si trovano sotto il livello del cuore. Prima di tutto, stiamo parlando qui dell'apparato valvolare: permette al sangue di salire attraverso le vene e si chiude con un riflusso di sangue. Ecco una foto di vene varicose nella fase iniziale.

Se la malattia è stata diagnosticata in uno stadio avanzato della malattia, viene utilizzato solo un intervento chirurgico:

  • schiuma scleroterapia;
  • scleroterapia;
  • La flebectomia si distingue per un eccellente effetto terapeutico, complessità, laboriosità e un eccellente effetto cosmetico. Circa un anno dopo l'intervento, le cicatrici diventano quasi impercettibili;
  • la crosssectomia può essere effettuata tenendo conto delle caratteristiche individuali di ciascun paziente individualmente a causa di una varietà di modifiche;
  • miniflebektomiya;
  • ablazione con radiofrequenza;
  • altri tipi di chirurgia.

Fattori di rischio

Immediatamente è necessario distinguere le persone che lavorano costantemente in piedi. Ma questa non è l'unica causa / fattore di rischio per le vene varicose:

  • le donne soffrono di questa malattia circa 4-6 volte più spesso degli uomini;
  • in sovrappeso;
  • malattie e condizioni che portano ad un aumento della pressione intra-addominale (malattie respiratorie, sport di forza, lavoro fisico costante e costante);
  • uso della contraccezione ormonale;
  • frequenti ferite ai piedi di operai e atleti.

diagnostica

Le prime manifestazioni della malattia

I sintomi delle vene varicose nelle gambe sono:

  • le convulsioni,
  • gonfiore dei piedi e delle gambe (varicosità del piede, come nella foto),
  • comparsa di vene varicose sui fianchi (come nella foto delle vene varicose sui fianchi),
  • bruciore e dolore alle gambe,
  • ulcerazione.

Di seguito verranno discusse tutte le fasi delle vene varicose degli arti inferiori. Ma i primi segni della malattia (vedi foto) sono di solito gonfiore delle gambe e dei piedi entro la fine della giornata lavorativa; sensazione di pienezza e pesantezza alle gambe, che si manifesta dopo una lunga posizione seduta.

Questo stadio è chiamato flebopatia o "vene varicose senza vene varicose", durante il quale è già necessario consultare un medico per lo scopo del trattamento e per eseguire una scansione duplex delle vene delle gambe. Se in questa fase non cerchi aiuto da un medico, in futuro sarà molto difficile prevenire o rallentare la diffusione della malattia.

Per prima cosa, le "stelle" rosso-blu, le vene blu scuro e le vene varicose contorte si formeranno sui fianchi e sulle gambe. Se non si esegue il trattamento in questa fase di sviluppo della malattia, allora nella zona interessata la pelle diventerà secca, molto sensibile anche alle lesioni più piccole. In seguito, i cambiamenti trofici associati all'ipossia tissutale appariranno sulla zona interessata, che, purtroppo, sono più spesso irreversibili.

Tipi di malattia

Le vene varicose nelle gambe possono essere descritte come un cambiamento nelle vene, aumentano di lunghezza, larghezza, si formano i grovigli.

Tipi di vene varicose sulle gambe (vedi foto):

  • La fase primaria delle vene varicose - lo stadio iniziale delle vene varicose nelle gambe. Se il tempo non inizia il trattamento, possono comparire ulcere trofiche. Come fase iniziale viziosamente delle vene varicose sulle gambe, è possibile guardare la foto.
  • Lo stadio secondario delle vene varicose è rappresentato dalle vene varicose degli arti inferiori, che si manifestano dopo la trombosi venosa (come nella foto delle vene varicose sulle gambe).
  • Setevidny (reticolare). Segni di vene varicose nelle donne di questo tipo (vedi foto) sono gonfiore e pesantezza alle gambe, le vene più piccole aumentano.
  • Forma interna - presentata di seguito nella foto delle vene varicose degli arti inferiori, in cui i cambiamenti avvengono nelle vene profonde, altrimenti è chiamata tromboflebite. Come si possono studiare ulteriormente le vene varicose nella foto (nella fase iniziale).

A seconda del tipo e del grado della malattia, il medico prescrive individualmente il trattamento delle vene varicose sulle gambe:

  1. Con l'aiuto della chirurgia.
  2. Senza intervento chirurgico (microscleroterapia, scleroterapia, ecoscleroterapia, micro-scleroterapia, farmacoterapia).

Un metodo collaudato per il trattamento delle vene varicose a casa per 14 giorni!

Che aspetto ha una vena?

Le vene sono vasi sanguigni che trasportano il sangue dai capillari verso il cuore. Tutte le vene formano il sistema venoso. Il colore delle vene dipende dal sangue. Il sangue è solitamente privo di ossigeno, contiene prodotti di decomposizione e ha un colore rosso scuro.

Struttura della vena

Per la sua struttura, le vene sono piuttosto vicine alle arterie, tuttavia, con le proprie caratteristiche, ad esempio, bassa pressione e bassa velocità del sangue. Queste caratteristiche danno alcune caratteristiche alle pareti delle vene. Rispetto alle arterie, le vene hanno un diametro ampio, una sottile parete interna e un muro esterno ben definito. A causa della sua struttura nel sistema venoso è circa il 70% del volume di sangue totale.

Le vene situate sotto il livello del cuore, ad esempio le vene nelle gambe, hanno due vene: superficiali e profonde. Le vene sotto il livello del cuore, per esempio, le vene nelle braccia hanno valvole sulla superficie interna che si aprono nel corso del flusso sanguigno. Quando la vena si riempie di sangue, la valvola si chiude, rendendo impossibile il ritorno del sangue. L'apparato valvolare più sviluppato nelle vene con forte sviluppo, per esempio, le vene della parte inferiore del corpo.

Le vene superficiali si trovano immediatamente sotto la superficie della pelle. Le vene profonde si trovano lungo i muscoli e forniscono circa l'85% di deflusso del sangue venoso dagli arti inferiori. Le vene profonde, che sono collegate alla superficie, sono chiamate comunicative.

Si fondono l'uno con l'altro, le vene formano grandi tronchi venosi, che sfociano nel cuore. Le vene sono interconnesse in gran numero e formano il plesso venoso.

Funzione di vena

La funzione principale delle vene è quella di assicurare il deflusso di sangue saturo di anidride carbonica e prodotti di decomposizione. Inoltre, vari ormoni provenienti dalle ghiandole endocrine e dai nutrienti del tratto gastrointestinale entrano nel flusso sanguigno attraverso le vene. Le vene regolano la circolazione sanguigna generale e locale.

Il processo di circolazione del sangue attraverso le vene e le arterie varia notevolmente. Nelle arterie, il sangue entra sotto la pressione del cuore durante la sua contrazione (circa 120 mm Hg), mentre nelle vene la pressione è solo di 10 mm Hg. Art.

Vale anche la pena notare che il movimento del sangue attraverso le vene avviene contro la gravità, in connessione con questo sangue venoso sta vivendo la forza della pressione idrostatica. A volte, in caso di malfunzionamento della valvola, la forza di gravità è così grande da interferire con il normale flusso sanguigno. Allo stesso tempo, il sangue ristagna nei vasi e li deforma. Dopo di che le vene sono chiamate vene varicose. Le vene varicose hanno un aspetto gonfiore, che è giustificato dal nome della malattia (dal latino varix, genere varicis - "gonfiore"). I tipi di trattamento per le vene varicose oggi sono molto estesi, dai consigli popolari al sonno in una posizione tale che i piedi siano sopra il livello del cuore prima dell'intervento chirurgico e della rimozione della vena.

Un'altra malattia è la trombosi venosa. Quando si forma trombosi nelle vene, si formano coaguli di sangue (coaguli di sangue). Questa è una malattia molto pericolosa, perché i coaguli di sangue, dopo essere usciti, possono muoversi attraverso il sistema circolatorio fino ai vasi sanguigni. Se un coagulo di sangue è abbastanza grande, può essere fatale se entra nei polmoni.

Vene varicose nella fase iniziale: primi segni e come trattare

Vene varicose - vene anomale nelle gambe, che secondo le statistiche, il 50-55% delle donne e il 40-45% degli uomini over 40 soffrono. Con il progredire della malattia, oltre a un difetto estetico, il disturbo provoca un significativo disagio fisico: dolore, gonfiore e persino ulcere trofiche. È molto più comodo e più corretto iniziare il trattamento dei primi sintomi delle vene varicose. Considerare come si manifesta lo stadio iniziale delle vene varicose e come prevenire la progressione dei primi segni di malattia.

Manifestazioni minime all'inizio

I primi segni e sintomi delle vene varicose sono minimi. La malattia progredisce lentamente, quindi le persone non prestano attenzione al disagio a causa della scarsa consapevolezza delle conseguenze o non iniziano il trattamento a causa di una banale mancanza di tempo. I pazienti il ​​cui stile di vita e le condizioni di lavoro sono strettamente correlati alla lunga posizione in posizione eretta dovrebbero avere familiarità con i sintomi iniziali delle vene varicose. Un trattamento adeguato può facilmente fermare l'espansione patologica delle vene nelle gambe durante i primi stadi della malattia. Sintomi iniziali:

  1. Frequente sintomo visivo del primo grado delle vene varicose - una sottile rete venosa sulle gambe. Le foto di tale "web" sono facili da trovare su Internet. Molti non sanno che tali manifestazioni sono i primi segni di una malattia che deve essere trattata. La malattia può manifestarsi da vene più larghe visivamente ingrandite che si elevano al di sopra della superficie della pelle sotto forma di tubercoli. Internet è pieno di varie foto in cui puoi confrontare i tuoi sintomi con il riferimento
  2. Una sensazione di pesantezza o debolezza nelle gambe dopo una lunga durata o in piedi. Più tardi vengono aggiunti segni di dolore, bruciature di vari gradi di intensità. In questa fase delle vene varicose, il sollievo è portato dando agli arti una posizione orizzontale o elevata.
  3. Gonfiore di piedi e gambe, specialmente di sera. Il pastos si verifica a causa di alterazioni del flusso di sangue dalle estremità. Durante la notte o dopo un lungo riposo in posizione orizzontale, i primi segni di edema scompaiono.
  4. Nella fase iniziale delle vene varicose, i pazienti lamentano crampi nei muscoli del polpaccio. Soprattutto spesso questi sintomi spiacevoli appaiono di notte. La prima ragione - una violazione della circolazione sanguigna e nutrizione dei muscoli degli arti inferiori.

Tutti i sintomi descritti indicano il grado iniziale di alterazione della circolazione periferica nelle gambe. L'aspetto di un quadro così clinico lo dobbiamo alle valvole insolventi delle vene superficiali e profonde delle gambe. In tali situazioni, il sangue scorre dalle gambe attraverso i percorsi non previsti dalla natura, che provoca l'espansione dei vasi venosi. Le foto della rete vascolare degli arti inferiori possono essere trovate in qualsiasi atlante anatomico.

I crampi nei muscoli del polpaccio indicano lo stadio avanzato delle vene varicose.

Le vene varicose nelle fasi iniziali dovrebbero già allertare il potenziale paziente dei chirurghi vascolari. Avendo i suddetti sintomi, oltre ad essere in varia misura a rischio, è meglio non posticipare una visita dal medico e il trattamento. Fattori di rischio per lo sviluppo delle vene varicose:

  • Vecchiaia Con l'invecchiamento diminuisce l'elasticità della parete vascolare, che provoca vene patologiche alle gambe.
  • Predisposizione ereditaria La debolezza dell'apparato valvolare delle vene nelle gambe viene ereditata. La presenza di vene varicose nei genitori o in altri parenti stretti aumenta la probabilità di ottenere questa patologia prima della vecchiaia.
  • Cambiamenti ormonali nel corpo. Stiamo parlando del periodo della pubertà, della menopausa e della gravidanza. I contraccettivi orali possono anche contribuire alla manifestazione iniziale delle vene varicose.
  • La gravidanza è un fattore di rischio indipendente. Molte donne impareranno in prima persona come la rete venosa appare sulle gambe, durante o dopo la gravidanza. L'utero allargato stringe grandi collettori, rendendo difficile il drenaggio del sangue dagli arti inferiori e provocando le fasi iniziali delle vene varicose. Con ogni successiva gravidanza, le donne preferiscono gonne sempre più lunghe per una foto per nascondere la malattia.
  • L'obesità provoca anche i primi segni iniziali di vene varicose.

L'obesità provoca l'apparizione di vene varicose.

Se c'è qualche dubbio sul fatto che tu abbia a che fare con vene varicose nella fase iniziale, e la domanda su come appare la rete sulle gambe non dà riposo, cerca una foto su Internet. Quindi sarai più sicuro se hai davvero bisogno di assistenza medica professionale.

Possibili complicazioni

Molti pazienti preferiscono non prestare attenzione alle ovvie manifestazioni cliniche della fase iniziale delle vene varicose. Pensano che il trattamento in tali prime fasi della malattia non venga eseguito. Le vene varicose nelle gambe sono trattate più facilmente nella fase iniziale. L'assistenza professionale è in grado di fermare un'ulteriore espansione delle vene e le seguenti prime spiacevoli complicazioni.

La patologia tende a rallentare la progressione, ma a volte il trattamento ritardato può provocare lo sviluppo di complicazioni spiacevoli:

  1. La formazione di ulcere cutanee - ulcere trofiche - a causa della costante stagnazione del sangue venoso. Le ulcere sono soggette a crescita, aumento di dimensioni e infezione.
  2. La tromboflebite è un'infiammazione delle vene trombizzate. Manifestato da forti dolori, arrossamenti e gonfiori.
  3. Trombosi venosa profonda - i sintomi di dolore e gonfiore non causano disagio significativo ai pazienti. Il pericolo sta nella probabilità di separazione di un coagulo di sangue e nel suo ingresso nei vasi polmonari, che è una condizione pericolosa per la vita.

Il trattamento precoce con un piccolo grado di vene varicose aiuta ad evitare le complicazioni sopra descritte. Le donne che hanno ricevuto un'adeguata assistenza professionale non esiteranno a scattare una foto in una gonna a causa delle brutte vene sulle loro gambe.

Come battere il disturbo

La lotta alla malattia varicosa nelle fasi iniziali può e dovrebbe essere. Il trattamento e la cura preventiva ai primi segni della malattia dipendono completamente dalla coscienza del paziente, dal momento che tutte le misure per la prevenzione della patologia devono essere svolte indipendentemente a casa. Ecco cosa si consiglia di fare:

  • Dare alle gambe una posizione orizzontale più alta più spesso. Questo in un modo o nell'altro contribuisce al deflusso del sangue stagnante dagli arti inferiori.
  • In una sola voce, tutti i medici raccomandano il trattamento della dilatazione delle varici con l'uso di calze a compressione. Nella foto su Internet, uomini e donne possono scegliere se stessi adatti al colore e alla densità dei primi calzini medici, calze o collant. Il trattamento serve a prevenire la stagnazione, che provoca l'espansione dei vasi sanguigni. La maglieria presenta vari gradi di compressione a seconda della fase delle vene varicose.
  • Una sana alimentazione e un regolare esercizio fisico sono innegabili benefici. L'obesità di 2 o 3 gradi provoca quasi certamente l'espansione del letto venoso negli arti inferiori. Foto di esercizi adatti possono essere trovati in letteratura o chiedere al medico.
  • La venotonica a base di erbe è spesso inclusa nel trattamento della fase iniziale delle vene varicose. Tali farmaci aumentano il tono della parete vascolare, ottimizzando la circolazione periferica.

Trattare le fasi iniziali delle vene varicose può e dovrebbe essere. Un trattamento conservativo regolare aiuta ad evitare o rinviare l'implementazione delle procedure chirurgiche. Anche questi interventi minimamente invasivi come la scleroterapia e la coagulazione laser hanno i loro rischi e portano a una disabilità temporanea.

Compressione e venotonica sospendono il processo patologico e riducono sintomi e segni visivi. Le donne non possono più essere timide di fare belle foto sulla spiaggia.

Human Vena Anatomy - informazioni:

Le vene (latina Vena, phlebs greca, quindi flebite - infiammazione delle vene) portano il sangue nella direzione opposta alle arterie, dagli organi al cuore. Le loro pareti sono disposte secondo lo stesso piano delle pareti delle arterie, ma sono molto più sottili e hanno meno tessuto elastico e muscolare, a causa delle quali cadono le vene vuote, e il lume delle arterie nella sezione trasversale si apre; le vene, unendosi l'una con l'altra, formano grandi tronchi venosi, le vene che scorrono nel cuore. Le vene largamente anastomoza tra loro, formando plesso venoso.

Il movimento del sangue attraverso le vene è dovuto all'attività e all'azione di aspirazione del cuore e della cavità toracica, in cui si crea pressione negativa durante l'inalazione a causa della differenza di pressione nelle cavità e anche a causa della riduzione della muscolatura scheletrica e viscerale degli organi e di altri fattori. È anche importante la contrazione dello strato muscolare delle vene, che nelle vene della metà inferiore del corpo, dove le condizioni di deflusso venoso sono più complicate, è più sviluppata che nelle vene della parte superiore del corpo.

Il flusso inverso del sangue venoso è impedito da speciali dispositivi delle vene - valvole che costituiscono le peculiarità della parete venosa. Le valvole venose consistono in una piega dell'endotelio contenente uno strato di tessuto connettivo. Affrontano il bordo libero verso il cuore e quindi non impediscono al sangue di fluire in questa direzione, ma impediscono il ritorno. Le arterie e le vene di solito vanno insieme, con arterie piccole e medie accompagnate da due vene e grandi - uno. Tranne che per alcune vene profonde, questa regola esclude soprattutto le vene superficiali che raggiungono il tessuto sottocutaneo e quasi mai le arterie accompagnanti.

Le pareti dei vasi sanguigni hanno le loro arterie e vene da corsa, vasa vasorum. Partono dallo stesso tronco, il cui muro è rifornito di sangue, o dal vicino e passano nello strato di tessuto connettivo che circonda i vasi sanguigni e più o meno strettamente connessi con la loro guaina esterna; Questo strato è chiamato la vagina vascolare, la vagina vasorum. Nel muro delle arterie e delle vene vi sono numerose terminazioni nervose (recettori ed effettori) connessi al sistema nervoso centrale, per cui la regolazione nervosa della circolazione sanguigna viene effettuata dal meccanismo dei riflessi. I vasi sanguigni sono ampie zone riflessogene che svolgono un ruolo importante nella regolazione neuro-umorale del metabolismo.

Di conseguenza, le funzioni e la struttura dei vari dipartimenti e le caratteristiche di innervazione hanno recentemente suddiviso tutti i vasi sanguigni in 3 gruppi:

  1. I vasi cardiaci che iniziano e terminano entrambi i circoli di circolazione sanguigna sono l'aorta e il tronco polmonare (cioè le arterie elastiche), le vene cave e polmonari;
  2. principali vasi che servono per la distribuzione del sangue in tutto il corpo. Queste sono arterie extraorganiche di grandi e medie dimensioni del tipo muscolare e le vene extraorganiche;
  3. vasi di organi che forniscono reazioni di scambio tra il sangue e il parenchima di organi. Queste sono le arterie e le vene intraorganiche, così come i collegamenti nella microvascolarizzazione.

Lo sviluppo delle vene. All'inizio della circolazione placentare, quando il cuore è nella regione cervicale e non ancora diviso per partizioni nelle metà venose e arteriose, il sistema venoso ha un dispositivo relativamente semplice. Grandi venature passano lungo il corpo dell'embrione: nella regione della testa e del collo, le vene cardinali anteriori (destra e sinistra) e nel resto del corpo, le vene cardinali posteriori destra e sinistra. Avvicinandosi al seno venoso del cuore, le vene cardinali anteriori e posteriori su ciascun lato si fondono per formare le vene cardinali comuni (destra e sinistra) che, avendo inizialmente un percorso rigorosamente trasversale, fluiscono nel seno venoso del cuore. Insieme alle vene cardinali accoppiate, vi è un altro tronco venoso non appaiato - la vena cava primaria inferiore, che scorre anche nel seno venoso sotto forma di una piccola nave.

Così, in questa fase di sviluppo, tre tronchi venosi sfociano nel cuore: congiunte vene cardinali comuni e vena cava inferiore primaria spaiata. Ulteriori cambiamenti nella posizione dei tronchi venosi sono associati allo spostamento del cuore dalla regione cervicale verso il basso e alla divisione della sua parte venosa nell'atrio destro e sinistro. A causa del fatto che dopo la separazione del cuore, entrambe le vene cardinali comuni si riversano nell'atrio destro, il flusso sanguigno nella vena cardinale comune destra si trova in condizioni più favorevoli. A questo proposito, una anastomosi appare tra le vene cardinali anteriori destra e sinistra, attraverso le quali il sangue scorre dalla testa nella vena cardinale comune destra. Di conseguenza, la vena cardinale sinistra comune cessa di funzionare, le sue pareti collassano e vengono cancellate, con l'eccezione di una piccola parte, che diventa il seno coronarico del cuore, sinus coronarius cordis. L'anastomosi tra le vene cardinali anteriori aumenta gradualmente, trasformandosi nella vena brachiocephalica sinistra, e la vena cardinale anteriore sinistra sotto lo scarico dell'anastomosi viene cancellata. Due vasi si formano dalla vena cardinale anteriore destra: una parte della vena sopra la confluenza dell'anastomosi si trasforma in una vena brachiocephalica dextra, e una parte sottostante insieme alla giusta vena cardinale comune viene convertita nella vena cava superiore, raccogliendo il sangue dall'intera metà craniale del corpo. Con il sottosviluppo dell'anastomosi descritto, è possibile uno sviluppo anormale nella forma di due vena cava superiore.

La formazione della vena cava inferiore è associata alla comparsa di anastomosi tra le vene cardinali posteriori. Una anastomosi, localizzata nella regione iliaca, drena il sangue dall'estremità inferiore sinistra alla vena cardinale posteriore destra; di conseguenza, il segmento della vena cardinale posteriore sinistra, situato sopra l'anastomosi, viene ridotto e l'anastomosi stessa viene trasformata nella vena iliaca comune sinistra. La vena cardinale posteriore destra nel sito prima della confluenza dell'anastomosi (che è diventata la vena iliaca comune sinistra) viene convertita nella vena iliaca comune destra, e dal sito della giunzione di entrambe le vene iliache alla confluenza delle vene renali si sviluppa nella vena cava inferiore secondaria. Il resto della vena cava inferiore secondaria è formato dalla vena cava inferiore primaria spaiata che scorre nel cuore, che si collega alla vena cardinale inferiore destra alla confluenza delle vene renali (vi è una seconda anastomosi tra le vene cardinali che drena il sangue dal rene sinistro).

Quindi, la vena cava inferiore formata alla fine è composta da 2 parti: dalla vena cardinale posteriore destra (prima della confluenza delle vene renali) e dalla vena cava inferiore primaria (dopo la sua confluenza). Poiché nella vena cava inferiore il sangue viene drenato dall'intera metà caudale del corpo verso il cuore, il valore delle vene cardinali posteriori si indebolisce, restano indietro nello sviluppo e si trasformano in v. azygos (vena cardinale posteriore destra) e in v. hemiazygos e v. accessoria dell'emiazigosi (vena cardinale posteriore sinistra). v. l'emiazygos sfocia in v. azygos attraverso la 3a anastomosi che si sviluppa nella regione toracica tra le precedenti vene cardinali posteriori.

La vena porta si forma a causa della trasformazione delle vene del tuorlo, attraverso cui il sangue dal sacco vitellino entra nel fegato. vv. omphalomesentericae nello spazio dalla confluenza della vena mesenterica alla porta del fegato nella vena porta. Quando si forma la circolazione placentare, le vene ombelicali emergenti comunicano direttamente con la vena porta, vale a dire: la vena ombelicale sinistra si apre nel ramo sinistro della vena porta e trasporta così il sangue dalla placenta al fegato e la vena ombelicale destra viene cancellata. Parte del sangue, tuttavia, va, oltre al fegato, attraverso l'anastomosi tra il ramo sinistro della vena porta e il segmento finale della vena epatica destra. Questa anastomosi precedentemente formata, insieme alla crescita dell'embrione e, di conseguenza, un aumento del sangue che passa attraverso la vena ombelicale, si espande in modo significativo e si trasforma in dotto venoso. Dopo la nascita, è cancellato in lig. venosum.

Vene varicose e vene varicose: foto, sintomi, trattamento e prevenzione

Le vene varicose sono una malattia comune che si sviluppa in molti adulti.

Secondo le statistiche, la malattia si sviluppa nelle donne più spesso che negli uomini. Tali vene appaiono sulle gambe e diventano più comuni con l'età.

Inoltre, nell'articolo sono annotati fatti importanti sulle vene varicose, vengono fornite foto appropriate per una migliore comprensione di ciò che sembrano, di cosa si tratta e di come trattarli.

Quali sono le vene varicose?

Le vene varicose sono vene anormalmente dilatate che si sviluppano più spesso sulle gambe. Avendo solitamente il colore blu, viola o della pelle.

Sembrano vasi sanguigni dilatati, contorti e sporgenti che possono sporgere al di sopra della superficie della pelle.

Cosa sono le vene dei ragni?

Le vene del ragno (chiamate anche teleangectasie o vene a ragno, reti vascolari) sono gruppi di minuscoli vasi sanguigni che si sviluppano vicino alla superficie della pelle.

Spesso hanno un colore rosso, blu o viola, hanno l'aspetto di ragnatele. Molto spesso, le vene del ragno si trovano sul viso e sulle gambe.

Cosa causa le vene varicose?

Le vene varicose sono causate da anomalie strutturali nei vasi sanguigni.

Le vene trasportano il sangue da varie parti del corpo fino al cuore. Hanno una serie di valvole unidirezionali per evitare il riflusso di sangue.

Per una serie di ragioni, queste valvole possono danneggiarsi, causando un flusso inverso di sangue all'interno delle vene.Ulteriore stasi del sangue aumenta la pressione all'interno della vena e indebolisce la parete del vaso sanguigno.

Poi, a causa del ristagno del sangue e della dilatazione dei vasi sanguigni colpiti, si sviluppano le vene simili a ragno e varicose.

Cause dello sviluppo?

Ci sono molti diversi fattori di rischio che aumentano le probabilità di sviluppo di vene varicose di una persona.

  • età avanzata
  • in piedi o seduti in modo prolungato
  • obesità
  • la gravidanza,
  • terapia ormonale
  • prendendo farmaci anticoncezionali
  • ferita
  • precedente intervento chirurgico sulle vene,
  • storia di trombosi venosa,
  • storia di famiglia.

I sintomi delle vene varicose

Spesso, le vene varicose non hanno altri sintomi e segni oltre al loro aspetto estetico indesiderabile. Tuttavia, alcune persone possono sperimentare alcuni sintomi delle vene varicose.

I sintomi possono includere:

  • gonfiore,
  • sensazione pulsante
  • dolore dolorante
  • sensazione di bruciore
  • prurito,
  • la gravità,
  • formicolio o crampi alle gambe.

Questi sintomi spesso peggiorano dopo una seduta prolungata o in piedi. Gli individui possono anche sviluppare la pelle marrone e, infine, ulcere trofiche.

Complicazioni delle vene varicose

Se non si trattano le vene varicose, questo può portare a quanto segue:

  • Si sviluppano ulcere cutanee trofiche. Queste ferite aperte tendono ad apparire sulla parte inferiore delle gambe. A volte possono portare allo sviluppo di infezioni dei tessuti molli.
  • Si formano coaguli di sangue nelle vene (tromboflebite superficiale).
  • Il sanguinamento dalle vene è possibile.

Diagnosi della rete vascolare e delle vene varicose

È possibile diagnosticare la presenza di vene varicose esaminando attentamente l'area interessata, che di solito è sulle gambe.

L'esame consiste in un'ispezione visiva e palpazione dell'area problematica. Particolare attenzione è rivolta alle aree con arrossamento, gonfiore, cambiamenti nel colore della pelle e ulcere trofiche.

Trattamento delle vene varicose

Trattamento domiciliare

Esistono vari metodi che puoi applicare a casa per alleviare alcuni dei sintomi, se appaiono. Questi metodi conservativi possono anche aiutare a prevenire eventuali complicazioni.

Calze a compressione

Le calze a compressione sono una semplice misura di trattamento domiciliare per alleviare i sintomi alle gambe.

Migliorano la circolazione sanguigna aumentando la pressione nelle gambe. Queste calze sono di vari tipi e forze di compressione. Il medico può raccomandare un paio adatto. Di solito è venduto in farmacia.

Cambiamento di stile di vita

Un programma di esercizio fisico regolare e perdita di peso può aiutare ad alleviare i sintomi delle vene aracnide e varicose.

Le persone colpite dovrebbero evitare di stare in piedi o seduti per lunghi periodi, alzando le gambe mentre sono seduti o dormendo per migliorare la circolazione del sangue e ridurre il gonfiore alle gambe.

scleroterapia

A volte il trattamento conservativo delle vene varicose in casa non può dare i risultati desiderati. In questi casi, possono essere eseguite procedure mediche più specializzate, a seconda della posizione e delle dimensioni delle vene anomale.

Queste procedure mediche sono spesso eseguite per ragioni estetiche.

La scleroterapia è una tecnica comune che può essere eseguita da un medico; è molto efficace nel rimuovere la maggior parte delle vene aracnide e alcune vene varicose.

Durante questa procedura, che non richiede l'anestesia, il medico inietta la soluzione liquida direttamente nella vena interessata, che fa sì che si attacchi insieme e, infine, scompaia. Potrebbero essere necessarie diverse sessioni per ottenere risultati ottimali. I potenziali effetti collaterali includono lividi, gonfiore, sanguinamento, infezione e decolorazione della pelle.

Scleroterapia: prima e dopo

Il trattamento con la scleroterapia può richiedere diverse sessioni e il tempo di guarigione può variare a seconda della persona.

In generale, le vene varicose iniziano a scomparire entro 3-6 settimane dopo il trattamento, mentre le vene varicose possono richiedere diversi mesi per migliorare.

Trattamento laser delle vene varicose

La terapia laser è un'altra procedura medica alternativa che un medico può anche eseguire. A volte viene utilizzato in aggiunta alla scleroterapia per massimizzare i risultati. Questa tecnica è la più efficace per le vene varicose e simili a ragni.

Per i pazienti che hanno paura degli aghi, la terapia laser offre un'opzione terapeutica alternativa, sebbene il medico possa consigliarti su quale sia il metodo di trattamento migliore per la tua situazione specifica.

La terapia laser utilizza un fascio di luce focalizzato che riscalda il vaso sanguigno interessato, che alla fine scompare.

I potenziali effetti collaterali includono lieve arrossamento o gonfiore intorno all'area da trattare, scolorimento della pelle, vesciche, cicatrici raramente.

La terapia laser è un metodo recentemente sviluppato per il trattamento delle vene varicose, in cui l'area interessata viene trattata con impulsi di luce di un intervallo diverso.

Terapia laser: prima e dopo la procedura

Come con la scleroterapia, per ottenere risultati ottimali, è spesso necessario condurre diverse sedute di terapia laser. Il miglioramento può richiedere da alcune settimane a diversi mesi dopo il trattamento.

Intervento chirurgico sulle vene

La chirurgia è un'opzione di trattamento per i casi più gravi di vene varicose. Il medico discuterà con voi le varie possibili procedure chirurgiche per aiutare a determinare quale trattamento per le vene varicose è meglio per voi. Uno dei metodi chirurgici è la legatura delle vene e la loro rimozione attraverso piccole incisioni sulla pelle.

Chirurgia delle vene: prima e dopo il trattamento

La legatura e la rimozione delle vene spesso eliminano con successo i sintomi e i problemi estetici delle vene varicose. Questa operazione viene eseguita in anestesia locale, spinale o generale in un istituto medico.

Il recupero completo da questa procedura chirurgica richiede in genere circa 2-4 settimane. Potenziali complicanze possono includere infezione, sanguinamento, cicatrici, danni ai nervi, trombosi venosa profonda e reazioni avverse all'anestesia.

Laserterapia IV

La laserterapia endovenosa è una procedura chirurgica minimamente invasiva che consiste nell'irradiazione laser attraverso un conduttore sottile inserito nella vena interessata, che ne provoca il restringimento.

La terapia laser per via endovenosa è caratterizzata dal 98% del successo iniziale. Questa procedura viene eseguita su base ambulatoriale in anestesia locale o con l'uso di sedazione leggera.

I pazienti riportano dolore meno grave e recupero più rapido con la terapia laser per via endovenosa, rispetto alla legatura e alla rimozione chirurgica delle vene.

Ablazione con radiofrequenza

L'ablazione endovenosa con radiofrequenza è una procedura minimamente invasiva simile alla terapia laser per via endovenosa.

Invece di usare la luce laser, un catetere inserito nella vena utilizza energia a radiofrequenza, che fa sì che la nave interessata diventi calda e stretta.

Come con la terapia laser per via endovenosa, i pazienti riportano dolore meno intenso e recupero più rapido rispetto alla legatura e alla rimozione chirurgica delle vene.

Prevenzione delle vene varicose

Sebbene le vene varicose non siano sempre prevenibili, ci sono vari metodi che puoi adottare per ridurre le possibilità di svilupparle.

I suggerimenti preventivi includono:

  • Esercizio regolare;
  • Mantenere un peso sano;
  • Evitare seduti o in piedi prolungati;
  • Evitare di bloccare le gambe in posizione seduta;
  • Alza le gambe più in alto mentre riposi;
  • Non indossare indumenti che stringono il tuo corpo in vita, inguine e gambe.

Come sono i sintomi principali delle vene varicose

L'espansione delle vene nelle gambe è una malattia insidiosa, poiché i sintomi delle vene varicose per il paziente diventano evidenti solo quando inizia lo stadio grave della malattia e iniziano tutte le complicazioni.

Il quadro clinico espresso si manifesta solo dopo molti anni, e la mancanza di prendere misure tempestive provoca l'invalidità o la morte del paziente. Pertanto, è molto importante identificare i primissimi segni di difficoltà. Ciò contribuirà ad adottare misure tempestive ed evitare interventi chirurgici.

Chi ha le vene varicose

Molto spesso, le vene varicose sono osservate nelle donne (secondo le statistiche, una su tre del sesso leale soffre di questa malattia). Questo è spiegato dai seguenti motivi:

  1. La gravidanza può provocare lo sviluppo della malattia. In questo stato, un aumento del peso corporeo, un aumento della pressione nelle vene a causa di un aumento dell'utero, così come i cambiamenti ormonali nel corpo contribuiscono al ristagno del sangue.
  2. Accettazione di contraccettivi ormonali.
  3. Climax.
  4. Indossare scarpe a tacco alto scomode.

Negli uomini le vene varicose sono meno comuni. Questo di solito accade durante lo sport con il sollevamento pesi, così come durante il lavoro fisico pesante.

Indipendentemente dal sesso della persona, la malattia si verifica spesso quando la posizione statica del corpo è forzata, predisposizione ereditaria, obesità.

I medici notano che per gli uomini è caratteristico cercare aiuto nella fase avanzata della malattia. Prestano meno attenzione ai primi segni, in quanto non controllano attentamente l'aspetto. Le donne, avendo scoperto nel loro reticolo vascolare, vanno dal medico per liberarsene, come da un difetto estetico.

Se parliamo di sintomi, va notato che dipende dalla gravità e dalla negligenza delle vene varicose. Per facilitare la diagnosi, gli esperti distinguono quattro fasi nello sviluppo della malattia.

Primi segni

Lo stadio iniziale è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • sensazione di pesantezza nelle gambe dopo il lavoro, lunga camminata o in piedi;
  • affaticamento e dolore;
  • comparsa di vene varicose (telangiectasia)
  • gonfiore nella zona della caviglia.

Tutte queste manifestazioni scompaiono dopo una notte di riposo, ma riappaiono di sera. Questi sintomi caratterizzano il primo stadio della malattia, quando il sistema venoso fallisce per primo e inizia il ristagno di sangue. C'è un aumento della pressione sulla parete vascolare, il suo lume aumenta e le valvole interne cessano di chiudersi completamente e permettono al sangue di tornare parzialmente.

All'esame del paziente, non si notano cambiamenti visibili. Si può notare il pasto leggero nella parte inferiore della gamba. Di regola, non ci sono lamentele durante questo periodo. Lievi manifestazioni di pazienti di solito spiegano la fatica banale.

In questa fase è possibile un trattamento efficace delle vene varicose, poiché non ci sono ancora cambiamenti irreversibili. La parete vascolare non è allungata e mantiene la stessa forma. È sufficiente identificare la causa sottostante della stagnazione ed eliminarla.

Secondo stadio

Se il processo patologico continua, la stasi del sangue aumenta, la struttura delle pareti venose è disturbata, i vasi si dilatano e le valvole non si chiudono in essi. In questo caso, il paziente nota:

  • grave pesantezza e sensazione di pienezza nella parte inferiore delle gambe;
  • sentimento pronunciato di stanchezza, dolore;
  • la comparsa di venature allargate nella fossa poplitea e in altri luoghi;
  • la comparsa di crampi nei muscoli del polpaccio di notte;
  • cambiamento di sensibilità, sensazione di "gattonare pelle d'oca";
  • I segni non scompaiono anche dopo essere stati in posizione orizzontale durante il sonno.

In questa fase iniziano i disordini funzionali del deflusso venoso e la formazione di noduli varicosi.

Terzo stadio

I sintomi delle vene varicose degli arti inferiori in questa fase sono causati da stagnazione pronunciata e alterata circolazione del sangue nella pelle e nel tessuto muscolare delle gambe:

  • si verificano noduli varicosi visibili e estensioni a sacchetto;
  • le vene sono allungate, cominciano ad apparire sotto la pelle, acquisiscono caratteristica crimpiness (principalmente sulla superficie interna della coscia o della gamba);
  • la pelle diventa secca e magra, la dermatite può svilupparsi;
  • macchie marroni compaiono nella parte distale della gamba, compaiono macchie di pigmentazione e ispessimento del tessuto sottocutaneo;
  • gonfiore, pesantezza e dolore alle gambe (può essere pulsante, bruciore, si verifica lungo il tronco venoso);
  • affaticamento e dolore gravi non passano dopo il sonno, crescono e si intensificano la sera, interferiscono con la libera circolazione;
  • crampi muscolari stanno diventando più comuni;
  • le unghie dei piedi si rompono e cambiano struttura, i capelli cadono.

Quarta fase (sviluppo di complicanze)

All'ultimo stadio delle vene varicose, tutti i suddetti sintomi aumentano e la grave insufficienza venosa e la malnutrizione dei tessuti portano allo sviluppo di complicazioni potenzialmente letali:

Ulcere trofiche

Compaiono ulcere trofiche. Guariscono lentamente, causando dolore e grande sofferenza. I segni di un'ulcera sono:

  • prurito e bruciore in una certa area della pelle;
  • decolorazione: l'aspetto di una macchia tondeggiante con bordi frastagliati; viola o viola con conseguente formazione di una crosta e una superficie della ferita.

In futuro, tutto dipende dal trattamento. L'ulcera presenta bordi lisci e vari tipi di scarica - sierosa, purulenta, emorragica, ci sono striature di fibrina.

Con una terapia adeguata, l'ultima fase dello sviluppo è cicatriziale. Attaccare un'infezione porta allo sviluppo di cancrena, che è difficile da trattare con agenti antibatterici, e può portare alla perdita di arto o sepsi e alla morte.

Sanguinamento traumatico

Un marcato assottigliamento della parete venosa sotto pressione sanguigna crescente o traumatizzazione minore causa la rottura della nave, seguita da un sanguinamento massiccio.

Coaguli di sangue

La stagnazione e l'infiammazione causano la formazione di coaguli di sangue nelle vene delle gambe. La trombosi provoca alcuni sintomi:

  • dolore pronunciato nell'area della trombosi;
  • arrossamento e febbre della pelle nell'area della proiezione di un coagulo di sangue;
  • dolore e indurimento della vena durante la palpazione;
  • aumento della sensibilità della pelle.

Sintomi simili di vene varicose sulle gambe sono un'indicazione per il ricovero in ospedale. Altrimenti, le conseguenze possono essere piuttosto serie. La tromboflebite è pericolosa perché quando un coagulo di sangue si stacca entra nel sistema di grandi arterie che forniscono cervello, reni, polmoni e muscolo cardiaco. Con un'alta probabilità, questo fenomeno può comportare lo sviluppo di un attacco cardiaco, un blocco o un ictus dell'arteria polmonare.

Varietà di vene varicose

Va notato che lo sviluppo della malattia dipende dalla localizzazione del processo della lesione. Se le vene varicose passano lungo il percorso discendente, il disturbo di deflusso si verifica attraverso la grande vena safena della coscia, con i sintomi tipici della malattia.

Ma c'è anche un percorso ascendente in cui si nota l'insufficienza valvolare nei vasi situati all'interno. Un tale fenomeno si trova raramente nella sua forma pura, la ragione per cui è la completa assenza di un apparato valvolare o un'anomalia del suo sviluppo in una certa parte della vena.

Quali sono i segni delle vene varicose degli arti inferiori? In caso di ristagno nelle vene profonde, il quadro clinico potrebbe non manifestarsi per un lungo periodo di tempo, il processo patologico procede impercettibilmente per parecchio tempo. Tali vene varicose latenti sono molto pericolose e vengono spesso diagnosticate per la prima volta con lo sviluppo di trombosi con occlusione completa, quando compare dolore, gonfiore, rossore o bluastro dell'arto. In completa assenza del passaggio del sangue attraverso una grande nave, si sviluppa la cancrena venosa.

Ma questo fenomeno è piuttosto raro. Molto spesso, le vene varicose interne non possono essere isolate a lungo per molto tempo, poiché esiste un sistema di comunicazione tra le vene superficiali e profonde e il sangue viene scaricato attraverso le vene perforanti. In questo caso, i sintomi della malattia saranno gli stessi della sconfitta delle vene superficiali.

Quando si verificano i primi segni di stasi venosa, non ritardare il tempo, si dovrebbe consultare immediatamente un medico e seguire le sue raccomandazioni.
.

Vene varicose e trombosi venosa

Le immagini sul sito possono essere aumentate facendo clic con il mouse :)

Perché le persone soffrono di malattie veneree?

L'uomo nel processo di evoluzione divenne eretto, a differenza degli animali che si muovevano su quattro zampe. Ciò ha portato al fatto che il cuore umano si trova molto più alto di quello di un animale con peso e dimensioni simili.

Confronta le foto. Al fine di ottenere il sangue dalle gambe di una persona attraverso le vene al cuore, lei dovrà viaggiare molto più a lungo. E il sangue è un fluido che ha una massa che tende ad allungare i vasi elastici (vene).

Ecco perché le malattie venose sono così intrinseche all'uomo.

Come sono le vene delle gambe, o l'anatomia del sistema venoso

Le vene delle gambe sono divise in profondi, superficiali (sottocutanei) e comunicativi (perforanti) che li uniscono.

Per professionisti e studenti: vene profonde - questo è il femore comune, il femore superficiale (caso terminologico - la vena superficiale è profonda), il femore profondo, il popliteo, la schiena più tibiale, la parte anteriore più frattale, le vene fibrose. Ci sono solo due vene superficiali: che corrono lungo la superficie mediale della coscia e della gamba, Grande vena safena (GSV) e corrono lungo la superficie posteriore dello stinco Small Saphenous Vienna (MPV).

Nei tronchi principali delle vene possono scorrere affluenti.

Nelle vene, ci sono valvole che permettono al sangue di fluire verso l'alto, verso il cuore, e prevenire il flusso verso il basso.

Quali malattie delle vene ci sono?

I problemi venosi sulle mani sono molto rari, di solito si tratta di trombosi venosa dopo iniezioni endovenose. Le malattie delle vene delle gambe sono abbastanza comuni a causa delle circostanze descritte nel primo paragrafo.

Per le vene superficiali (sottocutanee) delle gambe, le vene varicose (gonfiore, dilatazione e tortuosità) sono caratteristiche a cui possono unirsi l'infiammazione e la trombosi (tromboflebiti) e le ulcere trofiche.

Le vene profonde possono essere influenzate dalla trombosi (coagulazione coagulata).

Cause e meccanismi di sviluppo delle vene varicose (eziologia, patogenesi, fattori di rischio per malattia delle gambe varicose)

La maggior parte dei pazienti ha una predisposizione ereditaria alla malattia. Quanto segue può essere trasmesso dai genitori: debolezza generale del tessuto connettivo, difetti nelle valvole delle vene, vene perforanti insolventi.

Nelle donne, le vene varicose sono più comuni che negli uomini, a causa dei seguenti fattori:

  • Una pelvi più ampia porta a curve della vena più pronunciate.
  • La gravidanza porta a un grave sovraccarico delle vene delle gambe dovuto alla compressione diretta dell'utero allargato.
  • L'uso di preparati contraccettivi ormonali contenenti progesterone e suoi analoghi riduce l'elasticità della parete venosa.

Lavorando in posizione eretta, lavori di seduta stazionari prolungati aumentano significativamente il carico sulle vene.

La vena safena è dilatata per due motivi: se l'afflusso è aumentato o il deflusso è difficile. L'aumento di afflusso può dare le cosiddette vene perforanti incoerenti (rami che collegano le vene profonde con il sottocutaneo). Con la contrazione dei muscoli potenti della gamba, le vene profonde vengono compresse, con una perforazione "cattiva" parte del sangue viene spinta nella vena safena, aumentando il carico su di essa.

La difficoltà di deflusso può essere causata dal restringimento di grandi vene in cui i flussi sottocutanei (ad esempio, compressione da parte dell'utero durante la gravidanza), o dal fallimento delle valvole delle vene. Quando la valvola non funziona, il sangue, invece di salire, scorre verso il basso, allungando la vena.

Se la vena safena subisce un aumento dei carichi per un lungo periodo, all'estensione viene aggiunta l'arricciatura.

Come prevenire lo sviluppo delle vene varicose?

Se hai ereditarietà appesantite da vene varicose o dai segni iniziali delle vene varicose, aiuta le tue vene!

All'inizio dell'articolo si descrive che il percorso del sangue dalle gambe al cuore di una persona è piuttosto alto. Da qui la semplice regola: PIEDE PIÙ ALTO - PIÙ FACILE DA VIENNA!

Se si lavora in posizione seduta, è sufficiente posizionare una scatola di cartone o qualsiasi altro oggetto abbastanza alto sotto i piedi per consentire almeno una parte del tempo di lavoro per posizionare gli stinchi orizzontalmente. Il sangue non avrà più bisogno di salire a un'altezza, scorrerà per gravità nella vena femorale comune.

Se sei a casa e hai l'opportunità di dare alle tue gambe una posizione sublime (getta lo stile americano sul tavolo, metti un rullo sotto i piedi mentre guardi la TV, ecc.) - fallo. La forza di gravità non funzionerà contro le tue vene, ma su di loro.

Con lunghe sedute (lavoro sedentario, volo lungo, viaggi in macchina) è auspicabile almeno una volta all'ora cercare l'opportunità di alzarsi e fare qualche passo.

Come sono le vene varicose?

Qualcosa di simile (l'immagine mostra vene varicose di media intensità senza ulcere trofiche).

Come vengono diagnosticate le vene varicose? (diagnosi delle vene varicose)

Se sospetti le vene varicose, dovresti prendere un appuntamento con un chirurgo, preferibilmente con la specializzazione di "flebologia" (scienze delle vene) o "chirurgia vascolare".

I chirurghi prescrivono di solito un'ecografia delle vene (scansione duplex delle vene degli arti inferiori).

Come vengono trattate le vene varicose? (trattamento delle vene varicose)

Il trattamento deve essere prescritto solo da un chirurgo! L'automedicazione (ad esempio, sottostimando il rischio di tromboembolia) può portare a conseguenze fatali.

Nei casi più gravi vengono prescritti vari interventi nelle vene (rimozione chirurgica, legatura, sclerosi iniettiva, trattamento laser, ecc.).

È molto spesso prescritto di indossare maglieria a compressione (calzini elastici speciali, calze, collant) di vari gradi di densità o bendaggio elastico.

I chirurghi possono prescrivere e farmaci - vari venotoniki (farmaci che aumentano la "forza" del muro venoso, così come un unguento contenente eparina per la prevenzione della trombosi.

Quali sono le trombosi venose pericolose?

Coaguli di sangue nelle vene profonde delle gambe possono avere parti mobili (i cosiddetti grumi di sangue fluttuanti), che tendono a staccarsi, si muovono con il sangue al cuore, pompato attraverso il cuore attraverso il ventricolo destro e poi entrare nelle arterie polmonari, bloccandole. In questo caso, parte del polmone si spegne e il carico sul cuore aumenta in modo significativo.

Questo terribile fenomeno è chiamato ThromboEmbolism of the Pulmonary Artery (PE), mortalità (mortalità) con esso, secondo varie stime, fino all'80%.

Cause e meccanismi di sviluppo del trombo venoso (eziologia e patogenesi della flebotrombosi)

Molto tempo fa è stata descritta la "triade di Virchow" che porta il nome dell'autore, che spiega l'origine della trombosi venosa.

  1. Rallentamento del flusso sanguigno
  2. Aumento della tendenza del sangue alla trombosi
  3. Danni alla parete vascolare

Il flusso sanguigno nelle vene di solito rallenta in caso di immobilità prolungata - in pazienti costretti a letto, dopo gravi interventi chirurgici, durante lavori sedentari o sedentari in posizione eretta, con immobilità forzata durante lunghi voli e viaggi in macchina.

La coagulazione del sangue aumenta con alcune malattie (trombofilia, sindrome antifosfolipidica), con l'uso di farmaci contraccettivi ormonali.

Le pareti dei vasi sanguigni sono danneggiate (ad eccezione delle lesioni meccaniche), ad esempio, a causa del fumo, dello stress prolungato (l'adrenalina blocca la produzione di sostanze che proteggono la parete vascolare).

Come si presenta la trombosi venosa profonda?

In un caso tipico, l'arto si gonfia, acquista una tonalità viola, diventa caldo e doloroso. Tuttavia, ci sono casi (specialmente nei pazienti inattivi che si trovano in una posizione orizzontale) quando l'immagine visibile è molto meno pronunciata.

Come viene diagnosticata la trombosi venosa profonda? (diagnosi di TVP)

Una diagnosi affidabile viene effettuata solo sulle vene ad ultrasuoni (scansione duplex delle vene degli arti inferiori).

Come viene trattata la trombosi venosa profonda? (trattamento della TVP)

Il trattamento della TVP dovrebbe iniziare in ospedale, poiché si tratta di una situazione potenzialmente pericolosa per la vita. Farmaci prescritti per ridurre la coagulazione del sangue e sciogliere i coaguli di sangue.

Ad alto rischio di separazione di un coagulo di sangue, i cosiddetti filtri cava vengono messi nella vena cava inferiore (rete metallica per fermare un coagulo di sangue che è venuto fuori in modo che non possa ostruire l'arteria polmonare - la cosiddetta embolia polmonare).

Cosa fare per prevenire la formazione di coaguli di sangue (prevenzione della trombosi venosa)

Vai ai punti della triade di Virchow:

La migliore prevenzione della stasi del sangue nelle vene è il lavoro dei muscoli delle gambe (camminare). Allo stesso tempo, i muscoli contrari spingono il sangue verso l'alto, e il flusso sanguigno rafforzato a causa del lavoro dei muscoli aumenta la velocità e il flusso di sangue venoso.

Se sei su un aereo per un lungo periodo, devi alzarti dal tuo posto una volta all'ora, camminare o stare in punta di piedi più volte. Se sei in macchina, devi trovare l'opportunità di parcheggiare e uscire dalla cabina.

Quando si è in piedi, è necessario camminare di volta in volta o in punta di piedi, con uno seduto dovrebbe mettere un oggetto volumetrico (scatola di cartone) sotto le gambe in modo che le gambe siano in posizione orizzontale e il sangue sia più facile da fluire dalle gambe.

Di volta in volta, le dita dei piedi possono spostare a sé i pazienti sdraiati e postoperatori, lontano da te, riducendo così i muscoli delle gambe, puoi appoggiare le dita dei piedi sul retro del letto e provare a spingere fuori.

Se c'è un alto rischio di trombosi, i farmaci possono essere prescritti da un medico (solo un medico). Per prevenire la trombosi. L'auto-prescrizione di potenti farmaci può portare a sanguinamento fino a mortale.

I preparativi per la prevenzione della trombosi sono descritti qui.

Articoli Su Varici