Come trattare le vene varicose senza un bisturi?

"Vene varicose", "vene varicose" - probabilmente, tutti oggi hanno sentito parlare di questa malattia. Nelle ultime fasi della malattia, i medici di solito raccomandano un intervento chirurgico, ma ci sono trattamenti non chirurgici. Questo articolo si concentra su come curare le vene varicose senza chirurgia, nonché utilizzando metodi minimamente invasivi.

Esistono diversi tipi di vene varicose. Tuttavia, la maggior parte delle persone sperimenta le vene varicose. Secondo le statistiche, circa il 10% degli uomini e quasi un terzo di tutte le donne fanno questa diagnosi. Sono le donne che, a causa delle caratteristiche fisiologiche dell'organismo, soffrono maggiormente di questa malattia. Se prima la diagnosi delle "vene varicose" era stata data alle persone dopo i 40 anni, al giorno d'oggi la malattia è notevolmente più giovane e ne soffrono i giovani di età compresa tra i 25 ei 30 anni.

Uno degli ovvi motivi è uno stile di vita sedentario, perché oggi le persone lavorano di più negli uffici e viaggiano con il trasporto personale. Tuttavia, se ti è stata data una diagnosi del genere, non dovresti disperare, perché oggi i medici hanno sviluppato metodi efficaci di trattamento.

Diversi rimedi popolari

In caso di primi sintomi di pesantezza alle gambe, è importante consultare immediatamente un medico per iniziare un ciclo di trattamento in modo tempestivo. Una malattia trascurata porta alla comparsa di ulcere e cicatrici, che col passare del tempo diventa sempre più difficile da eliminare. Pertanto, la prima regola nella lotta contro le vene varicose: non correre. Al più presto, i rimedi popolari possono essere usati (ma, naturalmente, solo dopo aver consultato un medico).

Applicare lozioni dallo yogurt, infuso con assenzio, sulla zona interessata delle gambe. Per ottenere una miscela, schiaccia 2 cucchiai di assenzio fresco e mescolalo con un bicchiere di yogurt. La miscela è coperta con una garza e mettere la lozione sulle vene malate per circa 20-30 minuti.

Un altro buon rimedio è l'argilla blu. Viene applicato con uno strato sottile sulle gambe per circa mezz'ora, quindi lavato via. L'argilla può anche essere applicata sotto forma di lozioni, piedi bendati imbevuti di bende di argilla. Non c'è bisogno di fasciare le gambe troppo stretto. Inoltre, puoi fare alcuni bagni di argilla un paio di volte a settimana. L'acqua dovrebbe essere calda Tieni i piedi nella vasca da bagno per circa 15-20 minuti, quindi lava l'argilla rimanente con acqua tiepida (non bollente).

Si ritiene inoltre che il mantenimento del sistema cardiovascolare in condizioni normali contribuisca all'uso del succo d'uva o di una piccola quantità di vino rosso da tavola (non zuccherato). Ma prova a consultarti con il tuo medico, soprattutto sull'uso del vino, prima di iniziare ad applicare questo strumento.

Calze a compressione

Un altro metodo efficace per aiutare le vene varicose è indossare calze o calze speciali "a compressione". Questo tipo di biancheria intima ha un effetto di spremitura sulle gambe, massaggia gli arti inferiori e aiuta ad eliminare la stasi del sangue. Di norma, devono essere indossati dopo interventi chirurgici e procedure minimamente invasive. La maglieria a compressione non è solo taglie diverse, ma anche diversi tipi di forza. Può essere acquistato in molte farmacie, oltre che in negozi specializzati. Ma per fare la scelta giusta, hai bisogno dell'aiuto di uno specialista. Solo lui sarà in grado di determinare che tipo di calze ti vengono mostrate e con quale frequenza e per quanto tempo indossare tali calze.

Le sanguisughe possono aiutare?

Non molto tempo fa, le sanguisughe cominciarono ad essere usate nel trattamento delle vene varicose. Questo metodo è chiamato "hirudotherapy", cioè "Leech therapy." Si ritiene che la saliva della sanguisuga abbia un effetto benefico sulle pareti dei vasi sanguigni. Le vene si avvicinarono gradualmente. Ma alcuni esperti ritengono che le sanguisughe infatti non abbiano alcun effetto particolare, la sostanza appena liberata da esse assottiglia un po 'il sangue.

Dopo le sanguisughe, possono rimanere piccole cicatrici. In ogni caso, con tale trattamento ci sono rischi e per l'applicazione di tale metodo, è necessario ottenere la raccomandazione del medico curante.

Metodi minimamente invasivi

La medicina moderna per combattere la varicosi nelle fasi successive utilizza i cosiddetti metodi "minimamente invasivi" che sono meno traumatici per il corpo rispetto alla chirurgia tradizionale. Fortunatamente, oggigiorno la medicina ha raggiunto un tale livello di sviluppo che è diventato possibile utilizzare metodi minimamente invasivi nel 95% di tutti i casi di vene varicose. E solo nel 5% dei casi è necessario ricorrere all'intervento chirurgico tradizionale.

Attualmente sono noti 4 metodi minimamente invasivi per trattare le vene varicose. Questi includono ablazione laser, scleroterapia, microflebectomia e ablazione con radiofrequenza.

Ablazione laser

Il trattamento laser è che una guida di luce radiale è inserita in una vena. La procedura viene eseguita in anestesia locale e il paziente non sente quasi nulla. All'inizio, la guida di luce viene spinta delicatamente attraverso la vena, quindi viene ricondotta. Sulla via del ritorno, la vena è esposta a un raggio laser. Il laser fa sì che il sangue coaguli e bruci le pareti interne del vaso, causando il blocco della vena e quindi completamente assorbito. Ora più spesso utilizzate le fibre radiali, anche se è ancora possibile incontrare e terminare le fibre. Tuttavia, questi ultimi non sono adatti per il trattamento di vene con un diametro superiore a 1 cm, mentre per il diametro della vena radiale non importa. Queste fibre sono state chiamate "radiali" perché sono in grado di sparpagliare uniformemente un raggio laser su tutto il raggio, nell'intervallo di 360 gradi. Questo evita ustioni e altre spiacevoli conseguenze.

L'intera procedura richiede da mezz'ora a 2 ore. Non richiede il ricovero in ospedale, ad es. il paziente non ha bisogno di rimanere in ospedale e può tornare a casa in modo indipendente.

scleroterapia

La scleroterapia è in qualche modo simile alla terapia laser. Con il suo aiuto, si ottiene lo stesso effetto: attaccamento delle pareti delle vene, e quindi auto-riassorbimento di quest'area della vena dopo l'introduzione di un liquido speciale. Questo metodo fu usato per la prima volta nel XVII secolo, ai nostri giorni è stato perfezionato. Inizialmente usato acido, poi percloro, iodio e tannino. Tuttavia, sebbene tutti questi strumenti abbiano raggiunto il risultato desiderato, hanno causato molti effetti collaterali. Per qualche tempo, questo metodo doveva essere lasciato. Tornarono ad esso nel XX secolo, quando fu inventato il tetradecil solfato o fibra di fibra.

L'introduzione del farmaco nella vena è completamente indolore per il paziente. Di regola, la procedura viene eseguita sotto il controllo degli ultrasuoni. Recentemente, è stato sviluppato il metodo di "schiuma scleroterapia". La sua differenza sta nel fatto che una sostanza viene iniettata in una vena sotto forma di schiuma. La schiuma raggiunge assolutamente tutte le sezioni della parete del vaso, il che porta ai migliori risultati dell'operazione. Inoltre, la schiuma non si mescola con il sangue.

Di norma, questa procedura viene utilizzata per trattare vene con un diametro non superiore a 10 mm. Questo metodo è famoso per il fatto che, se applicato correttamente, non ha praticamente alcuna complicazione.

Dopo la sessione di scleroterapia, il paziente ha bisogno di una passeggiata per circa un'ora, è inoltre necessario indossare calze a compressione per circa 1 mese.

microphlebectomy

Un metodo di microflebectomia viene utilizzato per rimuovere una zona delle vene varicose. A differenza della chirurgia tradizionale, sulla pelle viene eseguita solo una piccola incisione di non più di 1 mm. Attraverso l'incisione con un gancio speciale, il medico afferra la vena malata e la estrae. Di regola, viene utilizzata l'anestesia locale e il paziente non sente nulla. Come i due metodi precedenti, questo metodo viene eseguito su base ambulatoriale, non richiede il ricovero in ospedale. Dopo l'intervento, il paziente può tornare alla sua vita normale dopo 3-5 giorni. Il vantaggio della microfleectomia è completo, rimozione della vena al 100%. Dopo l'intervento, non disturberà il paziente. Inoltre, questo metodo viene utilizzato per rimuovere le vene di qualsiasi diametro (come accennato in precedenza, ci sono limitazioni per la scleroterapia).

Dopo una microflebectomia, piccole ferite rimangono sul corpo del paziente, ma si dissolvono dopo poche settimane. Dopo un paio di mesi, praticamente nessuna traccia dell'operazione rimane.

Dopo questa procedura, è necessario indossare calze a compressione per 1-2 settimane.

Ablazione con radiofrequenza

Il metodo di ablazione a radiofrequenza cominciò ad essere applicato circa 3 anni prima del metodo di ablazione laser. In Occidente, cominciò ad essere usato circa 10 anni fa. Questa procedura richiede solo mezz'ora.

Il metodo consiste nel fatto che un catetere a radiofrequenza viene inserito nella vena attraverso un ago di puntura. Esegue un effetto a microonde (termico) sulle pareti della vena, a seguito della quale la vena viene "saldata".

Il metodo è molto simile al trattamento laser, ma in questo caso si usano le radiofrequenze. Sono più localizzati nei loro effetti, quindi le ustioni o altri effetti collaterali sono esclusi.Il catetere è dotato di sensori che tracciano l'intero processo. Il tessuto circostante è protetto da uno speciale cuscino d'acqua. La procedura viene eseguita in anestesia locale.

Dopo la procedura, il paziente lascia la clinica da solo. Può tornare al lavoro letteralmente il giorno dopo, e dopo un paio di settimane, gli sport sono ammessi. Molti esperti preferiscono questo metodo.

Procedure anziché operazioni

In conclusione, vorrei chiarire che i metodi minimamente invasivi di trattamento delle vene varicose sono solitamente chiamati "procedure" e non "operazioni". Le operazioni sono condotte in sale operatorie, nel rispetto di un regime speciale. La procedura può essere eseguita nella solita stanza di trattamento. L'intervento non chirurgico in questo caso implica un intervento chirurgico minimo sul corpo del paziente (in tutti e quattro i metodi, si tratta di una iniezione di ago o di una piccola incisione, ma non di un'incisione chirurgica).

Il momento principale per chiedere aiuto

La scelta del metodo alla fine viene sempre eseguita da uno specialista dopo un esame completo del paziente. Ogni metodo ha i suoi pro e contro, inoltre, a volte viene utilizzato un approccio combinato (ad esempio laser e scleroterapia).

Ecco perché è così importante trovare un buon dottore e affidarsi alle sue mani affidabili. Fortunatamente, le vene varicose oggi sono trattate in modo molto efficace, basta non stringere e non auto-medicare.

Su pericolosi metodi di trattamento delle vene varicose dice dottore-flebologo, chirurgo vascolare, candidato di scienze mediche Yevgeny Letunovsky:

Trattamento delle vene varicose

Le vene varicose nelle gambe sono una malattia cronica caratterizzata da alterazione del flusso sanguigno, che aumenta la pressione sulle vene. I vasi sanguigni sono dotati di valvole che consentono al sangue di fluire solo in modo che non ristagni negli arti inferiori. Quando il lavoro delle valvole viene disturbato, il flusso sanguigno diventa caotico, dopo di che si verifica lo sviluppo delle vene varicose sulle gambe e il trattamento in questo caso deve essere effettuato immediatamente. Questo non è solo un problema estetico dell'uomo, ma anche una minaccia alla salute e persino alla vita.

Modi per trattare le vene varicose nelle gambe

Le vene varicose iniziano con la comparsa di una "ragnatela" o di vene a ragno sulla pelle delle gambe, una gravità e un rigonfiamento periodicamente degli arti inferiori. A volte una persona ha abbastanza riposo, così che i primi segni di vene varicose passano. Questa è la trappola: il paziente si rivolge al medico per il trattamento quando le vene varicose sono già in esecuzione e è necessario un intervento chirurgico.

Se sentite pesantezza alle gambe, gonfiore, dolore mentre camminate, allora dovreste sapere di avere lo stadio iniziale delle vene varicose da trattare. I principali segni delle vene varicose:

  • gonfiore persistente delle gambe nella parte inferiore della gamba o della coscia;
  • tensione della pelle sulla parte inferiore delle gambe;
  • decolorazione della pelle (macchie rosse, scurimento);
  • dolore pronunciato nei polpacci, peggio quando si cammina;
  • vene doloranti alla palpazione;
  • formazione di ulcere trofiche.

Trattamento esterno: creme, unguenti e gel

Con le vene varicose, il danno si verifica dapprima sui vasi sanguigni superficiali e poi su quelli profondi, causando il ristagno del sangue. Nelle prime fasi della malattia, i farmaci per il trattamento delle vene varicose nelle gambe sono efficaci: gel, unguenti e creme. Sono attivamente utilizzati nella terapia domiciliare delle vene varicose e applicati direttamente all'area della rete vascolare due volte al giorno. A seconda dell'effetto desiderato, questi farmaci sono divisi in gruppi:

  1. A base di eparina Prevenire il ristagno del sangue venoso, avere un effetto risolutivo. Il più comune: "Lioton 1000", "Dolobene", "Unguento eparina".
  2. Sulla base di componenti naturali (iglitsy, ippocastano, droga donica). Allevia il dolore in caso di vene varicose croniche, rinforza i vasi sanguigni e allevia l'affaticamento delle gambe durante la gravidanza. Popolare: "Venitan", "Reparil-gel", "Troxevazin".
  3. Farmaci non steroidei che prevengono l'infiammazione. Sono usati per il trattamento di trombosi e tromboflebiti: "Voltaren", "Fastum-gel", "Dikloren".
  4. Sulla base di ormoni che hanno un antistaminico, effetto anti-infiammatorio in caso di vene varicose: Celestoderma, Flucinar, Sinaflan.

Trattamento farmacologico delle vene varicose

Nel trattamento delle vene varicose, un componente importante è il trattamento farmacologico. I principali tipi di farmaci sono pillole, capsule, iniezioni (colpi). Altri sono comuni:

  1. Flebotonica che aumenta il flusso sanguigno, migliora il tono delle pareti vascolari. Ad esempio, la droga Flebofa. Si tratta di un moderno, altamente purificato, preparato di diosmina, l'unico tra i prodotti domestici senza rivestimento di film, coloranti e conservanti, grazie al quale il principio attivo viene assorbito il più rapidamente possibile e la probabilità di reazioni allergiche è ridotta al minimo.
  2. Farmaci per fluidificare il sangue. Impediscono la formazione di coaguli di sangue, diluiscono il sangue e migliorano la circolazione. I più famosi sono: Venolife, Trenal, Aspirin. Sono usati per la varicità rigorosamente prescritti da un medico.
  3. I farmaci antinfiammatori, che producono anestesia, riducono il gonfiore dei tessuti, inibiscono il legame delle piastrine: Diclofenac, Indometacina. Il trattamento delle vene varicose con questi farmaci dovrebbe avvenire solo sotto la supervisione di un medico.

Trattamento laser

Grazie ai risultati della medicina moderna, è ora possibile sbarazzarsi in sicurezza delle vene varicose con l'aiuto di un laser. Genera radiazioni e l'emoglobina del paziente assorbe lo spettro dell'onda laser, generando calore, che chiude la nave danneggiata dall'interno. Di conseguenza, il sangue smette di muoversi lungo questo segmento della vena, muovendosi attraverso vasi più profondi. Dopo il tempo, il tessuto connettivo si forma sul sito della nave interessata, che viene successivamente assorbito. La radiazione laser agisce sull'osservazione varicosa, senza causare danni ai tessuti circostanti.

idroterapia

Il trattamento delle vene varicose con l'acqua è stato conosciuto fin dai tempi della Russia antica. Le vene sotto l'azione di diverse temperature possono restringersi ed espandersi, il che aiuta a rafforzare la loro elasticità. L'idroterapia è molto efficace nella fase iniziale del trattamento delle vene varicose, quando la griglia vascolare appare sulle gambe. I bagni possono essere condivisi quando l'intero corpo del paziente è immerso in acqua o in locale - solo per i piedi. La temperatura dell'acqua per il trattamento dovrebbe variare da 40 a 20 gradi.

Calze e collant dalle vene varicose

Le donne sono più inclini alle vene varicose rispetto agli uomini. Ciò è dovuto ai cambiamenti ormonali che subiscono durante la vita (gravidanza, menopausa). Il modo più comodo e semplice per trattare le vene varicose è indossare collant o calze speciali che proteggono le gambe dal dolore, dal gonfiore e dall'affaticamento. L'efficacia della biancheria intima di compressione dovuta al fatto che comprime le gambe e questo porta alla compressione delle vene varicose. Indossare collant a compressione è un'eccellente prevenzione delle vene varicose. Esistono modelli di prodotti sviluppati per il trattamento delle vene varicose negli uomini e nelle donne in gravidanza.

Intervento chirurgico

Quando le vene varicose sviluppano vene profonde dilatate, i medici raccomandano la flebectomia - la rimozione chirurgica dei vasi varicosi. Con questa operazione, il flusso di sangue attraverso di loro viene ripristinato. Un prerequisito per la chirurgia è l'assenza di tagli, pustole, eruzioni cutanee nell'area operata della pelle. L'operazione dura per non più di 2 ore, dopo di che rimangono piccole cicatrici (4-5 mm). Indicazioni per la chirurgia:

  • cambiamenti trofici della pelle;
  • vene varicose anormali;
  • vaste vene varicose;
  • violazione del flusso di sangue.

Come sbarazzarsi dei rimedi popolari per le vene varicose

Anche il trattamento delle vene varicose sulle gambe a casa può essere efficace se ci si avvicina in modo completo. L'insieme generale di misure per eliminare la malattia consiste di diversi punti:

  1. Abbandona l'abitudine di sedere con le gambe incrociate.
  2. Non perdere l'opportunità di camminare.
  3. Introduci nella tua dieta alimenti che contengono fibre, vitamine, oligoelementi sani, evitando cibi fritti, piccanti e grassi.
  4. Utilizzare per il trattamento delle vene varicose rimedi popolari (tinture, decotti, impacchi, asciugandosi).

Aceto di sidro di mele per edema delle gambe

Ci sono molte ricette popolari che aiutano ad alleviare il dolore, gonfiore e pesantezza alle gambe. L'aceto di mele ha proprietà curative efficaci per le vene varicose. Contiene oltre 20 minerali e oligoelementi utili per il corpo umano, oltre alle vitamine A, C, B. L'aceto di mele non solo rafforza le pareti dei vasi sanguigni, ma aiuta anche a rimuovere l'edema, tonificando perfettamente la pelle.

Metodi del suo uso per il trattamento delle vene varicose:

  1. Sfregamento Dopo aver preso le procedure dell'acqua, strofinare l'aceto di sidro di mele in aree dolorose e non lavarlo via fino al prossimo bagno o doccia.
  2. Comprime. Inumidire la garza in aceto puro, applicare sulla vena varicosa, avvolgere nel cellophane, scaldare con un asciugamano. Sdraiati in modo che le gambe siano 50 cm sopra il corpo, usando i braccioli del divano o un cuscino. Da 30 minuti a 1 ora.
  3. Dousing. Prendi un paio di litri di acqua calda, aggiungi 150 g di aceto di sidro di mele. Metti i piedi in una bacinella, bagnando lentamente le vene gonfie con la soluzione preparata. Quindi scaricare l'acqua, ripetendo la procedura per almeno 5 minuti. Dopo le doppie non asciugare i piedi, lasciarli asciugare naturalmente.

Lozioni e impacchi di argilla

Utile per il trattamento delle vene varicose blu, bianco o verde, che viene venduto in farmacia. Dovrebbe essere rivestito con zampe varicose, immergendolo in acqua fredda. Lo spessore dello strato deve essere di almeno 1 cm. Sopra di esso è necessario imporre il polietilene e non è necessario imporre l'isolamento. Questo impacco freddo deve essere tenuto a lungo - da 1 a 1, 5 ore, dopo di che fare una bella doccia.

L'avvolgimento a freddo non è meno utile per il trattamento delle vene varicose rispetto a quelle calde. In questa procedura, le vene si restringono, il metabolismo migliora, la linfa viene respinta, che porta con sé le tossine e le scorie. L'argilla da imballaggio rimuove i piedi stanchi e combatte efficacemente il gonfiore. Spendi almeno 12 procedure con una frequenza di 2 volte a settimana e senti la facilità nelle gambe.

Tintura di fiori di acacia

Molti erboristi consigliano la tintura di fiori bianchi d'acacia per il trattamento delle vene varicose. È usato sotto forma di compresse, lozioni, sfregamento. La tintura risolve perfettamente i nodi venosi gonfi, conferisce ai piedi leggerezza e salute. Per farlo, versare 100 gr. fiori 0,5 litri di vodka, insistono in un luogo buio per tre settimane. Quindi colare e strofinare quotidianamente l'infuso nella pelle delle gambe, dove c'è un'espansione venosa. Più spesso lo fai, più velocemente sarà ripristinata la normale circolazione sanguigna nelle gambe. In primo luogo, la griglia vascolare scomparirà e alla fine le vene profonde andranno via.

Video: come trattare le vene varicose a casa

Le vene varicose sono trattate a casa con molti mezzi. Ad esempio, fare ogni giorno 15 bagni di menta piperita e camomilla appena coniati. Queste erbe aiutano ad alleviare l'affaticamento delle gambe dopo il lavoro, essendo un'eccellente prevenzione delle vene varicose. Alcune persone usano la tintura di ippocastano per curare le vene gonfie, che allevia il gonfiore delle gambe durante l'avvolgimento. Vedere il video qui sotto per suggerimenti sull'uso di un nuovo farmaco per il trattamento delle vene varicose sulle gambe, che si basa su ippocastano.

Foto vene varicose degli arti inferiori

Se le vene varicose non vengono trattate, le ulcere trofiche che si sviluppano in cancrena si svilupperanno sulle gambe nel tempo e la persona dovrà affrontare l'amputazione. Al fine di non portare la situazione all'estremo, è necessario ai primi sintomi della malattia contattare un flebologo, che offrirà un trattamento individuale della malattia, a seconda del suo stadio. Guarda la foto qui sotto per come le vene varicose guardano le ultime fasi.

Recensioni

Dopo un prolungato dolore alle gambe, ho dovuto rivolgermi a un flebologo. Mi suggerì di asportare le vene varicose con la chirurgia laser, e io, rompendo la paura, acconsentii. La rimozione delle mie vene varicose con un laser è durata 40 minuti in anestesia locale e, dopo l'operazione, il gonfiore e l'ecchimosi sono rimasti per un'altra settimana. Sono soddisfatto del risultato del trattamento, non ho più dolore.

Il flebologo mi ha consigliato di curare le vene varicose con le sanguisughe. Non ho paura di queste creature, quindi ho facilmente accettato. La saliva della sanguisuga contiene un'irudina utile, che pulisce e diluisce il sangue, rallentandone la coagulazione. Il corso del trattamento era di 8 sessioni con intervalli di tre giorni. Dopo una pausa di 3 mesi passerò attraverso un secondo ciclo, perché dopo 2 sessioni ho notato che il gonfiore delle gambe era addormentato, è diventato più facile camminare.

Angelica, 33 anni:

Ho curato la varicosità con l'aceto di mele e il massaggio: ho fatto gli impacchi giornalieri di mezz'ora seguiti da 5 minuti di massaggio delle vene gonfie per due mesi. Per prima cosa, i dolori mattutini alle gambe sono passati, dopo tre settimane la rete varicosa è scomparsa, e ora anche le vene profonde sono sparite. Sono molto contento di essere riuscito a evitare un intervento chirurgico, e ora ti consiglio di trattare variosi con aceto di sidro a tutti i miei amici.

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Cause e trattamento delle vene varicose

Le vene varicose (così come le vene varicose, le vene varicose) implicano un processo patologico caratterizzato da una lesione delle vene più spesso degli arti inferiori, accompagnata da un assottigliamento delle loro pareti, un aumento del diametro del lume e la formazione dei cosiddetti "nodi". L'inizio del trattamento delle vene varicose all'inizio della malattia evita l'intervento chirurgico e la prevenzione previene lo sviluppo di complicazioni.

Cause delle vene varicose

In genere, le vene varicose colpiscono gli arti inferiori, possono svilupparsi nel corso degli anni e persino decenni. Vene varicose (vene varicose) sulle gambe - è sempre una violazione del funzionamento delle valvole delle vene e del flusso sanguigno. Il flusso sanguigno corretto è caratterizzato dal movimento del sangue attraverso le vene delle gambe dal basso verso l'alto (la forza opposta di attrazione). In molti modi, questo processo è possibile a causa del lavoro delle valvole venose che impediscono il flusso inverso del sangue. Disturbi nel funzionamento di queste valvole portano ad alterazioni del flusso sanguigno venoso e come conseguenza dello stiramento delle vene. Attraverso tali vene, il sangue inizia a fluire in modo caotico, spesso ristagnando nelle vene delle gambe. A causa della notevole pressione che si verifica su questo sfondo, le pareti vascolari non resistono, si espandono e si assottigliano. Allo stesso tempo le vene dilatate ad occhio nudo sono visibili sotto la pelle sotto forma di nodi. Spesso, la formazione di trombi si verifica a causa del flusso di sangue più lento nelle vene dilatate. La violazione dei processi di nutrizione della pelle porta alla comparsa di ulcere trofiche.

Ci sono molte ragioni per lo sviluppo delle vene varicose sulle gambe:

  1. Predisposizione genetica (fattori che predispongono alla malattia sono ereditati - debolezza congenita delle pareti venose e dell'apparato valvolare, perdita di elasticità).
  2. Circolazione del sangue compromessa sullo sfondo della stitichezza, indossando scarpe strette, fumo, mancanza di attività fisica.
  3. Accettazione di farmaci ormonali (pillole monofasiche anticoncezionali con un'alta dose di estrogeni portano ad un ispessimento del sangue).
  4. Aumento della pressione venosa, provocata dall'obesità, dalla gravidanza, dallo stile di vita sedentario (lavoro sedentario), da carichi verticali costanti (lavoratori, in piedi tutto il giorno in piedi).
  5. Cambiamenti ormonali nella vecchiaia.

Queste cause possono anche portare a un anormale flusso sanguigno patologico attraverso le vene degli arti inferiori - reflusso o flusso di sangue inverso dalle vene più profonde alle vene superficiali. Questi stessi fattori contribuiscono all'aggravamento della malattia in futuro.

Video: cause delle vene varicose in "Live Healthy!" Di Malysheva

I sintomi delle vene varicose

  • dilatazione delle vene safene;
  • sensazione di bruciore o calore lungo le vene degli arti inferiori;
  • sensazione di pesantezza alle gambe;
  • gonfiore dei tessuti molli degli arti inferiori alla sera (area dei piedi, caviglie, gambe);
  • crampi notturni nei muscoli del polpaccio;
  • oscuramento e ispessimento della pelle delle gambe;
  • dolore lungo le vene;
  • ulcere trofiche.

In ogni paziente, i sintomi delle vene varicose possono essere diversi, ma un punto rimane lo stesso - una sensazione di pesantezza alle gambe, che viene anche chiamata "sindrome delle gambe pesanti". Molto spesso, il complesso sintomatico è più pronunciato la sera, così come durante il caldo estremo.

Se la malattia è iniziata, la pelle delle gambe è diventata una sfumatura bluastra e il paziente non riceve alcun trattamento in questa fase, l'iperpigmentazione della pelle e la lipodermatosclerosi non vengono osservate raramente, le ulcere trofiche si sviluppano in casi più gravi.

Il pericolo non è la stessa varicosi, ma la complicazione che si sviluppa sullo sfondo: tromboflebite (infiammazione della parete interna della vena), che porta alla formazione di coaguli di sangue. I coaguli di sangue spesso bloccano il lume della vena (flebotrombosi) e possono anche fuoriuscire e entrare nei polmoni. A causa delle gravi complicanze delle vene varicose, la morte è stata osservata tra i pazienti.

Diagnosi delle vene varicose nelle gambe

Se ti trovi nei sintomi sopra, o almeno in alcuni di essi, dovresti contattare immediatamente un flebologo o un chirurgo vascolare. Dalla tempestività del rilevamento della malattia dipende dalla natura del trattamento, nonché dalla prevenzione dello sviluppo di complicanze.

Per la diagnosi delle vene varicose prescrivono i seguenti studi.

  1. Vene ad ultrasuoni o scansione duplex: valutazione della pervietà e dilatazione delle vene, direzione del flusso sanguigno e determinazione della presenza di coaguli di sangue nelle vene.
  2. La venografia a contrasto è una valutazione dello stato delle vene, che determina la presenza di tumori e coaguli di sangue ricostruendo l'esatto "getto" delle vene del paziente su una radiografia. Di solito questo metodo è sostituito da ultrasuoni, dal momento che quest'ultimo è considerato più semplice da implementare.

Quando hai bisogno di vedere un medico immediatamente

Se si verificano i seguenti sintomi, la visita dal medico dovrebbe essere immediata:

  1. La comparsa di dolore acuto negli arti inferiori in qualsiasi movimento. Allo stesso tempo, la gamba sembra gonfia e molto densa, la pelle sembra bruciare.
  2. Sensazione di debolezza, accompagnata da mancanza di respiro, sensazione di mancanza di ossigeno.
  3. Il sangue cominciò a filtrare da una vena malata.

Trattamento delle vene varicose

Il metodo di trattamento delle vene varicose viene scelto tenendo conto dell'età del paziente, della negligenza della malattia, della presenza di complicanze. I metodi di trattamento possono essere di natura conservativa o medica.

Trattamento conservativo delle vene varicose.

Il trattamento non chirurgico viene applicato nella fase iniziale di sviluppo della malattia, quando non ci sono complicazioni. I metodi conservativi includono l'uso di farmaci specializzati (angioprotettori, anticoagulanti, venotonici, farmaci antinfiammatori non steroidei sotto forma di compresse, unguenti e gel), che contribuiranno ad alleviare il dolore, oltre a prevenire le complicanze.

Di grande importanza nel trattamento delle vene varicose è il ripristino del tono della parete vascolare. Questo può essere fatto con l'aiuto di strumenti speciali, tra cui si distingue la moderna preparazione ad alta purezza Flebof. Il prodotto del produttore nazionale non contiene coloranti, non ha un guscio di pellicola, senza conservanti, motivo per cui il diosmina attivo viene assorbito più velocemente, riducendo al minimo la probabilità di reazioni allergiche.

Il trattamento non chirurgico delle vene varicose prevede inoltre l'uso di biancheria intima da compressione, l'aderenza ad una dieta speciale, uno sforzo fisico sistematico (una serie di esercizi terapeutici).

Queste misure riducono l'insufficienza venosa, prevenendo lo sviluppo di tromboflebiti. Inoltre, il medico in aggiunta alle suddette misure di trattamento delle vene varicose può prescrivere un corso di drenaggio linfatico manuale o hardware, le procedure migliorano il deflusso del sangue dagli arti inferiori, riducendo il gonfiore. L'effetto della procedura non è a lungo termine.

Trattamento delle sanguisughe delle vene varicose.

Il trattamento con le sanguisughe è un metodo abbastanza efficace per trattare le vene varicose. Entrando nella vena malata, la saliva delle sanguisughe, a causa del contenuto di irudina (eparina naturale), favorisce la fluidificazione del sangue e previene la formazione di coaguli di sangue. Oggi i farmaci vengono creati sulla base dell'irudina, grazie alla quale è possibile evitare il "contatto con le sanguisughe".

Trattamento moderno non chirurgico delle vene varicose sulle gambe.

Scleroterapia.

La scleroterapia è il metodo non chirurgico più efficace per trattare le vene varicose. Durante la procedura, il medico inietta una preparazione speciale nel lume della nave malata, provocando l'incollaggio delle sue pareti e ulteriormente (per 1,5 anni) il loro riassorbimento. Il solito corso terapeutico nella fase delle vene del ragno include da 3 a 6 procedure per ogni gamba. Il risultato sarà evidente dopo 2-8 settimane, durante le quali può verificarsi dolore, un leggero ematoma formicolio, che passerà gradualmente. Il farmaco iniettato in ciascun caso viene selezionato individualmente, quindi il rischio di complicanze è minimo. Durante il periodo di trattamento, il paziente deve indossare calze a compressione.

L'efficacia della scleroterapia nel trattamento delle vene varicose può essere paragonata alla chirurgia classica, è inferiore solo alle più moderne tecniche - la coagulazione laser endovenosa, che è causata dalla comparsa di una scleroterapia a "schiuma", nonché conducendo una procedura sotto il controllo di una lampada a ultrasuoni o traslucida. Tutto questo a volte ha ridotto il numero di effetti collaterali.

La scleroterapia può essere eseguita utilizzando uno scanner a ultrasuoni, quindi la procedura è chiamata echoscleroterapia. L'uso aggiuntivo dello scanner consente al medico di controllare completamente il movimento dell'ago nella vena e la distribuzione del farmaco.

Se il farmaco viene iniettato nella vena modificata sotto forma di micropene, la procedura si chiama scleroterapia a schiuma. A causa del contatto ravvicinato dei micropeni con le pareti venose, il metodo ha un'alta efficienza. Spostando il sangue dalla nave, i microfeni promuovono una più rapida adesione e una funzione di blocco.

Coagulazione laser endovasale o endovenosa.

Uno dei metodi moderni e meno traumatici per trattare le vene varicose sulle gambe. L'impatto del raggio laser sulla vena danneggiata viene effettuato in anestesia locale. I risultati sono evidenti un mese dopo la procedura. Il metodo è piuttosto costoso.

La terapia farmacologica delle vene varicose sulle gambe è ben integrata con i rimedi popolari, che non solo aumentano il tono e l'elasticità delle pareti venose, ma prevengono anche un ulteriore sviluppo della malattia. Le ricette della medicina tradizionale con uso regolare aiutano a curare i casi gravemente trascurati della malattia (ulcere della pelle, trombosi).

Prima di trattare, è importante identificare la causa della malattia, contattare un medico, non stringere e non aspettare complicazioni (ulcere cutanee, trombosi), iniziare il trattamento il più presto possibile, finché lo spessore delle vene sulla superficie supera i 5 mm ei nodi non sono più di 7 mm. Durante il corso della terapia, si raccomanda di indossare vestiti e scarpe che non ostacolino il movimento, di abbandonare lo sforzo fisico pesante e l'abitudine di vomitare le gambe.

Metodi moderni di trattamento chirurgico delle vene varicose

In assenza del risultato desiderato a causa del trattamento conservativo delle vene varicose, è necessario un intervento chirurgico. La chirurgia è un metodo radicale di cura di una malattia, durante la quale viene rimossa una vena alterata. Oggi è fatto in anestesia tumescente (anestesia locale da una miscela di anestetici naturali). I vantaggi del metodo sono che il paziente può lasciare la clinica due ore dopo l'operazione, non ci sono ematomi postoperatori, è più facilmente tollerabile, non c'è intossicazione, come durante l'operazione in anestesia generale.

Flebectomia: attraverso apposite punture, viene eseguita la rimozione delle vene malate per normalizzare il flusso sanguigno attraverso le vene profonde. La chirurgia in alcuni casi è preferibile alla scleroterapia. Tra i vantaggi, vi è un rapido recupero del paziente, piccole cicatrici e l'effetto ottenuto viene mantenuto per anni.

Short stripping - elimina solo la parte modificata della vena attraverso due piccoli tagli. Pre-determina la posizione e l'estensione della vena interessata. Con questo metodo, il tessuto molle del paziente non soffre, vi è un rapido recupero, l'assenza di dolore dopo l'operazione.

Dissezione endoscopica delle vene - con questo metodo, il medico inserisce un endoscopio nella vena interessata utilizzando una piccola dimensione, che dà l'opportunità di ottenere dati sullo stato interno della vena varicosa, la lunghezza dell'area interessata, nonché di controllare le sue azioni con precisione mentre taglia la sezione delle vene, riducendo al minimo la lesione.

Prevenzione delle vene varicose nelle gambe

  1. Restrizioni alla sauna, bagni caldi, lunga permanenza al sole (tutto ciò porta ad una diminuzione del tono venoso e del ristagno di sangue).
  2. Più attività motoria (corsa moderata, nuoto, camminata, aerobica in acqua, ciclismo, sci).
  3. Controlla il tuo peso.
  4. Rifiuto di vestiti stretti e aderenti e scarpe strette e anguste.
  5. Sbarazzati dell'abitudine di sedere "a piedi".
  6. Evitare la stitichezza (mangiare correttamente, seguire il regime di bere).
  7. Distribuire uniformemente il carico sulle gambe (non sedersi o sostare a lungo in una posizione).
  8. Doccia contraria e doccia fredda.
  9. Indossare biancheria intima da compressione per le persone a rischio (donne incinte, con predisposizione ereditaria, lavoratori che hanno un lavoro sedentario o il cui lavoro è associato a un grave sforzo fisico o alla necessità di passare tutto il giorno in piedi).
  10. Esercizio terapeutico

Durante il trattamento delle vene varicose, qualsiasi esercizio è vietato, solo per scopi di prevenzione.

Video: esercizi preventivi per le vene varicose.

Dieta per le vene varicose

  1. Limitare il cibo salato, piccante e affumicato.
  2. Rifiuto di alcol.
  3. Restrizione dei prodotti a base di carne
  4. Arricchendo la dieta con frutta e verdura fresca, prodotti che rinforzano le pareti dei vasi sanguigni (carote, olio d'oliva, noci, rosa selvatica, tè verde, chicchi di grano germogliato, legumi, cipolle verdi).
  5. Uso quotidiano di aceto di sidro di mele (per un bicchiere d'acqua 2 cucchiaini.).

Se ti trovi nei primi segni delle vene varicose, contatta immediatamente uno specialista. Le persone a rischio (coloro che hanno fattori predisponenti) e quelle con una predisposizione ereditaria alle vene varicose sono invitati a visitare un flebologo ogni due anni con un esame ecografico obbligatorio.

Come curare le vene varicose senza chirurgia

Trattamento delle vene varicose senza chirurgia - trattamento effettuato senza intervento chirurgico, disponibile solo nelle fasi iniziali della malattia. Uno stile di vita attivo e uno stress costante fanno sì che le gambe cadano in uno stato terribile, causando a una persona di soffrire di dolore costante. Varie tecniche sono utilizzate nelle cliniche, ma è il rifiuto dell'operazione che attrae le persone, rimanendo il più popolare.

Metodi di trattamento delle vene varicose senza chirurgia

L'intervento chirurgico ha sempre un effetto negativo sul corpo. Si ritiene che le vene varicose non siano così terribili, ma l'operazione colpisce ancora il sistema venoso, creando il potenziale pericolo della normale attività del corpo.

Se c'è un'opportunità, è meglio abbandonare le azioni categoriali e ricorrere ad altri metodi:

  1. Trattamento farmacologico;
  2. Terapia laser;
  3. scleroterapia;
  4. hirudotherapy;
  5. fitoterapia;
  6. Rimedi popolari.

Se sorgesse la domanda su come curare le vene varicose senza intervento chirurgico, dovresti prestare attenzione ad ogni metodo. Una descrizione dettagliata dirà al paziente come affrontare la malattia rifiutando l'ospedalizzazione. Quindi dovresti andare allo studio di informazioni importanti.

Trattamento farmacologico

Il trattamento farmacologico più attrae i pazienti. Promette una facile liberazione dalle vene varicose, ma non sempre è in grado di usarle. Un metodo simile è proposto dagli specialisti esclusivamente nelle prime fasi della malattia. Anche un piccolo ritardo peggiora seriamente la situazione, quindi devi usare altri metodi.

Se le vene varicose stanno appena iniziando a svilupparsi, puoi iniziare un ciclo di trattamento. Solitamente consiste in diradamento del sangue e vene rigeneranti. Attraverso di loro è possibile stabilire il corretto lavoro del corpo e ripristinare la bellezza originale.

Terapia laser

La terapia laser o la coagulazione laser è una procedura complessa utilizzata in alcune cliniche. È considerato uno dei più efficaci, ma l'alto costo respinge i pazienti. Sebbene la tecnica risponda inequivocabilmente alla domanda se le vene varicose possano essere curate senza chirurgia. La sua implementazione garantisce la completa liberazione dalle vene varicose per un periodo superiore a 5 anni.

La procedura richiederà diverse ore. Durante questo, attraverso una piccola fibra, uno specialista distrugge una parte delle vene al fine di rimuovere e fermare la malattia. Per questo, anestesia completa viene eseguita in anticipo, che protegge il paziente dalla sofferenza.

scleroterapia

La scleroterapia è una nuova tecnica unica. È usato nel momento in cui le vene varicose sono già parzialmente gonfie e è necessario un aiuto urgente. La linea di fondo è l'introduzione di una speciale sostanza adesiva sotto la pelle. Ciò consente di ripristinare lo stato del sistema e tornare al normale flusso sanguigno nel corpo umano.

Lo svantaggio della tecnica è la mancanza di garanzie per il ritorno della malattia. Il paziente riesce a liberarsi di pericolosi coaguli di sangue, ma il suo aspetto può essere danneggiato. Anche la riabilitazione è importante, obbligandoti a indossare la biancheria intima correttiva per un mese e poi regolarmente sottoporsi ad un esame da uno specialista.

hirudotherapy

L'irudoterapia è considerata un rimedio popolare obsoleto. È ancora usato in alcune cliniche, ma i pazienti raramente accettano il suo uso.

La ragione è lo strumento principale, che sono le sanguisughe. Sono specialmente attaccati alle aree danneggiate in modo da iniettare la sostanza, l'irudina. Attraverso di esso, il sangue viene rapidamente diluito, quindi la figura viene ripristinata.

Il rifiuto dell'irudoterapia è comprensibile, perché le persone non sono pronte a tali azioni indefinite. Sebbene i moderni farmaci utilizzati per le vene varicose, per la maggior parte si basano sulla stessa sostanza. Spesso è più vantaggioso usare un modo straordinario, dimostrato da secoli, piuttosto che cercare una soluzione semplice.

Medicina di erbe

Se la domanda rimane, come sbarazzarsi di vene varicose senza chirurgia, è anche possibile rivolgersi a fitoterapia. È usato non così spesso, ma si distingue chiaramente sullo sfondo di altri rimedi popolari. Di solito, viene scelta una farfara per preparare pomate e impacchi, ma viene sostituita con successo da bardana e preparati a base di erbe.

La preparazione dell'unguento richiede conoscenze speciali, ma le ricette sono libere di imparare. Solo l'esposizione non sempre dà un risultato positivo, poiché richiede precisione e pazienza. Questa tecnica viene utilizzata per mesi, richiedendo attenzione e sforzi quotidiani.

Per questo motivo, i pazienti di solito preferiscono altre opzioni, non cercando di credere nelle proprietà curative delle piante.

Rimedi popolari

Medicina di erbe - una piccola frazione della medicina tradizionale. Ufficialmente, i medici non riconoscono l'automedicazione, ma in alcuni casi rimane una necessità. L'uso di mezzi individuali, come l'assenzio, l'argilla o le patate, dà un effetto fantastico. I pazienti che hanno affrontato la malattia non dimenticano di parlare di questo.

I rimedi popolari per le vene varicose sono usati frequentemente. Con il loro aiuto, puoi facilmente affrontare il problema nelle fasi iniziali, quando non ci sono ancora danni gravi agli arti. In queste fasi, la decisione è facile, perché c'è l'opportunità di usare diversi unguenti e compresse sicuri, rifiutando anche i farmaci.

Quale metodo di trattamento scegliere?

I metodi di trattamento per le vene varicose senza chirurgia sono vari, ma la scelta finale è difficile da fare. Le cliniche usano metodi diversi, quindi devi sempre comunicare prima con specialisti. Anche se non saranno in grado di fare il confronto giusto. Quale consiglio può essere dato in tali situazioni?

  • Se hai bisogno della procedura più veloce, la scleroterapia è appropriata. Solo i siti di foratura rimarranno ancora brutti segni sulla pelle.
  • La coagulazione laser è considerata la più efficace. Dà risultati fantastici ed elimina ricadute fino a 5 anni.
  • L'irudoterapia è obsoleta, ma dovrebbe attirare l'attenzione. La completa assenza di effetti pericolosi e la facile guarigione delle ferite ha i suoi vantaggi.
  • Se i tempi delle procedure non sono così importanti, puoi fare riferimento ai rimedi popolari. Sono abbastanza efficaci, ma solo se usati correttamente e regolarmente.

Questi punti suggeriscono che è difficile definire una situazione definita. Numerose tecniche costringono i pazienti a impegnarsi in un confronto preliminare, che è l'unico modo affidabile per scegliere. Inoltre, è difficile trovare caratteristiche comuni nella pratica di grandi cliniche, dal momento che ogni specialista ha la propria visione del problema.

Quando è consigliabile rifiutare l'operazione?

La scelta dei metodi è anche direttamente correlata al grado di sviluppo della malattia. La varicosità si diffonde rapidamente, quindi non è sempre possibile abbandonare l'operazione. Senza di esso, sarà possibile affrontare il problema solo nelle fasi iniziali, quindi solo le istruzioni dello specialista daranno il quadro reale.

  • Lo stadio iniziale (la comparsa di tracce delle vene) si presta bene ai rimedi popolari e alle cure mediche.
  • Le vene dilatate dovrebbero essere trattate con scleroterapia o irudoterapia.
  • Il danno grave è suscettibile alla terapia laser.
  • La violazione dell'integrità della pelle viene eliminata chirurgicamente.

Rifiutare completamente l'intervento chirurgico non funzionerà. Di solito nelle fasi iniziali, nessuno va dal medico. Il futuro paziente nota la fatica e la difficoltà del movimento, ma non presta loro attenzione.

A questo punto, vale la pena contattare un medico che eseguirà un esame. Dopodiché, sarà possibile trovare il trattamento ottimale del corso, ma se aspetti qualche tempo, salverà solo una procedura seria.

In quali casi sono state minacciate le vene varicose?

Il trattamento delle vene varicose è un processo lungo e complicato. Questo è riconosciuto da ogni specialista che ha subito lesioni gravi nei suoi pazienti. Continuano a sostenere che la malattia deve essere prevenuta, sapendo in anticipo quando appare il rischio della sua insorgenza.

Quali ragioni possono portare a conseguenze simili?

  1. ereditarietà;
  2. professione;
  3. Ragioni personali

Non si può dire che una persona sia destinata a fronteggiare una malattia in anticipo. Sì, ci sono ragioni che sono praticamente indipendenti da esso, ma possono anche essere combattute con metodi preventivi. Una valutazione dettagliata di ciascun motivo fornirà suggerimenti utili alle persone.

eredità

C'è una predisposizione per le vene varicose. Quindi, i loro muri possono essere anelastici, quindi la vita dovrà affrontare molti problemi. Sapendo questo, non dovresti preoccuparti, perché puoi visitare regolarmente gli specialisti e assumere farmaci che eliminano questo problema.

A causa dell'ereditarietà, un minimo di pazienti ne soffre, quindi non preoccuparti. Altre ragioni sono molto peggiori e più pericolose, quindi dovrebbero essere considerate prima. La prevenzione non ha ancora danneggiato nessuno.

professione

In virtù della sua attività professionale, una persona può anche sperimentare vene varicose. La ragione di questo è il carico costante degli arti inferiori, che porta a una scorretta circolazione del sangue. Le congestioni si formano gradualmente, che in seguito si trasformano in grosse protuberanze.

Parrucchieri e chirurghi, venditori e promotori: tutti devono restare in piedi. In questi casi, è utile rilassare periodicamente i muscoli e rilassarsi bene nel tempo libero. Questo è l'unico modo per proteggersi dai problemi.

Ragioni personali

Le ragioni personali sono nascoste nei pazienti stessi. Spesso si trasformano in un problema che deve essere combattuto per molto tempo. È necessario conoscere questo al fine di preparare in anticipo per eventuali problemi. Quali sono i principali fattori che guidano lo sviluppo della malattia?

  • sovrappeso;
  • Malattie croniche degli organi interni;
  • Dieta sbagliata

Se le persone non vogliono avere a che fare con le vene varicose, dovranno badare a se stesse. Questa malattia progredisce rapidamente e provoca danni irreparabili alle navi. I problemi devono essere affrontati spesso, quindi non dimenticare di una prevenzione efficace.

Il trattamento delle vene varicose richiederà molto tempo. Richiederà sforzi titanici, poiché la malattia si diffonde con grande velocità. Quando non vuoi essere d'accordo con un'operazione, dovrai pensare in anticipo alla tua salute per identificare i sintomi nelle fasi iniziali e andare in clinica.

Metodi moderni per liberarsi delle vene varicose

Anche gli antichi medici (Ippocrate, Paracelso, Galeno) cercarono di curare le vene varicose. Per anni, i medici hanno cercato modi per combattere questa malattia. Ora i medici raccomandano i moderni metodi di trattamento delle vene varicose, che aiutano a migliorare le condizioni del paziente.

Moderni metodi di trattamento delle vene varicose

Ogni generazione di medici ha cercato di applicare metodi di trattamento sempre più nuovi. Alcuni medici preferiscono l'intervento chirurgico, alcuni preferiscono i farmaci. Recentemente, gli esperti stanno applicando sempre più nuovi metodi di trattamento che sono più efficienti ed efficaci di quelli tradizionali. Questi metodi di affrontare la malattia includono:

  1. Scleroterapia.
  2. Trattamento laser
  3. Ablazione con radiofrequenza delle vene dell'arto inferiore.
  4. Microphlebectomy.

Procedura di scleroterapia

Per sbarazzarsi delle vene varicose in vari modi. E uno di questi è il metodo di flebosclerosi da compressione.

Questo metodo si è dimostrato da molto tempo. Si basa sull'uso di droghe che, una volta iniettate in una vena, "incollano" dall'interno a causa dell'interazione dei componenti del farmaco con la parete vascolare. Come risultato di ciò, la vena viene spenta dal flusso sanguigno, mentre il flusso di sangue lungo di esso si arresta completamente. I farmaci usati per la scleroterapia sono altamente efficaci e hanno un basso grado di tossicità.

La procedura di scleroterapia dura da 30 a 40 minuti. In una vena varicosa, il medico esegue diverse iniezioni di un agente sclerosante. Il numero di procedure eseguite è determinato individualmente. In alcuni casi, sono richieste più di 3 procedure e l'intervallo di tempo tra loro deve essere di almeno una settimana.

Subito dopo aver eseguito la scleroterapia, si raccomanda di camminare per circa 30 minuti. Una fascia elastica viene applicata alla gamba, che viene rimossa non prima di 7 giorni dopo la procedura. Per le misure igieniche, la benda può essere rimossa, lavare delicatamente la gamba sotto la doccia, dopo di che dovrebbe essere bagnato con un asciugamano, mettere su una crema nutriente e poi ri-avvolto con una benda elastica. Prima di arrivare alla prossima sessione di scleroterapia, la benda deve essere rimossa entro 1,5 ore.

Dato che qualche tempo dopo questa procedura richiede l'uso di bende, ci sono alcune sfumature durante il periodo di riabilitazione. In primo luogo, in questo momento dovresti scegliere il più possibile scarpe e vestiti spaziosi in modo che il piede sia comodo. In secondo luogo, la scleroterapia è auspicabile da eseguire nella stagione fredda, in quanto indossare bende elastiche nel calore può essere scomodo.

Ci sono anche limitazioni mediche che devono essere considerate durante questo periodo. In particolare, entro 2 mesi dopo la scleroterapia, è necessario rifiutarsi di visitare la sauna, il bagno e anche di fare bagni caldi.

Le complicazioni dopo questa procedura si verificano raramente. Tra questi vi è la formazione di macchie di pigmento nel sito di iniezione, che passano da sole senza ulteriore trattamento. Ci può anche essere un evento delle vene del ragno, significante che il ri-trattamento è necessario.

Infine, vale la pena notare le controindicazioni a questa procedura. Non può essere eseguito con tromboflebiti, così come in presenza di disturbi emorragici.

Il corso di scleroterapia spesso dà un risultato positivo duraturo che può persistere per lunghi anni. Le indicazioni per questa procedura sono determinate dal medico dopo l'esame e l'esame dettagliato.

Trattamento delle vene varicose con un laser

Attraverso l'uso della tecnologia laser, il trattamento delle vene varicose può essere non solo rapido, efficace, ma anche indolore.

vantaggi:

  1. Innanzitutto, vale la pena notare la minima invasività di questo metodo di trattamento. L'esposizione al laser non fa tagli, e questo significa che non ci sono cicatrici o cicatrici.
  2. In secondo luogo, una persona non sperimenta sensazioni dolorose e la procedura stessa è ben tollerata dai pazienti, in molti casi c'è abbastanza anestesia locale. Vale anche la pena di notare la sua breve durata, pochi minuti sono sufficienti per l'esposizione al laser.
  3. Immediatamente dopo la procedura, non rimangono ematomi, quindi puoi parlare di un buon effetto cosmetico.
  4. Infine, il recupero dal trattamento laser richiede poco tempo.

Principio di funzionamento

Utilizzato per il trattamento del laser genera luce con una lunghezza d'onda specifica. Le cellule del sangue (o meglio l'emoglobina presente nei globuli rossi) assorbono questo spettro luminoso in modi diversi, molto dipende dal grado di saturazione di questi con l'ossigeno. Con il passaggio di un'onda leggera attraverso il sangue venoso (povero di ossigeno), si genera calore, a seguito del quale i vasi vengono assorbiti dall'interno. Ciò porta alla cessazione del flusso sanguigno attraverso la vena danneggiata e l'afflusso di sangue ai tessuti circostanti continua a causa della presenza di vasi collaterali e vene più profonde.

Come è il

La procedura consiste nella conduzione della coagulazione laser delle vene, che deve essere eseguita sotto il controllo degli ultrasuoni. Questo aiuterà a determinare la vena esatta necessaria per il trattamento, così come selezionare il tipo appropriato di trattamento laser.

Prima di effettuare tale trattamento delle vene varicose non è richiesto per eseguire un allenamento speciale. Prima viene eseguita l'anestesia locale, dopo di che viene eseguita una piccola puntura sotto il ginocchio del medico. Attraverso di esso, una guida di luce laser miniaturizzata viene inserita nella vena. Mentre questa fibra si muove lungo la vena, si coagula. Sulla punta della guida di luce laser c'è una lente in miniatura in diffusione, grazie alla quale le pareti delle venature vengono elaborate in modo uniforme.

Di norma, tale procedura non richiede più di 30 minuti. E quasi subito dopo, una persona può tornare alla sua solita vita.

Controindicazioni

La coagulazione laser non può essere eseguita in tutti i casi. Ci sono una serie di controindicazioni a questa procedura, possono essere suddivisi in generale e locale.

  • la presenza di comorbidità nella fase acuta;
  • trombofilia (quando c'è una tendenza a formare coaguli di sangue);
  • disturbi cronici nel rifornimento di sangue alle gambe.
  • - se nell'area di esposizione diretta al laser c'è infiammazione sulla pelle;
  • - le vene safene si sono notevolmente ingrandite.

Determinare le indicazioni e le controindicazioni per questa procedura aiuterà il medico dopo l'esame e l'esame preliminare.

Ablazione con radiofrequenza delle vene degli arti inferiori

Uno dei metodi moderni efficaci di lotta è l'ablazione con radiofrequenza. La sua essenza sta nell'uso delle onde a radiofrequenza. "Incollano" singolarmente le vene patologicamente cambiate e dilatate delle gambe.

Questa tecnica è relativamente "giovane". Recentemente ha iniziato ad essere usato per il trattamento di persone che soffrono di vene varicose. Il più delle volte è usato per le vene varicose dell'arto superiore.

Con l'uso professionale dell'ablazione nei pazienti si verifica un miglioramento significativo della condizione delle vene e talvolta si riduce il rischio di aggravamento della malattia.

Sviluppato questo metodo 10 anni fa. Oggi, in molti paesi, è diventato il trattamento principale per le vene varicose. L'ablazione più diffusa negli Stati Uniti e nell'Europa occidentale. Nei paesi della CSI, questo metodo viene utilizzato attivamente per non più di tre anni solo in cliniche di grandi dimensioni. Ciò è dovuto al fatto che per eseguire l'ablazione sono necessarie costose apparecchiature diagnostiche e operative, progettate specificamente per l'ablazione con radiofrequenza. Il problema sta nel fatto che la procedura può essere eseguita non da ogni medico, ma da uno specialista esperto.

La maggior parte dei ricercatori sostiene che l'ablazione a radiofrequenza delle vene è uno dei modi più efficaci per combattere le vene varicose. Tale opinione è espressa dai pazienti stessi. Inoltre, questa procedura è consentita per quasi tutte le persone affette dalla malattia.

Oltre ai suddetti vantaggi, la procedura ha un numero di punti positivi:

  1. L'ablazione non richiede il ricovero in ospedale.
  2. Viene eseguito in anestesia locale.
  3. Il processo è quasi indolore e senza spargimento di sangue.
  4. L'ablazione è adatta a persone di qualsiasi età.
  5. Può essere eseguito in qualsiasi momento.
  6. Il periodo postoperatorio non causa disagio nel paziente e non lo distrae dalla vita abituale.
  7. L'effetto è evidente quasi immediatamente.

Come ogni altra procedura medica, l'ablazione con radiofrequenza ha diverse controindicazioni:

  1. Non raccomandato durante la gravidanza e l'allattamento.
  2. Non può essere usato per l'aterosclerosi.
  3. L'ablazione non è auspicabile per la trombosi venosa acuta.
  4. I medici non sono invitati a eseguire la procedura per le malattie infiammatorie o infettive della pelle delle gambe.
  5. Non può essere usato in presenza di obesità grave.

La microflebectomia è un nuovo passo nel trattamento delle vene varicose

Non meno efficace modo di trattare le vene varicose è la microflebectomia (miniflessectomia). Questo è un intervento chirurgico in cui i medici rimuovono una vena che è affetta da vene varicose. Per questo, gli esperti fanno una piccola puntura nella pelle dell'arto. Questa operazione è attribuita a una serie di interventi minimamente invasivi.

Per effettuare una minifleobectomia del dottore io uso un gancio speciale. Viene iniettato sotto la pelle della gamba. Per fare questo, praticare un'incisione molto piccola. Piuttosto, sembra una specie di puntura. E attraverso di esso viene introdotto un gancio, con cui viene estratta la vena danneggiata dalle vene varicose. Successivamente, gli esperti lo attraversano e parti salutari della vena sono ricucite e restituite. Lo stesso schema viene eseguito per rimuovere tutte le vene danneggiate.

Gli esperti osservano che questo metodo di rimozione può portare agli ematomi nel luogo in cui si trovavano le vene varicose.

Ma entro due settimane iniziano a svanire. Per accelerare questo processo, utilizzare un unguento speciale. Dopo la riabilitazione, il sito della puntura è quasi inosservato. Possono rimanere cicatrici molto piccole che sono difficili da vedere ad occhio nudo.

Il principale vantaggio della miniflebectomia è l'alta efficienza. Inoltre, l'operazione ha un basso tasso di infortuni. Dopo la procedura, il paziente non ha restrizioni, quindi può condurre uno stile di vita abituale (e i carichi forti sono controindicati).

Dopo tale intervento, segue la riabilitazione. Una maglieria rigenerativa speciale viene messa su un arto dolente. Il termine delle sue calze dipende dal livello della malattia e dal numero di vene operate. Tutto questo è deciso dal medico dopo una diagnosi approfondita.

Articoli Su Varici