Linfostasi degli arti inferiori: tipi, cause, trattamento

La linfostasi degli arti inferiori è una patologia del tessuto adiposo sottocutaneo causata da un deflusso del fluido linfatico alterato. La linfa si accumula nel tessuto adiposo sottocutaneo, aumentando la tensione nei tessuti circostanti e rendendo il deflusso ancora più difficile. Ciò causa edema cronico, che porta alla fibrosi, ingrossamento dei tessuti.

tipi

Dall'apparenza è facile identificare il paziente con linfostasi. Le gambe si addensano alle caviglie, si gonfiano, la pelle delle gambe sembra tesa. Inizialmente, il gonfiore è temporaneo. Più tardi, gli edemi non scompaiono più, l'arto dolente sembra gonfio dal liquido accumulato. Per origine della malattia si distinguono:

  • Linfostasi congenita - causata da ipoplasia (ipoplasia) dei linfonodi o dei vasi sanguigni;
  • idiopatica (eziologia non chiarita) - con dilatazione, iperplasia dei vasi linfatici (LS), insufficienza valvolare del farmaco - Sindrome di Meige, sindrome di Milroy.

La malattia è acquisita nel corso della vita, è cronica o acuta. Le cause possono essere infiammatorie e non infiammatorie.

complicazioni

La linfostasi attraversa diverse fasi, accompagnata da complicazioni:

  • linfedema: si formano formazioni in massa di tessuti grossolanamente deformati che possono interessare vari sistemi di organi;
  • linfocele - il liquido si accumula nelle formazioni volumetriche del tessuto deformato, causando un'ulteriore distruzione del farmaco;
  • linforragia - l'integrità del farmaco si rompe, il liquido linfatico fuoriesce. Complicazioni pericolose infezioni secondarie, suppurazione;
  • "Elefantiasi" è la fase più pericolosa della malattia, caratterizzata dalla formazione di tessuto connettivo nel tessuto sottocutaneo, da focolai linfocele multipli, da deformità lorda degli arti (questo stadio della malattia deve essere distinto dall'angiodisplasia).

Complicazioni di linfostasi comprendono una profonda depressione in cui il paziente rimane. In molti casi, ci vuole uno psicologo professionista per riportare in vita una persona.

sintomi

Quali sono i segni di una malattia imminente dovrebbero essere allertati in primo luogo:

  • gonfiore dell'arto, non passando entro un mese;
  • aumento del gonfiore alla sera;
  • edema irregolare, si avvertono cuscinetti di edema in diverse parti della gamba;
  • dopo che la pressione rimane fossa;
  • l'edema può essere associato ad edema.

Sintomi di linfostasi primaria:

  • Sindrome di Mayge - la malattia è ereditata dal tratto recessivo, manifestato nelle donne, spesso in età adolescenziale;
  • Sindrome di Milroy - è ereditaria, l'edema simmetrico è evidente dalla nascita, può verificarsi successivamente nella seconda metà della vita; ci sono piccoli emangiomi sulla pelle;
  • insufficienza delle valvole del farmaco, debolezza diffusa della parete - l'edema si verifica nella seconda metà della vita;
  • idiopatico - appare senza apparente motivo, inaspettatamente, nelle donne sotto i 20 anni di età.

Sintomi di linfostasi secondaria:

Primo stadio

  • Sulla parte posteriore del piede, alle dita dei piedi, un leggero gonfiore appare sulle gambe. Sorge alla sera, dopo un riposo notturno, l'asimmetria dell'arto è del 15%. Edema indolore, localizzato in un posto per lungo tempo, per anni, senza causare molta preoccupazione;
  • la suola non cambia, si possono osservare i piedi piatti;
  • la pelle è liscia, facile da piegare;
  • quando si cammina, si può verificare una condizione prolungata, dolore sordo, pesantezza, dolore;
  • la pelle è pastosa, l'edema è morbido, dopo aver premuto c'è una fossa.

Nella prima fase, la funzione dell'arto non soffre.

Il secondo stadio (fibroderma)

L'edema non diminuisce completamente, l'asimmetria degli arti è del 30%.

  • C'è un gonfiore persistente;
  • la pelle non si piega, saldata al tessuto sottocutaneo;
  • i tessuti degli arti sono compatti;
  • La pelle sembra una buccia d'arancia.

Terzo stadio

Il processo di sigillamento dell'edema raggiunge la coscia. L'arto cambia forma, diventa sovrappeso. Sviluppo di osteoartrite deformante, movimento ancora più difficile. I disordini trofici si presentano nelle formazioni verrucose, ipercheratosi e iperpigmentazione cutanea si uniscono, si formano, si formano ulcere con la scadenza del liquido linfatico. Limitare l'asimmetria è fino al 50%.

Quarta tappa

In questa fase, il liquido riempie quasi tutte le cavità del corpo, si trova in quasi tutti gli organi del corpo. Questo stadio più difficile è chiamato elefantiatezza, l'asimmetria supera il 50%.

La linfostasi è spesso complicata da erisipela, che aumenta il gonfiore e le alterazioni patologiche nei tessuti, aumentando il rischio di linfosarcoma.

motivi

L'accumulo di liquidi può verificarsi a seguito del ristagno di sangue nei capillari venosi. La causa della malattia può essere una malattia ereditaria, una lesione ai farmaci, un'eccessiva formazione di linfa. Cause che violano il flusso del fluido linfatico:

  • cicatrici postoperatorie;
  • gonfiore;
  • cambiamenti nei linfonodi;
  • cambiamenti nei tessuti dopo la rimozione dei linfonodi;
  • insufficienza venosa con le vene varicose;
  • a seguito di radioterapia;
  • processi infiammatori nel tessuto adiposo sottocutaneo.

L'elefantiasi può essere causata da una infezione parassitaria. L'infezione da nematodi parassiti porta alla filariosi linfatica.

Le cause della linfostasi secondaria possono essere malattie cardiache, insufficienza renale. Lo stile di vita sedentario provoca la malattia, i pazienti "distesi" sono a rischio.

diagnostica

  • Ricerca di laboratorio;
  • Ultrasuoni venosi profondi - per escludere la trombosi;
  • linfoscintigrafia, linfografia - lo studio della pervietà dei farmaci;
  • esame radiografico;
  • tomografia computerizzata.

Oltre a consultare un flebologo e l'ecografia delle vene profonde, potrebbe essere necessaria un'ecografia pelvica. I dati richiesti per l'analisi clinica del sangue, analisi generale di urina e sangue.

trattamento

Terapia conservativa

  • farmacoterapia;
  • fisioterapia.

I principali metodi di trattamento - banding, compressione, - sono completati dal trattamento farmacologico.

Trattamento farmacologico: farmaci prescritti del gruppo benzopirone, cumarinici, farmaci flebotropici, diuretici, agenti antibatterici.

Unguenti e gel applicati localmente Venoruton, Actovegin, Troxevasin. Detralex, Anavenol, Troxevasin, Venoplant, Ginkor Fort, Glevenol, Rutoside sono prescritti per via orale.

hirudotherapy

Le sanguisughe migliorano il drenaggio linfatico migliorando la funzione di drenaggio linfatico delle vene.

l'esercizio fisico

  1. Sdraiarsi e sollevare le gambe, appoggiare i piedi contro il muro. Sdraiati per una posa del genere per 10-15 minuti.
  2. Nella stessa posizione, spremere e aprire le dita.
  3. Rimani in posa con le gambe sollevate, esegui i movimenti rotatori dei piedi.

Massaggio e terapia compressiva

Ai pazienti vengono prescritti massaggi hardware, drenaggio linfatico manuale speciale, ricorso al bendaggio con bende elastiche. Con la forte compressione dell'edema, la maglia non viene utilizzata. Nelle fasi iniziali della linfostasi congenita, vengono costantemente utilizzate calze compressive di 3 e 4 gradi di compressione. Il grado di compressione è determinato dal medico.

Trattamento chirurgico

Nelle fasi successive, al paziente viene prescritta un'operazione. L'intervento è finalizzato alla ricostruzione dei farmaci e alla riduzione dei volumi degli arti, per i quali viene eseguita l'escissione del tessuto sottocutaneo e della liposuzione.

  • Anastomosi linfatica - i farmaci sono colorati con blu di metilene. Quindi, la vena safena o il suo ramo con valvole conservate viene escreto. Uno speciale filo atraumatico sotto il controllo del microscopio viene utilizzato per pinzare i vasi. La vena viene pizzicata dal basso per creare una pressione zero e migliorare l'effetto di aspirazione.
  • Tunneling - utilizzando drenaggi elicoidali o protesi polimeriche, vengono creati canali attraverso i quali il fluido linfatico ritorna liberamente al tessuto sano dal corpo.

Rimedi popolari

Succo di verdura

I migliori rimedi per l'edema:

  • prezzemolo - 100 g contengono 1/3 della norma giornaliera di potassio;
  • sedano - il potassio in 100 g è circa 1/6 della norma;
  • cetriolo - contenente anche molto potassio.

cicoria

Bere 4-5 tazze di cicoria al giorno, aggiungendo un pizzico di zenzero.

Tè alle foglie di mirtillo

Bere una foglia di mirtillo rosso fermentato (1 cucchiaio L.) infuso in un thermos per un'ora diverse volte al giorno. Il miele è aggiunto a piacere.

Controindicazioni

  • Bagno, sauna, riscaldamento;
  • scottature;
  • ustioni;
  • violazione dell'integrità della pelle - eventuali tagli, ferite, graffi.

prospettiva

La mancanza di trattamento porta ad un aumento della linfostasi, inclusa la disabilità. I moderni metodi medici possono ottenere una significativa riduzione dell'edema e della stabilizzazione del paziente.

Perché la linfa scorre dalle gambe e cosa fare?

Il sistema linfatico umano è attivamente coinvolto nel metabolismo, previene l'ingresso di infezioni nel corpo, rimuove le sostanze nocive da cellule e tessuti. Violazioni e guasti del sistema in esame portano alla formazione di edema, ulcere e danni alla pelle. Dalla parte malata del corpo c'è un liquido (ventosa), che i medici chiamano linfa. La patologia non può essere ignorata - il trattamento non richiede molto tempo.

Possibili cause

Per prevenire la patologia, è necessario capire perché i flussi linfatici. I principali fattori che causano un problema simile includono:

  • infezione del sangue - danno insufficiente, tagli alle gambe e alle braccia portano all'infezione;
  • cattiva ecologia - la qualità dell'ambiente si riflette anche nel sistema di circolazione linfatica;
  • malattie di vasi sanguigni, pelle;
  • cattive abitudini: fumo di tabacco, nicotina, alcol influenzano negativamente la salute;
  • condizioni di lavoro difficili;
  • lesioni meccaniche;
  • esercizio eccessivo, estenuante;
  • malattie cardiache.

Anche il sangue dell'area danneggiata viene espulso a causa della procedura chirurgica. Se la linfa scorre in abbondanza, trasuda le ferite, le gambe gonfie, dovresti cercare immediatamente un aiuto medico.

Linforrea e linfostasi

Linfedema (linfostasi) - una malattia che si verifica a causa di fallimenti nel sistema linfatico. Il sangue viene gradualmente raccolto nei tessuti e nei muscoli delle gambe, il che porta a un cambiamento nell'aspetto dell'arto colpito. La malattia deve essere trattata il più presto possibile: nella fase avanzata c'è il rischio di diventare disabili, la gamba perderà la funzione motoria nel tempo. Tra le cause della linfostasi ci sono:

  • in sovrappeso;
  • chirurgia del seno (mastectomia);
  • disordini metabolici;
  • malattie dei vasi sanguigni delle gambe;
  • invasioni infettive.

Il danno ai vasi linfatici porta alla linforrena. La patologia è caratterizzata da un'abbondante secrezione di sangue, il fluido scorre dall'area danneggiata, entra negli organi interni. La linforrea appare a causa di interventi chirurgici, lesioni, danni agli arti.

Sintomi della secrezione linfatica

Il nodulo, che scorre dall'arto ferito, viene confuso con il pus. Per determinare la secrezione linfatica dalla ferita, prestare attenzione alle seguenti manifestazioni:

  • gonfiore e piaghe dei piedi;
  • dolore al sito di lesione;
  • deterioramento della funzione motoria dei giunti;
  • sul sito dove viene secreta la linfa, la pelle si arrossa;
  • il paziente avverte stanchezza costante, letargia.

Distingua pus dall'icore per il colore del liquido escreto. La linfa è incolore, con liquido pus sarà di colore giallo (giallo-verde).

diagnostica

Varie procedure diagnostiche aiuteranno a determinare le cause della secrezione linfatica da una ferita. I flebologi raccomandano i seguenti tipi di esami medici:

  • Esame ad ultrasuoni dei vasi sanguigni (per prevenire la trombosi);
  • linfografia;
  • limfostsintografiya;
  • esame radiografico;
  • fare una puntura sulla zona della gamba ferita per esaminare la composizione della linfa secreta.

Dopo aver esaminato i risultati diagnostici, il medico selezionerà il corso corretto del trattamento. Se la linfa della ferita viene rilasciata a causa di varie malattie, deve essere trattata la patologia principale.

linfografia

Metodo di ricerca che consente di identificare con precisione le violazioni nel sistema di circolazione linfatica. L'essenza della procedura è l'introduzione nel corpo umano di un farmaco speciale (mezzo di contrasto), che consentirà di monitorare il flusso di linfa dovuto alle immagini radiografiche. Il metodo è popolare nel rilevare il cancro.

linfoscintigrafia

Ti permette di esplorare le condizioni generali del sistema linfatico. Sulla base dei risultati del metodo diagnostico, viene giudicata la negligenza del processo patologico. La procedura viene eseguita inserendo i marcatori di radionuclidi nella copertura sottocutanea dei piedi. Un agente di contrasto viene iniettato in entrambe le gambe del paziente, il che permetterà di confrontare la composizione della linfa.

Doplerografia vascolare

Il metodo consente di tracciare il deflusso di sangue nei vasi venosi. Con l'aiuto della dopplerografia, vengono identificate varie patologie associate al restringimento del lume delle pareti delle arterie, delle vene e della formazione di placche di colesterolo sulle loro pareti. La procedura viene eseguita se esposta agli ultrasuoni, in modo simile all'esame ecografico.

La doplerografia vascolare è un metodo diagnostico informativo e innocuo, che viene effettuato durante l'isolamento del sangue del verme.

Altri test

La risonanza magnetica è necessaria per rilevare i disturbi linfatici. Il metodo consente di tracciare il flusso della linfa, non ha un effetto collaterale sul corpo umano.

È necessario un esame del sangue biochimico per determinare l'indicatore delle proteine ​​e degli enzimi epatici. Inoltre, quando la linfa scorre da una ferita, viene eseguito un test generale delle urine. Tutti questi metodi diagnostici aiuteranno nella scelta di un metodo terapeutico.

Metodi di trattamento

Quando la linfa della zona danneggiata viene abbondantemente liberata, sorge la domanda di ospedalizzazione. In caso di rifiuto dal regime stazionario, sono trattati a casa, ma questo dovrebbe essere fatto sotto la supervisione di un medico esperto.

Al paziente durante il trattamento è vietato mangiare pasti salati e liquidi.

Come fermare il sangue?

Se il flusso linfatico è accompagnato da grave disagio, la ferita deve essere trattata con perossido di idrogeno usando un pezzo di cotone idrofilo. In caso di flusso abbondante, i medici raccomandano le seguenti procedure mediche:

  • trattamento dell'area danneggiata con una soluzione di manganese;
  • fasciatura della ferita con una benda elastica;
  • tieni le gambe sopra il corpo, in posizione seduta.

Nei casi più gravi, è impossibile fare a meno dell'operazione e assumere farmaci. Durante l'abbondante scarico di icore, una persona dovrebbe riposare le gambe, camminare di meno.

Con ulcere trofiche

Considerata patologia della pelle degli arti inferiori appare a causa di vene varicose. L'espansione delle vene nelle gambe è accompagnata dal rilascio di linfa e pus con un caratteristico odore sgradevole. In una tale situazione, è importante impedire ai germi di penetrare attraverso la ferita.

Per il trattamento utilizzare il farmaco, che registrerà il medico.

Terapia farmacologica

L'assunzione di farmaci per la secrezione linfatica dipende dalle cause del processo patologico. "Cardiomagnyl", "Atoris" è usato nelle malattie cardiovascolari. Per rimuovere efficacemente il gonfiore, sono prescritti i diuretici. Un rimedio efficace per il problema sarà il farmaco "Flebodia 600". Ci sono molti farmaci lubrificanti che possono aiutare a fermare il rilascio di sangue da una ferita.

fisioterapia

Miglioreranno la circolazione linfatica, restituiranno il tono ai muscoli delle gambe per molti anni. I seguenti trattamenti benessere sono prescritti:

  • terapia magnetica;
  • idromassaggio;
  • terapia laser;
  • drenaggio linfatico.

Trattamento con decotti e infusi

I metodi non convenzionali di trattare con la patologia aiuteranno a fermare il rilascio di liquido dalle gambe durante le ferite.

Tra le varietà di ricette della medicina tradizionale, le seguenti si sono dimostrate efficaci:

  • infusione di tarassaco - preparato con l'aggiunta di 1 cucchiaio. fiori schiacciati in 500 ml di acqua bollente. I mezzi insistono 2-3 ore, quindi bevono prima di colazione. Dalla tintura fare lozioni, metterle sulla zona danneggiata;
  • un impacco di miele e aglio - 2 spicchi di verdure e 1 cucchiaino. mix di prodotti a base di ape. Lo strumento risultante viene applicato al punto dolente con un pezzo di stoffa, una garza;
  • succo di melograno appena spremuto - tutti i giorni bevono a stomaco vuoto finché l'icore non smette di uscire dalle loro gambe.

Cibo salutare

Per il recupero del corpo, gli alimenti salati sono completamente esclusi dal menu del paziente. Il cibo si basa sul consumo di piatti ricchi di proteine ​​animali e vegetali, aminoacidi. Panna acida, uova, latte, carne magra, pesce, ricotta, frutta, verdura, fagioli - i prodotti più utili in una situazione in cui la linfa scorre dalla ferita.

Trattamento a compressione e kinesioterapia

La biancheria intima a compressione è indossata sia per prevenire disturbi del sistema linfatico, sia per fermare il processo patologico. La maglieria speciale migliorerà la circolazione sanguigna e normalizzerà il flusso della linfa.

La kinesiterapia è un nuovo metodo fisioterapico, usato per trattare varie patologie. Per prevenire il flusso di icore dai piedi, massaggiare, drenaggio linfatico. Le procedure rimuoveranno il gonfiore, rafforzeranno le pareti dei vasi sanguigni.

lymphomassage

Il linfomassaggio manuale ed apparato degli arti inferiori è utile per migliorare il funzionamento del sistema di circolazione linfatica. La procedura rafforza il sistema immunitario, rimuove i veleni dal corpo, migliora il metabolismo. 10-12 massaggi sono sufficienti per prevenire lo scarico dalla ferita.

Il massaggio linfodrenante con abbondante flusso linfatico delle gambe è controindicato per le donne incinte e le persone che soffrono di malattie croniche della pelle, dei reni e del fegato. Il tipo manuale di manipolazione viene eseguito in modo indipendente a casa, l'hardware è fatto nei saloni di bellezza.

Cos'è la linforrena e come rendere efficace il trattamento

La linforrea è una condizione patologica che si verifica a causa di danni all'integrità dei vasi linfatici. Di conseguenza, il fluido linfoide scorre liberamente dalla ferita aperta all'esterno o nella cavità di un particolare organo. La portata può essere molto diversa, dipende dalla natura del danno e dalla dimensione della struttura interessata.

motivi

Diversi fattori possono provocare lo sviluppo di imparai, tuttavia, il più delle volte l'innesco di questo problema è una violazione dell'evacuazione del fluido linfatico. Di regola, la malattia si verifica a causa di:

  1. Ambulatori.
  2. Eseguire alcune manipolazioni mediche.
  3. Le ferite smussano la natura.

Quest'ultima causa contribuisce allo sviluppo di imparai estremamente rari. Inoltre, la malattia a volte diventa il risultato di una rottura spontanea dei vasi linfatici. Ciò accade se un paziente soffre di linfangiomatosi, cisti di strutture linfatiche, linfoma o linfangiectasie.

Quadro clinico

Quando si verifica la linforrene, i sintomi dipendono dal grado di danneggiamento dei vasi linfatici. Se si sviluppa in una ferita postoperatoria, allora c'è un alto rischio di attaccare un'infezione, dal momento che il sito di dissezione è costantemente bagnato.

Nei casi in cui la linfora è caratterizzata dal deflusso di fluido in una cavità, il paziente sviluppa sintomi di irritazione di alcune strutture, ad esempio il peritoneo, la pleura e il pericardio.

A seconda del luogo di accumulo del liquido linfatico secreto, la linfora è suddivisa nei seguenti tipi:

  • Chilotorace - caratterizzato dall'accumulo di fluido linfoide nella cavità pleurica.
  • Chyluria - si verifica quando la linfa della vescica è piena di linfa, la scarica diventa lattiginosa.
  • Chiloperitoneo: si sviluppa quando il fluido linfoide scorre nella cavità addominale.
  • Hiloperikard - hiloreya si accumula nella cavità pericardica.
  • Seroma - accumulo di liquido nello spazio interstiziale quando viene applicato un trauma contusivo.

Se il fluido scorre da una ferita aperta, è quasi incolore. Di norma, tale manifestazione può durare da 3 a 10 giorni. Con lo sviluppo della linforrena, i pazienti mostrano segni di esaurimento, una netta diminuzione del numero di linfociti è notato nel sangue.

Con l'accumulo di linfa nella cavità intestinale, ci sono segni di malassorbimento, la diarrea può anche disturbare. Con lo sviluppo di imparai, il corpo del paziente perde rapidamente una grande quantità di sostanze nutritive.

diagnostica

Per identificare lo specialista imparai prende in considerazione le condizioni del paziente, i suoi reclami. Inoltre, vengono eseguiti i seguenti metodi diagnostici:

  1. Esame a raggi X.
  2. Paracentesi.
  3. Linfografia.
  4. Puntura della cavità, in cui probabilmente si accumula la chilorea: pericardio, peritoneo, pleura.

trattamento

Per eliminare le manifestazioni di imparai si possono usare metodi conservativi e chirurgici. Ciò che è efficace dipende dal grado di progressione della malattia e dalla sua localizzazione.

Quando il flusso linfatico esterno dalle estremità mostra l'uso di bende strette. Se non è possibile imporlo su determinati punti o è inefficace, si può usare un tamponamento della ferita per trattare imparai.

Inoltre, per il periodo di trattamento di imparai al paziente è vietato utilizzare qualsiasi prodotto che contenga almeno la minima quantità di grasso, poiché questa sostanza aumenta significativamente la produzione di fluido linfoide.

Inoltre, la rimozione di imparai è eseguita con successo dalla scleroterapia delle aree interessate con la soluzione di tetraciclina, un risultato positivo può essere ottenuto con l'aiuto delle installazioni di doxiciclina. In tali situazioni, il recupero si è verificato dopo 2-4 giorni.

Con l'accumulo di hilorei nella cavità toracica, il paziente viene trasferito all'alimentazione attraverso una sonda. Per facilitare le condizioni del paziente in questa forma di patologia, vengono eseguite le punture della cavità pleurica. In assenza di dinamiche positive, viene presa la decisione di bendare il dotto toracico usando un'altra operazione. Trattamento simile della linforrea viene eseguito con chiloperitoneo, hiloperikard.

Se il trattamento conservativo della linfonite non porta il risultato desiderato, provare ad eliminare la patologia con un intervento chirurgico. I metodi più comunemente usati sono:

  • Sclerosamento di strutture danneggiate.
  • Legatura.
  • Impostazione di anastomosi.

Tali interventi per eliminare imparai vengono effettuati in condizioni di istituzioni mediche specializzate, in quanto richiedono determinate attrezzature, microscopi.

Nei casi in cui la linforragia è progredita in modo significativo e nessun metodo aiuta a farvi fronte, il tamponamento viene utilizzato per tagliare il dotto con il tessuto muscolare. Questo approccio viene solitamente utilizzato in caso di danni ai vasi linfatici del torace.

Recentemente, moderni medici specialisti hanno praticato con successo l'uso di preparati di somatotropina per combattere la patologia. L'effetto positivo è spiegato dal fatto che questi farmaci fermano o riducono la produzione di linfa, che porta ad una fermata del suo scarico dai siti di danno all'integrità dei vasi sanguigni.

Per prevenire l'insorgenza della malattia, dovresti seguire tutte le prescrizioni del medico, non trascurare la terapia fisica dopo l'intervento. È inoltre necessario evitare infortuni e trattare prontamente violazioni dell'evacuazione del fluido linfoide.

La linforrea è una malattia grave che provoca danni significativi al corpo umano. Pertanto, vale la pena promuoverne la prevenzione.

Limorrea negli arti inferiori: segni, cause, trattamento

Linfodema (linfostasi, linfora) - una deviazione dal normale tessuto adiposo sottocutaneo.

A causa del drenaggio linfatico compromesso dai tessuti.

Accumulare il fluido linfatico, moltiplicando la tensione nei tessuti che lo circondano, complica ulteriormente il deflusso.

Di conseguenza, si forma un edema cronico, che porta alla fibrosi e all'aumento della massa muscolare. Linforrea negli arti inferiori, cosa provoca questa malattia e come trattare questa malattia?

Cause della linforrena

La malattia può manifestarsi in pazienti affetti da tali malattie come:

  • Rene o malattie cardiache
  • In caso di sistema linfatico insufficientemente sviluppato o se ci sono delle deviazioni in esso.
  • Con ristagno di sangue nelle vene o nei capillari
  • eredità

Cause di alterazione della produzione linfatica:

  • Cicatrici dopo l'intervento
  • Anomalie patologiche nei linfonodi
  • Insufficienza venosa
  • Conseguenza della radioterapia
  • Infiammazione del tessuto adiposo

La predisposizione alla malattia può essere scatenata da un'infezione parassitaria del sistema linfatico. L'infezione da nematodi parassiti (vermi) porta il sistema linfatico alla filariosi linfoide.

Le cause alla radice della linfostasi secondaria possono essere la cardiopatia e l'insufficienza renale (inferiorità).

Lo stile di vita sedentario provoca indisposizione, il team di rischio include pazienti costretti a letto. Se all'improvviso hai trovato qualcosa di simile sul tuo corpo, dovresti assolutamente consultare un medico per un consiglio e, possibilmente, un esame.

L'ultima fase della linfostasi degli arti inferiori non può essere curata con metodi chirurgici, in questo caso sarà necessario un approccio medico al problema. La fase iniziale è facile da trattare, la cosa principale è rilevare la malattia in modo tempestivo ed esaminarne la natura.

Identificare un paziente con linfostasi, è possibile in apparenza. Le gambe nella zona della caviglia si addensano, si gonfiano, la pelle sembra tesa. In primo luogo, i tumori sono transitori a breve termine.

Più tardi, il gonfiore non diminuisce più, la gamba malata sembra gonfia a causa del fluido accumulato. Secondo l'origine della malattia varia da:

  • Congenita (primaria)
  • Trovato (secondario)

La forma iniziale di linfostasi è più spesso causata da uno sviluppo incompleto del sistema linfatico, meno comunemente associato a pesantezza del tessuto e costrizioni amniotiche, che comprimono i linfonodi superficiali.

Ci sono episodi e forme ereditarie, compaiono contemporaneamente in alcuni membri della famiglia (malattia di Milroy).

Difetti (difetti) della formazione di vasi linfatici sono anatomicamente formati da ipoplasia, ectasia e aplasia.

Un gruppo più ampio comprende pazienti con malattia acquisita (secondaria). I motivi che hanno portato a una violazione del drenaggio linfatico degli arti possono essere:

  • Gonfiore dei tessuti molli
  • Cicatrici lasciate dopo l'intervento chirurgico
  • Processi specifici nei linfonodi
  • Cambiamenti nell'area della rimozione dei linfonodi
  • Effetti della radioterapia
  • Nei linfonodi e nei vasi
  • Integro della pelle
  • Tessuto adiposo

La linforrea secondaria degli arti inferiori viene diagnosticata in caso di insufficienza renale o cardiaca, se i vasi linfatici e / o i capillari non sono in grado di assicurare il deflusso del fluido in eccesso dal tessuto.

Quadro clinico

All'inizio della malattia, nel paziente si forma la linfostasi transitoria, appena visibile, che a sua volta può scomparire. Si verifica un piccolo gonfiore lievemente evidente a cui il paziente viene rapidamente abituato.

Se, in questo momento, non viene intrapresa alcuna azione, la natura di imparai e ulteriori azioni terapeutiche non viene identificata, la malattia progredirà ulteriormente.

Nel processo di sviluppo, passeranno una serie di fasi con segni patologici e medici caratteristici.

Stadi di sviluppo di lymphoritis degli arti inferiori

Il linfodema è osservato in circa il 10% di tutte le persone che vivono sul pianeta. È caratterizzato da un drenaggio ritardato del fluido linfatico nel tessuto sottocutaneo, alterata circolazione linfatica.

La linforrea si forma negli arti inferiori durante l'oncologia fino alla manifestazione dell'elefantiasi, quindi il paziente è atteso da una disabilità. Passa attraverso diverse fasi di sviluppo.

Linfedema di fase

Differisce nella formazione di edema su:

  • caviglia
  • Parte posteriore del piede
  • Le basi delle dita

Edema indolore, morbido, scompare se stesso dopo uno stato di riposo dopo un certo periodo di tempo. Sulla pelle attorno al gonfiore possono formare pieghe. In questa fase, la malattia si sviluppa lentamente.

Ma può anche influenzare altri sistemi del corpo vitale. Allo stesso tempo, i prodotti di decadimento si accumulano nelle zone intercellulari, a causa delle quali la caviglia e / o le dita dei piedi si gonfiano nel malato.

Fase di Fibredema

La linforrea in oncologia al secondo stadio di sviluppo è caratterizzata da processi irreversibili. L'edema si diffonde, colpisce le gambe prossimali, diventando massiccio e permanente.

Indipendentemente non passa anche dopo un lungo periodo di riposo del paziente. La pelle nell'area dell'edema nella piega non è più possibile. Le capacità fisiche dell'arto si deteriorano, le dimensioni aumentano.

Fase elefantiaca

Il gonfiore rimosso non è possibile. La gamba dolorante è deformata. La pigmentazione della pelle appare, i tumori verrucosi, ipercheratosi si formano.

La malattia è aggravata dalla comparsa di crepe o ulcere, accompagnata da abbondante linforrena. La differenza di dimensioni tra gli arti è significativa: circa 40 cm a volte è più grande.

Cambiamenti patologici nello sviluppo di imparai

Il quadro clinico dal punto di vista di un processo di sviluppo anormale in tre fasi è il seguente:

Processi reversibili

Con la progressione della malattia, l'edema dell'arto diventa chiaramente visibile. La dimensione al mattino è più piccola, ma la sera aumenta di nuovo.

Linfostasi - un quadro clinico

In questa fase, il paziente cerca raramente aiuto, e il trattamento della linforite dell'arto inferiore viene eseguito indipendentemente dal metodo di bendaggio, una rete di iodio o usando rimedi popolari.

Un tale approccio alla terapia è errato ed è irto di gravi conseguenze.

È necessario contattare immediatamente un flebologo (chirurgo vascolare) per assistenza medica qualificata. Con l'ausilio della compressione elastica (compressione) e del rigonfiamento venotonico dell'arto si può guarire completamente.

In questa fase della linfostasi, i tessuti connettivi non crescono, pertanto un trattamento tempestivo può fermare il processo progressivo di formazione:

  • Massaggio delle mani linfatico
  • Compressione pneumatica di edema
  • Maglieria a compressione

Questo approccio integrato fornirà la capacità di controllare l'aumento della linfostasi.

Processi irreversibili

È considerato uno stadio più avanzato della formazione di linfostasi. La pelle si indurisce con l'inizio della crescita del tessuto connettivo.

L'edema non è più mite. Quando si preme un dito sul gonfiore rimane una fossetta. La pelle ben tesa si sente già.

Dolore, tensione della pelle, indurimento di edema - questa è già una seria scusa per il trattamento dei medici per il trattamento urgente. Inoltre, in questa fase, il trattamento della linforrena sulla gamba è già abbastanza complicato, richiedendo uno sforzo considerevole sia dal paziente che dal flebologo.

I metodi utilizzati sono diversi a seconda del grado di incuria e del tasso di progressione. Ma con uno stato d'animo positivo e determinazione - c'è una possibilità di far fronte alla malattia.

Cisti di fibrosi

L'arto infine perde le sue linee e contorni a causa della rapida crescita dei tessuti connettivi. Arriva lo stadio dell'elefante: l'ultimo stadio della formazione di linfostasi.

Il paziente ha limitazioni nel movimento a causa della ponderazione dell'arto.

Sintomi che richiedono una visita medica

I seguenti segni di manifestazione di questa terribile malattia sono semplicemente obbligati ad allertare il paziente e costringerlo a sottoporsi all'esame di un chirurgo vascolare:

  • Gonfiore della gamba, non cadere indietro per 4 settimane
  • L'edema aumenta con la sera
  • Gli edemi appaiono irregolarmente visibili o palpabili in diversi siti.
  • Dopo aver cliccato su di loro, le dita rimangono pozzi caratteristici
  • Erisipela concomitante

diagnostica

Oltre alle lamentele del paziente, alla storia medica, ai sintomi medici e ai test di laboratorio, la diagnosi finale è in grado di confermare o negare la linfografia diretta.

Questo studio visualizza la via di estrazione della linfa dalle lesioni dell'arto e gli ostacoli al loro deflusso negli stadi secondari della linfostasi.

Linfografia diretta

  • Al paziente viene data l'anestesia locale.
  • Circa un quarto d'ora prima dello studio, 2 ml di pigmento linfotropico di colore blu vengono iniettati nella zona interdigitale.
  • Viene praticata un'incisione in mezzo alle ossa metatarsali di circa 2 cm.
  • Tessuto sottocutaneo ispezionato visivamente per l'individuazione di vasi linfatici tinti di blu
  • Una sostanza diametralmente opposta solubile in acqua è introdotta in loro.
  • Dopo la procedura, viene eseguita una radiografia.

Esame clinico

Oltre alla linfografia diretta, viene mostrato il paziente:

  • Consultazione con un flebologo (chirurgo vascolare)
  • Ultrasuoni delle gambe
  • Esame del sangue biochimico e medico
  • Ultrasuoni: addome e / o piccola pelvi
  • Analisi generale delle urine (urina)

Se il medico curante ha sospetti di malattie sistemiche o concomitanti, altri specialisti vengono presi anche per l'esame.

Esame di laboratorio

  • Tomografia computerizzata
  • Esame ecografico di grandi vene - per escludere la trombosi
  • Esame radiologico
  • Linfoscintigrafia - studio della pervietà del sistema linfatico

Trattamento della linforrena

Pazienti con una diagnosi di linforrenia degli arti inferiori, il trattamento è prescritto per tutta la vita e deve essere accettato. Per rinviare la terapia, le misure preventive per dopo sono impossibili - la malattia progredisce rapidamente.

Dopo la diagnosi, il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente.

Nelle prime fasi della formazione di linfostasi, vengono usati metodi conservativi:

  • Drenaggio linfatico manuale (manuale)
  • L'uso di droghe mediche
  • Terapia di compressione
  • Esercizi terapeutici
  • Cura della pelle

Medicazioni mediche

I medici nel trattamento dell'edema degli arti inferiori prescrivono un paziente che è malato di prendere il benzopirone:

Oltre al suddetto paziente, vengono prescritti farmaci antifungini e antibiotici.

Drenaggio manuale

Il corso di questa terapia consiste nell'utilizzare uno speciale massaggio stimolante per ridurre i linfonodi.

  • Gli esercizi vengono eseguiti nella direzione del drenaggio linfatico, mentre il paziente deve sdraiarsi.
  • La durata dei corsi di massaggio è di circa 20 sessioni in 6 mesi.
  • Durata della procedura - 40 minuti, può essere continuato fino ad un'ora.
  • Il linfomassaggio è controindicato nella trombosi venosa acuta e nelle malattie infettive.

Bendaggio a compressione

Efficace dopo il drenaggio linfatico.

La compressione (compressione) fornirà una bassa pressione durante il riposo e, al contrario, un'alta pressione durante il movimento.

Inoltre, le medicazioni compressive proteggono la lesione, migliorando l'efficienza della pompa della gamba inferiore della pompa.

Successivamente, al paziente viene assegnato uno speciale indumento di compressione con un elevato rapporto di compressione. Dovrebbe essere indossato, non decollare tutto il giorno. Cambiare la biancheria dovrebbe essere tre volte durante l'anno.

fisioterapia

L'essenza di questo metodo di trattamento è di migliorare il tono dei capillari, per ridurre la stagnazione - questo nel complesso ridurrà la formazione di linfa. Trattamenti importanti per la fisioterapia:

  • Compressione pneumatica variabile
  • Elettrostimolazione dei vasi linfatici
  • crioterapia
  • Trattamento della linforrena degli arti inferiori con un laser

Intervento chirurgico

Eseguito nelle fasi avanzate della malattia, quando la terapia conservativa non ha più effetto:

  • Con l'elefanimità
  • manifestazioni Erysipelatous
  • infiammazione
  • Con follicolite
  • micosi
  • papillomatosis

Metodi tradizionali di terapia

Nel trattamento della gamba limforei, puoi anche usare metodi naturali. Ci sono molte ricette che aiutano a normalizzare la rimozione della linfa, ad alleviare il gonfiore nei tessuti molli, le sensazioni di dolore. Ecco i più semplici, efficaci e convenienti:

  • Le violazioni del deflusso linfatico possono essere trattate con infusione di piantaggine. Per fare questo, le foglie fresche sono schiacciate Versare acqua la sera al ritmo di 2: 500. Al mattino, bere mezzo bicchiere di infuso, il resto - per tutto il giorno. La sera, preparane uno nuovo.
  • Rimuovere il gonfiore e stabilizzare il deflusso della linfa aiuterà il decotto di tarassaco. Per fare questo, fai bollire mezzo litro d'acqua, versa dentro un cucchiaio di piante frantumate e fai bollire a fuoco lento per altri 5 minuti. Brodo bere un bicchiere al mattino prima dei pasti. La notte dei fondi rimanenti fanno lozioni.
  • Migliorare la produzione di linfa e decotti di piante contenenti vitamina P, C. Dovrebbero essere assunti trenta minuti prima dei pasti. Questi sono: mirtilli (frutti), cornioli, cenere di montagna, rosa selvatica, ribes nero (e bacche e foglie).
  • È molto utile per questi pazienti bere succo di barbabietola o melograno appena spremuto.

Queste sono solo alcune ricette che potrebbero non essere curate, ma aiuteranno significativamente in combinazione con la terapia conservativa.

Infatti, il trattamento della linfostasi degli arti inferiori con i rimedi popolari comporta l'uso non solo di decotti e infusi, ci sono molti metodi per avvolgere argilla, bagni, lozioni, irudoterapia e anche molti modi per normalizzare il drenaggio linfatico e ridurre l'edema. Come curare la linfostasi a casa viene presentato nel video:

Misure preventive

Lo scopo delle azioni preventive è prevenire le imminenti violazioni del sistema linfatico. Pertanto, gli aspetti significativi sono:

  • Igiene personale del paziente
  • Prevenire ferite, tagli, lividi
  • Idratazione periodica della pelle
  • I pazienti con linfodema devono essere avvertiti contro l'eczema o le malattie fungine.
  • Non sollevare pesi
  • Monitorare il peso corporeo
  • Fai educazione fisica

Sulla base di quanto sopra, possiamo concludere che il trattamento della linfostasi degli arti inferiori con metodi conservativi deve essere iniziato immediatamente, immediatamente dopo la diagnosi e la definizione della diagnosi finale. Solo con un tale approccio si possono evitare le complicazioni e lo sviluppo di processi irreversibili.

Notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Trattamento della linforrena degli arti inferiori con metodi tradizionali e popolari

Una delle complicanze più pericolose degli interventi chirurgici è la linfora e può verificarsi anche per altri motivi.

La linforrea è una condizione che si sviluppa quando si verificano lesioni o malattie dei vasi linfatici: la linfa esce da una ferita o fluisce all'interno del corpo, interrompendone il funzionamento e formando l'edema.

La gravità dei sintomi dipende dal livello del danno vascolare. Il trattamento della linforrena degli arti inferiori è possibile in diversi modi.

Fasi e tipi

A seconda della gravità della linforrena, ci sono quattro fasi:

  • Nella prima fase, i sintomi sono praticamente assenti. C'è un leggero gonfiore che può scomparire e riapparire. La maggior parte dei pazienti non attribuisce importanza a questo o trova altre spiegazioni, quindi la patologia continua a progredire e i sintomi diventano più pronunciati.
  • Nel secondo stadio, la linfa scorre attivamente dai vasi e si accumula nei tessuti in un volume maggiore, il gonfiore è più pronunciato, ma questi sintomi non provocano alcun disagio evidente e possono scomparire quando il carico diminuisce, dopo il riposo. Se non inizi il trattamento in questa fase, la patologia continuerà a progredire, sarà più difficile curarla.
  • Al terzo stadio, il paziente inizia a sentire un disagio pronunciato: la gamba diventa visibilmente più voluminosa a causa dell'edema e una diminuzione dell'esercizio fisico non influisce sui sintomi. Camminare è difficile, sulla superficie della pelle delle zampe si formano delle ulcere da cui sgorga l'erba. La pelle diventa più dura, se si preme il dito nell'area dell'edema, rimane un ammaccatura.
  • La patologia che è passata nella quarta fase è difficile da trattare. I contorni delle gambe sono distorti, l'arto sembra enorme, è fermo al tatto. Il paziente non è in grado di camminare indipendentemente. Dalle ulcere sulla pelle espira attivamente la linfa (ichor).
  • Esistono diversi tipi di imparai:

  • Chilopericardio: la linfa si accumula nell'area del pericardio (membrana cardiaca esterna). La malattia non si manifesta immediatamente, i primi sintomi compaiono quando un sacco di liquido si è accumulato nella cavità. I pazienti lamentano dolore al cuore, sentono mancanza di respiro, debolezza, problemi con la deglutizione e tosse.
  • Chiluria - la linfa si accumula nella vescica. L'urina del paziente diventa bianca, mentre la malattia progredisce, ci sono irregolarità nella minzione, dolore alla schiena.
  • Chiloperitoneo: la linfa si accumula nella cavità addominale. Questa specie è spesso combinata con altre specie di imparas. Accompagnato dal dolore nell'addome, nella regione lombare.
  • Seroma - la linfa si accumula nei tessuti, la patologia di solito si osserva quando si ricevono lesioni o dopo interventi chirurgici. L'area si gonfia notevolmente, si può verificare dolore, un liquido giallastro scorre dalla ferita.
  • Chilotorace - la linfa si accumula nella zona pleurica, il paziente ha respiro affannoso, lo stato di salute si sta deteriorando rapidamente, si osserva stanchezza. Nei casi più gravi, si sviluppa insufficienza respiratoria, tachicardia, collasso.
  • al contenuto ↑

    Le cause della malattia

    La linforrea degli arti inferiori non è una patologia comune e più spesso si sviluppa per i seguenti motivi:

    • Chirurgia in aree con grande accumulo di vasi linfatici. La limforrea si sviluppa in modo relativamente poco frequente e peggiora in modo significativo il processo di recupero postoperatorio dei pazienti: i rischi di suppurazione e altre complicazioni aumentano, le ferite crescono più lentamente.
    • Gli effetti delle ferite contundenti. La probabilità di comparsa di imparai in questo caso è bassa.
    • Condurre una serie di manipolazioni mediche (ad esempio, l'impostazione di un catetere).
    • Rottura spontanea del vaso linfatico nelle malattie tumorali e nelle formazioni cistiche. La presenza di un malfunzionamento nel drenaggio linfatico aumenta questa probabilità.

    Cause di fallimento nell'uscita linfatica:

  • fallimento del deflusso venoso nelle gambe;
  • effetti della radioterapia;
  • disturbi nel funzionamento dei linfonodi;
  • cicatrici formate dopo l'intervento chirurgico;
  • panniculite;
  • insufficienza renale.
  • sintomi

    Il quadro clinico dipende dalla gravità del danno ai vasi linfatici e può comprendere i seguenti segni:

    • il deflusso linfatico dalla ferita, in alcuni casi intensivo, dura da 3 a 10 giorni (con lo sviluppo del sieroma dopo l'intervento chirurgico);
    • il verificarsi di edema, che aumenta gradualmente;
    • il livello dei linfociti è significativamente ridotto (il che aumenta il rischio di infezione e lo sviluppo di gravi complicanze);
    • l'esaurimento si verifica, il paziente si sente marcato debolezza;
    • in alcuni casi, c'è dolore nell'area dell'accumulo di linfa;
    • camminare difficile

    diagnostica

    Il medico esamina il paziente e l'arto interessato, lo interroga e quindi lo indirizza verso ulteriori metodi diagnostici che gli consentono di valutare le condizioni del paziente e aiutare a scegliere la strategia di trattamento più ottimale.

    Le seguenti misure diagnostiche sono eseguite:

  • Raggi X;
  • linfografia: un liquido di contrasto viene iniettato nei vasi linfatici in anestesia locale, seguito da un esame a raggi X;
  • prelevare materiale da puntura dall'area interessata per test di laboratorio;
  • ecografia delle gambe;
  • risonanza magnetica;
  • linfoscintigrafia;
  • analisi delle urine;
  • analisi del sangue generale e biochimica.
  • Sulla base di tutti gli studi, sono in fase di sviluppo tattiche di trattamento che possono includere metodi sia conservativi che operativi, a seconda dello stadio della malattia.

    trattamento

    Metodi tradizionali

    Il trattamento inizia non appena viene formulata la diagnosi definitiva, perché la patologia ha un decorso rapido.

    Il primo e il secondo stadio di imparai sono trattati principalmente con metodi conservativi, tra cui il drenaggio linfatico (massaggio speciale), l'assunzione di farmaci, l'uso di bende, il trattamento fisioterapico.

    La linforrea, che è passata nel terzo e nel quarto stadio, richiede un intervento chirurgico.

    Per migliorare il drenaggio linfatico, viene mostrato l'uso di droghe dal gruppo di benzopironi: Troxevasin, Solcoseryl e altri. In alcuni casi, possono essere prescritti farmaci antimicotici e antibiotici.

    Il drenaggio linfatico è un massaggio che migliora il flusso linfatico. Contribuisce anche alla rimozione dell'acqua in eccesso, alla riparazione dei tessuti, ha un effetto rilassante e rafforza il corpo.

    Il massaggio viene effettuato da corsi, una sessione dura circa 40 minuti. Migliora significativamente le condizioni del paziente, riduce il gonfiore ed è particolarmente efficace nelle prime fasi della malattia.

    Questo massaggio può essere fatto in modo indipendente. Maggiori informazioni su questo qui.

    Guarda un video sul massaggio linfodrenante al piede:

    Le procedure di fisioterapia aiutano a migliorare il tono dei piccoli vasi sanguigni e ridurre l'accumulo di linfa.

    Si applicano le seguenti procedure:

    • compressione pneumatica variabile;
    • elettrostimolazione dei vasi linfatici;
    • terapia del freddo (crioterapia);
    • terapia laser a bassa intensità.

    Indossare una benda viene mostrato dopo l'intervento chirurgico: un bendaggio stretto aiuta a ridurre il gonfiore e impedisce il re-accumulo di linfa nei tessuti, corregge il risultato, che è stato raggiunto grazie al drenaggio linfatico.

    L'applicazione delle bende va a strati e ogni strato svolge diverse funzioni: quelle inferiori assorbono le secrezioni cutanee e riducono la probabilità di irritazione, gli strati centrali contribuiscono alla distribuzione della pressione e gli strati superiori supportano un certo livello di pressione.

    Esistono diversi tipi di interventi chirurgici che sono indicati per la linforrena:

    1. sclerosi dei vasi linfatici;
    2. legatura;
    3. anastomosi linfoide.

    L'automedicazione per la linforragia è controindicata: innescherà la malattia e porterà allo sviluppo di gravi complicanze.

    Modi popolari

    Prima di utilizzare qualsiasi metodo popolare, è necessario consultare il proprio medico, in modo da non aggravare la condizione.

    È impossibile curare la linforragia usando solo le ricette della medicina tradizionale: questo peggiorerà il decorso della malattia e il paziente andrà da un medico con uno stadio estremamente avanzato. Ma i singoli metodi in combinazione con la terapia tradizionale possono alleviare le condizioni del paziente.

    I seguenti metodi possono aiutare:

  • L'uso del succo di tarassaco aiuta a migliorare il drenaggio linfatico ea ridurre il gonfiore. È necessario far bollire 500 ml di acqua, versare un cucchiaio di dente di leone tritato finemente in acqua bollente e cuocere per 5 minuti a fuoco basso. Il decotto che ne deriva deve essere preso al mattino prima di un pasto, puoi anche fare lozioni.
  • È utile bere decotti di piante con un alto contenuto di vitamine C e P: rosa selvatica, mirtillo rosso, ribes.
  • L'estratto di piantaggine aiuta anche a migliorare il drenaggio linfatico. È preparato con foglie appena raccolte: devono essere versate con acqua e lasciate per una notte. Prima di colazione, devi bere mezzo bicchiere e la quantità rimanente durante il giorno.
  • Anche il succo di melograno o di barbabietola è utile.
  • prevenzione

    Al fine di preservare la salute del sistema linfatico e prevenire l'aggravamento della malattia, si raccomanda di:

    • monitorare l'igiene dell'arto ferito per evitare la penetrazione di microrganismi patogeni nella linfa;
    • se possibile, evitare danni;
    • non consentire il surriscaldamento: in estate, utilizzare ventilatori e condizionatori d'aria, evitare bagni e saune;
    • applicare creme idratanti e unguenti in modo che la pelle della zona danneggiata non si asciughi eccessivamente e non ci siano crepe;
    • l'esercizio fisico regolare, la deambulazione e altre attività fisiche contribuiscono al normale movimento della linfa, quindi è necessario muoversi il più possibile;
    • devi mangiare secondo la dieta sviluppata, tenere il peso sotto controllo e perdere peso, se ce n'è bisogno.

    Se inizi il trattamento per l'imparaea in modo tempestivo, le possibilità di un completo recupero aumentano in modo significativo, quindi devi andare in ospedale quando compaiono i primi sintomi, passare attraverso tutte le misure diagnostiche e seguire le raccomandazioni del tuo medico.

    Articoli Su Varici

    Di Più Su Vene Varicose

    Messaggi Popolari

    Categoria