Confronto dei metodi di rimozione del varicocele

Il varicocele è curabile solo con l'aiuto di una delle tecniche di intervento chirurgico esistenti. L'opinione comune che la malattia possa essere eliminata a casa è irragionevole. Raccomandazioni per indossare biancheria intima stretta, ridurre l'esercizio fisico e assumere farmaci possono aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi, ma non curare la malattia. La dilatazione irreversibile del cordone spermatico può essere curata solo chirurgicamente. Rinviare l'intervento chirurgico può portare a infertilità e altre conseguenze del varicocele.

La chirurgia è necessaria per tutti i pazienti con varicocele?

I medici raccomandano un intervento chirurgico se sono presenti i seguenti sintomi e problemi:

  • Infertilità con alterata spermatogenesi (in base ai risultati degli spermatogrammi)
  • L'emergere del dolore
  • In caso di recidiva della malattia
  • Per prevenire lo sviluppo di malnutrizione o atrofia del testicolo
  • Difetto cosmetico (in rari casi con varicocele pronunciato).

L'infertilità è l'indicazione più comune per la chirurgia (circa il 40% degli uomini con infertilità diagnosticata soffrono di varicocele). L'intervento chirurgico in questo caso è prescritto indipendentemente dal grado di sviluppo della malattia dei vasi venosi. Per evitare lo sviluppo di questo problema, a volte viene effettuato un trattamento durante l'adolescenza.

L'operazione per rimuovere le vene dilatate del cavo spermatico è semplice e sicura. Recentemente, tuttavia, molti medici sono sempre più inclini alla prematurità di tale profilassi e credono che sia sufficiente visitare un urologo ogni sei mesi dopo aver fatto una diagnosi per monitorare la progressione della malattia. In caso di rapido sviluppo del varicocele, deterioramento dello spermatogramma e comparsa di sintomi dolorosi, il medico prescriverà un trattamento chirurgico.

La sindrome del dolore indica l'insorgenza di possibili processi infiammatori e la comparsa di microtrombosi. Il grado di sviluppo del varicocele può influenzare la loro intensità e il disagio generale.

Quali tipi di tecniche chirurgiche utilizzate nel trattamento?

L'operazione viene eseguita allo scopo di attraversare i vasi venosi dilatati, che sono coinvolti nel flusso inverso del sangue. Recentemente, i seguenti metodi per il trattamento del varicocele sono utilizzati principalmente:

Metodo di accesso aperto tradizionale (metodo Ivanissevych e Palomo)

L'operazione di Ivanissevych è un metodo efficace generalmente riconosciuto di trattamento in qualsiasi stadio del varicocele e comporta la legatura delle vene colpite del testicolo a livello del retroperitoneale. Durante l'operazione, il chirurgo fa una piccola incisione (4-5 centimetri) nella regione iliaca sinistra e fascia le navi malate.

Il metodo Palomo è essenzialmente identico al metodo operativo di Ivanissevich. La differenza tra loro sta nella scelta della posizione del taglio, che Palomo è sopra.

Metodo microchirurgico (Marmara)

La tecnica Marmara comporta una piccola incisione nella pelle (circa 2-3 centimetri) all'uscita del cordone spermatico. L'intervento viene effettuato con l'ausilio di strumenti speciali e un microscopio, che consente un bendaggio più accurato senza toccare l'arteria, i nervi e i vasi linfatici vicini. I medici danno a questa tecnica le recensioni più positive, poiché il grado di lesione e il tasso di recidiva è il più basso.

Metodo endoscopico (laparoscopico)

Questo metodo è applicabile in qualsiasi fase della malattia. Il trattamento si basa sull'eliminazione del problema attraverso il blocco del flusso sanguigno nelle vene del testicolo. Tre fori sono fatti sulla pelle (nell'ombelico e nella regione iliaca destra e sinistra) per introdurre la videocamera e gli strumenti necessari. Ciò consente di ispezionare l'intera vena sotto ingrandimento (6-10 volte), selezionare le aree interessate, mettere parentesi in titanio sui suoi rami e attraversare i vasi.

embolizzazione

Un tale metodo come l'embolizzazione si basa sull'introduzione nella vena interessata di una sostanza o di un'elica che blocca il suo lume. La procedura viene eseguita attraverso una puntura nella vena femorale sul lato destro, dove il catetere è posto 1 mm di spessore, andando alla vena renale sinistra.

scleroterapia

Il metodo consiste nell'introduzione di un agente sclerosante nella vena testicolare, che blocca il lume del vaso e impedisce il deflusso di sangue al testicolo. Questo metodo di trattamento è spesso prescritto a pazienti con malattie somatiche o nei casi in cui altri metodi non sono applicabili. Un catetere viene inserito attraverso una piccola incisione e l'esame vascolare viene eseguito utilizzando una sostanza radiopaca. Sulla base dell'immagine ricevuta, uno sclerosante viene inserito nelle aree interessate, che lega il lume della vena.

Analisi comparativa dei metodi di trattamento

Di seguito è riportato un riepilogo dei dettagli e dei dettagli che riguardano maggiormente i pazienti e aiutano a determinare i punti di forza e gli effetti collaterali dei metodi di trattamento proposti:

Chirurgia per varicocele dei testicoli: tipi di intervento, pro e contro

Da questo articolo imparerai: perché con la chirurgia del varicocele è l'unico metodo di trattamento, i tipi di interventi chirurgici per questa malattia. Indicazioni e controindicazioni a loro, i loro pro e contro.

Il varicocele è una patologia in cui le vene dei testicoli si dilatano sotto forma di nodi, si torcono e si riempiono di sangue. La ragione di questo è un aumento della pressione nel sistema delle vene testicolari a causa del riflusso di ritorno del sangue (reflusso) da vene più grandi (renale, inferior inferiore) in cui cadono.

Clicca sulla foto per ingrandirla

L'operazione consente di interrompere questo reflusso mediante bendaggio, incrocio o rimozione delle vene dilatate. Tale intervento elimina completamente i problemi e le conseguenze associati al varicocele, restituendo alla salute l'uomo. Il trattamento non è complicato e viene eseguito da urologi o chirurghi in tutti gli ospedali urologici e chirurgici.

Perché l'operazione è l'unica via d'uscita

Le cause e i meccanismi di sviluppo del varicocele sono di natura puramente meccanica: la vena testata (spermatica) non è in grado di assicurare il deflusso di sangue venoso dal testicolo a causa di:

  • lesioni delle valvole situate all'interno del lume e responsabili di assicurare che il sangue si muova solo in una direzione - dal testicolo fino alle vene più grandi;
  • la presenza di un'ostruzione o di un aumento di pressione (ipertensione venosa) in quelle grandi vene in cui cadono i tubi spermatici, che ostacolano il flusso sanguigno e provocano il ristagno venoso;
  • debolezza e flaccidità delle pareti dei vasi.

Tutto ciò porta al fatto che il sangue non solo scorre dal testicolo, ma si accumula nei suoi plessi venosi a causa di un riflusso all'indietro (reflusso) da grandi tronchi vascolari. In condizioni di pletora venosa, il tessuto sensibile degli organi genitali perde la sua normale struttura, la capacità di produrre fluido seminale di grado elevato e ormoni.

Il meccanismo di circolazione del sangue nelle vene sane e varicose. Clicca sulla foto per ingrandirla

Dal momento che le vene varicose dei testicoli non sono vasi che trasportano il sangue, ma un deposito patologico per esso, l'unica soluzione al problema è rompere la connessione viziosa tra loro, che eliminerà il reflusso e la stasi del sangue. Questo è lo scopo della chirurgia varicocele. Implica l'isolamento, la legatura, l'intersezione o la completa rimozione del gambo principale delle vene spermatiche al di sopra del livello della loro ramificazione in piccoli rami che formano intrecci tra loro.

Quindi, il ristagno patologico del sangue nei vasi e nei tessuti testicolari sarà eliminato senza pregiudizio della circolazione sanguigna. Il deflusso venoso dallo scroto si verificherà nel sistema di altri vasi, poiché la vena spermatica è la principale, ma non l'unica via per il flusso sanguigno. Inoltre, in condizioni di ristagno e aumento della pressione nella vena del seme, i percorsi di deflusso aggiuntivi per il momento dell'operazione sono già ben formati e continueranno a formarsi nel periodo postoperatorio.

Il trattamento chirurgico nell'80-85% viene eseguito per varicocele sul lato sinistro. Ciò è dovuto al fatto che la vena testicolare sinistra scorre nel rene e la destra nella vena cava inferiore. A causa della posizione anatomica, dell'angolo di ramificazione e di altre caratteristiche dei vasi renali di sinistra, la pressione al loro interno aumenta. Pertanto, la localizzazione sinistra del varicocele prevale su quella destra.

Schema comparativo della struttura di una vena testicolare sana e del varicocele interessato

Tipi di operazioni, indicazioni e controindicazioni a loro

Esistono due tipi principali di trattamento chirurgico per varicocele:

  1. Classico - attraverso l'incisione (operazione di Ivanissevich). Operazione Ivanisevich. Clicca sulla foto per ingrandirla
  2. Mininvasiva - attraverso punture (endoscopiche, microchirurgiche e endovascolari).

Chirurgia endovascolare per la rimozione del varicocele. Clicca sulla foto per ingrandirla

L'obiettivo di tutti i metodi è lo stesso: eliminare la scarica attraverso la vena testicolare, bloccandone il lume. Ci sono diversi modi per raggiungere questo obiettivo.

La tabella descrive le caratteristiche delle operazioni classiche e mini-invasive (sparing):

Chirurgia del varicocele: metodi, indicazioni, trattamento, riabilitazione

Il varicocele è un'espansione delle vene nello scroto o cordone spermatico negli uomini. La malattia si verifica spesso negli adolescenti e potrebbe non manifestarsi in alcun modo per tutta la vita. In alcuni casi, il paziente ha sintomi come dolore nel testicolo, infertilità e comparsa di protuberanze sullo scroto.

L'unico modo per curare il varicocele è la chirurgia. La questione della sua necessità in assenza di manifestazioni cliniche è discutibile. La chirurgia del varicocele è generalmente facilmente tollerata e raramente causa complicanze.

Fasi della malattia e indicazioni per la chirurgia

Ci sono 4 gradi di sviluppo del varicocele:

  • La dilatazione varicosa è determinata solo dall'ecografia.
  • Le vene del pterigio sono palpate in posizione eretta.
  • Alla palpazione in qualsiasi posizione, il medico può diagnosticare la malattia.
  • Le vene sono visibili ad occhio nudo.

La diminuzione della funzione spermatogenica, che alla fine può portare alla sterilità, di solito inizia solo negli ultimi stadi della malattia.

L'operazione può essere eseguita nei seguenti casi:

  1. Violazioni identificate nella formazione dello sperma. Nel processo di ricerca è stato stabilito che il numero di spermatozoi nel liquido seminale era ridotto, la loro mobilità era ridotta e il sangue o il pus era presente.
  2. Il paziente sta soffrendo. Iniziano a manifestarsi allo stadio 2-3 della malattia, inizialmente insignificante. Le sensazioni spiacevoli aumentano quando si cammina, dopo uno sforzo fisico. Nota. Nella stragrande maggioranza dei casi, il varicocele del testicolo sinistro si sviluppa, quindi il dolore ha più spesso la stessa localizzazione.
  3. Il paziente non è soddisfatto dell'aspetto dello scroto.
  4. Il testicolo inizia a diminuire di dimensioni.

In assenza di sintomi, può anche essere raccomandata la chirurgia. Alcuni medici ritengono che la chirurgia eseguita in modo tempestivo eviti la sterilità. Altri credono che questo sia un rischio ingiustificato, e consigliato di limitare l'osservazione attraverso esami periodici e ultrasuoni.

È importante! Un'operazione sotto i 18 non viene solitamente eseguita. Secondo le statistiche, la recidiva è molto meno comune nell'età adulta dopo l'intervento chirurgico - ri-sviluppo del varicocele. Pertanto, è meglio implementarlo dopo la pubertà.

La compressione delle vene può portare allo sviluppo del cosiddetto "varicocele secondario". Si presenta come conseguenza di un tumore, cisti o altra formazione. In questo caso, il paziente è preoccupato per la febbre, il sangue nelle urine, il dolore sordo o lancinante nella regione lombare. Nel varicocele secondario, è necessario eliminare la causa della malattia, la chirurgia per il troncamento delle vene non è necessaria fino a quando non vengono visualizzati i risultati del trattamento della patologia sottostante.

Controindicazioni

Diversi metodi di funzionamento possono avere diverse controindicazioni. La chirurgia aperta non viene eseguita per:

  • La presenza di malattie nella fase di scompenso (disfunzione dell'organo che non può essere ripristinata senza trattamento) - diabete mellito, cirrosi epatica, ecc.
  • Infiammazione nella fase attiva.

Gli interventi chirurgici endoscopici oltre alle controindicazioni descritte non vengono eseguiti con procedure chirurgiche addominali pregresse. Ciò è dovuto a una violazione del quadro clinico e ad una maggiore probabilità di errori medici.

Lo sclerosismo non viene effettuato con le seguenti controindicazioni:

  1. Grandi anastomosi (architravi) tra i vasi, che possono portare all'ingestione del farmaco utilizzato per l'incollaggio in vene o arterie sane;
  2. Aumento della pressione nelle vene vicine (es. Renale);
  3. La struttura dei vasi non consente l'introduzione della sonda (natura friabile delle vene).

Preparazione per la chirurgia

10 giorni prima della procedura proposta, i pazienti devono sottoporsi ad alcune ricerche:

  • Esame del sangue (totale, per gruppo e fattore Rh, coagulazione, contenuto di zucchero).
  • Analisi delle urine.
  • Radiografia dei polmoni.
  • Elettrocardiogramma (può essere somministrato a tutti i pazienti o solo a uomini di età superiore a 30 anni).
  • Analisi per virus dell'epatite B e C, HIV.

Inoltre, il medico prescrive di solito uno scroto con ultrasuoni o un'ecografia usando il metodo Doppler (usando un mezzo di contrasto) per ottenere un quadro clinico più completo. Ulteriori studi sono possibili a seconda delle condizioni del paziente.

La mattina prima dell'operazione devi rinunciare a cibo e acqua, fare una doccia igienica. Pube e addome devono essere rasati. Il ricevimento di farmaci per malattie croniche (diabete, ipertensione, bronchite, ecc.) Deve essere coordinato con il medico.

Modi dell'operazione

La classificazione dei metodi di trattamento chirurgico può essere basata sul metodo di accesso e la tecnologia di. Sulla base della seconda funzionalità, ci sono due grandi gruppi di operazioni:

  1. Con conservazione di un kovalny anastomoz;
  2. Con la sua escissione.

Nota. Lo shunt Reno-cavale (anastamosi) è un messaggio-ponticello tra le due vene del testicolo. Si presenta come una patologia dovuta al varicocele e contribuisce al ristagno del sangue.

Il secondo metodo è attualmente riconosciuto come il più efficace e viene utilizzato più spesso.

Secondo la tecnologia, è consuetudine individuare tre principali tipi di operazioni:

  • Laparoscopia (metodo minimamente invasivo);
  • Scleroterapia endovascolare;
  • Operazione aperta (può essere eseguita in varie modifiche - secondo Marmar, Ivanissevych, Palomo).

È importante! Le operazioni di rimozione per varicocele non vengono eseguite. Tutte le navi rimangono all'interno del corpo, o sono incollate insieme (sclerotizzate) o legate.

scleroterapia

Questa operazione è la meno invasiva. Si riduce a indurimento (incollaggio) delle navi varicose. Il grande vantaggio della scleroterapia è che non richiede il ricovero in ospedale. Si svolge in una stanza angiografica in anestesia locale. Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo perfora percutaneamente la parete della vena femorale destra. Qui viene introdotta una sonda, mediante la quale viene valutata la condizione dei vasi problematici e viene erogata la sostanza terapeutica.

Come composto sclerosante, viene utilizzata una soluzione trombovar al 3%. Un agente di contrasto viene iniettato nei vasi e quindi viene determinato il successo dell'operazione. Se la vena varicosa non viene visualizzata, significa che il composto colorato non entra e l'intervento è stato efficace. In questo caso, la sonda viene rimossa, una benda viene applicata al sito della puntura. Lo stesso giorno, il paziente può andare a casa.

Si ritiene che con la scleroterapia il rischio di recidiva sia più alto rispetto alla chirurgia classica, ma i medici parlano solo di una probabilità leggermente maggiore. Tuttavia, a causa della ridotta efficacia, tali interventi chirurgici sono piuttosto rari. Di solito sono raccomandati nelle fasi iniziali della malattia, quando non ci sono ancora lamentele da parte del paziente.

Chirurgia laparoscopica

Viene utilizzata l'anestesia generale o locale (più spesso). A volte viene anche usata l'anestesia epidurale (un antidolorifico viene inserito nella colonna vertebrale). Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo punge l'ombelico con un diametro di circa 5 mm. Introduce un trequarti - un ago triangolare collegato al tubo. Il gas viene iniettato nella cavità addominale per fare spazio alle procedure chirurgiche.

Nell'apertura è inserito un laparoscopio: un tubo collegato a una lampada e una telecamera. Permette al medico di monitorare lo stato di avanzamento dell'operazione. Sotto il controllo del laparoscopio, vengono eseguite altre due forature da cinque millimetri: nella regione iliaca e sopra l'utero e l'introduzione di trocar in esse. Il paziente è inclinato verso destra di 15-20 ° per una migliore visualizzazione. Il medico taglia il peritoneo usando le forbici perforate.

Segue la secrezione di arterie e vasi linfatici. Questo è necessario in modo che non soffrano durante l'operazione. Le vene estese sono legate. Il peritoneo è suturato. Una puntura asettica viene applicata alle forature. Il termine di ospedalizzazione dipende dall'anestesia scelta. Dopo l'anestesia locale, puoi andare a casa il giorno dell'intervento o quello successivo. Dopo l'anestesia generale, la dimissione avviene 3-7 giorni dopo l'intervento. L'efficacia dell'operazione viene valutata mediante ultrasuoni o Doppler.

Operazione Marmara

Questo tipo di intervento comporta il micro-accesso e un basso grado di invasività. È effettuato sotto il controllo di un microscopio. La scelta dell'anestesia dipende in gran parte dal desiderio del paziente, nella maggior parte dei casi è sufficiente l'anestesia locale, in cui sono possibili leggere sensazioni dolorose o formicolio, calore.

Il chirurgo fa un'incisione nel pube, il più vicino possibile all'ileo, il che rende la sutura dopo l'operazione invisibile (sarà posizionata sotto il bordo superiore della biancheria). Il medico asporta tegumenti e tessuto sottocutaneo, secerne il canale del seme e lega la vena. I tessuti sono cuciti. I punti vengono rimossi il giorno 7. La chirurgia marmar è molto accurata, il che riduce il rischio di danni alle arterie o ai vasi linfatici.

Operazione su Ivanisevich

Operazione su Ivanisevich

L'anestesia generale è più comunemente utilizzata con questo tipo di intervento, ma è possibile anche l'anestesia locale o epidurale. L'essenza dell'operazione è la legatura delle vene varicose mantenendo i vasi linfatici.

Il chirurgo esegue un'incisione nell'area pubica lunga fino a 10 cm, di solito le sue dimensioni sono inferiori a 5-6 cm. Con un bisturi e dei ganci, taglia e allarga tutti i muscoli sottostanti al plesso vascolare del testicolo stesso. Qui è necessario separare i vasi linfatici. Quindi, usando un dissettore (forbici curve smussate), le vene vengono catturate e legate. Muscoli e tessuti sono suturati.

Operazione Palomo

Questo tipo di intervento ricorda il precedente. Tuttavia, l'incisione è aumentata, il che offre una visione migliore per il chirurgo. Con questo approccio, il rischio di recidiva è più basso, ma la probabilità di tagliare l'arteria che fornisce sangue al canale seminale è più alta.

Si tratta di una piccola nave che si avvicina al plesso dello pterigio e pertanto viene spesso danneggiata durante l'intervento. C'è anche il rischio di colpire i canali linfatici, specialmente nei bambini. Questo può portare a gravi complicazioni.

Previsione dell'operazione

La prognosi è generalmente favorevole. Quando si utilizzano metodi minimamente invasivi, la probabilità di recidiva è vicina al 2%, con l'operazione secondo Ivanisevich - circa il 9%. In alcune fonti, sono indicati altri dati, le cliniche private citano i dati sulla ricorrenza del varicocele con interventi aperti nel 30%.

Nel 45% dei casi, il paziente dopo l'intervento chirurgico determina un normale spermogramma, nel 90% dei casi si riscontra un miglioramento statisticamente significativo delle prestazioni. Nella fascia di età più avanzata, quando si trascura il varicocele, tutti i valori sono peggiori rispetto ai pazienti giovani.

Periodo di recupero

Al paziente possono essere prescritti i seguenti farmaci per ripristinare la spermatogenesi:

  1. Complessi vitaminici
  2. Additivi biologicamente attivi con selenio e zinco.
  3. Ormoni. È importante! Il loro ricevimento è effettuato rigorosamente da corsi sotto la supervisione di un medico e in concomitanza con test di laboratorio permanenti.
  4. Unguento contenente antibiotico. È necessario per la prevenzione dell'infezione della ferita.
  5. Antidolorifici. In alcuni pazienti, il disagio nel testicolo operato può persistere per un bel po 'di tempo. Di solito, il medico prescrive farmaci chetonici o simili.

Nei primi 1-2 giorni dopo l'intervento, è necessario:

  • Tieni la ferita asciutta. Forse l'applicazione del ghiaccio per alleviare il dolore. Bottiglia di plastica adatta di acqua ghiacciata, avvolta in un asciugamano.
  • Riduci al minimo qualsiasi attività, cerca di rilassarti di più.
  • Si consiglia di indossare una benda che supporti i testicoli.

Entro 1-2 settimane dopo l'intervento chirurgico non è raccomandato:

  1. Esercizio che richiede uno sforzo maggiore.
  2. Fare il bagno
  3. Fare sesso

Dopo un periodo specificato, la vita sessuale è possibile se durante il processo o dopo l'atto il paziente non sente dolore, disagio o spiacevoli sensazioni di trazione. La funzione erettile dopo l'intervento chirurgico non soffre. Il periodo di riabilitazione dipende dal tipo di operazione, dall'anestesia e dalle condizioni generali del paziente.

Molti pazienti hanno paura che la vena rimanga dopo l'intervento chirurgico. A loro sembra che questo sia un segno di un intervento chirurgico infruttuoso.

È importante! Deve essere chiaro che i vasi non vengono rimossi dallo scroto, ma cessano di essere riforniti di sangue. Vienna può essere palpabile o visibile fino a sei mesi.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Le seguenti sindromi e malattie possono comparire dopo l'intervento chirurgico:

  • L'infiammazione. È determinato dai sintomi e dai risultati corrispondenti degli ultrasuoni, è fermato con successo dai farmaci.
  • Dolore nevralgico: si verifica a seguito di un danno alle terminazioni nervose ed è difficile da trattare (ago e fisioterapia solitamente indicati).
  • Gonfiore linfatico Si sviluppa a causa di danni ai vasi linfatici durante l'operazione, può passare da solo o a causa dell'usura di una benda che sostiene lo scroto, pantaloni speciali.
  • Irritato del testicolo (idrocele). Il motivo sono i vasi linfatici colpiti dalla disattenzione, il trattamento è lo stesso.
  • Ridurre la dimensione del testicolo è una complicanza pericolosa derivante dal danno all'arteria seminale. Questa è una delle conseguenze più spiacevoli dell'operazione, poiché è piuttosto difficile fermarsi.
  • Recidiva - ri-sviluppo di varicocele. Il trattamento è solo chirurgico.
  • Danni all'intestino o all'uretere. Queste complicazioni dopo l'intervento si verificano durante la laparoscopia, più spesso in giovani chirurghi inesperti.
  • Trombosi (blocco) delle vene profonde. Si verifica come reazione all'introduzione di un mezzo di contrasto nei vasi, con conseguente ematoma (emorragia interna) nel sito di puntura.

Prezzo di operazione

L'operazione varicocele non è inclusa nell'elenco dei servizi di assistenza ad alta tecnologia per i quali vengono assegnati fondi. Sul sito web di alcune cliniche è indicato che funzionano con CHI e VHI, tuttavia, nel primo caso, è solo uno sconto che un cliente che si è rivolto a loro può ricevere o il rimborso di una parte dei soldi spesi.

Il costo dell'operazione dipende dalla metodologia e dalla regione scelte. Nelle città di provincia della Russia centrale, il prezzo per la chirurgia aperta inizia da 5.000 rubli, a Mosca - da 8.000 a 10.000 rubli. Approssimativamente lo stesso costerà l'indurimento. L'intervento microchirurgico (Marmara) avrà un costo di almeno 20.000 - 30.000 rubli. La chirurgia laparoscopica sarà in qualche modo più economica - 15.000 - 25.000 rubli. I prezzi sono basati su anestesia locale, se il paziente preferisce l'anestesia generale, dovrete pagare separatamente - 7 000 - 10 000 rubli.

Recensioni dei pazienti

La maggior parte dei pazienti è piuttosto chirurgica, soprattutto se in questo modo è possibile eliminare l'infertilità. Quando un uomo scopre che ora può avere figli, questo aumenta in modo significativo la sua autostima, anche se non aveva piani del genere nel prossimo futuro.

L'operazione è ben tollerata. Molti preferiscono l'anestesia generale. Il periodo di recupero per tutti i passaggi in modi diversi. Qualcuno ritorna immediatamente alle normali attività, mentre altri, anche con interventi minimamente invasivi, sentono un forte dolore e hanno difficoltà a spostarsi in casa per diversi giorni.

Come mostrano le recensioni, un brutto colpo per le famiglie è la scarsa performance degli spermogrammi e la difficoltà a concepire un bambino anche dopo aver subito un intervento chirurgico e una terapia farmacologica. A volte all'inizio c'è una tendenza nettamente positiva, che si deteriora nel tempo. Solo uno specialista di alto livello può aiutare in questa materia. Alcuni pazienti cambiano 5 o più urologi prima di trovare un buon diagnostico. La stessa tecnica dell'operazione, come mostra la pratica, ha un significato secondario.

Il trattamento chirurgico del varicocele aiuta a liberarsi della malattia e dei suoi sintomi associati. Aumenta significativamente la probabilità di concepimento e migliora la qualità della vita dei pazienti.

Metodi e tipi di chirurgia del varicocele

C'è un'opinione secondo cui, usando metodi conservativi (trattamento farmacologico o rimedi popolari), la malattia può essere curata a casa. Ma la ricerca e la pratica dimostrano che questa opinione è errata. Completamente guarito dalla malattia è possibile solo dopo aver utilizzato il metodo della chirurgia varicocele.

Tutti i metodi conservativi conosciuti (riduzione dello sforzo fisico, indossare biancheria speciale otgryvayuschey, l'uso di droghe) solo alleviare o eliminare alcuni dei sintomi della malattia e preparare il paziente per l'intervento chirurgico varicocele.

Va ricordato che la dilatazione del cavo spermatico è un processo irreversibile. Se le misure operative non vengono applicate, un uomo può avere gravi conseguenze per il corpo, anche per l'infertilità.

Qual è la migliore chirurgia varicocele?

Gli urologi medici cercano di trovare l'eliminazione non chirurgica della malattia maschile. Secondo loro, una visita all'ufficio urologico almeno una volta al mese aiuta a monitorare lo sviluppo della malattia e la sua diagnosi precoce.

Se, a seguito di studi, viene rilevato un peggioramento dello spermogramma e sono presenti anche acute sensazioni dolorose nell'area del cordone spermatico e del testicolo, i medici prendono immediatamente una decisione sull'intervento chirurgico. I medici attribuiscono la rimozione o la legatura delle vene dilatate del cordone spermatico ai metodi di funzionamento più sicuri e più semplici, il varicocele.

Uno dei tipi di intervento chirurgico per il trattamento della malattia è il varicocele Ivanisevich. Questo è il modo tradizionale accettato di accesso aperto alla cavità del basso ventre. Può essere utilizzato in qualsiasi fase della malattia, anche la più complessa. Questo metodo si basa sul rilevamento e legatura delle vene che sono dirette al testicolo (a livello della regione addominale).

Il corso della procedura chirurgica:

  • Nella fase preparatoria, viene preso il necessario complesso di misure per raccogliere informazioni e materiali per analizzare lo stato attuale del paziente (cardiogramma, sangue, urina).
  • Anestesia.
  • Dopo di ciò, viene effettuata un'incisione nella regione iliaca (i muscoli e le aponeurosi sono sezionati).
  • Con l'aiuto di strumenti speciali e pinze, la vena viene ligata e intersecata.
  • Taglio di cucito

Varikotsele - maschio "peste del XXI secolo". Il 57% degli uomini perde uno o 2 testicoli, diventa sterile impotente.

La durata della procedura è di 20-40 minuti. Metodo di successo - 75%

Un metodo simile è l'operazione di palomo con varicocele. La differenza è che il taglio di Palomo è un po 'più alto.

Il principale vantaggio del metodo Ivanisevich-Palomo è la sua disponibilità alla popolazione generale.

Il metodo di trattamento del varicocele Marmara (varicocelectomia microchirurgica) è molto diffuso nei paesi occidentali. La microchirurgia di Varicocele Marmara è il modo più indolore ed efficace per eliminare completamente la malattia. Il periodo di riabilitazione passa con il minor numero di recidive e complicanze.

  • Fase preparatoria Svolgimento di attività per il prelievo di sangue, urina, visita cardiologica.
  • L'anestesia generale viene eseguita.
  • La microchirurgia del varicocele inizia con una piccola incisione lunga 1,5-2,5 cm nella zona dell'uscita del cordone spermatico (leggermente al di sotto dell'area di indossare indumenti).
  • Un microscopio e uno strumento speciale sono inseriti nel foro. Con il loro aiuto, una precisa determinazione della vena e della sua legatura viene effettuata senza toccare i nervi, i linfonodi, l'arteria.
  • Dopo una procedura riuscita, gli strumenti vengono rimossi e il foro viene suturato.

L'operazione Marmara con varicocele presenta molti vantaggi, i principali dei quali sono: l'invisibilità della presenza di una sutura, il rapido recupero, l'assenza di ricovero, un basso grado di lesione, il 98% del successo di una procedura chirurgica di successo. Lo svantaggio del metodo può essere considerato la durata della procedura (almeno 40 minuti) e il costo elevato. I video di microchirurgia di Marmara possono essere visti in molte pubblicazioni specializzate e su Internet.

C'è un altro metodo di trattamento chirurgico della malattia - laparoscopia (chirurgia endoscopica per varicocele). Per diversi anni, questo metodo di trattamento è stato utilizzato con successo per eliminare la malattia nelle fasi più difficili (anche con le vene varicose bilaterali). Il metodo si basa sul blocco completo della vena testicolare, in conseguenza del quale il flusso di sangue attraverso di esso è impossibile.

Laparoscopia varicocele come segue:

  • Ha condotto una serie di test.
  • L'operazione avviene in anestesia generale.
  • L'operazione diretta per via laparoscopica del varicocele viene effettuata utilizzando un apparecchio speciale con l'introduzione di tre porte. Per questo, tre fori sono forati nella parete dell'addome: 10 mm di luce. posto nell'ombelico (questa è una videocamera), porta 5 mm. viene iniettato nella parte sinistra della regione iliaca, una porta diversa di 5 mm. o 10 mm. iniettato nell'addome destro.
  • Il video varicocele laparascopico può essere visto sul monitor. Pertanto, il chirurgo ha informazioni complete e accesso alle vene di entrambi i testicoli.
  • Con l'aiuto di strumenti speciali, le parentesi in titanio si sovrappongono ai rami della vena colpita e le navi tra le parentesi vengono tagliate.

La chirurgia endoculare varicocele (laparoscopia) è ben tollerata dai pazienti. Il restauro del corpo dura da 3 giorni a 2 settimane, a seconda della complessità del trattamento chirurgico del varicocele.

I vantaggi di questo metodo sono: lesione minima, integrità arteriosa, prevenzione dell'atrofia testicolare. Gli svantaggi includono la possibilità di ricorrenza (probabilità fino al 15%), così come la comparsa di idropisia (probabilità del 10%). L'efficacia della laparoscopia - 90%.

Un moderno metodo di trattamento della malattia è la chirurgia laser varicocele. A causa dell'effetto del laser sul tessuto, l'operazione avviene quasi senza spargimento di sangue e senza l'uso dell'anestesia generale (solo locale). Il laser non solo esegue accuratamente le manipolazioni, ma contribuisce anche alla coagulazione della circolazione sanguigna. Il rischio di danni al tessuto circostante è ridotto al minimo. Dopo 20 minuti dopo il trattamento con varicocele laser, puoi andare a casa. Il restauro del paziente passa senza complicazioni.

Bogdan Strizhenko: "Come mi sono liberato del varicocele a casa in 1 settimana? Sono stato aiutato da uno normale."

Chirurgia del varicocele: quali tipi di chirurgia esistono e come sono fatti?

Il varicocele è una malattia in cui le vene del testicolo e del cordone spermatico sono dilatate. Per lungo tempo, la malattia può essere asintomatica e essere rilevata solo dopo una visita medica profilattica.

Molto raramente, in presenza di un varicocele, un uomo può provare disagio nello scroto (dolore opaco, pressante), che si verifica spesso dopo il rapporto sessuale, uno sforzo fisico o una posizione statica lunga. Il dolore regolare può verificarsi principalmente nella fase 3 della malattia.

I gradi di varicocele variano con l'intensità dell'espansione venosa.

Varicocele subclinico: le vene testicolari non sono rilevate dalla palpazione, il varicocele può essere rilevato solo sulla base dei risultati degli ultrasuoni.

  • Grado 1: le vene dilatate possono essere palpate con le mani solo stando in piedi.
  • Grado 2: il varicocele può essere facilmente rilevato mediante palpazione in qualsiasi posizione del corpo.
  • Grado 3: l'esame visivo è sufficiente per rilevare le vene dilatate.

Nella maggior parte dei casi, il varicocele progredisce rapidamente e, dopo aver raggiunto uno stadio specifico, interrompe il suo sviluppo.

Varicocele subclinico e le prime fasi non hanno bisogno di trattamento. Eliminare i fenomeni negativi abbastanza da eliminare i processi stagnanti localizzati negli organi pelvici.

L'elenco di tali misure include il rifiuto del consumo di alcol, la normalizzazione delle feci, la regolare vita sessuale, lo stress fisico equilibrato.

Tali azioni elementari possono ridurre le vene dilatate e prevenire il progredire della malattia.

Le persone anziane che hanno una malattia congelata in una fase iniziale trarranno beneficio dall'indossare una sospensione.

Durante il secondo grado di varicocele, se la malattia è caratterizzata da dolore, è necessaria un'operazione.

Il varicocele può causare altri, più spiacevoli problemi, come l'infertilità.

Questa è la diagnosi nel 40% degli uomini che soffrono di varicocele. Il fatto è che le vene dilatate aumentano la temperatura nello scroto, e questo porta a compromissione della morfologia, della motilità degli spermatozoi e del loro numero.

In generale, i sintomi del varicocele e dei suoi effetti possono manifestarsi in modi diversi. Alcuni uomini possono avere figli e non sono a conoscenza dell'esistenza della malattia per tutta la vita, mentre altri possono avere varicocele come indicazione della loro infertilità o dolore.

Il varicocele può essere completamente curato solo attraverso la chirurgia. L'operazione è obbligatoria se il paziente prevede di avere figli in futuro, ha atrofia o un cambiamento nella consistenza del testicolo, o il paziente è preoccupato per il dolore grave causato dal varicocele.

Si consiglia di eseguire l'operazione solo in caso di necessità specifiche. Se non ci sono indicazioni per la chirurgia, significa che il trattamento può essere fatto senza un intervento chirurgico.

Scopri come viene eseguita la circoncisione laser, forse ti aiuterà a decidere su un passo importante.

Scopri qui sul trattamento della fimosi.

Chirurgia del varicocele: tipi, tipi, metodi, metodi (come stanno?)

L'essenza di tutti i tipi di operazioni: l'eliminazione delle aree interessate delle vene. Le operazioni differiscono tra loro secondo il metodo di trattamento, il grado di lesione, l'efficacia e le probabili complicanze.

Operazioni tradizionali

Esistono 3 tipi di intervento chirurgico tradizionale - secondo Ivanisevich, Marmar e Palomo.

Operazione Ivanissevich

Un'operazione viene eseguita in anestesia locale. Nella parte sinistra della regione iliaca, un'incisione è fatta fino a 5 cm. In profondità, l'incisione raggiunge le pareti del canale inguinale, in cui passano le vene e il cordone spermatico. Le vene rilevate si intersecano e la ferita viene suturata.

Lo scopo dell'operazione è la legatura di assolutamente tutte le vene in una singola procedura. Esiste un rischio elevato che uno o più vasi sanguigni vengano a mancare, il che può portare alla ricorrenza della malattia.

L'operazione per rimuovere i testicoli varicocele secondo Ivanisevich è riconosciuta come la più traumatica, il periodo di recupero dopo può essere di circa 3 settimane.

Operazione Marmara

Tra le operazioni chirurgiche riconosciute come le più efficaci. Durante l'operazione, le vene del cordone spermatico vengono dosate attraverso l'accesso inguinale.

L'operazione ha diversi vantaggi:

  • invasività minima, poiché la lunghezza dell'incisione è di 2-3 cm, può essere confrontata con laparoscopia;
  • recupero postoperatorio in breve tempo;
  • numero minimo di manifestazioni ripetute della malattia e complicazioni;
  • alto effetto cosmetico. La cucitura (cicatrice) dopo una tale operazione per il trattamento del varicocele è di piccole dimensioni e si trova più in basso rispetto al livello di indossare indumenti.

Durante l'intervento chirurgico, l'arteria testicolare viene prima localizzata, dopo di che tutte le vene grandi e piccole del cordone spermatico sono localizzate sequenzialmente.

Operazione Palomo

Questa procedura è una versione migliorata dell'operazione di Ivanissevich. La differenza è che il taglio è più alto rispetto al primo caso. Vienna è legata nel tessuto retroperitoneale.

Chirurgia laparoscopica (endoscopica)

Metodo di trattamento minimamente invasivo e moderno.

Durante l'operazione, nella parete addominale anteriore vengono praticate perforazioni fino a 5 mm di diametro, in cui verranno successivamente inseriti strumenti e un laparoscopio.

Nel corso di chirurgia laparoscopica per varicocele, le vene e le arterie dei testicoli sono isolate, e le parentesi graffe di titanio sono sovrapposte alle prime o sono legate con un filo chirurgico.

Condurre questa operazione in anestesia generale. Sorprendentemente, l'operazione di rimozione del varicocele stesso può durare circa 15-40 minuti. La durata dell'operazione può variare.

Durante l'operazione, sulla base dell'immagine fornita dai laparos, il medico rileva e attraversa la vena testicolare. Dopo questa operazione, il paziente deve trascorrere un massimo di due giorni nella clinica. Al momento, la laparoscopia è considerata il metodo più efficace di trattamento del varicocele, in quanto i dispositivi consentono di ispezionare l'intera lunghezza della vena testicolare.

Rivascolarizzazione microchirurgica

Il risultato di questa operazione è la normalizzazione del flusso sanguigno nella vena testicolare. Un intervento chirurgico viene eseguito utilizzando l'anestesia generale.

L'incisione avviene nell'addome inferiore (5 cm), la vena testicolare viene rimossa nella ferita per tutta la sua lunghezza dal punto in cui cade nella vena renale fino al testicolo. In parallelo, c'è una selezione dell'area della vena epigastrica. La vena testicolare viene completamente rimossa e l'epigastrio viene suturato.

Chirurgia endovascolare a raggi X.

La chirurgia viene eseguita sotto controllo radiografico.

Attraverso una puntura nella vena femorale, un catetere viene inserito nel corpo, fornendo il farmaco sclerosante che intasa la vena testicolare alla vena testicolare.

Una delle operazioni meno efficaci - dopo di essa c'è una grande grande probabilità di ricorrenza.

Raccomandazioni generali dopo l'intervento

Gli uomini che hanno subito un intervento chirurgico varicocele dovranno astenersi dal rapporto sessuale per tre settimane. Per qualche tempo dopo l'intervento chirurgico per il trattamento del varicocele durante il sesso possono verificarsi sensazioni dolorose o spiacevoli.

È auspicabile che il mese successivo, dopo l'operazione tradizionale, rimuova il varicocele per evitare lo sforzo fisico e lo sport. Dopo la chirurgia endovascolare o endoscopica, sarà possibile iniziare lo sforzo fisico molto prima.


La chirurgia del varicocele con lo stesso successo viene eseguita a qualsiasi età, come nei bambini, in particolare nell'adolescenza e negli adulti, ma l'età raccomandata è di almeno 9 anni.

Nelle fasi successive del varicocele, esiste un'alta probabilità di infertilità e disfunzione erettile.

Per quanto riguarda la nutrizione, è auspicabile per l'intero periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico rimuovere il varicocele per seguire una dieta delicata.

3 mesi dopo l'operazione, è necessario fare un'analisi - spermogramma. Se i risultati del test sono negativi, viene prescritto un andrologo per ripristinare la funzione di portamento dopo un intervento chirurgico con varicocele.

Periodo postoperatorio: come riabilitare e quali possono essere le conseguenze (complicazioni) dopo l'intervento?

Tormenta la domanda, cosa può e dovrebbe essere fatto dopo l'operazione? Se un uomo ha subito un intervento chirurgico varicocele, possono verificarsi varie complicazioni, e il più comune è l'idropisia del testicolo. In questo caso, si verifica un accumulo di liquido sieroso tra ciascuna delle membrane testicolari.

L'insorgere dell'idropisia contribuisce a compromettere la circolazione sanguigna nel testicolo, causata dall'intervento chirurgico. Dopo un po ', nel sistema riproduttivo maschile si forma un deflusso venoso collaterale che consente al sangue di fluire attraverso altre vene dello scroto.

Complicazioni possono verificarsi se l'attività sessuale si manifesta nelle prime settimane dopo l'intervento chirurgico. Fino a quando il processo di riabilitazione dopo la fine del trattamento con varicocele si conclude, si dovrebbe astenersi dal fare sesso con un partner e la masturbazione - questi sono i limiti.

Inoltre, non è consigliabile bere bevande alcoliche per il periodo di recupero dopo l'intervento di varicocele - possono causare un sovraccarico dei reni, che comporterebbe conseguenze negative fino ad una ricaduta.

C'è anche la possibilità di una ricaduta anche seguendo tutte le regole della riabilitazione. La principale causa di recidiva è una vena vascolare che un chirurgo ha mancato o un ramoscello. Inoltre, dopo un'operazione fallita, possono verificarsi danni all'arteria iliaca, un'infezione alla ferita, sanguinamento, ipertrofia, atrofia o azoospermia testicolare.

Dopo l'intervento chirurgico, il varicocele può manifestare dolore ai testicoli, ma nel 90% dei casi passa rapidamente. In tal caso, se il dolore non si ferma, è necessario contattare il medico.

Scopri quali gradi di varicocele subiscono un trattamento non chirurgico.

E qui puoi imparare tutto sui tipi di fimosi.

Chirurgia del varicocele: tecnica chirurgica e tecniche chirurgiche di base

Le vene varicose del cordone spermatico sono una patologia abbastanza comune del sistema vascolare degli organi genitali maschili. Nella maggior parte dei casi, la malattia si verifica nell'adolescenza, ma dopo la fine della pubertà, non è raro.

Secondo le statistiche mediche, circa il 17% della popolazione maschile totale affronta un problema simile. Il pericolo di varicocele è nelle fasi successive e, se non viene effettuato un trattamento chirurgico, l'uomo nella maggior parte dei casi perde la capacità di concepire un bambino a causa della degradazione della spermatogenesi.

Questo articolo spiegherà perché è importante un'operazione con varicocele, la cui tecnica può essere diversa a seconda della tecnica scelta.

Trattamento chirurgico delle vene spermatiche

La particolarità della malattia sta nel fatto che sotto l'influenza di vari fattori, le vene del cordone spermatico perdono la loro forma precedente, si stirano e si deformano. Un tale stato non può essere modificato tramite metodologie tradizionali di trattamento pertanto ritenuto intervento chirurgico che mira ad eliminare il flusso di sangue attraverso le vene del paziente e quindi la circolazione del sangue avviene attraverso altri vasi ravvicinati. A seconda del metodo, questo può essere ottenuto bendando, sopprimendo, legando o bloccando le vene dall'interno con sostanze speciali che bloccano il lume vascolare.

È importante Il trattamento delle vene varicose del cordone spermatico ha successo sotto la condizione chirurgica. Tutte le altre tecniche mediche, inclusa la terapia farmacologica, dovrebbero essere attribuite ai metodi secondari di supporto che devono essere usati in combinazione.

Ritardo di funzionamento

Nella pratica medica, è spesso possibile trovare casi in cui l'operazione è ritardata o non eseguita affatto in assenza di fattori che inibiscono la spermatogenesi o la presenza di ragioni oggettive che impediscono il trattamento chirurgico. La responsabilità di prendere una decisione spetta di più al medico, ma può essere anche con il paziente se insiste su un ritardo.

In questi casi, il paziente è al dispensario, viene costantemente osservato. Se i test mostrano un cambiamento nella dinamica della malattia, la diagnosi viene chiarita e la terapia viene rivista.

Di solito, in questo momento l'uomo designato dal accompagnando terapia medica e viene istruito sulle regole di comportamento stabilite da alcune restrizioni, per esempio, in questo periodo è vietato impegnarsi in attività e sollevare oggetti pesanti intensamente.

Le condizioni in base alle quali è possibile rinviare l'operazione dovrebbero essere considerate:

  • fasi iniziali della malattia, in cui non vi è alcun impatto negativo sul sistema riproduttivo;
  • gioventù o vecchiaia;
  • la presenza di malattie croniche in cui la chirurgia è controindicata;
  • la conservazione della fertilità per gli uomini ha perso il suo significato;
  • la malattia non provoca disagio, non c'è dolore.

Chiarire brevemente la logica dell'opportunità di posticipare le operazioni. L'operazione non può essere eseguita affatto per gli anziani e quegli uomini che hanno già il numero desiderato di bambini. In poche parole, lo sviluppo della sterilità per loro non sarà qualcosa di catastrofico.

In questo caso, il varicocele dovrebbe essere nelle sue fasi iniziali, non danneggiato e in condizioni stabili. L'operazione non può essere eseguita in presenza di controindicazioni.

In questo caso, il medico urologo consiglia di utilizzare tecniche che permettono l'interno per intasare vena (sclerotizzazione o testicolare vena embolizzazione) che permette la rapida polimerizzazione varicocele senza tagliare qualsiasi tessuto, e forare il catetere nella vena è minimizzato.

I ritardi si riscontrano più spesso in pediatria e per i pazienti giovani viene utilizzato un approccio speciale. Nei bambini, un'aumentata incidenza di ricadute postoperatorie dovute alla rapida crescita e alla costante ricostruzione del giovane organismo, le imperfezioni dell'anatomia del sistema venoso dello scroto.

La seconda ragione per cui i bambini nelle prime fasi dell'operazione non viene eseguita - l'assenza di spermatogenesi. Si ritiene che sia impossibile danneggiare il processo di formazione dei gameti sessuali perché non è ancora iniziato. Sulla base di queste considerazioni, spesso nelle fasi iniziali, agli adolescenti viene prescritta una terapia farmacologica per stabilizzare la malattia e vengono continuamente monitorati.

L'operazione in questo caso si svolge alla fine della pubertà, con un peggioramento della condizione o in adolescenza, se l'analisi dello sperma mostra una tendenza negativa. La presenza di moderne attrezzature operative e le più recenti tecniche consentono di effettuare trattamenti a qualsiasi età con alta efficienza e minimi rischi di complicanze postoperatorie, pertanto oggi sempre più specialisti sono inclini a credere che il trattamento precoce garantisca praticamente la conservazione della capacità di procreare in un bambino in futuro.

Fai attenzione. Nel trattamento del varicocele, si è deciso di posticipare il paziente in modo da monitorare da vicino i segni sintomatici. Se diventano più pronunciati, dovresti vedere immediatamente il medico, non aspettando un'ispezione di routine.

Quando è necessario un intervento chirurgico

Per gli uomini adulti e maturi, la chirurgia è raccomandata non solo nelle fasi centrali o tardive della malattia, ma anche all'inizio della malattia. Questo approccio aiuterà ad evitare conseguenze negative e aumenterà le possibilità di preservare la fertilità.

L'intervento chirurgico è necessario se:

  • vene doloranti nello scroto;
  • l'analisi spermatica è cattiva o mostra una tendenza negativa;
  • il testicolo inizia a diminuire di dimensioni a causa di processi distruttivi nei tessuti dei testicoli;
  • ischemia del testicolo;
  • l'aspetto delle vene infiammate nello scroto;
  • gonfiore dello scroto o cedimenti del testicolo del paziente.

Se un uomo malato ha raggiunto i 21 anni, nella maggior parte dei casi l'operazione viene eseguita senza indugio, il che può aumentare significativamente la probabilità di preservare la fertilità. Durante la pubertà vengono presi in considerazione tutti i fattori concomitanti e viene presa una decisione obiettiva, ma va notato che recentemente, nella maggior parte dei casi, il trattamento chirurgico è prescritto a pazienti giovani, soggetti all'uso di moderne operazioni microvascolari.

Tipi di operazioni varicocele

In questo articolo, sconvolgeremo le operazioni che vengono eseguite con il varicocele nella moderna pratica medica:

  • tecniche operative addominali tradizionali di Ivanissevich e Palomo;
  • varicocelectomia microvascolare con il metodo di Marmara;
  • chirurgia endoscopica;
  • rivascolarizzazione o smistamento della vena spermatica.

Oltre a queste operazioni, vengono utilizzati metodi che non rientrano nella definizione di operazioni nella loro comprensione generale. Si tratta principalmente di embolizzazione e sclerotizzazione della vena testicolare dove invece di un taglio viene praticato un piccolo foro e tutto il lavoro viene eseguito all'interno della vena. Per chiarezza, si consiglia di guardare il video in questo articolo sui metodi operativi di trattamento del varicocele.

Chirurgia addominale classica

I tradizionali metodi chirurgici classici di trattamento del varicocele includono le operazioni di Ivanissevich e Palomo, che sono quasi identici con l'unica differenza che il metodo Palomo implica la soppressione non solo delle vene, ma anche delle arterie ovariche. L'essenza delle tecniche sta nella legatura e nella soppressione delle vene del seme, e il flusso sanguigno inizierà a essere realizzato attraverso altri vasi abbastanza vicini, il che è sufficiente per la completa circolazione del sangue.

Queste operazioni si distinguono per semplicità rispetto ad altri metodi strumentali di trattamento del varicocele, quindi, per eseguirle, è sufficiente che il chirurgo abbia una normale sala operatoria. Il trattamento viene eseguito in anestesia locale, in rari casi è possibile utilizzare l'anestesia generale. Di norma, la durata non supera un'ora e in media è di 30-40 minuti.

Considera come l'operazione varicocele. In primo luogo, il sito dell'incisione viene trattato con antisettici, dopo di che il chirurgo esegue un taglio della pelle e degli strati muscolari nelle sezioni inferiori del peritoneo (quindi, queste operazioni sono indicate come "retroperitoneale") di circa 5-6 cm.

Attraverso la ferita chirurgica, il medico è in grado di raggiungere le vene del cordone spermatico ed estrarle. Le navi sono ispezionate, le parti infiammate sono legate ed escisse. Dopo aver eseguito tutto il lavoro necessario per rimuovere le vene, vengono posizionati nella loro posizione originale e la ferita viene suturata a strati.

Una sutura sterile viene applicata alle suture, che non possono essere rimosse o bagnate per diversi giorni. Più in dettaglio su questo paziente deve consultare il medico generico essente presente. La rimozione della sutura avviene in una settimana, di regola, a 7-8 giorni dopo i quali il paziente lascia l'ospedale purché non vi siano complicazioni.

Effetti collaterali

Le operazioni classiche per la rimozione del varicocele tra le altre utilizzate nella pratica sono le più traumatiche e spesso portano allo sviluppo di recidive e alle seguenti complicanze:

  • l'ipossia dei tessuti testicolari con successiva atrofia può essere in caso di danno all'arteria ovarica;
  • idrocele o idropisia dei testicoli si verificano spesso se l'integrità dei vasi linfatici è rotta;
  • intorpidimento o perdita di sensibilità nella parte superiore della coscia interna avverrà se un nervo viene accidentalmente tagliato.

La semplicità delle operazioni di Ivanisevich e Palomo ha un vantaggio indiscutibile in quanto il prezzo di questo tipo di trattamento è il più basso. Tuttavia, questo non può essere il criterio di selezione principale, perché quando si lavora con le vene, il chirurgo danneggia spesso i tessuti e le navi adiacenti, con la conseguenza che la probabilità di sviluppare complicanze postoperatorie indesiderate è stimata intorno al 30-35%.

Approssimativamente lo stesso numero di recidive si verifica a causa del fatto che questa tecnica non consente di esaminare completamente tutte le vene del cordone spermatico e rimuovere l'infiammato. Nonostante sia stata recentemente suggerita una varietà sufficiente di moderni metodi minimamente invasivi per l'eliminazione del varicocele in piccole città e villaggi, il trattamento viene spesso effettuato utilizzando tecniche classiche, poiché nell'arsenale delle cliniche locali non esistono moderne apparecchiature operative, ma anche con un'operazione del genere non è economico.

I metodi di Ivanissevich e Palomo hanno un numero significativo di caratteristiche negative:

  • alto rischio di complicanze postoperatorie e recidiva;
  • riabilitazione a lungo termine (fino a sei mesi);
  • dopo la rimozione delle suture vi è una cicatrice evidente che sembra una cicatrice dopo che l'appendicite è stata rimossa;
  • forte dolore dopo l'anestesia;
  • rimanere in ospedale il paziente avrà almeno una settimana in alcuni casi fino a 14 giorni.

Caratteristiche di riabilitazione dopo l'operazione Ivanissevich (Palomo)

Le tecniche operative tradizionali si distinguono per i più lunghi periodi di riabilitazione, principalmente a causa di una violazione della struttura muscolare delle pareti del peritoneo, che guariscono per un tempo piuttosto lungo.

Pertanto, il paziente deve osservare rigorosamente le seguenti regole:

  1. Nei primi giorni dopo l'intervento, il paziente non è consigliato a muoversi e mostra un riposo a letto rigoroso. Un'eccezione potrebbe essere la visita al bagno. Se i fenomeni negativi non compaiono, allora dal terzo giorno, in assenza di forti dolori, puoi iniziare a camminare attentamente;
  2. Immediatamente dopo la sutura, viene applicata una medicazione antisettica sulla ferita. Non può essere bagnato o rimosso per diversi giorni. Dopo la medicazione viene sostituita ogni giorno fino alla rimozione delle suture;
  3. È severamente vietato spalmare la ferita con qualsiasi cosa senza il permesso del medico;
  4. Di regola, la rimozione dei punti avviene dopo una settimana. In questo momento, i movimenti sono consentiti senza restrizioni, a condizione che non ci sia dolore;
  5. Le prime due settimane, si consiglia al paziente di indossare una sospensione - una medicazione speciale mostrata nella foto. Il suo uso eviterà un eccessivo stress meccanico sui testicoli durante la deambulazione e il mantenimento dello scroto non consentirà ai muscoli di allungarsi, il che ridurrà significativamente il dolore;
  6. L'attenzione del paziente nel primo mese postoperatorio dovrebbe essere focalizzata sulla prevenzione di un aumento della pressione intra-addominale e della pressione della pressa, poiché ciò minaccia l'integrità delle cuciture. Non è raccomandato sollevare oggetti pesanti, praticare sport, correre, tossire, tollerare disturbi del tratto gastrointestinale;
  7. Nei primi sei mesi, il paziente è sotto stretta supervisione del medico e solo dopo questo periodo, se non ci sono indicazioni negative, è permesso di ritornare gradualmente alla vita normale senza attenzione ai carichi esercitati.

Operazione Marmara

L'operazione ha alcune somiglianze in natura con i metodi tradizionali sopra descritti a causa del fatto che esiste anche una soppressione del cordone spermatico, ma come l'operazione Marmar sul varicocele subisce una forte influenza sul risultato. Questo tipo di operazioni viene definito microvascolare poiché tutto il lavoro con le vene viene eseguito più volte in ingrandimento, pertanto la sala operatoria deve essere dotata di un microscopio chirurgico o di lenti di ingrandimento speciali.

Un aumento di sei volte consente di preselezionare tutte le navi vicine e di tagliare non solo la vena testicolare infiammata, ma anche i tre collettori che si estendono da esso. Questo è il motivo per cui i rischi di ricorrenza e complicanze in questo caso sono solo del 5-7%. Per l'accesso alle vene, il medico esegue una piccola incisione di 3-4 cm nell'area subinguinale, che esclude il danno ai muscoli del peritoneo, in modo che le ferite guariscano rapidamente e il tempo di riabilitazione non superi un mese.

Fai attenzione. Indipendentemente dal tipo di metodo operativo per la rimozione del varicocele, si raccomanda al paziente di limitare il sollevamento pesi nei primi sei mesi e di non praticare sport di forza. Il rispetto delle regole di riabilitazione riduce significativamente il rischio di recidiva.

Caratteristiche della tecnica

L'operazione Marmara è uno dei più moderni e più moderni metodi di rimozione del varicocele, principalmente a causa della combinazione di qualità del prezzo. Così come prima di qualsiasi intervento chirurgico, il paziente deve superare diversi test per determinare la sua condizione.

Uno dei vantaggi della varicocelectomia microvascolare è che il trattamento viene eseguito su base ambulatoriale e già la sera del giorno dell'operazione l'uomo risulta essere a casa.

Di seguito è riportato un breve riepilogo dei principali vantaggi di questa procedura operativa:

  1. La durata dell'operazione con varicocele secondo il metodo di Marmara non supera un'ora e di solito dura circa mezz'ora;
  2. Anestesia locale;
  3. La ferita operativa non supera i centimetri e si trova nell'area dell'anello inguinale praticamente alla base del pene, da dove il chirurgo ha un'eccellente opportunità di raggiungere facilmente le vene del cordone spermatico;
  4. Una volta completata l'operazione, vengono applicati i punti, che vengono rimossi dopo una settimana o quando vengono applicati punti cosmetici, che si risolvono da soli. Assicurati di vedere un medico un mese dopo per il controllo;
  5. La cicatrice postoperatoria rimanente è evidentemente debolmente e completamente nascosta sotto la linea di biancheria intima;
  6. Terapia postoperatoria medica: antibiotici, analgesici, farmaci anti-infiammatori non steroidei, immunomodulatori e vitaminici;
  7. Puoi iniziare la tua vita con alcune limitazioni quasi immediatamente. L'intero processo di riabilitazione di solito dura non più di tre settimane dopo di che è possibile iniziare gradualmente a praticare sport aumentando costantemente il carico di lavoro;
  8. L'attività sessuale è consentita dopo alcuni giorni in assenza di dolore, ma è auspicabile attendere fino a quando la ferita non sia completamente stretta e prima che sia consentita la stimolazione periodica non intensiva.

Una nota L'operazione Marmara è un metodo valido e affidabile per il trattamento del varicocele, ma è in qualche modo inferiore alle operazioni endoscopiche, ma è significativamente superiore in termini di qualità ed efficacia alle tecniche chirurgiche tradizionali.

laparoscopia

La chirurgia della varicocele laparoscopica è una tecnica progressiva relativamente nuova per il trattamento chirurgico del varicocele. Ha cominciato ad essere utilizzato dopo l'invenzione dell'endoscopio (laparoscopio).

È un tubo dotato di una microcamera con retroilluminazione, quindi l'immagine viene visualizzata sul monitor di un computer in tempo reale. Ciò consentirà di produrre manipolazioni estremamente precise con le vene direttamente all'interno del corpo del paziente senza rimuovere i vasi.

Per fornire al chirurgo più spazio nell'attuazione delle azioni, l'anidride carbonica viene pompata nel peritoneo e tre aperture chirurgiche (10 mm e 5 mm) vengono iniettate in tre strumenti chirurgici: il più grande viene eseguito nell'area dell'ombelico per il lapascope, i più piccoli si trovano sui lati e sono necessari per mikrominipulyatorov.

Ora parliamo sotto quale tipo di anestesia sta subendo un intervento chirurgico varicocele. In questo caso, l'anestesia sarà generale perché per l'accuratezza delle azioni intraprese, è necessaria l'immobilizzazione completa del paziente.

La durata della condotta varia dalle caratteristiche della diagnosi e in generale non supera 1,5 ore. Dopo che il medico ha raggiunto le vene del cordone spermatico, esamina le navi e lega le aree colpite da vene varicose. Le recidive sono rare, a causa della precisione delle manipolazioni monitorate sul monitor. Il chirurgo ha l'opportunità di esaminare completamente le vene in modo da rimuovere tutte le vene deformate ed è importante che in casi molto rari siano danneggiate altre navi e tessuti adiacenti.

I metodi endoscopici di trattamento del varicocele hanno indiscutibili vantaggi rispetto ad altri, pertanto la laparoscopia consente di trattare contemporaneamente il varicocele bilaterale e di eliminare le ricadute. Dopo la fine dell'operazione, le ferite vengono cucite a strati. Le cicatrici saranno, ma a malapena visibili.

Caratteristiche della laparoscopia

Per facilitare le prestazioni comparative, elenchiamo brevemente le principali caratteristiche distintive del trattamento endoscopico delle vene varicose del cordone spermatico:

  1. La durata dell'operazione da un'ora e mezza a due ore. Questa è l'operazione più lunga descritta in questo articolo;
  2. Sarà richiesto il ricovero per 2-3 giorni;
  3. Nella maggior parte dei casi, viene utilizzata l'anestesia generale;
  4. Nessun taglio è fatto sul corpo. Gli strumenti microchirurgici sono inseriti attraverso piccole aperture nel peritoneo. Dopo l'operazione, ci sono cicatrici appena evidenti o possono essere completamente assenti;
  5. La terapia farmacologica è la stessa di altri tipi di operazioni: antidolorifici, antibiotici, antinfiammatori e farmaci per aumentare le difese dell'organismo;
  6. La riabilitazione è breve. Nelle prime settimane è necessario evitare carichi e dopo venti giorni si può tornare gradualmente alla vita normale senza restrizioni;
  7. Iniziare le attività sportive dovrebbe essere non prima di un mese.

Fai attenzione. L'articolo indica i periodi medi relativi di riabilitazione. Un tempo più accurato per rimuovere le restrizioni e tornare a una vita piena dovrebbe essere indicato dal medico curante, in base alle caratteristiche della diagnosi e delle osservazioni personali. Non è necessario dare lo sforzo fisico da soli prima dei limiti di tempo specificati poiché ciò potrebbe minacciare l'integrità delle cuciture.

Rivascolarizzazione della vena testicolare

Un altro nome per questa operazione che viene usato meno spesso è lo smistamento. Il significato delle azioni eseguite è quello di ritagliare l'area infiammata della vena testicolare e cucire al suo posto una vena vicina, creando così uno shunt.

La principale caratteristica positiva di questa tecnica è il rapido ripristino del flusso sanguigno del testicolo, che è indubbiamente corretto dal punto di vista del ripristino dei processi fisiologici. Per il trattamento in questo modo, la sala operatoria deve essere dotata di speciali strumenti microchirurgici e il chirurgo deve avere l'esperienza necessaria. Di regola, la rivascolarizzazione delle vene testicolari viene effettuata in cliniche di grandi dimensioni o centri urologici specializzati.

Tocca brevemente le caratteristiche principali della tecnica di trasporto. Nella parte inferiore del peritoneo, un'apertura chirurgica è fatta non più di sei centimetri attraverso cui il medico rimuove i vasi: le vene testicolare ed epigastrica.

Dopo la rimozione della vena infiammata, la vena epigastrica viene suturata al suo posto. Non appena il medico è soddisfatto che la circolazione sanguigna viene ripristinata, le vene sono cucite saldamente, i vasi vengono collocati nello stesso punto e una sutura viene applicata al sito dell'incisione.

Caratteristiche di smistamento

Le principali caratteristiche distintive della rivascolarizzazione della vena testicolare (bypass) dovrebbero includere quanto segue:

  1. L'operazione viene eseguita in anestesia generale;
  2. La principale caratteristica positiva è che la vena irritata viene rimossa completamente e non si risolve come con altri metodi. Il flusso sanguigno viene ripristinato immediatamente;
  3. Dopo l'intervento chirurgico, una sutura sterile viene applicata alle suture (2-3 giorni), che viene poi sostituita ogni giorno fino alla rimozione delle suture (7-8 giorni);
  4. La terapia farmacologica postoperatoria non è diversa da altri metodi: antibiotici, antidolorifici, immunomodulatori e farmaci antinfiammatori non steroidei;
  5. Ci sarà una cicatrice postoperatoria notevole sul corpo;
  6. Gli aspetti negativi includono la difficoltà di implementazione e una maggiore probabilità di coaguli di sangue nel sito di intervento chirurgico di bypass.

La probabilità di complicanze e recidive non supera il 10%. Possono evolversi secondo gli stessi principi descritti per le tecniche operative tradizionali.

A causa dell'alta complessità e del rischio di trombosi, la rivascolarizzazione delle vene testicolari è stata recentemente utilizzata in misura sempre minore, soprattutto in considerazione del fatto che esistono altre tecniche più semplici da eseguire e che offrono risultati eccellenti. Prestare attenzione alla tabella, che mostra le principali caratteristiche delle tecniche operative di cui sopra.

Un breve confronto delle principali operazioni per la rimozione del varicocele:

Articoli Su Varici