Quando viene eseguita una minifleectomia, quali risultati può ottenere?

Da questo articolo imparerai: che cos'è miniphlebectomy, sotto quali malattie viene eseguita questa operazione, come prepararsi per la sua attuazione. Tecnica di miniflebectomia e periodo postoperatorio.

Miniflebectomia è una procedura chirurgica minimamente invasiva, con la quale i chirurghi rimuovono le vene varicose attraverso piccole incisioni o punture della pelle.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Rispetto alla flebectomia tradizionale, questo intervento chirurgico è caratterizzato da un migliore effetto cosmetico e dall'assenza di grandi cicatrici, dalla possibilità di una procedura ambulatoriale e in anestesia locale. A volte questa operazione è chiamata flebectomia ambulatoriale.

Minifleectomia viene eseguita da chirurghi vascolari e generali.

Indicazioni per flebectomia ambulatoriale

La minifleobectomia viene eseguita per eliminare le vene varicose. Questa operazione viene utilizzata per rimuovere i nodi più varici e non per rimuovere tutte le vene safene.

Controindicazioni e limiti della flebectomia ambulatoriale

La minifleobectomia viene eseguita per rimuovere i nodi varicosi, con il suo aiuto, è impossibile eliminare la causa di questa malattia - insufficienza venosa e aumento della pressione nelle vene superficiali safeniche. Pertanto, la minifleobectomia è spesso combinata con altri metodi di trattamento delle vene varicose - con radiofrequenza o ablazione laser, scleroterapia delle vene safene.

Con cautela, questa operazione viene eseguita con la localizzazione dei nodi varici sul dorso del piede, della caviglia e nell'area poplitea. Questi luoghi sono più sensibili ai traumi, le vene poste in loro sono più difficili da rimuovere.

Le controindicazioni alla minifleobectomia includono:

  • Il processo di infezione nel sito dell'operazione.
  • Edema periferico grave
  • Grave salute generale del paziente, ad esempio, scompenso delle malattie del sistema cardiovascolare o respiratorio.
  • Pazienti con scarsa coagulazione del sangue, ad esempio, in seguito all'assunzione di anticoagulanti (warfarin, xarelto) o alla presenza di alcune malattie (emofilia).
  • Pazienti con una coagulazione del sangue potenziata, che aumenta il rischio di trombosi venosa.
  • Trombosi venosa profonda
  • Gravidanza.

Preparazione per la chirurgia

Prima di eseguire la flebectomia ambulatoriale, è necessario un esame dettagliato del sistema venoso utilizzando tecniche a ultrasuoni. Viene inoltre effettuato un esame minimo di laboratorio e strumentale per valutare la salute generale del paziente. I test che vengono spesso consigliati dai medici includono:

  • emocromo completo;
  • analisi delle urine;
  • coagulogramma (test di coagulazione del sangue);
  • elettrocardiografia.

Istruzioni per una corretta preparazione per miniphleectomia:

  1. Se sta assumendo farmaci che fluidificano il sangue (warfarin, Plavix, Xarelto, Brilint, aspirina), informa i medici. Potrebbe essere necessario smettere di prenderli 5-7 giorni prima dell'intervento.
  2. Se sei allergico a qualsiasi farmaco (in particolare anestetici locali), devi parlarne con i tuoi medici.
  3. Poiché questa procedura chirurgica non viene eseguita in anestesia generale, si consiglia di fare una leggera colazione la mattina prima dell'operazione.
  4. Indossare abiti larghi e scarpe comode il giorno dell'intervento.
  5. A volte i medici danno raccomandazioni speciali - per esempio, l'uso di unguenti o droghe compresse prima dell'intervento chirurgico. Devi seguire queste istruzioni chiaramente.
  6. Organizzare con un parente o un amico per portarti a casa dopo l'intervento chirurgico. Sebbene la sindrome del dolore dopo la minifleectomia non sia molto pronunciata, può interferire leggermente con il movimento libero e la guida.
  7. Radere l'area chirurgica la sera, un giorno prima della minifleobectomia.
  8. La mattina prima dell'operazione, fai una doccia igienica.
  9. Il giorno dell'intervento, non applicare oli, lozioni, creme o unguenti nell'area chirurgica.

tecnica di prestazioni

Minifleectomia viene spesso eseguita su base ambulatoriale. Nonostante la minima invasività, questo intervento chirurgico viene effettuato in sale operatorie dotate di tutti gli strumenti necessari per fornire cure di emergenza in caso di complicanze.

Immediatamente prima dell'intervento chirurgico, i chirurghi contrassegnano spesso con vernice verde o un pennarello tutti i nodi varicosi che devono essere rimossi. In questo caso, il paziente deve stare in piedi in modo che possano essere visti meglio.

La pelle nel sito chirurgico viene trattata con soluzioni antisettiche, quindi coperta con un bucato sterile. Quindi viene eseguita l'anestesia locale, dopo di che i chirurghi eseguono tagli o punture della pelle sui nodi varicosi con un piccolo bisturi o un ago spesso. Con l'aiuto di speciali ganci chirurgici, i medici separano la vena dai tessuti circostanti e la tirano fuori attraverso l'incisione. Usando una pinza, il chirurgo "gira" una vena su di lui, estraendola lentamente dal tessuto sottocutaneo, dopo di che attraversa entrambe le estremità della nave. Con la minifleectomia, le estremità della vena da rimuovere non vengono ligate, il sanguinamento viene interrotto mediante spremitura durante e dopo l'operazione. Dopo aver rimosso un nodo varicoso, passare al successivo.

Di solito, piccole incisioni o punture della pelle attraverso le quali i chirurghi rimuovono le vene varicose non sono necessarie per essere suturate.

Un chirurgo vascolare esperto esegue una minipleobectomia sui due arti inferiori in 1-2 ore. Alla fine dell'operazione, la gamba viene lavata dai residui di sangue, una benda sterile viene applicata ai siti di incisione o di puntura. Dopodiché, l'arto inferiore viene fasciato con una benda elastica, che fornisce una sufficiente spremitura dei tessuti e previene possibili emorragie.

Il processo di esecuzione di miniflebectomia

Periodo postoperatorio

Anche se la minifleectomia fosse eseguita in regime ambulatoriale, dovrai rimanere in ospedale per circa 2 ore, dopo di che potrai tornare a casa. Nel periodo postoperatorio, dovresti seguire attentamente le raccomandazioni del medico e il programma delle visite di controllo all'istituto di cura.

Attività fisica dopo l'intervento chirurgico:

  • Il giorno dell'intervento è importante iniziare a camminare un po '. Per fare questo, ogni ora è necessario alzarsi almeno 5 minuti. Il secondo giorno, fai brevi passeggiate di 15 minuti 2-3 volte. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di trombosi venosa profonda e migliorare il flusso sanguigno nelle gambe.
  • Nelle prime 48 ore, mentre la benda è in piedi, solleva le gambe in posizione seduta o sdraiata almeno 3-4 volte al giorno. Se rimani a lungo dopo l'operazione, può portare a edema e disagio.
  • Nei prossimi giorni, gradualmente tornare alle attività quotidiane.
  • A 4-5 giorni dall'intervento, è possibile riprendere l'esercizio aerobico di intensità moderata (camminare, fare jogging, yoga, pilates) se ci si sente a proprio agio con esso.
  • Puoi volare in aereo o fare lunghi viaggi (più di 2 ore) in 1 settimana.

Cura di una benda e ferite dopo l'intervento chirurgico:

  • Durante le prime 48 ore, la benda non deve essere rimossa e inzuppata. Se sembra troppo spremere, solleva la gamba per ridurre il gonfiore. Se il disagio non passa - chiamare un medico.
  • Dopo 48 ore, la benda deve essere rimossa, dopo di che è possibile lavare sotto la doccia.
  • Per 2 settimane dopo l'intervento, è necessario indossare calze a compressione, rimuovendole solo prima di andare a dormire.
  • Per 2 settimane dopo l'operazione, la gamba operata non deve essere immersa nell'acqua - cioè senza bagni, piscine, ecc. Puoi solo fare una doccia.

Possibili problemi postoperatori:

  1. Lividi e disagio sono normali dopo una minipleobectomia. Scompaiono in 3-4 settimane dopo l'intervento.
  2. Per eliminare il disagio o il dolore, puoi prendere un medicinale anestetico, come l'ibuprofene. Continua a prendere questo farmaco per 5-7 giorni dopo l'intervento chirurgico per ridurre l'infiammazione.
  3. Di solito, con la minifleectomia, le suture non vengono applicate sulla pelle, piccole incisioni o punture nella pelle guariscono completamente entro 2 settimane.
  4. Dopo la procedura, è possibile notare diversi sigilli che possono essere sensibili quando vengono toccati. Non preoccuparti, si verificano in un terzo dei pazienti dopo minifleobectomia. Questi sono segmenti di vene residue con coaguli di sangue superficiale che non sono pericolosi e scompaiono nel tempo. Massaggiarli e applicare impacchi caldi a loro più volte al giorno. Se questi sigilli fanno male, prendi l'ibuprofene per 1-2 settimane.
  5. Se noti che il sangue sta trasudando sotto la benda, spingi verso il basso su questo punto con due dita e sdraiati con la gamba sollevata. Se il sanguinamento continua, chiamare il medico o chiamare un'ambulanza.
  6. In caso di sanguinamento, febbre, segni di complicazioni infettive o altri problemi, contattare il medico o il pronto soccorso più vicino.

Previsione e risultati di miniflebatomy

Se la minifleectomia è stata eseguita secondo le indicazioni corrette, i risultati a lungo termine di questa operazione sono eccellenti. Il tasso di successo di questo intervento chirurgico raggiunge il 90% o più. Tali buoni risultati sono solitamente associati all'eliminazione dell'insufficienza venosa prima di eseguire la minifleobectomia. In primo luogo, la radiofrequenza o l'ablazione laser di grandi vene superficiali safeniche sono molto diffuse, e solo allora viene eseguita una miniplebectomia.

Come con qualsiasi metodo di trattamento, nel tempo possono comparire nuovi nodi varicosi, specialmente in pazienti con predisposizione genetica a questa malattia.

Cos'è la miniflebectomia

Con una diagnosi come le vene varicose, affrontata da un gran numero di persone. Tra i metodi di trattamento, una procedura chiamata miniflebectomia è comune. Questa procedura è un intervento chirurgico minimo che non è pericoloso per il paziente e non ha conseguenze gravi.

Vediamo cos'è e quanto è pericoloso.

Informazioni di base

Minifleectomia si riferisce alla categoria di intervento minimamente invasivo, che rimuove la vena interessata senza incisioni chirurgiche. Micro puntura o incisioni eseguite sulla pelle con speciali strumenti medici forniscono un approccio alla vena interessata.

Questa tecnica di rimozione delle vene varicose è abbastanza comune ed è stata utilizzata per circa 40 anni. Questa procedura ha lo scopo di normalizzare la circolazione sanguigna negli arti, nonché di eliminare i sintomi delle vene varicose e delle vene blu allargate, che sono ben visibili sotto la pelle e confondono molte persone, specialmente le donne.

Prezzi medi delle transazioni

Nel calcolo del costo dell'operazione, vengono presi in considerazione l'estensione della malattia e la lunghezza della vena interessata. Il costo dell'intervento dipende anche dalla clinica, la qualifica del chirurgo. Inoltre, la regione e la città svolgono un ruolo importante. A Mosca, un'operazione simile a un costo varierà da 10 a 25 mila rubli.

Indicazioni per la chirurgia

Le principali indicazioni per la miniflebectomia sono le seguenti:

  • La presenza di vene varicose.
  • Trombosi.
  • La presenza di vene vascolari sulla pelle.
  • La necessità di rimuovere una piccola nave di diametro fino a 1 cm.

Questo intervento chirurgico può essere utilizzato come trattamento indipendente o utilizzato in combinazione con altri metodi.

Spesso il complesso di trattamento include la scleroterapia. Di norma, senza ulteriori metodi di trattamento, la miniflebectomia viene utilizzata nelle fasi iniziali delle vene varicose, in assenza di importanti cambiamenti.

Modi per eseguire miniflebectomia

Nella medicina moderna emergono costantemente nuove tecniche che ci permettono di liberarci dalla condizione patologica delle vene, accelerare il processo di guarigione e richiedere il minimo intervento nel funzionamento del sistema vascolare.

I dottori Muller e Varadi hanno cambiato la situazione associata alle conseguenze indesiderate delle operazioni sulle vene, vale a dire con cicatrici post-operatorie e una violazione della sensibilità della pelle. I loro metodi suggeriscono interventi chirurgici senza incisioni, anestesia generale e ospedalizzazione del paziente.

La minifleobectomia può essere eseguita nei seguenti modi:

  • Miniflebectomia di Varadi. Secondo il metodo del famoso medico tedesco Zoltan Varadi, la rimozione dei nodi varicosi viene eseguita attraverso piccole incisioni sulla pelle con l'aiuto di speciali ganci miniflebbectomia sviluppati da lui.
  • Miniflebectomia di Muller. Secondo il metodo efficace del medico svizzero Robert Muller, la rimozione delle vene varicose viene eseguita utilizzando punture microscopiche. Durante l'operazione, la vena viene rimossa attraverso punture utilizzando ganci medici speciali. I punti non si sovrappongono, i bordi delle punture sono serrati con una toppa speciale e le vene perforanti nella parte inferiore della gamba sono ligate. Grazie a questo metodo di conduzione di una minifleectomia, il paziente può dire addio per sempre alle vene varicose, poiché non vi è alcun ri-sviluppo di questa patologia dopo il metodo Muller.

Durata e principio di funzionamento

L'operazione viene eseguita in un day hospital, senza ricovero completo del paziente. Il paziente deve sottoporsi a un piccolo esame, superare i test per valutare le condizioni delle vene e la posizione della nave danneggiata.

Con l'aiuto della diagnosi ecografica, il chirurgo determina l'area della vena danneggiata, che deve essere eliminata durante la procedura chirurgica. Un'incisione viene eseguita in un determinato luogo con un bisturi. Con l'aiuto di speciali mini uncini flebectomici, lo specialista porta la vena fuori dal buco, la taglia in pezzi e la rimuove.

Quindi i tagli sono incollati. Piccole punture vengono eseguite lungo la vena interessata, a una distanza di 2-3 cm l'una dall'altra.

L'operazione dura non più di 40 minuti. Il paziente può alzarsi dopo la sua interruzione solo dopo 1 ora, il paziente è in ospedale per 2-3 ore, quindi gli è permesso di andare a casa.

Pertanto, questa tecnologia di trattamento della malattia varicosa richiede solo 1 giorno. L'invalidità temporanea di solito non dura più di una settimana.

Ci sono situazioni in cui le vene sottocutanee sono colpite in grandi numeri e in aree estese. In questi casi, l'operazione è suddivisa in diverse brevi sessioni, in due o tre procedure. Se sono pianificate diverse procedure, saranno eseguite in 2-3 giorni. Tra le operazioni di ospedalizzazione non è richiesto, il paziente conduce una vita normale.

I casi più complessi e avanzati vengono gestiti utilizzando tecniche e metodi combinati.

Vantaggi e svantaggi di tale operazione

Questo metodo di trattamento dello stato varicoso del sistema vascolare presenta molti vantaggi rispetto ad altri metodi, ad esempio EVLK o scleroterapia, in particolare:

  • Risultato efficace: la vena viene rimossa in modo permanente. Tuttavia, si dovrebbe tenere presente che questo non fornisce una garanzia e un'assicurazione contro le vene varicose di altre vene.
  • Breve durata dell'operazione.
  • L'uso dell'anestesia locale assicura che il paziente sia ben tollerato e privo di dolore durante la procedura.
  • Basso rischio di trauma per la procedura, a causa del minimo danno alla pelle.
  • Dopo l'intervento chirurgico, non rimangono cicatrici cosmetiche o altri difetti simili sulla pelle, poiché l'incisione è poco profonda e ha una dimensione molto piccola.
  • Il paziente non ha bisogno di ricovero in ospedale.
  • Permette di rimuovere completamente la vena interessata.
  • Non esiste un limite di età per l'operazione.
  • Non sono richieste suture e legature venose.
  • Tempo di recupero veloce
  • È possibile eseguire l'operazione su qualsiasi lato dell'arto.

L'operazione, di regola, è facilmente tollerata dai pazienti, praticamente senza fornire sensazioni dolorose a loro.

carenze

Nonostante un numero sufficiente di vantaggi, la miniphlebectomy ha i suoi svantaggi:

  • Al sito della vena rimossa, la pigmentazione scura può comparire sulla pelle. Di regola, passa da solo dopo un po 'di tempo.
  • Le reazioni avverse possono svilupparsi.

Quali risultati valgono la pena aspettare

Questa operazione è efficace e fornisce buoni risultati - sia secondo gli esperti, sia secondo le revisioni dei pazienti. Miniflebectomia ha aiutato molti a evitare i sintomi indesiderati delle vene varicose, e in aggiunta:

  • Migliora le condizioni generali.
  • Alleviare il dolore e gonfiore delle vene varicose.
  • Migliora l'aspetto della pelle.

Come recuperare più velocemente dopo l'intervento chirurgico

Per evitare lo sviluppo di complicazioni dopo l'intervento chirurgico, si consiglia di:

  • Limita l'attività.
  • Rispettare il riposo a letto.
  • Indossare una maglia di compressione o usare una benda elastica per un mese.
  • Non visitare il bagno e la sauna.

Qualche tempo dopo l'operazione, è richiesto un esame ecografico del luogo in cui è stata rimossa la vena interessata. Inoltre, tale indagine viene ripetuta in circa sei mesi.

Per il processo di recupero era più veloce, si consiglia di eseguire una serie di esercizi ginnici terapeutici. A volte è prescritto un leggero massaggio degli arti.

Dopo la minifleobectomia, il paziente continua ad essere registrato con il flebologo per un anno.

Quali potrebbero essere le conseguenze

Eventuali risultati indesiderati e complicazioni possono verificarsi dopo qualsiasi intervento chirurgico, se non sono state soddisfatte le condizioni di sterilità, le raccomandazioni mediche o come risultato dell'assunzione di preparati farmacologici.

Di norma, con un'operazione eseguita correttamente, le complicanze si verificano molto raramente, ma la probabilità della loro insorgenza dovrebbe essere presa in considerazione. Le seguenti complicanze possono verificarsi dopo la minifleobectomia:

  • Il verificarsi di lividi e suppurazione.
  • Possibilità di sanguinamento.
  • Trombosi venosa profonda
  • Perdita di sensibilità nella zona interessata.
  • Forse la formazione sul sito di un'incisione di cicatrice.

Di norma, l'aspetto di una cicatrice sotto forma di cicatrice o indurimento dopo chirurgia, ematoma o sensazioni dolorose sono associati alle qualifiche, all'esperienza del medico e alla tecnica di esecuzione. Cioè, dipende da come è stata fatta la puntura o l'incisione.

Il grado di visibilità della cicatrice dipende dalle condizioni della pelle del paziente. Inoltre, è importante seguire accuratamente le raccomandazioni del medico durante il periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico. A causa dell'inosservanza delle norme igieniche dopo l'operazione nei luoghi di foratura, può iniziare il processo infiammatorio. Il dolore può essere eliminato prendendo antidolorifici.

Per evitare lo sviluppo di conseguenze spiacevoli, è necessario seguire le raccomandazioni del dottore nel periodo postin vigore.

Per evitare il verificarsi di ricadute e mantenere il risultato del trattamento, è necessario identificare le cause che hanno provocato le vene varicose ed eliminarle.

Inoltre, è importante osservare i limiti dopo l'operazione e adottare misure preventive che promuovano la circolazione completa e regolare, migliorare le condizioni delle pareti del sistema vascolare. requisiti:

  1. Conduci uno stile di vita sano e attivo.
  2. Abbandona le cattive abitudini.
  3. Seguire la dieta corretta: eliminare cibi grassi e affumicati che aumentano il colesterolo nel sangue.

Poiché la minifleobectomia ha una invasività minima, le complicazioni, di regola, non si verificano nella pratica.

Controindicazioni all'operazione

Miniflebectomia è vietata nei seguenti casi:

  • Durante la gravidanza e l'allattamento.
  • In caso di ipertensione.
  • Con insufficienza polmonare
  • Quando il processo infiammatorio o danni alla pelle nel sito di chirurgia.
  • In caso di insufficienza cardiovascolare.
  • Con le malattie della pelle.
  • Nelle malattie infettive

Non trascurare il problema con le vene non vale assolutamente la pena. Solo il medico curante può determinare il metodo di trattamento appropriato, valutando le condizioni delle vene e l'anamnesi del paziente.

Miniflebektomiya è il metodo più popolare, nuovo e poco traumatico dell'operazione per liberarsi delle vene varicose.

Minifleobectomia: l'essenza e le possibilità dell'operazione, la condotta, il periodo postoperatorio

La flebectomia è la rimozione chirurgica delle vene varicose per scopi medici e cosmetici.

Il sistema venoso sulle gambe è rappresentato da vene profonde, vene safene e vene perforanti che collegano le vene safene e profonde. Varicose chiamiamo espansione e fallimento delle vene safene. Ce ne sono due sulla gamba: grandi e piccole vene safeniche con affluenti.

Eliminare il reflusso venoso (cioè, flusso di sangue inverso) oggi può essere rimosso solo canale per lui. Pertanto, la rimozione delle vene safene rimane il trattamento principale per le vene varicose.

Il flusso sanguigno viene effettuato principalmente attraverso le vene profonde. Solo il 10% del volume totale del sangue passa attraverso le vene safene. Pertanto, la rimozione di queste vene non ha un effetto significativo sul deflusso venoso.

Ci sono molti modi per la flebectomia. Fino alla fine del secolo scorso, il metodo principale era quello di rimuovere le varici modificando le sezioni delle vene attraverso diverse incisioni di dimensioni piuttosto grandi (circa 6 cm), o per estrarre una vena usando una sonda speciale inserita lungo tutta la vena dalla caviglia all'inguine.

Queste operazioni vengono eseguite ora, queste sono le principali operazioni sulle vene, che vengono eseguite gratuitamente secondo la politica OMS. Sono eseguiti sia in anestesia generale che in anestesia epidurale.

Dagli anni '60 del XX secolo, i metodi di chirurgia della vena minimamente invasiva hanno iniziato ad essere introdotti nella pratica dei chirurghi - a basso impatto, senza grandi incisioni e senza l'uso di anestesia generale.

I metodi minimamente invasivi hanno rapidamente soppiantato la flebectomia classica. Il motivo principale per cui i pazienti operano sulle vene (soprattutto le donne) è un difetto estetico. Pertanto, le operazioni che lasciano grandi cicatrici sono diventate poco interessanti.

Oltre all'effetto cosmetico, la chirurgia mini-invasiva è buona perché spesso non richiede l'anestesia generale e può anche essere eseguita in regime ambulatoriale.

Cos'è la miniflebectomia

Miniflebectomia è un metodo per rimuovere le vene varicose senza tagli, attraverso piccole punture nella pelle. Viene eseguito in anestesia locale, nelle condizioni di un day hospital, cioè poche ore dopo l'operazione, il paziente può tornare a casa.

La minifleobectomia può essere un'operazione separata, ma più spesso è combinata con altri metodi di trattamento delle vene varicose: cross -ectomia, perforazione della legatura delle vene, coagulazione laser, scleroterapia e altri.

Per la prima volta, negli anni '60 venne proposta una tecnica di miniflessectomia da un dermatologo svizzero Muller. Poco dopo, è stato finalizzato e modificato da vari chirurghi. Il più famoso oggi è la modifica secondo Varadi (il chirurgo tedesco Zoltan Varadi ha sviluppato strumenti speciali per lei).

I principali vantaggi della miniflebectomia

  • L'anestesia generale non è richiesta.
  • È possibile condurre su base ambulatoriale.
  • Trauma dei tessuti minori
  • Non richiede tempo per il recupero e la riabilitazione. Dopo 2 ore, il paziente può tornare a casa.
  • L'operazione è quasi indolore.
  • La possibilità di chirurgia negli anziani e nei pazienti con malattie croniche concomitanti.
  • Buon effetto cosmetico dovuto alla mancanza di cicatrici.

Come operazione indipendente, viene applicata la miniflebbectomia:

  1. Nelle fasi iniziali delle vene varicose.
  2. Per la rimozione di afflusso esteso varicose BPV o MPV in assenza di reflusso lungo il tronco principale.
  3. In presenza di nodi varicosi limitati.
  4. Per la rimozione delle vene dilatate su aree atipiche del corpo (viso, piedi, labbra).
  5. Per rimuovere una vena dopo il trattamento primario della tromboflebite.
  6. Con una tromboflebite ascendente della vena safena.

Come operazione aggiuntiva, viene applicata la miniflebbectomia:

  • Per la rimozione degli affluenti dopo la rimozione del tronco principale della vena safena mediante cross -ectomia (intersezione della fessura del GSV con la vena femorale) e stripping (rimozione del TSW con una sonda).
  • Dopo la coagulazione laser endovasale.
  • In combinazione con la legatura perforante delle vene.

Preparazione per la chirurgia

Per chiarire il metodo di trattamento chirurgico e il volume della chirurgia, la scansione ad ultrasuoni è prescritta ai pazienti con vene varicose. Questo esame rivela il livello di insolvenza delle valvole, la permeabilità delle vene profonde e perforanti, la presenza di coaguli di sangue.

Immediatamente prima dell'intervento (10 giorni), sono prescritti esami standard preoperatori:

  1. Emocromo generale dettagliato.
  2. Analisi delle urine
  3. Marcatori del sangue per epatite virale, HIV, sifilide.
  4. Lo studio della coagulazione del sangue e componenti della coagulazione.
  5. Analisi biochimica del sangue
  6. Elettrocardiografia.
  7. Radiografia del torace.
  8. Esame di un terapeuta

Il paziente viene avvisato della cancellazione alcuni giorni prima dell'operazione di farmaci che fluidificano il sangue (aspirina e altri farmaci antiinfiammatori).

Prima dell'intervento, è necessario acquistare calze compressive della dimensione desiderata del secondo grado di compressione. Si consiglia di indossare maglieria a compressione per 1-2 settimane prima dell'operazione, questo rende più facile indossare dopo l'operazione (la maglieria nuova è abbastanza tesa).

Prima di un intervento chirurgico, è necessario radersi le gambe.

Principali controindicazioni per miniphlebectomia

  • Condizione generale grave
  • Malattie infettive acute
  • Malattie croniche nello stadio di scompenso (insufficienza cardiaca, scompenso del diabete, insufficienza renale ed epatica, ipertensione arteriosa grave).
  • Gravidanza e allattamento.
  • Un'infezione della pelle nelle gambe.
  • Tromboflebite attiva (controindicazione relativa).
  • Disturbo della coagulazione del sangue
  • Altre malattie che limitano la mobilità del paziente nel periodo postoperatorio (paralisi, alterazione del cammino a causa di patologie articolari, ecc.).

Corso di operazione

Immediatamente nella sala operatoria si esegue di nuovo un'ecografia, la vena è contrassegnata. Viene eseguita l'anestesia locale di infiltrazione.

Nel corso di una vena modificata, i fori di micro perforazione sono realizzati con un ago o un bisturi con una lama molto stretta. Attraverso una puntura nella ferita, una vena è disegnata con un gancio speciale, serrato e intersecato. Al posto della massima tensione della pelle quando viene tirata la vena, viene effettuata la successiva puntura. Il sito della vena viene avvolto su una clip e rimosso. In questo modo puoi rimuovere la vena su un'area abbastanza ampia. Alcuni chirurghi rimuovono il tronco principale della grande vena safena mediante miniflebectomia.

rimozione della vena all'uncinetto

Le vene non sono legate, le suture non si sovrappongono. L'intonaco adesivo è bloccato sul sito di puntura. I rulli possono essere applicati lungo le vene rimosse. Immediatamente dopo la procedura, la compressione a maglia viene indossata sul piede.

Dopo l'intervento

L'operazione dura da 40 minuti a 1 ora. Dopo l'intervento, il paziente deve restare sdraiato per un'ora, quindi può tornare a casa. Si raccomanda l'attivazione precoce (camminare, esercizi terapeutici per le gambe).

La biancheria intima a compressione deve essere indossata, senza rimozione, per 2-3 giorni. Quindi il paziente è invitato alla medicazione. Dopo di ciò, la compressione è consigliata per un periodo di 3-4 settimane solo durante il giorno, le calze vengono rimosse per la notte.

Per 3-4 settimane si raccomanda di evitare il sollevamento pesi e l'esposizione al calore (bagni, saune, bagni caldi). Non ci sono altre restrizioni, di regola. Se il lavoro non è associato a un intenso lavoro fisico, il paziente può tornare alla sua solita attività lavorativa in 2-3 giorni.

Piccoli ematomi appariranno in punti di vene remote che scompaiono in pochi giorni. A volte l'iperpigmentazione può rimanere sul sito di ematomi per un periodo di 1-2 mesi.

Possibili complicazioni

Nonostante il prefisso "mini", è ancora un'operazione. Come per qualsiasi intervento chirurgico, il paziente deve essere avvertito delle possibili conseguenze e complicanze, sebbene siano piuttosto rare.

  1. Bleeding.
  2. L'infezione.
  3. Trombosi, tromboflebite.
  4. Iperpigmentazione a lunga durata (scurimento della pelle).
  5. Il verificarsi di cicatrici.

Miniflebectomia non garantisce la comparsa di nuovi nodi varicosi in altri luoghi.

Fondamentalmente, il feedback su questa operazione è solo positivo: senza tagli, senza anestesia, praticamente senza dolore, in un'ora il paziente si sbarazza di vene varicose. Non è inoltre richiesta una riabilitazione speciale.

Costo del funzionamento

Va detto che quasi tutta la flebologia è concentrata nella medicina a pagamento. Il costo dell'operazione miniflebectomia varia da 15.000 a 35.000 rubli. Il prezzo dipende dal volume dell'operazione, dal grado della clinica, dalla categoria del chirurgo, dagli strumenti usati.

Miniflebektomiya

Miniflebectomia è una tecnica medica moderna che consente di eliminare il problema con le vene varicose. L'operazione è quasi indolore e si svolge con un minimo di complicazioni.

Può essere eseguito separatamente o come parte di procedure chirurgiche più complesse per il trattamento delle vene varicose.

Minifleectomia viene eseguita principalmente in due versioni:

  • La minifleotomia di Müller è un metodo comune quando le vene affette da vene varicose vengono rimosse attraverso le punture. Durante l'operazione vengono utilizzati ganci a minifleectomia, mediante i quali le vene varicose vengono rimosse attraverso le forature praticate. Dopo che il medico esegue il bendaggio delle vene perforanti nella zona della caviglia. I punti dopo l'intervento non vengono imposti ei bordi delle punture vengono semplicemente fissati con uno speciale cerotto. Dopo l'intervento chirurgico, il ricovero non è richiesto, il paziente è sotto controllo medico per diverse ore, dopo di che può andare a casa. Per accelerare il processo di guarigione, si consiglia al paziente di indossare indumenti speciali a compressione per circa 30 giorni dopo la procedura. Dopo l'intervento chirurgico, le vene varicose scompaiono, non riescono a riapparire e quasi tutti i pazienti sono soddisfatti dell'effetto cosmetico che la miniphlebectomia di Muller fornisce.
  • Miniflebectomia Varadi è un approccio più tradizionale, efficace e meno traumatico. Le vene varicose vengono rimosse attraverso punture con ganci Varadi. L'operazione dura non più di 40 minuti ed è eseguita in anestesia locale. La miniflebectomia secondo questo principio lascia quasi senza difetti sulla pelle, il paziente viene visto dal medico per 2-3 ore, quindi lascia la clinica.

Oltre alle due opzioni principali per l'operazione, viene fornita una miniflebbectomia con sclerobliterazione intraoperatoria. Questo è un metodo per rimuovere le vene safene esponendole alla composizione chimica - sclerosante. Questa sostanza può anche essere iniettata nella vena dilatata sotto forma di una forma di schiuma.

Le vene (grandi e piccole sottocutanee) sono pre-ligate e una sostanza chimica viene iniettata attraverso la microincisione. Miniflebectomia con sclerobliterazione intraoperatoria non è una procedura così popolare a causa della possibile ricorrenza della malattia.

L'intervento chirurgico miniflebektomiya può anche essere effettuato in un'altra versione - questo miniflebectomia EVLK. Il metodo prevede la rimozione delle vene varicose delle vene safene con radiazione laser ad alta intensità. L'EVLK viene eseguito sotto la supervisione di un dispositivo di monitoraggio duplex a ultrasuoni.

Molti pazienti sono interessati a miniflebectomia o sclerosi, che è meglio? La risposta a questa domanda può solo dare un medico, sulla base dei dati iniziali della storia del paziente e della gravità della malattia.

La scleroterapia viene eseguita più spesso in concomitanza con miniflebectomia, poiché le procedure si completano efficacemente l'una con l'altra, ma l'agente sclerosante viene utilizzato su ampie aree delle vene colpite, con un diametro grande e molti rami. Maggiori informazioni sulla scleroterapia →

Indicazioni e controindicazioni

L'intervento chirurgico è prescritto da un flebologo dopo aver esaminato l'anamnesi del paziente, raccolto l'anamnesi e valutato i risultati dei metodi diagnostici di laboratorio e hardware.

Se il trattamento conservativo ricevuto dal paziente non ha dato risultati positivi, il medico raccomanda il trattamento delle vene varicose con minifoldectomia.

Indicazioni per la chirurgia:

  • le vene dilatate con le vene varicose hanno un diametro di quasi 1-2 cm;
  • tromboflebite ascendente delle vene safene principali, precedentemente trasferite o presenti in questo momento;
  • EVLK e altre procedure mediche precedentemente condotte;
  • posizione atipica delle vene varicose - sui piedi, viso, labbra;
  • rimozione dei nodi varicosi situati vicino alla superficie della pelle.

L'indicazione principale sono le vene safenose varicose. Se la patologia è accompagnata da comorbilità (questo può essere il reflusso ematico orizzontale / verticale), allora la minipleobectomia è raccomandata come parte di un'operazione più complessa. Indipendentemente, la tecnica viene applicata principalmente nella fase iniziale della malattia.

Controindicazioni:

  • ipertensione arteriosa grave;
  • disturbi della pelle di natura trofica;
  • qualsiasi processo infiammatorio che si verifica nel corpo in forma acuta;
  • diabete scompensato;
  • insufficienza polmonare;
  • ischemia e patologie croniche del sistema cardiovascolare;
  • periodo di gravidanza e allattamento.

Prima dell'operazione, il medico esamina la presenza o l'assenza di controindicazioni per il paziente, raccomanda un esame e solo dopo permette la minifleobectomia.

Vantaggi e svantaggi della procedura

Rispetto ad altre operazioni effettuate per il trattamento delle vene varicose, la miniflebectomia presenta diversi vantaggi:

  • aiuta a risolvere completamente il problema tra i pazienti con vene dilatate;
  • poiché l'operazione viene eseguita in anestesia locale, ciò esclude il danneggiamento della struttura dei nervi safenici;
  • permette di effettuare l'intervento sia su uno stinco, così su un fianco, da qualsiasi parte di una gamba;
  • la procedura è quasi indolore;
  • per l'introduzione di un farmaco anestetico fornisce aghi ultrafini;
  • l'operazione è ben tollerata, il che consente di eseguirla in tutti i pazienti che ne hanno indicazioni;
  • non richiede il ricovero successivo, il periodo postoperatorio passa senza problemi.

I principali svantaggi includono solo possibili difetti estetici che rimangono sulle gambe dopo l'intervento chirurgico:

  • lividi dopo minifleobectomia - rimangono, di regola, nella maggior parte dei pazienti, e alla fine passano senza lasciare traccia;
  • pigmentazione nel corso di una vena remota - passa nel tempo o rimane per sempre.

Preparazione per la chirurgia

Alcuni pazienti sono sorpresi quando, prima di effettuare una minifleectomia, viene loro chiesto di fare una lista di test e di sottoporsi a diversi metodi di test dell'hardware. Tuttavia, qualsiasi intervento chirurgico, anche su piccola scala, richiede una preparazione responsabile, al fine di evitare complicazioni.

L'elenco principale degli esami prima dell'intervento chirurgico:

  • sangue per i marker di epatite di tipo C e B;
  • emocromo completo;
  • radiografia del torace;
  • analisi delle urine;
  • analisi del sangue per l'HIV e la sifilide;
  • condurre un elettrocardiogramma;
  • la conclusione del terapeuta che partecipa al fatto che il paziente può subire un intervento chirurgico.

L'ECG e la risoluzione del medico curante sono richiesti solo in situazioni in cui i pazienti hanno più di 40 anni. Secondo la raccomandazione del medico, alcuni pazienti donano sangue per la natura e il tasso di coagulazione, se hanno una predisposizione a cambiamenti patologici nel sistema di formazione del sangue.

Inoltre, la minifleobectomia sulla parte inferiore della gamba richiede uno studio preliminare delle vene perforanti insolventi utilizzando un esame ecografico per contrassegnare con precisione le vene da rimuovere.

Prima dell'intervento, rimuovere i peli dall'arto ed evitare l'assunzione di Aspirina e altri farmaci contenenti acido acetilsalicilico.

Fasi di funzionamento

Minifleectomia viene eseguita in più fasi:

  1. Immediatamente prima dell'operazione, viene effettuata la marcatura delle vene varicose. Viene eseguito con la palpazione o con l'ecografia.
  2. Anestesia. Nella maggior parte dei casi, lo 0,25% di Novocaina o Lidocaina viene utilizzato come anestetico. Se un paziente ha una sensibilità a questi anestetici sotto forma di angioedema, prurito o orticaria nella storia, il medico può usare altri antidolorifici.
  3. Esegui punture di pelle lungo le linee di forza. Che distanza fare tra le forature - decide il medico, concentrandosi sulla forza e la flessibilità della vena, la possibilità che si sviti dallo strato sottocutaneo di fibra, la presenza o l'assenza di rami. Di solito le forature sono fatte in quei luoghi in cui le vene sono separate e le perforazioni si allontanano da esse. Se il segmento varicoso ha più di 3 mm di diametro, il medico può considerare che è meglio eseguire una puntura lineare con un bisturi. Non si allungherà durante la manipolazione della vena. Un gancio viene inserito nell'incisione sulla pelle e la vena viene tirata attraverso l'apertura. La vena estratta viene tagliata a pezzi e rimossa.
  4. Se la miniflessectomia viene eseguita con sclerobliterazione intraoperatoria, quindi per ridurre il numero di punture, i nodi più grandi vengono rimossi dopo l'introduzione dello sclerosante nelle vene. In questo caso, le vene diventano più piccole di diametro, il che facilita la loro rimozione. Piccoli affluenti delle vene varicose non possono essere rimossi, ma sono induriti sotto il controllo di uno scanner ad ultrasuoni.
  5. Dopo la completa rimozione delle vene danneggiate, i bordi delle incisioni vengono fissati con un cerotto adesivo.

Immediatamente dopo la minifleobectomia, il paziente viene messo su una calza di compressione o stringere l'arto con una benda elastica.

Dopo l'intervento

Dopo la minifleobectomia viene eseguita, il periodo postoperatorio sarà da 3 a 4 settimane. Il paziente non fornisce raccomandazioni particolari, tranne indossare biancheria intima da compressione dopo l'intervento. Le calze a compressione riducono al minimo le complicazioni dovute alla miniflebectomia.

Il periodo postoperatorio, che richiede la limitazione di un forte sforzo fisico, è di 1-2 giorni. Dopo 5 giorni, il paziente può tornare alle sue solite attività o andare al lavoro.

Una domanda comune è - è doloroso rimuovere i punti dopo la minifleobectomia? Nella maggior parte dei casi, l'operazione non coinvolge punti, a meno che non si esegua una cross-sectomia con un'incisione cutanea nell'area inguinale, per l'inserimento della sonda.

La rimozione non fa male affatto, nella maggior parte dei casi, questi punti vengono applicati che si dissolvono da soli. Se il paziente ha una sutura rimossa e si è formata un'infiammazione in questo luogo, è necessario consultare un medico per evitare possibili complicanze e infezioni dei tessuti.

Possibili complicazioni

Le complicazioni dopo la minifleobectomia, specialmente di natura globale, sono rare.

Ci sono i seguenti tipi di complicazioni:

  • Ematoma dopo minifleobectomia - si verifica a causa di sanguinamento durante l'intervento chirurgico o nel periodo postoperatorio. Il sangue si accumula nelle cavità che rimangono dopo la rimozione di grandi vene e nodi. Conseguenze come l'ematoma formato non sono molto terribili e l'accumulo di sangue incrostato sotto la pelle, indipendentemente e rapidamente, passa. Se le protuberanze sotto la pelle dopo minifleobectomia non vanno via per più di 2 settimane, il medico può svuotare i colpi di ematoma con la puntura.
  • Le contusioni si formano nei primi giorni a causa della piccola pelle e dei vasi sottocutanei che esplodono durante e dopo l'operazione. Questa complicazione non è specifica e non è pericolosa, può essere evitata se l'operazione è stata eseguita da un chirurgo esperto.
  • Pigmentazione dopo minifleomectomia: quanto velocemente questo fenomeno passa, dipende dal valore iniziale e dalla profondità della vena remota. La pigmentazione può andare sia lungo la nave rimossa e può essere formata sul sito di ematomi. Di norma, la pigmentazione persiste fino a quando il periodo postoperatorio dura 3-4 settimane e poi scompare da solo.
  • Infiammazione dopo minifleobectomia - manifestata come infiltrati e suppurazioni. Se durante l'operazione sono stati applicati punti di sutura, vengono rimossi e vengono introdotti farmaci antimicrobici in una ferita aperta. Gli infiltrati sono sigilli formati nell'area dell'infezione da ematoma. La fusione purulenta di tessuti non è osservata. I sigilli sorti dopo la minifleobectomia devono essere eliminati con l'aiuto di antibiotici, preparati antinfiammatori e antimicrobici.
  • Violazione della sensibilità della pelle - appare quando i nervi situati vicino allo strato sottocutaneo sono danneggiati. Sulla superficie interna della caviglia e sul piede, la sensibilità è persa o si avverte una sensazione di "pelle d'oca" sulla pelle.
  • Trombosi o embolia - si trovano come complicazioni in casi molto rari, se il paziente non ha osservato il modo di indossare biancheria intima da compressione o farmaci usati che fluidificano il sangue.

Micro-miniflebectomia è una variazione della stessa operazione, ma il prefisso micro viene aggiunto quando l'intervento viene eseguito sugli strati superficiali della pelle e colpisce le aree molto piccole delle vene. Tale operazione di solito avviene senza tali complicazioni.

Costo del funzionamento

Il prezzo per una minifleectomia varia da 10 a 12 mila rubli in varie cliniche. Il costo viene solitamente fatturato per l'operazione su una gamba. Inoltre, il prezzo può variare se il paziente lo richiede su entrambi gli arti e dipende anche dalla complessità e dalla quantità prevista di lavoro.

Quasi tutti i pazienti sottoposti alla procedura di miniflebectomia sono soddisfatti dell'effetto cosmetico e dell'assenza di complicanze. L'intervento è effettuato secondo la raccomandazione del dottore se i metodi conservatori di trattamento non hanno portato i risultati desiderati.

Nonostante il fatto che la miniflessectomia sia una procedura minimamente invasiva, viene eseguita in modo rapido e indolore, tuttavia questa è un'operazione. È meglio prevenire le vene varicose o gestire con un trattamento conservativo piuttosto che portare la materia a un intervento chirurgico. Ma se non c'è altra via d'uscita, la minifleobectomia sarà il modo migliore e più efficace per liberarsi delle vene varicose.

Minifleobectomia: indicazioni, vantaggi del metodo, andamento dell'operazione, riabilitazione

La storia dei metodi chirurgici per affrontare la malattia varicosa ha più di 100 anni, durante i quali gli esperti hanno cercato di trovare non solo un metodo efficace ma anche sicuro di trattamento, che, inoltre, darebbe un buon risultato estetico, perché spesso le vene devono essere rimosse in aree aperte del corpo.

Gli ampi tagli per la rimozione delle vene safene non vengono quasi mai utilizzati e le tecniche mininvasive moderne, inclusa la minifortectomia, hanno sostituito le operazioni traumatiche.

La minifleobectomia può essere considerata a ragione il modo più attento per rimuovere le vene. Può essere usato indipendentemente e come una delle fasi di un trattamento più radicale. Viene spesso combinato con il trattamento laser delle vene varicose.

La minifleobectomia è chiamata operazione Varadi, in onore del medico tedesco, il professore, che ha proposto questo eccellente metodo per trattare le vene varicose. L'assenza di incisioni cutanee non influenza la natura radicale del trattamento e la sua efficacia, e per estrarre le vene colpite attraverso le punture della pelle, l'autore della tecnica ha sviluppato strumenti speciali (ganci) che possono essere utilizzati per raccogliere e portare fuori le navi.

L'operazione Varadi oggi è svolta in tutto il mondo e mostra un eccellente risultato terapeutico ed estetico, ma richiede non solo attrezzi speciali, ma anche personale qualificato che è in grado di eseguire un lavoro molto accurato, quasi da gioielliere per rimuovere le vene senza incisioni della pelle.

Vantaggi e svantaggi del metodo Varadi

Il trattamento minimamente invasivo della patologia venosa ha indubbi vantaggi rispetto alle operazioni chirurgiche convenzionali, il che lo rende preferibile per quasi tutti i pazienti, naturalmente, in assenza di controindicazioni. I vantaggi dell'operazione Varadi includono:

  • La possibilità di eseguire in anestesia locale, che rende disponibile il trattamento per quei pazienti nei quali l'anestesia è controindicata in connessione con un'altra grave patologia;
  • L'assenza di incisioni cutanee, che esclude il verificarsi di cicatrici successive, quindi l'operazione è molto buona dal punto di vista estetico;
  • Procedura indolore;
  • La capacità di utilizzare una vasta gamma di pazienti con vene varicose di diversa gravità, così come la localizzazione della lesione in specifici punti - sul viso, sulle mani, sui piedi;
  • Il minimo rischio di complicazioni, che peraltro sono poche;
  • Rapida riabilitazione;
  • La possibilità di un setting ambulatoriale, e se il paziente è stato curato in ospedale, lo stesso giorno sarà in grado di andarsene.

La mancanza di necessità di anestesia generale è un fattore importante che rende questa operazione molto attraente, perché molti pazienti, anche in assenza di controindicazioni all'anestesia, provano disagio psicologico e semplicemente lo temono, il che li induce a posticipare il momento del trattamento per un periodo indefinito. Nel frattempo, la malattia viene trascurata e spesso causa gravi complicazioni.

Miniphlebectomia "prima" e "dopo"

Il risultato cosmetico è anche molto importante, perché le vene si trovano solitamente sulle parti visibili del corpo, e né gli uomini né, soprattutto, le donne vogliono vivere con brutte cicatrici sul corpo, che ricordano anche una patologia completamente guarita.

Un lungo periodo di riabilitazione nel trattamento chirurgico delle vene varicose e l'impossibilità di tornare a lavorare in breve tempo può anche diventare un deterrente sulla via della guarigione. La minifleobectomia è priva di queste carenze, quindi è molto popolare tra le persone giovani, attive e che lavorano intensamente.

L'operazione Varadi è praticamente priva di difetti. Certo, è impossibile garantire pienamente l'assenza di alcune complicazioni (pigmentazione, per esempio), ma questi effetti sono ancora più reali con altri metodi di trattamento chirurgico delle vene varicose e non sono un "effetto collaterale" di questa particolare tecnica di rimozione delle vene.

Un ostacolo all'attuazione del trattamento microinvasivo potrebbe essere la mancanza di strumenti necessari e un flebologo con esperienza nell'esecuzione di tali manipolazioni. Questa circostanza è uno svantaggio, piuttosto, del sistema sanitario o di una particolare clinica, ma non annulla i vantaggi significativi della miniflebbectomia, quindi quei pazienti che non possono sottoporsi a trattamenti a casa vengono inviati ad altre città o paesi dove riceveranno tale opportunità.

Indicazioni e controindicazioni alla miniflebectomia

Come con qualsiasi altra operazione, la minifleobectomia è indicata per forme specifiche di lesioni venose:

Miniflebectomy come metodo indipendente è applicabile solo nelle fasi iniziali della lesione del sistema venoso. Con le vene varicose diffuse con la lesione della grande vena safena (GSV) per una considerevole distanza, che coinvolge i suoi affluenti e le vene perforanti, il trattamento minimamente invasivo non sarà possibile. Un flebologo proporrà un trattamento esteso (stripping, crosssectomy), che come una delle fasi includerà la manipolazione Varadi.

Controindicazioni a miniflebektomii considerare:

  • Ipertensione arteriosa scompensata;
  • Insufficienza cardiaca polmonare;
  • La sconfitta della pelle nella zona dell'operazione prevista (dermatiti, processi pustolosi, cambiamenti eczematosi);
  • Gravidanza e allattamento al seno;
  • Malattie infettive comuni

Preparazione per miniflebectomia e caratteristiche dell'operazione

La preparazione per la minifleobectomia non richiede alcuna azione specifica da parte del paziente. Prima del trattamento, è necessario passare attraverso un minimo standard e alcuni studi specifici, ottenere un'autorizzazione scritta per il trattamento dal terapeuta e arrivare alla clinica all'ora stabilita.

Prima dell'intervento, condotta:

  1. Esami del sangue generali e biochimici, analisi delle urine;
  2. Fluorografia e ECG;
  3. Screening per infezioni (HIV, epatite, sifilide);
  4. Coagulazione.

Per chiarire la natura della lesione delle vene mediante ultrasuoni, test funzionali, palpazione. Questi studi possono essere completati prima dell'ammissione alla clinica nel luogo di residenza, e quando sono ammessi all'ospedale, i loro risultati dovrebbero essere portati con loro.

Poiché l'operazione Varadi viene eseguita in anestesia locale, non sono necessarie restrizioni significative alla vigilia del trattamento. Il paziente può mangiare e bere quando vuole, ma, naturalmente, è meglio non esagerare e non caricare il corpo con cibo o liquidi in eccesso.

Il sito operatorio viene trattato nel modo consueto, i capelli sono pre-rasati, ma con molta attenzione in modo da non causare irritazioni o dermatiti. Immediatamente prima della manipolazione, il chirurgo segna la parte interessata del corpo, determinando i punti di puntura palpando le vene o usando gli ultrasuoni. L'anestetico locale (lidocaina, novocaina) viene iniettato con aghi sottili nel tessuto che circonda i vasi venosi.

Il numero delle forature e la loro distanza sono determinate dalle caratteristiche delle vene in un particolare paziente, dalla loro elasticità, dallo spessore del tessuto sottocutaneo, dalla scala della lesione dei vasi, dalla natura della loro ramificazione. È più conveniente fare forature dove partono i vasi perforanti o le vene stesse sono divise in rami più piccoli. La prima puntura viene effettuata nel punto in cui la vena verrà estratta, la seconda - dove la pelle si allungherà quando si rimuoverà l'area della nave, queste forature vengono fatte in modo coerente nella quantità richiesta. L'area della vena interessata viene estratta usando uno speciale uncino sottile.

Se il frammento rimosso di una vena è più spesso di 3 mm, alcuni specialisti praticano tagli lineari con un bisturi sottile, che ripristinano la loro integrità senza cicatrici. Se necessario, asportazione di un grande nodo varicoso, quest'ultimo può essere pre-riempito con un farmaco sclerosante al fine di ridurne le dimensioni, il che renderà il processo di rimozione del nodo meno traumatico.

La rimozione delle piccole vene dilatate sui piedi, sulle mani, sotto la pelle del viso richiede una grande cura e un lavoro scrupoloso del chirurgo, da cui dipenderà il risultato estetico finale del trattamento.

Le perforazioni della pelle dopo la fine della manipolazione sono sigillate con uno speciale cerotto adesivo, che fornisce una guarigione buona e rapida senza cicatrici. Il bendaggio elastico o la messa in jersey di compressione della 2a classe di compressione immediatamente dopo l'operazione sono considerati obbligatori. In luoghi di grandi siti remoti, è possibile posizionare rulli speciali di spremitura per prevenire la formazione di ematomi.

L'operazione di minifleectomia richiede una media di 30-40 minuti, ma potrebbe richiedere più tempo, a seconda del numero stimato di vene da rimuovere. Immediatamente dopo l'intervento, il paziente rimane solitamente sotto osservazione per circa 2-3 ore. Nella maggior parte dei casi, lasciare la clinica è permesso lo stesso giorno, è sicuro, purché vengano seguite tutte le raccomandazioni del flebologo.

Periodo postoperatorio e possibili complicanze

Dopo l'intervento di Varadi non è necessario il riposo a letto, il paziente può alzarsi e camminare immediatamente dopo il trattamento. Camminare e attivarsi precocemente sono anche benvenuti, ma è meglio non abusarne nella prima settimana, dando ai piedi l'opportunità di riposare e riprendersi dall'operazione. Attività fisica non raccomandata, sollevamento pesi, attività acquatiche durante la guarigione delle punture della pelle.

Per la prevenzione delle complicanze postoperatorie, è necessario indossare la biancheria intima di compressione per 5 giorni. Se gli ematomi compaiono nei siti di estrazione delle vene, allora non c'è bisogno di farsi prendere dal panico - in 4-5 giorni non ci sarà traccia di loro. Entro la fine della prima settimana, la capacità di lavorare si riprenderà completamente e il paziente sarà in grado di tornare alla sua vita e al suo lavoro abituali.

Complicazioni miniflebektomii Varadi improbabile, ma ancora possibile. Questi includono la pigmentazione della pelle, che avviene entro 2-3 mesi, e la trombosi venosa profonda delle gambe. La pigmentazione non è pericolosa per la salute, ma crea solo disagio temporaneo cosmetico, mentre la trombosi venosa profonda è una condizione molto più pericolosa. La trombosi può essere causata da un'attività eccessiva nella prima settimana dopo il trattamento, quindi è meglio mantenere uno stile di vita tranquillo durante questi periodi e non caricarsi.

Le revisioni di pazienti sull'operazione miniflebectomy quasi sempre positive. Ciò non sorprende, dal momento che non sono richieste restrizioni significative, il paziente non sente dolore nel processo di manipolazione e dopo non giace in ospedale per un lungo periodo, volendo tornare a casa il prima possibile, ma dopo un breve periodo i segni delle vene varicose scompaiono, il dolore, il gonfiore e la pesantezza scompaiono nelle gambe e tutto questo in assenza di cicatrici e difetti della pelle visibili.

Dopo il trattamento, la capacità di lavorare viene ripristinata molto velocemente, diventa possibile vivere una vita normale, praticare sport, indossare il tacco e la gonna del gentil sesso. Tutti questi vantaggi rendono possibile raccomandare la miniflebectomia alla stragrande maggioranza dei pazienti con malattia varicosa.

Articoli Su Varici