Trental

Trental è una medicina che appartiene al gruppo farmacologico di farmaci angioprotettivi.

Contribuisce alla normalizzazione dei processi di circolazione del sangue, migliora la microcircolazione, così come la respirazione cellulare, influenza positivamente le caratteristiche reologiche del sangue. Trental è indicato nella lotta contro il congelamento, i disturbi trofici, i disturbi della circolazione sanguigna nel cervello e la membrana oftalmica vascolare.

Questo farmaco contribuisce alla pronta guarigione dopo un ictus. Normalizza le condizioni del paziente nella sindrome ischemica e post-trombotica.

Gruppo clinico-farmacologico

Un farmaco che migliora la microcircolazione. Angioprotector.

Condizioni di vendita dalle farmacie

È possibile acquistare su prescrizione.

Quanto costa Trental nelle farmacie? Il prezzo medio è al livello di 600 rubli.

Composizione e forma di rilascio

Trental è disponibile nelle seguenti forme:

  • compresse rivestite con film a rivestimento enterico, 100 mg: biconvesse, rotonde, bianche (10 pezzi in blister, in un fagottino di cartone 6 blister);
  • compresse a lunga durata d'azione (Trental 400), 400 mg: biconvesse, oblunghe, bianche, incise con ATA su un lato (10 pezzi in blister, in un fascio di cartone 2 blister);
  • concentrato per soluzione per infusione: incolore, quasi trasparente (5 ml in fiale, in una confezione di cartone 5 fiale).

La composizione di 1 compressa, coperto con rivestimento di pellicola enterica:

  • principio attivo: pentossifillina - 100 mg;
  • componenti ausiliari: amido, biossido di silicio colloidale, talco, magnesio stearato, lattosio;
  • film shell: macrogol 8000, copolimero acido metacrilico, biossido di titanio, idrossido di sodio, talco.

La composizione di 1 compressa di azione prolungata, rivestita con film:

  • principio attivo: pentossifillina - 400 mg;
  • componenti ausiliari: idrossietilcellulosa, magnesio stearato, povidone, talco;
  • guscio di pellicola: macrogol 6000, idrossipropilmetilcellulosa, biossido di titanio, alcool benzilico, talco.

La composizione di 1 ml di concentrato per preparare una soluzione per infusione:

  • principio attivo: pentossifillina - 20 mg;
  • Componenti ausiliari: acqua per iniezione, cloruro di sodio.

Azione farmacologica

Il principio attivo del farmaco riduce la capacità delle piastrine di aderire tra loro, migliorando così la circolazione del sangue nei piccoli vasi. Inoltre, Trental riduce il contenuto proteico del fibrinogeno, che influisce notevolmente sulla viscosità del sangue e migliora lo stato delle membrane cellulari dei globuli rossi, aumentando la loro resistenza alla deformazione.

C'è anche un generale effetto rilassante del farmaco sulla parete vascolare, che consente di ridurre la resistenza e aumentare il volume del sangue che scorre agli organi. Inoltre, il farmaco migliora lo stato funzionale del sistema nervoso centrale. Trental non ha effetto sulla frequenza cardiaca.

L'effetto terapeutico è raggiunto un'ora dopo l'assunzione del farmaco sotto forma di compresse. La sua neutralizzazione avviene nel fegato, l'escrezione attraverso i reni. I prodotti di decomposizione hanno anche un effetto curativo e hanno un effetto simile.

Indicazioni per l'uso

A cosa servono queste pillole? Trental ha le seguenti indicazioni:

  • La malattia di Raynaud e altre angioniuropatie;
  • patologia della circolazione periferica;
  • cancrena, ulcere trofiche e congelamento;
  • patologia dell'apparato respiratorio con ostruzione;
  • encefalopatia dyscirculatory, ictus ischemico ed encefalopatia della genesi aterosclerotica;
  • insufficienza circolatoria nei vasi della retina e nella regione dell'orecchio interno;
  • patologia della funzione sessuale associata a insufficienza circolatoria.

Controindicazioni

L'uso di compresse Trental 100 mg è controindicato in alcune condizioni patologiche e fisiologiche del corpo del paziente, che includono:

  1. Aumento della pressione sanguigna (ipertensione), che è difficile da trattare con i farmaci.
  2. Ipersensibilità a qualsiasi composto chimico derivato metilxantina.
  3. Ipersensibilità a uno qualsiasi dei componenti del farmaco.
  4. Sanguinamento volumetrico di varie localizzazioni nel corpo.
  5. Miocardio acuto (morte del muscolo cardiaco).
  6. Emorragia estesa, localizzata nella retina.
  7. Aritmie cardiache gravi (aritmia).
  8. Emorragie nelle strutture tissutali del cervello.
  9. Gravidanza in qualsiasi momento, periodo di allattamento (allattamento al seno).

Con cautela, questo farmaco è usato in pazienti con un concomitante aumento della pressione arteriosa, che è suscettibile al controllo della droga, grave compromissione della funzionalità epatica e renale, insufficienza cronica della funzione contrattile del cuore, alterata emostasi (sistema di coagulazione del sangue), che è accompagnata da una maggiore tendenza al sanguinamento, tra cui compreso l'uso di farmaci del gruppo farmacologico, anticoagulanti indiretti e anche dopo fieno in recenti interventi chirurgici precedenti.

Prima della nomina del farmaco il medico deve essere convinto dell'assenza di controindicazioni.

Appuntamento durante la gravidanza e l'allattamento

Il farmaco non è raccomandato per l'uso durante la gravidanza, perché non abbastanza dati

La pentossifillina penetra nel latte materno in piccole quantità. Se necessario, l'uso del farmaco durante l'allattamento dovrebbe interrompere l'allattamento al seno (data la mancanza di esperienza con l'applicazione).

Dosaggio e modalità d'uso

Come indicato nelle istruzioni per l'uso Trental assumere per via orale. Le compresse devono essere deglutite intere, lavate con sufficiente acqua, durante o immediatamente dopo i pasti.

La dose è impostata dal medico in accordo con le caratteristiche individuali del paziente.

La dose media del farmaco per somministrazione orale è di 100 mg (1 etichetta) 3 volte / die, seguita da un lento aumento della dose a 200 mg (2 tab), 2-3 volte / die. La dose singola massima - 400 mg. La dose giornaliera massima è di 1200 mg.

Nei pazienti con funzionalità renale compromessa (CC inferiore a 30 ml / min), la dose può essere ridotta a 100-200 mg (1-2 tab) / giorno.

Riduzione della dose per quanto riguarda la tolleranza individuale è necessaria nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa.

Il trattamento può essere iniziato a piccole dosi in pazienti con bassa pressione sanguigna e in pazienti a rischio a causa di una possibile riduzione della pressione arteriosa (pazienti con IHD grave o stenosi emodinamicamente significative di vasi cerebrali). In questi casi, la dose può essere aumentata solo gradualmente.

Effetti collaterali

L'uso di alte dosi di Trental o l'esecuzione di infusione endovenosa in eccesso rispetto alla velocità di infusione raccomandata può causare i seguenti effetti collaterali da organi e sistemi:

  • organi di senso: scotoma, deficit visivo;
  • sistema nervoso: vertigini, mal di testa, convulsioni, disturbi del sonno, ansia;
  • apparato digerente: anoressia, xerostomia, atonia intestinale;
  • sistema cardiovascolare: aritmia, tachicardia, cardialgia, abbassamento della pressione sanguigna, progressione dell'angina pectoris;
  • reazioni di ipersensibilità: iperemia cutanea, prurito, orticaria, shock anafilattico, angioedema;
  • cute e grasso sottocutaneo: edema, arrossamento della pelle del viso, aumento della fragilità delle unghie, arrossamento del viso e della parte superiore del torace;
  • sistema emostatico e organi ematopoietici: trombocitopenia, leucopenia, pancitopenia, sanguinamento (da membrane mucose, vasi della pelle, intestino, stomaco), ipofibrinogenemia.

Casi dello sviluppo della colestasi intraepatica, un aumento dell'attività degli enzimi epatici e l'insorgenza di meningite asettica sono stati osservati molto raramente.

L'assunzione di compresse Trental può causare una sensazione di pressione e sovraffollamento nello stomaco, nausea, vomito e diarrea da parte dell'apparato digerente.

overdose

Si manifesta con convulsioni tonico-cloniche, agitazione, sonnolenza, tachicardia, svenimento, diminuzione del livello di pressione sanguigna, vertigini, debolezza, vomito "fondi di caffè" e altri segni di sanguinamento gastrointestinale. Lavanda gastrica d'urgenza, introduzione di enterozrentov, carbone attivo, terapia posindromnaya.

Istruzioni speciali

Prima di iniziare a utilizzare il farmaco, leggi le istruzioni specifiche:

  1. Il trattamento deve essere sotto il controllo della pressione sanguigna.
  2. Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.
  3. La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non è ben compresa.
  4. Nella nomina del farmaco Trental in concomitanza con anticoagulanti, è necessario il monitoraggio dei parametri di coagulazione del sangue.
  5. Nei pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico è necessario un monitoraggio regolare dell'emoglobina e dell'ematocrito.
  6. Nei pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile, la dose di pentossifillina deve essere ridotta.
  7. I pazienti anziani possono richiedere una riduzione della dose del farmaco (aumento della biodisponibilità e diminuzione del tasso di escrezione di pentossifillina).
  8. Nei pazienti diabetici che assumono agenti ipoglicemizzanti, la prescrizione del farmaco in dosi elevate può causare grave ipoglicemia (potrebbe essere necessario aggiustare le dosi di agenti ipoglicemici e condurre il controllo glicemico).

Considerati i possibili effetti collaterali (ad es. Capogiri), occorre prestare attenzione quando si guidano veicoli e si esercitano attività potenzialmente pericolose.

Interazione con altri farmaci

Trental può potenziare l'azione dei farmaci antipertensivi.

Sullo sfondo dell'uso di pentossifillina per via parenterale in dosi elevate, è possibile aumentare l'effetto ipoglicemico dell'insulina in pazienti con diabete mellito.

In combinazione con ketorolac, aumenta il rischio di sanguinamento e / o di aumento del tempo di protrombina; con meloxicam - aumento del rischio di sanguinamento; con simpaticolitici, ganglioblokatorami e vasodilatatori - può diminuire la pressione sanguigna; con eparina, farmaci fibrinolitici - aumento dell'azione anticoagulante.

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina nel plasma sanguigno e aumenta il rischio di effetti collaterali.

Recensioni

Ti offriamo di leggere le recensioni delle persone che hanno usato il farmaco Trental:

  1. Anton. Ha preso come indicato dal medico in caso di malattia stagionale di ipotermia delle estremità, a seguito della quale vi era un forte gonfiore di braccia e gambe, prurito e ulcere. Niente ha aiutato, il tormento è durato fino a quando la temperatura esterna è salita sopra lo zero. Non appena ho iniziato a usare Trental, mi sono sentito subito sollevato. Il farmaco non solo allevia sintomi spiacevoli, agisce sulla causa della malattia. Sospetto che tutto ciò sia dovuto al sangue denso, e "Trental" "lo diluisce".
  2. Vladislav. E mi ha quasi privato del sonno ((Approssimativamente dopo un corso di trattamento di una settimana, iniziava l'insonnia e alcune sensazioni spiacevoli accompagnate da ansia o nervosismo.Poco a malapena ho dormito a lungo.Poi ci ho pensato e ho deciso di smettere di prendere trental.La notte successiva ho dormito come al solito Anche dopo giorni, il farmaco non viene preso e tutto va bene con il sonno.
  3. Oksana. Droga abbastanza buona. Lo prese quando c'era un problema con la sensibilità di braccia e gambe, e in particolare il torpore delle punte delle dita, dei piedi, dei palmi. Trental aiuta se assunto abbastanza a lungo e in combinazione con altri farmaci. Ma, rispetto agli analoghi, che non sono affatto peggiori, questa è una medicina piuttosto costosa.

Le recensioni dei medici confermano che si tratta di un farmaco efficace e migliora davvero la microcircolazione, utilizzata nel diabete. È possibile utilizzare Trental in / in e in compresse da 100 e 400 mg della sostanza attiva. Effetti collaterali frequenti La fluidità del sangue della soluzione e le compresse di Trental aumentano, causando sanguinamento negli occhi, quindi è consigliabile consultare un oculista prima dell'uso.

analoghi

Gli analoghi di Trental sono farmaci (elenco):

  1. Agapurin.
  2. Arbifleks.
  3. Vasi.
  4. Pentilin.
  5. Pentogeksal.
  6. Pentomer.
  7. Radomin.
  8. Penntoksifillin.
  9. Latro.
  10. Trenpental.
  11. Fleksital.
  12. Pentamon.
  13. Ralofekt.

Prima di acquistare un analogo, consultare il medico.

Periodo di validità e condizioni di conservazione

È pericoloso usare il farmaco dopo la scadenza della durata di conservazione raccomandata dal produttore. È importante osservare le condizioni di conservazione, ovvero conservare la medicina in un luogo buio e fresco, al riparo dalla penetrazione della luce solare e dall'umidità.

La forma della compressa di Trental viene conservata per non più di 4 anni e la soluzione per la somministrazione endovenosa viene conservata per non più di 5 anni.

Trental

Istruzioni per l'uso:

Prezzi nelle farmacie online:

Trental è un farmaco che migliora le proprietà reologiche del sangue e aiuta a migliorare la microcircolazione nelle aree di ridotta circolazione sanguigna.

Rilascia forma e composizione

  • compresse rivestite con film, con rivestimento enterico: forma rotonda, biconvessa, copertura del film bianco (10 pezzi in blister, in un involucro di cartone 6 blister);
  • concentrato per preparazione di soluzione per infusione: liquido quasi trasparente incolore (5 millilitri in ampolle, in un fascio di cartone 5 ampolle).

La composizione di 1 tavoletta Trental:

  • principio attivo: pentossifillina - 100 mg;
  • componenti ausiliari: amido, magnesio stearato, talco, lattosio, biossido di silicio colloidale;
  • rivestimento di film enterico: talco, idrossido di sodio, copolimero dell'acido metacrilico, macrogol (glicole polietilenico) 8000, biossido di titanio (E171).

La composizione di 1 ml di concentrato Trental:

  • principio attivo: pentossifillina - 20 mg;
  • Componenti ausiliari: cloruro di sodio, acqua per preparazioni iniettabili.

Indicazioni per l'uso

  • patologie della circolazione sanguigna periferica di origine aterosclerotica (angiopatia diabetica, claudicatio intermittente), disturbi trofici (cancrena, ulcera trofica delle gambe);
  • patologie della circolazione cerebrale causate da aterosclerosi cerebrale (capogiri, compromissione della concentrazione, disturbi della memoria), condizioni ischemiche e post-ictus;
  • circolazione del sangue nelle membrane vascolari (medie) e reticolari (interne) del bulbo oculare;
  • otosclerosi e altre trasformazioni degenerative sullo sfondo delle malattie vascolari dell'orecchio interno, perdita dell'udito.

Concentrato per la preparazione della soluzione di Trental per infusione è anche usato per disturbi della circolazione periferica a seguito di congelamento, sindrome post-trombotica, ecc.

Controindicazioni

  • grave emorragia retinica, emorragia estesa, emorragia intracerebrale;
  • infarto miocardico acuto;
  • il periodo di gravidanza e allattamento al seno (allattamento);
  • bambini e adolescenti fino a 18 anni;
  • ipersensibilità individuale a metilxantine, pentossifillina e altri componenti del farmaco.

La soluzione di Trental per infusioni è inoltre controindicata in caso di gravi aritmie, gravi lesioni aterosclerotiche delle arterie coronarie o cerebrali e ipotensione arteriosa incontrollata.

Trental è usato con cautela in: ipotensione [a causa del rischio di abbassamento della pressione sanguigna (BP)], insufficienza cardiaca cronica (CHF), ulcera gastrica e 12 ulcera duodenale, compromissione della funzionalità renale con clearance della creatinina

Trental conc. D / inf. 20 mg / ml 5 ml n5

Trental concentrato per una soluzione di 20 mg / ml 5 ml N. 5 fiale

Trental concentrato per una soluzione di 20 mg / ml 5 ml 5 pezzi.

Trental concentrato per infusioni di 20 mg / ml 5 ml n5 amp

Trental 100mg №60 compresse

Trental compresse 100 mg 60 pezzi.

Scheda Trental. ps.po ksh / solution 100mg n60

Le informazioni sul farmaco sono generalizzate, sono fornite a scopo informativo e non sostituiscono le istruzioni ufficiali. L'autotrattamento è pericoloso per la salute!

Nel 5% dei pazienti, l'antidepressivo Clomipramina provoca un orgasmo.

Secondo le statistiche, il lunedì il rischio di lesioni alla schiena aumenta del 25% e il rischio di infarto del 33%. Stai attento.

Con visite regolari al lettino abbronzante, la possibilità di ottenere il cancro della pelle aumenta del 60%.

Il residente australiano di 74 anni James Harrison è diventato un donatore di sangue circa 1000 volte. Ha un gruppo sanguigno raro i cui anticorpi aiutano a sopravvivere i neonati con anemia grave. Pertanto, l'australiano ha salvato circa due milioni di bambini.

Una persona che assume antidepressivi nella maggior parte dei casi soffrirà ancora di depressione. Se una persona ha affrontato la depressione con le proprie forze, ha tutte le possibilità di dimenticare per sempre questo stato.

Il sangue umano "scorre" attraverso le navi sotto un'enorme pressione e, in violazione della loro integrità, è in grado di sparare a una distanza massima di 10 metri.

Le ossa umane sono quattro volte più forti del cemento.

Nel tentativo di estrarre il paziente, i medici spesso vanno troppo lontano. Ad esempio, un certo Charles Jensen nel periodo dal 1954 al 1994. sopravvissuto a oltre 900 operazioni di rimozione della neoplasia.

Oltre alle persone, solo una creatura vivente sul pianeta Terra - i cani - soffre di prostatite. Questo è davvero il nostro più fedele amico.

Il lavoro che non è per i gusti della persona è molto più dannoso per la sua psiche della mancanza di lavoro.

Cadendo da un asino, hai più probabilità di romperti il ​​collo che cadere da un cavallo. Basta non provare a confutare questa affermazione.

Il primo vibratore è stato inventato nel 19 ° secolo. Lavorava su un motore a vapore e intendeva trattare l'isteria femminile.

Secondo uno studio dell'OMS, una conversazione giornaliera di mezz'ora su un telefono cellulare aumenta la probabilità di sviluppare un tumore al cervello del 40%.

Una persona istruita è meno suscettibile alle malattie del cervello. L'attività intellettuale contribuisce alla formazione di ulteriore tessuto che compensa i malati.

Un tempo lo sbadiglio arricchisce il corpo di ossigeno. Tuttavia, questa opinione è stata confutata. Gli scienziati hanno dimostrato che con uno sbadiglio, una persona raffredda il cervello e migliora le sue prestazioni.

Siamo convinti che una donna possa essere bella a qualsiasi età. Dopotutto, l'età non è il numero di anni vissuti. L'età è una condizione fisica del corpo, che.

Trental

La medicina trental è un venotone ampiamente conosciuto, che può essere utilizzato con successo per il trattamento complesso di varie lesioni di origine vascolare.

Si differenzia dagli altri farmaci del gruppo per le sue proprietà di un effetto positivo sui processi di microcircolazione del sangue nei piccoli vasi sanguigni. a causa di ciò, la troficità dei tessuti circostanti viene notevolmente migliorata, le funzioni perse vengono ripristinate. Ha un effetto definito sul letto venoso e sul letto arterioso.

In questo articolo vedremo perché i medici prescrivono Trental, comprese le istruzioni per l'uso, analoghi e prezzi per questo farmaco in farmacia. Le recensioni reali delle persone che hanno già utilizzato Trental possono essere lette nei commenti.

Composizione e forma di rilascio

Trental è disponibile in compresse sotto forma di dosaggio, in compresse di azione prolungata con la quantità della sostanza attiva 400 mg, così come nella forma di un concentrato di una soluzione per infusione.

  • Le compresse di Trental contengono il principio attivo pentossifillina 100 mg, oltre a sostanze aggiuntive: biossido di silicio, amido, talco, lattosio e magnesio stearato. Il guscio è costituito da talco, biossido di titanio, idrossido di sodio, copolimero acido metacrilico e macrogol 8000.
  • Le compresse di Trental 400 prolungate contengono 400 mg di pentossifillina, oltre a sostanze aggiuntive: stearato di magnesio, povidone, talco, gietellosa. Il guscio comprende: alcool benzilico, talco, macrogol 6000, ipromellosa, biossido di titanio.
  • La soluzione per infusione concentrata in 1 ml contiene il principio attivo pentossifillina 20 mg, oltre a sostanze aggiuntive: acqua iniettabile e cloruro di sodio.

A cosa serve Trental?

Le istruzioni per il medicinale indicano le seguenti indicazioni per l'assunzione di Trental:

  • encefalopatia, ictus ischemico;
  • Malattia di Raynaud, angioneuropatia;
  • genesi aterosclerotica;
  • disturbi circolatori;
  • lesioni delle estremità - gangrena, ulcera trofica, congelamento;
  • afflusso di sangue inadeguato o inadeguato agli organi della vista e dell'udito;
  • disfunzione sessuale associata a una anormale circolazione del sangue nei genitali.

Come qualsiasi altra medicina, Trental è prescritto esclusivamente da professionisti del settore medico. Non auto-trattare.

Azione farmacologica

L'azione del farmaco Trental è finalizzata a migliorare la microcircolazione nelle aree di alterata circolazione del sangue, che è dovuta all'effetto dei globuli rossi sulla deformabilità patologicamente cambiata.

Il principio attivo di Trental - pentossifillina - migliora il flusso sanguigno, che influenza direttamente la microcircolazione. Durante l'uso di Trental, c'è anche una leggera espansione dei vasi coronarici, che generalmente porta ad un miglioramento significativo dei disturbi della circolazione cerebrale.

Sullo sfondo della claudicatio intermittente, il successo del trattamento si manifesta nella riduzione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio, l'allungamento della distanza percorsa e la scomparsa del dolore a riposo.

Istruzioni per l'uso

Il dosaggio del farmaco e la durata del corso del trattamento sono scelti dal medico individualmente.

  • La dose giornaliera media è di 6-8 compresse di Trental. Indicazioni per la prescrizione della forma della compressa - prolungamento della terapia o trattamento combinato. Il dosaggio giornaliero massimo non deve superare i 1200 mg.

Soluzione iniettabile:

  • Le fiale di Trental sono somministrate a goccia o per via endovenosa (getto). Per una soluzione per infusione, viene utilizzata la soluzione di Ringer, sodio cloruro 0,9% o glucosio 5%. Di solito, viene prescritto 100-600 mg, 1 o 2 volte al giorno. La durata delle iniezioni dipende dal dosaggio del farmaco e dal volume totale della soluzione. 100 mg del farmaco vengono somministrati per almeno un'ora.

Iniezione endovenosa: non più di 100 mg e almeno 5 minuti. Assegna 1-2 volte al giorno. È necessario assicurarsi che il paziente rimanga orizzontale. Se necessario, le iniezioni sono combinate con le compresse di Trental.

Trovato un nemico MUSHROOM nemico giurato! Le unghie saranno pulite in 3 giorni! Prendilo

Come normalizzare rapidamente la pressione arteriosa dopo 40 anni? La ricetta è semplice, scriverla.

Stanco di emorroidi? C'è un modo! Può essere curato a casa in pochi giorni, è necessario.

A proposito della presenza di vermi dice un profumo dalla bocca! Una volta al giorno, bevi acqua con una goccia..

Controindicazioni

Ci sono un gran numero di controindicazioni a Trental, così come gli stati di amministrazione Trental in base ai quali dovrebbe essere effettuata con cautela.

L'uso di compresse Trental è controindicato in caso di:

  • estesa emorragia retinica;
  • emorragia massiccia di qualsiasi localizzazione;
  • ictus emorragico;
  • ipersensibilità alla pentossifillina o ad un altro ingrediente;
  • infarto miocardico acuto;
  • la gravidanza;
  • allattamento e allattamento al seno.

Trental non è prescritto ai minori di diciotto anni. L'uso di una soluzione del farmaco per infusione è controindicato in questi casi:

  • massicce emorragie retiniche;
  • ipersensibilità a qualsiasi ingrediente;
  • aterosclerosi pronunciata delle arterie coronarie o cerebrali;
  • cardiopatia ischemica acuta;
  • gravi disturbi del ritmo cardiaco;
  • ipotensione, che è difficile da controllare;
  • tutti i periodi di gravidanza;
  • allattamento e allattamento al seno;
  • dai 18 ai 18 anni.

Nei pazienti con gravi aritmie, nei pazienti con insufficienza cardiaca grave, con tendenza all'ipotensione, con ulcera gastrica e ulcera duodenale, con una modifica della funzionalità renale (tasso di filtrazione della creatinina inferiore a 30 ml / min), devono essere utilizzate misure cautelative e sotto la supervisione di un medico; quando un cambiamento nella funzionalità epatica è grave (rischio di cumulo e aumento degli effetti collaterali), in recenti operazioni con rischio di sanguinamento (uso di anticoagulanti, ad esempio), una violazione del sistema di coagulazione del sangue (rischio di sviluppare massa sanguinamento piede).

Effetti collaterali

Con la nomina di una dose elevata di Trental o la rapida introduzione della soluzione negli effetti collaterali del flusso sanguigno sono possibili:

  • allergie - orticaria, prurito, arrossamento della pelle, gonfiore, shock anafilattico;
  • sistema cardiovascolare - bassa pressione sanguigna, tachicardia, aumento dell'angina, cardialgia, aritmia;
  • sistema nervoso - vertigini, mal di testa, convulsioni, insonnia, ansia;
  • pelle - arrossamento del viso e della pelle della parte superiore del torace, unghie fragili, gonfiore;
  • apparato digerente - atonia intestinale, anoressia;
  • organi ematopoietici - pancitopenia, trombocitopenia, leucopenia, sanguinamento da capillari e piccoli vasi;
    menomazione della vista;
  • casi rari - meningite asettica, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche, colestasi intraepatica.

Con un sovradosaggio di Trental si possono sviluppare i seguenti fenomeni: nausea, vertigini, caduta della pressione sanguigna, sviluppo di tachicardia, perdita di coscienza, convulsioni di natura tonico-clonica, arrossamento della pelle, brividi, aritmia.

Gravidanza e allattamento

Non sono stati condotti studi clinici adeguati e ben controllati sulla sicurezza della pentossifillina in gravidanza: la pentossifillina ei suoi metaboliti sono escreti nel latte materno. Se necessario, utilizzare durante l'allattamento dovrebbe interrompere l'allattamento al seno.

analoghi

  • Gli analoghi di Trental in compresse sono farmaci Agapurin, Vazonit, Pentlin, Pentossifillina.
  • Farmaci simili sotto forma di soluzione: Agapurin, Latren, Pentylin.

Attenzione: l'uso di analoghi deve essere concordato con il medico curante.

Il prezzo medio di TRENTAL nelle farmacie (Mosca) è di 450 rubli.

Trental - istruzioni per l'uso, recensioni, analoghi e forme di rilascio (compresse da 100 mg e 400 mg, iniezioni in fiale da 5 ml) farmaci per il trattamento di disturbi circolatori negli adulti, nei bambini e durante la gravidanza

In questo articolo, puoi leggere le istruzioni per l'uso del farmaco Trental. Recensioni presentate dei visitatori del sito - i consumatori di questo medicinale, nonché le opinioni degli specialisti nell'uso di Trental nella loro pratica. Una grande richiesta per aggiungere il vostro feedback sul farmaco più attivamente: il medicinale ha aiutato o non ha aiutato a sbarazzarsi della malattia, quali complicazioni ed effetti collaterali sono stati osservati, che potrebbero non essere stati dichiarati dal produttore nell'annotazione. Analoghi di Trental in presenza di analoghi strutturali disponibili. Utilizzare per il trattamento di disturbi circolatori e disturbi trofici negli adulti, nei bambini, così come durante la gravidanza e l'allattamento.

Trental - un agente vasodilatatore che migliora la microcircolazione, l'angioprotettore, il derivato xantinico. Trental migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) a causa dell'effetto sulla deformabilità patologica dei globuli rossi, inibendo l'aggregazione piastrinica e riducendo l'aumento della viscosità del sangue. Migliora la microcircolazione in aree con ridotta circolazione sanguigna.

Il meccanismo d'azione della pentossifillina (il principio attivo del farmaco Trental) è associato con l'inibizione della fosfodiesterasi e l'accumulo di cAMP nelle cellule muscolari lisce dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce in qualche modo la malattia rotatoria e dilata leggermente i vasi coronarici.

Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.

Il successo del trattamento nelle lesioni occlusive delle arterie periferiche (ad esempio, claudicatio intermittente) si manifesta nell'allungamento della distanza percorsa, nell'eliminazione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio e nella scomparsa del dolore a riposo.

farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, la pentossifillina è quasi completamente assorbita dal tratto gastrointestinale. La pentossifillina viene metabolizzata dopo assorbimento quasi completo. Oltre il 90% viene escreto dai reni sotto forma di metaboliti idrosolubili non coniugati.

testimonianza

  • disturbi della circolazione periferica della genesi aterosclerotica (ad esempio, claudicazione intermittente), angiopatia diabetica, disturbi trofici (ad esempio ulcere alle gambe, cancrena);
  • disturbi circolatori cerebrali (conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale, come concentrazione ridotta, capogiri, perdita di memoria), condizioni ischemiche e post-ictus;
  • congelamento;
  • sindrome post-trombotica;
  • disturbi circolatori nella retina e nella coroide;
  • otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

Forme di rilascio

Compresse 100 mg.

Compresse da 400 mg (Trental 400).

Concentrato per soluzione per infusione (colpi in ampolle) in 5 ml.

Istruzioni per l'uso e il dosaggio

Dose impostata individualmente, in accordo con le caratteristiche del paziente.

Il farmaco viene somministrato per via orale 100 mg (1 compressa) 3 volte al giorno, seguito da un aumento graduale della dose a 200 mg 2-3 volte al giorno. La dose singola massima - 400 mg. La dose giornaliera massima è di 1200 mg. Le compresse devono essere deglutite intere durante o immediatamente dopo i pasti, bevendo molta acqua.

Nei pazienti con funzionalità renale compromessa (CC inferiore a 30 ml / min), la dose deve essere ridotta a 1-2 compresse al giorno.

Nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa, è necessario ridurre la dose, tenendo conto della tolleranza individuale del farmaco.

Nei pazienti con pressione sanguigna bassa, così come nelle persone a rischio a causa di una possibile diminuzione della pressione arteriosa (pazienti con IHD grave o stenosi emodinamicamente significativa dei vasi cerebrali), il trattamento può essere iniziato a piccole dosi, in questi casi la dose deve essere aumentata gradualmente.

La dose e il modello di utilizzo sono determinati dalla gravità dei disturbi circolatori, nonché tenendo conto della tollerabilità individuale del farmaco e del paziente.

Il farmaco viene somministrato per via endovenosa come infusione 2 volte al giorno, al mattino e al pomeriggio. Una dose singola (per 1 infusione) è di 200 mg di pentossifillina (2 fiale da 5 ml ciascuna) o 300 mg di pentossifillina (3 fiale da 5 ml ciascuna) in 250 ml o 500 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% o soluzione di Ringer.

La compatibilità con altre soluzioni per infusione deve essere testata separatamente; possono essere utilizzate solo soluzioni trasparenti. Una dose di 100 mg deve essere somministrata per almeno 60 minuti. A seconda delle comorbidità (insufficienza cardiaca), potrebbe essere necessario ridurre il volume iniettato. In tali casi, si consiglia di utilizzare un infusore speciale per infusione controllata.

Dopo un'infusione giornaliera, possono essere prescritte altre 2 compresse Trental 400. Se le 2 infusioni sono separate da un intervallo più lungo, allora 1 compressa Trental 400 delle due prescritte in aggiunta può essere presa prima (intorno a mezzogiorno).

Se, a causa delle condizioni cliniche, l'infusione endovenosa è possibile solo una volta al giorno, dopo di essa possono essere prescritte 3 compresse di Trental 400 (2 compresse a mezzogiorno e 1 compressa alla sera).

Un'infusione endovenosa a lungo termine di Trental per 24 ore è indicata nei casi più gravi, specialmente nei pazienti con grave dolore a riposo, con gangrena o ulcere trofiche (3-4 stadi del Fontane).

La dose di Trental quando somministrata per via parenterale entro 24 ore, di regola, non deve superare 1200 mg, mentre la dose individuale può essere calcolata utilizzando la formula: 0,6 mg per kg di corpo all'ora. La dose giornaliera del farmaco, calcolata in questo modo, sarà per un paziente con un peso corporeo di 70 kg 1000 mg, per un paziente con un peso corporeo di 80 kg - 1150 mg.

Effetti collaterali

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • ansia;
  • disturbi del sonno;
  • convulsioni;
  • meningite asettica;
  • iperemia della pelle;
  • vampate di sangue sulla pelle del viso e della parte superiore del torace;
  • gonfiore;
  • aumentato unghie fragili;
  • anoressia;
  • atonia intestinale;
  • sensazione di pressione e pienezza nello stomaco;
  • nausea, vomito;
  • diarrea;
  • tachicardia;
  • aritmia;
  • dolore al cuore;
  • diminuzione della pressione sanguigna;
  • leucopenia, trombocitopenia, pancitopenia;
  • sanguinamento dai vasi della pelle, delle mucose, dello stomaco, dell'intestino;
  • menomazione della vista;
  • prurito;
  • iperemia della pelle;
  • orticaria;
  • angioedema;
  • shock anafilattico.

Controindicazioni

  • sanguinamento massiccio;
  • estesa emorragia retinica;
  • emorragia cerebrale;
  • infarto miocardico acuto;
  • porfiria;
  • età fino a 18 anni;
  • la gravidanza;
  • periodo di allattamento (allattamento al seno);
  • ipersensibilità al farmaco;
  • ipersensibilità ad altre metilxantine.

Per somministrazione endovenosa (facoltativa) - aritmie, arteriosclerosi pronunciata delle arterie coronarie o cerebrali, ipotensione arteriosa incontrollata.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Il farmaco è controindicato per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento (allattamento al seno).

Usare nei bambini

Trental è controindicato nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni (l'efficacia e la sicurezza di utilizzo non sono state dimostrate).

Istruzioni speciali

Il trattamento deve essere sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti diabetici che assumono agenti ipoglicemizzanti, la nomina del farmaco in dosi elevate può causare grave ipoglicemia (è necessario un aggiustamento della dose).

Quando somministrato contemporaneamente con anticoagulanti, è necessario monitorare attentamente i parametri della coagulazione del sangue.

Nei pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico è necessario un monitoraggio sistematico dei livelli di emoglobina ed ematocrito e la dose somministrata deve essere ridotta nei pazienti con pressione arteriosa bassa e instabile.

Le persone anziane possono aver bisogno di ridurre la dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

Utilizzare in pediatria

La sicurezza e l'efficacia di Trental nei bambini non è ben compresa.

Interazione farmacologica

La pentossifillina è in grado di potenziare l'effetto dei farmaci che riducono la pressione sanguigna (ACE-inibitori, nitrati).

Trental può potenziare l'azione dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e diretti, trombolitici), antibiotici (incluse le cefalosporine).

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina nel plasma (il rischio di effetti collaterali).

L'appuntamento comune con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

Forse aumento dell'effetto ipoglicemico dell'insulina o degli agenti ipoglicemizzanti orali durante l'assunzione di Trental (aumento del rischio di ipoglicemia). Se necessario, la terapia combinata richiede un monitoraggio rigoroso dei pazienti.

In alcuni pazienti, la somministrazione contemporanea di pentossifillina e teofillina può portare ad un aumento della concentrazione di teofillina nel plasma. Questo può portare ad un aumento o aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

Analoghi della droga Trental

Analoghi strutturali della sostanza attiva:

  • agapurin;
  • Agapurin ritardato;
  • Arbifleks;
  • vasi da fiori;
  • Pentamon;
  • Pentilin;
  • Pentylin Forte;
  • Pentogeksal;
  • pentoxifylline;
  • Pentomer;
  • Radomin;
  • Ralofekt;
  • Trenpental;
  • Fleksital.

Iniezioni, compresse Trental: istruzioni, prezzo, analoghi e recensioni

Da questo articolo medico puoi familiarizzare con la droga Trental. Le istruzioni per l'uso spiegano in quali casi è possibile assumere pillole e colpi, che aiutano il medicinale, quali sono le indicazioni per l'uso, controindicazioni ed effetti collaterali. L'annotazione presenta la forma di rilascio del farmaco e la sua composizione.

Nell'articolo, medici e consumatori possono lasciare solo recensioni reali su Trental, da cui è possibile scoprire se il farmaco ha aiutato nel trattamento dei disturbi circolatori e dei disturbi trofici negli adulti e nei bambini. Il manuale elenca gli analoghi di Trental, il prezzo del farmaco nelle farmacie e il suo uso durante la gravidanza.

Un farmaco che migliora le proprietà reologiche del sangue e aiuta a migliorare la microcircolazione nelle aree di alterata circolazione del sangue è Trental. Le istruzioni per l'uso raccomandano l'assunzione di compresse da 100 mg e 400 mg, iniezioni in fiale da 5 ml per il trattamento dell'encefalopatia dyscirculatory, ictus ischemico, cancrena e patologia della circolazione periferica.

Rilascia forma e composizione

Trental è prodotto sotto forma di:

  1. compresse rivestite con film rivestite con enterica;
  2. concentrato per soluzione per infusione (colpi), che sono venduti in fiale da 5 ml.

L'ingrediente attivo è pentossifillina. Le compresse contengono 100 mg del principio attivo, 1 ml di concentrato - 20 mg, nonché componenti ausiliari.

Azione farmacologica

Trental, le istruzioni per l'uso lo confermano - un farmaco vasodilatatore che migliora la microcircolazione, l'angioprotettore, il derivato xantinico. Il farmaco migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) a causa dell'impatto sulla deformabilità patologica dei globuli rossi, inibendo l'aggregazione piastrinica e riducendo l'aumento della viscosità del sangue. Migliora la microcircolazione in aree con ridotta circolazione sanguigna.

Il meccanismo d'azione della pentossifillina (principio attivo) è associato all'inibizione della fosfodiesterasi e all'accumulo di cAMP nelle cellule muscolari lisce dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce in qualche modo la malattia rotatoria e dilata leggermente i vasi coronarici. Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.

Il successo del trattamento nelle lesioni occlusive delle arterie periferiche (ad esempio, claudicatio intermittente) si manifesta nell'allungamento della distanza percorsa, nell'eliminazione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio e nella scomparsa del dolore a riposo.

Per che cosa è prescritto Trental?

Le indicazioni per l'uso di farmaci includono:

  • patologia della circolazione periferica;
  • patologia dell'apparato respiratorio con ostruzione;
  • encefalopatia dyscirculatory, ictus ischemico ed encefalopatia della genesi aterosclerotica;
  • insufficienza circolatoria nei vasi della retina e nella regione dell'orecchio interno;
  • la patologia della funzione sessuale associata a insufficienza circolatoria;
  • cancrena, ulcere trofiche e congelamento;
  • La malattia di Raynaud e altre angioniuropatia.

Istruzioni per l'uso

Pillole Trental

Viene assunto per via orale durante un pasto o immediatamente dopo un pasto, ingoiando tutta e spremuta abbastanza acqua.

Dosaggio raccomandato: 1 pz. (100 mg) 3 volte al giorno con un aumento graduale della dose a 2 pz. (200 mg) 2-3 volte al giorno; dosi massime: singola 400 mg, 1200 mg al giorno.

TRENTAL (Compresse)

Il farmaco: TRENTAL ®
Ingrediente attivo: pentossifillina
Codice ATC: C04AD03
KFG: un farmaco che migliora la microcircolazione. angioprotector
Reg. numero: P № 014229/01
Data di registrazione: 21/05/08
Proprietario reg. On.: AVENTIS PHARMA Ltd.

MODULO DI DOSAGGIO, COMPOSIZIONE E CONFEZIONAMENTO

Le targhe coperte con una copertura di pellicola enterica di colore bianco, rotondo, biconvex.

Eccipienti: lattosio, amido, talco, biossido di silicio colloidale, magnesio stearato.

La composizione del guscio: copolimero acido metacrilico, idrossido di sodio, macrogol (polietilenglicole) 8000, talco, biossido di titanio (E171).

10 pezzi - blister (6) - imballa il cartone.

La descrizione del farmaco si basa su istruzioni d'uso approvate ufficialmente.

AZIONE FARMACOLOGICA

Il farmaco migliora la microcircolazione, l'angioprotettore, il derivato xantinico. Trental migliora le proprietà reologiche del sangue (fluidità) a causa dell'effetto sulla deformabilità patologica dei globuli rossi, inibendo l'aggregazione piastrinica e riducendo l'aumento della viscosità del sangue. Migliora la microcircolazione in aree con ridotta circolazione sanguigna.

Il meccanismo d'azione della pentossifillina è associato con l'inibizione della fosfodiesterasi e l'accumulo di cAMP nelle cellule muscolari lisce dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue.

Fornendo un debole effetto vasodilatatore miotropico, la pentossifillina riduce in qualche modo la malattia rotatoria e dilata leggermente i vasi coronarici.

Il trattamento con Trental porta ad un miglioramento dei sintomi dei disturbi della circolazione cerebrale.

Il successo del trattamento nelle lesioni occlusive delle arterie periferiche (ad esempio, claudicatio intermittente) si manifesta nell'allungamento della distanza percorsa, nell'eliminazione dei crampi notturni nei muscoli del polpaccio e nella scomparsa del dolore a riposo.

farmacocinetica

Dopo somministrazione orale, la pentossifillina è quasi completamente assorbita dal tratto gastrointestinale. La biodisponibilità assoluta è in media del 19 ± 13%.

La pentossifillina è completamente metabolizzata nel corpo. Il principale metabolita farmacologicamente attivo di 1- (5-idrossesil) -3,7-dimetilxantina (metabolita I) è determinato nel plasma ad una concentrazione 2 volte superiore alla concentrazione di sostanza immutata

Dopo l'ingestione T1/2 pentossifillina è 1,6 h.

Oltre il 90% viene escreto dai reni sotto forma di metaboliti idrosolubili non coniugati.

Farmacocinetica in situazioni cliniche speciali

Nei pazienti con funzionalità renale gravemente compromessa, l'escrezione dei metaboliti è ritardata.

Nei pazienti con insufficienza epatica, T prolungata1/2 pentossifillina e aumenta la sua biodisponibilità assoluta.

INDICAZIONI

- disturbi della circolazione periferica della genesi aterosclerotica (ad esempio, claudicazione intermittente), angiopatia diabetica, disturbi trofici (ad esempio ulcere alle gambe, cancrena);

- disturbi della circolazione cerebrale (conseguenze dell'aterosclerosi cerebrale, come alterazione della concentrazione, capogiri, disturbi della memoria), condizioni ischemiche e post-ictus;

- disturbi circolatori nella retina e nella coroide;

- otosclerosi, alterazioni degenerative sullo sfondo della patologia dei vasi dell'orecchio interno e perdita dell'udito.

MODALITÀ DI DOSAGGIO

Dose impostata individualmente, in accordo con le caratteristiche del paziente.

Il farmaco viene somministrato per via orale 100 mg (1 etichetta) 3 volte / die, seguito da un aumento graduale della dose a 200 mg 2-3 volte / die. La dose singola massima - 400 mg. La dose giornaliera massima è di 1200 mg. Le compresse devono essere deglutite intere durante o immediatamente dopo i pasti, bevendo molta acqua.

Nei pazienti con funzionalità renale compromessa (CC inferiore a 30 ml / min), la dose deve essere ridotta a 1-2 compresse / die.

Nei pazienti con funzionalità epatica gravemente compromessa, è necessario ridurre la dose, tenendo conto della tolleranza individuale del farmaco.

Nei pazienti con pressione sanguigna bassa, così come nelle persone a rischio a causa di una possibile diminuzione della pressione arteriosa (pazienti con IHD grave o stenosi emodinamicamente significativa dei vasi cerebrali), il trattamento può essere iniziato a piccole dosi, in questi casi la dose deve essere aumentata gradualmente.

EFFETTI AVVERSI

Dal lato del sistema nervoso centrale: mal di testa, vertigini, ansia, disturbi del sonno, convulsioni; molto raramente - meningite asettica.

Reazioni dermatologiche: arrossamento della pelle del viso, arrossamento del viso e della parte superiore del torace, gonfiore, aumento della fragilità delle unghie.

Da parte del sistema digestivo: xerostomia, anoressia, atonia intestinale, sensazione di pressione e trabocco nello stomaco, nausea, vomito, diarrea; in alcuni casi, colestasi intraepatica, aumento dell'attività delle transaminasi epatiche.

Dal momento che il sistema cardiovascolare: tachicardia, aritmia, cardialgia, progressione dell'angina, abbassare la pressione sanguigna.

Con il sistema ematopoietico: leucopenia, trombocitopenia, pancitopenia, sanguinamento dai vasi sanguigni, mucose, stomaco, intestino, ipofibrinogenemia.

Da parte dell'organo della vista: deficit visivo, scotoma.

Reazioni allergiche: prurito, arrossamento della pelle, orticaria, angioedema, shock anafilattico.

Gli effetti collaterali sono possibili con Trental in dosi elevate.

CONTROINDICAZIONI

- ampie emorragie retiniche;

- emorragia cerebrale;

- infarto miocardico acuto;

- età fino a 18 anni;

- periodo di allattamento (allattamento al seno);

- ipersensibilità al farmaco;

- Ipersensibilità ad altre metilxantine.

Usare cautela nei pazienti con aritmie cardiache gravi (rischio di peggioramento delle aritmie), ipotensione arteriosa (rischio di ulteriore riduzione della pressione arteriosa), insufficienza cardiaca cronica, ulcera gastrica e ulcera duodenale, compromissione della funzionalità renale - CC inferiore a 30 ml / min (rischio cumulo e aumento del rischio di effetti collaterali), con grave compromissione della funzionalità epatica (rischio di cumulo e aumento del rischio di effetti collaterali), aumento della tendenza al sanguinamento, incl. a seguito dell'uso di anticoagulanti o di violazioni del sistema di coagulazione del sangue (rischio di sanguinamento più grave), dopo aver subito di recente interventi chirurgici.

GRAVIDANZA E LATTAZIONE

Il farmaco è controindicato per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento (allattamento al seno).

ISTRUZIONI SPECIALI

Il trattamento deve essere sotto il controllo della pressione sanguigna.

Nei pazienti diabetici che assumono agenti ipoglicemizzanti, la nomina del farmaco in dosi elevate può causare grave ipoglicemia (è necessario un aggiustamento della dose).

Quando somministrato contemporaneamente con anticoagulanti, è necessario monitorare attentamente i parametri della coagulazione del sangue.

I pazienti sottoposti a recente intervento chirurgico richiedono un monitoraggio sistematico dell'emoglobina e dell'ematocrito.

Le persone anziane possono aver bisogno di ridurre la dose (aumento della biodisponibilità e riduzione della velocità di escrezione).

Il fumo può ridurre l'efficacia terapeutica del farmaco.

Utilizzare in pediatria

La sicurezza e l'efficacia della pentossifillina nei bambini non è ben compresa.

OVERDOSE

Sintomi: vertigini, voglia di vomitare, abbassamento della pressione sanguigna, tachicardia, aritmia, arrossamento della pelle, perdita di coscienza, brividi, isflessia, convulsioni tonico-cloniche.

Trattamento: quando compaiono i primi sintomi di un sovradosaggio (sudorazione, nausea, cianosi), il farmaco viene immediatamente interrotto, è necessario garantire una posizione più bassa della testa e della parte superiore del tronco, per controllare le vie respiratorie libere. La terapia sintomatica viene effettuata, occorre prestare particolare attenzione al mantenimento della pressione sanguigna e alla funzione respiratoria. Il diazepam è somministrato per alleviare convulsioni convulsive.

In caso di sintomi di sovradosaggio, il paziente deve consultare immediatamente un medico.

INTERAZIONE DEL DROGA

Pentossifillina è in grado di aumentare l'effetto dei farmaci che riducono la pressione sanguigna.

La pentossifillina può potenziare l'azione dei farmaci che agiscono sul sistema di coagulazione del sangue (anticoagulanti diretti e diretti, trombolitici), antibiotici (incluse le cefalosporine).

La cimetidina aumenta la concentrazione di pentossifillina nel plasma (il rischio di effetti collaterali).

L'appuntamento comune con altre xantine può portare ad eccitazione nervosa eccessiva.

Forse aumento dell'effetto ipoglicemico dell'insulina o degli agenti ipoglicemizzanti orali durante l'assunzione di pentossifillina (aumento del rischio di ipoglicemia). Se necessario, la terapia combinata richiede un monitoraggio rigoroso dei pazienti.

In alcuni pazienti, la somministrazione contemporanea di pentossifillina e teofillina può portare ad un aumento della concentrazione di teofillina nel plasma. Questo può portare ad un aumento o aumento degli effetti collaterali associati alla teofillina.

CONDIZIONI PER LA VACANZA DA DRUGSTORES

Il farmaco è disponibile su prescrizione medica.

TERMINI E CONDIZIONI

Il farmaco deve essere tenuto fuori dalla portata dei bambini, in un luogo asciutto a una temperatura non superiore a 25 ° C. Periodo di validità - 4 anni.

Articoli Su Varici