Chirurgia del varicocele: fasi della malattia e indicazioni per la chirurgia

Il più delle volte le vene varicose colpiscono gli arti inferiori. Ma c'è una specie di questa malattia, a cui sono soggetti solo i rappresentanti del sesso più forte - questo è il varicocele (vene varicose nell'area del cordone spermatico, testicolo).

Questa malattia non ha sintomi pronunciati, il più delle volte viene rilevata durante gli esami medici. Le principali complicazioni del varicocele sono infertilità, sindrome del dolore. Questa deviazione è eliminata esclusivamente dalla chirurgia, il trattamento farmacologico in questo caso sarà inefficace.

Fasi della malattia e indicazioni per la chirurgia

Il varicocele è diviso in quattro fasi caratterizzate da vari gradi di gravità delle vene varicose. Alzandosi, la malattia rapidamente arriva a uno di loro e, più lontano, di regola, non progredisce.

Nella prima fase, ci sono cambiamenti sottili che non sono diagnosticati dall'ispezione visiva e con l'aiuto della palpazione. Per determinare l'insorgenza della malattia è possibile solo con l'ecografia. Nei casi in cui lo sviluppo della malattia si è fermato in questa fase, il trattamento non viene effettuato. Il paziente deve essere monitorato regolarmente da un medico, vi è un'alta probabilità di auto-guarigione. Quando la malattia raggiunge il secondo stadio, si può osservare un aumento dello scroto e l'espansione delle vene è determinata dalla palpazione stando in piedi. Alcuni pazienti hanno sensazioni fastidiose.

Il varicocele del terzo stadio è determinato visivamente. Le vene ingrandite sono chiaramente visibili e il plesso nodulare delle navi può essere sentito in posizione supina. Questo stadio è spesso accompagnato dall'atrofia dei testicoli, lo scroto acquista una tinta bluastra. Se la malattia raggiunge il quarto stadio, il paziente ristagna nel canale seme.

Questo grado di sviluppo della malattia richiede un trattamento immediato. Con il varicocele, l'operazione viene assegnata senza fallo quando la malattia ha raggiunto il terzo o il quarto stadio. In altri casi, la chirurgia è necessaria solo in presenza di forti dolori o quando la funzione riproduttiva è compromessa a causa della malattia.

Controindicazioni

Controindicazioni per il trattamento chirurgico può essere l'età del paziente. I giovani di età inferiore ai diciotto anni non vengono sottoposti a chirurgia per il primo e il secondo stadio del varicocele. Anomalie nel lavoro degli organi causate da malattie come la cirrosi, il diabete mellito sono controindicazioni per il processo di open-mix. Anche vari processi infiammatori possono essere motivo di ritardo.

I pazienti con una storia di varie procedure chirurgiche eseguite sulle aree addominali e inguinali, così come quelli che hanno tumori maligni, non subiscono l'endoscopia. Non fare tali operazioni e coloro che hanno malattie del sistema cardiovascolare.

formazione

Sono previste azioni chirurgiche mirate alla rimozione del varicocele, quindi la fase preparatoria prevede un esame completo del paziente:

  • il paziente prende sangue, urina per un'analisi generale;
  • è obbligatorio determinare il fattore Rh, gruppo sanguigno;
  • fare un ECG;
  • è necessaria l'ecografia dello scroto;
  • la radiografia dei polmoni è necessaria durante il ricovero;
  • fare test per identificare malattie come l'AIDS, l'epatite B e C.

Raccomandazioni standard per limitare l'assunzione di cibo, acqua. Immediatamente prima dell'operazione, il paziente deve svuotare la vescica, radere l'inguine.

Microchirurgia varicocele e metodi di attuazione

Attualmente, il varicocele può essere rimosso in vari modi. Quale tipo di trattamento scegliere, il medico decide in base alla storia, all'età, allo stadio della malattia del paziente. I metodi più comuni di trattamento per questa malattia sono:

scleroterapia

L'essenza della scleroterapia per varicocele è l'introduzione nel lume della vena testicolare di una sostanza speciale - lo sclerosante, ottenendo così una riduzione del lume della vena. È prescritto quando, a causa di determinate circostanze, la chirurgia è controindicata per il paziente.

Questa procedura non richiede il ricovero in ospedale e può essere eseguita in regime ambulatoriale in anestesia locale. Il paziente fa una piccola incisione della pelle sopra il testicolo. Attraverso di esso, un catetere viene inserito nella vena con cui viene consegnato lo sclerosante (ad esempio, fibroveina). Quindi il catetere viene rimosso e la vena è legata, incrociata. Le complicanze con questo metodo di esposizione si verificano a causa della presenza di ostacoli anatomici all'avanzamento del catetere. Le ricadute nella maggior parte dei casi sono assenti.

laparoscopia

L'intervento laparoscopico è l'opzione migliore quando si manifestano vene varicose su entrambi i lati. Tre tagli sono fatti nell'ombelico. La loro dimensione non è superiore a un centimetro. Attraverso di loro, tutti gli strumenti necessari vengono introdotti nella cavità addominale, una telecamera endoscopica, con la quale il chirurgo monitorerà l'operazione sul monitor. Complicazioni come la microchirurgia non causano il varicocele.

I punti dopo sono invisibili. Il paziente viene dimesso il terzo giorno dopo la procedura. Ma il costo della laparoscopia è piuttosto alto. Un altro svantaggio significativo è la necessità di un'anestesia generale per la sua implementazione.

Operazione Marmara

La microchirurgia varicocele con il metodo di Marmara ha il periodo di recupero più breve. Inoltre, è la meno traumatica e raramente lascia cicatrici, altri difetti estetici. L'anestesia generale per questo tipo di trattamento non viene utilizzata, basta l'iniezione anestetica alla zona inguinale.

Quindi il chirurgo esegue una piccola incisione (2-3 cm) attraverso la quale si trova una vena gonfia, fasciata, cucita, incrociata. Questo aiuta a ripristinare il normale flusso sanguigno. Le complicazioni durante l'intervento sono molto rare e si verificano se il nervo è danneggiato o inizia il sanguinamento. Con questo metodo di trattamento, la probabilità di recidiva è minima. Il principale svantaggio di tale operazione è il suo alto prezzo.

Operazione su Ivanisevich

Il trattamento secondo il metodo di Ivanissevich sarà molto più economico. È addominale, in quanto vi è una dissezione completa della parete addominale. La vena viene tagliata, legata, con conseguente chiusura completa della vena dilatata. I bambini subiscono una tale operazione in anestesia generale, mentre gli adulti sono piuttosto locali.

La procedura dura circa 30 minuti. Lo svantaggio di questo metodo è l'alto rischio di complicazioni durante il trattamento, un lungo periodo di recupero, che richiede diversi mesi. Inoltre, il rischio di recidiva della malattia è alto.

Operazione Palomo

L'intervento chirurgico con il metodo di Palomo prevede il bendaggio, la rimozione della vena affetta da vene varicose. Questa manipolazione viene effettuata attraverso una piccola incisione sopra il canale inguinale. Quando si utilizza questo metodo riduce significativamente il rischio di danni al fascio neurovascolare. Il trattamento può essere effettuato in anestesia locale, generale. Scaricare il paziente fino al giorno successivo all'intervento.

Chirurgia varicocele: recupero e possibili complicanze

Dopo le manipolazioni, è impossibile escludere completamente la possibilità di ricorrenza del varicocele. La ricaduta si verifica nel 2-30% dei casi. La maggior parte dei pazienti ha un aumento del numero di spermatozoi attivi dopo il trattamento. Tuttavia, solo la metà dei risultati dello sperma si stanno avvicinando alla normalità.

Con l'infertilità, l'efficacia del trattamento del varicocele dipende dalla durata della malattia, dall'età del paziente. Indicatori significativi che influenzano il livello di spermatogenesi sono lo squilibrio ormonale del paziente, una diminuzione del volume testicolare.

Periodo di recupero

La durata del periodo di riabilitazione dipende da una serie di fattori, come l'età del paziente, il metodo di trattamento e la presenza di complicanze. Se è stata eseguita la chirurgia addominale del varicocele, il recupero può durare da alcune settimane a diversi mesi. Con un'operazione microchirurgica, è ridotto a due o quattro giorni. Accelerare il recupero dopo la procedura per l'eliminazione del varicocele aiuterà a rispettare le raccomandazioni del medico curante.

Più spesso è:

  1. Divieto di sport. Il paziente nel periodo postoperatorio è uno sforzo fisico grave estremamente indesiderabile. Ai giovani uomini in età militare è richiesto un sollievo temporaneo dal servizio militare.
  2. Astinenza sessuale Questo è necessario per evitare il ripetersi della malattia. Dopo la completa guarigione, la funzione sessuale si riprenderà gradualmente e aumenterà la probabilità di una gravidanza.
  3. Indossare un indumento speciale per la compressione. Questo aiuterà a ridurre il dolore e ridurre la probabilità di una ricaduta.
  4. Dieta. Durante il periodo di recupero, il paziente ha bisogno di una dieta equilibrata con un basso contenuto di grassi e carboidrati. L'assunzione di complessi multivitaminici è auspicabile. Il risultato di un intervento chirurgico potrebbe essere una violazione della sedia. Per eliminare questo sintomo è necessario mangiare una grande quantità di prodotti a base di latte fermentato. Se la defecazione non era entro due giorni dovrebbe consultare immediatamente un medico.

complicazioni

Dopo un intervento chirurgico varicocele, il recupero può essere ostacolato dalla comparsa di una serie di complicanze. La probabilità della loro insorgenza dipende da come sono state seguite le raccomandazioni del medico curante e dalle caratteristiche del paziente.

Il paziente può sperimentare fenomeni come:

  • Gonfiore del testicolo e scroto. Questa è una conseguenza del ristagno di linfa e passa nelle due settimane successive alla procedura di rimozione del varicocele.
  • Dolore di varia intensità e gravità.
  • L'idrocele (l'idropisia del testicolo) è la complicanza postoperatoria più comune. La sua causa è una violazione dell'integrità del sistema linfatico.
  • L'atrofia del testicolo può portare a compromissione della funzione riproduttiva.
  • La ricorrenza della malattia. Questa complicanza dipende direttamente dal metodo di trattamento scelto, la sua probabilità aumenta quando si esegue un'operazione di tipo aperto.
  • Danno collaterale

Il costo della procedura per la rimozione del varicocele è costituito da un gran numero di fattori, come il tipo di trattamento eseguito, il numero di procedure diagnostiche, la durata della degenza in ospedale nel periodo postoperatorio. Il metodo di trattamento più economico al momento è il trattamento secondo il metodo di Ivanissevich.

Il suo costo varia tra 8.000 e 15.000 rubli nelle regioni. Nella capitale, dovrà pagare da 20.000 a 27.000 rubli. Il costo della procedura Marmara può raggiungere 30000-90000 rubli. Se è pianificata un'operazione bilaterale, questo prezzo raddoppierà. I prezzi per la laparoscopia sono compresi tra 40000-70000 rubli. Durante i giorni di degenza ospedaliera dovrà pagare un extra separatamente. La scleroterapia avrà un costo di 8000-10000 rubli. Gli esami e il controllo postoperatorio non sono inclusi in questa quantità.

Recensioni

Eugene, 25 anni: "Mi è stato diagnosticato un varicocele quando ero a scuola, durante un esame fisico presso un ufficio di registrazione e arruolamento militare. Il dottore ha detto che questo è più probabile a causa del costante uso di biancheria intima e pantaloni attillati. Dovevo abbandonarli. Ma dopo un anno non c'era traccia della malattia. Ecco come un chirurgo esperto mi ha salvato dalle possibili complicazioni. "

Sergey, 36 anni: "Sono stato operato due volte. La prima volta è stata eseguita laparoscopia. Hanno promesso che tutto sarebbe passato e non ci sarebbero state ricadute, ma dopo circa un anno il dolore è tornato. Si è scoperto che il varicocele non solo è riapparso, ma è peggiorato. Dovevo andare alla chirurgia addominale. Avevo paura di non poter avere figli, ma è successo. Mia moglie è rimasta incinta la prima volta. "

Yuri, 44 anni: "L'operazione non mi ha aiutato a curare l'infertilità. E la clinica fu scelta pubblicizzata e un chirurgo esperto. Per quattro anni dopo la fine del trattamento, il medico ha promesso che il varicocele ha promesso che tutto sarebbe tornato normale, di conseguenza abbiamo perso tempo prezioso e avremmo potuto fare la fecondazione in vitro molto prima. "

Possibili conseguenze e complicanze della chirurgia varicocele negli uomini. Cosa non si può fare durante il periodo di recupero?

La chirurgia è l'unico modo per liberarsi del varicocele.

Affinché il recupero del varicocele abbia successo dopo l'intervento chirurgico, è importante seguire tutte le raccomandazioni del medico curante, mantenere uno stile di vita corretto e non trascurare la dieta.

Caratteristiche della procedura

La medicina moderna offre diversi modi per sbarazzarsi dei testicoli varicocele. La versione classica è un'operazione eseguita in un ospedale in anestesia locale.

La procedura secondo Ivasevich e Palomo si riferisce all'apertura, la vena testicolare viene ligata attraverso una piccola incisione.

La chirurgia di Marmara comporta piccole incisioni nello scroto o nell'inguine, attraverso le quali vengono rimosse le aree danneggiate dei vasi sanguigni.

Quindi viene posizionato un punto sulla ferita, che deve essere rimosso quando il paziente visita nuovamente l'ospedale. Il periodo di recupero dopo l'operazione classica richiede almeno 1 mese, con complicazioni, questo periodo è esteso.

La microchirurgia è un'alternativa alla resezione classica, eseguita con incisioni minime e l'introduzione di un tubo laparoscopico. Condotto in anestesia locale, il periodo di recupero è progettato per 2-3 settimane.

Un'altra opzione di intervento non richiede il ricovero in ospedale e viene eseguita in regime ambulatoriale. Le navi colpite sono affette da dispositivi speciali, non vengono effettuati tagli e non vengono applicate suture e nessuna.

Il paziente lascia l'istituto medico in 2-3 ore, il periodo di recupero richiede solo pochi giorni.

Metodi di trattamento varicatsele mostrato nel video:

Stile di vita durante la riabilitazione: cosa cercare

Nel periodo postoperatorio della chirurgia del varicocele, il paziente deve seguire le raccomandazioni del medico curante.

Con il metodo classico, che prevede tagli e sutura, si osserva il riposo a letto per 2-3 giorni.

Con complicazioni, il paziente può rimanere in ospedale per una settimana. Dopo aver esaminato il paziente viene dimesso, la disabilità viene mantenuta per 2-4 settimane.

Nei primi giorni dopo la resezione, il cibo è limitato, il paziente riceve pasti molto leggeri: porridge in acqua, zuppe in brodo vegetale, carne, al vapore.

L'attività motoria è limitata, il paziente non è consigliato sedersi o stare in piedi per un lungo periodo, piegarsi bruscamente, sollevare pesi.

Nel periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per varicacausal, vedere il video:

Recupero dopo chirurgia Varicocele: cosa può e non può essere fatto

In media, il recupero da varicocele richiede 1 mese. In questo momento, il paziente deve monitorare attentamente la propria salute, rivolgendosi al medico se si hanno dubbi e disturbi.

Un punto molto importante nel periodo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per varicocele negli uomini è una corretta alimentazione. Il paziente deve evitare stitichezza e altri disturbi digestivi, piatti che causano irritazione allo stomaco e all'intestino.

Grassi e cibi fritti, dolci, carni affumicate e sottaceti, carni grasse, salse piccanti e condimenti sono esclusi dalla dieta. È necessario limitare le bevande con la caffeina, che causano ritenzione di liquidi nel corpo. Invece di tè e caffè forti, è meglio bere bevande alla frutta fatte in casa e bevande alla frutta, tè verde con latte di soia, acqua pulita e non gassata.

Durante il periodo di recupero, è preferibile mangiare 4-5 volte al giorno, in piccole porzioni. Il cibo dovrebbe essere preparato al momento e non troppo caldo. La base del menu è bollita, in umido e verdure fresche e frutta, prodotti lattiero-caseari, cereali integrali con una piccola quantità di olio vegetale, carne di pollame, pesce e frutti di mare. È importante non superare le calorie richieste, mentre il cibo dovrebbe essere nutriente e facile da assimilare.

Bere alcol dopo l'intervento chirurgico varicocele è severamente vietato. Durante il periodo di recupero, tutte le bevande alcoliche, inclusi i cocktail energetici e la birra, sono proibite. Dopo il completamento con successo del periodo di restrizioni consentito piccole dosi di alcol (non più di 2 porzioni a settimana). Opzione ideale - stile di vita completamente sobrio. L'alcol etilico causa una forte dilatazione dei vasi sanguigni, che può causare recidive di varicocele dopo l'intervento chirurgico.

A rischio sono i fumatori. La nicotina, il catrame di tabacco e i prodotti della combustione inibiscono il flusso sanguigno, distruggono le pareti dei vasi sanguigni, rendendoli vulnerabili e causando il ripetersi di malattie. Con una completa cessazione del fumo, il corpo viene ripristinato entro un anno, il rischio di ri-espansione delle vene viene significativamente ridotto.

Cosa non si può fare dopo l'intervento chirurgico varicocele? Entro un mese dall'intervento, il sesso non è raccomandato. In assenza di complicanze e tecniche operative minimamente invasive, questo periodo può essere ridotto a 3 settimane. Tutto dipende dalle condizioni individuali del paziente. Con la libido normale, le capacità fisiche del paziente sono illimitate. Durante il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico la masturbazione varicocele è indesiderabile. L'opzione migliore dopo la fine del periodo di riabilitazione è il sesso vaginale classico con un partner costante, con una comprensione delle potenziali difficoltà.

È possibile praticare sport dopo l'intervento chirurgico al varicocele? L'attività motoria dovrebbe essere aumentata gradualmente. Quanti non possono praticare sport dopo l'intervento? Nel primo mese cammina a passo moderato, sono consentiti esercizi mattutini, yoga, esercizi di respirazione. Nat. carico dopo l'intervento chirurgico varicocele dovrebbe aumentare gradualmente. In futuro, potrai visitare la palestra, il nuoto, la corsa, le arti marziali e altre opzioni per attività sportive. Nel corso dell'anno si deve evitare la sovratensione: sollevamento pesi, allenamenti estenuanti, giochi di squadra con alto rischio traumatico.

Le procedure di contrasto e di rinvenimento sono meglio rimandate. Dopo la fine del periodo di recupero, vengono rimosse le restrizioni, ma vale la pena ricordare che le procedure termali e i bagni caldi possono provocare una ricaduta della malattia.

Con il fatto che non si può fare dopo l'operazione varicocele, abbiamo capito. Procediamo al prossimo paragrafo del nostro articolo.

Come comportarsi dopo l'intervento chirurgico su varicatsel, impara dal video:

Complicanze postoperatorie

Secondo le statistiche, le complicanze dopo l'intervento chirurgico varicocele osservato nel 10% dei pazienti. Sono divisi in anticipo e in ritardo, derivanti in un mese o più. Nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le aree colpite dei vasi, si possono verificare i seguenti sintomi:

  • dolore all'inguine (tirando o affilato);
  • piccoli ematomi;
  • escrementi di sangue;
  • linfostasi;
  • idrocele (testicolo idropico);
  • gonfiore nella zona inguinale;
  • aumento della temperatura

Quali sono gli effetti pericolosi della chirurgia varicocele sui testicoli? Le complicazioni tardive sono: ernia inguinale, azo-spermia, cambiamenti nelle dimensioni del testicolo. I casi di impotenza dopo varicocele non vengono registrati.

I piccoli ematomi sono associati a emorragie sottocutanee derivanti da danni a piccoli vasi. Non richiedono trattamento e si dissolvono dopo 1-2 settimane. Quando lo scarico di sukrovichnyh è necessario controllare la condizione delle cuciture. Trattandoli con soluzioni disinfettanti.

Il gonfiore dei testicoli dopo l'intervento chirurgico e la febbre suggeriscono il ristagno della linfa e l'infiammazione. A volte ci sono compartimenti purulenti dalle ferite. Al paziente vengono prescritte iniezioni di antibiotici, dopo 3-5 giorni le complicazioni sono completamente scomparse. Piccolo gonfiore indolore senza febbre è una normale reazione del corpo alla chirurgia, scompaiono per 2-3 giorni senza un trattamento speciale.

Se, dopo l'operazione, il varicocele fa male al testicolo sinistro, e il disagio arreca all'addome inferiore o all'osso sacro - questo indica un danno alle terminazioni nervose. Il trattamento speciale dopo l'intervento chirurgico non è richiesto, il disagio viene rimosso da anestetici sotto forma di compresse o iniezioni.

Una complicazione spiacevole ma sgradevole è l'idropisia del testicolo dopo l'intervento. Le conchiglie accumulano fluido, causando un aumento dei testicoli nel volume, un uovo e una sensazione di pesantezza. Una diagnosi accurata viene effettuata dopo l'ecografia. L'eruzione è trattata con farmaci orali che regolano il flusso della linfa.

In questo caso, il medico stabilirà dove e quando sarà necessario sottoporsi ad un ulteriore esame e quindi determinare il metodo di ulteriore trattamento.

Nel caso, dopo l'intervento chirurgico, le vene varicocele rimangono. Per chiarire la diagnosi, il paziente viene testato per lo sperma e la dopplerografia. Il più delle volte ha confermato il normale funzionamento delle rimanenti navi. A rivelazione di patologia l'operazione ripetuta è richiesta.

Gli effetti postoperatori sono mostrati nel video:

Come evitare le ricadute?

Se la dieta non viene seguita, cattive abitudini e scelte di vita povere, la ricorrenza del varicocele è quasi inevitabile. Altre navi che alimentano i testicoli sono colpite e la malattia può progredire ad un ritmo accelerato.

Se il paziente operato soddisfa tutte le prescrizioni del medico, il periodo di recupero passa senza problemi. La fertilità negli uomini infertili viene ripristinata entro un anno. Il periodo di remissione dura almeno 10 anni, in molti casi il paziente può ripristinare completamente la salute e non ricordare il problema con le vene.

La cosa principale è rispettare tutte le raccomandazioni del medico, che aiuteranno a prevenire le ricadute di questa malattia, ma anche ad evitare altri disturbi di natura simile: le vene varicose delle estremità, le emorroidi, le malattie infiammatorie degli organi pelvici. Lo stile di vita scelto è auspicabile per aderire il più a lungo possibile, nel tempo, le restrizioni diventeranno un'abitudine e non causeranno disagio.

Periodo di riabilitazione dopo chirurgia varicocele

Secondo le statistiche, il problema delle vene varicose nei testicoli colpisce ogni 10 uomini, 4 dei quali vengono diagnosticati con "infertilità". Un trattamento efficace della malattia può essere eseguito solo chirurgicamente, il cui metodo e il cui risultato dopo il varicocele dipende completamente dalla coscienza del paziente.

Il varicocele non è una malattia mortale e abbastanza comune tra gli uomini, indipendentemente dal gruppo di età, la malattia può essere diagnosticata dall'età di 10 anni. Va notato che la tempestiva diagnosi di vascolarizzazione varicosa del cordone spermatico aumenta le possibilità di un risultato positivo per gli uomini dopo la chirurgia varicocele.

I sintomi della malattia

Nella maggior parte dei casi, i sintomi della malattia sono diagnosticati negli uomini in età fertile e in età adolescenziale. Va notato che la progressione della malattia avviene abbastanza rapidamente, e poi a un certo punto si ferma, raggiungendo un certo stadio.

La diagnosi più comune di patologia si verifica durante una visita medica (nel caso di progressione della malattia asintomatica). Ciò è dovuto al fatto che in alcuni casi lo sviluppo della malattia non è accompagnato da dolore. Da un lato, questo sviluppo è buono, ma d'altra parte, può presentarsi con una diagnosi di "infertilità", quando la gravidanza di una donna non si verifica per diversi anni.
Al fine di diagnosticare la malattia negli uomini in tempo, devono prestare attenzione ai seguenti cambiamenti:

  • Il testicolo (nella maggior parte dei casi, quello di sinistra) ha una dimensione ridotta di almeno il 20%, mentre lo scroto, l'inguine o la regione lombare sono interessati.
  • Spesso il dolore è aggravato durante lo sforzo fisico, l'esercizio fisico, la deambulazione e l'eccitazione del pene.
  • Testicolo cadde sotto il prossimo.
  • C'è un cambiamento nella consistenza dei testicoli, la deformazione delle vene in qualsiasi posizione del corpo.

L'aumento della dimensione dello scroto nella maggior parte dei casi è evidente negli uomini in posizione eretta. Tuttavia, se la patologia è di 3, 4 stadi, allora il ridimensionamento è evidente in qualsiasi posizione.

Per gli adolescenti, gli uomini in età fertile, è molto importante individuare tempestivamente la malattia e iniziare un trattamento appropriato. Altrimenti, le conseguenze per gli uomini potrebbero essere irreversibili, inclusa l'infertilità.
Il varicocele e le vene varicose degli arti inferiori possono essere curate solo con l'intervento chirurgico. Uno specialista qualificato raccomanderà un intervento chirurgico se:

  1. Ci sono dolori nel testicolo, scroto, inguine.
  2. Lo spermogramma mostra un netto deterioramento dello stato dello sperma, in cui una donna non può rimanere incinta.
  3. Vene nel passaggio dello scroto Durante la pubertà, lo sviluppo del testicolo interessato viene inibito.

Oggi gli esperti raccomandano di dare la preferenza a uno dei seguenti quattro metodi di trattamento del varicocele, vale a dire:

  1. Chirurgia aperta Questa procedura comporta l'isolamento, cioè la legatura delle vene testicolari, in modo che non successivamente aumenti, il sangue attraverso i canali deformati cessasse di fluire. Se possibile, gli esperti raccomandano di fare operazioni con altri metodi, dal momento che un'alta percentuale di complicazioni, ad esempio l'idrocele, è un lungo periodo postoperatorio.
  2. Endoscopia. Il principale vantaggio della procedura endoscopica è un piccolo grado di danno tissutale. Attraverso la chirurgia endoscopica, è possibile eseguire l'operazione contemporaneamente su 2 testicoli. Periodo postoperatorio relativamente lungo.
  3. operazione di microchirurgia. È raccomandato dagli specialisti, se lo spermogramma del paziente si è deteriorato bruscamente, si avvertono dolori nello scroto, nell'inguine, nel testicolo.
  4. Funzionamento con mini-accesso. Si raccomanda spesso di rendere i pazienti in assenza di dolore e altri sintomi della malattia. Durante l'operazione, la parete addominale non è incisa, il che garantisce un rapido recupero dopo l'operazione di varicocele. In media, recidiva nei pazienti si verifica 1 persona su 10, che garantisce l'assenza di complicanze nel periodo postoperatorio (idrocele).

Va notato che anche nel caso di un decorso asintomatico della malattia, si raccomanda di sottoporsi a un trattamento per escludere la diagnosi di infertilità. Dopo il trattamento, la gravidanza nelle donne avviene naturalmente. Inoltre, i moderni metodi e le possibilità di medicina permettono la ricaduta, le conseguenze (idrocele) da minimizzare.

Recupero del corpo

Il periodo di recupero del corpo dopo il varicocele dipende dall'età e dal metodo di trattamento del paziente. Quindi, quando si tratta con il metodo tradizionale secondo Ivanissevich o Palomo, con un'asportazione di vena, il periodo di riabilitazione è piuttosto lungo, da 1 a 3 settimane.

Quanto tempo durerà dipende dal verificarsi della complicazione (idrocele), dalla necessità di ridurre il dolore, da ri-trattare. In questo caso, una grande percentuale che può verificarsi una ricaduta della malattia.
Quando il trattamento endovascolare è il blocco dei vasi sanguigni attraverso le spirali, cilindri. Il periodo di recupero dei pazienti è di 1-2 giorni.
Nel caso di un'operazione microchirurgica, il periodo di recupero va da 2 a 4 giorni, a seconda di quanto accuratamente il paziente è conforme alle raccomandazioni del medico.
La dinamica positiva del trattamento nel periodo postoperatorio è l'assenza di una complicazione, quando l'idropisia non si forma (idrocele), l'edema, non c'è dolore, il paziente ha uno spermogramma.
https://www.youtube.com/watch?v=NDiV_wBrP4Y

serie di complicazioni

I moderni metodi di trattamento del varicocele possono ridurre drasticamente il periodo postoperatorio, ridurre al minimo lo sviluppo della malattia, complicazioni (idrocele). Il metodo meno traumatico del trattamento dell'infertilità è un'operazione microchirurgica, il cui costo si riflette direttamente sulla qualità della moderna tecnologia utilizzata.

Per questo motivo, spesso le istituzioni mediche, nonostante il fatto che si verificherà una ricaduta, sono trattate con il metodo di Palomo, Ivanissevich. La preferenza del trattamento laparoscopico o microchirurgico si basa sul costo della procedura, una piccola percentuale di ciò che sembra recidiva, dolore nel testicolo, idrocele (idropisia).
Se non si rispettano le raccomandazioni dello specialista e le caratteristiche individuali dell'organismo, il paziente può presentare complicazioni:

  • La congestione linfatica è gonfiore del testicolo, scroto. Può essere osservato dopo il trattamento per un massimo di 2 settimane.
  • Dolori di diversa natura e grado. Può essere sentito per 6 mesi dopo il trattamento e altro ancora.
  • Irritato del testicolo (idrocele). Formato dall'integrità del sistema linfatico. La probabilità che l'esito del trattamento sia l'idropisia dipende dal tipo di intervento chirurgico. Va notato che l'idropisia testicolare è la complicanza più comune dopo il trattamento. È formato dal fatto che la nave è stata legata e la membrana plasmatica ha subito sudorazione al plasma. L'eruzione può anche formarsi tra le membrane del cordone spermatico.
  • Atrofia. L'atrofia del testicolo contribuisce a compromettere le capacità riproduttive in cui la gravidanza non si verifica mai in una donna.
  • Relapse. Dopo il trattamento, la probabilità che ci sia una ricaduta per la maggior parte dei pazienti dipende dal metodo di trattamento, dalla permanenza delle vene, dalla qualità del blocco del flusso sanguigno. Quindi, il più grande indicatore che si verificherà una recidiva è la scelta di un metodo di trattamento aperto e il minimo con un trattamento microchirurgico.
  • Danno collaterale Il dolore è una delle spiacevoli complicazioni del trattamento. Si verificano a causa di ciò che può apparire edema, durante la procedura il nervo sessuale-femorale del canale inguinale è stato danneggiato.

Periodo di riabilitazione

Nel periodo postoperatorio, per garantire il recupero più rapido possibile del paziente, i medici raccomandano di attenersi alle seguenti regole:

  1. Non puoi fare sport. Come facile sforzo fisico può essere un tour a piedi. Nel caso in cui un uomo non possa fare a meno di praticare sport, i medici determinano con precisione quanto tempo dedicare alle lezioni al giorno e in quali condizioni. durante il trattamento della malattia e per il periodo di riabilitazione del paziente, agli adolescenti in età militare viene concesso un ritardo dal passaggio dell'esercito.
  2. Mancanza di relazioni sessuali Nel periodo postoperatorio, al fine di escludere la ricaduta e la gravidanza di una donna, era naturale attendere la completa guarigione, il ripristino delle funzioni degli organi genitali maschili.
  3. Terapia di compressione Per prevenire le recidive, ridurre il dolore, molti esperti raccomandano di indossare biancheria intima speciale a compressione.

Dieta dopo l'intervento chirurgico

Nel periodo successivo all'intervento, la nutrizione varicocele del paziente deve essere perfettamente bilanciata, povera di grassi, carboidrati, ad esempio:

  • Fig.
  • Pollo al forno o crudo.
  • Prodotti lattiero-caseari fermentati

In alcuni pazienti, dopo l'intervento chirurgico, possono esserci difetti nelle feci. Pertanto, per eliminare la costipazione e le ricadute, gli esperti raccomandano di utilizzare prodotti lattiero-caseari, per evitare la tensione muscolare durante la defecazione. Le complicazioni possono iniziare se gli uomini non hanno avuto un movimento intestinale per 2 giorni. L'intossicazione nel corpo può portare a risultati imprevedibili.

Vita sessuale dopo il trattamento

Indipendentemente dal metodo di trattamento, si consiglia al paziente di non fare sesso per 3 settimane. Un periodo più specifico di astinenza può nominare un medico. Va notato che la rigenerazione degli spermatozoi avviene gradualmente, quindi la probabilità che la gravidanza venga subito non è grande.
Per i pazienti la cui progressione della malattia nelle fasi 3, 4 viene concessa un rinvio dal servizio militare per un periodo di trattamento e recupero del corpo, compresa la possibilità di un idrocele o altre complicazioni.

Recupero dopo l'intervento chirurgico varicocele

Una varietà di tipi di interventi chirurgici finalizzati alla rimozione del varicocele, dà motivo di pensare quale scegliere per accorciare il periodo postoperatorio di recupero e allo stesso tempo non affrontare le complesse conseguenze dell'operazione.

Se valutiamo i pro e i contro degli interventi chirurgici nella tabella seguente, possiamo concludere che nella pratica medica oggi vengono usati principalmente metodi di trattamento meno efficaci. Tutti richiedono un approccio individuale al paziente, è particolarmente importante prestare attenzione al paziente nel periodo postoperatorio (dopo la rimozione del varicocele).

Richiedi una consulenza gratuita.

Nessuna operazione garantisce a un uomo una completa mancanza di effetti collaterali. Indipendentemente dal tipo di intervento chirurgico, il recupero del varicocele dopo l'intervento chirurgico deve essere monitorato dal medico curante.

Il tempo di recupero dopo l'intervento chirurgico varicocele dipende dalla velocità del processo di guarigione delle ferite chirurgiche. Se l'intervento chirurgico viene eseguito in modo sterile e il paziente osserva le procedure igieniche postoperatorie, il processo di riabilitazione richiede solo una settimana e mezza.

La riabilitazione è considerata di successo quando le vene si placano dopo l'intervento chirurgico varicocele. Solo con la rivascolarizzazione, questo effetto viene raggiunto direttamente al momento della manipolazione chirurgica. In altre situazioni, ci vuole tempo per ripristinare il flusso di sangue.

Supporto farmacologico dopo l'intervento chirurgico

Poiché l'attuazione di procedure chirurgiche associate a incisioni della pelle, tessuto muscolare, riorganizzazione del flusso sanguigno, un uomo durante il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico varicocele per diverse settimane può sentire dolore alle articolazioni, disagio durante la minzione.

  • Per alleviare le condizioni del paziente, i medici prescrivono antidolorifici.
  • Per ridurre il rischio di infezioni infettive - antibiotici.
  • Per accelerare il processo di guarigione - complessi corsi vitaminici.
  • Per ripristinare la spermatogenesi completa - farmaci che stimolano il sistema riproduttivo.

Recupero degli spermatozoi dopo chirurgia varicocele

La chirurgia per rimuovere le vene danneggiate è solo l'inizio del trattamento della malattia, la sua continuazione è il recupero graduale del testicolo dopo l'intervento chirurgico al varicocele.

La normalizzazione del flusso sanguigno si verifica entro poche settimane dopo l'intervento chirurgico varicocele. Il periodo postoperatorio è un periodo di tempo durante il quale il sistema riproduttivo maschile ritorna alla normalità, pertanto, la fisiologia della riproduzione spermatica viene ripristinata.

  • La riabilitazione postoperatoria non è considerata di successo se ci sono effetti collaterali che complicano la procedura per il recupero degli uomini.
  • Il trattamento è completato se lo sperma si riprende dopo l'intervento chirurgico varicocele.

In che modo l'età influisce sul processo di recupero?

Molti esperti osservano che gli uomini più giovani sono più inclini a tollerare la chirurgia del varicocele rispetto a quelli più anziani. Con l'età, bisogna fare uno sforzo maggiore per tornare alla norma fisiologica.

Quindi, secondo i dati medi nei giovani uomini, la recidiva postoperatoria è osservata due volte meno rispetto agli uomini più anziani. Inoltre, l'esecuzione dell'operazione all'età di 50 anni e oltre è irta di potenza, una diminuzione della libido sessuale, un indebolimento dell'erezione del pene.

Nei ragazzi adolescenti, il periodo di riabilitazione è nella maggior parte dei casi favorevole.

Eliminazione delle complicanze postoperatorie

I periodi di riabilitazione degli uomini dopo il trattamento chirurgico del varicocele possono essere prolungati con una temperatura corporea elevata prolungata, dolore acuto allo scroto, gonfiore, aumento delle dimensioni, prurito dei genitali e scarico di un liquido di colore marrone con un odore sgradevole da ferite chirurgiche.

Tali sintomi sono corretti con i farmaci o con interventi chirurgici ripetuti.

Prevenzione delle vene varicose dello scroto dopo l'intervento chirurgico

Al fine di prevenire la recidiva della malattia dopo l'intervento chirurgico, i medici raccomandano agli uomini durante il periodo di riabilitazione e nella successiva vita quotidiana di aderire alle seguenti raccomandazioni:

  • mangiare equilibrato e razionale;
  • seguire la regolarità delle feci, eliminare la stitichezza e la diarrea;
  • fare sesso regolarmente;
  • dare la preferenza all'atletica nello sport;
  • eliminare l'affaticamento fisico;
  • dormire almeno otto ore al giorno;
  • mantenere il peso corporeo normale;
  • rinunciare a cattive abitudini: alcol, fumo;
  • seguire periodicamente corsi di supporto psicologico;
  • ridurre la suscettibilità allo stress dell'organismo a causa di cambiamenti nel tipo di attività, sfera di comunicazione.

Scegliendo qualsiasi tipo di trattamento chirurgico delle vene varicose dei testicoli e del cordone spermatico, un uomo dovrebbe essere psicologicamente pronto per qualsiasi giro di eventi e non arrendersi più tardi, se qualcosa è andato storto.

Metodi e durata della riabilitazione dopo l'intervento chirurgico varicocele

Esistono diversi metodi per il trattamento chirurgico del varicocele. Ognuno ha le sue caratteristiche, ciò che determina il periodo di riabilitazione dopo la chirurgia varicocele. Esistono classici (addominali) e moderni (microinvasivi), che in senso letterale non possono essere definiti un intervento chirurgico completo, a causa della mancanza di incisioni sul corpo.

Operazioni classiche

Per il trattamento del varicocele utilizzato dai metodi di Ivanissevich e Palomo. La linea di fondo è la legatura della vena infiammata. Per questo viene effettuata un'incisione cutanea e quindi il peritoneo, quindi vengono definiti intracavitari.

Il tempo non supera un'ora, di solito impiega 30 minuti. Alla fine delle cuciture. Questo gruppo di tutti i metodi operativi di trattamento del varicocele è il più traumatico.

Il tempo di riabilitazione è di solito 7-14 giorni, in alcuni casi fino a 21 giorni. Il periodo completo di riabilitazione dopo l'intervento chirurgico su varicocele richiede fino a sei mesi e solo dopo il tempo specificato è stato possibile tornare alla vita normale.

Ma l'inconveniente principale è l'alto rischio di recidiva o altre complicazioni, come l'idropisia del testicolo. Questa probabilità è stimata al 25-40%.

Interventi endovascolari

Questo tipo di trattamento con varicocele comporta l'introduzione nella vena di vari agenti di intasamento della vena sotto il nome generico di sclerosante (spirali, palloncini, sostanze speciali, ecc.). Per questo, non è necessario effettuare lunghe incisioni di guarigione e la sostanza viene iniettata attraverso perforazioni nella vena femorale, da dove viene erogata utilizzando dispositivi microchirurgici alle vene testicolari. Dopo il blocco, la vena viene assorbita e il sangue nutre i testicoli attraverso i vasi sani.

Il periodo di riabilitazione in questo caso è significativamente più breve rispetto all'uso di tecniche classiche e richiede solo pochi giorni, mentre l'ospedalizzazione in ospedale non è un prerequisito per l'operazione.

Dal momento che non ci sono danni ai tessuti e ai vasi linfatici, le ricadute e le complicazioni sono improbabili, ma lo stesso accade - circa un caso per 10 uomini operati. Una complicazione può essere nella perforazione (danneggiamento) delle vene dello scroto con cui sono state eseguite le manipolazioni.

Metodi endoscopici di varicocelectomia

La varicelectomia laparoscopica è un moderno metodo minimamente invasivo per l'eliminazione delle vene varicose del cordone spermatico, che non richiede tagli, e l'accesso alle vene colpite viene eseguito attraverso punture nel corpo di dimensioni molto piccole.

Tutte le manipolazioni sono monitorate da una telecamera endoscopica con illuminazione, che riduce al minimo i danni ai nervi, ai vasi linfatici e ai vasi sanguigni. Pertanto, in questo caso, c'è un basso rischio di complicanze e recidive.

La riabilitazione è da 24 a 48 ore. Le ricadute possono essere se ci sono delle vene difficili da raggiungere, tuttavia oggi è una delle più efficaci e sicure in termini di complicanze postoperatorie.

Il metodo più avanzato di intervento medico per la rimozione delle vene varicose dello scroto è la varicelectomia microchirurgica. Questo tipo di operazione implica un successo quasi completo, che è pari all'89% in termini percentuali. Il recupero dura solo tre giorni.

Raccomandazioni nel periodo postoperatorio

Nei primi giorni o anche settimane, a seconda della sindrome del dolore, gli uomini dovrebbero indossare una speciale fasciatura di supporto - sospensori. Questo è necessario per il resto dello scroto, assorbimento degli urti durante la deambulazione e mantenimento del cavo spermatico in uno stato rilassato.

A seconda delle condizioni del paziente, gli possono essere prescritti antidolorifici e farmaci antinfiammatori. La prima settimana e con le operazioni addominali aperte e più a lungo devono astenersi dall'attività sessuale. Ma la restrizione più importante è la proibizione categorica di sollevare pesi per un massimo di sei mesi. Il tempo esatto di astinenza dai carichi indicherà il medico curante, osservando il paziente.

Cosa non si può fare?

Per il successo del trattamento e la prevenzione delle ricadute, devono essere seguite alcune regole. Quindi la riabilitazione dopo l'operazione di varicocele avrà un tempo minimo e la persona tornerà alla vita normale.

Quanto segue descrive brevemente i principali avvertimenti per le persone che hanno subito un intervento chirurgico sulle vene dello scroto:

  1. Il sollevamento pesi e anche l'esercizio minimo durante le prime 40-50 ore dopo l'intervento sono severamente vietati.
  2. È necessario rispettare rigorosamente tutto ciò che il medico ha detto per la cura dei punti. Le sue istruzioni devono essere strettamente osservate. Le giunture non possono essere inumidite inizialmente, usi gli unguenti antibatterici o antinfiammatori a vostra discrezione.
  3. È consigliabile non fare sesso per le prime due settimane, non masturbarsi perché durante l'attività sessuale il flusso sanguigno e la pressione aumentano;
  4. Gli esercizi possono essere iniziati dopo 14 giorni, e dopo le operazioni addominali ci vorranno diversi mesi;
  5. I primi sei mesi non possono impegnarsi in bodybuilding e altri sport di potenza, cavallo e bicicletta sono controindicati, la corsa dovrebbe essere non più di 2 km con un passo medio o basso;
  6. Non fare trattamenti con acqua calda nella prima settimana.

Fai attenzione. Poiché vi è il rischio di infertilità anche con una terapia di successo, si raccomanda di non andare in sauna e nei bagni per 2-3 anni fino a quando lo sperma non ritorna ai livelli normali.

Riabilitazione a casa

Per diversi giorni, indipendentemente dal tipo di operazione, si raccomanda di osservare il riposo a letto e dormire di più. Qualsiasi tipo di intervento chirurgico è stressante e il corpo ha bisogno di riposo per riprendersi. Se il paziente si sente stanco, accertarsi di interrompere qualsiasi attività per il riposo.

Attenzione. Nei primi giorni, l'immobilità sarà benefica, e dopo una settimana ci saranno buone passeggiate all'aria aperta, sia per le vene operate che per l'immunità in generale.

La dieta può essere la stessa di prima dell'operazione. In un primo momento, è consigliabile abbandonare un alimento pesante per lo stomaco e prestare attenzione al cibo con una quantità minima di grassi, sale, spezie, ecc. È necessario assicurarsi che non vi siano problemi con la digestione, il gonfiore, la stitichezza o la diarrea.

Questi disturbi creano ulteriore pressione all'interno del peritoneo, il che complica il recupero postoperatorio. Durante questo periodo diventeranno necessari prodotti lattiero-caseari fermentati (kefir e yogurt magri), frutta e verdura e cibi vegetali ricchi di fibre. Il consumo di prodotti delle api sarà estremamente utile, ma solo se non c'è alcuna allergia.

Il fatto che punti o ferite feriscano è normale. Non è anche una patologia, se un liquido rosato viene rilasciato da loro in una piccola quantità.

Sebbene non ci sia nulla di pericoloso, devi comunque informare il medico. Nel caso in cui la ferita fa male, è possibile applicare impacchi freddi o ghiaccio, non è vietato bere antidolorifici.

Fai attenzione. Quando si applica un impacco alla ferita per l'anestesia, un tovagliolo morbido deve essere necessariamente tra l'impacco e la pelle.

Se c'è dolore, un odore sgradevole di una ferita, disagio, non è necessario aspettare fino a quando qualcosa non cambia - vai all'appuntamento del medico. Puoi saperne di più su tutti gli aspetti del periodo di riabilitazione guardando il video in questo articolo.

complicazioni

Le complicazioni postoperatorie derivanti dal periodo di riabilitazione possono comparire dopo un giorno o due, e possono anche insorgere in una data successiva, come nel caso dell'idrocele. Tra gli effetti indesiderati frequenti possono essere l'infezione, il sanguinamento interno ed esterno, gli effetti dell'anestesia.

Affinché il paziente possa ricevere un aiuto tempestivo, viene lasciato in ospedale dopo quelle operazioni che presentano rischi simili. Il mantenimento dell'immunità con antibiotici, emostasi e altri metodi previene con successo le complicanze. Il mancato rispetto delle regole di riabilitazione indicate dal medico aumenta il periodo di recupero e aumenta la probabilità di recidiva.

È importante capire che alcune funzioni funzionali non verranno ripristinate immediatamente e che le conseguenze spiacevoli andranno e passeranno col tempo, ad esempio:

  • Dolore al sito dell'incisione e possibilmente nello scroto;
  • Asimmetria temporale dei testicoli (in taglia);
  • Spermatogenesi compromessa, ecc.

Più in dettaglio sulle conseguenze che passeranno con il tempo sotto l'ora di riabilitazione e quelli che sono sintomi dello sviluppo che richiedono un trattamento immediato in ospedale sono indicati nella tabella.

Come è il recupero dopo l'intervento chirurgico varicocele

contenuto

Per gli uomini che hanno subito una procedura per l'eliminazione del varicocele, il recupero dopo l'intervento è estremamente necessario per tornare al loro normale stile di vita il più presto possibile ed evitare molte conseguenze negative.

Il varicocele è una malattia patologica degli organi genitali maschili. È una vena varicosa del cordone spermatico all'interno del testicolo sinistro. Sulle pareti delle vene si formano tumori uviformi che si intrecciano strettamente l'uno con l'altro. Una delle conseguenze più pericolose del varicocele è l'infertilità maschile.

Tipi di operazioni

La malattia può essere trattata solo chirurgicamente. Oggi esistono diverse tecniche che consentono di eliminare in modo rapido ed efficace i tumori nel testicolo e di restituire fertilità all'uomo. Considera alcuni di loro.

La chirurgia addominale del varicocele (tecnica di Ivanissevich) è un'operazione chirurgica di tipo aperto che prevede la successiva applicazione di punti di sutura e la presenza di un lungo periodo postoperatorio. Durante la procedura, il medico apre la parete addominale e rimuove le vene danneggiate del cavo spermatico. L'operazione viene eseguita in anestesia generale.

Dopo di ciò, il paziente spesso sperimenta il dolore per molto tempo. Il rischio di infezione della ferita è possibile, quindi è richiesto un ciclo di antibiotici.

Una ferita viene applicata sulla ferita, che il paziente deve indossare per diversi giorni. Durante la settimana è sotto la supervisione di un dottore in ospedale. È dimesso a casa solo dopo aver rimosso le suture.

Tra le complicazioni dopo una procedura chirurgica, possiamo individuare le cinque più frequenti:

  1. Varicocele ricorrente immediatamente dopo l'intervento chirurgico o diversi anni dopo.
  2. Testicolo ingrandito a causa del fluido accumulato (idropisia).
  3. Infezione delle ferite
  4. Trauma meccanico del nervo e dell'arteria ileale.
  5. Bleeding.

Metodo microchirurgico di varicocelectomia o operazione di Marmar. Questa procedura è un metodo minimamente invasivo che comporta una piccola incisione sulla superficie dello scroto, attraverso il quale si verifica l'accesso alla vena interessata. Il principale vantaggio di questa procedura è che il paziente può tornare a casa in poche ore. Inoltre, tale operazione viene spesso eseguita in anestesia locale. Nella maggior parte dei casi, utilizzando questo metodo, il recupero da varicocele richiede non più di 3 giorni.

Rimozione del varicocele mediante metodo laparoscopico. Durante l'operazione, la rimozione della vena patologica viene eseguita attraverso 3 piccole punture nella cavità addominale. Questa operazione è la meno traumatica e non richiede un lungo periodo di recupero. Tuttavia, la preparazione per questo dovrebbe essere effettuata solo in ospedale.

Possibili complicazioni

Molti metodi chirurgici per il trattamento del varicocele sono già stati notevolmente migliorati grazie a molti anni di pratica medica. Riducono al minimo gli effetti negativi dopo l'intervento chirurgico. Tuttavia, nessuno è immune dalle ricadute e dalle possibili complicanze.

Considerare i problemi che richiedono attenzione medica immediata:

  • forte aumento della temperatura corporea;
  • dolore acuto nell'addome e nel testicolo;
  • scarico purulento dalla ferita;
  • eccessivo allargamento del testicolo e grave gonfiore;
  • ematomi troppo grandi.
Ci possono anche essere complicazioni minori che sono una variante della norma e andare via da sole in un breve periodo di tempo:
  • piccoli ematomi vicino alla ferita;
  • compattazione del tessuto scrotale;
  • arrossamento della pelle attorno alla cucitura;
  • escrezione di una piccola quantità di icore dalla ferita.

La ricaduta della patologia è possibile solo se durante la procedura le aree danneggiate della vena spermatica non sono state completamente rimosse e il flusso di sangue ad esse è stato preservato. Al fine di evitare la ricomparsa della malattia o minimizzare questo rischio, il medico seleziona la procedura chirurgica tenendo conto dell'età del paziente, delle caratteristiche individuali e della gravità della malattia.

Di solito, dopo un intervento chirurgico varicocele, le conseguenze di natura negativa sono improbabili, specialmente se la procedura per eseguire una procedura chirurgica è stata correttamente osservata e il periodo di riabilitazione è passato secondo tutte le istruzioni del medico curante.

La più terribile conseguenza del varicocele può essere l'infertilità maschile. Lo sviluppo di un tumore porta ad anomalie nel processo di spermatogenesi, e questo a sua volta impedisce a un uomo di avere figli. Ma ci sono anche dati confortanti.

Caratteristiche del periodo di recupero

La durata del periodo postoperatorio dipende dal metodo utilizzato per la rimozione del varicocele. Quindi, dopo la chirurgia addominale, ci vogliono circa 2 settimane di permanenza nella clinica e circa 2 mesi di riabilitazione a casa. Se il medico ha utilizzato metodi microchirurgici o laparoscopici per l'operazione, il periodo di recupero è ridotto a un mese e il monitoraggio ospedaliero non è richiesto affatto.

Considera cosa non puoi fare dopo l'operazione varicocele:

  1. Per andare a fare sport, vai in palestra.
  2. Sollevare pesi
  3. Condurre una vita sessuale attiva
  4. Per visitare saune, bagni, piscine.
  5. Abuso di alcol

La riabilitazione dopo l'intervento comporta il riposo a letto nei primi giorni. Il rispetto di esso ridurrà significativamente il rischio di restituzione della malattia e una serie di altre complicanze. Per prevenire la comparsa di edema, il medico consiglia l'intimo speciale.

Assicurati di nominare una dieta ipocalorica. Il cibo leggero allevia lo stress eccessivo e la tensione dagli organi pelvici.

È importante sapere che la procedura chirurgica per la rimozione del varicocele non influenza la potenza maschile, così come la qualità e l'intensità delle relazioni sessuali. A volte gli uomini possono provare sensazioni dolorose quando riprendono l'attività sessuale. Ma questa è la norma per il periodo postoperatorio. Il dolore e il disagio passano molto velocemente.

Articoli Su Varici