Chirurgia per varicocele dei testicoli: tipi di intervento, pro e contro

Da questo articolo imparerai: perché con la chirurgia del varicocele è l'unico metodo di trattamento, i tipi di interventi chirurgici per questa malattia. Indicazioni e controindicazioni a loro, i loro pro e contro.

Il varicocele è una patologia in cui le vene dei testicoli si dilatano sotto forma di nodi, si torcono e si riempiono di sangue. La ragione di questo è un aumento della pressione nel sistema delle vene testicolari a causa del riflusso di ritorno del sangue (reflusso) da vene più grandi (renale, inferior inferiore) in cui cadono.

Clicca sulla foto per ingrandirla

L'operazione consente di interrompere questo reflusso mediante bendaggio, incrocio o rimozione delle vene dilatate. Tale intervento elimina completamente i problemi e le conseguenze associati al varicocele, restituendo alla salute l'uomo. Il trattamento non è complicato e viene eseguito da urologi o chirurghi in tutti gli ospedali urologici e chirurgici.

Perché l'operazione è l'unica via d'uscita

Le cause e i meccanismi di sviluppo del varicocele sono di natura puramente meccanica: la vena testata (spermatica) non è in grado di assicurare il deflusso di sangue venoso dal testicolo a causa di:

  • lesioni delle valvole situate all'interno del lume e responsabili di assicurare che il sangue si muova solo in una direzione - dal testicolo fino alle vene più grandi;
  • la presenza di un'ostruzione o di un aumento di pressione (ipertensione venosa) in quelle grandi vene in cui cadono i tubi spermatici, che ostacolano il flusso sanguigno e provocano il ristagno venoso;
  • debolezza e flaccidità delle pareti dei vasi.

Tutto ciò porta al fatto che il sangue non solo scorre dal testicolo, ma si accumula nei suoi plessi venosi a causa di un riflusso all'indietro (reflusso) da grandi tronchi vascolari. In condizioni di pletora venosa, il tessuto sensibile degli organi genitali perde la sua normale struttura, la capacità di produrre fluido seminale di grado elevato e ormoni.

Il meccanismo di circolazione del sangue nelle vene sane e varicose. Clicca sulla foto per ingrandirla

Dal momento che le vene varicose dei testicoli non sono vasi che trasportano il sangue, ma un deposito patologico per esso, l'unica soluzione al problema è rompere la connessione viziosa tra loro, che eliminerà il reflusso e la stasi del sangue. Questo è lo scopo della chirurgia varicocele. Implica l'isolamento, la legatura, l'intersezione o la completa rimozione del gambo principale delle vene spermatiche al di sopra del livello della loro ramificazione in piccoli rami che formano intrecci tra loro.

Quindi, il ristagno patologico del sangue nei vasi e nei tessuti testicolari sarà eliminato senza pregiudizio della circolazione sanguigna. Il deflusso venoso dallo scroto si verificherà nel sistema di altri vasi, poiché la vena spermatica è la principale, ma non l'unica via per il flusso sanguigno. Inoltre, in condizioni di ristagno e aumento della pressione nella vena del seme, i percorsi di deflusso aggiuntivi per il momento dell'operazione sono già ben formati e continueranno a formarsi nel periodo postoperatorio.

Il trattamento chirurgico nell'80-85% viene eseguito per varicocele sul lato sinistro. Ciò è dovuto al fatto che la vena testicolare sinistra scorre nel rene e la destra nella vena cava inferiore. A causa della posizione anatomica, dell'angolo di ramificazione e di altre caratteristiche dei vasi renali di sinistra, la pressione al loro interno aumenta. Pertanto, la localizzazione sinistra del varicocele prevale su quella destra.

Schema comparativo della struttura di una vena testicolare sana e del varicocele interessato

Tipi di operazioni, indicazioni e controindicazioni a loro

Esistono due tipi principali di trattamento chirurgico per varicocele:

  1. Classico - attraverso l'incisione (operazione di Ivanissevich). Operazione Ivanisevich. Clicca sulla foto per ingrandirla
  2. Mininvasiva - attraverso punture (endoscopiche, microchirurgiche e endovascolari).

Chirurgia endovascolare per la rimozione del varicocele. Clicca sulla foto per ingrandirla

L'obiettivo di tutti i metodi è lo stesso: eliminare la scarica attraverso la vena testicolare, bloccandone il lume. Ci sono diversi modi per raggiungere questo obiettivo.

La tabella descrive le caratteristiche delle operazioni classiche e mini-invasive (sparing):

Confronto dei metodi di rimozione del varicocele

Il varicocele è curabile solo con l'aiuto di una delle tecniche di intervento chirurgico esistenti. L'opinione comune che la malattia possa essere eliminata a casa è irragionevole. Raccomandazioni per indossare biancheria intima stretta, ridurre l'esercizio fisico e assumere farmaci possono aiutare ad alleviare alcuni dei sintomi, ma non curare la malattia. La dilatazione irreversibile del cordone spermatico può essere curata solo chirurgicamente. Rinviare l'intervento chirurgico può portare a infertilità e altre conseguenze del varicocele.

La chirurgia è necessaria per tutti i pazienti con varicocele?

I medici raccomandano un intervento chirurgico se sono presenti i seguenti sintomi e problemi:

  • Infertilità con alterata spermatogenesi (in base ai risultati degli spermatogrammi)
  • L'emergere del dolore
  • In caso di recidiva della malattia
  • Per prevenire lo sviluppo di malnutrizione o atrofia del testicolo
  • Difetto cosmetico (in rari casi con varicocele pronunciato).

L'infertilità è l'indicazione più comune per la chirurgia (circa il 40% degli uomini con infertilità diagnosticata soffrono di varicocele). L'intervento chirurgico in questo caso è prescritto indipendentemente dal grado di sviluppo della malattia dei vasi venosi. Per evitare lo sviluppo di questo problema, a volte viene effettuato un trattamento durante l'adolescenza.

L'operazione per rimuovere le vene dilatate del cavo spermatico è semplice e sicura. Recentemente, tuttavia, molti medici sono sempre più inclini alla prematurità di tale profilassi e credono che sia sufficiente visitare un urologo ogni sei mesi dopo aver fatto una diagnosi per monitorare la progressione della malattia. In caso di rapido sviluppo del varicocele, deterioramento dello spermatogramma e comparsa di sintomi dolorosi, il medico prescriverà un trattamento chirurgico.

La sindrome del dolore indica l'insorgenza di possibili processi infiammatori e la comparsa di microtrombosi. Il grado di sviluppo del varicocele può influenzare la loro intensità e il disagio generale.

Quali tipi di tecniche chirurgiche utilizzate nel trattamento?

L'operazione viene eseguita allo scopo di attraversare i vasi venosi dilatati, che sono coinvolti nel flusso inverso del sangue. Recentemente, i seguenti metodi per il trattamento del varicocele sono utilizzati principalmente:

Metodo di accesso aperto tradizionale (metodo Ivanissevych e Palomo)

L'operazione di Ivanissevych è un metodo efficace generalmente riconosciuto di trattamento in qualsiasi stadio del varicocele e comporta la legatura delle vene colpite del testicolo a livello del retroperitoneale. Durante l'operazione, il chirurgo fa una piccola incisione (4-5 centimetri) nella regione iliaca sinistra e fascia le navi malate.

Il metodo Palomo è essenzialmente identico al metodo operativo di Ivanissevich. La differenza tra loro sta nella scelta della posizione del taglio, che Palomo è sopra.

Metodo microchirurgico (Marmara)

La tecnica Marmara comporta una piccola incisione nella pelle (circa 2-3 centimetri) all'uscita del cordone spermatico. L'intervento viene effettuato con l'ausilio di strumenti speciali e un microscopio, che consente un bendaggio più accurato senza toccare l'arteria, i nervi e i vasi linfatici vicini. I medici danno a questa tecnica le recensioni più positive, poiché il grado di lesione e il tasso di recidiva è il più basso.

Metodo endoscopico (laparoscopico)

Questo metodo è applicabile in qualsiasi fase della malattia. Il trattamento si basa sull'eliminazione del problema attraverso il blocco del flusso sanguigno nelle vene del testicolo. Tre fori sono fatti sulla pelle (nell'ombelico e nella regione iliaca destra e sinistra) per introdurre la videocamera e gli strumenti necessari. Ciò consente di ispezionare l'intera vena sotto ingrandimento (6-10 volte), selezionare le aree interessate, mettere parentesi in titanio sui suoi rami e attraversare i vasi.

embolizzazione

Un tale metodo come l'embolizzazione si basa sull'introduzione nella vena interessata di una sostanza o di un'elica che blocca il suo lume. La procedura viene eseguita attraverso una puntura nella vena femorale sul lato destro, dove il catetere è posto 1 mm di spessore, andando alla vena renale sinistra.

scleroterapia

Il metodo consiste nell'introduzione di un agente sclerosante nella vena testicolare, che blocca il lume del vaso e impedisce il deflusso di sangue al testicolo. Questo metodo di trattamento è spesso prescritto a pazienti con malattie somatiche o nei casi in cui altri metodi non sono applicabili. Un catetere viene inserito attraverso una piccola incisione e l'esame vascolare viene eseguito utilizzando una sostanza radiopaca. Sulla base dell'immagine ricevuta, uno sclerosante viene inserito nelle aree interessate, che lega il lume della vena.

Analisi comparativa dei metodi di trattamento

Di seguito è riportato un riepilogo dei dettagli e dei dettagli che riguardano maggiormente i pazienti e aiutano a determinare i punti di forza e gli effetti collaterali dei metodi di trattamento proposti:

Confronto tra diversi tipi di operazioni varicocele: pro e contro

Le vene varicose sono una malattia che si sviluppa gradualmente e, se non trattata, può causare molti problemi.

Sfortunatamente, assicurarsi contro questa malattia è problematico.

Con l'età, può apparire in:

  • quelli che siedono molto;
  • quelli che valgono molto (per esempio - alla macchina);
  • chi è in sovrappeso e così via.

Le vene allargate nelle gambe sono pessime, ma ci sono vene varicose e non solo nelle gambe. E il nome di questa "altra" varicosità è "varicocele". In realtà è anche una dilatazione delle vene, ma già forma il plesso uterino del testicolo.

La malattia viene curata con un intervento chirurgico, di cui esistono diversi tipi.

Varicocele: tipi di operazioni

  • L'operazione di Ivanissevich con varicocele;
  • Palomo;
  • Marmara;
  • operazione laser varicocele;
  • endovascolare;
  • endoscopico (laparoscopico);
  • microchirurgia.

Ivanissevicha

Questa operazione viene eseguita per qualsiasi grado di sviluppo della malattia ed è eseguita in anestesia locale. È considerato una delle prime operazioni nel trattamento del varicocele, inefficace e traumatico.

Si basa sull'accesso aperto alla cavità addominale al fine di identificare e bendare le vene che sono dirette al testicolo a livello della regione addominale.

Prima dell'operazione, il paziente viene esaminato. Vengono effettuati esami del sangue e delle urine e viene preparato un cardiogramma.

Dopo l'esame, l'anestesia locale e l'incisione addominale nella regione iliaca sinistra sono effettuate a livello della spina iliaca superiore superiore anteriore parallela al corso del canale inguinale. L'incisione è fatta non più di 5 cm.

Nello spazio addominale, la vena testicolare è isolata, che in una piccola area viene mobilizzata, legata e tagliata tra due legature. Lo stesso deve essere fatto con tutti i rami della vena testicolare.

La ferita è cucita saldamente e viene applicata una benda sterile.

Dopo l'intervento chirurgico, il dolore è possibile, per il sollievo di cui sono prescritti antidolorifici. Al fine di eliminare lo sviluppo di malattie infettive, vengono prescritti antibiotici.

Alcuni giorni dopo la manipolazione nell'area scrotale, è necessario indossare una benda di supporto per ridurre la tensione del cordone spermatico e le sensazioni sgradevoli.

Dopo 8-9 giorni, i punti vengono rimossi. Nei primi giorni è necessario limitare l'attività motoria. Nei prossimi sei mesi, nessuna attività fisica è inaccettabile.

Complicazioni sotto forma di idropisia, sanguinamento si verificano raramente.

Palomo

Viene eseguito quasi nello stesso modo dell'operazione di Ivanissevich. Palomo suggerì di sollevare leggermente il sito dell'incisione e farlo sopra il canale inguinale all'uscita dal plesso della vena testicolare e legando la vena con l'arteria testicolare. Inoltre, la procedura è identica all'operazione su Ivanissevych.

Secondo il metodo varicocele di Palomo, il rischio di recidiva è inferiore a quello di Ivanissevich - 25% contro 40%, ma anche questo metodo non consente di isolare tutti i possibili rami del deflusso venoso patologico, che porta a possibili ricadute.

Uno svantaggio significativo del metodo è l'obiettivo di minimizzare il rischio di recidiva, per il quale anche legano l'arteria testicolare interna, riducendo così il flusso sanguigno al testicolo. Considerando il diametro di tale arteria è solo 0,5-1 mm, il suo danno porta a atrofia testicolare.

Marmara

Questa operazione non richiede la penetrazione nella cavità addominale, rispettivamente, è molto più efficace del metodo di Ivanissevich e Palomo. Ha poche ricadute e complicanze postoperatorie. Assolutamente indolore e meno traumatico. Il successo supera il 90% e risolve completamente il problema con la malattia. Ci vogliono almeno 40 minuti per completare.

Prima dell'operazione, al paziente viene somministrato un ECG e vengono eseguiti esami del sangue e delle urine. Quindi viene praticata una piccola incisione nei tessuti molli - non più di 3 cm nella zona dell'uscita del cordone spermatico a una distanza di 1 cm dalla base del fallo.

Con l'aiuto di strumenti microchirurgici, il chirurgo trova il cordone spermatico e con un microscopio si lega alle vene.

L'aumento ottico di tutte le strutture del cordone spermatico aiuta a eseguire accuratamente la procedura di legatura delle vene senza danneggiare i nervi, i vasi linfatici e l'arteria.

Dopo il completamento, gli strumenti vengono rimossi e il foro viene suturato. La cucitura rimane invisibile. Il paziente si riprende rapidamente e non ha bisogno di ricovero, ma è necessario osservare un medico per diverse ore. La riabilitazione del paziente dura 2 giorni.

Alcuni giorni dopo l'operazione dovrà astenersi dal sollevare pesi, praticare sport e attività fisica vigorosa.

Video dell'operazione:

Trattamento laser al varicocele

Il tipo più moderno di chirurgia per varicocele al momento attuale. Il laser agisce sul tessuto in modo preciso e senza sangue e è richiesta solo l'anestesia locale. Il laser promuove la coagulazione del sangue.

Il tessuto circostante non è praticamente danneggiato. La procedura dura 20 minuti. Dopo l'intervento, puoi lasciare l'ospedale entro 20 minuti. Il restauro del paziente passa senza complicazioni.

Chirurgia endovascolare

Questo è un metodo relativamente nuovo per il trattamento del varicocele - blocco endovascolare (intravascolare) della vena spermatica sinistra. Questo metodo è simile all'efficienza chirurgica: il chirurgo lega la vena all'esterno e il chirurgo endovascolare la tromba dall'interno. Il risultato finale dell'operazione è lo stesso.

Con questa operazione, viene effettuata una puntura nella grande vena o collo del femore. Attraverso questa vena, un farmaco sclerosante o uno speciale tappo viene iniettato con un catetere (prima attraverso la vena renale e poi la vena spermatica) e la vena testicolare viene bloccata. La somministrazione di farmaci è accompagnata da moderato dolore nella zona inguinale.

Nel caso di marcati cambiamenti nella vena, viene installata un'elica metallica che ostruisce la vena dall'interno.

Dopo l'intervento, il paziente necessita di riposo a letto per 2-3 ore. Dopo, può lasciare l'ospedale.

Al fine di evitare l'erosione del trombo fresco nella vena del seme, è necessario limitare l'attività fisica per 1 mese.

Con lo stesso risultato finale, l'intervento endovascolare presenta diversi vantaggi rispetto alla chirurgia convenzionale:

  • l'anestesia generale non è richiesta, le cicatrici non sono lasciate sulla pelle;
  • l'ospedalizzazione non è richiesta, nella maggior parte dei casi viene eseguita su base ambulatoriale;
  • Come risultato di uno studio preliminare di contrasto, vengono rivelati ulteriori rami venosi, che consentono loro di trombizzare e quindi prevenire le recidive del varicocele;
  • uno studio di contrasto rivela una patologia della vena renale - in questo caso, questo intervento è controindicato, è necessaria un'operazione completamente diversa;
  • è escluso il danno al cordone spermatico che passa vicino alla vena;
  • l'efficacia del metodo è simile all'efficacia della manipolazione aperta con metà della percentuale di recidive.

contro:

  • durante l'operazione, il progresso del catetere viene monitorato sotto i raggi X, quindi l'area genitale riceve una certa dose di radiazioni;
  • frequenti recidive sono possibili.

Procedura endoscopica (laparoscopica)

Lo scopo dell'operazione è lo stesso dei metodi di Marmara, Ivanisevich e Palomo - ligazione e intersezione della vena testicolare. Ma la procedura è già eseguita utilizzando tecniche endoscopiche, che consente di evitare perdite di sangue, complicazioni e ridurre i traumi dei tessuti.

Effettuare l'operazione in anestesia generale. Basato su un blocco completo della vena testicolare dopo il quale il flusso di sangue attraverso la vena è impossibile.

Innanzitutto, attraverso una delle forature, il tubo dell'insufflatore viene inserito per riempire le regioni retroperitoneale e preperitoneale con gas.

La videocamera trasmette al monitor un'immagine ingrandita dell'area operativa illuminata, che il chirurgo può navigare, evidenziando l'arteria e le vene del testicolo da sotto il peritoneo, e quindi impone le parentesi in titanio sulle vene o legarle con il filo chirurgico e tagliare i vasi tra le graffette.

Dopo l'operazione, il paziente può lasciare l'ospedale il terzo giorno.

La procedura endoscopica consente il trattamento simultaneo del varicocele bilaterale. Tutte le altre operazioni vengono eseguite separatamente per ciascuna delle parti.

È abbastanza efficace, a basso impatto. Viene eseguito in anestesia generale. La ricaduta dopo l'intervento è molto rara. È fatto con dolore severo nello scroto o nel corso asintomatico della malattia.

Registra il processo di manipolazione:

microchirurgica

L'operazione è non traumatica, ha un periodo di recupero veloce. È indicato per il dolore severo nello scroto o un brusco cambiamento nella lettura dello sperma. Può essere eseguito con varicocele di qualsiasi grado.

Prima della procedura, il paziente viene sottoposto ad un esame standard (sangue, urina, cardiogramma).

Il significato dell'operazione è di ripristinare il flusso sanguigno attraverso la vena testicolare dal testicolo. Nel processo, la vena testicolare viene trapiantata nell'epigastrio.

Un'incisione di 5-6 cm viene praticata nell'addome inferiore, il canale inguinale viene aperto a strati e la vena testicolare interessata viene rimossa nella ferita per tutta la sua lunghezza. Allo stesso tempo, una porzione della vena epigastrica viene estratta dal plesso venoso e ricucita nel testicolo. La ferita viene suturata.

Gli svantaggi dell'operazione sono la possibilità di sanguinamento, complicazioni infettive, danni ai nervi del canale inguinale.

Qual è l'operazione migliore per gli uomini con varicocele?

Esistono nuovi metodi di trattamento chirurgico del varicocele, che consentono il trattamento con il minimo rischio di complicanze e recidive della malattia. Ma la cosa principale nel trattamento non è solo il metodo stesso, ma anche un chirurgo responsabile ed esperto, altrimenti il ​​trattamento anche con il metodo più moderno non darà risultati speciali.

Uno dei migliori e più moderni metodi di trattamento per il varicocele oggi è la chirurgia laser e di Marmara, poiché sono a basso impatto e riducono al minimo il rischio di complicazioni e ricadute.

Quali sono i tipi di operazioni per la rimozione del varicocele?

La chirurgia varicocele è indicata per le vene varicose del cordone spermatico, in quanto questa è la principale causa di infertilità negli uomini. Pertanto, il trattamento chirurgico deve essere effettuato all'inizio della formazione di un tumore testicolare.

Indicazioni per il trattamento chirurgico

A causa dell'espansione delle vene, il normale apporto di sangue nei tessuti testicolari e il processo di termoregolazione sono disturbati. Il numero di spermatozoi diminuisce e non diventano più così mobili. Nella maggior parte dei casi, il lato sinistro è interessato, anche se a volte si incontra patologia bilaterale.

Il varicocele può essere congenito e di solito inizia molto presto, ma nell'infanzia non si manifesta. I primi segni clinici iniziano a verificarsi mentre il bambino invecchia (da adolescente).

Il decorso della malattia in un adolescente può essere asintomatico, quindi le indicazioni per un intervento chirurgico per la rimozione chirurgica del varicocele possono essere dati ottenuti da una manovra di Valsalva, un'ecografia o una palpazione del plesso del plesso. L'efficacia del trattamento dipende interamente dal grado della malattia e dal metodo scelto. Se necessario, al paziente viene assegnata una biopsia testicolare.

Un intervento chirurgico varicocele è necessario se i seguenti sintomi sono presenti in un adolescente o un uomo adulto:

  • dolore all'inguine;
  • disagio;
  • gonfiore;
  • gonfiore ai testicoli.

La tecnica della manipolazione chirurgica dipende dalle dimensioni del testicolo e dall'età del paziente. Prima di iniziare il trattamento, è necessario preparare la chirurgia del testicolo per varicocele per evitare gravi complicazioni e conseguenze.

Suggerimento: prima viene rilevata la malattia, più velocemente inizierà il trattamento e diminuirà il rischio di complicanze gravi. Pertanto, al minimo segno o ansia dovrebbe consultare un medico.

Preparazione per la chirurgia

La preparazione per la chirurgia inizia con un esame di laboratorio del paziente. È necessario escludere alcune malattie: malattie croniche, patologie polmonari, problemi al tratto gastrointestinale. Tutto ciò può influenzare il corso dell'operazione e le condizioni del paziente.

Poche ore prima dell'operazione è vietato mangiare e bere

Il primo passo è passare un'analisi generale di urina e sangue, sangue per creatinina, Rh e gruppo. Sono anche prescritti un indice di protrombina e un'analisi elettrocardiografica. Il medico è obbligato a informare il paziente con informazioni su quanto durerà l'operazione e con il metodo della sua attuazione.

Prima di eseguire un intervento chirurgico varicocele, è necessario stabilire la causa principale che causa la stasi del sangue nel testicolo. Inoltre, a seconda di ciò, viene selezionato il tipo di operazione, che contribuirà a preservare la capacità di concimazione di un uomo. Immediatamente prima dell'intervento chirurgico, la rasatura dei peli nell'area del campo operatorio viene rasata.

Tipi di operazioni

Oggi, ci sono diversi tipi di operazione sul testicolo per rimuovere il varicocele. Tra questi ci sono i più basilari:


  • Operazione Marmar con varicocele;
  • varicocelectomia laparoscopica;
  • chirurgia laser;
  • operazione di Ivanissevich.

La microchirurgia di Marmara è il metodo migliore per sostituire una vena testicolare malata con una vena sana. Per questo, i medici si procurano il mini-accesso alla parte necessaria del corpo, senza penetrare nella cavità addominale. La tecnica microchirurgica è considerata la meno traumatica tra tutti gli altri metodi, dal momento che non provoca quasi mai la comparsa di difetti estetici della pelle.

Inoltre, la microchirurgia ha il minimo rischio di recidiva e gravi complicanze. I suoi vantaggi includono un rapido periodo di riabilitazione e una bassa invasività.

La manipolazione microchirurgica non richiede l'ospedalizzazione obbligatoria del paziente in ospedale e può essere eseguita anche in regime ambulatoriale. Il periodo di preparazione è standard, come per tutti gli altri interventi chirurgici.

Operazione di Marmara

Un'iniezione anestetica viene somministrata al paziente, che ha un effetto anestetico. Quanto l'anestetico viene amministrato viene deciso dall'anestesista in base al peso totale del paziente e alla sua età. Successivamente, il chirurgo esegue una piccola incisione nella zona inguinale non più di 2-3 cm Dopo che la vena gonfia è stata trovata, viene ligata, cucita e incrociata. Ciò contribuisce alla normalizzazione del flusso sanguigno e alla rimozione dei sintomi negativi del varicocele.

Durante la microchirurgia di Marmara, in rari casi, possono esserci danni accidentali alle terminazioni nervose nell'inguine o nel sanguinamento. Il periodo di recupero è di soli 3 giorni e i punti vengono rimossi già 8-10 giorni dopo l'applicazione. Gli svantaggi di questa tecnica possono essere attribuiti solo al costo elevato, perché utilizzano strumenti speciali e costose ottiche.

Nel periodo postoperatorio, si raccomanda di evitare gravi sforzi fisici e movimenti improvvisi. Entro un mese non puoi fare sesso e devi proteggere l'area dell'incisione dall'attrito. La biancheria intima dovrebbe essere naturale e non stretta.

Dopo tre mesi, dovrebbe essere preso uno spermogramma per valutare la capacità delle cellule spermatiche di fertilizzare. Sei mesi dopo il trattamento, puoi tornare al solito modo di vivere.

Suggerimento: decidere quali tipi di interventi chirurgici scegliere tra tutti disponibili, nel caso in cui il medico tenga conto dell'età del paziente e dei problemi individuali.

Corso di operazione Ivanissevich

Questo tipo di trattamento per i testicoli varicocele è considerato più economico. L'essenza del metodo è tagliare e bendare la vena sinistra nel testicolo. Ciò contribuisce all'eliminazione del principale fattore negativo che causa il flusso inverso di sangue nel plesso dei testicoli.

Durante l'operazione, Ivanisevich detiene la completa chiusura del lume della vena varicosa in anestesia locale per gli adulti. I bambini sono di solito operati in anestesia generale. Per il tempo necessario circa 30 minuti.

Il periodo postoperatorio in questo caso è più lungo e il rischio di sviluppare complicazioni è piuttosto alto. Durante tutte le manipolazioni, l'arteria femorale e altre strutture anatomiche nel canale inguinale possono essere danneggiate. Inoltre, gli svantaggi includono la dissezione completa della parete addominale e la penetrazione nella cavità addominale. Il paziente sarà disabilitato per diversi mesi. Rimane la probabilità di una ricaduta, che è di circa il 40%. I vantaggi dell'operazione di Ivanisevich includono l'assenza della necessità di utilizzare attrezzature speciali e la capacità di portarlo a chiunque.

Chirurgia laparoscopica

La chirurgia più invasiva è laparoscopica, che procede con un trauma minimo per il paziente. A questo proposito, offre un minor rischio di complicanze rispetto ad altri tipi di interventi chirurgici, che spesso causano sanguinamento o formazione di infiltrati. Dopo l'applicazione della tecnica laparoscopica, il paziente non riceve un difetto estetico, poiché la sutura rimane quasi impercettibile.

La varicocelectomia endoscopica viene eseguita nei casi in cui il paziente ha una dilatazione bilaterale del cordone spermatico. Le incisioni sono fatte nell'ombelico, nella regione iliaca sinistra e destra. Le loro dimensioni molto spesso non superano 1 cm. Passano attraverso dispositivi endoscopici, strumenti e telecamere endoscopiche. Pertanto, il medico può monitorare lo stato di avanzamento dell'operazione e, se necessario, regolare le proprie azioni.

Gli svantaggi includono l'alto costo dell'operazione e la necessità di un'anestesia generale. Il periodo postoperatorio di solito dura circa 3 giorni, dopodiché il paziente viene dimesso. Il medico gli dice quando è il momento di venire per la rimozione delle suture, quanti giorni ci vorrà per il pieno recupero del varicocele dopo l'operazione, ecc.

Chirurgia laser

Il trattamento laser del varicocele si riferisce ai modi più moderni per risolvere questo problema. Per questo, non è necessario praticare un'incisione nell'area dell'inguine e tutte le manipolazioni vengono eseguite utilizzando un endoscopio intravascolare. Le fibre ottiche aiutano a trovare l'esatta area di espansione della nave e la coagulano sotto l'azione di un raggio laser. Dopodiché, si spegne dal flusso sanguigno generale.

I vantaggi di questo tipo di intervento comprendono l'assenza di anestesia e il rapido periodo di riabilitazione. È inoltre possibile evidenziare il rischio minimo di complicazioni o gravi conseguenze. Le operazioni con il varicocele presentano differenze significative rispetto alla circoncisione del prepuzio, alla chirurgia per rimuovere il testicolo negli uomini o all'amputazione del pene. Solo il medico può rispondere alla domanda per quanto tempo durerà il periodo di riabilitazione, quale sarà il costo dell'operazione per il ripristino del testicolo.

Controindicazioni

Non tutti i pazienti possono sottoporsi a trattamento chirurgico del testicolo, in quanto vi sono alcune controindicazioni. La chirurgia laparoscopica non può essere eseguita se il paziente ha già subito un tale intervento in precedenza o se ha una formazione maligna. La microchirurgia è vietata se il paziente ha il diabete o gravi malattie cardiovascolari.

Prima di sottoporsi all'intervento chirurgico per rimuovere il varicocele del testicolo, il paziente deve sottoporsi a un esame approfondito affinché il medico possa identificare la causa esatta della malattia. Dopodiché, sarà possibile scegliere il tipo ottimale di intervento chirurgico tenendo conto della patologia individuale, dell'età del paziente e delle sue capacità finanziarie.

Quali operazioni vengono eseguite per eliminare il varicocele, una revisione di opzioni e metodi

Il varicocele è una malattia puramente maschile associata alla degradazione del plesso venoso nello scroto, attraverso il quale viene mantenuta la normale circolazione sanguigna nel testicolo.

Può essere unilaterale o bilaterale, a seconda dell'eziologia della malattia e del quadro clinico generale del paziente. Viene trattato con metodi conservativi e chirurgici.

Come viene eseguita una chirurgia varicocele? Perché i medici raccomandano un intervento chirurgico e come può essere eseguita la chirurgia del varicocele? Considera nel nostro materiale.

L'operazione è la soluzione migliore

Cos'è il varicocele? Questa è una violazione della pervietà del nodo venoso.

In parole più semplici - vene varicose testicolari. Cioè, deformazione delle vene e compromissione del trasporto di micronutrienti nello scroto.

Nella fase severa (3-4) può provocare infertilità e provoca anche disagio fisico e psicologico per un uomo nel processo di contatto sessuale.

Devo usare il varicocele? Questa malattia può essere trattata con metodi conservativi, ma dopo di essi, come dimostra la pratica, la probabilità di recidiva rimane elevata, poiché le navi danneggiate e deformate non saranno più in grado di recuperare la loro condizione originale. Cioè, il flusso di sangue allo scroto e l'alimentazione del testicolo saranno permanentemente interrotti.

Per il trattamento dei metodi di chirurgia varicocele sono i seguenti:

Va notato che la chirurgia può essere eseguita con metodi diversi. In un caso, viene semplicemente eseguito un picco del cordone spermatico, in altri l'intera struttura vascolare viene rimossa senza il suo possibile successivo recupero.

Variazioni più moderne sono la microchirurgia, così come il ripristino del flusso sanguigno mediante connessione alla vena epigastrica (l'ovario è completamente rimosso). Questo è il metodo più moderno e raccomandato di trattamento del varicocele, ma tali operazioni vengono eseguite non in ogni clinica.

Quali operazioni sono consentite con varicocele?

Fin dall'esistenza dell'URSS, le operazioni per eliminare il varicocele sono state eseguite secondo il metodo di Ivanisevich nelle cliniche statali.

Al momento, tale chirurgia è considerata una delle peggiori opzioni di trattamento, poiché la probabilità di recidiva è quasi del 40%. E ci possono essere varie complicazioni, fino alla sterilità (con varicocele bilaterale).

Come è una tale operazione? Un'incisione sufficientemente grande viene effettuata nella regione iliaca, dopo di che tutte le vene ovariche danneggiate vengono ligate. Questo è il principale svantaggio dell'operazione.

Con una tale incisione e in tale area, il chirurgo non ha pieno accesso al legamento venoso, quindi è quasi impossibile legare tutte le vene deformate e danneggiate (i loro processi).

Pertanto, la tendenza alla ricaduta persiste. Il risultato dipende direttamente dallo stadio della malattia, durante il quale il paziente ha richiesto assistenza medica qualificata.

L'operazione di Palomo viene eseguita in modo simile, solo un'incisione è fatta già sopra l'area frontale, sotto il peritoneo. Nello stesso momento non c'è bisogno di legare ogni processo della vena ovarica - l'intero legamento è bloccato da un utyazhka

La probabilità di recidiva viene preservata (poiché i morsetti per le navi possono allungarsi nel tempo), ma significativamente inferiore rispetto a quando operato con il metodo di Ivanissevich. Oggi, la chirurgia di Palomo viene eseguita abbastanza raramente a causa della complessità della sua esecuzione.

L'intervento chirurgico secondo il metodo di Marmara è considerato la variazione più progressiva nel trattamento del varicocele, dove l'operazione di Ivanisevich è presa come base.

Cioè, viene eseguita una legatura simile delle vene ovariche, ma è già praticata un'incisione nella regione pubica, precisamente dallo scroto. In questo caso, il medico ottiene l'accesso all'intero legamento vascolare (quindi, la procedura viene eseguita da un chirurgo vascolare o sotto il suo diretto controllo).

Dopo aver eseguito tutte le manipolazioni, la pelle viene cucita con un punto cosmetico, quindi rimane solo una cicatrice non appariscente.

Puoi familiarizzare con il corso delle procedure descritte sopra nei seguenti video:

Il corso dell'operazione di Marmar su varicocele:

L'operazione di Ivanisevich per varicocele ortostatico sinistro:

Endoscopia e laparoscopia

L'operazione con legatura delle vene ovariche attraverso un'incisione, anche se il più delle volte eseguita, non consente la cura del varicocele bilaterale in un'unica procedura.

Cioè, se le vene varicose colpiscono due testicoli contemporaneamente, allora dovrai eseguire due operazioni (sul lato sinistro e destro). I medici raccomandano che vengano eseguiti con una pausa di diversi mesi (fino alla fine della riabilitazione prescritta).

Tuttavia, dovrebbe essere fatta menzione di chirurgia endoscopica per varicocele. Con questo metodo di trattamento della malattia, non è necessaria un'incisione. Nel peritoneo sono praticate diverse forature attraverso le quali vengono inseriti l'endoscopio e tutti gli strumenti necessari. Attraverso di esso, il medico riceve un'immagine su un monitor esterno e può eseguire la vita delle vene con le staffe in titanio seguite tagliandole, praticamente senza causare danni al paziente.

Il recupero da una tale operazione richiede solo poche settimane, dopo di che il paziente può persino esercitare. E, a proposito, la microchirurgia endoscopica è l'unico metodo con cui è permesso il simultaneo taglio di due vene, cioè il trattamento del varicocele bilaterale.

Microchirurgia con pinzatura

Bene, il metodo più moderno e raccomandato per il trattamento delle vene varicose dell'ovaio è la rimozione dell'intero vaso deformato e l'orlo al suo posto della vena epigastrica.

Il corpo abbastanza rapidamente dopo che ripristina il flusso sanguigno nominale nell'area dei testicoli e dello scroto, quindi la funzione di fertilità non è in alcun modo compromessa. Ma tali operazioni vengono eseguite solo dai chirurghi vascolari più esperti.

Certo, costerà molto più di altri trattamenti più radicali. Ma la probabilità di recidiva è zero.

E il vantaggio principale di questo metodo di trattamento del varicocele è che il periodo di riabilitazione richiede solo 3 settimane (tenendo conto del controllo medico). Ma il funzionamento dei testicoli e la produzione di sperma vengono ripristinati entro 1-2 giorni dopo l'intervento.

Varicocele: foto prima e dopo l'intervento chirurgico

Indicazioni per l'assegnazione di un metodo

L'indicazione principale per la chirurgia del varicocele per selezionare il metodo di intervento chirurgico è l'età del paziente, così come lo stadio della sua malattia.

Con varicocele bilaterale, la completa legatura del cordone venoso e spermatico porta alla degradazione testicolare. Di conseguenza, l'uomo diventa sterile.

Anche lo sfondo ormonale è parzialmente disturbato, la produzione di testosterone diminuisce. Tutto questo nella quantità riduce la sua attrazione per le donne. E anche alcuni uomini sullo sfondo di tutto questo sorgono complessi.

Chi decide quale operazione verrà eseguita sul paziente? Naturalmente, la decisione è per il paziente stesso, ma dovrebbe essere chiaro che nelle cliniche statali solo la chirurgia di Ivanissevich viene eseguita gratuitamente.

Per i metodi di trattamento più moderni e ottimali dovrà pagare una certa somma di denaro. Ancora meglio - senza perdere tempo per andare in cliniche private. Costerà di più, ma la funzione riproduttiva di un uomo dopo l'operazione non sarà in alcun modo compromessa.

È possibile eseguire un'operazione secondo la politica SGO?

La politica OMS include una vasta gamma di operazioni libere, ma solo secondo il metodo di Ivanissevich e laparoscopia (punture nel peritoneo).

Cioè, la politica di assicurazione sanitaria obbligatoria copre solo i metodi più radicali di trattamento del varicocele. Questo è adatto solo nei casi in cui il paziente non intende più avere figli in futuro o se le vene varicose sono unilaterali.

In altri casi, si consiglia di consultare cliniche private o condurre microchirurgia.

Il paziente avverte dolore durante la procedura?

Le operazioni per eliminare il varicocele vengono eseguite in anestesia locale, dal momento che la necessità di anestesia generale non lo è. Sì, e il medico deve monitorare le condizioni del paziente durante la procedura. Sente qualcosa nel processo di chirurgia?

La cosa più dolorosa è fare un'incisione o una foratura primaria. Ma l'operazione viene eseguita abbastanza velocemente, quindi non ci possono essere più complicazioni dopo. La cosa principale è seguire le regole del trattamento della sutura per evitare che l'infezione si colleghi, altrimenti dovrai aprire di nuovo l'incisione.

Ma per ferire il luogo in cui è stata effettuata l'operazione, sarà dopo che l'anestesia smetterà di agire. E poi - il giorno dopo il paziente può essere dimesso dall'ospedale.

La riabilitazione più lunga e l'ospedalizzazione saranno necessari solo se l'intervento chirurgico è stato eseguito secondo Ivanisevich, o il paziente ha le seguenti complicazioni:

  • aumento della temperatura corporea;
  • segni di infezione della cucitura;
  • emoglobina ridotta;
  • varicocele ricorrente

Come gestire la cucitura?

Il trattamento della sutura postoperatoria comporta l'esecuzione di 2 volte al giorno di legatura obbligatoria.

Prima di tutto, viene trattato con la soluzione di furatsilin per la disinfezione, quindi viene applicato un pomata Levomekol. Dall'alto, tutto è coperto di cotone e avvolto con una benda.

Dopo 3-5 giorni, invece di Levomekol, viene prescritta una pomata per la guarigione della ferita, che promuove anche la cicatrizzazione del tessuto.

In media, il trattamento di sutura richiede circa 7-10 giorni dopo l'intervento chirurgico, dopodiché vengono rimossi i punti o le graffette (a seconda del metodo di trattamento utilizzato).

Il 5-6 ° giorno, un secondo esame viene effettuato presso il medico curante (chirurgo). Se necessario, il medico prescriverà ulteriori procedure per il trattamento della sutura.

Periodo di riabilitazione

La riabilitazione completa richiede 3 settimane (21 giorni) dal momento dell'intervento. Se una persona è impegnata in sport di potenza, è possibile ripristinare il modulo solo dopo 30 giorni, iniziando con carichi minimi.

Va notato che la guarigione dei vasi sanguigni è molto più veloce dell'epitelio. Cioè, quando la sutura è scomparsa - le vene sono garantite per ripristinare il flusso sanguigno nominale. Dopo tutto questo, si raccomanda di superare esami del sangue per determinare la concentrazione di ormoni - questo è il modo in cui i testicoli e la ghiandola prostatica sono controllati.

Il periodo di riabilitazione più breve viene introdotto con l'endoscopia o la microchirurgia. Lì e il trattamento delle suture non è richiesto (dopo l'operazione, solo una bolla di ghiaccio viene applicata al fine di prevenire gonfiore e sanguinamento dei tessuti molli).

L'attività fisica è consentita dal giorno 12, ma è necessario concentrarsi sulle assicurazioni del medico curante.

Quindi, il varicocele viene trattato meglio con la chirurgia. Cosa dovrebbe eseguire l'operazione nelle prime fasi del rilevamento della malattia. Il metodo migliore è la microchirurgia, seguita dalla cucitura di una vena. Dopo tale operazione, la funzione testicolare viene completamente ripristinata, così come la funzione riproduttiva maschile (ma solo se prima non vi era atrofia). Ma l'operazione secondo Ivanisevich dovrebbe essere abbandonata. Già nella maggior parte dei paesi del mondo, non è stato condotto per molto tempo a causa del suo alto trauma e della probabilità di ricaduta.

Come funziona l'operazione con varicocele

Il varicocele è una malattia che colpisce i vasi coronari che forniscono sangue agli organi pelvici e agli organi genitali maschili. Le vene si dilatano, la loro elasticità si deteriora e si verifica un aumento del flusso sanguigno. La vena testicolare soffre molto. Ciò provoca disagio e dolore dopo il sovraccarico. Le vene dilatate del cordone spermatico portano al tumore testicolare.

Una delle conseguenze del varicocele diventa completa o parziale sterilità, che si verifica a causa della morte di spermatozoi in un testicolo surriscaldato da un eccesso di sangue venoso.

Una causa comune dello sviluppo del varicocele è il sollevamento pesi e il sollevamento pesi. Questo aumenta la pressione del sangue nelle vene del bacino e poi nello scroto. Anche la predisposizione genetica alla malattia è una causa frequente del suo sviluppo. Lesioni ai genitali durante eventi sportivi, incidenti e litigi possono causare lo sviluppo di varicocele. La malattia può manifestarsi a qualsiasi età, compresi gli adolescenti. Ci sono diversi tipi di operazioni che possono essere fatte in modi diversi per risolvere i problemi con le vene e ripristinare la salute degli uomini. La chirurgia del varicocele aumenta la possibilità per gli uomini di diventare un padre concependo un bambino in modo naturale. La metà degli uomini dopo l'operazione diventa i padri senza l'uso dell'inseminazione artificiale.

Quali sono le fasi della malattia?

Dopo l'esordio, questa malattia passa attraverso quattro fasi. Diagnosticalo all'inizio dello sviluppo solo con l'aiuto di ultrasuoni o Doppler. Ogni grado di danno è determinato dall'espansione delle vene della vena testicolare interessata e del cordone spermatico.

Quando il primo grado delle vene avrà una leggera espansione e la palpazione non si mostra e non può essere percepita.

Il secondo grado è caratterizzato da un aumento delle vene in modo che possano essere percepiti dal paziente in posizione eretta.

All'inizio del terzo grado, le vene dilatate possono essere facilmente percepite quando il paziente è in piedi e sdraiato.

Se le vene dilatate del cordone spermatico e dei testicoli sono talmente dilatate da poter essere viste su un esame superficiale, allora questo è il quarto grado quando la malattia è già in atto.

Il varicocele non minaccia la vita di un uomo, ma abbassa la qualità della vita, perché è tormentato da un leggero dolore costante all'inguine. Il pericolo di questa malattia è che un uomo diventa completamente sterile. Pertanto, i medici raccomandano un'operazione, la cui necessità e la sua urgenza dipendono dai sintomi associati.

Quando è necessario un intervento chirurgico varicocele

Se un uomo è giovane e il suo spermogramma ha scarsi risultati con il varicocele nella fase iniziale, viene eseguita un'operazione per preservare la capacità di concimare. Quando gli indici di varicocele a basso numero di spermatozoi indicano lo sviluppo di processi patologici nei testicoli, che può essere irreversibile.

Se l'atrofia è osservata nel testicolo, e viene ridimensionata, c'è dolore all'inguine, quindi sempre con questi sintomi, si consiglia la chirurgia. Quando varicocele non può auto-medicare e cercare metodi di trattamento alternativi, perché non c'è altro modo che la chirurgia.

Qualsiasi delle operazioni scelte dal paziente ha un obiettivo: bloccare le vene nell'area del cavo spermatico e trasferire il flusso sanguigno in un altro canale.

Esistono diversi tipi di trattamenti chirurgici per varicocele. Più il metodo è moderno, più facile sarà l'operazione e il periodo di recupero sarà il più breve. I sentimenti del paziente durante la sua presa in carico sono diversi, ma l'uso dell'anestesia non fa provare dolore. Il tempo dell'operazione dipenderà dal tipo di intervento chirurgico da trasferire al paziente. Il tempo medio di funzionamento che un chirurgo deve eseguire è di un'ora. Quanto dura il periodo postoperatorio dipende da quali tipi di chirurgia verranno utilizzati.

Tipi di operazioni per varicocele

La più benigna e moderna è stata l'operazione microchirurgica di Marmara. Questo è il miglior trattamento chirurgico per varicocele. Durante la sua realizzazione si vestono le vene testicolari espanse. Questa azione arresta il flusso inverso di sangue, che distrugge la formazione di sperma. A causa delle lievi incisioni minime, l'infiammazione e il dolore sono assenti. Durante l'operazione microchirurgica con varicocele, il periodo di riabilitazione è in tempo record. Questo metodo moderno è un intervento chirurgico che utilizza l'anestesia locale. Innanzitutto, il chirurgo deve eseguire una piccola incisione inguinale, che include un catetere speciale, e l'operazione viene eseguita utilizzando l'anestesia generale. L'obiettivo della rivascolarizzazione microscopica del testicolo è di ripristinare il flusso sanguigno attraverso la vena testicolare.

Il recupero dal varicocele con intervento microchirurgico avviene rapidamente. La sensazione di dolore è assente e la possibilità di ricaduta è praticamente esclusa. Questa è l'unica visione gentile di tutte le operazioni per varicocele, dopo di che la circolazione sanguigna nello scroto viene immediatamente ripristinata. Con la rivascolarizzazione microchirurgica, non si verificano gocce testicolari. Tale operazione è particolarmente indicata se il dolore è fortemente pronunciato e le letture degli spermogrammi sono cambiate drammaticamente in peggio.

La chirurgia endoscopica per varicocele è un trattamento comune per questa malattia maschile nella comunità europea. Devono essere fatti usando un endoscopio e una macchina a raggi X. Il paziente viene perforato nella grande vena femorale e un farmaco sclerosante viene iniettato sotto il controllo del paziente attraverso un catetere per bloccare la vena testicolare.

La chirurgia endoscopica per varicocele viene spesso utilizzata nel trattamento della lesione bilaterale dei testicoli. L'intervento chirurgico è indicato per il dolore severo nello scroto e per la malattia asintomatica. Il trattamento endoscopico del varicocele differisce dalle operazioni classiche da un minor grado di complicanze e da un decorso postoperatorio migliore. L'operazione viene eseguita anche in anestesia locale. Il suo svantaggio è che i raggi X sono dannosi per la salute umana e questo può causare complicazioni alla salute.

Chirurgia classica per la rimozione delle vene

Viene anche usato il vecchio metodo per trattare il varicocele - l'operazione secondo Ivanisevich o Palomo è un tipo classico di intervento chirurgico. Dovrebbe essere fatto con un bisturi in anestesia locale. Il compito del chirurgo è quello di vestire correttamente le vene che circondano il cavo spermatico usando un filo di nylon. Con questa operazione, il sangue è permesso di fluire nel testicolo e rimuovere il surriscaldamento. Dopo che tutto è stato fatto, l'apporto di sangue passerà attraverso le vene ausiliarie e le condizioni del paziente torneranno alla normalità.

Lo svantaggio di questa operazione è il varicocele, il lungo periodo postoperatorio, poiché ci vuole molto tempo prima che i genitali feriti dell'uomo guariscano completamente. Per rimuovere il processo infiammatorio, i pazienti operati devono assumere antibiotici e antidolorifici per un lungo periodo di tempo. Richiedono frequenti cambi di medicazioni sterili nel sito di sutura postoperatoria. Si consiglia vivamente di indossare una medicazione speciale nell'area dello scroto in modo che non si ferisca. Cercano di sostituire questo intervento chirurgico con una versione più moderna per il trattamento del varicocele, un intervento chirurgico secondo Ivanisevich o Palomo dà una grande percentuale di recidive e complicanze.

Quali sono le complicazioni?

Le operazioni varicocele in ogni terzo caso, danno complicazioni. È raro trovare la perforazione delle pareti delle vene e l'atrofia del testicolo. A volte dopo il trattamento, si scopre che le vene sono lasciate. Ciò significa che l'operazione è stata scarsa. Quando le ricadute varicocele si verificano in tutti i tipi di interventi chirurgici. Con metodi più recenti, la loro percentuale è inferiore e con interventi classici più alti. Con lo sviluppo delle ricadute, è necessaria una seconda operazione, con il varicocele bisogna essere preparati per tale sviluppo degli eventi.

Più spesso delle ricadute, i problemi si verificano durante il periodo postoperatorio. Questi includono l'idropisia del testicolo e il dolore di vari gradi. Testicolo idroscopico si verifica dopo l'intervento chirurgico varicocele a causa della legatura dei vasi linfatici.

Il dolore dopo l'intervento si verifica da un eccesso di epididimo con il sangue. Se durante il periodo postoperatorio è doloroso, la sindrome viene rimossa con farmaci anestetici, prescritti dal medico curante.

Il trattamento con varicocele in altri modi è impossibile. Il trattamento conservativo non può rimuovere le vene varicose del cordone spermatico.

Affinché le vene allargate tornino a uno stato normale e per ripristinare un normale regime di temperatura, oltre all'erogazione di ossigeno ai tessuti, è necessario bloccare l'accesso di sangue in eccesso all'organo interessato. Oltre ai vari tipi di operazioni, non esiste altro trattamento.

Gli uomini che si auto-trattano semplicemente rallentano la transizione della malattia da uno stadio all'altro. Bevono medicine e distruggono gli organi digestivi.

Quando i sintomi compaiono per la prima volta, gli uomini devono contattare un andrologo per la consultazione, la diagnosi e il trattamento delle malattie al fine di preservare la salute degli uomini per lungo tempo.

Condividilo con i tuoi amici e condivideranno sicuramente qualcosa di interessante e utile con te! È molto facile e veloce, basta fare clic sul pulsante di servizio che usi di più:

Chirurgia del varicocele: metodi, indicazioni, trattamento, riabilitazione

Il varicocele è un'espansione delle vene nello scroto o cordone spermatico negli uomini. La malattia si verifica spesso negli adolescenti e potrebbe non manifestarsi in alcun modo per tutta la vita. In alcuni casi, il paziente ha sintomi come dolore nel testicolo, infertilità e comparsa di protuberanze sullo scroto.

L'unico modo per curare il varicocele è la chirurgia. La questione della sua necessità in assenza di manifestazioni cliniche è discutibile. La chirurgia del varicocele è generalmente facilmente tollerata e raramente causa complicanze.

Fasi della malattia e indicazioni per la chirurgia

Ci sono 4 gradi di sviluppo del varicocele:

  • La dilatazione varicosa è determinata solo dall'ecografia.
  • Le vene del pterigio sono palpate in posizione eretta.
  • Alla palpazione in qualsiasi posizione, il medico può diagnosticare la malattia.
  • Le vene sono visibili ad occhio nudo.

La diminuzione della funzione spermatogenica, che alla fine può portare alla sterilità, di solito inizia solo negli ultimi stadi della malattia.

L'operazione può essere eseguita nei seguenti casi:

  1. Violazioni identificate nella formazione dello sperma. Nel processo di ricerca è stato stabilito che il numero di spermatozoi nel liquido seminale era ridotto, la loro mobilità era ridotta e il sangue o il pus era presente.
  2. Il paziente sta soffrendo. Iniziano a manifestarsi allo stadio 2-3 della malattia, inizialmente insignificante. Le sensazioni spiacevoli aumentano quando si cammina, dopo uno sforzo fisico. Nota. Nella stragrande maggioranza dei casi, il varicocele del testicolo sinistro si sviluppa, quindi il dolore ha più spesso la stessa localizzazione.
  3. Il paziente non è soddisfatto dell'aspetto dello scroto.
  4. Il testicolo inizia a diminuire di dimensioni.

In assenza di sintomi, può anche essere raccomandata la chirurgia. Alcuni medici ritengono che la chirurgia eseguita in modo tempestivo eviti la sterilità. Altri credono che questo sia un rischio ingiustificato, e consigliato di limitare l'osservazione attraverso esami periodici e ultrasuoni.

È importante! Un'operazione sotto i 18 non viene solitamente eseguita. Secondo le statistiche, la recidiva è molto meno comune nell'età adulta dopo l'intervento chirurgico - ri-sviluppo del varicocele. Pertanto, è meglio implementarlo dopo la pubertà.

La compressione delle vene può portare allo sviluppo del cosiddetto "varicocele secondario". Si presenta come conseguenza di un tumore, cisti o altra formazione. In questo caso, il paziente è preoccupato per la febbre, il sangue nelle urine, il dolore sordo o lancinante nella regione lombare. Nel varicocele secondario, è necessario eliminare la causa della malattia, la chirurgia per il troncamento delle vene non è necessaria fino a quando non vengono visualizzati i risultati del trattamento della patologia sottostante.

Controindicazioni

Diversi metodi di funzionamento possono avere diverse controindicazioni. La chirurgia aperta non viene eseguita per:

  • La presenza di malattie nella fase di scompenso (disfunzione dell'organo che non può essere ripristinata senza trattamento) - diabete mellito, cirrosi epatica, ecc.
  • Infiammazione nella fase attiva.

Gli interventi chirurgici endoscopici oltre alle controindicazioni descritte non vengono eseguiti con procedure chirurgiche addominali pregresse. Ciò è dovuto a una violazione del quadro clinico e ad una maggiore probabilità di errori medici.

Lo sclerosismo non viene effettuato con le seguenti controindicazioni:

  1. Grandi anastomosi (architravi) tra i vasi, che possono portare all'ingestione del farmaco utilizzato per l'incollaggio in vene o arterie sane;
  2. Aumento della pressione nelle vene vicine (es. Renale);
  3. La struttura dei vasi non consente l'introduzione della sonda (natura friabile delle vene).

Preparazione per la chirurgia

10 giorni prima della procedura proposta, i pazienti devono sottoporsi ad alcune ricerche:

  • Esame del sangue (totale, per gruppo e fattore Rh, coagulazione, contenuto di zucchero).
  • Analisi delle urine.
  • Radiografia dei polmoni.
  • Elettrocardiogramma (può essere somministrato a tutti i pazienti o solo a uomini di età superiore a 30 anni).
  • Analisi per virus dell'epatite B e C, HIV.

Inoltre, il medico prescrive di solito uno scroto con ultrasuoni o un'ecografia usando il metodo Doppler (usando un mezzo di contrasto) per ottenere un quadro clinico più completo. Ulteriori studi sono possibili a seconda delle condizioni del paziente.

La mattina prima dell'operazione devi rinunciare a cibo e acqua, fare una doccia igienica. Pube e addome devono essere rasati. Il ricevimento di farmaci per malattie croniche (diabete, ipertensione, bronchite, ecc.) Deve essere coordinato con il medico.

Modi dell'operazione

La classificazione dei metodi di trattamento chirurgico può essere basata sul metodo di accesso e la tecnologia di. Sulla base della seconda funzionalità, ci sono due grandi gruppi di operazioni:

  1. Con conservazione di un kovalny anastomoz;
  2. Con la sua escissione.

Nota. Lo shunt Reno-cavale (anastamosi) è un messaggio-ponticello tra le due vene del testicolo. Si presenta come una patologia dovuta al varicocele e contribuisce al ristagno del sangue.

Il secondo metodo è attualmente riconosciuto come il più efficace e viene utilizzato più spesso.

Secondo la tecnologia, è consuetudine individuare tre principali tipi di operazioni:

  • Laparoscopia (metodo minimamente invasivo);
  • Scleroterapia endovascolare;
  • Operazione aperta (può essere eseguita in varie modifiche - secondo Marmar, Ivanissevych, Palomo).

È importante! Le operazioni di rimozione per varicocele non vengono eseguite. Tutte le navi rimangono all'interno del corpo, o sono incollate insieme (sclerotizzate) o legate.

scleroterapia

Questa operazione è la meno invasiva. Si riduce a indurimento (incollaggio) delle navi varicose. Il grande vantaggio della scleroterapia è che non richiede il ricovero in ospedale. Si svolge in una stanza angiografica in anestesia locale. Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo perfora percutaneamente la parete della vena femorale destra. Qui viene introdotta una sonda, mediante la quale viene valutata la condizione dei vasi problematici e viene erogata la sostanza terapeutica.

Come composto sclerosante, viene utilizzata una soluzione trombovar al 3%. Un agente di contrasto viene iniettato nei vasi e quindi viene determinato il successo dell'operazione. Se la vena varicosa non viene visualizzata, significa che il composto colorato non entra e l'intervento è stato efficace. In questo caso, la sonda viene rimossa, una benda viene applicata al sito della puntura. Lo stesso giorno, il paziente può andare a casa.

Si ritiene che con la scleroterapia il rischio di recidiva sia più alto rispetto alla chirurgia classica, ma i medici parlano solo di una probabilità leggermente maggiore. Tuttavia, a causa della ridotta efficacia, tali interventi chirurgici sono piuttosto rari. Di solito sono raccomandati nelle fasi iniziali della malattia, quando non ci sono ancora lamentele da parte del paziente.

Chirurgia laparoscopica

Viene utilizzata l'anestesia generale o locale (più spesso). A volte viene anche usata l'anestesia epidurale (un antidolorifico viene inserito nella colonna vertebrale). Dopo l'inizio dell'anestesia, il chirurgo punge l'ombelico con un diametro di circa 5 mm. Introduce un trequarti - un ago triangolare collegato al tubo. Il gas viene iniettato nella cavità addominale per fare spazio alle procedure chirurgiche.

Nell'apertura è inserito un laparoscopio: un tubo collegato a una lampada e una telecamera. Permette al medico di monitorare lo stato di avanzamento dell'operazione. Sotto il controllo del laparoscopio, vengono eseguite altre due forature da cinque millimetri: nella regione iliaca e sopra l'utero e l'introduzione di trocar in esse. Il paziente è inclinato verso destra di 15-20 ° per una migliore visualizzazione. Il medico taglia il peritoneo usando le forbici perforate.

Segue la secrezione di arterie e vasi linfatici. Questo è necessario in modo che non soffrano durante l'operazione. Le vene estese sono legate. Il peritoneo è suturato. Una puntura asettica viene applicata alle forature. Il termine di ospedalizzazione dipende dall'anestesia scelta. Dopo l'anestesia locale, puoi andare a casa il giorno dell'intervento o quello successivo. Dopo l'anestesia generale, la dimissione avviene 3-7 giorni dopo l'intervento. L'efficacia dell'operazione viene valutata mediante ultrasuoni o Doppler.

Operazione Marmara

Questo tipo di intervento comporta il micro-accesso e un basso grado di invasività. È effettuato sotto il controllo di un microscopio. La scelta dell'anestesia dipende in gran parte dal desiderio del paziente, nella maggior parte dei casi è sufficiente l'anestesia locale, in cui sono possibili leggere sensazioni dolorose o formicolio, calore.

Il chirurgo fa un'incisione nel pube, il più vicino possibile all'ileo, il che rende la sutura dopo l'operazione invisibile (sarà posizionata sotto il bordo superiore della biancheria). Il medico asporta tegumenti e tessuto sottocutaneo, secerne il canale del seme e lega la vena. I tessuti sono cuciti. I punti vengono rimossi il giorno 7. La chirurgia marmar è molto accurata, il che riduce il rischio di danni alle arterie o ai vasi linfatici.

Operazione su Ivanisevich

Operazione su Ivanisevich

L'anestesia generale è più comunemente utilizzata con questo tipo di intervento, ma è possibile anche l'anestesia locale o epidurale. L'essenza dell'operazione è la legatura delle vene varicose mantenendo i vasi linfatici.

Il chirurgo esegue un'incisione nell'area pubica lunga fino a 10 cm, di solito le sue dimensioni sono inferiori a 5-6 cm. Con un bisturi e dei ganci, taglia e allarga tutti i muscoli sottostanti al plesso vascolare del testicolo stesso. Qui è necessario separare i vasi linfatici. Quindi, usando un dissettore (forbici curve smussate), le vene vengono catturate e legate. Muscoli e tessuti sono suturati.

Operazione Palomo

Questo tipo di intervento ricorda il precedente. Tuttavia, l'incisione è aumentata, il che offre una visione migliore per il chirurgo. Con questo approccio, il rischio di recidiva è più basso, ma la probabilità di tagliare l'arteria che fornisce sangue al canale seminale è più alta.

Si tratta di una piccola nave che si avvicina al plesso dello pterigio e pertanto viene spesso danneggiata durante l'intervento. C'è anche il rischio di colpire i canali linfatici, specialmente nei bambini. Questo può portare a gravi complicazioni.

Previsione dell'operazione

La prognosi è generalmente favorevole. Quando si utilizzano metodi minimamente invasivi, la probabilità di recidiva è vicina al 2%, con l'operazione secondo Ivanisevich - circa il 9%. In alcune fonti, sono indicati altri dati, le cliniche private citano i dati sulla ricorrenza del varicocele con interventi aperti nel 30%.

Nel 45% dei casi, il paziente dopo l'intervento chirurgico determina un normale spermogramma, nel 90% dei casi si riscontra un miglioramento statisticamente significativo delle prestazioni. Nella fascia di età più avanzata, quando si trascura il varicocele, tutti i valori sono peggiori rispetto ai pazienti giovani.

Periodo di recupero

Al paziente possono essere prescritti i seguenti farmaci per ripristinare la spermatogenesi:

  1. Complessi vitaminici
  2. Additivi biologicamente attivi con selenio e zinco.
  3. Ormoni. È importante! Il loro ricevimento è effettuato rigorosamente da corsi sotto la supervisione di un medico e in concomitanza con test di laboratorio permanenti.
  4. Unguento contenente antibiotico. È necessario per la prevenzione dell'infezione della ferita.
  5. Antidolorifici. In alcuni pazienti, il disagio nel testicolo operato può persistere per un bel po 'di tempo. Di solito, il medico prescrive farmaci chetonici o simili.

Nei primi 1-2 giorni dopo l'intervento, è necessario:

  • Tieni la ferita asciutta. Forse l'applicazione del ghiaccio per alleviare il dolore. Bottiglia di plastica adatta di acqua ghiacciata, avvolta in un asciugamano.
  • Riduci al minimo qualsiasi attività, cerca di rilassarti di più.
  • Si consiglia di indossare una benda che supporti i testicoli.

Entro 1-2 settimane dopo l'intervento chirurgico non è raccomandato:

  1. Esercizio che richiede uno sforzo maggiore.
  2. Fare il bagno
  3. Fare sesso

Dopo un periodo specificato, la vita sessuale è possibile se durante il processo o dopo l'atto il paziente non sente dolore, disagio o spiacevoli sensazioni di trazione. La funzione erettile dopo l'intervento chirurgico non soffre. Il periodo di riabilitazione dipende dal tipo di operazione, dall'anestesia e dalle condizioni generali del paziente.

Molti pazienti hanno paura che la vena rimanga dopo l'intervento chirurgico. A loro sembra che questo sia un segno di un intervento chirurgico infruttuoso.

È importante! Deve essere chiaro che i vasi non vengono rimossi dallo scroto, ma cessano di essere riforniti di sangue. Vienna può essere palpabile o visibile fino a sei mesi.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Le seguenti sindromi e malattie possono comparire dopo l'intervento chirurgico:

  • L'infiammazione. È determinato dai sintomi e dai risultati corrispondenti degli ultrasuoni, è fermato con successo dai farmaci.
  • Dolore nevralgico: si verifica a seguito di un danno alle terminazioni nervose ed è difficile da trattare (ago e fisioterapia solitamente indicati).
  • Gonfiore linfatico Si sviluppa a causa di danni ai vasi linfatici durante l'operazione, può passare da solo o a causa dell'usura di una benda che sostiene lo scroto, pantaloni speciali.
  • Irritato del testicolo (idrocele). Il motivo sono i vasi linfatici colpiti dalla disattenzione, il trattamento è lo stesso.
  • Ridurre la dimensione del testicolo è una complicanza pericolosa derivante dal danno all'arteria seminale. Questa è una delle conseguenze più spiacevoli dell'operazione, poiché è piuttosto difficile fermarsi.
  • Recidiva - ri-sviluppo di varicocele. Il trattamento è solo chirurgico.
  • Danni all'intestino o all'uretere. Queste complicazioni dopo l'intervento si verificano durante la laparoscopia, più spesso in giovani chirurghi inesperti.
  • Trombosi (blocco) delle vene profonde. Si verifica come reazione all'introduzione di un mezzo di contrasto nei vasi, con conseguente ematoma (emorragia interna) nel sito di puntura.

Prezzo di operazione

L'operazione varicocele non è inclusa nell'elenco dei servizi di assistenza ad alta tecnologia per i quali vengono assegnati fondi. Sul sito web di alcune cliniche è indicato che funzionano con CHI e VHI, tuttavia, nel primo caso, è solo uno sconto che un cliente che si è rivolto a loro può ricevere o il rimborso di una parte dei soldi spesi.

Il costo dell'operazione dipende dalla metodologia e dalla regione scelte. Nelle città di provincia della Russia centrale, il prezzo per la chirurgia aperta inizia da 5.000 rubli, a Mosca - da 8.000 a 10.000 rubli. Approssimativamente lo stesso costerà l'indurimento. L'intervento microchirurgico (Marmara) avrà un costo di almeno 20.000 - 30.000 rubli. La chirurgia laparoscopica sarà in qualche modo più economica - 15.000 - 25.000 rubli. I prezzi sono basati su anestesia locale, se il paziente preferisce l'anestesia generale, dovrete pagare separatamente - 7 000 - 10 000 rubli.

Recensioni dei pazienti

La maggior parte dei pazienti è piuttosto chirurgica, soprattutto se in questo modo è possibile eliminare l'infertilità. Quando un uomo scopre che ora può avere figli, questo aumenta in modo significativo la sua autostima, anche se non aveva piani del genere nel prossimo futuro.

L'operazione è ben tollerata. Molti preferiscono l'anestesia generale. Il periodo di recupero per tutti i passaggi in modi diversi. Qualcuno ritorna immediatamente alle normali attività, mentre altri, anche con interventi minimamente invasivi, sentono un forte dolore e hanno difficoltà a spostarsi in casa per diversi giorni.

Come mostrano le recensioni, un brutto colpo per le famiglie è la scarsa performance degli spermogrammi e la difficoltà a concepire un bambino anche dopo aver subito un intervento chirurgico e una terapia farmacologica. A volte all'inizio c'è una tendenza nettamente positiva, che si deteriora nel tempo. Solo uno specialista di alto livello può aiutare in questa materia. Alcuni pazienti cambiano 5 o più urologi prima di trovare un buon diagnostico. La stessa tecnica dell'operazione, come mostra la pratica, ha un significato secondario.

Il trattamento chirurgico del varicocele aiuta a liberarsi della malattia e dei suoi sintomi associati. Aumenta significativamente la probabilità di concepimento e migliora la qualità della vita dei pazienti.

Articoli Su Varici

Di Più Su Vene Varicose

Messaggi Popolari

Categoria